novembre 2010

La posa del cavo sottomarino Cuba-Venezuela inizierà a gennaio
1.11 - Il cavo di fibra ottica che collegherà Cuba con il Venezuela e la Giamaica sarà posto in opera a gennaio dell'anno prossimo, ha annunciato Waldo Reboredo, vice-presidente di Telecomunicazioni Gran Caribe S.A., hanno riportato i mezzi stampa. Reboredo, a capo della parte cubana dell'azienda che amministrerà questo servizio, ha evidenziato che il costo dell'investimento supera i 70 milioni di dollari e avrà una vita utile di 25 anni a partire dall’inizio del funzionamento nel luglio dell'anno prossimo. Il Vice-Presidente cubano Ramiro Valdés ha visitato questo fine settimana il Centro Telefonico della spiaggia Siboney, sede del Centro Terminale della Fibra Ottica Internazionale, dove il cavo sarà allacciato alla rete nazionale. Il cavo coprirà una distanza di 1.602 chilometri tra Camurí, vicino al porto venezuelano di La Guaira, e Siboney, a 18 chilometri da Santiago de Cuba.

Riprende a Cuba l’orario normale
1.11 - Cuba è tornata domenica all'orario normale dopo avere mantenuto per sette mesi e mezzo l'orario estivo, per mezzo del quale è stato ottenuto un maggior utilizzo della luce solare nelle attività quotidiane. Con questa misura dalla 1:00 (ora locale) le lancette degli orologi sono state retrocesse di 60 minuti, e i cubani, secondo l’appello delle autorità, dovranno sviluppare azioni per evitare lo spreco di energia elettrica. Durante i mesi invernali a Cuba, considerata da molti come un'eterna estate, le notti sono più lunghe e la luce del giorno dura di meno, per cui è necessario l'impiego dell'illuminazione artificiale.

Il Fondo per la Lotta contro l’HIV/AIDS elimina le restrizioni a Cuba
1.11 - Il direttore esecutivo del Fondo Mondiale di Lotta contro l’HIV/AIDS, la Tubercolosi e la Malaria, Michel Kazatchkine, ha annunciato l'eliminazione delle restrizioni di questa organizzazione riguardo a Cuba, hanno pubblicato i mezzi stampa. Constatando il lavoro che è stato realizzato a Cuba in materia di prevenzione e di attenzione alle persone contagiate e alla sua popolazione in generale, è un grande piacere annunciare personalmente la sospensione di tali proibizioni, ha affermato l’ospite. Così, ha aggiunto, si potrà avere un maggior utilizzo delle risorse destinate alla nazione caraibica dal Fondo, formato da governi, dalla società civile di 144 paesi, dal settore privato e dalle comunità colpite. Ha elogiato i risultati di Cuba, che ha il più basso tasso di prevalenza dell’HIV/AIDS nella regione dei Caraibi e figura tra i 22 paesi del mondo meno contagiati da questo virus.

Il blocco imposto dagli Stati Uniti colpisce il nichel cubano
2.11 – Qualsiasi prodotto che contenga nichel cubano non può essere venduto negli Stati Uniti, ha denunciato Néstor Castro, del Gruppo Imprenditoriale CUBANIQUEL che presenta i suoi prodotti alla XXVIII Fiera Internazionale di La Habana (FIHAV 2010). Il nichel cubano è di alta qualità, ma nessuna azienda che abbia commerci con gli Stati Uniti può introdurlo in quella nazione, neppure un veicolo che contenga questo metallo estratto a Cuba, una prova del danno che causa il blocco economico all’Isola, ha precisato l’esperto di CUBANIQUEL. Questa azienda presenta alla FIHAV 2010 le applicazioni del nichel in diverse sfere dell'economia. Il nichel si impiega per il 65 % nella produzione di acciaio inossidabile e in un paio delle super-leghe ad alta resistenza utilizzate nell’industria aeronautica, ha aggiunto l'esperto.

L’UNICEF elogia Cuba per la sua lotta contro gli incidenti
3.11 - Oggi Cuba è un modello in numerosi aspetti dell'applicazione della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia, in particolare nella lotta contro gli incidenti. Così ha detto a Matanzas José Ortiz Bru, rappresentante del Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia (UNICEF). Dico sempre che i bambini non imparano da quello che è detto loro, bensì da quello che vedono, per questo motivo vogliamo lavorare di più nell'ambito familiare, affinché imparino dagli adulti, ha detto Ortiz nella cerimonia di chiusura della giornata nazionale della viabilità, celebrata nel teatro Velasco. Da parte sua, il colonnello Iván Rodríguez, della direzione della Polizia Nazionale Rivoluzionaria, ha affermato che il nuovo Codice della Viabilità e del Transito entrerà in vigore nel marzo 2011 e ha posto l’accento sull’aumento degli sforzi per rendere più efficaci i programmi di prevenzione degli incidenti.

