Settembre 2010

Cuba sottolinea il disprezzo degli Stati Uniti per gli accordi nell’OMC 1.9 – A Ginevra, Cuba ha sottolineato il ripetuto disprezzo degli Stati Uniti sui giudizi dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) e ha chiesto il rispetto agli accordi raggiunti nell'Organismo di Soluzione dei Contrasti (OSD). Un'altra volta è risaltato l'inadempimento di Washington rispetto alla Sezione 211 del Legge Omnibus di Assegnazioni dell'anno 1998 e della sua incompatibilità con il diritto internazionale in materia di proprietà intellettuale. In concreto il riferimento è all'usurpazione di marchi da parte dell'azienda Bacardí del nome del rum cubano Havana Club, registrato nel territorio nordamericano dal 1976 dall’azienda Cubaexport. Nel suo intervento presso l'OSD dell'OMC, l'Ambasciatore di Cuba a Ginevra, Rodolfo Reyes, ha deplorato la retorica dei rappresentanti dell'amministrazione Obama, che ripetono che stanno lavorando con il Congresso per rispettare le raccomandazioni. India, Ecuador, Cina, Brasile, Venezuela, Vietnam, Uruguay, Paraguay, Messico, Argentina, Angola e Nicaragua hanno manifestato preoccupazione per il precedente rifiuto della mancanza di volontà degli Stati Uniti nel compimento dei loro obblighi e hanno rinnovato il loro sostegno a Cuba.

Cuba denuncia l’incremento internazionale della tratta di persone 1.9 - Cuba ha denunciato che la tratta di persone è aumentata nonostante l'importanza che la comunità internazionale conferisce a questo tema. Accogliendo positivamente il lancio del Piano di azione mondiale contro la tratta di persone, il rappresentante permanente di Cuba presso le Nazioni Unite, Pedro Núñez Mosquera, ha espresso la speranza che questo sia un meccanismo efficace per affrontare il male. Speriamo che contribuisca a incrementare la cooperazione internazionale in materia, sulla base del pieno rispetto della sovranità, dell'indipendenza e dell'integrità territoriale degli Stati, ha precisato. Ha detto che il suo paese conta su una legislazione e su solide istituzioni che hanno mostrato la loro efficacia nel combattere questo problema e ha manifestato la disposizione cubana di rafforzare in questa materia la cooperazione con tutti gli Stati e gli organismi appartenenti alle Nazioni Unite.

Cuba sale nella classifica mondiale degli scacchi 1.9 - Cuba è salita al 18° posto nella classifica mondiale degli scacchi, secondo l'aggiornamento diffuso oggi dalla Federazione Internazionale della disciplina (FIDE, dalla sigla in francese). La classifica che tiene conto della media dei suoi 10 migliori giocatori, ha posto Cuba in questa posizione grazie ai 2.589 punti ELO, con i quali ha migliorato il 21° posto e i 2.581 punti della classifica precedente. Al miglioramento, ha contribuito in modo notevole l’ascesa del Gran Maestro Lázaro Bruzón, che è salito al 58° posto nel mondo, la sua miglior posizione individuale, come risultato dei 2.679 punti, dopo l’aggiunta di 26 punti nel luglio scorso.

Riconoscimento alle aziende cubane che proteggono l’ambiente 2.9 - L'Ufficio Tecnico dell'Ozono di Cuba ha dato il suo riconoscimento a aziende che hanno eliminato l'uso di sostanze che danneggiano la cappa di ozono, una delle priorità di Cuba in materia ambientale. Detto ente consegnerà i certificati di accredito il prossimo 16 settembre, quando sarà celebrata la Giornata Mondiale per la Protezione della Cappa di Ozono. Il riconoscimento certifica che nelle loro produzioni e servizi hanno smesso di utilizzare refrigeranti con clorofluorocarburi, noti con la sigla CFC (contenuti in sistemi di refrigerazione, condizionatori d’aria, schiume isolanti, solventi e contenitori a perdere). La cappa di ozono che avvolge la Terra è come un mantello che protegge gli esseri viventi dai raggi ultravioletti.

Giovani delle Fiji studieranno medicina a Cuba 2.9 - I primi sei giovani selezionati dal Governo delle Fiji per studiare medicina a Cuba sono già nell'isola caraibica, ha informato oggi a Suva una fonte ufficiale. Secondo il segretario permanente della Commissione di Servizio Pubblico, Parmesh Chand, a questo gruppo si aggiungeranno presto altri 14 studenti, come parte di un programma di 20 borse di studio concordato dalle autorità dei due paesi. L'idea di mandare studenti di medicina a Cuba ha preso corpo da quando le due nazioni hanno stabilito relazioni diplomatiche nel 2003, ha affermato il funzionario, in dichiarazioni alla stampa locale.

Fidel Castro chiede rispetto al privilegio dell'Umanità alla vita 3.9 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha chiesto oggi rispetto al privilegio dell'Umanità a vivere e ha messo in risalto il grave pericolo che costituisce una possibile aggressione degli Stati Uniti contro l'Iran. Davanti a migliaia di studenti che hanno riempito la storica scalinata dell'Università di La Habana, Fidel Castro ha ringraziato per l'appoggio morale dei giovani alla lotta per la pace nel mondo e li ha esortati a non smettere di combattere perché, come in molte battaglie del passato, è anche possibile vincere. Che la vita umana si preservi, che i bambini e giovani ne godano in un mondo di giustizia, che i genitori e i nonni condividano con loro il privilegio di vivere in un mondo con un’equa distribuzione delle ricchezze materiali e spirituali create dall'uomo, ha proclamato. Fidel Castro ha ricordato la sua entrata in questa stessa università 65 anni prima dove, ha affermato, ha compreso quale fosse il suo vero destino, e ha fatto riferimento a numerose informazioni giornalistiche e dichiarazioni di personalità allarmate per le conseguenze di una possibile guerra nucleare nel Medio Oriente.

Obama prolunga le misure di blocco contro Cuba 3.9 - Il Presidente statunitense, Barack Obama, ha notificato oggi l'estensione delle sanzioni della Legge contro il Commercio con il Nemico, azione diretta a continuare il blocco economico, commerciale e finanziario contro Cuba. La Casa Bianca ha diffuso in un comunicato che Obama ha firmato un memorandum alla segretaria di Stato, Hillary Clinton, e al titolare del Tesoro, Timothy Geithner, nel quale prolunga fino al 14 settembre 2011 la legislazione. Nel testo, Obama aggiunge che "la continuazione per un anno di queste misure relative a Cuba conviene agli interessi nazionali degli Stati Uniti". Con tale disposizione Washington ribadisce la sua posizione che il Governo cubano è ancora un rischio per la sicurezza del paese e pertanto proibisce che le aziende statunitensi possano commerciare con Cuba. Cuba è l'unico paese del mondo soggetto alle sanzioni della Legge contro il Commercio con il Nemico, dopo che nel 2008 l'amministrazione di George W. Bush aveva optato per non rinnovare l'applicazione della misura alla Repubblica Popolare Democratica della Corea.

