Settembre 2009

Il Ministro degli Esteri cubano evidenzia la percorribilità del socialismo nonostante il blocco
1.9 - Il Ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Bruno Rodríguez Parrilla, ha messo in risalto oggi a Pechino la percorribilità del socialismo a Cuba nonostante la politica aggressiva degli Stati Uniti, che – ha detto - si mantiene intatta. Né la politica di blocco, né la crisi economica globale, né gli effetti del cambiamento climatico (uragani) hanno potuto cancellare la percorribilità del socialismo cubano, ha affermato. Il Ministro degli Esteri ha toccato il tema in una conferenza all'Accademia di Scienze Sociali della Cina dal titolo "Cuba: un socialismo autoctono e vitale", che ha concluso il programma ufficiale della prima giornata della sua visita in questo paese. Giovedì prossimo, al termine della sua permanenza a Pechino, Rodríguez Parrilla si recherà nella Repubblica Popolare Democratica della Corea, dove effettuerà una visita ufficiale fino a sabato.

Denunciato il rifiuto del visto alla moglie di un antiterrorista cubano
1.9 – Il rifiuto del visto ad Adriana Pérez, moglie di uno dei Cinque antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti, per recarsi in questo paese, continua la violazione delle sue leggi da parte del Governo nordamericano. Il gabinetto del Presidente Barack Obama continua il modo di agire del suo predecessore George W. Bush con la mancata concessione del permesso alla moglie di Gerardo Hernández, che è condannato a due ergastoli più 15 anni di privazione della libertà. Secondo il sito digitale Cubadebate, in una lettera inviata al segretario generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, l'Ambasciatore cubano presso questa istituzione, Abelardo Moreno, chiede all'amministrazione statunitense un visto umanitario per la donna.

Evidenziata la collaborazione medica cubana in Bolivia
1.9 - Il Movimento boliviano di Solidarietà con Cuba ha sottolineato a Santa Cruz l’impronta della collaborazione medica cubana che ha effettuato fino a oggi oltre 29 milioni di visite gratuite. Un comunicato di questo gruppo, a cui ha avuto accesso Prensa Latina, indica che i gruppi di solidarietà con Cuba ribadiscono che i professionisti cubani della salute sono un esempio di consacrazione al nobile compito di salvare vite. In tal senso, mettono in risalto che dall’inizio della cosiddetta Operazione Miracolo 440.190 persone - boliviane ma anche peruviane, brasiliane, paraguayane e argentine, di norma di scarse risorse - hanno recuperato la vista nei centri oftalmici che si trovano vicino alla frontiera.

Scoperta a Cuba una nuova specie di orchidea
1.9 – Ricercatori cubani hanno scoperto una nuova specie di orchidea, l'Encyclia xcamagüeyensis, nella zona centro-est dell'orientale provincia di Camagüey, ha pubblicato oggi il quotidiano Juventud Rebelde. Il ritrovamento, realizzato da gruppo di esperti dell'Università di Scienze Pedagogiche José Martí del territorio, è avvenuto in terreni di serpentina, porosi, con piante spinose che si adattano facilmente ai periodi secchi. Tra i valori eccezionali di questo bel fiore si distingue quello di essere il primo ibrido naturale della flora delle orchidee registarato a Cuba in tutta la sua storia botanica, evidenzia il suddetto quotidiano.

Miguel D Escoto: è un’ingiustizia mantenere in carcere gli antiterroristi cubani
2.9 – A La Habana, il Presidente dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Miguel D Escoto, ha definito una grande ingiustizia la permanenza in prigione dei cinque antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti. D Escoto, che realizza una visita a Cuba, si incontrato con un gruppo di familiari dei Cinque, come sono noti popolarmente e ha annunciato che toccherà questo tema nella sua relazione finale al massimo organismo dell'ONU, il prossimo 14 settembre, alla conclusione dell'attuale periodo di sessioni. Antonio Guerrero, Ramón Labañino, Fernando González, René González e Gerardo Hernández sono da quasi 11 anni nelle prigioni nordamericane, puniti per aver raccolto informazioni per evitare nuovi tentativi terroristici contro il suo paese dal territorio statunitense.

Cuba designa un nuovo Ambasciatore presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite
2.9 - Il Consiglio di Stato di Cuba ha designato Pedro Núñez Mosquera suo ambasciatore presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite, ha informato oggi una nota ufficiale pubblicata dal quotidiano Granma. La breve informazione segnala che al momento della nomina il diplomatico aveva il ruolo di Ambasciatore di Cuba in Brasile. Núñez fa parte di un gruppo di quasi 40 cubani designati recentemente nuovi Ambasciatori in paesi di America Latina, Asia, Africa, Europa ed enti internazionali.

Cuba respinge l’ampliamento selettivo del Consiglio Sicurezza
3.9 - Cuba ha respinto un ampliamento parziale o selettivo dei membri del Consiglio di Sicurezza dell'ONU e ha chiesto una maggior rappresentanza di paesi di Africa, Asia e America Latina. Questa posizione è stata esposta all’ONU dal rappresentante alterno cubano presso le Nazioni Unite, Rodolfo Benítez, durante una sessione di consultazioni informali sulla composizione dell'organismo. Per Cuba, l'obiettivo fondamentale dell'ampliamento del Consiglio deve essere quello di rettificare l'insufficiente rappresentanza degli Stati africani, asiatici e latinoamericani.

Cuba prosegue il recupero delle abitazioni, a un anno dall’uragano Gustav
3.9 – A un anno dal devastante passaggio dell'uragano Gustav, gli abitanti della provincia occidentale di Pinar del Río hanno intensificato i lavori di riparazione delle abitazioni, danneggiate dal fenomeno meteorologico. L'uragano ha attraversato questa zona del paese il 30 settembre 2008 con raffiche di vento di 340 chilometri all’ora, considerate il record mondiale. Nove giorni dopo, le intense piogge che hanno accompagnato l’uragano Ike hanno aggravato i danni causate dal suo predecessore. Solo in questa provincia, circa 97.000 case hanno avuto danni per i colpi dei due fenomeni atmosferici, il 40 % di esse già risistemate, ha confermato a Prensa Latina il Direttore Provinciale dell'Abitazione, Pablo Véliz.

Cresce l’attenzione cubana al clima nel mese più ciclonico
3.9 – I meteorologi e gli abitanti di Cuba continuano oggi a stare attenti allo stato del tempo poiché settembre è il mese di maggiore attività ciclonica nell'area dell'Atlantico del Nord, del Golfo del Messico e del Mar dei Caraibi. Secondo dati pubblicati dal quotidiano Granma, durante questi 30 giorni dell'anno come media si forma il 35 % delle tempeste tropicali e degli uragani di una stagione. Il periodo con maggior probabilità di formazione di questi fenomeni è attorno al giorno 10 del mese e la zona dove nascono con maggiore frequenza è nelle acque dell'Atlantico, tra le coste dell'Africa e l'arco delle Antille minori.

Evidenziati in Bolivia i risultati dell’Operazione Miracolo
3.9 - L'Operazione Miracolo in Bolivia, con l'aiuto di Cuba, ha permesso finora a oltre 430.000 persone, per la maggior parte boliviani, ma anche argentini, brasiliani, paraguayani e peruviani, di recuperare la visione, sottolinea la stampa boliviana. Secondo la pubblicazione digitale del quotidiano Cambio, i medici cubani hanno assistito una media di 90 pazienti al giorno, soprattutto per problemi di cateratta o pterigium (carnosità), in linea con i dati dell'ospedale oftalmico della città di El Alto, vicina alla sede del Governo. Questo centro, dei 15 che lavorano nel paese andino, è stato inaugurato nel 2006 e da allora ha offerto gratuitamente oltre 61.000 mille assistenze alla salute.

