Ottobre 2003

Sostegno alla richiesta di libertà per i cinque cubani detenuti negli Stati Uniti
1.10 – Il sostegno alla lotta per la liberazione dei cinque cubani detenuti nelle carceri nordamericane dal 1998 cresce oggi tra i cittadini delle varie città degli Stati Uniti, hanno affermato gli organizzatori del Comitato Nazionale degli Stati Uniti per i Cinque. La coalizione internazionale ANSWER – la cui sigla in inglese significa Agisci Ora per Fermare la Guerra e Finirla con il Razzismo - ha capeggiato la scorsa domenica una marcia, alla quale hanno partecipato circa cinquemila persone. Durante la manifestazione i partecipanti hanno chiesto al Governo la fine dell'occupazione dell’Iraq e l'immediato ritorno delle truppe statunitensi, come pure hanno richiesto la pronta scarcerazione dei cubani. Secondo ANSWER, anche le proteste anti-guerra hanno avuto come scenari New York, Boston, Chicago, Los Angeles e Seattle, oltre ad altre 40 città in diversi Stati.

Lo Stato nordamericano dello Iowa punta sull’aumento dei commerci a Cuba
1.10 - Due senatori dello Stato dello Iowa che hanno capeggiato una missione commerciale in visita a Cuba si sono detti a La Habana favorevoli all’eliminazione del blocco imposto dagli Stati Uniti a Cuba da oltre 40 anni. "Questo è solo il principio di quello che speriamo sia una relazione di lunga durata e il principio del fine del blocco", ha affermato il congressista democratico Matt McCoy, durante la firma questo martedì di un memorandum di intesa con l'azienda cubana importatrice di alimenti, Alimport. La senatrice repubblicana Nancy Boettger, da parte sua, si è detta dispiaciuta che il processo iniziato nel Congresso federale per eliminare le sanzioni imposte da Washington a La Habana nel 1962 "non si muova così velocemente come lei vorrebbe".

Cuba acquista bestiame dalla Florida per la prima volta dopo 40 anni
2.10 – Cuba ha contrattato a La Habana l’acquisto di 250 capi di bestiame da fattori della Florida, in quello che costituisce la prima transazione di questo tipo con lo Stato nordamericano dall’imposizione del blocco statunitense all’Isola dal 1962. L’operazione commerciale è stata siglata questo mercoledì da Pedro Alvarez, direttore dell’azienda cubana importatrice di alimenti Alimport, e da John Parke Wright, presidente della compagnia omonima. L’imbarco delle 241 vacche e dei 9 tori acquistati da Cuba per un valore vicino ai 450.000 dollari sarà effettuato nel primo trimestre del 2004, secondo le informazioni fornite nella conferenza stampa che ha preceduto la firma del contratto. Alvarez ha spiegato che il bestiame comprato dai fattori della Florida appartiene a tre razze produttrici di carne, e si somma alle 450 mucche da latte trattate in precedenza che già si trovano sul suolo cubano. Parke Wright, primo imprenditore della Florida che vende bestiame a Cuba da quando Washington ha imposto il blocco economico a La Habana quattro decenni fa, ha definito un momento storico il riallaccio della fornitura di bestiame dalla Florida a Cuba.

Confezionatore di sigari cubani fa notizia a Londra
2.10 – Il confezionatore di sigari cubani José Cautelar Cairo (Cueto) continua a far notizia, adesso a Londra, la capitale britannica, con il suo sigaro più lungo del mondo. Cueto ha detto che circa 15 giorni fa è stato presentato alla stampa londinese, al preambolo di una festa culturale dove i sigari occupano un posto di primo piano. Cueto ha raccontato che è stato accolto all’Hotel London Milton da circa 80 giornalisti, che hanno potuto apprezzare la sua destrezza nel confezionare i sigari. Questo incontro, ha chiarito l’esperto, è stata il preambolo a un altro (il prossimo 24 ottobre), nello stesso hotel, per la celebrazione di una settimana culturale tra Regno Unito e Cuba, dove il sigaro ha un posto importantissimo.

A Cuba c’è un’aspettativa di vita alla nascita di 76.4 anni
2.10 – Il fenomeno demografico più importante per Cuba nel presente e nel prossimo futuro è quello del rapido invecchiamento della sua popolazione, la cui aspettativa di vita alla nascita è di 76.4 anni. Il principale esperto della Direzione dell’Anziano del Ministero della Salute Pubblica, Roberto Diéguez, ha reso noto che Cuba si trova tra le quattro nazioni più "vecchie" dell’America Latina e dei Caraibi e si stima che per il 2005 un cubano su quattro avrà più di 60 anni, mentre nel 2015 ci saranno più anziani oltre i 60 anni che minori sotto i 15 anni. Come parte delle azioni sviluppate da Cuba a favore delle persone anziane, il Governo cubano da due anni ha stabilito che il 1° ottobre sia la Giornata dell’Anziano.

Chávez ringrazia per l’appoggio di Cuba ai programmi sociali venezuelani
3.10 - Il Presidente venezuelano, Hugo Chávez, ha ringraziato il Governo e il popolo cubano per l'appoggio dato al Venezuela nello sviluppo di programmi sociali nel paese. Chávez ha parlato del tema in una conferenza stampa tenuta ieri ai corrispondenti stranieri accreditati in Venezuela e facendo un bilancio sull'incidenza di detti piani nella situazione della nazione. Ha spiegato come una volta superati i danni causati all'economia dallo sciopero del petrolio di dicembre e del gennaio scorso, il Venezuela ha cominciato a riprendersi e ora intraprende con forza la realizzazione di tali progetti. Ha indicato il successo del Piano Nazionale di Alfabetizzazione portato avanti grazie all’utilizzo di un sistema cubano, adattato alle realtà locali, che ha permesso di alfabetizzare già 300.000 venezuelani. Chávez ha elogiato l’andamento del piano ‘Dentro il Quartiere’, nel quale medici cubani e venezuelani assistono i residenti delle zone più umili di Caracas e ha annunciato che ora si chiamerà ‘Missione Dentro il Quartiere’, perché sarà esteso fino a diventare nazionale.

Verranno semplificate le procedure di entrata per i cubani residenti all'estero
3.10 – Lo scorso sabato 27 settembre, in un incontro a New York con 265 cubani residenti in 23 Stati degli Stati Uniti, il Ministro delle Relazioni Estere ha annunciato che la III Conferenza ‘La Nazione e l'Emigrazione’ avrà luogo nei giorni 27, 28 e 29 maggio 2004, a La Habana. La III Conferenza era stata convocata per aprile di quest’anno, ma ha dovuto essere posticipata. Le procedure per l'autorizzazione di entrata a Cuba dei cubani residenti all'estero saranno semplificate. Quando entrerà in vigore questa decisione, dopo il primo trimestre 2004, i cubani residenti all'estero, in possesso di un passaporto cubano valido potranno entrare a Cuba senza la necessità di realizzare un’altra previa procedura. Questa decisione costituisce un nuovo segnale della volontà del Governo Rivoluzionario rivolta a continuare a facilitare, nonostante l'opposizione del blocco e della mafia anticubana, i contatti dei cubani che vivono all'estero con i loro familiari residenti a Cuba.

Impiegata a Cuba la tecnica di equinoterapia ai bambini handicappati
3.10 - Cuba utilizza in modo soddisfacente un nuovo programma di riabilitazione per bambini sordomuti e ciechi con l'uso della tecnica di equinoterapia, ha affermato Carlos Llera, laureato in Difettologia e addetto all'iniziativa. Lo specialista lavora da 34 anni sulle necessità educative speciali dei bambini handicappati della scuola Abel Santamaría, di La Habana, privati dei sensi della vista, dell'udito e della parola. "Per anni ho cercato informazione sul tema, e ho cominciato a riunire tutto quello che arrivava dell'estero. L'equinoterapia la applico dal 4 dicembre dell'anno scorso, e io stesso sono meravigliato dai risultati", ha detto. La tecnica non è solo un rimedio di riabilitazione, bensì fa parte di un tipo di concetti in un mezzo naturale.

Cresce la infrastruttura turistica a La Habana Vieja
3.10 - La zona vecchia di La Habana continua a essere uno degli spazi più attraenti per i turisti di tutto il mondo, con 16 hotel e ostelli, 30 ristoranti, 63 caffetterie, negozi, musei e altri posti di interesse. Portavoce della compagnia Habaguanex S.A., che opera nel turismo in questa zona, hanno riferito sulle attrattive dell'area completate da un forte componente in materia di hotel e culinaria, con posti molto gradevoli, dove la musica cubana si diffonde nell’aria. Habaguanex S.A. è l’azienda che si occupa del turismo in quest'area urbana di circa 4.5 kmq. e che ha strade selciate, belle piazze colorite e, soprattutto, una relazione molto diretta con la cultura e storia del paese.

Cuba presenta elevati indici di salute orale
4.10 - Cuba ha festeggiato questo venerdì la giornata della Stomatologia Latinoamericana, con indici di salute orale che si trovano al livello dei paesi più sviluppati del continente, ha detto Damodar Peña Pentón, Ministro della Salute Pubblica. Stiamo lavorando per ubicare i servizi stomatologici al loro giusto posto, impegnati a raggiungere il meglio nell'assistenza della popolazione, ha aggiunto il titolare cubano durante la cerimonia di omaggio ai primi laureati in questa specialità dopo il 1959. Quarant’anni fa, ha sottolineato, è uscito dalle aule universitarie il primo gruppo di stomatologi formati dalla Rivoluzione cubana, avvenimento che ha segnato una pietra miliare nel sistema della salute di Cuba. Da allora, si sono laureati oltre 10.000 specialisti in questa area, e si lavora duramente per il loro miglioramento attraverso corsi relativi alla salute orale.