A Cuba calano i dati delle droghe sequestrate 6.9 - Cuba ha oggi indicatori insignificanti riguardo le droghe sequestrate, con un totale nazionale nel primo semestre dell’anno di 1.592 chilogrammi, inferiore ai 2.236 chilogrammi dello stesso periodo del 2009. Secondo una relazione del Ministero dell'Interno, pubblicato dal quotidiano Granma, nonostante la complessità del fenomeno a livello mondiale e l'impatto nei paesi vicini, Cuba raccoglie i frutti della sua strategia integrale antidroga con indicatori insignificanti, comparati a quelli di altri paesi. L’andamento delle attività tra gennaio e giugno 2010 e i risultati della lotta, riportano che i lanci di droghe sulle coste (77 con 1.032 chilogrammi), e le operazioni di narcotraffico nel canale marittimo e alla frontiera aerea sono le vie che possono danneggiare gli sforzi del paese contro il male. La Commissione Nazionale sulle Droghe ha detto che benché i dati sulle droghe sequestrate sono bassi e minore il numero di fatti scoperti finora nel 2010, la gravità del male nei paesi vicini, soci commerciali ed emittenti di turisti, obbliga a una lotta permanente.

Inizia a Cuba l’anno scolastico 2010-2011 6.9 – Oltre 2.1 milioni di alunni cubani entrano nelle aule a partire da oggi con l’inizio dell’anno scolastico (2010-2011), che ha tra i suoi obiettivi quello di garantire un insegnamento più integrale alle nuove generazioni. Come parte della strategia progettata dal Ministero cubano dell’Educazione, gli sforzi saranno diretti a rafforzare la cultura economica e a incrementare la formazione lavorativa degli allievi come via per lo sviluppo di una coscienza di produttori, basata sul principio pedagogico del legame studio-lavoro. Alcuni dei passi dei progressi nel processo di trasformazioni del settore è la creazione delle cattedre di Marxismo-Leninismo e di Storia in tutte le università di Scienze Pedagogiche del paese. Inoltre, sarà approfondito l'insegnamento della Storia di Cuba e della Lingua Madre a tutti i livelli educativi.

Inizia l’ultima fase costruttiva del quarto parco eolico cubano 7.9 - La fase di costruzione e di sistemazione tecnologica del quarto parco eolico cubano, i cui sei macchinari di tecnologia cinese forniranno nell’insieme 4.5 megawatt al sistema elettroenergetico nazionale, è iniziata lunedì. Situato nel municipio di Gibara, della provincia nord-orientale di Holguín, l'impianto ha ricevuto i primi investimenti nel 2009, ha ricordato l'architetto Pedro Dorta, capo dell'opera. Oltre al citato parco, ne esiste un altro nella stessa Gibara, e gli altri si trovano nella provincia centrale di Ciego de Ávila e nel municipio speciale dell’Isola della Gioventù, al sud dell'arcipelago. La costruzione di impianti per lo sfruttamento dell'energia eolica nella generazione di elettricità costituisce uno dei compiti che Cuba promuove come parte della Rivoluzione Energetica iniziata nel 2004.

Cuba dispiaciuta per la morte di Lucius Walker 8.9 - La notizia della morte a 80 anni del reverendo Lucius Walker nella città statunitense di New York ha colpito il popolo cubano, cosciente della perdita di uno dei pacifisti più importanti di questi tempi. La conferma del suo decesso si è saputa ieri con un comunicato dell'organizzazione che egli dirigeva, i Pastori per la Pace. Lucius era nato il 3 agosto 1930 e il suo lavoro pacifista era emerso attraverso la lotta instancabile a favore della libertà dei cinque cubani antiterroristi detenuti negli Stati Uniti. Era uno dei creatori della Fondazione Interreligiosa per l'Organizzazione Comunitaria (IFCO), fondata nel 1967. Dal 1973 al 1978, è stato segretario generale associato del Consiglio Nazionale delle Chiese di Cristo negli Stati Uniti. I Pastori per la Pace organizzano le Carovane di Amicizia Stati Uniti-Cuba e avevano in modo sistematico il blocco nordamericano, portando a Cuba computer, autobus e medicinali per il popolo cubano. Walker aveva promosso nel luglio di quest’anno la 21° Carovana di Amicizia con Cuba con assistenza umanitaria e medicinali nei suoi famosi autobus scolastici gialli, senza chiedere autorizzazioni né permessi.

Il lottatore cubano Mijaín López conquista il quarto titolo mondiale 8.9 - Il cubano Mijaín López ha conquistato il suo quarto titolo mondiale dei 120 chilogrammi nella lotta greco-romana, battendo l'armeno Yuri Patrikeev nella finale del Campionato Mondiale Mosca-2010. Il campione olimpico di Pechino-2008 ha confermato il suo grande livello e ha battuto in successione il cinese Nie Xiaoming, il polacco Lukas Banak, il ceco Marek Svec e il kazako Nurmakhan Tinaliyev raggiungendo la sua quinta finale in questi tornei. Con la vittoria contro Patrikeev, il cubano ha ottenuto il quarto alloro in questi tornei, dopo quelli di Budapest-2005, Bakú-2007 e Herning-2009, ai quali ha aggiunto la medaglia di argento di Guangzhou-2006.

Cuba denuncia la doppia morale nella lotta contro il terrorismo 9.9 - Cuba ha definito inaccettabile l'impunità e la doppia morale nella lotta al terrorismo e ha ribadito il proprio impegno nella lotta contro questa pratica e a difesa del multitaleralismo. Questa posizione è stata sottolineata dal rappresentante permanente cubano presso le Nazioni Unite, Pedro Núñez Mosquera, intervenendo questo mercoledì all'Assemblea Generale in un dibattito sulla strategia mondiale contro il terrorismo. Ha ricordato che negli Stati Uniti, fondamentalmente a Miami, si raccolgono e si riscuotono fondi, operano conti bancari che finanziano il terrorismo e si offre rifugio sicuro e si permette l'uso del territorio a quelli che finanziano, pianificano e commettono azioni di terrorismo contro Cuba. Al riguardo, ha denunciato il caso del terrorista Luis Posada Carriles, che è libero negli Stati Uniti nonostante sia il responsabile del sabotaggio contro un aereo civile cubano che è costato la vita a 73 persone e di attentati a varie installazioni turistiche a Cuba. In contrapposizione ha parlato della situazione degli antiterroristi Fernando González, René González, Gerardo Hernández, Antonio Guerrero e Ramón Labañino, detenuti nelle carceri nordamericane per aver lottato contro il terrorismo per salvare vite di cittadini cubani e statunitensi.

La raffineria cubano-venezuelana ha lavorato 55 milioni di barili di grezzo 9.9 - La raffineria che lavora petrolio di Cuba e del Venezuela a Cienfuegos ha lavorato finora oltre 55 milioni di barili di grezzo nei suoi primi 32 mesi di gestione, hanno precisato dirigenti dell'impianto. Il dato è stato comunicato durante una visita all'azienda mista CUVENPETROL S.A. del Vicepresidente dei Consiglio di Stato e dei Ministri di Cuba Ramiro Valdés, accompagnato da Ricardo Cabrisas, Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, e da Yadira García, Ministro dell'Industria di Base. Del dato ottenuto dalla raffineria dalla sua entrata in funzione nella prima settimana dell'anno 2008, circa 14.4 milioni di barili sono relativi al presente anno.

