Ottobre 2005

Il Sud è il vero creditore del Nord
1.10 - I popoli e paesi del Sud sono i veri creditori del Nord per il saccheggio sociale, ecologico e finanziario a cui sono sottoposti, hanno affermato i movimenti contro il debito estero riuniti a La Habana. Alla chiusura dell'Incontro Mondiale di Resistenza e Alternative al Debito Estero, si esprime nella dichiarazione finale la necessità di promuovere il riconoscimento internazionale di questa condizione delle nazioni del Terzo Mondo. I 398 delegati di 51 paesi presenti hanno coinciso sul fatto che questi debiti, accumulati sulla base della spoliazione, violano i diritti umani, la sovranità e l'autodeterminazione.

Una nuova depressione tropicale si è formata nel Mar dei Caraibi
1.10 - Una zona di basse pressioni che avanza da nord-ovest del Mar dei Caraibi, è diventata la ventesima depressione tropicale dell'attuale stagione ciclonica, ha reso noto oggi l'Istituto di Meteorologia (INSMET) di Cuba. La cosa più importante per Cuba di questo sistema, sono le aree di nuvole che provocheranno forti piogge, che colpiranno una grande parte del paese.

L'invecchiamento dei cubani obbliga a ridisegnare le politiche
1.10 - L'invecchiamento progressivo della popolazione cubana significa oggi per l'Isola una sfida sociale e della produzione, per cui occorre ridisegnare le politiche di impiego e di diversi settori della vita nazionale. Il convegno "L'invecchiamento della popolazione, il suo impatto nella realtà cubana", concluso alcune ore fa, ha analizzato il modo di vivere con il 14.5 % degli abitanti con oltre 60 anni di età.

Cuba richiede che venga restituito un posto preponderante allo sviluppo
3.10 - L'Ambasciatrice Ileana Núñez, rappresentante permanente alterna di Cuba presso l'ONU, ha richiesto che le Nazioni Unite restituiscano allo sviluppo il suo posto preponderante nell'agenda dei temi di questa organizzazione. Gli accordi che prendiamo dovranno costituire la base su cui intraprendere azioni pratiche che possano trasformarsi nel miglioramento della qualità della vita dei nostri popoli in tutte le sfere, ha detto la diplomatica. Intervenendo nel dibattito della Seconda Commissione, l'Ambasciatrice ha fatto appello a costruire sulla base di quanto già concordato prima e dopo la Dichiarazione del Millennio, e ottenere "quello che il Vertice non ha potuto: identificare le vie per procedere lungo il cammino della genuina cooperazione per lo sviluppo".

Alarcón denuncia la farsa nel caso di Posada Carriles
3.10 - Il Presidente dell'Assemblea Nazionale di Cuba, Ricardo Alarcón, ha definito una manovra per sviare l'attenzione dell'opinione pubblica il rifiuto di un presunto giudice del Texas all'estradizione in Venezuela del terrorista Luis Posada Carriles. In un'intervista a Prensa Latina, Alarcón ha detto che la situazione riguardo Posada Carriles continua come il primo giorno. Cioè, un criminale confesso continua a essere protetto dal Governo di Washington. Ha ricordato il fatto che dalla metà di marzo è in territorio statunitense un terrorista reo e confesso che avrebbe dovuto essere estradato in Venezuela, dove era stato processato per l'esplosione in pieno volo di un aeroplano civile in cui morirono i suoi 73 occupanti. Ma il Governo repubblicano non ha fatto ancora un solo passo per dar seguito alla richiesta.

Un giurista italiano a favore della liberazione dei Cinque
3.10 - Il vicesegretario generale dell'Associazione Internazionale dei Giuristi Democratici, Fabio Marcelli, ha affermato che il processo svolto contro i cinque lottatori antiterroristi cubani è totalmente di carattere politico. Lo specialista italiano, che è anche membro del Consiglio Nazionale degli Studi Giuridici Internazionali, ha affermato che li devono liberare, che non ci sono argomenti per mantenerli nel carcere e se viene fatto un nuovo processo lo si deve fare con i Cinque in libertà. Marcelli ha aggiunto che la sentenza emessa dopo un anno e mezzo dall'udienza di appello è molto positiva, perché annulla le pesanti e ingiuste condanne comminate ai Cinque nel processo di prima grado celebrato a Miami. Riferendosi al fatto che lo scorso 28 settembre il Governo degli Stati Uniti ha richiesto la riconsiderazione della sentenza della Corte d'Appello davanti ai 12 magistrati dell'Undicesimo Circuito di Atlanta, Marcelli ha detto: "Questo non accade quasi mai, solo conferma la natura eminentemente politica del caso".

Nominato un nuovo presidente di un organismo sportivo cubano
3.10 - Julio Christian Jiménez Molina è stato nominato presidente dell'Istituto Nazionale di Sport, Educazione Fisica e Ricreazione (INDER) di Cuba, informa una nota nella stampa cubana. Segnala che il Consiglio di Stato ha decise di sostituire Humberto Rodríguez González da questo incarico e di nominare Jiménez. Questi occupava la carica di primo vicepresidente di questa istituzione dal 1999 ed è membro del Consiglio di Stato dal 2003.

Il Programma Mondiale di Alimenti sviluppa un progetto nutrizionale a Cuba
4.10 - Il Programma Mondiale di Alimenti (PMA) sviluppa un nuovo progetto di cooperazione con Cuba, destinato al sostegno nutrizionale della popolazione delle province colpite dalla siccità. Fonti dell'Ufficio del PMA nell'isola hanno indicato all'Agenzia di Informazione Nazionale che il progetto si sviluppa in coordinamento con il Ministero cubano per l'Investimento Estero e la Collaborazione Economica e con il Fondo dalle Nazioni Unite per l'Infanzia. Il piano prevede un costo totale di 3.7 milioni di dollari per l'acquisto di alimenti, che saranno distribuiti a circa 770.000 abitanti della regione orientale del paese, in particolar modo a bambini minori di cinque anni, donne incinta e anziani.

Fidel Castro si congratula con 'Granma' per il suo 40° anniversario
5.10 - Il Presidente Fidel Castro, ha inviato un augurio al collettivo del quotidiano Granma, organo ufficiale del Partito Comunista di Cuba, in occasione del 40° anniversario della sua prima uscita, il 4 ottobre 1965. Il membro dell'Ufficio Politico del PCC, Esteban Lazo, ha trasmesso la comunicazione verbale del leader rivoluzionario a giornalisti, tecnici e operai del quotidiano, che si sono riuniti al teatro 'Astrale' di La Habana per celebrare quattro decenni di lavoro. Lazo, che ha tenuto il discorso ufficiale, ha detto che il giornale ha assunto dalla sua fondazione l'impegno irrinunciabile di essere degno del suo nome e della nuova fase della Rivoluzione. Le pagine di Granma custodiscono la gloriosa storia del processo nazionale dopo il 1959, la battaglia eroica del popolo per preservare la sua cultura, l'indipendenza e difenderla a qualunque prezzo di fronte all'impero e ai suoi seguaci, ha indicato.

Cuba esprime criteri in una Commissione ONU sulla decolonizzazione
5.10 – Alle Nazioni Unite, Cuba oggi ha detto che è vergognoso il fatto che, in piena auge della rivoluzione della tecnologia dell'informazione e delle comunicazioni nel secolo XXI, sia stato impossibile far finire il colonialismo. Intervenendo nella Quarta Commissione dell'Assemblea Generale, che tratta temi di politiche speciali e di decolonizzazione, l'ambasciatrice Ileana Núñez, rappresentante permanente alterna di Cuba all'ONU, ha detto che questo è un flagello che perdura dai secoli passati. La diplomatica ha ribadito l'impegno di Cuba "per l'autodeterminazione e per l'indipendenza del fratello popolo di Puerto Rico, che preserva e difende la propria identità come nazione caraibica e latinoamericana".