Impiegata a Cuba la tossina dello scorpione azzurro per il trattamento del cancro
4.10 – Un’equipe di scienziati cubani usa la tossina dello scorpione azzurro nel trattamento di oltre 70.000 persone, tra cubani, europei e latinoamericani, affetti dal cancro, ha confermato Misael Bordier, precursore del progetto Escozul. L'Escozul, biopreparato ottenuto del veleno dello scorpione azzurro o Rhopalurus Junceus, è fondamentalmente usato per combattere tumori maligni, infiammazione pelvica o prostatica, morbo di Parkinson e altre malattie, ha spiegato. Il farmaco che ha il Certificato di Registro di Marca, è stato provato anche con risultati soddisfacenti su pazienti con il Virus di Immunodeficienza Acquisita (HIV-AIDS), nell'ospedale universitario di Mbarara, in Uganda.

Inaugurate in Italia le ‘Giornate della Cultura Cubana’
4.10 - Le ‘Giornate della Cultura Cubana’ che si tengono ogni anno in Italia, hanno aperto a Roma la loro terza edizione con un concerto della cantante Marta Campos, in quello che è stato il suo debutto nel paese europeo. L'interprete, che ha condiviso il palcoscenico con Sara González, Santiago Feliú e Liuba María Hevia, ha aperto la festa della cubanía con un compendio di opere che va dalla trova tradizionale alla musica più recente. Lo scambio, che ha avuto l'appoggio del Circolo Roma Centro dell'Associazione di Amicizia Italia-Cuba, è il preludio di una serie di presentazioni dell'artista in questa capitale.

In tournée negli Stati Uniti il flautista cubano nominato al Grammy Latino 2003
6.10 - Il flautista cubano Orlando Valle "Maraca", nominato al Grammy Latino 2003 e al quale il Governo degli Stati Uniti aveva negato il visto per partecipare alla premiazione, si trova in tournée in 17 città statunitensi. I concerti, nei quali il musicista cubano condividerà la scena con grandi interpreti statunitense, erano programmati per questa estate e hanno dovuto essere posticipati a causa del ritardo nelle cosiddette procedure di sicurezza. "Maraca", a capo del gruppo "Un'altra visione", ha ottenuto finalmente il permesso per le sue esibizioni negli Stati Uniti dopo ripetuti tentativi e mesi di attesa. La tournée che si concluderà il prossimo giorno 18 è costituita da 17 concerti in un uguale numero di città e da cinque festival di jazz.

Washington mente per giustificare il blocco, afferma il Ministro degli Esteri cubano
7.10 – Il Ministro degli Esteri di Cuba, Felipe Pérez Roque, ha accusato Washington di mentire per giustificare il blocco economico, finanziario e commerciale imposta all'Isola per oltre quattro decenni. Inaugurando ieri la mostra "Un sguardo fotografico al blocco", nel Centro di Stampa Internazionale, Pérez Roque a respinto le dichiarazioni fatte lo scorso giorno 2 da Roger Noriega, segretario assistente di Stato per gli Affari Continentali Occidentali che ha confermato le sanzioni a Cuba. Un testo del Ministero degli Esteri segnala che il 2 ottobre scorso, Noriega "ha confermato in un incontro con il Comitato delle Relazioni Estere del Senato degli Stati Uniti, la politica ostile e aggressiva dell'Amministrazione (del Presidente George W.) Bush verso Cuba". "E’ diventata più dura l'azione del Governo degli Stati Uniti che solo 48 ore fa ha ribadito i suoi tentativi di usare la menzogna per giustificare il blocco, del tipo che Cuba è un paese con programmi di ricerca per fabbricare armi biologiche", ha affermato il Ministro degli Esteri. Pérez Roque ha smentito il fatto che Cuba costituisca un pericolo per la sicurezza nazionale nordamericana, "come ha precisato un alto funzionario del Governo con le sue false argomentazioni per giustificare il blocco".

Il Viceministro degli Esteri: Cuba sarà sempre un obiettivo della politica degli Stati Uniti
7.10 - Il primo Viceministro delle Relazioni Estere di Cuba, Fernando Remírez, ha affermato che il suo paese sarà sempre un obiettivo della politica degli Stati Uniti per il progetto sociale in atto dal 1959. In una conferenza magistrale questo lunedì all'aeroporto internazionale José Martí sul tema del blocco di Washington contro La Habana, Remírez ha sostenuto che tale ostinazione della Casa Bianca è dovuta per gli evidenti risultati raggiunti da Cuba in oltre 40 anni di socialismo. Nella conferenza, una delle oltre 300 programmate a La Habana in riferimento al tema, il diplomatico ha rimarcato che l'ostilità di una decina di Amministrazioni statunitensi contro Cuba è costata la vita a oltre 3.000 persone e perdite per circa 72.000 milioni di dollari. Ci aspettiamo un'altra grande vittoria quando il prossimo 4 novembre Cuba presenterà all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il progetto di risoluzione per la dodicesima volta contro il blocco degli Stati Uniti, ha affermato.

Il Mondiale di Scherma onora gli sportivi morti a Barbados
7.10 - Il XLIX Campionato Mondiale di Scherma che si svolge a La Habana, onora gli sportivi cubani che hanno perso la vita nel sabotaggio di un aereo della Cubana il 6 ottobre 1976 a Barbados. Tra i 57 cubani morti nel sabotaggio, vi erano i 24 membri della squadra nazionale giovanile di scherma, vincitrice del IV Campionato Centroamericano e dei Caraibi di questa disciplina, che si era svolto a Caracas, Venezuela. I giovani ritornavano in Patria pieni di medaglie e di sogni. A 27 anni dal crimine, Cuba mantiene le sue richieste di giustizia e la sospensione della politica ostile intrapresa dalle amministrazioni statunitensi contro il paese. Oltre un migliaio di sportivi di 84 paesi di tutti i continenti partecipano da ieri al Mondiale di Scherma, torneo che si trasforma in un omaggio di ricordo a coloro che sono caduti a Barbados 27 anni fa.

Impossibile la liberalizzazione commerciale con il blocco a Cuba
8.10 - Cuba ha segnalato alle Nazioni Unite questo martedì l'impossibilità di parlare della liberalizzazione del commercio mondiale quando le è stato negato tale diritto per oltre 40 anni di brutale blocco da parte della più grande potenza del mondo. Il rappresentante cubano alterno all'ONU, Orlando Requeijo, è intervenuto al riguardo durante un dibattito nella Seconda Commissione dell'Assemblea Generale incaricata delle questioni economiche e sociali. Ha ricordato che precisamente gli Stati Uniti hanno ignorato decisioni prese sul tema dal suddetto organismo che per 11 anni consecutivi si pronunciato per porre fine al blocco a Cuba. In tal senso, ha citato le leggi Torricelli e Helms Burton, di portata extraterritoriale, come violazioni del sistema internazionale di libero commercio, e le restrizioni alle esportazioni nordamericane a Cuba come ostacolo all'espansione commerciale.

Italiani solidali con Cuba manifestano a Roma
8.10 – "Difendiamo Cuba" è la parola d’ordine che anima ogni giorno le attività organizzate da associazioni e comitati italiani di solidarietà con l'Isola, sicuri che rappresenti il miglior esempio del fatto "che un altro mondo è possibile". Questo spirito ha animato la manifestazione di protesta contro il blocco realizzata di fronte all'Ambasciata statunitense, davanti alla quale è stata spiegata una gigantesca bandiera cubana e sono stati innalzati ritratti del Presidente Fidel Castro e dei cinque eroi illegalmente incarcerati negli Stati Uniti. "I Cinque", come sono internazionalmente noti, sono giovani ingiustamente detenuti nelle carceri statunitensi. Il principale motivo della manifestazione è stato la liberazione di questi eroi e la lotta contro il blocco di oltre 40 anni contro Cuba.

Affermato in Messico che identificarsi con il Che è identificarsi con Cuba
9.10 - Virginia Jaramillo, capo del governo municipale nel distretto Cuahtemóc, di Città del Messico, ha affermato che identificarsi con Che Guevara è identificarsi con la Rivoluzione cubana ed esigere la fine del blocco degli Stati Uniti a Cuba. "Identificarsi con il Che è restare solidali e amici con i fratelli cubani ed esigere il rispetto dell'indipendenza e dell'autodeterminazione di Cuba", ha affermato la Jaramillo. Intervenendo ieri in un’emozionante cerimonia per il 36° anniversario della caduta del guerrigliero, la rappresentante del Partito della Rivoluzione Democratica - che nella capitale ha la maggioranza – ha indicato che l'esempio del Che oggi diventa sempre più grande. La giovane leader ha precisato che il pensiero del Che ha validità, più ancora in questi momenti in cui "le forze neofasciste dell'imperialismo yankee pretendono una nuova ripartizione del mondo, invadono nazioni, distruggono i popoli". Ha indicato che il pensiero guevariano è presente oggi, davanti agli effetti di povertà delle politiche neoliberiste che ogni giorno lasciano i lavoratori disoccupati e spogliano i contadini delle loro terre.

Cuba per una migliore zafra
9.10 - La prossima zafra cubana dovrà marcare un punto di recupero di questo settore economico, grazia a una preparazione integrale e a un maggiore appoggio da parte dello Stato. Così è stato puntualizzato in una riunione del Vicepresidente Carlos Lage con i titolari e i vice dei Ministeri e degli Enti interessati alle attività agricole e dell’industria dello zucchero, e con funzionari e dirigenti di base del settore. Gli scarsi risultati del precedente raccolto dovuti a mancanza di mezzi, deficienze operative e ad avversità climatiche, hanno indotto le autorità di Cuba a orchestrare un processo integrale di ristrutturazione denominato ‘Impegno Álvaro Reynoso’. In mezzo alle limitazioni economiche attuali, ha affermato Lage, il paese farà uno sforzo per garantire le risorse imprescindibili. Il Vicepresidente cubano ha anticipato che la zafra 2003-04 dovrà essere condotta bene senza giustificazioni, "perché non si tratta solo di produrre zucchero, ma di ottenerlo con efficienza e a basso costo".