Raúl Castro ha salutato il presidente del Parlamento della Cina
4.9 - Il Presidente cubano, Raúl Castro, ha salutato il presidente del Parlamento cinese, Wu Bangguo, che ha compiuto una visita ufficiale e amichevole a La Habana. Wu Bangguo, che è anche componente del Comitato Permanente dell'Ufficio Politico del Partito Comunista della Cina ha colloquiato mercoledì con il Presidente cubano, e i due hanno confermato l'eccellente stato delle relazioni bilaterali. Wu ha avuto colloqui anche con il suo omologo cubano, Ricardo Alarcón, che è giunto questo giovedì all'aeroporto internazionale José Martí per salutarlo. Durante la sua permanenza, il leader parlamentare cinese ha presieduto alla cerimonia della firma di importanti accordi tra i due paesi, diretti a stringere ancora di più i legami. Dal suo arrivo, Wu ha evidenziato che Cuba è stato il primo paese dell’America Latina a stabilire relazioni diplomatiche con la Cina, il 28 settembre 1960.

Fidel Castro ha ricevuto il presidente del Parlamento cinese
4.9 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha colloquiato con il presidente del Parlamento cinese, Wu Bangguo, che ha terminato una visita ufficiale e amichevole a Cuba. Secondo una notizia diffusa dalla televisione, il colloquio ha permesso di affrontare temi di mutuo interesse, come i legami fraterni tra Cuba e Cina, la crisi economica mondiale, il cambiamento climatico e altri aspetti di interesse per i due paesi. Wu, che è anche componente del Comitato Permanente dell'Ufficio Politico del Partito Comunista della Cina ha fatto riferimento agli sforzi del suo paese per continuare lo sviluppo economico e l'ampliamento dei suoi scambi con i popoli di America Latina e Africa.

Padre D'Escoto ha confermato l’eccellente salute di Fidel Castro
4.9 - Padre Miguel D'Escoto, attuale presidente dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha sottolineato l'eccellente salute fisica, spirituale e l’animosità che ha constatato nel leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro. Il sacerdote nicaraguense, da poco insignito da Cuba con l'Ordine della Solidarietà, ha confermato questo giovedì che si è incontrato con Fidel Castro, incontro che ha considerato "un regalo di Dio". "Dio ha ascoltato le preghiere di tutti i rivoluzionario del mondo: avremo Fidel per molto tempo", ha affermato D'Escoto alla stampa riunita nel Memorial José Martí, a La Habana.

Milioni di cubani si sono giovati dei corsi di informatica
4.9 – Oltre 2.100.000 cubani si sono diplomati dal 1987 nei corsi impartiti nei Club di Informatica ed Elettronica per Giovani (JCCE), sottolinea oggi il quotidiano Juventud Rebelde. Creati 22 anni fa, queste strutture sono oggi oltre 600, presenti nei 169 municipi del paese, di queste 138 sono situate in comunità rurali e 39 in regioni montuose. I JCCE costituiscono una rete di centri tecnologici sorti per contribuire alla socializzazione e all’informatizzazione della società cubana, ha enfatizzato il vicedirettore nazionale del programma, Ernesto Rodríguez.

Riprendono alla televisione cubani i corsi istruttivi
4.9 - I corsi della Università per Tutti, trasmessi dalla televisione cubana dal 2000, ritorneranno nuovamente sullo schermo dal prossimo lunedì, hanno comunicato oggi i mezzi nazionali di stampa. Dopo l’intervallo del periodo estivo in cui riposa un gran numero di persone, tra queste studenti e professori, inizieranno ora sei tipi di queste iniziative, rivolte a elevare la cultura generale integrale del popolo. Tra i corsi, si evidenzia quello di Ortografia, impartito tra maggio 2002 e aprile 2003, che si integra nello sforzo a tutti i livelli educativi della nazione per perfezionare il dominio della lingua madre.

Messo in discussione il silenzio mediatico sul processo più lungo negli Stati Uniti
7.9 - Cuba ha messo oggi in discussione il silenzio mediatico negli Stati Uniti sul processo politico più lungo nella storia penale nordamericana, che ha compreso perfino temi di politica estera e di terrorismo internazionale. Nel suo articolo "Eroi proibiti", il presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, ha espresso che un polemico processo contro cinque cubani è stato mantenuto in gran segreto dalla stampa statunitense. Antonio Guerrero, Fernando González, René González, Ramón Labañino e Gerardo Hernández sono stati condannati in un polemico processo, le cui irregolarità e violazioni sono state denunciate perfino da istituzioni giuridiche degli Stati Uniti. Nel testo, il primo di una serie di lavori sui cosiddetti Cinque Eroi, Alarcón considera inconcepibile che del processo più lungo negli Stati Uniti se ne sia parlato solo sui mezzi di comunicazione di Miami.

Procede il recupero nell’Isola della Gioventù devastata dall’uragano Gustav
7.9 - L'Isola della Gioventù procede nella riparazione delle quasi 18.000 abitazioni danneggiate dall'uragano Gustav che un anno fa ha colpito questo territorio meridionale di Cuba. Una notizia speciale della televisione nazionale ha mostrato il progresso del recupero nell'Isola, benché le sue massime autorità hanno ammesso che è impossibile ottenerlo tutto in appena un anno. L'uragano Gustav aveva attraversato la regione con la massima categoria della scala Saffir-Simpson, colpendo il 70 % delle abitazioni, che avevano ancora danni di precedenti cicloni. Cuba è stata colpita lo scorso anno dagli uragani Gustav, Ike e Paloma, che hanno causato circa 10.000 milioni di dollari di perdite.

Il Turismo cubano cresce in tempi di crisi, afferma il Ministro del settore
7.9 - L'industria turistica cubana mostra oggi una crescita del 2.7 % rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, nonostante la difficile congiuntura economica mondiale, ha indicato il Ministro del ramo, Manuel Marrero. Dopo aver inaugurato un ostello di otto camere a Cienfuegos, a 250 chilometri al sud-est di La Habana, il Ministro ha espresso la propria convinzione che il settore chiuderà l'anno con un segno positivo. Ha parlato della situazione del turismo a livello mondiale che ha chiuso il primo semestre dell'anno con una diminuzione dell’8 %, dato che dovrebbe scendere al 6 % per il prossimo 31 dicembre.

Gli Stati Uniti ostacolano un viaggio di scienziati per un congresso a Cuba
7.9 - Gli Stati Uniti ostacolano un viaggio dei loro scienziati a Cuba per partecipare al XX Congresso Internazionale di Ortopedia e Traumatologia, ha affermato Rodrigo Álvarez Cambras, direttore dell’Ospedale Frank País. Secondo comunicazioni ricevute, i medici nordamericani invitati non hanno avuto il permesso del Dipartimento di Stato né quello del Tesoro, ha spiegato il presidente della Società Cubana di Ortopedia e Traumatologia in una nota dell'Agenzia di Informazione Nazionale. Ha aggiunto che quanto successo dimostra la permanenza del blocco economico, finanziario e commerciale di Washington contro Cuba, e si è detto dispiaciuto dell'assenza dei colleghi interessati ad assistere all'appuntamento scientifico, previsto dal 21 al 26 prossimi a Bayamo, nell’orientale provincia di Granma.

Cuba riduce l’importazione di pesticidi con metodi ecologici
7.9 - La produzione di pesticidi nazionali e con garanzie ecologiche ha fatto risparmiare alle aziende avicole di Cuba oltre 100.000 dollari in importazioni, ha pubblicato oggi il quotidiano Granma. Il giornale ha sottolineato i progressi di una stazione fitosanitaria del centro di Cuba i cui prodotti e le cui ricerche hanno un elevato impatto ecologico, sociale ed economico. Lo sviluppo di servizi tecnici, la quarantena vegetale, l'ispezione e la certificazione delle sementi hanno prodotto una diminuzione degli indici di infestazione nella passata stagione fredda.