Gli Stati Uniti sono complici del crimine di Barbados
5.10 - I cubani rivivono oggi il dolore per i loro compatrioti morti 29 anni fa nell'attentato terroristico contro un aeroplano passeggeri, con la convinzione che gli Stati Uniti proteggono i loro autori. Alla vigilia di questa luttuosa ricorrenza, Cuba rinnova le sue accuse contro il Governo nordamericano che nega l'estradizione in Venezuela di Luis Posada Carriles e che permette l'impunità di Orlando Bosch. I due sono i massimi responsabili dell'esplosione del volo 455 di Cubana de Aviación, pochi minuti dopo il decollo dall'aeroporto Seawell, di Barbados, il 6 ottobre 1976. In questo barbaro attentato sono morte le 73 persone che viaggiavano a bordo dell'aeroplano DC-8, di fabbricazione nordamericana, compresa la squadra cubana di scherma. Documenti del Burò Federale di Indagini e dell'Agenzia Centrale di Intelligence provano che Washington era al corrente che Orlando Bosch e Posada Carriles si preparavano a distruggere un aeroplano civile in pieno volo, tre mesi prima del sabotaggio. È per questo motivo che oggi, mentre rivivono il loro dolore, i cubani alzano il loro dito accusatore verso nord, lì dove Posada Carriles e Orlando Bosch sono ospiti delle autorità nordamericane.

Fidel Castro ha partecipato all'omaggio a Filiberto Ojeda Ríos
7.10 - Il Presidente cubano Fidel Castro ha partecipato alla tribuna antimperialista, nel teatro Karl Marx di La Habana, dove è stato reso omaggio al patriota portoricano e latinoamericano Filiberto Ojeda Ríos, assassinato recentemente da uomini del Burò Federale di Indagini (FBI). In questo 6 ottobre, di profondo significato per i cubani, per la commemorazione del 29° anniversario del Crimine di Barbados, il leader indipendentista ha avuto il suo spazio per essere stato vittima di un'altra infame azione terroristica che ha provocato una grande indignazione sia a Puerto Rico sia a Cuba. Una targa a ricordo di Ojeda Ríos è stata scoperta oggi nella Tribuna Antimperialista José Martí, scenario a La Habana di importanti eventi, da suo figlio Edgardo Ojeda e da Edwin González, rappresentante a Cuba del Movimento Indipendentista Bostoniano.

Cuba offre collaborazione per i programmi dell'UNESCO
7.10 – Oggi il Viceministro cubano dell'Educazione, Francisco Ferreira, ha offerto la partecipazione di professori cubani per collaborare ai programmi di alfabetizzazione organizzati dall'UNESCO. Il funzionario cubano ha fatto la proposta durante la tavola rotonda su "Educazione per tutti", che ha riunito nella sede dell'UNESCO a Parigi autorità della materia di quasi una cinquantina di Governi Ferreira ha anticipato la disposizione della sua nazione a collaborare con i paesi fratelli dell'America Latina e dell'Africa, con l'invio di insegnanti inseriti nei programmi di questa istituzione delle Nazioni Unite e senza percepire in cambio alcuna remunerazione.

Medici cubani assistono in Guatemala le persone colpite dal disastro
7.10 - Circa 200 membri della Brigata Medica Cubana (BMC) che lavora in Guatemala dal 1998, assistono oggi migliaia di persone colpite dai disastri naturali provocati dalle intense piogge. Un gruppo di cinque medici, quattro donne specialiste in Medicina Generale Integrale (MGI) e un pediatra intensivista, sono accorsi assieme ai Pompieri Volontari e Municipali verso Tecpán, nel dipartimento occidentale di Chimaltenango. Yoandra Muro, coordinatrice della BMC, ha spiegato a Prensa Latina che su richiesta delle autorità sanitarie guatemalteche si prevede di mobilitare i medici dislocati nelle regioni del Petén e di Alto Verapaz (nel nord) verso le zone più colpite nel sud-ovest.

Il Messico ringrazia per la solidarietà e per il sostegno di Cuba
7.10 - Il Messico ha oggi ringraziato per il gesto di solidarietà e per il sostegno del popolo e del Governo cubano e ha accettato immediatamente le cinque tonnellate di medicine offerte per soccorrere i disastrati dalla tempesta tropicale Stan. Una volta che le condizioni logistiche che impediscono il transito e la mobilità delle persone saranno risolte, le autorità messicane si metteranno di nuovo in contatto per valutare il sostegno umano offerto dall'Isola, precisa una nota ufficiale diffusa a Città del Messico. Il Messico ringrazia per il gesto umanitario del popolo e del Governo di Cuba di fronte a questa situazione di emergenza che sta vivendo il sud-est del paese, ribadisce il comunicato della Segreteria delle Relazioni Estere.

Il Che, speranza per milioni di persone nel mondo
8.10 – Oggi 8 ottobre è il 38° anniversario della caduta in combattimento di Ernesto Guevara de la Serna, il leggendario guerrigliero dell'America e indimenticabile 'Comandante Che' dei cubani. La vigliaccheria di quelli che non hanno ragione e che affrontano i popoli con violenza e disprezzo ha fatto finire la vita di uno dei più grandi libertari che il mondo abbia mai conosciuto. Medico e combattente esemplare è per molti una leggenda, un santo nelle montagne boliviane o l'essenza del rivoluzionario e del combattente ribelle, conseguente fino alla morte, di idee vive e rivoluzionarie. Quando è stato assassinato in Bolivia, gli istigatori del crimine hanno affermato di averlo distrutto, ma la storia dimostra il loro errore, perché il Che rinnova speranze in milioni di uomini e donne.

Evacuata la popolazione in una regione centrale cubana a causa delle forti piogge
8.10 – Oltre 4.200 persone sono state evacuate nella regione centrale di Cuba, per le intense piogge registrate nelle ultime giornate, secondo le istruzioni della Difesa Civile. Questo organismo ha reso noto che si è proceduto al trasferimento dei cittadini residenti in zone sotto pericolo di inondazione, perché secondo le previsioni meteorologiche le precipitazioni proseguiranno nelle prossime ore, per cui viene mantenuta la fase di all'erta. In concomitanza alla fase di all'erta per le intense piogge decretata ieri venerdì nelle province di Cienfuegos, Sancti Spíritus e Villa Clara, mezzi motorizzati delle forze armate partecipano all'evacuazione della popolazione verso rifugi in posti sicuri.

Cresce l'impatto del rum Havana Club sul mercato mondiale
8.10 – Il noto rum cubano Havana Club ha aumentato il suo impatto sul mercato mondiale e si prevede che quest'anno chiuderà le sue vendite con oltre due milioni di scatole, ha reso noto a La Habana la direttrice del marketing di questo marchio, Regla Jiménez. Questo livello di vendite è dovuto alla provata qualità della bevanda cubana, ha detto la Jiménez, che ha confermato la speranza di chiudere il 2005 con due milioni di scatole da nove litri in tutto il mondo, mentre a livello nazionale saranno superate le 500.000. La dirigente ha messo in risalto il Grand Prix Havana Club internazionale come uno degli eventi più importanti di questa azienda, creata nel 1993 per la commercializzazione delle bevande.