Raúl Castro partecipa all’inaugurazione di nuovo seminario cattolico
4.11 - Il Presidente cubano, Raúl Castro, ha partecipato all'inaugurazione della nuova sede del Seminario Interdiocesano San Carlos e San Ambrosio della Chiesa cattolica, a circa 20 chilometri a sud-est di La Habana. La precedente struttura per la formazione di sacerdoti cubani era nel centro storico della città, ed era molto vicina alla Cattedrale di La Habana. Nasce un'istituzione che è la continuazione di quella, ha detto nella cerimonia inaugurale lo Storiografo della Città di La Habana, Eusebio Leal. Davanti ad alte autorità dello Stato e della Chiesa e invitati stranieri, lo studioso ha sottolineato la tradizione del Seminario e il suo ruolo nella preparazione di uomini eminenti per Cuba. Il cardinale Jaime Ortega, arcivescovo di La Habana, ha ringraziato i massimi dirigenti cubani per l'appoggio nella costruzione dell'opera la cui prima pietra era stata benedetta dal Papa Giovanni Paolo II durante la sua visita a Cuba nel 1998. Nella cerimonia è stato diffuso un messaggio inviato in questa occasione al Papa Benedetto XVI nel quale è auspicato "un rinnovato vigore nell’impegno di proteggere un'accurata preparazione umana, spirituale e accademica di coloro che in questa istituzione si avviano verso il ministero sacerdotale".

Presentati i progressi nella tecnologia medica a Cuba
4.11 - Metodi di analisi dell'attività elettrica cerebrale sono stati presentati alla XXVIII edizione della Fiera Internazionale di La Habana (FIHAV 2010), con sede a La Habana dal 1° al 6 novembre. L'azienda Neuronic, pioniera nella fabbricazione di apparecchiature mediche, ha proposto una linea di servizi diagnostici e di metodi di analisi dell'attività elettrica cerebrale che è il risultato del lavoro di ricerca e sviluppo del Centro di Neuroscienze di Cuba, ha spiegato la neurofisiologa Adnelys Reyes Berazaín. Tra le tecnologie emerge la Prova Automatica di Indagine del Neurosviluppo Infantile, un sistema per la valutazione dei comportamenti fondamentali del neurosviluppo infantile dalla nascita fino ai cinque anni di età.

Cuba e Venezuela sono la culla di un mondo nuovo, ha detto Chávez
8.11 - Il Presidente venezuelano, Hugo Chávez, ha detto a La Habana che Cuba e Venezuela sono la culla di un mondo nuovo. Il Presidente è apparso in un programma trasmesso simultaneamente a Cuba dalle emittenti televisive dei due paesi in occasione della sua permanenza per partecipare a riunioni di alto livello che faranno un bilancio dei 10 anni dell'Accordo Integrale di Cooperazione firmate bilateralmente. Nel suo intervento, ha definito quanto realizzato dalle due nazioni come una specie di miracolo storico, e ha affermato che Cuba e Venezuela possono raggiungere grandi mete con molto poche risorse economiche ma con la volontà e la solidarietà. "Il Venezuela è il paese che è alla testa della diminuzione della povertà; siamo il paese che più ha ridotto la disuguaglianza nella regione più disuguale del mondo", ha ricordato. Chávez ha annunciato che avrà riunioni di lavoro con il Presidente cubano, Raúl Castro, accompagnato dal Ministro di Energia e Petrolio, Rafael Ramírez, e da altri membri del suo gabinetto ministeriale per un'esaustiva revisione dell'Accordo, e che questo lunedì parteciperà a una cerimonia di commemorazione di questo fatto. L'Accordo Integrale di Cooperazione è stato firmato dal leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, e dal Presidente Chávez, a Caracas, il 30 ottobre 2000.

La fiera FIHAV 2010 ha confermato l’importanza del mercato cubano
8.11 – Dopo lo smontaggio degli stand e il ritiro dei prodotti, si è conclusa a La Habana la 28° Fiera Internazionale di La Habana (FIHAV 2010) che ha confermato l'importanza del mercato cubano, secondo i suoi organizzatori. All'evento hanno partecipato circa 1.800 espositori di 58 paesi e molti di quelli che hanno partecipato per la prima volta hanno manifestato il loro interesse di ritornare l’anno prossimo per presentare nuovamente i loro prodotti. La FIHAV 2010 ha contato, inoltre, sulla visita di varie delegazioni ufficiali e rappresentanti di oltre 30 camere di commercio. Vi sono state anche una conferenza sullo zucchero e una riunione del Comitato Imprenditoriale Cuba-Cina, tra gli altri eventi. Nel padiglione centrale di ExpoCuba, dove l'Isola ha presentato i suoi prodotti, erano presenti oltre 400 aziende autorizzate a realizzare commerci esteri, che sono alla ricerca di una maggiore efficienza nella loro gestione.