Cuba insiste all’ONU sulla eliminazione delle armi nucleari 10.9 - Cuba ha proposto che la metà delle attuali spese militari, comprese quelle relative alle armi nucleari, sia destinata allo sviluppo economico e sociale attraverso un fondo gestito dalle Nazioni Unite. Allo stesso modo ha fatto appello ad adottare un piano di azione che permetta di ottenere l'eliminazione totale e la proibizione completa di questo tipo di armamento in un termine non superiore a 15 anni. Le due iniziative sono state presentate questo giovedì dal rappresentante permanente alterno di Cuba presso l'ONU, Rodolfo Benítez, intervenendo in una sessione solenne dell'Assemblea Generale per la Giornata Internazionale contro i Test Nucleari. Con le risorse che sono destinate oggi agli armamenti, compresa la modernizzazione delle armi nucleari, potrebbero essere alimentati i 1.020 milioni di affamati che esistono al mondo e garantita un'abitazione adeguata agli oltre 640 milioni di bambini che non l'hanno, ha precisato. Ha fatto notare anche che queste spese hanno luogo mentre i quattro quinti dell'umanità vivono nel sottosviluppo e nella povertà, 800 milioni di adulti non sanno leggere e 17.000 bambini muoiono di fame ogni giorno.

Appello dell’organizzazione sindacale cubana a raggiungere l’efficienza nel lavoro 13.9 – Un appello a raggiungere l'efficienza nel lavoro e a utilizzare meglio le risorse disponibili per soddisfare le necessità del paese è stato fatto dalla Centrale dei Lavoratori di Cuba (CTC) in un pronunciamento diffuso oggi a La Habana. Cuba affronta l'urgenza di avanzare economicamente, di organizzare meglio la produzione, di potenziare le riserve di produttività ed elevarle, di migliorare la disciplina e l'efficienza, e ciò sarà possibile solo mediante il lavoro degno e sacro del popolo, indica il documento. Riafferma che oggi più che mai sono vive e inalterabili la volontà e la determinazione di continuare la costruzione del socialismo, e di procedere nello sviluppo e nell'attualizzazione del modello economico. In corrispondenza a questo processo, sottolinea il testo, si prevede nelle linee da seguire per l'anno prossimo la riduzione di oltre 500.000 lavoratori nel settore statale e parallelamente il loro incremento in quello non statale.

L’Africa ringrazia per la solidarietà cubana 13.9 – A Luanda, il III Incontro Africano di Solidarietà con Cuba nella sua dichiarazione finale ringrazia il Governo e il popolo cubano per il solidale aiuto prestato ai paesi africani nella loro lotta per l'indipendenza. Afferma che il contributo di Cuba, sotto gli orientamenti del leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha propiziato l’eliminazione dell'obbrobrioso regime razzista dell'apartheid, tra gli altri risultati. Oggi Cuba moltiplica la sua solidarietà con la presenza di personale medico e di maestri in diverse parti del mondo. Nella dichiarazione, gli oltre 150 delegati di 18 paesi che hanno partecipato all'evento hanno chiesto al Governo del Presidente statunitense, Barack Obama, di liberare i Cinque antiterroristi cubani detenuti nelle prigioni nordamericane.

Giugno e agosto, i più caldi a Cuba dal 1951 13.9 - I mesi di giugno e agosto scorsi sono stati i più caldi a Cuba dal 1951, in un anno che secondo le previsioni diventerà il più caldo a livello mondiale, ha annunciato oggi il quotidiano Granma. Nel caso specifico di agosto risulta interessante sottolineare la registrazione di valori estremi di massime e minime molto significative, indica il giornale. Precisa che la stazione di Casablanca, a La Habana, ha registrato il terzo valore più alto di massima assoluta, con 35.7 gradi Celsius, solamente un decimo meno di quelli del 2009 e del 1998. Si è avuto, inoltre, il quinto dato più elevato della temperatura minima con 26.9 gradi Celsius. Secondo esperti dell'Istituto di Meteorologia e di altri enti, il clima cubano è oggi più caldo ed estremo, perché la temperatura media è salita di 0.6 gradi Celsius negli ultimi quarant’anni, e c’è un'espansione dell'estate e una contrazione dell'inverno.

Riordinamento del lavoro a Cuba: garanzia di efficienza e razionalità 14.9 - Il conseguimento dell'efficienza lavorativa e il miglior utilizzo delle risorse disponibili per soddisfare le necessità del paese guida oggi a Cuba un processo di riordinamento della forza lavoro e della sua rimunerazione, riporta oggi la stampa cubana. Questo passo fa parte dell'aggiornamento del modello economico cubano, e le prime idee per la sua messa in atto erano state accordate nella riunione del Consiglio dei Ministri, del 16 e 17 luglio scorsi. Alla conclusione del quinto periodo di sessioni della settima legislatura dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular, lo scorso 1° agosto, il presidente Raúl Castro aveva indicato che un insieme di misure da intraprendere, a tappe, avrebbero ridotto gli organici considerevolmente ingrossati nel settore statale.

Una cubana vince la medaglia di bronzo in un concorso della FAO 15.9 - La studentessa cubana di scuola media Mayara Karla Linares ha vinto la medaglia di bronzo in un concorso dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione (FAO). Secondo il bollettino digitale di notizie della FAO, la cubana ha spiegato di aver risposto al concorso in quanto le interessa l’argomento della sicurezza alimentare in tempo di crisi, tema centrale del concorso. In una cerimonia nella scuola Rubén Bravo Álvarez, del municipio di Habana Vieja, il rappresentante della FAO a Cuba, Marcio Porto, ha consegnato il premio all'adolescente.

Giovani giamaicani studieranno nelle università di Cuba 15.9 - Sette giovani giamaicani si recheranno questo mese a Cuba per formarsi gratis come professionisti nelle discipline di Medicina ed Educazione Fisica e Sport. In una cerimonia a Kingston nell'Ambasciata cubana, i nuovi borsisti hanno ricevuto i documenti richiesti per iniziare i loro studi e hanno firmato il codice etico stabilito da Cuba per gli alunni stranieri. L’assegnazione delle borse di studio si inserisce nel programma di cooperazione bilaterale firmato nel 1997 in ambiti come salute, educazione, cultura, turismo, energia e sport, tra le altre aree socio-economiche.

All’ONU si profila una nuova condanna del blocco a Cuba 16.9 - Una nuova condanna mondiale del blocco degli Stati Uniti contro Cuba sta prendendo forma oggi alle Nazioni Unite dopo l’inizio dell'attuale periodo ordinario di sessioni dell'Assemblea Generale. Per il 19° anno consecutivo, il massimo organismo dell'ONU tornerà ad analizzare una relazione presentata da Cuba sotto il titolo "Necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti d'America contro Cuba". Il documento è stato reso noto ieri a La Habana dal Ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez, e denuncia che questo assedio costituisce il principale ostacolo allo sviluppo del paese. Il blocco è costato a Cuba 751.363 milioni di dollari in questi 50 anni, dato per difetto basato sul deprezzamento del dollaro sull’oro, ha indicato il Ministro, che parteciperà al dibattito generale della più alta istanza dell'ONU (dal 23 al 30 ottobre prossimi).