Previsto un massiccio inserimento nella post-alfabetizzazione in Bolivia
7.9 - Il Ministero dell’Educazione della Bolivia amplierà il programma di post-alfabetizzazione "Io sì posso continuare" fino a incorporare oltre 100.000 persone in tutto il paese, ha affermato il direttore generale del progetto, Benito Ayma. Come ha constatato Prensa Latina, nella meridionale città di Yacuiba, nella regione di Tarija, sarà ufficialmente aperta il prossimo martedì la seconda fase del programma, sviluppato nella nazione andina con l'aiuto di Cuba e del Venezuela. Ayma ha ricordato che le attività di apprendimento incominciano con un periodo di livellazione, consistente in 23 lezioni per ripassare la lettura, la scrittura e quanto appreso, imparati nella prima fase. Il programma di post-alfabetizzazione nella nazione sud-americana, inaugurato dal Presidente Evo Morales nel marzo scorso, prevede di arrivare a un milione di persone nel 2010.

Rivelato che la stampa ha predisposto Miami contro gli antiterroristi cubani
8.9 - Il Governo degli Stati Uniti ha pagato la stampa di Miami per predisporre quella comunità contro i Cinque antiterroristi cubani che permangono detenuti dal 1998, ha denunciato oggi Ricardo Alarcón, Presidente del Parlamento cubano. Nella seconda puntata della sua saga "La Storia non raccontata dei Cinque", Alarcón ha accusato la stampa di Miami di essere intervenuta in modo attivo nel polemico processo, come se facesse parte della Procura. Antonio Guerrero, Ramón Labañino, Fernando González, Gerardo Hernández e René González sono stati arrestati il 12 settembre 1998, mentre raccoglievano informazioni per impedire sabotaggi contro Cuba, organizzati nel territorio statunitense. "I Cinque sono stati condannati dai mezzi di comunicazione perfino prima di essere accusati, ha argomentato Alarcón, che ha paragonato la situazione con alcune parti del classico ‘Alice nel Paese delle Meraviglie, di Lewis Carroll.

Si è recata in Ecuador la seconda missione medica cubana
8.9 - Un secondo gruppo di collaboratori medici cubani si è recato oggi in Ecuador per partecipare alla Missione Solidale Manuela Espejo, destinata alla diagnosi e allo studio di persone con handicap. La nuova brigata, composta da 174 esperti, tra questi genetisti, psicopedagoghi, neurofisiologi e altri specialisti, si aggiunge ai primi 62 esperti che hanno iniziato nel luglio scorso questo lavoro nel paese sud-americano. Finora il programma, unico del suo tipo nel mondo e realizzato precedentemente a Cuba e in Venezuela, è stato terminato nelle province ecuadoriane di Cotopaxi e di Carchi, ed è in corso in quella di Esmeralda.

Scoperti i resti di un coccodrillo gigante in una provincia cubana
8.9 - Resti di un coccodrillo gigante vissuto oltre 20 milioni di anni fa sono stati scoperti nella centrale provincia di Sancti Spíritus, ha affermato oggi Alejandro Romero Emperador, componente della Società Speologica di Cuba. Romero, che è anche delegato della Fondazione Antonio Núñez Jiménez della Natura e dell'Uomo, ha detto a Prensa Latina che sono i primi fossili trovati nell'isola di questo rettile di circa 10 metri di lunghezza vissuto nel Miocene, il quarto periodo geologico dell'Era Cenozoica. Il ritrovamento è avvenuto nella zona della Diga Zaza, il maggiore bacino artificiale di Cuba.

Cuba edita 26.5 milioni di testi scolastici
8.9 - L'Unione Poligrafica di Cuba chiuderà quest’anno con la stampa di 26.5 milioni di libri di testo, quaderni scolastici e ad altri mezzi necessari per il buon sviluppo dell’anno scolastico 2009-2010. Una notizia pubblicata dal quotidiano Trabajadores evidenzia che per l'inizio delle lezioni, la settimana scorsa, erano stati stampati 16.663.000 esemplari. Tra i quaderni scolastici vi sono le Pre-scritture, Nozioni elementari di Matematica, testi martiani per le scuole elementari, secondarie e pre-universitarie, e testi di Educazione Lavorativa.

Alfabetizzati i primi angolani con il metodo cubano ‘Io sì posso’
8.9 - Un gruppo di angolani ha ricevuto oggi a Luanda nell’Università Tecnica dell'Angola i primi certificati che dimostrano la sua condizione di alfabetizzati mediante il metodo cubano ‘Io sì posso’. Nella cerimonia di consegna delle pergamene, il primo Viceministro dell’Educazione, Pinda Sim Uo, ha detto che i diplomati sono il risultato dell'applicazione con successo della forma di insegnamento di una prima fase sperimentale, messa in pratica nei municipi di Viana e di Cacuaco. A partire da questo momento – ha detto - il metodo cubano ‘Io sì posso, di provata efficacia, sarà esteso massicciamente in una seconda fase a tutti i municipi di Luanda e di altre zone del paese.

Denunciata l’impunità dei terroristi anticubani negli Stati Uniti
9.9 - Le azioni anticubane godono di impunità a Miami, ha denunciato un articolo sulla doppia morale del Governo statunitense riguardo al terrorismo pubblicato oggi a La Habana. Il Presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, ha dimostrato nel seguito della sua saga "La Storia non raccontata dei Cinque" che Washington interpreta arbitrariamente la lotta contro il terrorismo. Nel nome di questa lotta, gli Stati Uniti hanno portato la guerra in terre lontane, ma mantengono detenuti da 11 anni cinque cubani che raccoglievano informazioni per sventare sabotaggi contro il proprio popolo. Cuba intesta una mobilitazione mondiale che chiede la liberazione di René González, Antonio Guerrero, Fernando González, Ramón Labañino e Gerardo Hernández, condannati in un processo decisamente politicizzato.

Presentata un’istanza negli Stati Uniti in relazione al caso dei Cinque Eroi
9.9 - L'Associazione per la Giustizia Civile (Partnership for Civile Justice Fund) ha presentato oggi un’istanza negli Stati Uniti relativa al caso dei cinque antiterroristi cubani detenuti in quel paese dal 1998. Il gruppo agisce a nome del Comitato Nazionale per la Libertà dai Cinque Cubani e ha ufficializzato la richiesta alla Corte del Distretto di Columbia, ha confermato il gruppo di solidarietà in un comunicato. La domanda è contro la Giunta dei Governatori delle Trasmissioni (BBG, dalla sigla in inglese) poiché questa ha rifiutato di rendere pubblici contratti specifici pagati dal Governo degli Stati Uniti a giornalisti che hanno pubblicato materiale negativo su Cuba e pregiudiziali sul caso dei Cinque Cubani, precisa il testo.

Cubana de Aviación celebra a Parigi il suo 80° anniversario
9.9 – Fondata l’8 ottobre 1929, Cubana de Aviación ha celebrato a Parigi l’80° anniversario dalla sua creazione, alla presenza di tour-operator e di altre linee aeree di vari paesi. Una serata culturale nella sede dell'Ambasciata cubana in Francia, a pochi metri dalla Torre Eiffel, contraddistinta dal gruppo musicale Café Vista Alegre, che si esibirà anche alla Festa del quotidiano L’Humanité da venerdì a domenica. Sonia Alpizar, rappresentante di Cubana di Aviación a Parigi, ha sottolineato l'orgoglio e la soddisfazione della compagnia che alla sua nascita è diventata la nona del continente americano e la ventiduesima del mondo, oltre a essere un membro fondatore dell'IATA.

