Settembre 2001

Fidel Castro condanna il razzismo e lo sfruttamento del Terzo Mondo
1.9 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha criticato questo venerdì a Durban tutte le forme di razzismo, e ha indicato che non si può affrontare questo fenomeno tralasciando gli effetti dello sfruttamento del Terzo Mondo. Il Presidente cubano è intervenuto a una tavola rotonda con altri 14 Capi di Stato, per la maggior parte africani, partecipanti alla Conferenza Mondiale contro il Razzismo, la Discriminazione Razziale, la Xenofobia e altre forme relative di Intolleranza, iniziata questo venerdì al Centro delle Convenzioni Internazionali di Durban. Ha espresso i suoi criteri sulle vecchie ideologie razziste e su quelle contemporanee, facendo un breve panoramica sulla storia dell'Africa e dell’Asia, e ha condannato il razzismo e le altre forme di sfruttamento dei popoli. "Abbiamo un mondo ricco e un mondo povero, un fatto come questo è intollerabile", ha espresso il leader della Rivoluzione cubana. Il leader cubano ha avuto incontri bilaterali nella stessa giornata con il Segretario Generale dell'ONU, Kofi Annan e con il Presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese, Yasser Arafat.

Argentini inviano un messaggio di solidarietà ai cubani prigionieri a Miami
1.9 - La Multisettoriale di Solidarietà dell'Argentina con Cuba ha spedito questo venerdì un messaggio di appoggio ai cinque cubani detenuti da quasi tre anni in un carcere federale nordamericano. La missiva è stata consegnata all'Ambasciatore di Cuba a Buenos Aires, Alejandro González, durante una riunione nella sede dell'Assemblea Legislativa della città di Buenos Aires tenuta per coordinare le azioni per richiedere la liberazione dei detenuti. "Vi inviamo il nostro più caldo abbraccio, ci mettiamo a vostra disposizione solidale e ci impegniamo a raddoppiare e a moltiplicare tutti gli sforzi per voi, nell’interesse di tutti gli uomini e le donne sensibili, solidali e democratici del nostro paese", dice il testo. Antonio Guerrero, Gerardo Hernández, Fernando González, Ramón Labanino e René González si trovano incarcerati in una prigione federale di Miami con l’accusa di avere attentato alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Criticato l’operato della giustizia nel caso degli anticubani arrestati a Panama
1.9 - Dubbioso, lento e anemico è stato definito a La Habana l’operato della giustizia panamense nel caso dei terroristi di origine cubana arrestati nel novembre scorso a Panama per avere pianificato un attentato contro il Presidente Fidel Castro. Commentando la presunta disfunzione cardiaca patita ieri da uno dei quattro implicati nei piani di attentato contro il leader della Rivoluzione cubana, il quotidiano Juventud Rebelde lo considera "un altro bluff a Panama". Ha affermato che Guillermo Novo tenta di seguire i passi di Luis Posada Carriles, capoccia del gruppo, e di Gaspar Jiménez, che in passato hanno prospettato problemi di salute per tentare di sfuggire alle accuse a loro carico. Prima c’è stato il carcinoma al naso di Posada, poi il disturbo cardiaco di Escobedo, e ora il bluff di Novo, ha segnalato.

Arrivati in Giamaica gli insegnanti cubani
1.9 - Le autorità ministeriali della Giamaica hanno reso noto che un gruppo di 16 insegnanti cubani è arrivato a Kingston come parte di un programma di collaborazione unita tra le due nazioni caraibiche. I professori cubani lavoreranno nella nazione caraibica per mezzo di un accordo sottoscritto in precedenza tra le istituzioni dei due paesi per attenuare il disavanzo docente causato in Giamaica dall’emigrazione degli insegnanti verso Stati Uniti e Gran Bretagna. I nuovi educatori cubani si aggiungeranno ad altri 21 cubani che ritorneranno in Giamaica dopo avere trascorso le loro vacanze estive con i loro parenti a Cuba. Secondo informazioni del Ministero dell’Educazione della Giamaica, gli specialisti lavoreranno principalmente in scuole di livello medio nelle zone rurali.

Un laboratorio cubano diventa centro internazionale di ricerche
1.9 - Un accordo tra il Centro Latinoamericano di Fisica (CLAF) e il Ministero di Scienza, Tecnologia e Ambiente è stato firmato a La Habana per concedere a un laboratorio cubano di elettronica la condizione di Centro Internazionale di Ricerche. L'accordo - sottoscritto dai dottori Luis Masperi, direttore del CLAF, e da Wenceslao Carrera, presidente dell'Agenzia di Energia Nucleare del CITMA - converte il laboratorio Microtron MT-25 in un centro di interscambio regionale. Dopo la firma, Masperi ha segnalato che questo è un sforzo comune per ottenere che Cuba contribuisca ancora di più alla scienza, indispensabile al progresso armonico di ogni società e all’instaurarsi di relazioni ragionevoli tra le nazioni.

Viene affermato che il prossimo anno scolastico a Cuba sarà rivoluzionario
1.9 - Ministri e funzionari del settore educativo di Cuba si sono trovati d’accordo nell’affermare ieri a La Habana che il prossimo anno scolastico a Cuba sarà rivoluzionario, a partire dai nuovi concetti pedagogici accumulati nel precedente periodo. Nell'abituale Tavola Rotonda trasmessa dalla radio e dalla televisione, i Ministri dell’Educazione, Luis Ignacio Gómez, e dell’Educazione Superiore, Fernando Vecino Alegret, hanno delineato le indicazioni esposte dal Governo cubano in questo ramo, dove a partire dal giorno 3 settembre riprenderanno gli studi oltre 2.400.000 studenti. Gómez ha affermato che si continuerà a seguire con particolare attenzione il livello prescolastico e la scuola elementare, dove verranno introdotti, tra altre cose, programmi audiovisivi adatti all’eta degli studenti di quel livello. Ha aggiunto, inoltre, la nuova formazione di maestri elementari per arrivare a classi di 20 alunni al fine di garantire l'attenzione personalizzata ai bambini, che a Cuba raggiungono il 99.8 % di scolarità.