Cuba ribadisce a Ginevra il rifiuto a misure coercitive 17.9 – A Ginevra, Cuba ha ribadito al Consiglio dei Diritti Umani (CDH) delle Nazioni Unite il suo rifiuto a misure coercitive unilaterali estranee alle leggi internazionali, riguardanti la presentazione di relazioni tematiche. Il delegato cubano Juan Antonio Quintanilla ha ricordato che il suo paese è stato oggetto di queste misure per oltre 50 anni, attraverso il blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti. Quintanilla ha sottolineato che "il blocco è definito come un atto di genocidio perché cerca di far arrendere per fame e per malattie un intero popolo, è una violazione massiccia, flagrante e sistematica dei diritti umani dei cubani e degli statunitensi. Ha aggiunto e rimarcato che l’assedio di Washington ha prettamente un carattere extraterritoriale, e d'altra parte, la nuova amministrazione statunitense non ha fatto significativi cambiamenti nella politica di blocco verso Cuba.

I cubani dibattono sull’allevamento di bufali nell’ambiente costiero 17.9 - La ricerca di alternative per lo sviluppo dei bufali nell'Ecosistema Sabana-Camagüey senza danneggiare la biodiversità centra i dibattiti del primo convegno sul tema che si svolge a Ciego de Ávila. All'incontro partecipano esperti delle province centrali che espongono le loro esperienze sull’allevamento dei bufali nell'area, nell’ottica di ottenere buoni risultati nella produzione di carne e di latte senza danneggiare l'ambiente. Andrés Ramírez, rappresentante del Ministero dell'Agricoltura nel Progetto Sabana-Camagüey, ha detto che è stato dimostrato che i bufali sono animali docili purché sia offerto loro un trattamento adeguato per il loro sviluppo. Ha segnalato l'importanza di preparare gli allevatori affinché acquisiscano cultura nell'allevamento di questa specie di bestiame, tanto necessaria per l'economia del paese.

Ricordato l’incontro tra Fidel Castro e Malcolm X 20.9 - Il Ministro degli Esteri di Cuba, Bruno Rodríguez, ha partecipato a una cerimonia per il 50° anniversario dell'incontro a New York tra il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, e il combattente nordamericano per i diritti civili, Malcolm X. Il Ministro cubano è arrivato a New York per partecipare da domani a vari vertici convocati dalle Nazioni Unite e ai dibattiti del 65° periodo di sessioni dell'Assemblea Generale. Il ricordo dell'incontro tra Fidel Castro e Malcolm X è stato celebrato ieri in un locale situato a pochi metri dell'edificio che nel 1960 occupava l’hotel Theresa, dove è avvenuto il colloquio tra le due personalità il 19 settembre 1960. Nel settembre 1960, Fidel Castro si era recato a New York per intervenire alla XV Assemblea Generale dell'ONU e aveva sofferto l'ostilità dell'amministrazione dell'allora presidente Dwight Eisenhower (1953-1961). A causa della mancanza di garanzie sulla sua sicurezza, la delegazione cubana si era trasferita nel quartiere nero di Harlem, alloggiando nell’hotel Theresa, scenario della riunione con Malcolm X.

A New York sentito addio a Lucius Walker 20.9 – Centinaia di persone provenienti da tutte le parti degli Stati Uniti si sono riunite in una chiesa battista di Harlem, New York, per dare l'ultimo addio al reverendo Lucius Walker. Una cronaca inviata questa domenica a Prensa Latina da Alicia Jrapko, coordinatrice del Comitato Internazionale per la Libertà dei Cinque antiterroristi cubani prigionieri in territorio statunitense, dice che Walker, morto il 7 settembre, è stato "l'affettuoso amico, maestro, profeta, rivoluzionario". Leader del gruppo interreligioso Pastori per la Pace, la sua figura sarà sempre associata alle migliori cause in difesa dell'uomo e, in particolare, alla lotta contro il blocco che per oltre cinquant’anni hanno imposto le amministrazioni nordamericane al popolo cubano.

Sollevata dal suo incarico il Ministro cubano dell'Industria di Base 20.9 - Il Consiglio di Stato della Repubblica di Cuba, su proposta del suo Presidente, Raúl Castro, ha deciso di sollevare Yadira García dall’incarico di Ministro dell'Industria di Base. La nota ufficiale informa che la decisione è stata prima analizzata dall'Ufficio Politico e dal Comitato Esecutivo del Consiglio dei Ministri. Secondo il testo, la misura è stata presa a causa delle deficienze nella direzione dell'organismo, riflesse in maniera particolare nel debole controllo sulle risorse destinate al processo di investimenti e di produzione dell'Industria di Base. Fino a quando non sarà designato il nuovo Ministro, Tomás Benítez nel suo incarico di Primo Viceministro, resta alla testa di questo Ministero.

Cuba inaugurerà una fabbrica di produzione di anticorpi monoclonali 20.9 - Il Centro di Immunologia Molecolare metterà in moto una fabbrica di produzione di anticorpi monoclonali terapeutici per il trattamento del cancro, a partire dalla coltivazione di cellule di mammiferi. La moderna installazione, progettata interamente da specialisti cubani e dotata della più alta tecnologia si trova in fase di sistemazione, dopo il termine con successo del processo costruttivo, per cui inizierà i suoi lavori tra poco tempo. Uno dei principali obiettivi di questo gioiello tecnologico consiste nel soddisfare la crescente domanda nazionale e le sempre più numerose richieste di esportazione dell'anticorpo monoclonale Nimotuzumab, destinato al trattamento di tumori avanzati di cervello, testa ed esofago, ha sottolineato David Curbelo Rodríguez, direttore dell’impianto.

Cardiocentro cubano con dati di livello mondiale 20.9 - Il cardiocentro della centrale città cubana di Santa Clara mostra dati di sopravvivenza di persone operate chirurgicamente che si possono paragonare a quelli più elevati dei paesi sviluppati, hanno pubblicato i mezzi di stampa. Nella più recente decennio sono stati rivascolarizzati 961 pazienti, e di questi il 73.9 % è in vita, risultato che è tra i migliori a livello internazionale, ha indicato il quotidiano Juventud Rebelde. A Santa Clara, a circa 270 chilometri a est di La Habana, si è anche appreso che dal 1970 a oggi a Cuba sono stati beneficiati con trapianti renali circa 4.300 pazienti. Nella Riunione Nazionale di Trapianti il capo dell'Ufficio Nazionale di Trapianti, Alexander Mármol, ha reso noto che sopravvive il 90 % di coloro che hanno ricevuto il rene da persone vive e il 70 % da persone morte.

Blocco contro Cuba: tentacoli degli Stati Uniti per il mondo 21.9 - Lo statunitense Ufficio di Controllo dei Fondi Stranieri (OFAC) ha multato per 2.2 milioni di dollari la filiale in Svezia della Compagnia Chimica Innospec Inc. per aver venduto a Cuba un additivo per benzina. Accaduto nel 2010, questo fatto fa parte della lista degli episodi del blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti contro Cuba la cui applicazione extraterritoriale costituisce oggi una significativa caratteristica. L’assedio, prossimo a compiere mezzo secolo di esistenza nonostante il rifiuto dalla maggioranza dei paesi del mondo, ha causato a Cuba perdite materiali per 751.363 milioni di dollari. Secondo la più recente relazione di Cuba all'Assemblea Generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite sulla necessità di porre fine al blocco, il calcolo tiene conto delle oltre 30 volte che il dollaro statunitense è stato svalutato rispetto all'oro dal 1961 al 2009.