Cuba libera da importazioni di sostanze dannose per l'ozono
9.9 - Cuba è libera dalle importazioni di clorofluorocarburi (CFC) e di bromuro di metile (BrMe), due delle principali sostanze dannose per l'ozono (SAO), ha comunicato Nelson Espinosa, Direttore dell'Ufficio Tecnico dell'Ozono (OTOZ). Questo risultato è stato ottenuto prima del 2010 come stabilito dal Protocollo di Montreal, che costituisce una pietra miliare nazionale nel rispetto di questa norma mondiale, ha evidenziato nell’ambito della Giornata Mondiale per la Protezione della Cappa di Ozono che sarà celebrata il 16 settembre prossimo. Questi prodotti sono stati sostituiti da altri come il 134 A, refrigerante che non intacca la barriera che protegge la terra dai raggi ultravioletti, ha precisato Espinosa.

Gli Stati Uniti: i più grandi terroristi della storia, afferma Chávez
10.9 - Nella storia dei secoli non vi è stato un Governo più terrorista di quello degli Stati Uniti, ha affermato a Mosca il Presidente venezuelano, Hugo Chávez, in una conferenza magistrale nell'Università Russa di Amicizia con i Popoli. Washington parla molto della lotta contro il terrorismo, ma là per le strade di Miami passeggia il noto terrorista Luis Posada Carriles, con la protezione del Governo nordamericano che respinge la nostra richiesta di estradizione da cinque anni, ha commentato. Chávez ha ricordato che Posada Carriles è responsabile dell'esplosione di un aereo di Cubana in volo con oltre 70 persone a bordo, vicino alle coste di Barbados, nell’ottobre del 1976. Né il precedente Presidente repubblicano nordamericano George W. Bush, né l'attuale Presidente democratico Barack Obama vogliono estradare Posada Carriles, ha considerato.

Cuba chiede azioni contro la povertà e il sottosviluppo ad Haiti
10.9 - Cuba ha avvertito il Consiglio di Sicurezza dell'ONU che la pace, la sicurezza e la stabilità duratura ad Haiti richiedono l'eliminazione della povertà e del sottosviluppo. Il segnale di allarme è stato esposto dal rappresentante permanente alterno di Cuba alle Nazioni Unite, Rodolfo Benítez, durante una sessione aperta di questo organismo dedicata alla situazione haitiana. Haiti è uno degli esempi più chiari delle nefaste conseguenze del colonialismo e del neo-colonialismo, dell'ingiusto ed escludente ordine internazionale e dell'interventismo. Ha spiegato che oltre 400 cooperanti cubani prestano oggi servizio nei luoghi più appartati della geografia haitiana, per la maggior parte nel settore della salute, che lavorano in 134 differenti comunità del paese.

Cuba ha arrestato la tendenza al sovraconsumo elettrico
10.9 - Cuba ha risparmiato 16.000 tonnellate di combustibile tra luglio e agosto scorsi, grazie a un piano che ha frenato la tendenza al sovraconsumo elettrico, ha pubblicato oggi il quotidiano Granma. L'allarme energetico lanciato agli inizi dell’anno ha fatto partire una campagna nazionale di risparmio, con misure di controllo e di pianificazione del consumo, il cui non rispetto è diminuito allo 0.6 %. Ricardo González, direttore di Uso Razionale dell'Energia nell'Unione Elettrica, ha precisato che Cuba ha ridotto del 3.1 % l'impiego di combustibile pianificato per generare elettricità in agosto. Ha indicato che la provincia di Matanzas non ha rispettato il suo piano di consumo, soprattutto a causa delle infrazioni commesse nel settore turistico.

Agosto, il più caldo degli ultimi anni a Cuba
10.9 - Il mese di agosto del presente anno è stato definito dagli esperti tra i più caldi a Cuba negli ultimi 38 anni (periodo 1971-2009), registrando una temperatura media al di sopra del normale per l'epoca. Secondo dati del Centro del Clima dell'Istituto di Meteorologia, i termometri hanno superato in un grado Celsius la media storica mensile nelle località di Pinar del Río, Ciudad de La Habana, nel sud di provincia Habana, Camagüey e Guantánamo. Le previsioni del Centro del Clima indicano che per settembre continuerà l'intenso caldo, con temperature più alte del normale, segnala una notizia pubblicata nel quotidiano Granma.

Riflessioni di Fidel Castro: la coscienza tranquilla
11.9 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha detto che non avrebbe desiderato criticare duramente una delle aziende che producono apparecchiature mediche, che non ottengono i loro guadagni fabbricando armi per ammazzare, bensì combattendo malattie, sofferenze e morti. In un articolo dal titolo "La coscienza tranquilla", diffuso dalla pubblicazione digitale Cubadebate, Fidel Castro puntualizza che "ben diverso è pensare con amarezza a paesi che non dispongono di queste apparecchiature e, più triste ancora, che un paese del Terzo Mondo veda ostacolati i suoi sforzi per la stupida misura che un paese ricco e potente impone a coloro che li fabbricano: la sospensione della consegna dei pezzi di ricambio". Il leader cubano spiega che "le 12 diverse apparecchiature Philips, acquistate a un costo di 72.762.694 dollari, erano tutte indispensabili per i servizi di alta qualità a Cuba e nel programmi Dentro il Quartiere 1 e 2 del Venezuela, portati avanti da medici e specialisti cubani. Erano stati acquistati e pagati dal nostro paese, secondo quanto accordato". L’azienda riconosce che le richieste del Governo degli Stati Uniti sono alla base della sospensione delle forniture, poiché di recente ha dovuto pagare una multa di 100.000 euro, una somma irrisoria confrontata con i 72 milioni di dollari pagati per le apparecchiature a quell'azienda, indica l'articolo. Afferma che "non chiuderemo la via a nessuna azienda che desideri produrre e commerciare tecnologie mediche. Accetteremo con piacere qualunque rettifica. L'umanità ha problemi molto seri da affrontare.

Si prepara a Cuba il funerale del comandante della Rivoluzione Almeida
14.9 - I cubani stanno preparando per domani la cerimonia funebre nell'orientale provincia di Santiago de Cuba del comandante della Rivoluzione Juan Almeida, morto venerdì scorso per un arresto cardio-respiratorio. Il primo segretario del Partito Comunista di Cuba della provincia di Santiago de Cuba, Lázaro Expósito, ha indicato che il corteo funebre partirà alla 7:00 ora locale (11:00 GMT) dall'aeroporto militare della città santiaguera. Migliaia di abitanti del territorio orientale tributeranno un omaggio al corteo funebre nel suo percorso fino al mausoleo del III Fronte Orientale dell'Esercito Ribelle, dove sarà effettuata la cerimonia militare di inumazione dei suoi resti.

A braccia aperte, i santiagueros aspettano i resti di Almeida
14.9 - Commossa e a lutto, la città di Santiago de Cuba si prepara per accogliere domani i resti mortali del comandante della Rivoluzione Juan Almeida, che saranno trasferiti da La Habana per essere trasportati sulle montagne della Sierra Maestra, dove saranno sepolti. La vecchia caserma Moncada, assaltata da Fidel Castro e da un gruppo di giovani seguaci tra cui Almeida - che allora lavorava come muratore a La Habana - il 26 luglio 1953, sarà uno dei punti cruciali del solenne itinerario. Gli abitanti dei municipi di Palma Soriano e di Contramaestre renderanno allo stesso modo onore al comandante della Rivoluzione, quando il corteo funebre passerà attraverso la Carretera Central per imboccare la strada che conduce al Terzo Fronte Orientale Mario Muñoz Monroy. Lì, nel Mausoleo dei combattenti di questo territorio guerrigliero, saranno poste le ceneri del suo leggendario fondatore.