Fidel Castro e Nelson Mandela si sono incontrati a Johannesburg
3.9 - Il Capo di Stato cubano, Fidel Castro, ha avuto domenica a Johannesburg un incontro bilaterale con l'ex Presidente sudafricano Nelson Mandela, in un clima disteso e amichevole. Poco dopo il primo abbraccio, il leader africano ha dichiarato che "è un grande momento per noi stare qui con Fidel, perché quello che Fidel ha fatto per noi è difficile descriverlo a parole. Per prima cosa nella lotta contro l'apartheid, non ha avuto titubanze nel darci tutto l'aiuto", ha ricordato Mandela. "Adesso che siamo liberi abbiamo molti medici cubani che lavorano in Sudafrica, che ci aiutano nelle aree rurali, dove non c'è praticamente nessun altro medico", ha aggiunto. Da parte sua, il Presidente cubano ha descritto questo incontro con Nelson Mandela come "uno dei pomeriggi più felici della mia vita. Primo perché trovo il mio caro fratello meglio che mai, in ottima salute. Secondo – ha aggiunto - con lo stesso entusiasmo che ha avuto per tutta la vita, e terzo perché è pronto per farci una visita".

CIREN: eccellenti risultati nella restaurazione neurologica
3.9 - Il Centro Internazionale di Restaurazione Neurologica di Cuba (CIREN) costituisce un esempio tra le istituzioni mondiali rivolte al recupero delle funzioni neurologiche e biologiche. Situato nel quartiere residenziale Siboney a La Habana, il CIREN è, dal punto di vista della sua struttura fisica, un complesso di accoglienti edifici dove funzionano cinque cliniche nelle quali si prestano cure a pazienti stranieri e cubani afflitti da varie malattie relative alle specialità dell'istituto. Le cliniche nelle quali lavorano professionisti di alto livello scientifico formano la struttura operativa del CIREN: quella di lesioni al midollo, di statiche encefaliche, del sonno, di restaurazione neurologica e di neuropediatria.

Aperte tutte le aule cubane per i’anno scolastico 2001-2002
4.9 - Senza contrattempi, tutte le aule cubane hanno aperto questo lunedì le loro porte a oltre 2.400.000 bambini, adolescenti e giovani iscritti nell'insegnamento generale per l’anno 2001-2002. Il quotidiano Granma, organo ufficiale del Partito Comunista di Cuba, ha assicurato ieri che questo sarà un corso che diventerà storico per le trasformazioni qualitative che si produrranno nell'educazione cubana, già riconosciuta come una delle migliori del mondo. "Non è facile per Cuba, assediata dal blocco economico nordamericano, destinare tante risorse all'insegnamento, tuttavia, questo è stato priorizzato, e ancor più, è stato ampliato con piani che lo renderanno migliore"..

Inaugurata la prima scuola cubana per bambini autistici
4.9 - La prima scuola cubana per bambini autistici è stata inaugurata questo lunedì a La Habana come parte di un piano nazionale che comprende l'incorporazione graduale di centri simili in tutto il paese. Come ha spiegato il dottore Cristóbal Martínez, capo del Gruppo Nazionale di Psichiatria Infantile e dell'Adolescente, la scuola comprende bambini e giovani dai 2 ai 19 anni con distinte caratteristiche, manie e sintomi, molti dei quali non parlano né pronunciano neppure una sola semplice parola perché non vogliono. L'istituzione, all’inizio, ospiterà 83 minorenni.

Trovato il documento dattiloscritte più vecchio di Cuba
4.9 - Esperti di Sancti Spiritus hanno trovato nell'archivio di storia della provincia di Sancti Spiritus una lettera del 1877, considerata il documento dattiloscritto più vecchio di Cuba, a soli nove anni dall’invenzione della macchina da scrivere. Secondo José Ramón Crespo, notaio e professore dell'università di Sancti Spiritus, lo scritto datato 9 luglio 1877 è stato elaborato per comunicare ufficialmente la richiesta di una licenza per affari particolari di un notaio di Sancti Spiritus, secondo i regolamenti vigenti all'epoca.

Alarcon denuncia la guerra economica degli Stati Uniti contro Cuba
5.9 - Il Presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcon, ha denunciato a La Habana la guerra economica sviluppata dagli Stati Uniti contro il suo paese dal 1959 e le menzogne di Washington per distorcere tale realtà. Intervenendo ieri al Forum Mondiale sulla Sovranità Alimentaria che riunisce a La Habana circa 200 organizzazioni sociali, contadine, rurali e professionisti di tutto il mondo, ha fatto riferimento ai tentativi degli Stati Uniti di alterare la realtà. Ha segnalato le proibizioni per Cuba di acquisire su qualunque mercato alimenti e medicinali di provenienza nordamericana.

Ex-agente afferma che gli Stati Uniti non metteranno freno al terrorismo contro Cuba
5.9 - Percy Francisco Alvarado Godoy, di origine guatemalteca, ha affermato questo martedì a La Habana che a Cuba non rimane altro rimedio che quello di far fallire i piani terroristici di gruppi radicati negli Stati Uniti perché le autorità statunitensi non vi mettono freno. Alvarado Godoy, che è stato un agente segreto cubano, è intervenuto alla Tavola Rotonda, dove ha fornito particolari della sua deposizione come testimone nell'anno 2000 durante il processo ai cinque cubani accusati di attentare alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Dopo essere stato reclutato a Miami, Alvarado Godoy, che era l'agente Fraile per i servizi segreti di Cuba, ha avuto contatti con la Fondazione Nazionale Cubano-Americana di estrema destra e perfino è stato incaricato di una missione per la collocazione di esplosivi in luoghi pubblici e di realizzare lavori di spionaggio su obiettivi politici e sociali per ulteriori sabotaggi.