Raúl Castro: Conferenza e Congresso del Partito Comunista nel 2011
9.11 - Cuba celebrerà l’anno venturo il VI Congresso del suo Partito Comunista e la Conferenza Nazionale della stessa organizzazione, ha annunciato il Presidente cubano, Raúl Castro. Parlando durante la cerimonia per il decimo anniversario della firma dell'Accordo Integrale di Cooperazione tra Cuba e Venezuela, il Presidente ha precisato che il Congresso si concentrerà sulla soluzione dei problemi dell'economia e sulle decisioni fondamentali dell'aggiornamento del modello economico cubano. Ha aggiunto che non sarà solo la riunione di coloro che saranno eletti delegati bensì un processo previo di discussione dei militanti e di tutta la popolazione delle linee che saranno adottate. Il Congresso coinciderà con il 50° anniversario della vittoria di fronte all'invasione di Playa Girón, nel 1961, e della proclamazione del carattere socialista della Rivoluzione cubana. Raúl Castro ha annunciato che il progetto delle linee della politica economica e sociale sarà pubblicato questo martedì e comincerà immediatamente un seminario nazionale con i dirigenti e gli esperti.

Fidel Castro ha avuto un incontro con Hugo Chávez
10.11 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, e il Presidente del Venezuela, Hugo Chávez, hanno avuto a La Habana un fraterno incontro durato quattro ore. Nella riunione, effettuata ieri, sono stati ricordati gli inizi degli scambi che hanno portato alla firma dell'Accordo Integrale di Cooperazione Cuba-Venezuela che, trascorsi 10 anni ha permesso di consolidare le relazioni politiche, economiche e sociali tra i due popoli, indica oggi una nota pubblicata sul quotidiano Granma. Fidel Castro si è congratulato con Chávez per le calde ed emozionanti parole pronunciate alla cerimonia nel Palazzo delle Convenzioni, dove è stata resa nota la realizzazione del VI Congresso del Partito Comunista di Cuba nell’aprile 2011. In quel mese si compierà il 50° anniversario della proclamazione del carattere socialista della Rivoluzione cubana e della vittoria sull'invasione mercenaria di Playa Girón (Baia dei Porci). Fidel Castro e Chávez hanno scambiato pareri sulla complessa situazione internazionale e hanno espresso la loro convinzione che le relazioni tra La Habana e Caracas costituiscono un esempio dei legami fraterni tra due popoli rivoluzionari che lottano per un migliore destino per tutta l'umanità.

Raúl Castro si congratula con l'Angola per i 35 anni della sua indipendenza
10.11 - Il presidente di Cuba, Raúl Castro, si è congratulato con il suo omologo angolano, José Eduardo Dos Santos, e con il popolo di questo paese africano per il 35° anniversario della sua indipendenza. L'augurio, inviato da Raúl Castro a nome del leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, del Governo e del popolo di Cuba, è stato consegnato a Luanda a Dos Santos dal generale di Corpo di Esercito Leopoldo Cintra Frías, membro dell'Ufficio Politico del Partito Comunista di Cuba. Nella suo messaggio il Presidente ha segnalato il positivo andamento dei legami bilaterali e ha evidenziato le possibilità di ampliare e di diversificare ancora di più la collaborazione mutuamente vantaggiosa. Cintra Frías, che è anche Viceministro delle Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba, ha detto che nell'incontro con il Presidente angolano sono stati toccati aspetti di interesse per i due paesi nei settori di salute, costruzione, medicina, educazione e industria, tra gli altri.

Reso omaggio agli internazionalisti cubani caduti in Angola
10.11 - I componenti dell'Ambasciata dell'Angola a Cuba hanno reso omaggio a La Habana ai martiri cubani caduti in questo paese africano durante la lotta di liberazione nazionale. L'omaggio –effettuato nel cimitero di Colón - fa parte del programma di attività per il 35° Anniversario dell'Indipendenza dell'Angola, ricorrenza che sarà celebrata domani 11 novembre. Joseph Mputo, addetto stampa della missione angolana, ha espresso a Prensa Latina la gratitudine del suo Governo a La Habana per il suo contributo a questo nobile impegno, in quanto oggi i cittadini angolani possono festeggiare questi 35 anni di libertà. Il diplomatico africano ha sottolineato anche i legami di amicizia e di collaborazione con Cuba, che hanno reso possibile la formazione a Cuba di oltre 18.000 giovani angolani.