La bandiera cubana e fiori iris accompagnano i resti del Vicepresidente Almeida
15.9 - La bandiera cubana e fiori iris bianchi accompagnano oggi il feretro del Vicepresidente Juan Almeida nel suo percorso attraverso l’orientale città di Santiago de Cuba fino alla sua ultima dimora, dopo la sua scomparsa per un arresto cardio-respiratorio venerdì scorso. Nel Parco Céspedes, nel centro della città, il corteo funebre ha fatto questa mattina una sosta durante la quale è stata eseguita la celebre La Lupe (scritta da Almeida), ha comunicato CMKC Radio Rivoluzione. Dopo il percorso attraverso il municipio, sede del governo municipale, e la postazione tre della vecchia Caserma Moncada, la fortezza che Almeida ha assaltato insieme al leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, la carovana si è diretta verso il mausoleo. Il corteo funebre è partito alle 07:00 ora locale (11:00 GMT) dal terminal dei voli dell'aeroporto internazionale Antonio Maceo per il Terzo Fronte Orientale Mario Muñoz, dove è stata tenuta una cerimonia intima.

L’Assemblea dell’ONU ascolta la protesta per gli antiterroristi cubani
15.9 – La protesta internazionale per la liberazione dei cinque combattenti antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti ha raggiunto l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per bocca del suo presidente Miguel D’Escoto. Pronunciando questo martedì il discorso con cui conclude il suo mandato di un anno alla testa del massimo organismo dell'ONU, l'ex-Ministro degli Esteri nicaraguense ha segnalato che la prigionia di questi cinque cubani è un caso respinto universalmente. Di fronte al plenario finale della 63 Assemblea Generale, D’Escoto ha indicato che l'incarceramento da 11 anni di Gerardo Hernández, Antonio Guerrero, Ramón Labañino, Fernando González e René González è ingiusto e arbitrario.

Cuba riceve le congratulazioni per aver eliminato le sostanze inquinanti
15.9 - Cuba ha ricevuto le congratulazioni del Programma dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (PNUD) per aver ridotto in modo graduale ed eliminato le sostanze inquinanti dall'ambiente. Nella cerimonia per la "Giornata mondiale per la protezione della cappa di ozono", la rappresentante di questo ente a La Habana, Susan McDade, ha definito eccellente la decisione di Cuba di eliminare delle sue importazioni i clorofluorocarburi e il bromuro di metile. Un anno prima del tempo previsto, Cuba ha eliminato l'utilizzo delle menzionate sostanze, che sono dannose per lo scudo che protegge la terra dai raggi ultravioletti.

Raúl Castro alle esequie del Comandante Juan Almeida
16.9 - Il Presidente di Cuba, Raúl Castro, ha partecipato nel municipio del Terzo Fronte Orientale Mario Muñoz alle esequie del Comandante della Rivoluzione Juan Almeida, morto a La Habana lo scorso giorno 11. Il corteo funebre è arrivato al mausoleo di questa località della guerriglia dopo aver percorso circa 150 chilometri dall'aeroporto di Santiago de Cuba, accompagnato da una commossa manifestazione popolare di dolore per la perdita fisica di uno dei più amati dirigenti cubani. Dalle prime ore della mattina si aspettava in queste montagne orientali l'arrivo dei resti mortali di Almeida, che aveva fondato questo comando ribelle che ha avuto un fondamentale ruolo nella parte finale dell'insurrezione armata contro il regime di Fulgencio Batista.

La stampa cubana sottolinea la continuità del blocco da parte di Obama
16.9 - La stampa cubana ha evidenziato oggi che il Presidente statunitense, Barack Obama, mantiene la stessa politica di blocco a Cuba delle precedenti amministrazioni nordamericane. In prima pagina, il quotidiano Granma ha messo in risalto che questa misura punitiva, in vigore dal 1962, si basa sulla cosiddetta Legge di Commercio con il Nemico, applicata attualmente solo a Cuba. Obama ha prorogato per un altro anno la suddetta legge nonostante che la comunità internazionale, sia nei diversi forum regionali sia alle Nazioni Unite, abbia chiesto la sua eliminazione.

Studenti cubani di percussione vincono premi in Italia
16.9 - Gli studenti cubani Eilyn Marquetti e Alejandro Gil hanno vinto diversi primi premi nel concorso internazionale di percussione e di drum set concluso da poco nella città italiana di Fermo. I due ragazzi sono stati premiati rispettivamente nelle categorie B e C di snare drum (cassa). Gil ha vinto, inoltre, il premio assoluto in drum set (batteria). I due hanno studiato come musicisti all'Istituto Superiore di Arte di Cuba. Cuba è stato il paese più premiato nella competizione.

Cuba ha perso 96.000 milioni di dollari a causa del blocco nordamericano
17.9 - Le perdite cubane per il blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti da quasi mezzo secolo ammontano a 96.000 milioni di dollari, ha rivelato il Ministro degli Esteri Bruno Rodríguez. Al valore attuale del dollaro, il costo arriva a 236.221 milioni, ha indicato il Ministro in conferenza stampa per presentare la relazione di Cuba all'Assemblea Generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) sulla necessità di mettere fine alla politica nordamericana. Durante gli ultimi dodici mesi, che vanno dalla pubblicazione del precedente testo fino all'attuale, il trasporto ha avuto danni per 357.802.000 dollari, il settore agroalimentare per 121.800.000, la salute per 25.000.000 e l'educazione per 3.800.000. I membri dell’Assemblea Generale dell'ONU voteranno, il prossimo 28 ottobre, per la diciottesima volta consecutiva a favore o contro la suddetta risoluzione che l'anno scorso ha ricevuto il sostegno di 185 nazioni e il rifiuto di solo 3.

Approvato a Cuba il Programma Integrale per il Controllo del Cancro
17.9 - Cuba ha approvato l'avviamento di un Programma Integrale per il Controllo del Cancro, orientato a prevenire e a trattare questa malattia da tutti i livelli del sistema di salute. La strategia è avviata a sviluppare azioni multisettoriali e comprende sia i centri di Biotecnologia del paese, sia le scienze Sociali, il sistema educativo, i governi locali, le organizzazioni politiche e di massa ed altri attori della società cubana. A Cuba i tumori maligni sono la seconda causa di morte e la prima in anni di vita potenzialmente persi. Ogni anno sono diagnosticati circa 29.000 pazienti e si registrano oltre 18.000 decessi per questa causa.

Cuba e Stati Uniti sono d’accordo sulla necessità di riunioni sul servizio postale
18.9 - Delegazioni di Cuba e degli Stati Uniti si sono dette d’accordo sulla necessità di dare continuità nei prossimi mesi ai colloqui sul servizio postale tra i due paesi, hanno evidenziato oggi i mezzi di stampa. Cuba ha posto l’accento sull'importanza di eliminare le restrizioni discriminatorie che derivano della politica di blocco degli Stati Uniti, esprime una notizia diffusa dal quotidiano Granma e dai principali notiziari della radio e della televisione sul colloquio di giovedì a La Habana. In questo modo, prosegue, si permetterebbe il ristabilimento del servizio postale diretto tra i due paesi, sulla base dei principi e delle norme stabiliti dall'Unione Postale Universale, di cui i due Stati sono membri.

Il progetto dell’ALBA costruisce una fabbrica di tovaglioli a Cuba
18.9 – Il Fondo dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA) ha permesso a Cuba l'acquisto di una fabbrica di tovaglioli per sostituire le importazioni di questo articolo, hanno pubblicato oggi i mezzi di stampa. A un costo di 1.5 milioni di pesos convertibili (ogni CUC è uguale a 0.81 dollari), la fabbrica situata nella provincia centrale di Ciego de Ávila inizierà la sua produzione nell'ultimo trimestre dell'anno, riporta il quotidiano Juventud Rebelde in una notizia. La fabbrica può produrre circa 2.000 tovaglioli all’ora in tre misure e la tecnologia italiana installata può stampare uno o tutti e due i lati della carta, secondo le necessità del cliente.