Una rarità a Cuba: uve e vini nazionali
9.10 – Un insolito spettacolo per queste latitudini avrà luogo nella provincia di Pinar del Río, quando nel febbraio del prossimo anno verrà tenuta nella località di San Cristóbal la prima festa di una vendemmia che si ricordi a Cuba. Fino a poco tempo fa i vigneti e l'elaborazione di vini a partire da uve nazionali sembravano una cosa da malati mentali, ma un gruppo di entusiasti lo ha creduto possibile e al termine del raccolto che si annuncia abbondante, le loro aspettative sembrano giuste. I frutti sostituiranno in parte i mosti italiani impiegati da un impianto vinicolo appartenente all’azienda ‘Cantine San Cristóbal’, che ogni anno commercializza nel mercato interno ed estero fino a quattro milioni di bottiglie. In modo sperimentale sono stati seminati sei ettari con altrettante varietà di vite, a partire da cloni italiani donati da Vivai Cooperativi di Rauscedo, e inoltre i risultati sono così incoraggianti che già si pensa di quintuplicare detta superficie.

Firmato un memorandum tra Cuba e Stati Uniti per l’acquisto di alimenti
10.10 - Un memorandum di intesa per lo scambio è stato firmato dall’azienda Alimport di Cuba e dall'Ufficio Agricolo dello Stato dell'Indiana, negli Stati Uniti, per acquistare lì 15 milioni di dollari in alimenti. Alla presenza del senatore democratico statunitense Evan Bayh, è stato firmato il documento che renderà possibile l'acquisto di mais, soia, bestiame, prodotti avicoli, tra gli altri. Pedro Álvarez, presidente di Alimport, insieme a Don Villwock, rappresentante dei produttori agricoli dell'Indiana, sono stati i firmatari dell'accordo. Il blocco mantenuto per oltre 40 anni e le restrizioni ai viaggi dei nordamericani a Cuba non hanno dato risultato, ha detto Bayh. Álvarez ha rilevato che finora sono stati spesi 512 milioni di dollari in prodotti statunitensi, di questi il 96 % è stato destinato a soddisfare le necessità della popolazione con minori entrate a prezzi sovvenzionati.

Céspedes ha scatenato a Cuba un grande processo che trascende i tempi
10.10 - Il leader indipendentista Carlos Manuel de Céspedes (1819-1874), iniziando la lotta per l'indipendenza di Cuba, ha scatenato un processo di grande portata che trascende il tempo, ha affermato Eusebio Leal, storiografo di Ciudad de La Habana. Intervenendo ieri alla cerimonia per il 135° anniversario dell'inizio della lotta per l'indipendenza di Cuba, Leal ha segnalato che si è profondamente ‘cespediani’ nella misura in cui si è intensamente cubani, perché è la pietra angolare e il principio su cui si reggono le tradizioni repubblicane e il sentimento nazionale. Come ogni anno, viene ricordata la figura di Céspedes, conosciuto a Cuba come il ‘Padre della Patria’, che in un complesso zuccheriero, vicino a Manzanillo, nell'oriente cubano, iniziò la rivolta e liberò i suoi schiavi. Per l'accademico, il 10 ottobre 1868 rappresenta un fatto importante ed essenziale, dato che lo consideriamo come concetto e spirito di nazione che ha rotto con tutti i legami del passato.

Accademico italiana elogia la collaborazione con un’università cubana
10.10 - L'accademico Giorgio Benzoeri ha definito a Camagüey mutuamente vantaggiosa la collaborazione tra l'italiano Politecnico di Milano, al quale appartiene, e l'Università di Camagüey a Cuba. Il professore europeo che ha partecipato alle sessioni della VI Conferenza Internazionale del Patrimonio Architettonico Edificato, con sede in questa città orientale cubana, ha spiegato che i vincoli tra i due centri docenti sono cominciati nel febbraio 1999. Già nel novembre di quell'anno, ha rilevato, era stata realizzata una ricerca congiunta e a partire da lì è nato un progetto che si è concluso nel 2001 con l'edizione della libro "Ricerca per la conservazione dell'insieme architettonico di El Carmen a Camagüey".

Cuba olia le sue difese
11.10 - Il Ministro della Difesa di Cuba, Raúl Castro, ha manifestato la sua soddisfazione per i livelli di preparazione raggiunti dall'Esercito Occidentale nel primo periodo di istruzione dell'attuale anno di preparazione alla difesa. La dichiarazione del capo delle Forze Armate Rivoluzionarie (FAR) è avvenuta durante il Consiglio Militare dell'Esercito Occidentale, che ha esaminato i compiti della difesa nelle quattro province occidentali di Cuba. Appena un mese fa, presiedendo una riunione simile nell'Esercito Centrale, Raúl Castro aveva fatto appello a "mantenere all’erta" tutte le forze fino alla fine dell’anno e nel 2004 "nell'interesse del rafforzamento della capacità difensiva del paese". Il Consiglio Militare dell'Esercito Occidentale, effettuato nella provincia di Pinar del Río, ha esaminato la preparazione delle riserve, delle Milizie di Truppe Territoriali e degli organismi di direzione e comando, in particolare quelli dei consigli di difesa provinciali, municipali e delle zone di difesa.

Bush annuncia l’indurimento della politica aggressiva contro Cuba
11.10 - Aumentano i venti elettorali negli Stati Uniti e il Presidente George W. Bush si prodiga per compiacere l'estrema destra anticubana, davanti alla quale ha annunciato un indurimento della sua politica aggressiva contro Cuba. Per ottenere un maggiore colpo di scena ha scelto il 10 ottobre, giorno che segna l'inizio delle guerre indipendentiste cubane contro il colonialismo spagnolo 135 anni fa, come data per fare l'annuncio davanti a un scelto gruppo da rappresentanti del settore più estremista della comunità cubanoamericana riunito questo venerdì nei giardini della Casa Bianca. Benché le misure, in essenza, non apportino niente di nuovo alla retorica anticubana delle diverse amministrazioni nordamericane da 1959, il Presidente ha detto che a partire da ora il suo Governo controllerà lo stretto rispetto della legge che proibisce ai nordamericani di recarsi a Cuba in qualità di turisti. La creazione di una commissione presidenziale di assistenza e un aumento delle risorse tecniche e finanzieri destinate alle emissioni radiotelevisive del suo Governo verso Cuba sono stati altri degli annunci del Presidente.

Nuove regole doganali per i sigari cubani
11.10 - La corporazione internazionale Habanos S.A. ha appena annunciato nuove regole doganali per l'uscita di sigari cubani da Cuba e per tre nuovi tipi della marca Trinidad. Insieme alla Dogana Generale della Repubblica di Cuba sono state adottate recenti misure per la lotta contro le falsificazioni del sigaro cubano, come la Risoluzione n° 41-2003 per rafforzare le misure che regolamentano il trasporto dei sigari. Portavoci di Habanos S.A. hanno detto che a partire dall’8 ottobre di quest’anno tutti i viaggiatori cubani e stranieri saranno obbligati a dichiarare verbalmente davanti alla Dogana se trasportano con sé sigari. La relazione indica che i passeggeri dovranno presentare alla frontiera una copia della fattura originale dell'acquisto in stabilimenti autorizzati come le Casas del Habano e le Casas del Tabaco, o altri negozi ufficiali.

Il Ministro degli Esteri argentino compie una fitta agenda nel suo primo giorno a Cuba
13.10 - Il Ministro degli Esteri argentino, Rafael Bielsa, si è mostrato visibilmente compiaciuto iniziando questa domenica il programma della sua prima visita ufficiale a Cuba in qualità di Ministro delle Relazioni Estere del paese sud-americano. "Già sono venuto diverse volte e ogni volta mi piace di più", ha affermato Bielsa, che è anche Ministro del Commercio Internazionale dell'Argentina, a un gruppo di abitanti del quartiere del Nuovo Vedado a La Habana, dopo avere visitato un mercato agricolo situato nella zona. Bielsa, che era accompagnato dal suo omologo cubano, Felipe Pérez Roque, ha ricevuto anche ampie spiegazioni sul sistema di salute pubblica cubano, durante una visita a un policlinico comunitario e a un ambulatorio del medico di famiglia. In un ambiente rilassato al di fuori delle norme del protocollo, il funzionario argentino e la delegazione che lo accompagna hanno appreso che Cuba conta su 69.000 medici, con un rapporto di un medico ogni 167 abitanti. Il viaggio del Ministro argentino arrivato sabato a La Habana con il nuovo Ambasciatore designato dal Governo del Presidente Néstor Kirchner, ha come obiettivo quello di dare un impulso alle relazioni bilaterali.

José Saramago afferma di non avere rotto con Cuba
13.10 - Il Premio Nobel per la Letteratura 1998, il portoghese José Saramago, ha detto "Io non ho rotto con Cuba", in un’intervista con la scrittrice Rosa Miriam Elizalde, realizzata in Spagna e che è stata pubblicata dal quotidiano Juventud Rebelde. L'incontro con Saramago è diventato un'intervista di taglio letterario nella quale ha passato in rassegna la sua opera, la relazione con Pilar del Río, moglie del narratore, l'amore, l’America Latina, l'Unione Europea, la sua militanza comunista "libertaria" (come lui stesso l’ha definita) e ovviamente Cuba. Elizalde ha formulato alla fine una serie di parole-domande tra le quali vi erano il FMI, che lui chiama "i padroni del denaro" e Cuba ("io non ho rotto con Cuba", ha affermato. "Continuo a essere un amico del popolo di Cuba, ma mi riservo il diritto di dire quello che penso, e dirlo quando capisco che devo dirlo").