Cuba ha il maggiore numero pro capite di psichiatri infantili nell’America Latina
5.9 - L'esistenza di 200 psichiatri infantili indica che Cuba è la nazione con il maggiore numero pro capite di specialisti di questo tipo in America Latina, hanno segnalato ieri autorità sanitarie di Cuba. A Cuba, uno dei paesi privilegiati nello sviluppo della psichiatria infantile nella regione, questa specialità fa parte del Programma Nazionale di Attenzione Materno-Infantile, che comprende tra i suoi obiettivi di lavoro quello di ottenere cambiamenti negli stili di vita, il controllo dell'ecosistema, la eliminazione di fattori di rischio, una diagnosi precoce, cure opportune e la riabilitazione.

Il ritiro degli Stati Uniti a Durban conferma la doppia morale, afferma un delegato cubano
5.9 - L'azione di boicottaggio degli Stati Uniti al Vertice di Durban ha dimostrato una volta di più la doppia morale di un paese che si autodefinisce difensore dei diritti umani nel mondo, ha affermato ieri Rodolfo Reyes, vicedirettore degli Affari Multilaterali del Ministero degli Esteri di Cuba e delegato al Vertice. Ha considerato che la partenza della delegazione nordamericana dalla conferenza anti-razzismo non è stata una sorpresa, era qualcosa di ampiamente pronosticato che non ha causato nessun rimpianto nell'auditorium. Ha ricordato che la "stessa presenza a Durban di un'irrilevante missione statunitense è stata un'azione cinica per far diminuire le pressioni internazionali" contro la Casa Bianca.

Carlos Lage evidenzia il potenziale di diversificazione nell’industria cubana dello zucchero
6.9 - Il vicepresidente cubano Carlos Lage, questo mercoledì ha valutato positivamente i progetti per ottenere alimenti a uso animale che possono essere sviluppati a Cuba come parte della diversificazione dell'industria nazionale dello zucchero. Ha spiegato che la diversificazione dell’industria dello zucchero è uno dei grandi obiettivi proposti nel periodo speciale (crisi economica) e che oggi nuovamente viene ripreso. Ha elogiato il progetto che si sviluppa nella centrale dello zucchero Siboney, nella provincia orientale di Camagüey, per produrre integratori alimentari destinati al bestiame bovino partendo dalla melassa arricchita con ammoniaca..

Città cubana ricorda i suoi martiri nella ribellione del 1957
6.9 - Come ogni anno il 5 settembre la popolazione di Cienfuegos, città nel centro-sud cubano, si è recata in pellegrinaggio fino alla tomba dei suoi figli morti nel 1957 durante un'insurrezione popolare. In precedenza, decine di migliaia di cittadini avevano partecipato a una cerimonia per ricordare l'azione armata, divenuta un'altra tribuna per richiedere la liberazione dei cinque concittadini prigionieri in un carcere federale a Miami, la cui scarcerazione è richiesta da Cuba dallo scorso 23 giugno. Il 5 settembre 1957, la città portuale di Cienfuegos era rimasta per quasi 24 ore nelle mani di civili e di marinai che si erano sollevati contro il Governo corrotto di Fulgencio Batista, causa della morte di oltre 20.000 persone.

Definita una vittoria della scienza cubana la sentenza della Corte Suprema del Guatemala
6.9 – Una vittoria della scienza cubana è stata definita ieri a La Habana la sentenza favorevole della Corte Suprema di Giustizia del Guatemala (CSJG) che ha rimesso nel registro (licenza di vendita) il topicida biologico Biorat. Così ha affermato il direttore del gruppo imprenditoriale Laboratori Biologici Farmaceutici, José Antonio Fraga, che ha aggiunto che con questa decisione giuridica "si sono imposte la ragione, la verità e la giustizia". Ha segnalato che la sentenza della CSJG permette al gruppo imprenditoriale cubano di commercializzare il prodotto immagazzinato in Guatemala da quando, un anno fa, era stata proibita la sua commercializzazione su pressioni delle multinazionali per evitarne la concorrenza sui mercati.

Una provincia centrale cubana ha il più basso indice di disoccupazione del paese
6.9 – Esther Orellana Pérez, esperta della direzione provinciale del Ministero del Lavoro di Sancti Spiritus, ha comunicato ieri che la provincia di Sancti Spiritus, nella zona centrale di Cuba, ha un tasso del 2.6 % di persone disoccupate tra quelle economicamente attive, fatto che costituisce il più basso indice di disoccupazione del paese. Ha dichiarato che nel 2001 sono stati creati 8.638 nuovi impieghi, dei quali 4.459 sono stati destinati ai giovani e altri 2.128 alle donne. Fino a oggi l'esecuzione del piano annuale di collocamento sul territorio di Sancti Spiritus ha raggiunto il 52 %, nel caso dei giovani ha coperto il 58 % e nel caso delle donne il 46 %.

Fidel Castro avverte del pericolo della privatizzazione dei brevetti di ricerca
8.9 – Il Presidente di Cuba, Fidel Castro, ha ieri affermato che la concessione di brevetti a poche aziende nel mondo per lo sviluppo di ricerche relative all’alimentazione ha il dovere morale di essere proibita. Intervenendo alla chiusura del Forum Mondiale sulla Sovranità Alimentare, che questa settimana ha riunito a La Habana oltre 200 organizzazioni sociali, rurali, indigene e professionali del mondo, ha espresso che questo fenomeno non si verifica solamente nell’ingegneria genetica, bensì anche nella produzione di medicinali. Questo fatto rende talvolta il problema più grave perché la maggior parte delle malattie uccide in modo più rapido della fame e in un modo più crudele

Le ONG condannano a Durban il blocco statunitense contro Cuba
8.9 - La Dichiarazione Finale del forum delle Organizzazioni Non Governative contro il Razzismo, correlato al Vertice di Durban, ha condanno ieri il blocco economico contro Cuba come una violazione della sovranità e dei diritti umani. L'evento, prologo alla Conferenza Mondiale contro il Razzismo, ha definito l’assedio economico, finanziario e commerciale mantenuto per quattro decenni dagli Stati Uniti "una grossolana violazione dei diritti umani e della sovranità del popolo cubano".