Affermato che gli Stati Uniti possiedono un piano di protezione dei terroristi anticubani
10.10 - Il Governo degli Stati Uniti ha un piano di fuga per proteggere i responsabili del terrorismo contro Cuba, quando costoro decidono di cercare riparo nel territorio degli Stati Uniti, ha denunciato il quotidiano Juventud Rebelde. La pubblicazione indica che la messinscena, con parvenza di legalità, praticata adesso per Luis Posada Carriles, a El Paso, in Texas, è identica a quella montata per Orlando Bosch Ávila vari anni fa e che è finita con un indulto emesso dal Presidente George Bush, padre. È già abbastanza tragico il fatto che la giustizia venga macchiata da un solo assassino, ma più grave è il disegno di una strategia che prevede di proteggere tutti quelli che attraverso il criminale 'Plan Cóndor' e lotta antisovversiva facevano il lavoro sporco degli Stati Uniti, afferma il quotidiano.

Riconosciuto il prezioso aiuto cubano ai danneggiati dall'uragano Stan
10.10 - Il Messico ha ribadito la sua gratitudine per il "prezioso aiuto" offerto da Cuba a milioni di cittadini che ancora oggi patiscono le conseguenze dell'uragano Stan, e che si estende ad altre nazioni della regione. Ringraziamo il Governo cubano per questa missione e riconosciamo la sua partecipazione condivisa anche con altri paesi fratelli dell'America Latina, come è il caso del Guatemala, ha indicato Raúl Miliani, direttore della Concertazione della Direzione Generale della Protezione Civile. Il popolo messicano ringrazia profondamente per questo sostegno, ha ribadito il funzionario della Segreteria di Governo quando ha ricevuto all'aeroporto internazionale di Acapulco, nello stato di Guerrero, un'aeronave con 23 tonnellate di aiuto umanitario inviate da Cuba.

Terrorismo e blocco contro Cuba nell'agenda Ibero-Americana
10.10 - L'estradizione del terrorista Luis Posada Carriles in Venezuela e la battaglia contro il blocco imposto a Cuba, contraddistinguono oggi i dibattiti nelle riunioni preliminari del XV Vertice Ibero-Americana dei Capi di Stato e di Governo. Durante la prima data di deliberazioni dei coordinatori nazionali, nel Palazzo Fonseca di Salamanca, in Spagna, Cuba ha insistito sulla necessità di adottare un pronunciamento ufficiale riguardo la necessità di combattere il terrorismo e di far finire l'inumano assedio imposto dagli Stati Uniti all'Isola. Secondo i documenti nelle mani dei rappresentanti dei 22 paesi partecipanti al Vertice, Cuba reclama l'impegno di affrontare il crimine in tutte le sue forme e manifestazioni, nello stretto rispetto del diritto internazionale.

Cuba offre aiuto medico al Pakistan
11.10 – Oggi Cuba ha offerto al Pakistan almeno 200 medici preparati per situazioni di disastro e di gravi epidemie, con la missione di aiutare le vittime del devastante terremoto che ha distrutto questa nazione asiatica. Il Presidente Fidel Castro ha inviato una lettera al suo omologo pachistano, Pervez Musharraf, in cui gli comunica la disposizione dell'isola a inviare questi specialisti, con le medicine necessarie. Cuba ha così risposto al sollecito del Presidente pachistano, che ha richiesto aiuto dalla comunità internazionale. La missiva, indica che il contingente sarà pronto in 24 ore per viaggiare per via aerea. Il Capo di Stato cubano ha espresso a Musharraf che le spese di trasporto e di alimentazione di questa forza medica sono a carico di La Habana. Allo stesso modo richiede che le autorità pachistane esprimano la loro valutazione sulle necessità, in modo da corrispondere un'adeguata risposta umanitaria da parte di Cuba.

Cuba smaschera gli Stati Uniti nella lotta contro il terrorismo
11.10 – Alle Nazioni Unite il Governo degli Stati Uniti è stato smascherato da Cuba in materia di lotta al terrorismo, essendo stato chiamato a rispondere sulla presenza nel suo territorio di individui e di organizzazioni terroristiche che agiscono contro l'Isola. Virtualmente alle corde in un forte dibattito in questa sede mondiale, la rappresentanza diplomatica statunitense ha continuato a essere bersaglio delle accuse cubane per le torture a prigionieri nelle carceri di Abu Ghraib e Guantánamo. "Il Governo degli Stati Uniti non ha morale per parlare di diritti umani, né di democrazia, né di impegno contro il terrorismo", ha affermato il funzionario del Ministero degli Esteri cubano Resfel Pino Alvarez. La forte risposta verbale di Cuba si riferisce a una replica statunitense al discorso dell'Ambasciatore cubano, Orlando Requeijo, durante i dibattiti sul tema relativo alle misure per eliminare il terrorismo internazionale.

Sottolineato il lavoro della meteorologia cubana
11.10 - L'Istituto di Meteorologia di Cuba (INSMET) celebrerà domani il suo 40° compleanno con un consolidato lavoro di indagine e di servizio alla comunità, ha dichiarato Abel Centella, vicedirettore scientifico di questo organismo. Uno dei risultati più notevoli dell'INSMET è il suo contributo, con il supporto della conoscenza scientifica, agli sforzi del Governo cubano per la protezione della cittadinanza e delle risorse economiche e naturali, in situazioni di disastri naturali. Il sistema di allarme e di avvisi creato dall'istituzione durante anni di sforzi, gode del riconoscimento in molti posti del mondo, come pure il lavoro della Difesa Civile cubana e delle altre componenti che intervengono nei compiti di prevenzione e di assistenza ai disastrati.

Impossibile allontanare la povertà senza uguaglianza di diritti
12.10 - La relazione sullo Stato della Popolazione Mondiale 2005, presentato oggi a livello internazionale, conferma che è impossibile allontanare la povertà dalla storia se non esiste uguaglianza di diritti sociali, culturali, economici e politici. Alfonso Farnos, rappresentante ausiliare a Cuba del Fondo della Popolazione delle Nazioni Unite, ha reso noto alla stampa il documento che rileva come l'equilibrio tra uomini e donne riduca la miseria, salvi vite e produca miglioramenti. Se tale proposito divenisse realtà, indica il testo, nel prossimo decennio centinaia di milioni di persone potrebbero uscire dalla povertà, 30 milioni di bambini e 2 milioni di madri avranno salva la loro vita e verrà arrestata la propagazione dell'AIDS. Il mondo ha un'opportunità senza precedenti di eliminare la povertà, perché con 200.000 milioni di dollari all'anno (50 centesimi al giorno per ogni persona che vive in queste condizioni) è possibile raggiungere questa meta per il 2015, importo molto inferiore al milione di milioni di dollari che annualmente vengono investiti in spese militari.

Cuba invia in Guatemala 535 medici per assistere i disastrati
12.10 - Una brigata di 100 medici cubani è arrivata oggi dalla Guatemala per servire i disastrati per il temporale Stan, col quale promosse a 535 la cifra di medici dell'isola che prestano qui i suoi servizi. I professionisti della salute fanno parte dell'Eventualità Specializzata in Disastri e Grandi Epidemias Henry Reeve, del quale viaggiarono già a questa nazione centroamericana altri due gruppi di 100 ognuno tra sabato e domenica passati. Juan Carlos Dupuy, capo dell'eventualità, spiegò a Stampa Latina che quello collettivo venne con la missione essenziale e prioritaria da contribuire a salvare vite, soprattutto di bambini ed anziano colpiti per le intense piogge della settimana scorsa.