Il turismo cubano cresce nonostante la crisi economica
10.11 - Il turismo cubano è cresciuto nei primi nove mesi dell'anno del 3.5 % nelle entrate, rispetto allo stesso periodo del 2009, hanno indicato relazioni ufficiali. Una notizia dell'Ufficio Nazionale di Statistica (ONE) ha rimarcato la spirale crescente dell'industria turistica cubana, che ha superato gli ostacoli imposti dalla crisi economica mondiale e ha oltrepassato le sue stesse aspettative. La relazione, diffusa elettronicamente, aggiunge che questa percentuale corrisponde da gennaio fino a settembre a 1.205 milioni di pesos convertibili o CUC (1 CUC equivale approssimativamente a 1.05 dollari) contro i 1.164 milioni dell'anno precedente (il CUC è la valuta cubana). Secondo la stessa fonte, nei primi mesi di quest’anno le autorità hanno registrato un incremento in entrata di turisti del 2.5 % con 1.903.606 unità. Il turismo è uno delle più importanti attività di entrata di valuta a Cuba e ha avuto entrate per 2.1 milioni di dollari dopo la visita di 2.43 milioni di persone nel 2009, con un incremento del 3.5 % comparato con il numero di visitatori nel 2008, ribadisce la ONE.

Cuba e Venezuela esprimono solidarietà al popolo saharauí
11.11 – Gli Ambasciatori di Cuba e del Venezuela in Algeria hanno condannato la repressione da parte di forze marocchine contro i saharauí a El Aaiún, e hanno sostenuto la costruzione di una scuola per bambini di quella origine, hanno comunicato oggi fonti diplomatiche. In una cerimonia realizzata questa settimana nell'accampamento di rifugiati saharauí di Smara, i diplomatici latinoamericani che sono anche accreditati presso la Repubblica Arabo Saharauí Democratica (RASD) hanno definito criminale l'attacco marocchino. L'Ambasciatore venezuelano ad Algeri, Héctor Michel Mujica, e il suo omologo cubano, Eumelio Caballero, hanno definito Gudeim Izik -dove la violenza marocchina ha causato almeno 14 morti – "accampamento della libertà". La visita di Mujica e Caballero al riferito territorio saharauí ha avuto come oggettivo l’inaugurazione dei lavori di costruzione della scuola secondaria di base ‘Simón Bolívar’, che sarà edificata nel municipio "27 de Febrero" dell'accampamento di Smara nella RASD.

Evidenziato il metodo cubano nella riduzione dell’analfabetismo in Guatemala
11.11 - Il Ministro guatemalteco dell’Educazione, Dennis Alonzo, ha elogiato di nuovo il metodo cubano di insegnamento agli analfabeti "Io sì posso", di grande aiuto, dato che il Guatemala ha tuttora il 19.48 % di analfabetismo. Questo indice è quello raggiunto con la riduzione negli ultimi 10 anni dal 29.32 %, prendendo come base l'ultimo censimento della popolazione realizzato nel 2002. Alonzo ha evidenziato come il programma cubano sostiene i guatemaltechi, poiché utilizza l'ambiente e il contesto nazionale per alfabetizzarli. "Io sì posso", applicato dal 2007 in Guatemala, è uno degli otto metodi utilizzati dal Consiglio Nazionale di Alfabetizzazione, ma è riconosciuto il più efficiente per le sue tecniche e per la rapidità ad arrivare ai risultati sperati. Il metodo di Cuba usa videocassette per insegnare a leggere e a scrivere e per realizzare le operazioni di base di aritmetica.

Fidel Castro ribadisce il pericolo di una guerra nucleare
12.11 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha ribadito che il pericolo di una guerra nucleare promossa dagli Stati Uniti esiste da vari anni, ma negli ultimi sei mesi la minaccia è più evidente. "Prima avevo concentrato gli sforzi sull'analisi del sistema capitalista in generale, sui metodi che la tirannia imperiale ha imposto all'umanità. Gli Stati Uniti applicano al mondo le violazioni dei diritti più elementari", ha sottolineato Fidel Castro in un colloquio con l'accademico canadese Michel Chossudovsky nell’ottobre scorso. Nel testo, pubblicato oggi dal quotidiano Granma, Fidel Castro ha ricordato l'episodio dell’affondamento durante una manovra militare del Cheonan, nave importante della marina sudcoreana, che ha costituito una provocazione contro la Repubblica Democratica della Corea. Su una possibile aggressione all'Iran, il Primo Segretario del Partito Comunista di Cuba ha detto che le minacce contro la nazione persiana tornano a essere imminenti, soprattutto dopo la Risoluzione 1929 del 9 giugno 2010, del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Il Parlamento cubano condanna l’aggressione marocchina contro il popolo saharaui
12.11 - L'Assemblea Nazionale del Poder Popular di Cuba ha condannato oggi l'attacco delle forze militari marocchine contro l'accampamento di protesta saharaui di Gdeim Izik, nelle vicinanze di El Aaiún. In una dichiarazione del Parlamento diffusa dal quotidiano Granma, l'ente legislativo definisce vile l'azione delle truppe marocchine contro un accampamento abitato da oltre 20.000 civili, che ha lasciato un saldo di almeno 13 morti e di oltre 60 feriti. Questo fatto - sottolinea il testo - costituisce un perfido crimine commesso contro manifestanti pacifici che reclamano la fine dell'occupazione del territorio saharaui e la fine della dominazione marocchina.