Attenzione per la salute dei bambini cardiopatici in una provincia cubana
8.9 – Miguel Pérez, del settore della salute della provincia, ha annunciato che oltre 200 bambini della centrale provincia cubana di Sancti Spiritus sono stati operati al cuore in quest'ultimo decennio per cardiopatie congenite incompatibili con la vita. Ha precisato che fino al 1986 il tasso di mortalità per queste anomalie nei minori fino a cinque anni era di due decessi ogni mille nati vivi. Nella decennio degli anni ‘80 si è iniziato a organizzare la Rete Nazionale di Cardiologia, con l'inaugurazione del cardiocentro infantile William Soler, a La Habana, fatto che ha facilitato una crescita graduale di questa diagnosi precoce in età infantile e nella fase prenatale, ha rilevato. Questa Rete, ha aggiunto, ha permesso di diminuire l'indice di mortalità nel territorio a 0.8 decessi ogni mille nati vivi.

Inaugurata a Cuba un’agenzia di commercio elettronico culturale
8.9 – Al Teatro Amadeo Roldan, di La Habana, ieri è stato inaugurata un’Agenzia di Commercio Elettronico (ACE) che ha come obiettivo l'offerta e la vendita di lavori e di servizi culturali ai clienti del mondo. Abel Prieto, Ministro della Cultura di Cuba, ha presieduto la cerimonia di apertura ufficiale di questa strategia che intende promuovere le potenzialità degli aspetti digitali nella Cultura e arrivare alla commercializzazione di prodotti e di servizi di questo tipo attraverso progetti informatici che sviluppino il commercio elettronico.

Una comunità cubana raggiunge un record nelle donazioni volontarie di sangue
10.9 - Una piccola comunità di Camagüey di circa 800 abitanti, ha risposto all’appello della Organizzazione Mondiale della Salute di ottenere una donazione di sangue ogni 20 abitanti. Las Coloradas, a 600 chilometri da La Habana, negli ultimi 12 mesi ha ottenuto un indice di 2.4 donazioni volontarie di sangue ogni venti persone, risultato che la pone al vertice a livello nazionale. Secondo una notizia della stampa cubana, la vocazione solidale di questa piccola zona è diventata di massa nel 1998, quando si sono raggiunte 300 donazioni gratuite e volontarie, promosse dai Comitati di Difesa della Rivoluzione.

Cuba conclude i Giochi di Buona Volontà con 11 medaglie d’oro nel pugilato
10.9 - Cuba ha concluso questa domenica la sua prestazione ai V Giochi di Buona Volontà a Brisbane, Australia, con 11 medaglie d’oro, 2 d’argento e 3 di bronzo, piazzandosi al quinto posto assoluto nel medagliere conclusivo dei Giochi, superata solamente da Australia, Russia, Stati Uniti e Cina. L'isola caraibica ha inoltre migliorato il suo bottino rispetto all’edizione precedente di New York '98 che ammontava a 8 medaglie d’oro, 5 d’argento e 4 di bronzo.

Cuba riafferma il suo diritto a difendersi dalle aggressioni degli Stati Uniti
11.9 - Cuba ha ribadito ieri il suo diritto a difendersi dalle aggressioni della mafia di Miami mediante la ricerca di informazione sui piani dei gruppuscoli che operano con la protezione del governo degli Stati Uniti contro il popolo cubano. Con tale criterio il Ministro degli Esteri cubano Felipe Pérez Roque ha risposto ai giornalisti sul recente arresto in Florida di due presunti agenti cubani, che l’FBI mette in relazione ad altri cinque cubani che sono stati processati a Miami per una simile situazione. Le due persone arrestate sono state identificate come George Gari e Marisol Gari, accusati del tentativo di infiltrazione nei gruppi terroristici che realizzano azioni contro Cuba.

Ammessa una denuncia contro il terrorista Posada Carriles
11.9 - La Confederazione Nazionale di Unità Sindacale Indipendente e il Sindacato Unico Nazionale dei Lavoratori dell'Industria della Costruzione e Affini, entrambi di Panama, hanno reso noto che la denuncia presentata nell’agosto scorso contro Luis Posada Carriles e contro altri tre terroristi di origine cubana è stata approvata dalla Procura Prima di Panama. L’organismo giudiziario panamense aveva permesso a queste organizzazioni di rappresentare i loro interessi nel processo contro Posada Carriles e i suoi complici, detenuti a Panama dal novembre scorso per aver pianificato un attentato contro il Presidente cubano, Fidel Castro, quando questi era in visita a Panama in occasione del X Vertice Ibero-Americano.

Prensa Latina inaugura un nuovo sito web in Internet
11.9 - L'Agenzia Informativa Latinoamericana ‘Prensa Latina’ ha pubblicato questo lunedì nella rete delle reti un nuovo sito Web, in sostituzione del precedente, con una tecnologia più moderna e maggiori servizi informativi per i suoi utenti. Il nuovo sito utilizza il linguaggio XML, più moderno e rigoroso, ma anche più adatto a fornire informazioni a tutti i clienti e agli interessati, superiore al tipo precedente installato dall’agosto 1999.

Cuba condanna gli attentati negli Stati Uniti e offre aiuto medico
12.9 - Il Governo cubano ha condannato gli attentati avvenuti questo martedì negli Stati Uniti e ha espresso la sua totale disposizione a cooperare con gli Stati Uniti nell’assistenza e nella riabilitazione delle vittime. In una dichiarazione ufficiale, le autorità di Cuba hanno espresso di avere ricevuto con "dolore e tristezza le notizie sugli attacchi violenti e di sorpresa realizzati contro installazioni civili e ufficiali nelle città di New York e di Washington, che hanno provocato numerose vittime". In una cerimonia pubblica trasmessa dalla televisione cubana, Fidel Castro - dopo aver definito questi avvenimenti una catastrofe di tipo politico e umano e aver manifestato costernazione per la tragedia – ha detto che Cuba è disposta a inviare sangue, plasma o qualsiasi altro prodotto che "possiamo donare, e lo faremo con piacere". Ha assicurato che nonostante la politica ostile di Washington contro La Habana, da oltre quattro decenni, le autorità di Cuba non hanno mai seminato odio contro il popolo statunitense.