Sostegno al popolo cubano dal Vertice di Salamanca
13.10 – A Salamanca, in Spagna, il XV Vertice Ibero-Americano è progredito oggi con l'adozione di Dichiarazioni Speciali che Cuba ha definito un sostegno alla lotta contro il blocco e alla richiesta di estradizione del terrorista Luis Posada Carriles. Il Ministro degli Esteri cubano Felipe Pérez Roque ha considerato il benestare unanime dei 22 stati membri della comunità regionale sulla richiesta di porre fine all'assedio economico, finanziario e commerciale imposto dagli Stati Uniti come un segnale inequivocabile di sostegno. Il comunicato speciale comprende la richiesta all'amministrazione nordamericana di sospendere le leggi e le misure contrarie al Diritto Internazionale, compresa la cosiddetta Helms-Burton. Dopo aver fatto notare che manca ancora la firma dei governanti, il capo della diplomazia cubana ha messo in risalto l'appello a Washington affinché faccia terminare in modo immediato l'applicazione delle misure adottate negli ultimi due anni con l'obiettivo di rafforzare e di rendere più incisivo l'impatto del blocco.

La Comunità Ibero-Americana richiede di processare Posada Carriles
13.10 – Oggi a Salamanca, in Spagna, i Ministri degli Esteri delle 19 nazioni dell'America Latina, della Spagna, del Portogallo e di Andorra hanno presentato al XV Vertice Ibero-Americano un progetto di condanna al terrorismo con la richiesta di mettere sotto processo il criminale Luis Posada Carriles. La Dichiarazione Speciale è stata elaborata dai negoziatori e confermata dai capi della diplomazia alcune ore fa e manca solo la firma dei governanti prima della conclusione dell'appuntamento di Salamanca, sabato prossimo. Riuniti nella Foresteria Fonseca, sede centrale del Vertice, i Ministri degli Esteri hanno riaffermato il contenuto del comunicato adottato nella XIV edizione di questi incontri, in Costa Rica, con l'esigenza di processare i terroristi indultati in modo illegale dall'ex Presidente panamense Mireya Moscoso.

Cuba eletta nel Comitato Mondiale del Patrimonio
13.10 – A Parigi, Cuba è stata eletta come membro per integrare il Comitato del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO, gruppo selezionato incaricato di preparare l'elenco dei monumenti e dei luoghi di interesse per la comunità internazionale. La selezione di Cuba, secondo fonti dell'organismo internazionale, "riconosce lo straordinario impegno delle autorità e delle istituzioni del paese delle Antille nel preservare e nel promuovere il lascito culturale.

Successo di Cuba di fronte agli Stati Uniti al Vertice Ibero-Americano
14.10 – A Salamanca, in Spagna, Cuba ha ottenuto un successo di fronte agli Stati Uniti, come riporta oggi la stampa spagnola dopo l'approvazione di una risoluzione speciale del XV Vertice Ibero-Americano che condanna il blocco economico all'Isola. Il quotidiano El Mundo, nella sua edizione di Castiglia e León, dedica il suo principale articolo di fondo in prima pagina all'avvenimento, e segnala che la delegazione cubana è riuscita a ottenere che, della quindicina di risoluzioni approvate, due fossero di quelle da lei presentate. Il fatto interessante è che si tratta di temi che sono diretti contro la politica del Governo di Washington, come il blocco, compresa la legge Helms-Burton, e quello relativo alla lotta contro il terrorismo che comprende il caso del criminale Luis Posada Carriles.

Cuba denuncia l'aggressione radio-televisiva statunitense
14.10 – Alle Nazioni Unite, Cuba ha denunciato oggi che gli Stati Uniti per realizzare trasmissioni radio e televisive illegali per rafforzare la sua "politica di blocco ostile e genocida" contro l'Isola. In un intervento durante i dibattiti in questa sede sul tema dell'informazione, il rappresentante cubano Rodrigo Malmierca ha rilevato che queste trasmissioni hanno come proposito quello di "incoraggiare l'emigrazione illegale, di incitare alla disubbidienza civile e di manipolare la realtà cubana in modo malintenzionato e grossolano". "In pratica è un rafforzamento della politica ostile e genocida di blocco economico, finanziario e commerciale che per oltre quattro decenni il Governo degli Stati Uniti ha imposto a Cuba", ha aggiunto.

Cuba mette le sue conoscenze nel campo della salute al servizio del Guatemala
14.10 – Ammirata per aver costituito un grande cantiere di medici di indubbia professionalità, Cuba offre oggi la sua esperienza e il suo potenziale umano al Guatemala per affrontare le necessità più urgenti nel campo della salute. L'offerta del Governo di La Habana a quello guatemalteco, per lenire gli effetti della tempesta tropicale, è diventato concreto a Chimaltenango con la presenza, fino a ora, di 535 medici altamente qualificati. Il lavoro umanitario dei 300 membri del Contingente Specializzato in Disastri e Grandi Epidemie 'Henry Reeve' e dei 235 cooperanti della Brigata Medica Cubana, si sviluppa secondo le priorità indicate dal paese. Per la capo dell'Infermeria della Direzione di Salute di Chimaltenango, Araceli Vásquez, l'aspetto meritevole dei cubani è quello "di essere sempre a disposizione delle necessità della gente, sono dove è più necessario".

Netta vittoria di Cuba a Salamanca
15.10 – A Salamanca, in Spagna, un grande trionfo di Cuba ha contraddistinto oggi la chiusura del XV Vertice Ibero-Americano, con pronunciamenti contro il blocco, a favore dell'estradizione del terrorista Luis Posada Carriles e in difesa della Carta delle Nazioni Unite. L'approvazione del Comunicato Speciale sulla necessità di porre fine all'assedio economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti è risultato un duro colpo alla politica di Washington, contrariata per l'inserimento del vocabolo blocco, per la prima volta, in un documento ufficiale della comunità regionale. È un fronte alla guerra economica, genocida contro il nostro popolo, ha detto il Ministro degli Esteri cubano, Felipe Pérez Roque, al termine della firma dei documenti del Vertice.

La FAO riconosce l'alto livello di sicurezza alimentare a Cuba
15.10 - Il rappresentante a Cuba dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione (FAO), Francisco Arias, ha detto che la sicurezza alimentare dell'Isola è alta. Elogiando le relazioni tra questa organizzazione internazionale e la maggiore delle Antille, Arias ha indicato che Cuba dimostra che se esiste volontà politica per dare priorità alla sicurezza alimentare, è possibile elevare il livello dell'alimentazione.

Denunciato il piano degli Stati Uniti per l'annessione di Cuba
17.10 - Il Piano degli Stati Uniti per una Transizione a Cuba è tutto un cronogramma dell'annessione, ha denunciato oggi a La Habana Ricardo Alarcón, Presidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular. Il capo del Parlamento cubano ha partecipato a un pubblico dibattito sul blocco che Washington mantiene da oltre quattro decenni contro l'Isola. Alarcón ha sottolineato il fatto che questo piano è alla lettera l'applicazione della Legge Helms-Burton, che rafforza l'assedio commerciale, finanziario ed economico con il proposito di abbattere il processo rivoluzionario a Cuba. Se in Iraq hanno nominato un proconsole dopo l'invasione, a Cuba lo hanno fatto in anticipo, ha detto in riferimento alla designazione di un funzionario del Dipartimento di Stato con l'incarico "della transizione e della stabilità a Cuba".