Pace senza Frontiere, una domenica storica a Cuba
21.9 - Il concerto Pace senza Frontiere a Cuba ha contraddistinto una domenica storica riunendo oltre un milione di persone nella Piazza della Rivoluzione, che hanno cantato l'amore, la fratellanza e la fraternità. Un canto trasmesso dal vivo da vari canali internazionali al resto del mondo e che ha avuto come principali protagonisti il colombiano Juanes, la portoricana Olga Tañón e lo spagnolo Miguel Bosé. Questo concerto segnerà un prima e un dopo nella loro vita, hanno affermato gli artisti che hanno partecipato al progetto. Spinti dal concetto che la pace regni, 15 musicisti e gruppi hanno fatto ballare per cinque ore il pubblico, per la maggior parte vestito di bianco.

Juanes: il concerto a Cuba è stato il più grande a cui ho partecipato
21.9 - Il cantautore colombiano Juanes ha affermato oggi che il concerto Pace senza Frontiere II realizzato nella Piazza della Rivoluzione di La Habana è il più grande al quale ha partecipato. In dichiarazioni a una radio locale di La Habana, Juanes ha detto che la partecipazione di oltre un milione di persone a un concerto di questo tipo per la pace sicuramente non si vedrà più, per l'emozione e la quantità di persone che hanno assistito allo spettacolo, definito storico. A sua volta, ha evidenziato il concerto si è svolto senza contrattempi, nonostante il caldo impressionante, con temperature che hanno raggiunto i 38 °C.

Parto felice da Cuba, ha affermato Olga Tañón
21.9 - Dopo il concerto nella Piazza della Rivoluzione parto contenta e grata da Cuba, che ci ha aperto le porte come se fossimo figli nati qui, ha affermato oggi Olga Tañón all’aeroporto internazionale José Martí. "Porto con me da Cuba troppe cose, porto amici, amore e la più grande speranza che continuino a passare cose meravigliose attraverso un'isola che è benedetta", ha detto la cantante in dichiarazioni a Prensa Latina alcuni minuti prima di partire per Miami. La popolare artista portoricana ha spiegato come è cambiata la sua percezione di Cuba dopo aver cantato ieri nell'emblematica Piazza, dove il popolo cubano è stato protagonista di intense manifestazioni e dove ha accolto perfino l’allora Papa Giovanni Paolo II nel 1998.

Il Governo dell'Ecuador sottolinea l’aiuto dei medici cubani
21.9 - Il Vicepresidente dell'Ecuador, Lenín Moreno, ha sottolineato l'aiuto disinteressato dei medici e degli specialisti cubani della salute nella Missione Solidale Manuela Espejo, rispondendo a dichiarazioni "di malafede o di ignoranza" diffuse per un canale televisivo. Partecipando a un programma del sabato nella radio-televisione Enlace Ciudadano, come presidente in funzione poiché il Presidente Rafael Correa è in convalescenza, Moreno ha risposto a dichiarazioni della parlamentare Cintia Viteri chi – ha detto – ha detto cose sbagliate e aggressive su questo tema. La Missione Solidale Manuela Espejo, ha spiegato Moreno, è diventata un programma simbolo di quello che facciamo e di quello che sarà l'attenzione in Ecuador alle persone con problemi e l'informazione sulla partecipazione dei fratelli cubani alle brigate è disponibile a tutti.

Una specie in pericolo di estinzione
22.9 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha affermato che il ritmo accelerato delle ricerche scientifiche in tutti i campi della produzione materiale e dei servizi, sotto l'ordine economico imposto al mondo dopo la Seconda Guerra Mondiale, ha condotto l'umanità a una situazione insostenibile. In un articolo dal titolo "Una specie in pericolo di estinzione", diffuso dalla pubblicazione digitale Cubadebate, Fidel Castro indica che le attuali concentrazioni di biossido di carbonio hanno raggiunto l'equivalente di 380 parti per milione, dato che supera il livello naturale degli ultimi 650 mille anni. "... Il riscaldamento sta colpendo già i sistemi naturali di tutto il mondo. Se questo continuasse sarebbe devastante per tutti i popoli", precisa.

Cuba dà la responsabilità ai paesi industrializzati per il riscaldamento globale
22.9 - Cuba ha denunciato alle Nazioni Unite che le attuali crisi economiche, energetica e alimentare hanno per denominatore comune un modello di sviluppo che ha le basi nei sistemi di produzione, consumo e distribuzione che sono un’insostenibile politica economica ed ecologica. Questo argomento è stato esposto dal Ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez, intervenendo alla riunione-vertice dell'Alleanza dei Piccoli Stati Insulari (AOSIS) che cerca di concertare una posizione comune dei 42 paesi membri per i negoziati di un nuovo protocollo sul cambiamento climatico. I paesi industrializzati sono i responsabili del riscaldamento globale e devono assumere l'iniziativa e risolvere il problema, ha indicato Rodríguez nel plenario presidenziale della AOSIS, la cui sessione si è tenuta in un salone del Museo di Storia Naturale di New York.

Il Ministro degli Esteri cubano esige il ritorno al potere in Honduras del Presidente Zelaya
22.9 - Cuba chiede il ritorno pieno, immediato e senza condizioni di José Manuel Zelaya al suo posto e con i poteri come Presidente dell’Honduras, ha dichiarato alle Nazioni Unite il Ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez. Il Ministro ha segnalato che il suo paese invita le autorità di fatto in Honduras a garantire l'integrità fisica e la sicurezza di Zelaya e a fermare immediatamente tutte le azioni contro il popolo honduregno. Il Ministro degli Esteri cubano si trova a New York a capo della delegazione di Cuba per il 64° periodo ordinario di sessioni dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Zelaya, allontanato dal potere e dal suo paese lo scorso 28 giugno da un colpo di Stato, è ritornato ieri a Tegucigalpa in maniera sorprendente e si trova nell'Ambasciata del Brasile a Tegucigalpa.

Messa in risalto la lotta per l’indipendenza di Puerto Rico
22.9 - Il popolo di Puerto Rico mantiene la propria identità e la lotta per conquistare la sua vera indipendenza, ha messo in evidenza José Berrios, delegato alterno della Missione di questo paese a Cuba. Intervenendo a una cerimonia per la Giornata Internazionale della Pace, celebrata nella Casa dell'Amicizia di La Habana, il funzionario ha respinto la dominazione esercitata dagli Stati Uniti sul suolo portoricano da 111 anni. Berrios ha fatto anche riferimento ai vari meccanismi di controllo usati dagli Stati Uniti. Berrios ha chiesto pure la scarcerazione dei cinque antiterroristi cubani, Gerardo Hernández, Antonio Guerrero, Fernando González, Ramón Labañino e René González, detenuti negli Stati Uniti dal 12 settembre 1998.

Cuba e Brasile contro il traffico di droga e di persone
22.9 - I Governi di Cuba e del Brasile hanno iniziato oggi conversazioni ufficiali per concordare strategie volte a combattere il traffico di droga e di persone in America latina. Tarso Genro, Ministro brasiliano di Giustizia e Sicurezza Pubblica, è a capo di una delegazione governativa per la costituzione della Comunità di Polizia dell'America (AMERIPOL), ma con una direzione orizzontale, senza egemonie. AMERIPOL potenzierà l'integrazione delle polizie per combattere il crimine organizzato nel continente americano e Genro si è detto ottimista rispetto alla sua efficacia anche per combattere il riciclaggio del denaro.

La Missione Miracolo è giunta nei quartieri di Managua
22.9 - L'attenzione degli specialisti cubani della Missione Miracolo è giunta oggi nei quartieri di Managua, mentre si sta per giungere alle 60.000 operazioni alla vista, ha informato una fonte ufficiale. Enrique Beteta, segretario Generale del Ministero della Salute, ha indicato che i medici cubani stanno portando l'attenzione oftalmica ai quartieri di Managua e questo avverrà nei fine settimana. Questo sforzo della brigata cubana che ha già superato le 57.000 operazioni di patologie come cateratta e pterigio, sarà realizzata nei sabati e nelle domeniche, dopo aver compiuto intense giornate di lavoro, che per la maggior parte arrivano fino alle ore notturne.