A Brouwer e Chucho Valdés due Grammy Latini per Cuba
12.11 - La musica cubana si è distinta ieri con due Grammy latini, uno di questi aggiudicato a una delle sue figure più notevoli, il chitarrista e compositore Leo Brouwer. Gli artisti residenti a Cuba integravano la candidatura in sette categorie. Brouwer ha vinto per la prima volta l’alloro nella categoria di miglior disco di musica classica con "Integrale quartetto d’archi", prodotto dalla Società Generale di Autori ed Editori della Spagna, con il contributo del Quartetto di La Habana. Jesús (Chucho) Valdés, il musicista cubano più premiato nei Grammy, ha aggiunto un settimo alloro alla sua carriera per la sua collaborazione con la spagnola Concha Buika nel CD "L'ultimo sorso", un omaggio alla messicana Chavela Vargas per il suo 90° compleanno. Inciso in aprile 2009 negli studi Abdala di La Habana, il disco raccoglie 13 pezzi di autori come Agustín Lara e José Alfredo Jiménez.

Raúl Castro convoca a un’ampia discussione sulle linee da seguire
15.11 - Il Presidente cubano, Raúl Castro, ha convocato dirigenti ed esperti a considerare le particolarità di ogni territorio nella discussione del Progetto di Linee della Politica Economica e Sociale del Partito Comunista e della Rivoluzione. Questo documento, annunciato una settimana fa, sarà analizzato dai militanti e dal popolo dal 1° dicembre al 28 febbraio prossimi come anticipo del VI Congresso dell'organizzazione nell’aprile 2011. La diversità è fondamentale, la vita si arricchisce quando ci sono discrepanze, e anche questo deve essere una massima dentro il Partito, ha detto Raúl Castro durante il primo Seminario Nazionale sul testo.

La capitale cubana compie 491 anni
16.11 – La Habana, la capitale cubana, compie oggi 491 anni trasformata in una specie di mito per il turismo proveniente da tutto il mondo per i suoi incantesimi e per le attrattive storico-culturali. Fondata definitivamente il 16 novembre 1519 all'ombra di un frondoso albero, una Ceiba, è diventata da subito una città molto cosmopolita piena di viaggiatori provenienti da tutte le parti desiderosi di conoscerla profondamente. Un ambiente delizioso, nel miglior stile della Torre di Babele, si respira per le strade dove passeggiano persone arrivate da ognuno dei cinque continenti, che parlano la loro lingua, ma che si intendono con gli abitanti della capitale nell’unico modo possibile: mediante la cordialità. Cuba, e La Habana come essenza delle essenze, rappresentano un popolo pieno di varietà, dove le principali origini sono quella spagnola e quella africana, ma vi si trovano anche cinesi, haitiani, tedeschi, francesi, ebrei e di altre molte parti.

I giovani cubani celebreranno oggi la Giornata Internazionale dello Studente
17.11 - Adolescenti e giovani cubani celebreranno oggi la Giornata Internazionale dello Studente con un programma vario di attività politiche, culturali e ricreative nei loro centri educativi. Nelle attività sarà presente la necessità di preservare la pace, ha puntualizzato al quotidiano Juventud Rebelde la presidentessa della Segreteria Nazionale della Federazione Studentesca Universitaria, Maydel Gómez. Ha commentato che saranno realizzati forum sociali universitari e fiere del libro, e saranno coinvolti tutti gli spazi e i movimenti tradizionali di questa organizzazione: cine-club, esposizioni di artisti, competizioni sportive e interventi letterari.