Cuba rieletta membro Consiglio Economica e Sociale dell'ONU
17.10 – Alle Nazioni Unite, Cuba è stata oggi rieletta per la quarta volta consecutiva membro del Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) delle Nazioni Unite, un fatto che dimostra l'appoggio della comunità internazionale, ha detto l'Ambasciatore Orlando Requeijo. L'ECOSOC, uno degli organismi principali delle Nazioni Unite, conta 54 membri, che sono scelti per regioni. Nel caso dell'America Latina e dei Caraibi, questa volta non ci sono stati problemi, perché esistevano cinque candidati per quattro posti. Oltre a Cuba, sono stati scelti Paraguay, Guyana e Haiti. Per il capo della missione diplomatica di Cuba all'ONU, la rielezione non solo dimostra l'appoggio dato dalla comunità internazionale - 154 dei 188 voti validi - bensì riconosce che la delegazione cubana è un membro attivo dell'ECOSOC.

Cuba chiede di adottare misure urgenti per il benessere dei bambini
18.10 - La realtà dei bambini del mondo richiede l'adozione di misure urgenti che incidano sulle cause reali degli ostacoli e delle difficoltà che affronta, ha detto oggi la delegazione cubana presso le Nazioni Unite. Vilma Thomas, funzionaria del Ministero degli Esteri, ha detto che "finché si perderà una vita di un bambino, finché ci sarà un bambino per strada, non saranno stati realizzati gli obiettivi proposti nel Vertice Mondiale sull'Infanzia". Intervenendo sul tema Promozione e Protezione dei Diritti dal Bambino, nella terza commissione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha affermato che, nonostante i progressi raggiunti, c'è poco spazio per l'ottimismo.

Riconosciuto il contributo cubano alla liberazione dell'Africa
18.10 - Il Presidente della Repubblica del Mali, Amadou Toumani Touré, ha ringraziato oggi a La Habana per il nobile gesto dei cubani che sono caduti per la libertà e per lo sviluppo dell'Africa. Questo è il momento adatto per esprimere a questo nostro popolo una profonda gratitudine come amici e fratelli, ha manifestato Touré, dopo un'offerta floreale in onore degli internazionalisti cubani morti nelle lotte per la libertà del continente africano, ha aggiunto che Cuba è un paese vero che sa onorare i suoi eroi e non dimentica i suoi morti, aspetto che spiega la sua preoccupazione per i vivi. In questo senso ha elogiato lo sviluppo dell'Isola nelle sfere dell'educazione e della salute, e il suo aiuto a numerose nazioni, compreso il suo paese, in queste ed altre aree.

Definita una perversione il blocco contro Cuba
19.10 - La comunità mondiale avrà una nuova opportunità di mostrare agli Stati Uniti il suo rifiuto al blocco economico contro Cuba, definito una perversione nelle relazioni internazionali. Durante gli ultimi 13 anni, l'Assemblea Generale dell'ONU ha votato con una schiacciante maggioranza contro la politica di assedio imposta all'isola da diverse amministrazioni di Washington per oltre quarant'anni. In preparazione della 14 volta di questa votazione, divenuta il momento più amaro e molesto per il Governo di George W. Bush, il segretario generale dell'ONU, Kofi Annan, ha appena presentato la sua relazione su questo tema. Sotto il titolo "Necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti d'America contro Cuba", il documento sta circolando tra i 191 membri della 60° Assemblea Generale dell'ONU.

In allarme ciclonico le province occidentali cubane
19.10 - L'allarme ciclonico è stato decretato oggi dalla Difesa Civile di Cuba per le province occidentali di Pinar del Río, La Habana, Ciudad de La Habana e per il municipio speciale Isola della Gioventù. In fase di allerta è tutto il territorio di Matanzas e in fase informativa le regioni centrali di Cienfuegos, Villa Clara e Sancti Spíritus. Secondo l'Istituto di Meteorologia di Cuba, l'uragano Wilma, di grande intensità, avanza con una direzione prossima al nord-ovest e inizierà a colpire la regione occidentale di Cuba nelle prossime 24 ore.

In Guatemala altri 100 medici cubani
19.10 - Altri 100 medici cubani sono arrivati martedì scorso in Guatemala per assistere le migliaia di danneggiati dalla tempesta tropicale Stan, facendo salire a 635 il numero delle persone cubane impegnate nella salute in questa nazione. La quarta brigata del Contingente Specializzato in Disastri e Grandi Epidemie 'Henry Reeve', è arrivato all'aeroporto La Aurora, della capitale guatemalteca, questo martedì ed è stata ricevuta, come le precedenti, da diplomatici e cooperanti cubani che lavorano in questo paese. Dall'8 all'11 ottobre, sono arrivati in questa nazione centroamericana tre gruppi, di 100 medici ognuno, inviati dal Governo di La Habana in risposta alle necessità sanitarie espresse dalle autorità guatemalteche.

Sviluppato a Cuba un programma informatico per bambini portatori di handicap
19.10 - Esperti del Centro di Studi e Giochi Educativi di Camagüey (CEJISOF) hanno sviluppato un programma informatico che faciliterà l'apprendimento dei bambini con ritardi psichici. Joel López, direttore di questo centro, che dipende dall'Istituto Superiore Pedagogico José Martí di questa città orientale cubana, ha spiegato a Prensa Latina che il software è un mezzo efficace per portare le conoscenze ai piccoli portatori di handicap. Dalla sua fondazione nel 1993, il CEJISOF ha sviluppato oltre 75 pacchetti informatici destinati alle scuole elementari, secondarie e pre-universitarie, e attualmente sta lavorando in uno per studenti universitari, ha aggiunto.

Il blocco incide sui contributi di Cuba all'ONU
20.10 - Cuba ha informato oggi l'ONU sui suoi contributi finanziari di quest'anno a questa organizzazione, nonostante le difficili condizioni economiche e le limitazioni finanziarie per il rafforzamento del blocco degli Stati Uniti. L'Ambasciatore Orlando Requeijo ha fornito questi dettagli intervenendo sul tema inerente al Miglioramento della situazione finanziaria delle Nazioni Unite. Come esempio dell'impatto del blocco contro Cuba per oltre 45 anni, il diplomatico ha detto che Cuba si vede impossibilitata a utilizzare il dollaro statunitense nelle sue transazioni internazionali, compresi i pagamenti agli organismi mondiali. Per tale ragione, ha indicato il rappresentante permanente presso l'ONU, Cuba è soggetta costantemente alle fluttuazioni monetarie del mercato, fatto che incide negativamente sul rapporto finanziario con le Nazioni Unite.

Incertezza nei Caraibi Occidentali per il percorso di Wilma
20.10 – Il percorso che farà l'uragano Wilma verso nord-est secondo le previsioni mantiene in incertezza messicani, centro-americani, statunitensi e cubani, che attendono gli effetti del sistema. Secondo i dati diffusi dall'Istituto di Meteorologia di Cuba, il fenomeno di categoria quattro nella scala Saffir-Simpson, è quasi stazionario. Il sistema si trova tra due poderosi anticicloni che fanno sì che il suo spostamento verso nord-ovest attraverso le acque del Mar Caribe Occidentale sia molto lento e che l'area venga mantenuta sotto permanente vigilanza. I modelli delle previsioni indicano che il fenomeno tropicale si dirigerà verso nord-ovest e si prevede che si mantenga stazionario sulla penisola dello Yucatan. Piogge intense sono attese nell'ovest cubano, nella penisola dello Yucatan ed è anche probabile che colpiscano le Isole Cayman e il nord dell'Honduras.