Alicia Alonso chiede a Obama di venire a Cuba e di portare i Cinque 22.9 - La prima ballerina assoluta Alicia Alonso ha invitato il Presidente nordamericano Barack Obama ad assistere con la sua famiglia al prossimo festival internazionale di balletto di La Habana e gli ha chiesto di portare con sé i cinque antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti da oltre 12 anni. Voglio chiederle un favore, ha detto in un inglese perfetto: ci faccia felici tutti. Porti i Cinque. La Alonso ha fatto il suo invito durante una cerimonia in cui gli intellettuali di Cuba hanno ringraziato i loro colleghi nordamericani per la solidarietà e l’adesione per l’invio di una lettera a Obama in cui chiedevano di rivedere il caso dei Cinque, e di concedere loro immediatamente la libertà. La direttrice del Balletto Nazionale di Cuba ha elogiato il coraggio di questo gruppo di personalità, tra queste Susan Sarandon, Ry Cooder, Danny Glover, Elliott Gould, Peter Seeger, Esai Morales, Bonnie Raitt, Martín Sheen e Betty e Stanley K Sheinbaum, rivolgendosi al Presidente degli Stati Uniti con questa richiesta. Sono molto felice per questa lettera, ha sottolineato, loro hanno parlato per noi.

I bacini artificiali cubani continuano ad avere bassi livelli di acqua 22.9 - La maggior parte dei bacini cubani continua ad avere il livello di acqua sotto le proprie capacità benché le piogge di luglio e agosto scorsi hanno favorito la raccolta d’acqua, hanno spiegato gli esperti del settore. Secondo dati dell'Istituto Nazionale di Risorse Idrauliche, alla chiusura dell'ottavo mese dell'anno erano raccolti oltre 4.264 milioni di metri cubi di acqua, inferiore alla quantità dello stesso periodo del 2009. In dichiarazioni all'Agenzia di Informazione Nazionale, l'ingegner Margarita Fontova ha detto che i 76 bacini artificiali per la fornitura di acqua alla popolazione sono al 58 % della loro capacità. Dopo le recenti precipitazioni, le province che hanno migliorato la loro situazione sono Pinar del Río, nell'occidente di Cuba, Villa Clara e Sancti Spíritus, nel centro, e Camagüey e Granma, in oriente.

L’industria leggera cubana ha avuto perdite a causa dell’assedio degli Stati Uniti 23.9 - L'industria leggera di Cuba ha perso 12.891.000 dollari da maggio 2009 ad aprile di quest’anno a causa del blocco economico, commerciale e finanziario che gli Stati Uniti mantengono oggi contro Cuba. Tra le principali cause dei danni vi sono l'importazione di prodotti da mercati più lontani e il rincaro dei noli e delle assicurazioni, oltre al costo aggiuntivo per l’immobilizzazione delle risorse. Secondo la più recente relazione di Cuba all'Assemblea Generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) sulla necessità di mettere fine all’assedio, i danni in questo settore incidono in modo negativo sul miglioramento delle necessità di base della popolazione. La Unión Suchel, riporta come esempio il documento, si è vista nell’impossibilità di comprare sul mercato statunitense le materie prime per la produzione di saponi, detergenti e creme. Questo fatto ha voluto dire spese aggiuntive per Cuba stimate in 6.716.600 dollari, importo che avrebbe permesso la produzione di 58.7 milioni saponi. L’assedio, secondo dati ufficiali, ha causato perdite materiali per 751.363 milioni di dollari a Cuba, calcolato sulla base delle oltre 30 volte che il dollaro è stato svalutato nei confronti dell'oro dal 1961 al 2009.

Ban Ki-Moon sottolinea i risultati di Cuba negli Obiettivi del Millennio 23.9 - Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, ha definito impressionanti i risultati di Cuba nel compimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (ODM). Questo riconoscimento è stato espresso in un incontro che il segretario dell'ONU ha avuto alle Nazioni Unite con il Ministro cubano di Relazioni Estere, Bruno Rodríguez, che ha partecipato al Vertice sugli ODM che si è concluso questo mercoledì. Su queste mete stabilite nell'anno 2000 per essere raggiunte nel 2015, le due parti si sono trovate d’accordo sulla necessità di rafforzare la volontà politica per poterla concretizzare, secondo una nota ufficiale diffusa dall'ONU. Nell'incontro, Ban Ki-Moon ha accolto gli impressionanti progressi di Cuba rispetto agli ODM e ha espresso la sua stima per l'assistenza che Cuba offre ad Haiti, paese distrutto da un terremoto nel gennaio scorso. Inoltre hanno parlato del Cambiamento Climatico e di temi di carattere umanitario, secondo il comunicato. Il Ministro degli Esteri cubano è intervenuto martedì al Vertice sugli ODM, dove ha chiesto un nuovo ordine economico e politico internazionale, basato sui principi di solidarietà, giustizia sociale, equità e rispetto ai diritti dei popoli e di ogni essere umano.

Prosegue l’elaborazione di piani terroristici contro Cuba 24.9 - Terroristi residenti in territorio statunitense, tra questi Luis Posada Carriles, continuano a elaborare piani di azioni violente e paramilitari contro Cuba. Posada Carriles, autore intellettuale dell'esplosione di un aereo di Cubana de Aviación nel 1976, ha proposto di riprendere le attività criminali contro Cuba durante il Congresso Annuale dell'organizzazione terroristica Alpha 66, il 27 e 28 febbraio 2010. Nell'incontro i capi del gruppo hanno segnalato che devono dimostrare di trasformarsi in un partito politico, civile e pacifico, ha pubblicato oggi un articolo del quotidiano Granma. Hanno confermato il terrorismo come loro principale linea di azione e strumento per distruggere la Rivoluzione e hanno proposto di riscuotere fondi per acquisire nuove imbarcazioni e lance con mitragliatrici per sbarcare a Cuba o attaccare le sue coste.

La CIA ha autorizzato ciascuna delle azioni terroristiche contro Cuba 24.9 - Il terrorista Luis Posada Carriles, senza pudore alcuno, si è vantato del fatto che ognuna delle sue azioni violente contro Cuba era autorizzata espressamente dall'Agenzia Centrale di Intelligence (CIA) degli Stati Uniti. L'affermazione è riportata nelle dichiarazioni fatte, dopo il suo arresto e la successiva deportazione a Cuba, dal salvadoregno Francisco Chávez Abarca, che era stato nell’Isola per collocare ordigni esplosivi in centri turistici cubani. Chávez Abarca ha ricordato l'interruzione di una riunione alla quale partecipava Posada da una chiamata telefonica di un ufficiale dell'Agenzia che lo serviva, come egli stesso ha comunicato agli altri presenti, oltre ad assicurare le agevolazioni date da questo legame per eludere indagini dell’FBI o degli organismi di intelligence di El Salvador. In un articolo del quotidiano Granma, in cui erano riportate dichiarazioni di Chávez Abarca sulle relazioni personali di Posada a El Salvador, questi ha affermato che erano magnifiche con quasi tutti i Presidenti della destra che hanno preceduto l'attuale Governo.