Consegnato a Fidel Castro il premio Alma Máter
18.11 - Gli universitari cubani hanno consegnato al leader della Rivoluzione, Fidel Castro, il premio Alma Máter in via eccezionale, a dimostrazione della decisione degli studenti di continuare la costruzione del socialismo. Durante un incontro ieri al Palazzo delle Convenzioni, la Federazione Studentesca Universitaria (FEU) ha assegnato il premio a Fidel Castro per il suo contributo alla formazione delle nuove generazioni. Ha ricevuto anche, nel 65° anniversario della sua entrata all'Università di La Habana, un riconoscimento speciale.

La ferrovia cubana compie 173 anni
19.11 - Molto legata al turismo e in operazioni perfino prima che in altre nazioni sviluppate del mondo, oggi la ferrovia cubana compie 173 anni di esistenza e costituisce un’attrattiva per molti viaggiatori. Il 19 novembre, la ferrovia cubana celebra 173 anni dalla fondazione, la prima del mondo ispanico. Come novità sconosciuta a molte persone, la ferrovia di Cuba è entrata in servizio nel 1837 per il trasporto di merci e viaggiatori, e fin dall’inizio è stata un mezzo di grande rilevanza. Questa prima ferrovia è stata costruita a Cuba ed è stata anche il primo in servizio nelle Antille e nel mondo ibero-americano.

L’obesità colpisce il 43 % della popolazione cubana
19.11 - Il 43 % della popolazione cubana soffre oggi di sovrappeso o di obesità, ha precisato il presidente della Società di Nefrologia di Cuba, Jorge Pablo Alfonso, nella centrale città di Sancti Spíritus. Nell'ospedale Camilo Cienfuegos di questa città, a circa 350 a est di La Habana, si celebra la XI giornata annuale "Al servizio della vita" con la presenza di noti esperti, hanno pubblicato diversi mezzi di stampa. Alfonso ha presentato lì il suo più recente libro, "Obesità: epidemia del secolo XXI", in cui evidenzia che questa indisposizione è associata a stili di vita e costituisce un fattore di rischio in altre malattie: di cuore, rene e cerebro-vascolari. Ha precisato che i bambini e gli adolescenti rappresentano il settore di popolazione con più fattori scatenanti dell'obesità a causa dell'alimentazione inadeguata, della tendenza a realizzare meno attività fisica, e a falsi criteri di salute e di bellezza.

Raúl Castro mette l’accento sull'economia
22.11 – Il primo compito di tutti i dirigenti politici è l'economia, ha affermato il Presidente cubano, Raúl Castro, durante una riunione allargata del Consiglio dei Ministri avvenuta questo fine settimana. Durante l'incontro, i partecipanti hanno dibattuto il progetto del piano economico e del preventivo di bilancio per il 2011, che dovrà essere analizzato e approvato nel prossimo dicembre dal Parlamento, ha indicato oggi la relazione pubblicata dal quotidiano Granma. Dopo aver definito strumenti sacri il piano e il preventivo di bilancio per la direzione economica, Raúl Castro ha sottolineato la necessità di raddoppiare l'impegno e di far sì che ognuno compia il suo dovere. Tutto quello che si fa si basa sulle idee del leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha detto Raúl Castro ricordando un recente incontro di Fidel con gli studenti per ricordare le sue parole di cinque anni fa all'Università di La Habana.

Riconosciuto il lavoro della brigata medica cubana in Paraguay
23.11 – Diciassette medici cubani che hanno prestato i loro servizi nell’ambito dell'Operazione Miracolo nell'ospedale distrettuale di María Auxiliadora, a Itapúa in Paraguay, hanno ricevuto il riconoscimento dal Ministero della Salute Pubblica e del Benessere Sociale. La brigata di solidarietà, composta da cinque medici, assistenti della salute e tecnici di laboratorio e di elettromedicina, hanno prestato i loro servizi per due anni a pazienti residenti in questo meridionale dipartimento e in altre regioni del paese. Gli specialisti cubani sono arrivati per la prima volta in Paraguay nel 2007 grazie a un accordo di cooperazione firmato tra il Ministero della Salute Pubblica e del Benessere Sociale del Paraguay e il suo omologo di Cuba. Del totale dei paraguayani assistiti, circa 10.000 sono stati operati soprattutto di cateratta, pterigium ed altre patologie oftalmiche, ha detto a Prensa Latina Norberto Ramos, capo della brigata medica.

Oltre 500 film al festival di La Habana 2010
23.11 – Oltre 500 film, 122 di questi in concorso, saranno proiettati al festival del cinema latinoamericano 2010, che inizierà a La Habana il prossimo 2 dicembre, ha annunciato in una conferenza stampa il comitato organizzatore. L'Argentina intesta l'elenco con 88 titoli nelle sette categorie previste e in altre sezioni parallele, seguita dal Messico con 79 e da Cuba con 78. Come ha confermato il suo presidente, Alfredo Guevara, questa edizione supera i numeri delle precedenti e si distingue per la diversità dei generi. Oltre 20 lungometraggi di fiction e 24 opere prime concorreranno per i ‘Corales’, tra questi ‘Hermano’, del venezuelano Marcel Rasquin, ‘Colón de Oro de Hueva lo scoso fine settimana’, ed Abel, dell'attore e produttore messicano Diego Luna.