Alicia Alonso si è recata negli Stati Uniti
13.10 - La prima ballerina assoluta Alicia Alonso si è recata questa domenica negli Stati Uniti per unirsi alla tournée che il Balletto Nazionale di Cuba realizza, dallo scorso 3 ottobre, in 21 città nordamericane. Ha spiegato che, oltre alle rappresentazioni al City Center di New York, la compagnia che dirige si esibirà a Los Angeles, in California, a San Diego e a Cerrito, tra le altre. La Alonso che è diventata famosa a New York sessant’anni fa, ha aggiunto che spera di incontrarsi lì con i vecchi amici del mondo della danza e con alcuni nuovi, in vista di stringere contatti. Il BNC concluderà la sua tournée il 16 novembre e il 5 dicembre inizierà a La Habana un minifestival per il 55° anniversario della sua fondazione.

Il Ministro degli Esteri cubano: l’Unione Europea è come un croupier della politica anticubana degli Stati Uniti
14.10 - Il Ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Felipe Pérez Roque, ha affermato questo lunedì che l'Unione Europea agisce come un "croupier" o come "l’ultimo vagone dal treno" della politica anticubana del Governo degli Stati Uniti. Cuba non si sente isolata, si sente appoggiata dai popoli europei. Quelli che sono isolati sono i Governi europei che non hanno avuto la capacità di mantenere una politica indipendente verso La Habana, perché hanno claudicato davanti a Washington, ha sostenuto Pérez Roque rispondendo alle domande dei giornalisti nella sede del Ministero degli Esteri cubano. Indicando che viene mantenuto il congelamento delle relazioni tra l'UE e Cuba, il capo della diplomazia cubana ha segnalato che il suo paese ha problemi con i Governi dell’Unione Europea che hanno stabilito strette relazioni con la Casa Bianca. Il Ministro ha affermato che il blocco comunitario non può violare le istituzioni nazionali né il senso della dignità dei cubani, e non potrà farlo perché, in definitiva, Cuba sta resistendo con successo a oltre quattro decenni di blocco nordamericano.

I Ministri degli Esteri di Cuba e Argentina soddisfatti per il rilancio dei legami
14.10 - I Ministri degli Esteri dell'Argentina, Rafael Bielsa, e di Cuba, Felipe Pérez Roque, si sono detti oggi soddisfatti per il rilancio dei legami diplomatici tra Buenos Aires e La Habana come parte della volontà politica dei due Governi. Durante le conversazioni ufficiali nella sede del Ministero delle Relazioni Estere di Cuba, Pérez Roque ha detto che il soggiorno del suo omologo argentino costituisce un simbolo del nuovo momento che vivono le relazioni dei due paesi. Siamo sicuri che questi incontri, ha proseguito, sono l'espressione della volontà dei due Governi per dare impulso ai mutui legami nell’ambito dell'amicizia e del reciproco rispetto, con cui apriremo – ha detto - una reale via di collaborazione e di cordiali discussioni tra le autorità cubane e quelle argentine.

Cuba sostiene che la guerra in Iraq ha reso urgente la riforma dell’ONU
14.10 - Cuba ha sostenuto alle Nazioni Unite che la guerra scatenata contro l'Iraq in franca violazione della Carta dell'ONU costituisce una chiara prova in più della necessità di una profonda riforma del suo Consiglio di Sicurezza. Il rappresentante permanente alterno cubano, Orlando Requeijo, ha detto che la già di per sé diminuita autorità di questo organismo ha sofferto un grave danno quando alcuni paesi hanno scatenato un'azione militare senza la sua previa autorizzazione. Tuttavia, ha precisato, la questione non è stata sviluppata analiticamente in una relazione presentata dalla presidenza del Consiglio all'Assemblea Generale, che ha dibattuto questo lunedì i cambiamenti urgenti che sono necessari alle Nazioni Unite.

Meta turistica cubana riceverà circa 90.000 visitatori
14.10 – La meta turistica cubana Jardines del Rey, nella provincia centrale di Ciego de Avila, riceverà circa 90.000 visitatori nella stagione invernale che inizierà le sue operazioni nel prossimo novembre. Luis Báez, fondatore dell'Ufficio del Ministero del Turismo in detto territorio, ha confermato che in tale periodo - che si estenderà fino alla prima quindicina di aprile 2004 - arriveranno ogni settimana oltre 25 voli all'aeroporto internazionale Jardines del Rey, a Cayo Coco. Ha affermato che l'inverno sarà contrassegnato da un predominio del mercato canadese, con oltre l’ 80 % delle presenze con voli diretti da Montreal, Ottawa, Québec e Halifax.

Il Ministro degli Esteri argentino definisce un successo la sua visita a Cuba
15.10 - Dal punto di vista della Repubblica dell'Argentina questa visita è stata un successo, ha espresso Rafael Bielsa, Ministro delle Relazioni Estere argentine alla conclusione del suo soggiorno di quattro giorni a Cuba. Il viaggio non è stato solo di natura formale, ma anche di risultati concreti, ha indicato il Ministro degli Esteri argentino in dichiarazioni a Prensa Latina, all'aeroporto internazionale José Martí, di La Habana. "Abbiamo firmato molti accordi e stabilito vari impegni, e stiamo avanzando sulla strada per la diversificazione dei modi per l’abbassamento del debito", ha aggiunto. Ha considerato lo scambio come un fatto positivo per i due popoli, dato che durante la sua visita è avvenuta la firma di un accordo che stabilisce un meccanismo di dialogo e di consultazioni politiche tra i due Ministeri degli Esteri, la cui prima riunione verrà fatta nel marzo 2004 in coincidenza con la visita del Ministro cubano delle Relazioni Estere, Felipe Pérez Roque, a Buenos Aires. Sull'incontro avvenuto ieri con il Presidente cubano, Fidel Castro, nel Palazzo della Rivoluzione, Bielsa ha evidenziato che hanno parlato del mondo, di storia, del futuro e del futuro dei protagonisti; e ha definito la chiacchierata molto avvincente.

Il Consiglio Sicurezza viene indicato come antidemocratico e cospirativo
15.10 - L'Ambasciatore di Cuba presso l'ONU, Bruno Rodríguez, ha indicato che il Consiglio di Sicurezza si è trasformato in un organismo antidemocratico e cospirativo che agisce dalla nebbia e dal segreto delle consultazioni informali. Ha detto che in nessun altro organismo viene violato in modo tanto quotidiano, istituzionale e flagrante il principio di uguaglianza sovrana, e perfino i membri non permanenti sono esclusi e ignorati nonostante la legittimità concessa loro dalle urne e non dalle guerre. Intervenendo questo martedì nel plenario dell'Assemblea Generale rivolta alla riforma delle Nazioni Unite, ha sostenuto che affinché queste siano credibili bisogna incominciare proprio dal Consiglio di Sicurezza. Ha criticato duramente l'esercizio del veto che "è stato un riflesso di un bilanciamento internazionale che ora neppure esiste e in questi tempi esprime solo l'impotenza dei pareri contrari". Gli Stati membri dell'ONU, con un pugno di eccezioni, sono d’accordo sul fatto che il veto deve essere eliminato, ha ricordato.

Vini: prodotti di classe del turismo cubano
15.10 - Dopo tre giorni di dibattiti, assaggi e conferenze sui vini, l’Hotel Nacional de Cuba si è confermato come la sede principale di questo prodotto che oggi viene messo in risalto come specialità per l’auge del turismo insulare. Nel ‘Salone 1930 Compay Segundo’ di questo hotel emblema delle vacanze cubane, si sono dati appuntamento un centinaio di esperti, soprattutto molti sommeliers, professione sempre più in auge tenendo conto della qualità dei turisti che arrivano a Cuba. Durante l'incontro, sono state presentate 60 marche, di otto compagnie importatrici. Il paese più rappresentato è stato la Spagna con 28 vini, seguito dall'Italia con 16, oltre a presentazioni di vini di Messico, Australia, Portogallo, Cile e Stati Uniti.

Relazione dell’ONU plasma il rifiuto al blocco degli Stati Uniti contro Cuba
16.10 – Da tutte le latitudine del mondo, 86 stati membri delle Nazioni Unite hanno plasmato la loro ferma opposizione al blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti contro Cuba in una relazione che circola da questo mercoledì alle Nazioni Unite. In linea con una risoluzione dell’Assemblea Generale dell’ONU, il Segretario Generale, Kofi Annan, ha raccolto le risposte ricevute fino al 16 luglio scorso sul compimento di una decisione di questo organismo che ha fatto appello a porre fine alla politica ostile di Washington. Secondo quanto ha precisato "le risposte che sono arrivate successivamente verranno inserite come appendice alla relazione", fatto che sta avvenendo dopo tale data. Con maggiore o con minore lunghezza nei messaggi, si può apprezzare un essenziale punto di convergenza: le misure coercitive unilaterali violano il Diritto Internazionale.

Cuba dà impulso alle sue relazioni commerciali nonostante il blocco degli Stati Uniti
16.10 – Nonostante il blocco economico imposto da oltre 40 anni, Cuba mantiene relazioni commerciali con oltre 170 paesi di tutti i continenti, ha affermato questo mercoledì Pedro Luis Padrón, Viceministro del Commercio Estero. Intervenendo in un forum interattivo, Padrón ha segnalato che Cuba è un paese in via di sviluppo che sta realizzando molteplici sforzi per migliorare la vita dei suoi cittadini. Abbiamo creato un’infrastruttura economica e sociale e soprattutto capacità umane che ci fanno avere piena fiducia nelle nostre opportunità per lo sviluppo di relazioni sane con gli Stati Uniti, senza cambiare direzione e senza perdere il senso profondamente umano del nostro progetto sociale, ha affermato.