Cuba avvisa: il cambiamento climatico minaccia la specie umana
23.9 - Cuba ha avvisato, alle Nazioni Unite, che il problema del cambiamento climatico è il più grave e urgente che l'Umanità deve affrontare e che già pone in imminente pericolo la sopravvivenza della specie umana. Intervenendo durante i lavori del vertice dell'ONU sulla modificazione del clima, il Ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez, ha detto che le attuali concentrazioni di carbonio superano il livello degli scorsi 650.000 anni e continuano a crescere. Il Ministro ha sottolineato l'esistenza di un abisso tra le idee espresse alle Nazioni Unite dai governanti dei paesi industrializzati e le posizioni sostenute nei negoziati per la conferenza di Copenhagen del prossimo dicembre. Ha precisato che nel mondo ci sono 2.500 milioni di persone in povertà, 1.000 milioni di affamati, 1.100 milioni senza acqua potabile, 2.600 milioni senza servizi di salute e 800 milioni di analfabeti.

Impedito a medici statunitensi di recarsi a Cuba
23.9 - Il Governo degli Stati Uniti ha impedito a medici del suo paese di partecipare al ventesimo Congresso Internazionale di Ortopedia e Traumatologia che da martedì si svolge nell'orientale città cubana di Bayamo. Questa decisione rappresenta una nuova dimostrazione della validità del blocco nordamericano contro Cuba, posto in vigore per quasi 50 anni, ha indicato ai giornalisti il noto ortopedico cubano Rodrigo Álvarez Cambras. Ha detto che circa 30 specialisti statunitensi hanno manifestato l'interesse di partecipare al suddetto evento, ma Washington ha negato loro l'autorizzazione per effettuare il viaggio. All'appuntamento, che durerà fino al prossimo sabato, partecipano secondo i dati degli organizzatori circa 400 delegati, di questi 150 stranieri.

Evidenziata la crescita di Cuba come meta turistica caraibica
23.9 – Tra le mete turistiche dei Caraibi solo due sono in crescita e una di queste è Cuba, a un ritmo del 2.9 %, ha dichiarato a Mosca il Primo Viceministro del Turismo cubano, Alexis Trujillo. A confronto dei movimenti turistici nel mondo, il dato cubano costituisce una grande crescita in questi momenti, ha affermato Trujillo in dichiarazioni a Prensa Latina, nell’ambito della quarta fiera moscovita di turismo Lexure-2009. L'Organizzazione Mondiale del Turismo prevede che vi sarà una contrazione del settore di circa il 6 % nel mondo, ha ricordato.

Il Parlamento cubano esige il rispetto dell’integrità fisica di Zelaya
24.9 - Il Parlamento cubano ha chiesto il rispetto dell'integrità fisica del Presidente costituzionale dell’Honduras, José Manuel Zelaya, che da lunedì si trova nell'ambasciata del Brasile in quel paese. La presenza di Zelaya a Tegucigalpa costituisce un gesto di coraggio e si basa sul legittimo diritto che ha come Presidente costituzionale dell’Honduras, afferma una dichiarazione dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular alla quale ha avuto accesso Prensa Latina. Il documento esorta il regime golpista che ha preso il potere con la forza lo scorso 28 giugno a rispettare l'integrità di Zelaya, della sua famiglia, degli honduregni e del personale diplomatico presenti in quella missione sud-americana.

Più di 100 giovani angolani frequenteranno l’università a Cuba
24.9 - Un gruppo di 108 studenti angolani è partito per Cuba per studiare nell'isola caraibica in diverse specialità, tra queste medicina, psicologia e agronomia. Gli studenti, che sono giunti a Cuba con un volo di Cubana de Aviación, hanno manifestato a Luanda il loro impegno di diventare professionisti competenti, come hanno già fatto migliaia di angolani che si sono formati a Cuba. Esprimiamo la nostra gratitudine al Governo dell'Angola, che cosciente delle sue responsabilità, ci ha offerto questa grande opportunità per formarci come garanti del futuro del paese, ha segnalato una dichiarazione del gruppo.

Fidel Castro: lì si sta generando una rivoluzione
25.9 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha affermato che l'eroica lotta del popolo honduregno, dopo quasi 90 giorni di incessante battagliare, ha messo in crisi il Governo fascista e pro-yankee che reprime uomini e donne disarmati. "Abbiamo visto sorgere una nuova coscienza nel popolo honduregno. Tutta una legione di lottatori sociali si è impegnata in questa battaglia", ha indicato Fidel Castro nel suo articolo "Lì si sta generando una rivoluzione", diffuso dalla pubblicazione digitale Cubadebate. "Zelaya ha mantenuto la sua promessa di ritornare. Ha diritto a riprendere in mano il Governo e a presiedere le elezioni", ha precisato il leader cubano. Ha aggiunto dai combattivi movimenti sociali si stanno distinguendo nuovi e ammirevoli quadri, capaci di condurre questo popolo attraverso le difficili strade che attendono i popoli della Nostra America. "Lì si sta generando una Rivoluzione", ha detto.

Cuba mostra i risultati nel progetto LADA delle Nazioni Unite
25.9 - Cuba è oggi tra i pochi paesi del mondo a mostrare risultati nel progetto delle Nazioni Unite sulla valutazione del degrado dei terreni nelle zone secche (LADA), iniziato nell'anno 2006. A Cuba sono stati realizzati due corsi sul tema, è stato creato il gruppo nazionale del LADA e sono state studiate le connessioni di questo programma a livello mondiale, precisa una relazione messa a dibattito a Buenos Aires nella Convenzione di Lotta alla Desertificazione. Il testo puntualizza che è stata analizzata la capacità di Cuba di trasformarsi nel centro di coordinamento regionale del Comitato Consulente Principale, ed è sono stati presentati i dati sulla valutazione e sul controllo del degrado delle terre nel paese.

Esperto nega un’epidemia di dengue a Cuba
25.9 - Il dottore Luis Estruch Rancaño, Viceministro dell'area di Igiene, Epidemiologia e Microbiologia del Ministero di Salute Pubblica (MINSAP), ha affermato che a Cuba oggi non vi è un’epidemia di dengue. Tanto meno sono avvenuti decessi per questa malattia, considerata una delle malattie virali, di trasmissione attraverso vettori, più importanti nella regione delle Americhe. Dall’inizio dell’anno, a Cuba sono stati registrati 43 casi importati (viaggiatori malati provenienti da altri paesi), uno di questi lo scorso mese di luglio ha causato un focolaio secondario di 10 casi nel municipio di Centro Habana, e un altro nell'area di Miramar, Playa.