Il settore cubano della costruzione seriamente danneggiato dal blocco 24.9 - Il settore della costruzione di Cuba è stato uno dei bersagli preferiti dal blocco finanziario, economico e commerciale che, da oltre 50 anni, gli Stati Uniti mantengono contro Cuba. E’ sufficiente analizzare alcuni esempi del modo in cui si impedisce il diritto di Cuba a eseguire i suoi piani costruttivi di diverso tipo, con un blocco che ha causato perdite al paese di 47.2 milioni di dollari solo tra aprile 2008 e marzo 2009. Oltre 600.000 abitazioni sono state danneggiate dagli uragani che hanno colpito recentemente Cuba e tra queste 90.958 sono state completamente distrutti. Così vediamo che l'importazione di materiali, prodotti, attrezzi e apparecchiature di costruzione è compresa nella lista delle proibizioni, non solo per quanto riguarda gli acquisti negli Stati Uniti, ma gli articoli vengono bloccati poiché si tentano transazioni commerciali con altre nazioni.

Il turismo cubano ha perdite di milioni di dollari per l’ostilità degli Stati Uniti 27.9 - Il turismo, una delle locomotive dell'economia cubana, ha patito perdite di milioni di dollari nel 2009 a causa della persistente ostilità che per più di mezzo secolo gli Stati Uniti mantengono, ha informato il Ministero degli Esteri cubano. L'impossibilità che hanno i nordamericani di recarsi a Cuba, uno dei poli turistici internazionali più vicini al loro territorio, ha causato per il settore la mancanza di entrate pari a quasi la metà di quelle avute negli ultimi cinque anni. Gli effetti del blocco sono stimati a 1.109 milioni di dollari, secondo la Relazione di Cuba alla risoluzione 64/6 dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite che l'anno scorso ha approvato - per la 18° volta - una condanna alla politico anticubana della Casa Bianca. Altri intermediari fornitori di questi servizi si astengono dal porsi in relazione con gli enti turistici cubani per paura di essere multati e di vedere minacciate le loro vendite negli Stati Uniti, ha aggiunto il testo che sarà consegnato all'Organizzazione delle Nazioni Unite. Secondo la relazione, Cuba ha perso circa 751.363 milioni di dollari, calcolati a partire dalle 31 svalutazioni della moneta rispetto all'oro, per la politica contraria applicata da 11 amministrazioni nordamericane.

Aumentati a Cuba i prezzi di benzina e gasolio 27.9 - Cuba ha aumentato i prezzi della benzina e del gasolio a partire da oggi per l'aumento dei prezzi medi sul mercato internazionale, ha annunciato oggi una nota del Ministero delle Finanze e dei Prezzi. Il comunicato rende conto che come media i valori dei combustibili sul mercato mondiale e le previsioni superano di oltre il 25 % quelli del 2009, aspetto che – ha detto - incide sull'economia nazionale. Di fronte alla sensibile instabilità dei prezzi internazionali "in futuro la rete dei servizi informerà i clienti sui nuovi cambiamenti che sarà necessario effettuare", ha aggiunto il testo diffuso dai mezzi stampa. La benzina ad alto numero di ottani sarà venderà a 1.60 pesos cubani convertibili al litro (un CUC è uguale a 0.81 dollari), quella speciale a 1.30, la normale a 1.15 e quella base a 0.95 centesimi. Il gasolio normale è venduto a 1.10 e quello speciale a 1.15, ha comunicato il Ministero chiarendo che i prezzi saranno uguali per ogni tipo in tutta la rete di distribuzione del paese.

Abbiamo mantenuto e continueremo a mantenere le promesse, ha detto Fidel Castro 28.9 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha detto oggi che sono state mantenute e il popolo continuerà a mantenere le promesse dalla notte del 28 settembre 1960 in cui furono creati i Comitati di Difesa della Rivoluzione. Parlando davanti a oltre 20.000 persone riunite di fronte all'antico Palazzo Presidenziale, nello stesso posto dove 50 anni fa nacque la maggiore organizzazione di massa del paese, ha ricordato il suo discorso di quel giorno e le idee fondamentali espresse in modo valido durante il successivo sviluppo del processo cubano. Fidel Castro ha spiegato che Cuba è stata capace da mezzo secolo di seguire il principio martiano di "Patria è Umanità" e ha reso omaggio a tutti i caduti in difesa della Rivoluzione e delle sue giuste idee. Ha detto che il 28 settembre 1960 sono stati creati i Comitati come un sistema di vigilanza popolare in risposta alle aggressioni violente che già si manifestavano con la realizzazione di atti terroristici, alcuni di quelli messi in atto mentre era in corso la cerimonia.

Fidel Castro sottolinea il privilegio di partecipare a una manifestazione di massa 28.9 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha sottolineato oggi il privilegio di riunirsi in una manifestazione di massa 50 anni dopo la fondazione dei Comitati di Difesa della Rivoluzione (CDR), la maggiore organizzazione del paese. È un privilegio riunirmi con voi 50 anni dopo, ha detto Fidel, che è anche Primo Segretario del Partito Comunista di Cuba, di fronte a oltre 20.000 persone riunite nelle vicinanze dell'antico Palazzo Presidenziale, l’attuale Museo della Rivoluzione. La maggior parte di voi non era ancora nata, gli altri non avevano più di 30 anni e molto pochi avevano la mia età attuale, ha detto Fidel Castro dopo aver riconosciuto di provare invidia per la gioventù riunita nella manifestazione, trasmessa dal vivo per radio e televisione. Ha ricordato particolari 28 settembre 1960, quando sono stati creati i CDR, formati attualmente da 8.8 milioni di persone maggiori di 14 anni, e sui 10 giorni che ha passato a New York per partecipare all'Assemblea Generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU).

Cuba ha ragioni per difendersi 28.9 - Le prove e le testimonianze presenti nella prima parte del documentario "La rotta del terrore", dimostrano che Cuba ha ragioni per difendersi. Tali ragioni, ha affermato il tenente colonnello Roberto Hernández, del Dipartimento della Sicurezza dello Stato del Ministero dell'Interno, saranno presenti finché continuerà a esistere la doppia morale nella lotta contro il terrorismo. Negli oltre 35 minuti di materiale audiovisivo sono ricordati fatti che sono memoria recente per il popolo cubano, come la escalation di attentati terroristici negli anni ’90 diretti dal terrorista internazionale Francisco Chávez Abarca, che a sua volta ha messo in pratica ordini del criminale Luis Posada Carriles. Il tenente colonnello Hernández sottolinea la missione compiuta dai cinque cubani che si sono infiltrati nelle organizzazioni terroristiche che radicano in Florida per mettere in guardia sulla pianificazione di atti violenti. Tuttavia, nel processo al quale sono stati sottoposti nella città di Miami è stato evidenziato che i cinque - Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Antonio Guerrero, Fernando González e René González – sono stati puniti perché coloro che li hanno processati sono complici di Luis Posada Carriles, segnala l'audiovisivo.

Posada Carriles continua a organizzare azioni contro Cuba 28.9 - Il terrorista internazionale Luis Posada Carriles continua a organizzare azioni criminali contro Cuba, ha confermato il programma speciale "La rotta del terrore". Nell'audiovisivo si spiega che Luis Faustino Clemente Posada è entrato nella CIA nel 1961, e da allora ha cominciato a pianificare azioni contro Cuba e contro il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro. È anche responsabile dell'esplosione nel 1976 di un aereo civile cubano proveniente dal Venezuela, nel quale sono morte le 73 persone che viaggiavano a bordo. Attualmente latitante della giustizia venezuelana, nel 2000 è stato arrestato a Panama mentre programmava l’uccisione di Fidel Castro e successivamente è stato amnistiato, insieme ad altri tre suoi complici, dall’allora presidentessa di Panama, Mireya Moscoso. Posada Carriles cammina libero per le strade di Miami, e in recenti dichiarazioni ha proposto di riprendere le azioni criminali contro Cuba.