Appello di Fidel Castro per creare una coscienza mondiale contro il terrorismo
12.9 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha fatto appello a La Habana per creare una coscienza mondiale contro il terrorismo per superare con intelligenza e unità questa piaga che colpisce l'umanità. "Nessuno dei problemi del mondo, neanche il terrorismo, si può risolvere con l'impiego della forza", ha segnalato il Presidente riferendosi agli attentati accaduti questo martedì negli Stati Uniti. Ogni azione di violenza in qualunque parte del mondo solo può aggravare ancora di più i problemi che vive oggi il mondo, la strada non deve essere quella della forza, ha enfatizzato il Presidente. Non c’è potere che possa garantire l'immunità contro tali fatti, perché possono essere azioni di gruppi ridotti, difficili da scoprire ed eseguiti da suicidi, ha aggiunto.

Cuba avverte su di una possibile azione sconsiderato degli Stati Uniti per il terrorismo
13.9 - Cuba ha avvertito questo mercoledì che un'azione sconsiderata degli Stati Uniti, dovuta all'ira e alla superbia, in risposta agli attacchi terroristici di cui sono stati ieri vittima, potrebbe aggravare le tensioni e scatenare mali maggiori. Durante l'abituale programma Tavola Rotonda Informativa, a La Habana, il moderatore Randy Alonso ha segnalato che i venti che soffiano a Washington sono di guerra, ma i metodi di forza non risolveranno, come ha detto il Presidente cubano, Fidel Castro, il terribile flagello del terrorismo. Ha affermato che "un'azione sconsiderata, portata avanti dall'ira e dalla superbia, potrebbe solamente aggravare le tensioni e scatenare mali maggiori, perché la violenza genera solo violenza".

A Cuba dimesso il 96 % di malati colpiti da neuropatia epidemica
13.9 – A Cuba il 96 % delle persone che sono state colpite nello scorso decennio da neuropatia epidemica è stato dimesso, ha indicato questo mercoledì la dottoressa Carmen Serrano, Capo del Programma Nazionale per il controllo di questa affezione. Gli oltre 53.000 casi diagnosticati dall'inizio dell'epidemia nel 1992, sono stati valutati sistematicamente con il proposito di monitorare la loro evoluzione e riabilitazione, ha aggiunto. Fino a oggi, ha assicurato, è stato recuperato il 71 % del totale delle persone colpite da neuropatia ottica.

Cuba celebra giornate di solidarietà con Porto Rico
14.9 – Questo giovedì a La Habana è stato reso noto che per due settimane il popolo cubano celebrerà giornate di solidarietà con Porto Rico per la sua lotta per l'indipendenza dalla tutela degli Stati Uniti. Le attività promosse dall'Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli saranno sviluppate da organismi e da organizzazioni di Cuba in appoggio al popolo portoricano e alle sue richieste al Governo nordamericano affinché i suoi marines abbandonino l'Isola di Vieques. Il programma è cominciato il giorno 12 con il ricordo del 110° anniversario della nascita di Pedro Albizu Campos, distinto combattente portoricano e dei 35 anni della missione di Porto Rico a Cuba.

Cuba garantirà una missione permanente di salute nel Niger
14.9 - Cuba garantirà una missione permanente di 30 medici nel Niger, con la possibilità di accrescerla a 90, secondo un protocollo sottoscritto ieri a La Habana che interessa ampi settori di collaborazione tra i due paesi. Il documento è stato firmato da Marta Lomas, Ministro cubano per l'Investimento Straniero e per la Collaborazione Economica, e da Nassirou Sabo, Ministro del Niger degli Affari Esteri, della Cooperazione e dell'Integrazione Africana. Firmato al termine della III Sessione della Commissione Mista, a La Habana, il documento identifica aree nelle sfere della collaborazione economica, scientifico-tecnica, culturale e commerciale nelle quali i due paesi si sono impegnati a lavorare nel periodo 2001-2003.

Giunto in Venezuela un altro gruppo di medici cubani
14.9 - Un nuovo gruppo di 20 medici cubani si è inserito ieri ai suoi compiti di cooperazione in diversi stati venezuelani, dopo il suo arrivo a Caracas. La maggior parte dei nuovi arrivati presterà servizio nello stato di Guarico, dove finora non vi erano componenti della brigata medica cubana che presta servizio in Venezuela. I rimanenti sono stati assegnati agli stati di Barinas, di Trujillo e di Lara, secondo quanto confermato dalla direzione del contingente. Con l'arrivo di questi medici è salito a 264 il totale dei professionisti e dei tecnici della salute che, su richiesta della parte venezuelana, lavora in questa nazione sud-americana.

Quest’anno gli Stati Uniti hanno rimandato a Cuba 654 emigranti clandestini
14.9 – Dall’inizio dell’anno un totale di 654 emigranti clandestini cubani sono stati rimandati a Cuba dal Servizio di Guardacoste degli Stati Uniti, ha reso noto il quotidiano Granma. Una ventina di questi sono rientrati a Cuba attraverso la Base Navale Nordamericana di Guantánamo, secondo l'organo ufficiale del Partito Comunista di Cuba. Martedì scorso sono state consegnate a Cuba 12 persone (11 uomini e 1 donna) che erano partiti in quattro gruppi da diversi punti della costa nord dell'occidente cubano, con il proposito di emigrare verso il territorio statunitense.