Assicurato a Cuba il servizio delle donazioni volontarie di sangue
20.10 - Il Coordinatore Nazionale dei Comitati di Difesa della Rivoluzione (CDR), Juan José Rabilero, ha affermato oggi a Camagüey che questa organizzazione di massa costituisce il principale supporto per la fornitura di sangue al sistema di salute di Cuba. Ha aggiunto che la miglior testimonianza di questo sono le oltre 12 milioni di donazioni volontarie realizzate dai membri della maggiore organizzazione sociale dell'isola dal 1962 fino a oggi. Questo movimento umanitario dei CDR ha permesso che, solo negli ultimi 12 mesi, il numero di donazioni di sangue abbia superato il mezzo milione.

Uragano Wilma, pericolo latente per Cuba
21.10 - Piogge intense associate all'uragano Wilma, inondazioni della costa e l'aumento nella forza dei venti sono elementi pericolosi per Cuba, ha avvisato oggi José Rubiera, direttore dell'Istituto di Meteorologia. "Esistono elementi pericolosi che non possono essere trascurati", ha avvisato il noto meteorologo alla televisione. Wilma, ha precisato Rubiera, sta penetrando nell'isola messicana di Cozumel e sta colpendo la parte nord-est della Penisola dello Yucatan. Ha aggiunto che strati di grosse nuvole, associati al potente fenomeno, attraverseranno per le province Habana, Ciudad Habana e Matanzas. "A partire dalla notte di venerdì ci si aspetta uno stazionamento prolungato che potrà durare da sabato fino a domenica, per poi dirigersi molto lentamente verso nord-est, ha previsto.

Fidel Castro insiste per preservare vite umane di fronte all'uragano Wilma
22.10 - Il Presidente Fidel Castro ha insistito oggi sul fatto che la cosa più importante è quella di preservare le vite umane di fronte alla minaccia che l'uragano Wilma rappresenta per la regione occidentale di Cuba, colpita già da forti piogge. In una conversazione telefonica con dirigenti della provincia di Pinar del Río, il Presidente cubano ha inviato un messaggio di fiducia e di incoraggiamento ai pinareños di fronte al peggioramento delle condizioni meteorologiche. Il Presidente ha fatto appello ad agire con disciplina, come è abituato questo territorio che ha attualmente evacuato 247.845 persone, numero superiore al previsto, mentre il dodicesimo uragano della stagione permane stazionario sulla penisola dello Yucatan.

Nuova depressione tropicale transita per i Caraibi
22.10 - La depressione tropicale numero 25 dell'attuale stagione ciclonica si è formata all'alba di oggi nel sud-est dell'isola Hispaniola, nei Caraibi, ha reso noto l'Istituto di Meteorologia di Cuba, (INSMET). José Rubiera, capo del Centro di Previsioni dell'INSMET, ha indicato che il sistema, i cui venti massimi sono di 55 chilometri all'ora, potrebbe trasformarsi nel resto della giornata nella tempesta tropicale "Alfa". Alle 12:00 ora locale, la depressione si trovava a 16.2 gradi nord e 68.2 ovest, a circa 300 chilometri a sud-est di Santo Domingo, la capitale dominicana, e si muove a 20 chilometri all'ora, ha spiegato l'esperto.

Prese misure nel porto di La Habana per l'uragano Wilma
22.10 - In vista di preservare le vite umane e le risorse dell'economia davanti alla minaccia dell'uragano Wilma, la Capitaneria del porto di La Habana ha effettuato un'analisi particolareggiata della situazione della principale rada di Cuba. Il tenente colonello Jorge Luis Aluija, capo di questo ente, ha spiegato che per attenuare i probabili danni del fenomeno, si è valutato il grado di preparazione, il tipo di carico che hanno le navi nazionali ed estere, e il loro dislocamento nei moli. Ha segnalato che le azioni avviate comprendono lo scarico delle merci, l'approntamento di precise misure che tengano conto dei mezzi per l'attracco e per il controllo delle avarie, della quantità di integranti gli equipaggi, del combustibile e delle comunicazioni. Ha precisato che il porto di La Habana non è chiuso, ma è stato limitato il suo accesso.

I cubani continuano a essere vigili di fronte all'uragano Wilma
22.10 - I cubani continuano a mobilitarsi e a stare all'erta davanti alla minaccia del potente uragano Wilma, al fine di diminuire i suoi possibili danni nella sua traiettoria attraverso l'ovest del paese. Anche se tutta la potenza del fenomeno meteorologico non si è ancora fatta sentire nell'isola, la Difesa Civile continua l'evacuazione nelle zone a maggior rischio di inondazioni costiere o di intense piogge, azione che ha permesso di trasferire in luoghi sicuri oltre mezzo milione di persone.

Inondazioni costiere all'Isola della Gioventù
22.10 - La zona costiera del sud dell'Isola della Gioventù, la seconda isola più grande dell'arcipelago cubano, è rimasta allagata per le onde alte fino a sei metri causate dall'uragano Wilma. Luis Sánchez, esperto in meteorologia in questo territorio, ha detto che in previsione della penetrazione del mare sono stati evacuati gli oltre mille abitanti del villaggio di Cocodrilo, situato nella stessa zona. Anche a Cocodrilo, distante 81 chilometri a sud di Nueva Gerona, sono arrivati i colpi di Wilma nell'allevamento e centro di ricerca sulle tartarughe, dove sono state adottate misure per proteggere gli animali sotto studio.

Fidel Castro: Cuba protegge i suoi cittadini come nessun altro paese
24.10 - Cuba protegge la vita dai suoi cittadini come nessun altro paese, ha affermato ieri sera il Presidente Fidel Castro intervenendo in un programma alla televisione dedicato all'informazione sull'uragano Wilma che si sta allontanando da Cuba. Il Capo dello Stato ha commentato le misure e le risorse utilizzate per proteggere la popolazione dai colpi del fenomeno i cui effetti si sono fatti sentire principalmente nella provincia occidentale di Pinar del Río, che ha evacuato il 35 % dei suoi abitanti. Ha detto che magari altre nazioni possano essere protette come lo fa la maggiore delle Antille, con un lungo curriculum in azioni solidali con altre nazioni colpite da disastri naturali.

I medici cubani hanno salvato 553 vite in Guatemala
24.10 - I medici cubani hanno salvato 553 vite in Guatemala da quando la regione centro-americana è stata colpita dall'uragano Stan all'inizio di questo mese, ha reso noto la dottoressa Yoandra Muro, capo della missione medica di Cuba in questo paese. Rispondendo a domande del Presidente cubano Fidel Castro durante un programma televisivo, in diretta, la specialista ha detto che con l'arrivo di 100 nuovi medici, ci sono già professionisti della salute di Cuba in 15 dipartimenti guatemaltechi. Questi medici, ha spiegato, si sono aggiunti a quelli che già erano nel paese, in modo che ora si trovano in oltre 200 comunità.

Quasi mezzo milione di evacuati a Cuba per Wilma
24.10 - Quasi mezzo milione di cubani sono stati evacuati nell'occidente di Cuba di fronte alla minaccia dell'uragano Wilma, ha reso noto il colonnello Ángel Macareño, secondo capo della Difesa Civile nell'Isola. L'ufficiale ha dato l'informazione in un programma televisivo al quale ha partecipato Fidel Castro. Macareño ha rivelato che del totale degli sfollati, oltre 476.000, l'89 % si trova in case di familiari o di vicini, espressione della solidarietà prevalente a Cuba di fronte a eventi di questa natura.