Un terrorista confessa di essere stato pagato per far esplodere bombe a Cuba 28.9 - Il terrorista internazionale Francisco Chávez Abarca racconta nella prima parte del documentario "La rotta del terrore" trasmesso ieri, di venire pagato per ogni bomba che scoppiava a Cuba. Chávez Abarca, detenuto dal 10 luglio a Cuba, ha affermato nell'audiovisivo presentato dalla Televisione Cubana che è stato Luis Posada Carriles a reclutarlo e a insegnargli a fabbricare ordigni, gli stessi che sarebbero stati utilizzati negli attentati contro impianti turistici cubani nel 1997. Con sequenze di immagini reali e di altre che mostrano la ricostruzione dei fatti, il capitolo si addentra nei legami di Chávez Abarca con Posada Carriles. Inoltre, mostra i collegamenti con il mercenario salvadoregno Raúl Ernesto Cruz León che ha collocato vari degli ordigni che sono esplosi nella catena di attentati del ’97, uno dei quali ha provocato la morte del giovane turista italiano Fabio Di Celmo. Per descrivere la figura sinistra di Posada Carriles, Abarca ha affermato che questo gli ha ordinato di ammazzare la famiglia di Cruz León, appena ha saputo delle sue dichiarazioni pubbliche dopo essere stato arrestato a La Habana.

Chávez Abarca ha eseguito ordini di Posada Carriles 28.9 - Il documentario "La rotta del terrore", proiettato lunedì a La Habana, evidenzia come Francisco Chávez Abarca abbia eseguito ordini di Luis Posada Carriles durante l'onda di attentati in impianti turistici di Cuba. Chávez Abarca ha fornito particolari sulla collocazione di un ordigno esplosivo nella discoteca Aché, dell’hotel Meliá Cohíba, il 12 aprile 1997, la prima azione di una serie di attentati terroristici della rete montata da Posada Carriles in America Centrale e finanziata dalla FNCA. Il materiale audiovisivo parla di altri ordigni messi nel giardino dell’Hotel Commodoro e al 15° piano del Cohíba – quest’ultimo disattivato dalle forze specializzate del Ministero dell'Interno - che non riuscirono a esplodere. In quell'anno pure il terrorista Raúl Ernesto Cruz León ha collocato due ordigni esplosivi nella reception degli hotel Capri e Nacional che hanno provocato quattro feriti, e per queste azioni gli sono stati pagati quattromila dollari, come ha riferito Chávez Abarca. Nel documentario c’è anche la testimonianza del terrorista Otto René Rodríguez Llerena, che ha provocato un'esplosione il 4 agosto dello stesso anno all’Hotel Meliá Cohíba. Frammenti del discorso "La condotta differente", pronunciata il 20 maggio 2005 dal leader della Rivoluzione cubana Fidel Castro, collegano le varie parti della storia presentata. Nel documentario vi sono anche dichiarazioni di Cruz León sulla collocazione di bombe alla Bodeguita del Medio e negli hotel Chateau-Miramar, Tritón e Copacabana, in cui è morto il turista italiano Fabio Di Celmo.

Cuba ribadisce la denuncia del blocco degli Stati Uniti 28.9 - Cuba ha riaffermato alle Nazioni Unite la sua disposizione a convivere in un clima di pace, di rispetto e di uguaglianza sovrana con gli Stati Uniti e ha ribadito la sua richiesta affinché cessi il blocco statunitense contro l'Isola. Questa posizione è stata comunicata in modo espresso a Washington, attraverso canali ufficiali e a nome del presidente Raúl Castro, ha sottolineato il Ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez, intervenendo questo lunedì all'Assemblea Generale. Il Ministro ha ricordato che fa un anno e davanti alla stessa riunione dell'ONU ha reso pubblica l'agenda di dialogo e le iniziative di cooperazione bilaterale presentate al Governo del Presidente Barack Obama il 14 luglio 2009, alle quali non è stata data ancora risposta. Il Governo nordamericano non ha mostrato disposizione ad affrontare le questioni essenziali dell'agenda bilaterale, per cui le conversazioni ufficiali sostenute, senza un maggior progresso, sono state limitate a temi specifici, ha precisato. Rodríguez ha detto che l'Amministrazione statunitense non sembra disposta neppure a rettificare gli aspetti più irrazionali e universalmente respinti della sua politica contro Cuba.

Svelate le prove delle ragioni difese da Cuba 29.9 - Il programma speciale "La rotta del terrore" ha indicato nella sua seconda parte che quest’anno vi è stata la maggior campagna mediatica mai avvenuta contro Cuba. Questa operazione è stata promossa dalla cosiddetta grande stampa occidentale e dai suoi mezzi, controllati dagli Stati Uniti, una modo di accompagnare il programma di azioni terroristiche contro Cuba e una prova irrefutabile delle ragioni che Cuba difende, sottolinea il materiale del film. Nel febbraio di quest’anno l'organizzazione Alpha-66 ha tenuto il suo congresso annuale, nel quale ha approvato la continuazione della lotta violenta, come forma di combattere il Governo cubano. Tra gli invitati vi erano noti personaggi di questo mondo del terrore, Luis Posada Carriles, Osvaldo Mitat, Orlando Gutiérrez e Silvia Iriondo, ha segnalato la seconda parte del documentario trasmesso ieri sera dalla Televisione Cubana. Tra le dichiarazioni di Francisco Chávez Abarca, terrorista di origine salvadoregna arrestato a Cuba, costui ha precisato che Luis Posada Carriles lo avvertì che la collocazione di bombe non si poteva fermare. Inoltre, ha confessato i piani di attentati concepiti da Posada Carriles per un'eventuale visita del leader della Rivoluzione cubana Fidel Castro in Guatemala, come pure i preparativi dell’attentato nel novembre del 2000 a Panama.

I terroristi continuano a essere attivi 29.9 - Le dichiarazioni del terrorista Francisco Chávez Abarca hanno confermato la pericolosità di due dei più noti criminali dell'emisfero occidentale, Luis Posada Carriles e Orlando Bosch Ávila. Ieri sera durante la trasmissione alla Televisione Cubana dell'ultima parte del programma speciale "La rotta del terrore" sono stati dati maggiori ragguagli contro Posada Carriles e Orlando Bosch. Chávez Abarca ha detto che in una riunione all’hotel Radisson, a El Salvador, ha sentito come Posada Carriles si vantava dell'attentato all'aereo civile cubano sulle coste di Barbados, nel 1976, che è costato la vita a 73 persone. Posada Carriles iniziò a dirmi che era un aereo partito dal Venezuela e che l'aveva abbattuto, e che per questo motivo era stato sette anni in prigione, "ma che poi era riuscito fuggire dal carcere", racconta Chávez Abarca. Inoltre, sono state presentate immagini di un'intervista a Bosch Ávila a una televisione di Miami nella quale non solo riconosce di essere uno degli autori, insieme a Posada Carriles, dell'esplosione dell'aereo cubano, ma conferma il suo atto criminale. Attualmente, afferma "La rotta del terrore", Bosch Ávila continua, come il suo socio Posada Carriles, i suoi piani di aggressioni violente contro Cuba.