Riflessioni di Fidel Castro: Pittsburgh e il Vertice di Margarita
28.9 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha avvertito che l'idea di un sviluppo capitalista senza crisi è la grande illusione che gli Stati Uniti e i loro alleati tentano di vendere ai paesi di economia emergente che partecipano al G-20. In un articolo dal titolo "Pittsburgh e il vertice di Margarita", diffuso dalla pubblicazione digitale Cubadebate, Fidel Castro ricorda che le società di consumo sono incompatibili con il risparmio delle risorse naturali ed energetiche che lo sviluppo e la preservazione della nostra specie richiedono. Riferendosi al vertice del G-20 appena concluso, nella città statunitense di Pittsburgh, il leader cubano ricorda che questo gruppo è composto da Stati Uniti, Canada, Germania, Gran Bretagna, Francia, Italia e Giappone, più Russia; gli 11 principali paesi emergenti: Cina, India, Corea del Sud, Indonesia, Sudafrica, Brasile, Argentina, Australia, Arabia Saudita, Turchia, Messico e Unione Europea, con vari dei quali abbiamo eccellenti relazioni economiche e politiche. Negli ultimi tre vertici, Spagna e Olanda hanno partecipato come invitati. "Mentre Obama si riuniva a Pittsburgh con i suoi invitati del G-20 per parlare delle delizie di Capua, all'Isola Margarita del Venezuela iniziava il Vertice dei Capi di Stati di UNASUR e dell'Organizzazione dell'Unità Africana", indica. Lì – precisa – si sono riuniti oltre 60 Presidenti, Primi Ministri e alti rappresentanti dei paesi del Sud America e dell’Africa. Erano anche presenti Lula, Cristina Fernández e il Presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, provenienti da Pittsburgh, per partecipare a un Vertice più caldo e fraterno, dove si toccavano con grande franchezza i problemi del Terzo Mondo. Il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Hugo Rafael Chávez si è distinto e ha lasciato un’impronta in questo Vertice. Ho avuto la gradevole possibilità di ascoltare le voci di noti e comprovati amici. "Cuba ringrazia per l'appoggio e per la solidarietà emersa da questo Vertice, dove nulla è rimasto nel dimenticatoio" ha aggiunto.

Cuba esige il ritorno incondizionato di Zelaya nell’Honduras
28.9 - Cuba ha chiesto oggi alle Nazioni Unite la restituzione piena, immediata e incondizionata del Presidente del Honduras, José Manuel Zelaya, all'esercizio delle sue funzioni costituzionali. La richiesta è stata espressa dal Ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez, che ha chiesto anche rispetto all'inviolabilità dell'Ambasciata del Brasile a Tegucigalpa e la sospensione dell'assedio e dell'aggressione a questa sede diplomatica. Parlando all'Assemblea Generale, il Ministro ha detto che il colpo di Stato in Honduras è un riflesso dell'acuta contraddizione tra le grandi maggioranze e le oligarchie tradizionali che si ostinano a preservare i loro privilegi.

Cuba afferma all’ONU che il blocco degli Stati Uniti prosegue intatto
28.9 - Cuba ha ribadito oggi che il blocco degli Stati Uniti contro l'Isola prosegue intatto e costituisce "un atto di aggressione unilaterale a cui si deve mettere fine in modo unilaterale". Intervenendo nel plenario dell'Assemblea Generale dell'ONU, il Ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez, ha detto che il Governo nordamericano continua a non rispondere alla schiacciante protesta della comunità internazionale affinché si metta fine all’assedio contro Cuba. Il Ministro ha detto che le recenti misure annunciate dall'attuale Amministrazione statunitense costituiscono un passo positivo, ma eccessivamente limitato e insufficiente. Ha spiegato che alcune di queste disposizioni non possono essere applicate poiché perdurano senza modifiche altre restrizioni che lo impediscono.

Organizzazione popolare compie 49 anni in difesa della Rivoluzione cubana
28.9 - I Comitati di Difesa della Rivoluzione (CDR), la più grande organizzazione popolare cubana, compiono oggi 49 anni di protezione della Rivoluzione e di sviluppo delle comunità. Creati nella notte del 28 settembre 1960 e composti da oltre otto milioni di persone, i CDR sono stati un ente di aggregazione nei quartieri per la soluzione dei problemi sanitari, per il recupero di materie prime e per l’attenzione ai settori svantaggiati. I Comitati – come sono noti a Cuba e all'estero – sono stati determinanti nel successo della prima campagna di massa di vaccinazione realizzata nel paese nel 1962 contro malattie oggi eliminate come la poliomielite, il morbillo e la rosolia.

Il supermassimo cubano Mijaín López mantiene il titolo mondiale nella lotta
28.9 - Il cubano Mijaín López, medaglia d’oro a Pechino-2008, ha mantenuto il titolo mondiale nei pesi massimi della lotta greco-romana, battendo lo statunitense Dremiel Byers nel Campionato Mondiale a Herning, in Danimarca. Nell’incontro di finale López ha battuto Byers in due parziali, con punteggio di 2-0 e 4-1, mantenendo il suo terzo scettro mondiale, primo cubano che ottiene una simile impresa. Con la vittoria nei 120 chilogrammi Cuba ha terminato la competizione con una medaglia d’oro e due di bronzo, ottenute da Pablo Shorey (84 kg.) e da Pedro Isaac (66 kg.).

Gli Stati Uniti impediscono la vendita di strumenti medici a Cuba
29.9 - Il Governo statunitense ha impedito oggi alla multinazionale nordamericana Cook Vascular Inc. di vendere a Cuba dispositivi per estrarre gli elettrodi o i cavi danneggiati di stimolatori inseriti nella cavità cardiaca. In dichiarazioni al quotidiano Granma, il medico cubano Francisco Dorticós, capo del Dipartimento di Aritmie e Stimolatori Cardiaci dell'Istituto di Cardiologia e Chirurgia Cardiovascolare, ha criticato il ripetuto rifiuto alla fornitura di tali strumenti a Cuba. Dati ufficiali precisano che il blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti contro Cuba ha causato tra maggio 2008 e aprile 2009 perdite alla salute cubana stimate in 25 milioni di dollari. A questo si aggiunge la proibizione o la non concessione di visti a scienziati e specialisti cubani per partecipare a numerosi congressi ed eventi in territorio statunitense.

Evo Morales evidenzia i risultati dell'Operazione Miracolo
29.9 - Il Presidente boliviano, Evo Morales, ha evidenziato nel Beni, in Bolivia, i risultati dell'Operazione Miracolo che ha permesso con l'aiuto incondizionato di Cuba il recupero della vista a oltre 450.000 persone. In una cerimonia popolare per l’inizio del programma di salute "Sorriso sano", di attenzione primaria stomatologica e totalmente gratis, Morales ha sottolineato che dall'esperienza della Rivoluzione cubana e del suo leader, Fidel Castro, è stata assegnata priorità ai piani di salute e di educazione. In tal senso ha ricordato come dal 2005 con l'installazione di centri oftalmici nei nove dipartimenti e in zone di frontiera, in Bolivia hanno migliorato la loro qualità di vita peruviani, argentini, paraguayani e brasiliani.

L’extra-territorialità del blocco contro Cuba viola le leggi del mondo
30.9 - L'applicazione extra-territoriale del blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti contro Cuba rappresenta oggi una delle caratteristiche più accentuate di questa politica come violazione delle leggi internazionali. Respinto dalla maggior parte dei paesi del mondo e da note personalità statunitensi, l’assedio con quasi 50 anni di esistenza ha causato perdite materiali di oltre 96.000 milioni di dollari a Cuba. Al valore attuale del dollaro, l’importo ammonta a 236.221 milioni, indica la più recente relazione di Cuba all'Assemblea Generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite sulla necessità di porre fine al blocco. Dati ufficiali precisano che l’assedio statunitense ha causato tra maggio 2008 e aprile 2009 danni al sistema della salute cubano stimati in 25 milioni di dollari.

La Missione Miracolo è arrivata a 93.000 pazienti operati in Ecuador
30.9 - Specialisti cubani della Missione Miracolo hanno operato in tre anni e mezzo 93.000 pazienti ecuadoriani nelle tre cliniche di questo paese, ha comunicato oggi a Quito il coordinatore nazionale, il dottor Hugo Almeida. In un’intervista con Prensa Latina, Almeida ha precisato che la missione in Ecuador conta su 55 collaboratori, 10 dei quali sono oftalmologi o specialisti in medicina generale integrale (MGI), e il resto ingegneri in elettro-medicina e laureati in infermeria. Con personale ed equipaggiamento cubano, la prima clinica è stata inaugurata nel maggio 2006 a Latacunga, nella provincia di Cotopaxi; la seconda ha iniziato a funzionare nel luglio di quell'anno a Balena, nella provincia di Santa Elena e la terza nel luglio 2007 a Machala, nella provincia El Oro.