Ribadita la richiesta agli Stati Uniti di rispettare le sentenze dell’OMC
24.11 – A Ginevra, Cuba e numerosi altri paesi hanno ribadito agli Stati Uniti le richieste a causa delle loro violazioni alla sentenza dell'Organizzazione Mondiale di Commercio (OMC) e della loro condotta di non rispetto alla sentenza riguardo l'appropriazione di marchi. In relazione alla Sezione 211 del Legge Omnibus di Assegnazioni del 1998 di Washington, ritenuta illegale dall'Organismo di Soluzione dei Contrasti (OSD) dell'OMC, l'Ambasciatore cubano a Ginevra, Rodolfo Reyes, è tornato ad approfondire il tema. Il diplomatico ha evidenziato che la condotta statunitense di disprezzo al sistema non affosserà mai la determinazione di Cuba di essere ferma nella difesa della giustizia. Tra gli interventi migliori di sostegno a Cuba vi sono stati quelli di Brasile, Repubblica Dominicana, India, Cina, Bolivia, Venezuela, Vietnam, Argentina, Messico, Ecuador e Angola.

Cuba: sospese temporaneamente le spedizioni postali verso gli Stati Uniti
25.11 - L'Azienda delle Poste di Cuba ha informato che temporaneamente è sospeso l’invio di pacchi negli Stati Uniti per le misure stabilite dalle autorità nordamericane che argomentano l'esistenza di minacce terroristiche contro il trasporto aereo. In virtù di queste misure, si potrà spedire verso gli Stati Uniti solo la corrispondenza ordinaria e certificata che non contenga alcun tipo di oggetto, sottolinea oggi una nota di Poste di Cuba pubblicata dal quotidiano Granma. Il Servizio Postale degli Stati Uniti ha comunicato all'Ufficio Internazionale dell'Unione Postale Universale di avere adottato disposizioni di sicurezza nella posta con peso superiore a 453 grammi da qualunque provenienza di fronte alle minacce terroristiche fino al prossimo 8 dicembre. Le nuove misure stabilite dal servizio postale statunitense saranno notificate opportunamente alla popolazione, riporta la notizia dopo aver precisato che le spedizioni respinte saranno riconsegnate ai mittenti nel minore tempo possibile e senza costo aggiuntivo.

Funes mette in risalto i valori solidali dell’aiuto medico cubano a El Salvador
25.11 - Il Presidente di El Salvador, Mauricio Funes, ha definito un vero atto di solidarietà umana e professionale la presenza di medici cubani che collaborano con la salute pubblica del paese. Il Presidente ha toccato il tema in un discorso all'inaugurazione dell'Ospedale Nazionale San Juan de Dios, dell'orientale città di San Miguel, distrutto dal terremoto del 13 gennaio 2001. Funes ha respinto le critiche del partito di destra Alleanza Repubblicana Nazionalista (ARENA) sul lavoro dei professionisti cubani. Ha ricordato che con il programma integrale di salute messo in moto per portare l'attenzione medica fino alle case più umili, saranno creati 14.000 posti di lavoro per medici, infermiere e altri lavoratori salvadoregni. Cuba ha offerto aiuto medico ai salvadoregni in caso di disastri naturali come terremoti e uragani, epidemie come quella del dengue anche quando governava l’ARENA, complice del blocco degli Stati Uniti contro l'Isola.

Carla Fracci: mi inchino di fronte alla grandezza di Alicia Alonso
25.11 - Il teatro San Carlo di Napoli ha vibrato in un applauso interminabile, come un omaggio deposto ai piedi della prima ballerina assoluta cubana Alicia Alonso, con un pubblico che ha reso omaggio ai suoi 90 anni. La sala, martedì scorso, era stracolma, con la presenza di un'altra grande diva della danza, l'italiana Carla Fracci, che si è inchinata in una riverenza profonda per ricordare come ha conosciuto questa leggenda viva che è la Alonso, come la definiscono i critichi. L'omaggio è iniziato ricordando la presenza della direttrice del Balletto Nazionale di Cuba in questo importante teatro fondato nel 1737, il ricordo della sua esibizione in questa stessa sala nel 1953 con l'American Ballet Theatre e l’allestimento della sua versione di Giselle per il San Carlo, nel 1981, tutti momenti memorabili nella sua carriera.