L’arresto di Chávez Abarca conferma la rotta del terrore 29.9 - L'arresto da parte delle autorità venezuelane del terrorista internazionale Francisco Antonio Chávez Abarca conferma l'esistenza di una reale rotta del terrore, coordinata e finanziata dalla cupola del potere degli Stati Uniti. La seconda e ultima parte del programma speciale trasmesso dalla Televisione Cubana ha offerto prove su come Washington e i suoi diversi meccanismi continuano a proiettarsi attualmente con la stessa forza verso i paesi latinoamericani che mostrano politiche lontane dagli interessi imperiali. Chávez Abarca ha confermato nelle sue dichiarazioni che il proposito di destabilizzare il Venezuela, "non permettendo che il signor Presidente Chávez, del Venezuela, arrivasse di nuovo alla presidenza, o si mantenesse alla presidenza" era tra le priorità che lo hanno orientato. Spiegando il perché, ha detto che "in particolar modo perché il Venezuela ha una fratellanza con Cuba, cosa che ai cubano-americani di Miami non conviene".

Il terrorista conferma la continuità dei piani criminali 29.9 – L’arresto del terrorista Francisco Antonio Chávez Abarca e le sue dichiarazioni dimostrano il legame tra le sue azioni criminali del passato, agli ordini di Luis Posada Carriles, e i piani sovversivi del presente. Così ha rivelato la seconda parte finale del documentario "La rotta del terrore", della trasmissione "Le ragioni di Cuba", presentato ieri sera dalla Televisione Cubana. Un'altra volta Chávez Abarca rafforza le connessioni tra i terroristi più noti dell'emisfero e organizzazioni come la Fondazione Nazionale Cubano Americana (FNCA) nella promozione di progetti criminali che ora hanno sotto tiro il processo di cambiamento che si vive in terra venezuelana. Abarca, cittadino di origine salvadoregna, è stato arrestato il 1° luglio scorso mentre cercava di entrare in Venezuela attraverso l'aeroporto di Maiquetía. Chávez Abarca è sotto processo istruttorio a Cuba, dove dovrà rispondere alla giustizia per la sua partecipazione all'ondata di attentati terroristici contro impianti turistici cubani nel 1997, su ordine di Posada Carriles.

Cuba avverte che Obama continua la politica di blocco 30.9 - Cuba ha ribadito che gli Stati Uniti non hanno nessuna intenzione di produrre un cambiamento nella loro politica di blocco verso l'Isola né di rispettare le risoluzioni dell'Assemblea Generale dell'ONU al riguardo. La missione permanente di Cuba presso l'ONU ha emesso questo mercoledì una nota di stampa dal titolo "Il Governo del Presidente Obama: continuità nella politica di blocco contro Cuba". Il testo sostiene che è diventato evidente che l'attuale Governo degli Stati Uniti non ha alcuna intenzione di produrre un cambiamento nella sua politica di blocco verso Cuba. La missione cubana enumera "alcune misure di flessibilizzazione del blocco contro Cuba che avrebbe potuto prendere il Presidente Obama senza necessità di un'autorizzazione congressuale". Tra queste, cita l'emissione di un'ampia gamma di decisioni esecutive, licenze o dispense per autorizzare numerose misure e la possibilità di flessibilizzare o di eliminare la proibizione dell'uso del dollaro nelle transazioni internazionali di Cuba.

Pertierra: gli Stati Uniti possono processare Posada Carriles come assassino 30.9 - L'avvocato José Pertierra ha affermato che Washington possiede prove sufficienti per processare Luis Posada Carriles come assassino, dopo che sono state rese note le dichiarazioni del terrorista Francisco Chávez Abarca in un documentario della televisione cubana. Chávez Abarca ha fatto le dichiarazioni nel programma speciale "La rotta del terrore", sugli atti terroristici perpetrati contro Cuba e Venezuela. Avendo Chávez Abarca dichiarato che Posada Carriles gli ha confessato di avere abbattuto un aereo cubano nel 1976 e di averlo reclutato per mettere bombe a Cuba, Washington ha ora un sicuro impegno con la giustizia per processarlo, non come bugiardo, bensì come assassino, ha detto. Le prove sono nelle dichiarazioni di questo individuo, ha sottolineato, che indicano Posada Carriles come l'autore intellettuale di questi crimini. L'avvocato, che rappresenta il Governo del Venezuela nella richiesta di estradizione del terrorista in quel paese, ha indicato che sta valutando la preparazione di un emendamento ai documenti di estradizione aggiungendo le dichiarazioni di Chávez Abarca in relazione alla partecipazione di Posada Carriles nell’abbattimento dell'aereo cubano. Questo terrorista recluta Chávez Abarca per cercare di assassinare il Presidente del Venezuela, Hugo Chávez, per affondare navi petroliere venezuelane con rotta La Habana e per assassinare politici nel paese sud-americano, ha sottolineato Pertierra in dichiarazioni al Notiziario della Televisione Cubana.

Ricordato l’assassinio di un diplomatico cubano a New York 30.9 - La Missione Permanente di Cuba presso le Nazioni Unite ha ricordato oggi a New York l'assassinio nel 1980 del diplomatico cubano accreditato presso l'ONU Félix García per mano del terrorista Pedro Crispín Remón. Il fatto è avvenuto l’11 settembre di quell'anno nel quartiere di Queens e il suo autore ha partecipato nel 2000, insieme ai terroristi Luis Posada Carriles, Gaspar Jiménez Escobedo e Guillermo Novo Sampol, a un piano per assassinare il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, a Panama. Una nota di stampa della rappresentanza diplomatica cubana ricorda che il prossimo 6 ottobre si compiranno 34 anni dal sabotaggio in pieno volo di un aereo civile di Cuba di fronte alle coste di Barbados. Di quell'attentato contro l'aereo di Cubana de Aviación che è costato la vita di 73 persone è responsabile Posada Carriles, chi è un latitante della giustizia e attualmente passeggia libero per le strade degli Stati Uniti insieme ai suoi seguaci, aggiunge la nota.

In piena attività la stagione ciclonica 2010 30.9 - Tra lo scorso 20 agosto al 29 settembre la regione dell'Atlantico del Nord, Mar dei Caraibi e Golfo del Messico è stata colpita da 10 tempeste tropicali, 6 delle quali hanno raggiunto la categoria di uragano. In solo cinque settimane si è sviluppata la stessa quantità di cicloni che quella di una stagione media, ha indicato il dottor José Rubiera, direttore del Centro di Previsioni dell'Istituto di Meteorologia di Cuba. In questi momenti per i mari a nord di Cuba avanza la depressione tropicale numero 16, sistema che colpisce gran parte del paese con forti piogge da due giorni, ha aggiunto l'esperto in un'informazione diffusa dal sito digitale Cubadebate. Alcuni giorni fa, Rubiera ha riconosciuto che l'attuale stagione nella zona, iniziata lo scorso 1° giugno, ha una serie di caratteristiche per cui passerà alla storia dei record. Ha citato in primo luogo l'uragano Julia, catalogato come il primo a raggiungere la categoria quattro così a est, vicino all'Africa. Inoltre, il 2010 è la seconda stagione nelle statistiche in cui sono stati registrati due uragani (Julia e Igor) di categoria quattro, simultanei nell'Atlantico.