Chiesto al Parlamento Europeo di preoccuparsi per i cinque cubani detenuti negli Stati Uniti
18.10 - Secondo un'informazione divulgata questo venerdì nel sito Internet www.antiterroristas.cu, l'eurodeputato Miguel Angel Martínez ha chiesto al Parlamento Europeo (PE) di preoccuparsi per la situazione in cui si trovano i cinque cubani detenuti negli Stati Uniti, ai quali dal 1998 vengono violati i più elementari diritti umani. Durante una serie di interpellanze al PE, Martínez ha fatto richiesta a questo organismo di pretendere dalla Casa Bianca un trattamento umano e rispettoso degli imputati come viene chiesto per Cuba. "Potrebbe il Consiglio intraprendere qualche gestione su questo caso per richiedere alle autorità nordamericane almeno un comportamento simile a quello che si esige da Cuba in materia di rispetto dei diritti umani e del diritto internazionale per quello che riguarda leggi, processi e situazione dei carcerati?".

Terminata l’intensa prima giornata della conferenza sui viaggi Stati Uniti-Cuba
18.10 - Un'intensa giornata ha caratterizzato a Cancún, in Messico, l'inizio della Conferenza sui Viaggi Stati Uniti-Cuba, un evento che sfida il Governo di George W. Bush dato che si svolge nel momento in cui vengono annunciate nuove misure di pressione contro Cuba. Tuttavia, un importante gruppo di agenti di viaggio, di delegati di linee aeree e di agenzie di viaggi charter, di tour-operator, di consulenti legali e della stampa specializzata degli Stati Uniti, si è unito ad altre persone estere che portano avanti affari commerciali nel turismo a Cuba e a una delegazione cubana capeggiata dal Ministro del Turismo, Ibrahim Ferradaz, che è arrivato ieri sera Cancún. Per la prima volta dal 1961, da quando gli statunitensi hanno avuto limitazioni per recarsi a Cuba, rappresentanti delle due parti si riuniscono per analizzare le potenzialità di fare affari congiunti quando verrà eliminata la proibizione di visitare la maggiore delle Antille e per promuovere, in questo modo, la fine di queste misure. Organizzata dall'Associazione dei Professionisti dell'Industria Relazionata con i Viaggi (ATRIP, secondo la sua sigla in inglese) e da altri enti vincolati all'industria turistica degli Stati Uniti, la conferenza ha potuto contare questo venerdì sull'intervento di Miguel Alejandro Figueras, consulente del Ministro cubano del Turismo, come pure di dirigenti di numerose catene e gruppi alberghieri cubani.

ONG italiana aiuta a risistemare il Parco Metropolitano di La Habana
18.10 - Al fine di risistemare e di sviluppare il Parco Metropolitano di La Habana vengono realizzati diversi lavori promossi dall'Organizzazione Non Governativa italiana ‘Comitato per lo Sviluppo dei Popoli’ (CISP) e dalle autorità di Cuba. Paola Larghi, rappresentante del CISP a Cuba, ha spiegato che le azioni fondamentali del progetto congiunto sono incentrate oggi nel recupero ambientale del bacino Almendares-Vento. Secondo la Larghi, sulle rive di circa 10 chilometri di questa corrente fluviale vivono circa 200.000 persone che sono state colpite dai livelli di inquinamento e dallo stato di insalubrità di alcuni zone. Il CISP, con sede a Roma, ha sviluppato a Cuba vari progetti dal 1999 e ne ha iniziato nel febbraio 2002 l'esecuzione insieme alle autorità cubane di questo progetto che costruisce e sviluppa impianti di trattamento di residui con sistemi naturali.

A New York il Balletto Nazionale di Cuba
18.10 - Il Balletto Nazionale di Cuba, diretto dalla prima ballerina assoluta Alicia Alonso, si esibirà a New York fino alla prossima domenica nel teatro City Center, culmine di una tournée di successo nelle città statunitensi. Gli artisti sono stati definiti creature soprannaturali dalla stampa di Charleston (Carolina del Sud) e le loro prestazioni sono state coronate in tutte le città da ovazioni e da elogi. Tra gli Stati e le città presenti nella tournée vi sono Michigan, Atlanta, Indiana e Richmond.

L’Internazionale Socialista respinge l’aggressività degli Stati Uniti contro Cuba
20.10 - I partecipanti alla riunione preparatoria del Congresso Mondiale dell'Internazionale Socialista, conclusa questa domenica in Messico, hanno approvato un pronunciamento contro i piani aggressivi degli Stati Uniti verso Cuba, annunciati dalla Casa Bianca. La proposta è stata presentata dal Comitato di questa organizzazione per l’America Latina e i Caraibi e ha ricevuto l'appoggio di tutti i suoi membri che hanno espresso la loro crescente preoccupazione per le pretese dell'amministrazione di George W. Bush. L'annuncio del Presidente nordamericano lo scorso 10 ottobre, di rendere più duro il suo blocco, di intensificare le trasmissioni sovversive verso Cuba e di restringere ancora di più l'entrata di statunitensi a Cuba, è visto dai membri dell'IS come un tentativo di destabilizzare Cuba e la pace della regione. Tra gli accordi di questa riunione vi è quello di portare la posizione di detto Comitato su Cuba al Congresso dell'IS, dal 29 al 31 ottobre dell'anno in corso.

I medici del piano ‘Dentro il Quartiere’ hanno assistito 630.000 abitanti di Caracas
20.10 - I medici venezuelani e cubani del piano ‘Dentro il Quartiere’, del Venezuela, hanno finora realizzato l’assistenza facoltativa a 630.000 persone e salvato la vita a 716 abitanti di Caracas, ha informato il sindaco di Caracas, Freddy Bernal. Bernal lo ha comunicato ieri al Primo Incontro di Solidarietà con il menzionato piano, che presta servizio alle comunità umili residenti sulle colline attorno a Caracas e attraverso il quale i medici hanno visitato 227.000 persone casa per casa. Nel suo discorso, il sindaco Bernal ha chiarito il fatto che benché il servizio di salute alla popolazione umile sia l'epicentro di ‘Dentro il Quartiere’, il progetto ha la caratteristica di strumento di articolazione di programma sociale.

Cuba denuncia la manovra mediatica di Reporter senza Frontiere
20.10 - L'Ambasciata di Cuba in Francia ha denunciato il ruolo di Reporter Senza Frontiere (RSF) in una campagna mediatica di Washington contro la Rivoluzione cubana, per avere divulgato una foto ritoccata al fine di accusare un funzionario della sede diplomatica cubana. La missione cubana ha fatto riferimento in un comunicato a un tafferuglio avvenuto lo scorso 24 aprile quando controrivoluzionari di origine cubana e membri di RSF hanno violato l'immunità diplomatica dell'Ambasciata in Francia. In relazione a quell'incidente, RSF aveva divulgato una fotografia tecnicamente ritoccata fino a raggiungere l'effetto desiderato di riprodurre l'immagine di un funzionario con un'arma da fuoco nella mano destra. Il comunicato segnala che non bisogna essere esperti per ravvisarlo. L'Ambasciata di Cuba afferma categoricamente che nessuno dei suoi funzionari portava armi durante detto incidente e coglie l'occasione per denunciare all'opinione pubblica questi metodi provocatori e irresponsabili dell’organizzazione Reporter Senza Frontiere, che evidentemente segue i noti metodi della mafia cubano-americana di Miami.

Cuba in blocco contro il blocco
21.10 - Quando il prossimo 4 novembre Cuba presenterà all'ONU una relazione al Segretario Generale sulla necessità di porre fine al blocco nordamericano contro l'Isola, centinaia di collettivi operai e studenteschi l’avranno già dibattuta. Principale vittima e critico della genocida politica di Washington, nelle ultime settimane il popolo cubano ha avuto l’opportunità di conoscere a fondo detto documento in numerose assemblee che hanno contato sulla partecipazione di funzionari del Ministero degli Esteri cubano come oratori. Questo lunedì è stato dibattuto dai membri delle commissioni di Affari Economici e delle Relazioni Internazionali dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular, che hanno ascoltato una sintesi della relazione da parte di Fernando Remírez, Primo Viceministro delle Relazioni Estere.

Presentato un libro di denuncia contro il blocco statunitense a Cuba
22.10 - Un nuovo libro, che comprende tutte le sfaccettature della politica ostile intrapresa dagli Stati Uniti contro Cuba mediante l'introduzione di un blocco economico, finanziario e commerciale da oltre 40 anni, è stato presentato a La Habana. Come è spiegato nella prefazione di "Blocco: l'assedio economico più prolungato della storia", il volume scritto dal dottore Andrés Zaldívar costituisce "un prezioso apporto all'indispensabile sforzo per spiegare, a cubani e non cubani, questa infamia di quattro decenni per spezzare la resistenza del nostro popolo". Questo martedì durante la presentazione dell'opera al Centro di Stampa Internazionale, di La Habana, il Viceministro delle Relazioni Estere Abelardo Moreno ha affermato che il libro pubblicato dalla casa editrice ‘Capitán San Luis’ sarà un materiale di consultazione obbligata nel Ministero degli Esteri cubano.

Gladys Marín riceverà un trattamento post operatorio a Cuba
22.10 - Dopo essere stata operata in Svezia con successo per un tumore al cervello, la presidentessa del Partito Comunista del Cile, Gladys Marín, riceverà a Cuba un trattamento terapeutico rivolto a estendere il periodo di sopravvivenza. Secondo il dottore Javier Figueredo, capo dell’èquipe che la assisterà nel Centro di Ricerche Medico-Chirurgiche (CIMEQ) di La Habana, la Marín, di 56 anni, si trova in uno stato fisico e morale buono, che fa sperare in una buona reazione alle terapie alle quali sarà sottoposta. Il trattamento durerà sei settimane e consiste essenzialmente nell'applicazione di radiazioni usando un’apparecchiatura di tecnologia di punta chiamata acceleratore lineare.