Il Vicepresidente cubano sottolinea le misure per affrontare l'uragano Wilma
24.10 – A La Habana, il Vicepresidente cubano Carlos Lage si è congratulato per le misure adottate tempestivamente nel paese per affrontare l'uragano Wilma e ha annunciato che appena passerà il pericolo comincerà il recupero. Il compito più complesso sarà quello di affrontare le penetrazioni del mare, ha detto questa mattina dopo un incontro con Juan Contino, sindaco di Ciudad de La Habana, e con altri dirigenti locali. Ha elogiato la rapidità e l'organizzazione con cui sono stati trasferiti in luoghi sicuri, in case di familiari o di vicini, oltre 19.000 abitanti della capitale.

Cuba mantiene in allarme le province occidentali
24.10 - La Difesa Civile (DC) cubana mantiene in allarme le province occidentali di Pinar del Río, Ciudad de La Habana e La Habana, dove si sono verificate forti penetrazioni del mare in conseguenza del passaggio di Wilma. L'uragano, che ha mantenuto per cinque giorni in guardia i cubani, si sta allontanando sempre più dall'Isola, nonostante durante la giornata di oggi l'influenza dei suoi venti e delle sue piogge continuerà a rappresentare un pericolo. Secondo la nota della DC, è stato deciso di passare alla fase di recupero nel municipio speciale dell'Isola della Gioventù e alla normalità nelle province di Matanzas, Villa Clara, Cienfuegos e Sancti Spíritus.

A La Habana recuperate persone circondate dal mare
24.10 - Varie unità del Corpo dei Pompieri di La Habana hanno effettuato all'alba azioni di recupero e di salvataggio nelle zone del litorale nord della città, inondate dalle forti penetrazioni del mare. Gli stessi episodi sono avvenuti nei municipi di Plaza de la Revolución e Playa che, insieme a La Habana Vieja, Centro Habana e Habana del Este, hanno visto il mare che ha trasformato i viali in fiumi mettendo a rischio l'incolumità dei cittadini.

Dopo l'uragano, Cuba inizia il recupero senza alcuna perdita di vite
25.10 - Cuba, dopo aver sopportato senza perdite di vite umane il passaggio durato 10 giorni dell'uragano Wilma nelle sue vicinanze, si trova oggi in piena fase di recupero. Pinar del Río, una delle regioni più colpite, ha cominciato i lavori per tornare alla normalità dopo quattro giorni di intense piogge e di forti venti. Questa provincia occidentale cubana affronta una situazione complessa per l'elevato livello di precipitazioni su terreni molto saturi di acqua. I lavori di recupero sono già iniziati nella capitale, dove le penetrazioni del mare sono state intense, soprattutto nelle aree vicine al Malecón di La Habana, dove è stata organizzata l'evacuazione dei suoi abitanti.

Hollywood approva un film cubano per aspirare alla candidatura all'Oscar
25.10 - L'Accademia di Hollywood ha selezionato il film 'Viva Cuba', di Juan Carlos Cremata, tra altri 10 film latinoamericani che aspirano a una candidatura all'Oscar 2006, nella sezione di miglior pellicola straniera. L'annuncio è stato dato oggi a Los Angeles dal presidente di questa istituzione, Sid Ganis, che ha precisato che in totale sono state ammesse pellicole di 58 paesi per entrare nella lista delle cinque nomine ufficiali di questa categoria. Un numero record nella storia dell'Oscar, ha sottolineato. I titoli dei cinque finalisti verranno fatti conoscere il 31 gennaio dell'anno prossimo, e il mese successivo verrà scelto il vincitore.

Raúl Castro elogia i cittadini per il recupero dopo l'uragano a Cuba
26.10 - Il Secondo Segretario del Partito Comunista di Cuba, Raúl Castro, si è congratulato con il popolo della provincia di Pinar del Río e ha elogiato le misure prese per preservare la vita delle persone e le risorse dell'economia. Raúl Castro ha sottolineato la disciplina e l'organizzazione di questo territorio dell'occidente cubano di fronte al passaggio dell'uragano Wilma vicino alle sue coste. Questa regione, una delle più colpite da Wilma, è impegnata in lavori di recupero. Lì i lavori sono più complessi per le inondazioni che persistono in alcune zone. A Pinar del Río sono riprese le lezioni nei centri di tutti i livelli di insegnamento e oggi vi faranno ritorno anche i borsisti.

Cuba denuncia all'ONU la presenza di un terrorista negli Stati Uniti
26.10 - La presenza negli Stati Uniti del terrorista Luis Posada Carriles e la doppia posizione del Governo di Washington sul terrorismo, sono state denunciate oggi alle Nazioni Unite dall'ambasciatore cubano, Orlando Requeijo. In un discorso al Consiglio di Sicurezza, il diplomatico ha detto che mentre questa riunione discuteva sulle misure effettive per la prevenzione e per l'eliminazione del terrorismo, Posada Carriles permaneva nel territorio degli Stati Uniti. Il noto terrorista internazionale Luis Posada Carriles permane "(negli Stati Uniti), senza che il Governo di questo paese compia il suo obbligo di processarlo o di estradarlo per gli orrendi crimini che ha commesso".

Cuba aumenta l'aiuto al Guatemala nella salute e nel risanamento ambientale
26.10 - L'assistenza di Cuba al Guatemala dopo la devastazione causata dalla tempesta Stan è oggi aumentata con l'arrivo di altri 100 medici e di 48 tecnici per il risanamento ambientale e per la lotta contro i vettori di malattie. Con l'arrivo di un volo charter di Cubana de Aviación, è salito a 735 il numero degli specialisti cubani che prestano i loro servizi nei luoghi più intricati di questa nazione centroamericana, colpita oltre due settimane fa da un distruttivo fenomeno atmosferico. Di questo totale, 500 sono componenti del Contingente Specializzato in Disastri e Grandi Epidemie 'Henry Reeve', creato dal Governo cubano in concomitanza del passaggio dell'uragano Katrina attraverso il sud degli Stati Uniti, nell'agosto scorso.

Fidel Castro invia un messaggio solidale alla Siria
27.10 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha inviato un messaggio di appoggio al Presidente siriano Bachar al Assad, in momenti in cui questo paese arabo è minacciato dagli Stati Uniti. Jaime Crombet, Vicepresidente del Parlamento cubano, ha consegnato il messaggio nel Palazzo del Popolo di Damasco, ha informato oggi una nota ufficiale. Il Capo di Stato siriano ha ricambiato il saluto del suo omologo cubano, in un incontro definito fraterno che è servito a rivitalizzare gli storici legami di amicizia e di mutua solidarietà. L'incontro è stato occasione, inoltre, per esaminare diversi aspetti delle relazioni bilaterali e della situazione internazionale.

Dure critiche agli Stati Uniti per la doppia morale sul terrorismo
27.10 – Oggi Cuba e Venezuela hanno criticato duramente gli Stati Uniti per la loro doppia morale sui temi del terrorismo e hanno in questo modo sbarrato la strada alla difesa che al riguardo ha tentato di fare la rappresentante degli Stati Uniti alle Nazioni Unite. Dopo diversi interventi di questi due paesi latinoamericani al Consiglio di Sicurezza sulla permanenza in territorio statunitense del terrorista Luis Posada Carriles, gli Stati Uniti hanno cercato di giustificarsi. Tuttavia, i loro argomenti sono stati quelli che Posada Carriles continua a essere sotto custodia negli Stati Uniti mentre il caso segue il suo corso nel sistema legale statunitense.