Cuba ribadisce la necessità dell’uso della ragione per combattere il terrorismo
14.9 - Analisti politici cubani hanno ribadito questo giovedì a La Habana che il terrorismo bisogna combatterlo con la ragione, con l'azione serena e con lo sforzo unito della comunità internazionale, e non con la violenza irrazionale dei potenti. Nell'abituale programma Tavola Rotonda Informativa trasmessa dalla radio e dalla televisione cubana, gli esperti hanno affrontato il tema degli eventi successi negli Stati Uniti lo scorso martedì. Il moderatore, Randy Alonso, ha segnalato che il terrorismo è un fenomeno unico ed esecrabile e deve essere affrontato in stretta cooperazione da tutti i governi e da tutti i popoli. Ha avvisato che l'opzione della guerra non contribuirà in alcun modo ad affrontare quello flagello e ha notato che "i venti di rancore, di prepotenza, di rivincita e di egemonismo che soffiano a Washington pronosticano situazioni più gravi e rischiose per l'umanità.

Fidel Castro afferma che Cuba avanza nonostante le difficoltà economiche
15.9 - Nonostante il fatto che il paese non abbia superato le difficoltà economiche generate dalla sparizione del campo socialista, Cuba avanzi in sfere chiave come la salute e l'educazione, ha affermato il Presidente Fidel Castro. Inaugurando una scuola per la formazione di infermieri, alla periferia di La Habana, il leader cubano ha riferito che negli ultimi due mesi sono stati ottenuti notevoli progressi in queste due aree, tra le prioritarie della Rivoluzione fin dal suo trionfo nel gennaio 1959. Ha sostenuto che la preparazione delle infermiere cerca di supplire a un disavanzo di 2.354 specialisti di questo tipo esistente a La Habana, perché il resto del paese non presenta difficoltà in questo settore.

Organismo Non Governativo cubano condanna gli atti di terrorismo negli Stati Uniti
15.9 - Il Movimento Cubano per la Pace e per la Sovranità dei Popoli ha energicamente condannato a La Habana gli atti di terrorismo perpetrati a Washington, a New York e in Pennsylvania lo scorso martedì. In un comunicato diffuso a La Habana, questo Organismo Non Governativo cubano afferma che "gli abominevoli fatti che hanno lasciato un'ondata di vittime innocenti ci riempiono di dolore e di tristezza". Ugualmente, esorta tutti gli uomini che lottano per una pace giusta e necessaria nel mondo a unire le loro voci di condanna contro questi attacchi e a reclamare la tranquillità richiesta dal mondo.

Oltre 800.000 persone hanno visitato il Memorial Ernesto Guevara
17.9 - Circa 840.000 persone hanno visitato il Memorial Ernesto Guevara dalla sua inaugurazione il 17 ottobre 1999 fino a oggi, dove sono conservate le spoglie del Guerrigliero Eroico e dei suoi compagni di lotta in Bolivia. Come riporta l'Agenzia di Informazione Nazionale da Santa Clara, un terzo dei visitatori è costituito da stranieri arrivati da tutte le latitudini del mondo che si uniscono agli omaggi di ammirazione e di rispetto ricevuti ogni giorno dagli eroi. Rappresentanti di 111 nazioni hanno visitato il Memorial in veste di delegazioni ufficiali o di gruppi turistici, e tra le nazionalità più rappresentate figurano francesi, italiani, spagnoli, olandesi, canadesi e argentini.

Aumenteranno nei prossimi anni i nuovi iscritti nelle università cubane
18.9 - Le università cubane incrementeranno nei prossimi cinque anni i loro nuovi iscritti oltre i 200.000 studenti, ha messo in risalto il Ministro dell’Educazione Superiore, Fernando Vecino Alegret. Nel prossimo anno accademico, ha detto, a Cuba si apriranno otto corsi umanistici in altri 12 centri di insegnamento universitario, principalmente per accogliere i diplomati delle scuole di formazione di lavoratori sociali, giovani dediti alle ricerche sociali nei quartieri considerati periferici. In un'altra parte dell'intervista pubblicata ieri dal settimanale Trabajadores, il Ministro ha sottolineato il contributo dato da professori e studenti dell'insegnamento universitario di La Habana per supplire alla mancanza di questi professionisti nell'insegnamento elementare.

Trenta nazioni partecipano alla conferenza di musica per computer
18.9 – Il XXVII Festival Internazionale di Musica per Computer, che terminerà il 22 settembre, è iniziato questo lunedì a La Habana con la partecipazione di 235 artisti di 30 nazioni. Ricercatori, musicisti, e creatori di software e hardware, interessati all'integrazione del pentagramma con la tecnologia di punta, prenderanno parte alla Conferenza, promossa dal 1974 dall'Associazione Internazionale di Musica per Computer. Questo spazio organizza reti professionali di lavoro, pubblicazioni, registrazioni, progetti specializzati e ricerca sovvenzionata sugli aspetti tecnici, creativi e interpretativi della musica computerizzata.

Previsto a Cuba un miglioramento nella fornitura di medicinali
19.9 - Il Governo cubano prevede miglioramenti nella fornitura di medicine nel paese, a partire da nuove strategie applicate a tale proposito e finanziate con fondi appositamente destinati. Intervistato da un giornalista della televisione cubana nell'orientale provincia di Camagüey, il Vicepresidente Carlos Lage ha dichiarato che una parte importante delle entrate di Cuba verranno impiegati nell'acquisto di medicinali, fatto che favorirà un recupero sensibile. Tuttavia, il Vicepresidente ha precisato che sarà necessario un lavoro capillare per il controllo di questi prodotti nei magazzini e nella loro distribuzione, come pure l’innalzamento della qualità delle cure ai pazienti per facilitare questo servizio.