Fidel Castro dice che attualmente Obama è più pericoloso
26.11 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha segnalato che il Presidente Barack Obama è attualmente più pericoloso in quanto negli Stati Uniti avviene una gara per vedere chi è più conservatore. È intelligente, si esprime bene, ma in questo momento è più pericoloso perché è in gara, ha detto il leader rivoluzionario in un incontro con intellettuali ispano-americani, riportato oggi dal quotidiano Granma. Sta pensando a quello che è accaduto a (William) Clinton e a (Ronald) Reagan, che sono calati in popolarità e poi sono saliti nelle inchieste quando si sono avventurati in qualche confronto, ha rilevato. Che cosa farà allora Obama? Una guerra?, si è chiesto durante l'incontro di quasi tre ore con pensatori latinoamericani e uno spagnolo. Fidel Castro ha detto che non è proibito essere ottimista, ma preferisce rimanere realista di fronte alla situazione internazionale, ora segnata dal confronto tra le due Corea (Repubblica Popolare Democratica della Corea e Corea del Sud) e nel mezzo di una profonda crisi economica.

Cuba mantiene basso il tasso dell’HIV/AIDS
26.11 - Cuba mantiene un tasso di HIV/AIDS dello 0.1 %, il più basso dei Caraibi, benché l'epidemia aumenti discretamente, in particolar modo tra la popolazione maschile. Il gruppo di uomini che fanno sesso con uomini è il più colpito, con il 72 % di tutti i casi diagnosticati, e il contagio attraverso il sangue e i suoi derivati, come la trasmissione materno-infantile, hanno smesso di essere un problema di salute nel paese. Restano le relazioni sessuali non protette come via di trasmissione, in oltre il 99 % dei casi. Con questi risultati Cuba giunge al 1° dicembre, Giornata Mondiale di Risposta all’HIV, ha indicato la dottoressa Rosaida Ochoa, direttrice del Centro Nazionale di Prevenzione delle Infezioni di Trasmissione Sessuale e dell’HIV/AIDS. Lo Stato cubano garantisce una crescente qualità di vita ai malati, con volontà politica, una comunità organizzata, un sistema di salute accessibile a tutti, finanziamento statale, garantisce il trattamento anti-retrovirale a tutti quelli che ne hanno bisogno e mantiene l'attenzione su questi pazienti, ha aggiunto.

Oltre 81.000 cubani hanno fatto richiesta di licenze per il lavoro privato
29.11 – Quasi 81.500 cubani hanno fatto richiesta in meno di un mese di licenze per esercitare il lavoro privato, un quinto di loro per la preparazione e la vendita di alimenti, hanno indicato i mezzi di stampa. Il dato è relativo ai permessi chiesti dalla pubblicazione delle norme per ampliare l'esercizio nel settore non statale, lo scorso 25 ottobre, fino allo scorso 19 novembre, ha indicato il quotidiano Granma che cita un monitoraggio del Ministero del Lavoro e Previdenza Sociale. Ciudad de La Habana e Matanzas, nella regione occidentale del paese, e Villa Clara (nel centro) sono le province in cui sono state presentate più richieste.

Cuba denuncia Israele e gli Stati Uniti sulla questione palestinese
30.11 - Cuba ha denunciato alle Nazioni Unite la doppia morale, la minaccia e l'uso del veto da parte degli Stati Uniti nel Consiglio di Sicurezza come fattori che impediscono di procedere verso una soluzione della questione palestinese. Ha avvertito anche che l'impunità con cui agisce Israele al riguardo è solo possibile per la protezione che riceve dal Governo nordamericano e per le sue consegne di risorse finanziarie e armamenti per sostenere la sua politica aggressiva. La posizione di Cuba è stata esposta dal rappresentante permanente di Cuba presso l'ONU, Pedro Núñez Mosquera, intervenendo nel plenario dell'Assemblea Generale in una sessione rivolta ad analizzare la questione palestinese.

Il giardino botanico più antico di Cuba festeggia oltre cent’anni
30.11 - Il Giardino Botanico di Cienfuegos, il più antico di Cuba, giunge oggi a 109 anni dalla sua fondazione, in relazione all'università statunitense di Harvard. L'istituzione scientifica ha avuto inizio su un terreno di quattro ettari e mezzo appartenenti allo zuccherificio Soledad del Muerto, a circa 15 chilometri da questa città portuale, proprietà allora dello statunitense Edwin F. Atkins. Sotto il patrocinio dell'industriale nordamericano è stata creata qui la Harvard Botanical Station for Tropical Research and Sugar Cane Investigation (Stazione Botanica di Harvard per la Ricerca Tropicale e sulla Canna da Zucchero). Il 20 ottobre 1989 è stato dichiarato Monumento Nazionale.