La cinematografia cubana chiuderà il 2003 con otto nuovi film
22.10 - La produzione cinematografica cubana, una delle più colpite dalla depressione economica attraversata dal paese da oltre un decennio, chiuderà il 2003 con otto film, ha affermato a La Habana Omar González, presidente dell'Istituto del Cinema. In un colloquio con la stampa, ha detto come il recupero in questo ambito - fare cinema è costoso, ha sottolineato - sia stato più lento, benché si lavori in varie direzioni per rivitalizzarlo. Tra i propositi dell'ente c’è quello di portare la programmazione del prossimo Festival del Nuovo Cinema Latinoamericano di La Habana alle sale di video installate nei luoghi più remoti della geografia cubana, e quello di consolidare l'edizione biennale del Festival Internazionale del Cinema Povero a Gibara, previsto per il 2004.

Il blocco limita lo sviluppo biotecnologico di Cuba
23.10 - Il blocco imposto dagli Stati Uniti da oltre 40 anni ha colpito e limita in modo considerevole lo sviluppo della biotecnologia a Cuba, ha affermato il Ministro della Salute Pubblica, Damodar Peña. Durante un forum-dibattito realizzato questo mercoledì sul sito www.cubavsbloqueo.cu, il Ministro ha scambiato opinioni con utenti di Internet sui danni causati alla salute cubana, tra gli altri temi. A una domanda sullo sviluppo di armi biologiche a Cuba, ha detto che questa affermazione è assolutamente falsa, dato che tutto il potenziale scientifico cubano, ed essenzialmente nell'area della biotecnologia, opera in funzione della scoperta di avanzati vaccini e medicine per la vita. Cuba non ha destinato né un solo specialista, né un solo prodotto, né una sola équipe, né un solo centesimo alla morte, ha aggiunto. Ha ricordato che il Governo nordamericano di fronte all'insistenza di Cuba affinché presentasse prove sulle sue irresponsabili e calunniose supposizioni, ha dovuto tirarsi indietro.

Sottolineate le capacità di Cuba di offrire servizi di salute al mondo
23.10 - Le potenzialità di Cuba di offrire aiuto medico ad altre nazioni del Terzo Mondo, e contemporaneamente garantire un elevato servizio di salute alla sua popolazione, sono state riaffermate questo mercoledì a La Habana. Intervenendo alla Commissione di Salute e Sport dell'Assemblea Nazionale (Parlamento) cubana, riunita al Palazzo delle Convenzioni di La Habana, il Viceministro Aldo Muñoz ha detto ai deputati che questa pratica altruistica e internazionalista non indebolirà il sistema di attenzione alla cittadinanza. Come parte del cosiddetto Programma Integrale di Salute istituito dal Governo cubano da vari anni, Cuba presta collaborazione medica gratis a decine di paesi poveri dell'Africa e dell’America Latina. Allo stesso modo contribuisce alla formazione di professionisti della salute del Terzo Mondo nel suo territorio, con la creazione di istituzioni come la Scuola Latinoamericana di Scienze Mediche.

Definita illogica la proibizione statunitense di recarsi a Cuba
24.10 - L'approvazione nel Senato degli Stati Uniti di un disegno di legge tendente a eliminare la proibizione ai nordamericani di recarsi a Cuba dimostra l’illogicità di questa politica, ha detto questo giovedì uno dei promotori dell'iniziativa. Secondo il senatore democratico Max Bacus, il bilancio dei voti a favore di un cambiamento nella politica di Washington verso La Habana indica che "è ora di mettere fine alla proibizione dei viaggi, che ha provato la sua illogicità, inefficienza e dannosità per il popolo cubano". Secondo Bacus, la votazione di 59 a favore e 36 contro è in se stessa un forte ripudio al recente annuncio del Presidente George W. Bush, a dispetto di qualunque decisione del Congresso, di vietare con più decisione qualsiasi proposta di eliminare le restrizioni di viaggio a Cuba. Già la Camera dei Rappresentanti si era pronunciata nel settembre scorso a favore della sospensione di tale proibizione, fatto che ha causato uno scontro con l'amministrazione repubblicana.

L’industria cubana della pesca crescerà nel prossimo anno
24.10 – Il consolidamento come quinto settore di maggior apporto di valuta all'economia nazionale sarà uno dei propositi dell'industria della pesca per il prossimo anno. In una delle periodiche relazioni rese dagli organismi centrali dell'amministrazione dello Stato all'Assemblea Nazionale del Poder Popular, il Ministro del ramo, Alfredo López, ha detto che nel 2004 le entrate in valuta del Ministero dell'Industria della Pesca saranno di circa 120 milioni di dollari. Come principali articoli di esportazione vi saranno l'aragosta, che apporterà circa tre quarti di tale somma, il gambero marino e i pesci di squame, ma a essi se ne aggiungeranno altri in fase di sviluppo, come la tilapia rossa e il gambero di allevamento.

Cuba scettica sul futuro dell’iniziativa del Senato approvata negli Stati Uniti
25.10 - Cuba ha accolto senza troppo ottimismo una votazione del Senato degli Stati Uniti favorevole all’eliminazione delle restrizioni di viaggio all’Isola ai cittadini nordamericani. Poco prima di una riunione avvenuta questo venerdì a La Habana dei Gruppi Parlamentari di Amicizia dell'Assemblea Nazionale (Parlamento), il suo presidente, Ricardo Alarcón, ha valutato le motivazioni e la fattibilità della votazione senatoriale, che ieri a Washington ha avuto 59 voti a favore e 36 contro l'iniziativa. Secondo Alarcón, ora possono accadere due cose, la prima delle quali sarà che i repubblicani, in maggioranza al Senato, manovrino come in precedenti occasioni per vanificare il disegno di legge, anche se prima è stato approvato dalla Camera dei Rappresentanti. La seconda cosa, secondo il leader parlamentare, sarà che il Presidente nordamericano, George W. Bush, annulli il progetto esercitando il suo diritto di veto

Plauso al Senato degli Stati Uniti per il voto a favore dell’eliminazione delle sanzioni sui viaggi a Cuba
25.10 - Leader della comunità cubano-americana negli Stati Uniti hanno espresso il loro plauso al Senato per l’approvazione di due emendamenti destinati a eliminare le restrizioni che impediscono ai nordamericani di recarsi liberamente a Cuba. Il Senato degli Stati Uniti ha approvato ieri per 59 voti a favore e 36 contro una misura che vieterebbe al Governo di stanziare denaro per fare rispettare le restrizioni ai viaggi a Cuba. "Come membro di una seconda generazione di cubano-americani, applaudo il Congresso per convalidare il mio diritto a viaggiare e ad aiutare i miei familiari a Cuba", ha espresso Patricia Moran, Segretaria dell'Alleanza Cubano-Americana per l'Educazione. La Casa Bianca sente ogni volta con maggiore forza la pressione del Congresso, compresi molti congressisti del Partito Repubblicano che desiderano abolire tale proibizione.

Negato il visto ai cubani che avrebbero partecipato alla Fiera del Libro di Puerto Rico
25.10 - Le autorità statunitensi che governano Puerto Rico hanno rifiutato il visto alla poetessa cubana Aymara Aymerich e a Máximo Salgado, vicepresidente della Camera Cubana del Libro, secondo una comunicazione di questo ultimo ente trasmessa a Prensa Latina. "Un'altra volta ha luogo un altro tentativo di fare tacere le voci della realtà culturale cubana". La Fiera Internazionale del Libro di Puerto Rico avrà luogo tra il 15 e il 23 novembre e nella stessa era prevista la partecipazione di sette case editrici cubane, della Camera Cubana del Libro e della narratrice e poetessa Aymara Aymerich. "Nei giorni recenti, è stato rifiutato il visto al vicepresidente della Camera Cubana del Libro, Máximo Salgado Perdigón, e quello che è ancora più da condannare è stata la negazione alla partecipazione dell'autrice menzionata, con un identico rifiuto di concessione di visto". Gli altri partecipanti cubani sono in attesa di sapere se la loro entrata a Puerto Rico sia approvata o meno dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

A Cuba operano 355 associazioni economiche miste, afferma il Ministro
25.10 - A Cuba sono attive 355 associazioni economiche con partecipazione di capitale straniero, ha reso noto a La Habana il Ministro cubano dell’Investimento Estero e della Collaborazione Economica, Marta Lomas. Relazionando ai deputati all'Assemblea Nazionale (Parlamento) per informare sull'attività del suo Ministero, il Ministro ha spiegato che il concetto di investimento estero continua a essere un complemento agli sforzi realizzati da Cuba per dare impulso al suo sviluppo. Da quando è iniziata l'apertura economica negli anni ‘90 del secolo scorso, ha aggiunto, questo settore cerca il contributo di tre elementi fondamentali: tecnologia, nuovi mercati e capitale.

Fidel Castro ribadisce la necessità di ottenere miglioramenti nella cultura
27.10 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha ribadito a La Habana la necessità di fornire alla popolazione del suo paese una cultura generale integrale, che aiuterà a capire sempre meglio la situazione internazionale. Sono convinto che l’ingegno sia di massa e che qualunque persona ha una vocazione per diverse cose, ha espresso il Presidente in una sessione del Parlamento che ha analizzato una relazione del Ministero della Cultura. In un intervento animato dalle informazioni portate ai deputati dal Ministro del ramo, Abel Prieto, il leader della Rivoluzione ha chiarito che il concetto di cultura generale integrale comprende, ovviamente, la cultura artistica. Ha spiegato ai partecipanti al primo periodo ordinario di sessioni della VI Legislatura del Parlamento unicamerale che la cultura politica è essenziale per comprendere il mondo di oggi, ragione per cui il Governo cubano dà impulso a diversi programmi educativi, culturali e sociali.