Non tutto è perduto, afferma una dichiarazione del Governo cubano
20.9 - Cuba ha detto che è tanto grave come il terrorismo il fatto che un Stato proclami il diritto di ammazzare a discrezione, in qualunque angolo del mondo, senza norme legali, senza processi e neppure prove. In una dichiarazione emessa questo mercoledì dal Governo cubano - in relazione al clima di guerra che predomina tra i più alti dirigenti degli Stati Uniti in cerca di rappresaglie per gli attentati terroristici a New York e a Washington di martedì 11 settembre - si fa appello alla saggezza. "Il mondo non ha dato il suo appoggio unanime, né espresso le sue più sincere condoglianze al nobile popolo nordamericano affinché su questi sentimenti si elaborino dottrine che seminerebbero il mondo di caos e di fatti sanguinari", sottolinea il testo.

Cuba conferma i contatti con gli Stati Uniti sul terrorismo e su altri temi
20.9 – Il Ministero degli Esteri di Cuba ha confermato ieri a La Habana che Cuba e Stati Uniti hanno avuto contatti a Washington e a La Habana su terrorismo e su altri temi di mutuo interesse, come quello relativo agli individui legati al traffico illegale di persone tra i due paesi. Il portavoce del Ministero delle Relazioni Estere, Aymé Hernández, ha precisato che le conversazioni degli ultimi giorni hanno avuto per argomento l’ipotesi di qualunque tentativo di utilizzare Cuba per attività terroristiche contro Stati Uniti o contro altre nazioni. Ha affermato che "detti contatti sono stati sporadici, limitati a un minimo di temi, tra questi attività protocollari in relazione a cerimonie di ricordo e di omaggio alle vittime nordamericane dell'attentato terroristico avvenuto lo scorso 11 settembre".

Cuba ribadisce l’appello per creare una coscienza mondiale contro il terrorismo
20.9 – Di fronte al persistere del linguaggio bellico degli Stati Uniti, esperti cubani hanno ieri ribadito l’appello del loro Governo per creare una coscienza mondiale contro il terrorismo e a non alimentare ancora di più la violenza per combattere quello flagello. Per due ore, i partecipanti all'abituale Tavola Rotonda trasmessa dai mezzi di diffusione di Cuba hanno analizzato la situazione esistente nel territorio statunitense e si sono trovati d’accordo sul fatto che non pochi dirigenti del Governo di Washington, compreso il Presidente George W. Bush, stanno incitando i loro cittadini alla guerra come unica opzione come rappresaglia ai drammatici avvenimenti di martedì 11 settembre.

Cuba assegna a un imprenditore italiano la Medaglia dell'Amicizia
20.9 - Il Consiglio di Stato di Cuba ha consegnato ieri la Medaglia dell'Amicizia all'imprenditore italiano Franco Omero Mancini, in riconoscimento al suo sistematico e intenso lavoro nella organizzazione di attività di solidarietà con Cuba. Mancini ha ricevuto l'onorificenza nella sede dell'Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli (ICAP), dove è stato detto che questo riconoscimento è dovuto alla sua collaborazione a numerosi progetti di sviluppo dei servizi comunali e alla ripetuta consegna di donazioni alle province cubane. Mancini ha ricevuto la Medaglia dalle mani del Presidente dell'ICAP, Sergio Corrieri.

Diminuito a Cuba l’inquinamento dell’ecosistema
20.9 - Il direttore del Centro di Informazione e Gestione Ambientale, Jorge Mario García, ha annunciato ieri che, nella misura in cui si riprende l'economia cubana, Cuba riduce il suo inquinamento all'ecosistema con una diminuzione del 9.7 % nel 2000. Ha segnalato che mentre nel 1999 tale diminuzione è stata del 6.9 %, nel 2000 è stata del 9.7 %, e nel 2001 si sta lavorando per migliorare tale indicatore. Ha precisato che attualmente esistono 2.053 fonti inquinanti relativi al settore industriale, agrozootecnico e alla comunità.

Cuba non ha tentennato nell’esprimere solidarietà al popolo degli Stati Uniti
21.9 - Cuba non ha tentennato nell’esprimere la sua completa solidarietà al popolo statunitense di fronte al brutale crimine di cui è stato vittima lo scorso giorno 11, hanno affermato questo giovedì a La Habana gli esperti in una Tavola Rotonda. Randy Alonso, conduttore dell'abituale spazio televisivo, ha segnalato che il suo paese ha comunicato in forma pubblica e immediata le sue condoglianze e il suo appoggio agli Stati Uniti, ma ha preferito farlo con le proprie parole e per proprio conto. Riguardo alla risposta di Cuba al segretario pro-tempore dell’XI Vertice Ibero-Americano affinché Cuba firmasse una dichiarazione congiunta della regione su tali avvenimenti, approvata il giorno 15 settembre, l’esperto ha spiegato che dopo avere compiuto fin dai primi momenti il dovere morale e solidale di esprimere l'appoggio agli statunitensi, non sarebbe stato onorevole sottoscrivere il documento proposto a nome del gruppo ibero-americano, dove – ha sottolineato – "ci sono paesi che si sono rifiutati di condannare gli atti terroristici contro Cuba".

L’appoggio mondiale agli Stati Uniti è per la giustizia e non per la vendetta
22.9 – Gli esperti cubani hanno affermato ieri a La Habana che la solidarietà del mondo con gli Stati Uniti dopo i tragici avvenimenti dello scorso giorno 11 non è per la vendetta, bensì per la giustizia. Nell'abituale Tavola Rotonda, trasmessa dalla radio e dalla televisione, gli analisti politici hanno respinto la terminologia usata dal Presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, nel suo messaggio ai suoi connazionali, trasmesso dai network della televisione lo scorso giovedì. "Solo la vera cooperazione internazionale e la lotta contro le sue cause potranno far finire il terrorismo", ha affermato il moderatore della Tavola Rotonda, Randy Alonso, che ha aggiunto che nel suo discorso Bush ha enunciato la filosofia del potere globale che ha posto al mondo nel secolo XXI.