Cuba conferma la sua vocazione umanista e solidale
28.10 - Con l'accettazione di una cooperazione mutua nel caso di disastri, come quelli provocati dagli uragani, con Stati Uniti, America Centrale e Caraibi, il Presidente Fidel Castro ha confermato la vocazione umanista e solidale di Cuba. Nel programma Tavola Rotonda Informativa, che ha condiviso con l'ex-calciatore Diego Armando Maradona, il leader della nazione caraibica, ha anteposto questo principio a una manipolazione sulla presunta accettazione di un aiuto umanitario della Casa Bianca. Cuba non ha chiesto aiuto internazionale, tuttavia, condivide l'idea della collaborazione regionale e non ha posto obiezioni al fatto che sia visitata da funzionari statunitensi esperti in disastri, ha indicato. Questa è la risposta di Cuba e la conferma, ha precisato, che ha respinto la definizione del Nuevo Herald di disastro nazionale per l'isola, in riferimento ai danni provocati da Wilma. Sosteniamoci reciprocamente, aiutiamo l'America Centrale, i Caraibi e tutti quelli che ne hanno bisogno in caso di catastrofi, perché Cuba non si demoralizza, non si sconcerta, le affronta con l'organizzazione, non dimentica nessuno e aiuta gli altri, ha precisato.

Soppesato il valore della cultura nella dignità umana
29.10 - Cuba conta su un sistema di educazione artistica senza paragoni nel mondo, a favore della ricchezza culturale della nazione e della dignità umana, ha affermato ieri sera il Presidente Fidel Castro. Alla presenza di oltre 3.000 laureati delle scuole di istruttori d'arte di tutto il paese, il dignitario ha detto che Cuba è un esempio di ispirazione per quelli che credono in un mondo migliore, con il sostegno di famose e valenti figure dell'arte e degli intellettuali di tutto il mondo. Al riguardo ha citato le oltre 5.000 personalità, tra di loro vari Premi Nobel, che hanno firmato una lettera inviata al Pubblico Ministero Generale degli Stati Uniti per chiedere la liberazione dei cinque lottatori antiterroristi là detenuti ingiustamente.

Fidel Castro denuncia la mancanza di etica dell'imperialismo
29.10 - Il Presidente Fidel Castro ha denunciato la mancanza di etica del sistema imperialista, che mantiene detenuti cinque cubani negli Stati Uniti, nonostante una decisione che ha dichiarato illegale e ingiusto il processo contro di loro. Intervenendo ieri sera alla cerimonia di laurea di oltre 3.000 istruttori d'arte, nella Città Sportiva, di La Habana, ha sottolineato il fatto che benché l'Undicesimo Circuito del Tribunale di Atlanta abbia annullato la sentenza e il processo, Antonio Guerrero, Fernando González, Gerardo Hernández, Ramón Labañino e René González, continuano a essere tenuti prigionieri. È inconcepibile che questo accada. Questo è il comportamento, la mancanza di etica, la sfrontatezza del sistema imperialista, ha ribadito.

Gli Stati Uniti negano il visto a un prominente scienziato cubano
29.10 - Il Governo degli Stati Uniti ha rifiutato il visto al ricercatore cubano Vicente Vérez Bencomo, principale scopritore di un vaccino contro la Haemophilus influenzae tipo B, che avrebbe dovuto recarsi in quella nazione per ricevere un premio per il suo distaccato lavoro scientifico. Washington ha argomentato che la presenza del noto scienziato cubano alla cerimonia di consegna del premio, prevista per il prossimo 9 novembre, è dannosa agli interessi statunitensi, secondo quanto informa questo sabato una nota ufficiale.


Domani si recheranno a Cuba gli uruguayani per l'Operazione Miracolo
29.10 - Questa settimana gli uruguayani più poveri sono rimasti piacevolmente sorpresi quando hanno appreso che l'Operazione Miracolo, promossa da Cuba, ha steso le sue braccia fino a questa nazione sud-americana. Domani partirà da Montevideo per Cuba il primo gruppo di 20 pazienti uruguayani che riceverà nell'isola attenzione medica gratuita in centri di salute specializzati in oftalmologia, compreso gli interventi chirurgici. L'accordo tra La Habana e Montevideo permetterà il ritorno della vista agli uruguayani che presentano problemi oftalmologici e che vivono in estrema povertà.

La Fiera di La Habana contro il blocco statunitense
31.10 - La presenza di imprenditori di 42 nazioni alla XXIII Fiera Internazionale di La Habana dimostra la fiducia nel mercato cubano e un totale rifiuto del blocco degli Stati Uniti contro Cuba. Nonostante il carattere extra-territoriale della politica di persecuzione e di guerra economica dell'attuale amministrazione della Casa Bianca, molti nel mondo sfidano questa politica e puntano sul totale recupero di Cuba. La maggiore borsa commerciale cubana ha aperto le sue porte da oggi fino al prossimo sabato, confermandosi un importante anello nella crescita economica nazionale, in particolare nelle esportazioni e nelle importazioni.

A Cuba il primo gruppo di non-vedenti ecuadoriani
31.10 - Un primo gruppo di 160 non-vedenti ecuadoriani, tutte persone di risorse molto scarse, si trova a La Habana per essere operato grazie alla solidarietà di Cuba, ha affermato a Quito il medico cubano Rody Cervantes. Su un totale di 1.826 pazienti, 160 sono arrivati ieri sera alla capitale cubana per essere operati gratuitamente, dopo un accordo raggiunto tra i Governi dei due paesi, ha evidenziato Cervantes, capo del gruppo di tre medici che lavora nella provincia di Esmeralda. Altri 245 ecuadoriani poveri con malattie agli occhi sono già stati controllati e sperano di partire per Cuba nelle prossime settimane, dopo il ritorno dei primi connazionali, che hanno beneficiato dell'operazione Miracolo, ha sottolineato.

L'internazionalismo cubano in Angola ha consolidato i legami con l'Africa
31.10 - Se qualcuno si chiedesse perché Cuba ha ascendenza su numerosi paesi africani, la risposta si chiama internazionalismo e l'Angola lo ha messo in primo piano. La maggiore delle Antille ha avuto nei suoi oltre 100 anni di lotta per l'indipendenza l'appoggio di altri popoli del mondo, per cui i cubani affermano che pagano con la stessa moneta. Nel cosiddetto continente nero i cubani hanno contribuito perfino con il loro sangue alle lotte contro il colonialismo e per l'indipendenza, con azioni memorabili nella storia di paesi come il Congo e la Guinea Bissau. E' stata una collaborazione diretta tra il 1965 e il 1967, a partire dalla quale La Habana ha mantenuto la sua solidarietà con i rivoluzionari angolani in importanti scenari internazionali, compresi le Nazioni Unite e il Movimento dei Paesi Non Allineati.

La città cubana di Cienfuegos è Patrimonio Culturale dell'Umanità
31.10 - Il centro storico di questa città può mostrare oggi la targa che lo definisce come uno degli oltre 750 luoghi del mondo classificati Patrimonio Culturale dell'Umanità. L'investitura ufficiale per questo titolo concesso dall'UNESCO nella sua riunione di Durban, in Sudafrica, lo scorso 15 luglio, ha avuto luogo ieri nell'antica Plaza de Armas, l'attuale parco José Martí. Nilson Acosta, direttore dei Monumenti nel Consiglio Nazionale del Patrimonio, ha letto la risoluzione approvata dal Comitato dell'UNESCO nella sua 29° riunione. La città portuale ha la particolarità di costituire l'unico insediamento ispano-americano fondato da coloni francesi nella regione dei Caraibi.