La OPS mette in evidenza l’esempio di Cuba nei programmi di salute
27.10 - Il lavoro dell'Organizzazione Panamericana della Salute (OPS) verso le mete a cui i nostri popoli aspirano deve avvenire in maniera simile a come viene organizzata la medicina generale integrale a Cuba, ha affermato a La Habana la Direttrice di questo ente. Secondo quanto dichiarato dalla dottoressa Mirta Roses, che dirige la OPS da gennaio 2003, in questo momento Cuba è uno dei paesi che più ha contribuito ad applicare e a mantenere gli impegni di ‘Salute per Tutti’ tracciati nella Dichiarazione di Alma Ata, che Cuba ha già raggiunto dal 1987. Gran parte delle strategie di promozione della salute che vengono utilizzate in America Latina, che hanno portato in primo luogo alla gran caduta di mortalità per malattie diarroiche, o respiratorie, ha spiegato la Roses, sono state utilizzate in strategie che sono iniziate qui a Cuba.

Cuba ha rispettato i pronostici ai Mondiali di Baseball
27.10 - La vittoria, la meritata vittoria, di Cuba nella XXXV Coppa del Mondo di Baseball, al di là dell'importante risultato, ha avuto il merito di rompere con il mito delle figure assenti. La nuova infornata di peloteros cubani ha conquistato il titolo con un buon agonismo e ha dimostrato che può trionfare di fronte a rivali di grande fama, se ha una preparazione adatta, perché la promozione di figure di talento non si deve arrestare e va di pari passo con l'amore per la disciplina, in modo ripetuto da un estremo all’altro dell’Isola. Come un fantasma è pesata, sulla direzione della squadra e sui giocatori, l’assenza di Omar Linares, Orestes Kindelán, Antonio Pacheco, Germán Mesa e Luis Ulacia, che si sono ritirati dalle competizioni di alto livello e che collaborano con diverse leghe in Giappone. Il trono lasciato da questi lo hanno dovuto occupare altri di poca esperienza, ma di indiscutibile qualità.

Camilo Cienfuegos, l'eterno sorriso
28.10 - Il disegnatore e guerrigliero Santiago Chago Armada, una delle figura di spicco dell'umorismo a Cuba, ha disegnato poca prima di morire quello che aveva definito le "sette meraviglie della Rivoluzione cubana". Camilo Cienfuegos (1932-1959) era il sorriso. Chago, autore del libro "L’altro umore", ispirato dalla lettura che fece di Henri Bergson, delineò in una delle mille notti trascorse alla sede del quotidiano Granma - dove lavorava - il suo archetipo: "Queste sono le sette meraviglie della Rivoluzione cubana: la forza di Fidel Castro, l'immagine di Che Guevara, il coraggio del capitano Andrés Cuevas, l'allegria di Andrés Chongo, la tempra di Frank País, la voce di Osvaldo Dorticós e il sorriso di Camilo". Camilo Cienfuegos nacque in un umile quartiere di La Habana, da genitori spagnoli, e crebbe in un ambiente di giochi, scherzi e di grande salute di spirito. Niente presagiva l'eroe, almeno nel suo stile convenzionale. Fidel Castro disse di lui che "non aveva la cultura dei libri, ma sì l'intelligenza naturale del popolo". Camilo Cienfuegos scomparve un 28 di ottobre in un incidente aereo dopo avere sventato una congiura. Di lui ha detto il generale dell’esercito Raúl Castro: "Non mi è mai sembrato una recluta, ma sempre un veterano incallito".

Circola all’ONU il progetto per porre fine al blocco contro Cuba
28.10 - L'Assemblea Generale dell'ONU ha fatto circolare al Palazzo delle Nazioni Unite un progetto di risoluzione che espone la necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti a Cuba. Il testo manifesta preoccupazione perché continuano la promulgazione e l’applicazione da parte di Stati Membri di leggi e disposizioni come quella statunitense ‘Helms-Burton’ del 12 marzo 1996, i cui effetti extraterritoriali colpiscono la sovranità di altri Stati. Danneggiano pure gli interessi legittimi di enti o di persone sotto la loro giurisdizione e la libertà di commercio e di navigazione. In tal senso, si prende nota delle dichiarazioni e delle risoluzioni di distinti forum intergovernativi, di organismi e di Governi che esprimono il rifiuto della comunità internazionale e dell'opinione pubblica a misure del tipo indicato. La proposta di mozione ribadisce le esortazioni di anni precedenti a tutti gli Stati affinché si astengano dal promulgare e dall’applicare leggi come quelle menzionate, in conformità alla Carta delle Nazioni e al diritto internazionale.

L’Ospedale Oftalmológico cubano ha realizzato circa 18.000 interventi all'anno
28.10 - L'ospedale docente oftalmologico cubano ‘Ramón Pando Ferrer’ ogni anno assiste oltre 200.000 persone e realizza tra 14.000 e 18.000 interventi chirurgici, ha sottolineato il suo direttore Marcelino Río. Noto come la ‘Lega contro la Cecità’, questa istituzione sanitaria ubicata a La Habana e con 46 anni di vita, dispone attualmente di servizi specializzati in tutti i rami dell'oftalmologia. Il centro di Microchirurgia oculare, inaugurato nell’aprile 1988, è forse l'anima di questo centro, ha indicato il dottor Río. Circa cinquemila interventi alla cataratta vengono realizzati ogni anno in questo centro, con un servizio catalogato tra i migliori del mondo da molti esperti stranieri.

Ricordato il leggendario guerrigliero cubano Camilo Cienfuegos
29.10 - I cubani, e specialmente le nuove generazioni, hanno avuto un incontro con la storia di fronte al mare, per ricordare il 44° anniversario della scomparsa fisica del leggendario guerrigliero Camilo Cienfuegos. Nel primo anniversario dalla caduta in mare dell'aeroplano Cessna 310, in cui il cosiddetto "Signore dell'Avanguardia" stava viaggiando dall'orientale provincia di Camagüey verso La Habana, iniziò nell'Isola la tradizione di gettare fiori nell'acqua ogni 28 ottobre. Insieme ad altri due dei suoi accompagnatori, Camilo stava rientrando dopo avere bloccato un movimento di rivolta diretto dall'allora comandante Hubert Matos. Camilo è stato uno dei principali leader della lotta guerrigliera insieme all'attuale presidente Fidel Castro e a Ernesto Che Guevara.

Designato un nuovo Ministro dell'Industria Leggera cubana
29.10 - Il Consiglio di Stato di Cuba ha designato Estela Domínguez Ministro dell'Industria Leggera in sostituzione di Jesús Pérez Othón. La Domínguez dal 1999 era Viceministro dell'Industria Meccanica. Il quotidiano Granma ha informato che la Domínguez è laureata in ingegneria meccanica dal 1972, e ha partecipato in modo particolare al processo di espansione dell'industria meccanica fino a quando nel 1980 è stata nominata direttrice degli investimenti nel ramo automotrice.

Cresce l’attenzione del mondo per La Habana Vieja
29.10 – A La Habana è stato comunicato ufficialmente che l’attenzione di migliaia di persone di tutto il mondo per La Habana Vieja è in crescita, a giudicare dall'impatto di questo polo turistico nei viaggiatori dei cinque continenti. Una notizia della compagnia Habaguanex S.A.,. che si occupa del turismo in questa parte della città, ha reso noto che fino ad agosto di quest’anno il totale di turisti fisici ricevuti è stato di 41.249 ai quali vanno aggiunti 5.607 cittadini degli Stati Uniti. Habaguanex, nome del primo capo tribù indiano aborigeno che comandava in tutta la zona occidentale di Cuba, fino ad agosto 2003 ha avuto entrate per un totale di 50 milioni di dollari, che indica una crescita del 10 % rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Conferma il Ministro degli Esteri cubano l’ingiustizia del blocco statunitense a Cuba
30.10 - Con la loro politica ostile verso Cuba, gli Stati Uniti hanno impedito che oltre 50 membri di delegazioni sportive vi si recassero negli ultimi 11 mesi, ha affermato il Ministro degli Esteri Felipe Pérez Roque. Pérez Roque ha presieduto la chiusura del Corso di Relazioni Internazionali dell'Istituto Cubano di Sport, Educazione Fisica e Ricreazione (INDER), nel quale si sono laureati oltre 130 alunni, tra questi i campioni olimpici Javier Sotomayor e Félix Savón. Funzionari cubani che avrebbero dovuto assistere a una riunione della Federazione Nord, Centroamericana e dei Caraibi (NORCECA) di Pallavolo, dal 24 al 27 ottobre, ad Atlanta, in Georgia, non hanno ricevuto in tempo i visti per recarsi negli Stati Uniti e i visti sono arrivati quando era già terminata la riunione, ha detto. Pérez Roque ha fatto riferimento alle misure e alle leggi adottate dai successivi Governi di Washington "con l'obiettivo di distruggere il processo rivoluzionario che Cuba vive dal 1959". "Per 44 anni, otto amministrazioni nordamericane, da Dwight Eisenhower fino a George W. Bush hanno cercato di far arrendere per fame il popolo cubano, cosa che è costata oltre 72.000 milioni di dollari", ha affermato Pérez Roque. Il prossimo 4 novembre, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite voterà un progetto presentato da Cuba per l’eliminazione del blocco economico statunitense all'Isola.

Massiccio appoggio dei NOAL alla risoluzione contro il blocco a Cuba
30.10 - A pochi giorni dal dibattito alle Nazioni Unite di un progetto di risoluzione per porre fine al blocco statunitense contro Cuba si palpa un sostegno rinnovato e di massa del Movimento dei Paesi Non Allineati (NOAL). Questa è la convinzione che ha l'Ambasciatore della Malesia che presiede il NOAL, Rastam Mahd Isa, uno dei 15 rappresentanti diplomatici disposti finora a intervenire nel plenario dell'Assemblea Generale dell'ONU, il prossimo 4 novembre, quando il tema verrà discusso. Il Messico e il Sudafrica figurano pure in una lista che sta crescendo, dato l'enorme interesse che suscita una questione sulla quale si è pronunciato l'organismo più rappresentativo della comunità internazionale per 12 anni consecutivi. Nel 2002, una risoluzione adottata sul caso ha ottenuto la cifra record di 173 voti a favore, con gli unici voti contro di Stati Uniti, Israele e Isole Marshall e quattro astensioni. Questo mercoledì il Gruppo dei 77 e la Cina si sono riuniti per ricevere informazioni sui danni causati dalla politica ostile di Washington verso Cuba, in vista della sessione del 4 novembre e dello scrutinio della proposta di mozione.