Prima abilitazione di insegnanti audiolesi
22.9 – L’Agenzia di Informazione Nazionale ha reso noto che la prima abilitazione di audiolesi come istruttori di lingua a segni, è avvenuta questo venerdì nella sede del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale di La Habana, come parte della nuova strategia di perfezionamento educativo. I 15 diplomati hanno ricevuto i loro diplomi dalle mani di rappresentanti dell'Istituto Superiore Pedagogico ‘Enrique José Varona’, dell'Associazione Nazionale degli Audiolesi di Cuba (ANSOC), dell'organismo sede della cerimonia, e di altri enti che hanno appoggiato l'iniziativa. Carlos Moncada, presidente dell'ANSOC ha espresso che questi diplomi sono un passo nella rottura delle barriere della comunicazione, che è il problema fondamentale che devono affrontare le persone sorde.

Cuba condanna gli atti terroristici e la possibile risposta militare degli Stati Uniti
24.9 – Lo scorso sabato oltre 50.000 cubani capeggiati dal Presidente Fidel Castro hanno condannato ancora una volta gli atti terroristici dello scorso giorno 11 contro le città di New York e di Washington, come pure la possibile risposta militare progettata da George W. Bush. Alla grande manifestazione, nota a Cuba come Tribuna Aperta della Rivoluzione, svoltasi nel municipio di San Antonio de los Baños, nella vicina provincia di La Habana un manifestante ha chiesto a Bush di utilizzare i milioni di dollari stanziati dal Congresso per ricostruire il suo paese e per concorrere all’eliminazione dei mali presenti nel mondo e non per ammazzare persone innocenti come pretendono di fare i settori conservatori degli Stati Uniti.

Cuba ha assicurato che il suo territorio non sarà mai utilizzato da terroristi
24.9 – Sabato scorso il Presidente cubano, Fidel Castro, ha assicurato a La Habana che Cuba non sarà mai una base per azioni terroristiche dirette contro gli Stati Uniti, ma ha avvisato che l'Isola si difenderà da qualunque tentativo di aggressione esterna. Non permetteremo che il nostro territorio sia utilizzato per atti terroristici contro gli Stati Uniti, ai quali esprimiamo la nostra solidarietà con un'esortazione alla calma e alla pace, ha detto Fidel Castro, dopo aver ribadito la sua condanna per gli attentati avvenuti lo scorso 11 settembre a Washington e a New York. Il Capo di Stato ha chiarito, tuttavia, che Cuba difenderà la sua indipendenza, i suoi principi e le sue conquiste sociali con onore e fino all'ultima goccia di sangue, nel caso venisse aggredita.

Cuba progredisce nello sviluppo della medicina iperbarica
24.9 – A Cuba la medicina iperbarica beneficia ogni anno migliaia di pazienti e, disponendo di oltre 40 apparecchiature, pone Cuba al secondo posto nel mondo per camere in rapporto agli abitanti, dopo la Corea del Sud. Secondo il professore Rafael Castellanos Gutiérrez, presidente della Commissione Nazionale di Ossigenazione Iperbarica, questo metodo di trattamento della medicina ortodossa ha una grande applicazione in qualunque specialità in quanto supplisce alla carenza di ossigeno. In una sala di terapia intensiva, per esempio, tutti i pazienti sono in carenza di ossigeno, mentre il recupero dell'energia dell'organismo si ottiene per una serie di reazioni dove è assolutamente necessaria la sufficienza di ossigeno, ha spiegato l'esperto.

Cuba fa appello alla lotta contro la fame e l’ignoranza e non contro i popoli
25.9 – Che vengano combattute fame e ignoranza e non i popoli, ha affermato ieri a La Habana Juan Carlos García, primo secretarario dell'Unione dei Giovani Comunisti di La Habana, all'inaugurazione di una scuola di formazione di insegnanti di base. Intervenendo alla cerimonia, capeggiata dal Presidente cubano, Fidel Castro, il dirigente giovanile ha fatto appello – di fronte al pericolo che vive oggi l'umanità dopo gli attentati terroristici contro gli Stati Uniti - alla costruzione di scuole e alla formazione di uomini, al posto del sacrificio di giovani vite in assurde guerre. Ha chiesto la fine delle ingiustizie, il ristabilimento della saggezza e di affrontare il futuro da una solida costruzione del presente. Il mondo si trova oggi – ha affermato – alle soglie di quello che potrebbe essere un genocidio.

L’educazione ambientale: priorità per le nazioni caraibiche
26.9 – Secondo un documento reso noto ieri a La Habana, l'educazione ambientale è una delle priorità a cui dovranno dedicarsi gli stati dei Caraibi per proteggere le loro speci minacciate o in pericolo di estinzione. Durante una riunione terminata martedì pomeriggio a La Habana, i paesi firmatari del Protocollo relativo ad aree protette del Gran Caribe si sono proposti per il biennio 2002-2003 di incrementare i loro sforzi per educare le rispettive comunità al rispetto dell’ecosistema. Le nazioni partecipanti hanno anche raccomandato di appoggiare le ricerche scientifiche e la raccolta di dati sulle speci minacciate o in pericolo di estinzione.

Cuba si oppone alla eliminazione della categoria dei supermassimi nel pugilato olimpico
27.9 - Cuba si oppone in modo assoluto all'esclusione dal programma olimpico della categoria dei supermassimi nel pugilato, ha dichiarato ieri il presidente dell'Istituto Nazionale dello Sport, Humberto Rodrígurez. "Siamo totalmente in disaccordo con l'idea di eliminare la categoria oltre i 91 chilogrammi dai Giochi Olimpici. È una cosa che denunceremo in tutte le istanze", ha rimarcato Rodriguez in una riunione convocata per analizzare il lavoro e i progetti futuri del pugilato cubano. Tale misura è una proposta emanata dal Comitato Esecutivo del CIO, impegnato a mettere limiti alla crescita dei Giochi Olimpici per combattere il gigantismo. L'Associazione Internazionale di Pugilato Amatoriale non si è pronunciato ancora né a favore né contro questa idea.