Il blocco degli Stati Uniti contro Cuba definito vergognoso e genocida
30.10 - Il blocco imposto a Cuba dagli Stati Uniti è assolutamente vergognoso e genocida, e non ha niente a che vedere con i sentimenti di simpatia verso Cuba dei loro artisti e di molti altri statunitensi, ha affermato il Ministro della Cultura, Abel Prieto. Durante un forum interattivo all’indirizzo www.cubavsbloqueo.cu, i visitatori hanno scambiato opinioni con Prieto, tra gli altri funzionari, sui danni delle misure vigenti da 40 anni contro Cuba. Sulle tournée di intellettuali e artisti di Cuba negli Stati Uniti, il Ministro della Cultura ha segnalato che le leggi statunitensi proibiscono la stesura di contratti commerciali non solo in campo artistico, bensì in qualunque sfera, come sono pure impossibili le transazioni finanziarie necessarie per qualunque relazione mercantile. In nessun caso viene firmato un contratto commerciale e questo aspetto viene espressa nelle lettere di invito che precedono ogni tournée negli Stati Uniti.

A Cuba il leader indigeno boliviano Evo Morales
30.10 - Il leader indigeno boliviano Evo Morales è arrivato a La Habana per partecipare all'Assemblea Generale del Consiglio Latinoamericano di Scienze Sociali (CLACSO). Morales ha messo in rilievo il fatto che dai forum che hanno come sede La Habana nascono sempre cose nuove e positive, qualcosa che anche ora deve avvenire perché l'umanità, e in particolare l’America Latina, stanno attraversando un momento molto speciale. Questo incontro organizzato dalla CLACSO propizierà un maggiore concertazione nell’azione dei movimenti popolari nazionali e regionali, nel lavoro comune di frenare la spoliazione dei popoli e le aggressioni imperialiste alle sovranità nazionali, ha aggiunto. La situazione dell'umanità è molto difficile, ha detto il dirigente cocalero boliviano, e con il risultato che le forze progressiste, ognuna nel proprio posto e nelle proprie condizioni specifiche, devono fare tutto quanto sia alla loro portata per promuovere cambiamenti radicali, in modo pacifico se è possibile.

Aziende giapponesi colpite dal blocco degli Stati Uniti contro Cuba
30.10 – A Tokio l'Ambasciatore di Cuba in Giappone, Orlando Hernández Guillén, ha denunciato che il blocco imposto dagli Stati Uniti contro il suo paese e la legge Helms-Burton, destinata a renderlo più duro, hanno provocato gravi danni alle aziende giapponesi. Come esempio più recente ha citato il caso di un container pieno di succhi, comprato a Cuba da un’azienda nipponica che è stato sequestrato nel maggio scorso quando la nave che lo trasportava ha fatto uno scalo non programmata in un porto statunitense. Il diplomatico ha denunciato che l'extraterritorialità della Helms-Burton ha impedito a molti imprenditori nipponici di realizzare commerci con Cuba. Secondo Hernández Guillén, l'industria giapponese dell'acciaio è una delle più colpite dal blocco, essendo proibita l'entrata negli Stati Uniti di prodotti che contengano nichel cubano. In tal senso ha ricordato che Cuba è uno dei maggiori produttori di questo minerale del mondo.

Fidel Castro sostiene che nessun Governo può sentirsi sicuro
31.10 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha sostenuto che di fronte alla crescente situazione di instabilità, di povertà e di esclusione sociale nel mondo nessun Governo può sentirsi sicuro al potere. Intervenendo alla conferenza ‘Movimenti sociali tra la crisi del neoliberismo e la sfida delle alternative’, Fidel Castro ha indicato che l'insicurezza politica è dovuta anche alla presa di coscienza di molti movimenti di resistenza in America Latina e nel mondo. Per le crisi non vi è altro rimedio che dar loro soluzioni, ha detto lo statista, che ha partecipato a tutte le sessioni serali della XXI Assemblea Generale del Consiglio Latinoamericano di Scienze Sociali (CLACSO), che si conclude oggi al Palazzo delle Convenzioni di La Habana. Il Presidente ha affermato che oggi la situazione in America Latina è molto peggiore di quella a Cuba quando iniziò la lotta contro il Governo corrotto di Fulgencio Batista (1952-1959), e questa – ha aggiunto - era cattiva a tal punto da iniziare la Rivoluzione. Tuttavia, ha chiarito, nessuno può aspettare modelli per iniziare trasformazioni in ogni paese, perché ogni movimento di resistenza deve applicare alle proprie condizioni i metodi di lotta più adeguati, dato che nessun processo rivoluzionario è simile a un altro. Ma, ha insistito, date le condizioni esistenti nella regione c’è da aspettarsi altri processi in numerosi paesi.

Leader repubblicani elimineranno l’emendamento favorevole ai viaggi a Cuba
31.10 - In sintonia con la Casa Bianca, leader repubblicani elimineranno da un disegno di legge un emendamento approvato dalle due Camere del Congresso, che stabiliva di abolire le restrizioni ai viaggi a Cuba. Il senatore repubblicano Richard Shelby, uno dei principali negoziatori di questo aspetto e contrario all'emendamento su Cuba, ha avvertito che "siamo tutti sotto la minaccia di veto", previsto dal presidente George W. Bush, secondo quanto informa il quotidiano ‘The USA Today’. Gli atti, aggiunti al progetto di finanziamento ai dipartimenti del Tesoro e del Trasporto, erano stati approvati con netta maggioranza prima alla Camera dei Rappresentanti in settembre per la quarta volta e poi al Senato in ottobre, in prima istanza. Patrocinato sia dai congressisti repubblicani sia da quelli democratici, l'emendamento avrebbe proibito all'Amministrazione di usare fondi per fare rispettare le restrizioni che impediscono ai nordamericani di recarsi liberamente a Cuba. Il progetto si trova attualmente alla Conferenza Bicamerale, dove vengono negoziate e conciliate le differenze tra i testi presentati dai due emicicli del Campidoglio, prima che il documento unificato passi alla firma del Presidente.

Verranno resi noti a Cuba i danni del blocco degli Stati Uniti
31.10 - Al fine di divulgare i danni causati dal blocco mantenuto e reso più duro dagli Stati Uniti contro Cuba per oltre 40 anni, verranno effettuati a La Habana incontri tra funzionari e vari settori sociali. Il quotidiano Granma ha pubblicato notizie sul forum realizzato dalle Organizzazioni Non Governative cubane (ONG), i cui membri si sono pronunciati contro le norme che hanno causato perdite all'economia per circa 72.000 milioni di dollari. Gli effetti del blocco colpiscono ogni settore della società cubana, ha precisato Carlos Amat, direttore generale dell'Associazione Cubana delle Nazioni Unite (ACNU), e allo stesso tempo ha ringraziato per la solidarietà di altri paesi con la causa cubana, segnala la pubblicazione. Un altro incontro è avvenuto tra centinaia di studenti dell'Università di La Habana e il Ministro degli Esteri di Cuba, Felipe Pérez Roque, nella Piazza Ignacio Agramonte del massimo centro docente.

L’attività turistica di Cuba danneggiata dal blocco degli Stati Uniti
31.10 - Il turismo a Cuba non è stato esente dai danni causati dal blocco statunitense di oltre quattro decenni, perché dati per difetto stimano che 25 milioni di nordamericani avrebbero potuto visitare l'Isola in questo periodo. Secondo Rodolfo Dávalos, Professore Titolare di Diritto dell'Università di La Habana, solamente per questo motivo Cuba non ha potuto avere entrate per oltre 21.000 milioni di dollari. L'esperto ha messo anche, tra altri aspetti che hanno aggravato lo sviluppo di questo settore, l'acquisto di prodotti e di articoli in posti lontani, l'assenza dei grandi tour-operator e le sanzioni ad agenzie e ai turisti. Per le leggi sul blocco, i nordamericani possono recarsi a Cuba solo con un permesso speciale del Dipartimento del Tesoro. L'esperto ha formulato queste considerazioni in una conferenza magistrale sul tema ‘Turismo e Blocco’, impartita al IV Incontro su Diritto del Turismo, che sessiona al Centro delle Convenzioni Plaza America della località balneare di Varadero, a 140 chilometri a est di La Habana.

Vaccini e immunoterapia per il cancro focalizzano i dibattiti al Congresso di Oncologia
31.10 - Le tendenze attuali dell'immunoterapia per il cancro, l’uso e lo sviluppo dei vaccini e il trattamento di conservazione di alcune neoplasie, hanno focalizzato i dibattiti dei delegati al Nono Congresso di Oncologia che sessiona a La Habana. Con la partecipazione di circa 300 specialisti di oltre una decina di paesi, compresa Cuba, si è sviluppata l'importante riunione che favorisce lo scambio scientifico sulle differenti scuole di trattamento oncologico. In una conferenza sul Controllo del Cancro a Cuba, il dottor Rolando Camacho, capo del Gruppo Nazionale di Oncologia di Cuba, ha detto che esistono prove che un 30 % dei casi di cancro che si hanno nel mondo può essere prevenuto dato che sono relazionati a qualche fattore di rischio. Si stima che nel 2020, ci saranno circa 20 milioni di nuovi casi di persone con tumori maligni, 14 milioni dei quali saranno nei paesi sottosviluppati. A Cuba, in conseguenza degli alti livelli di salute raggiunti si osserva un incremento della popolazione di oltre 60 anni e parallelamente a questo un notevole aumento dell'incidenza di cancro in entrambi i sessi.