novembre 2009

Cuba e l’UE puntano sulla cooperazione
2.11 - Il Ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez, e il commissario europeo per lo Sviluppo e l'Aiuto Umanitario, Karel De Gucht, hanno puntato oggi a La Habana sulla normalizzazione delle loro relazioni e sull'incremento della cooperazione. Durante la prima giornata di visita ufficiale a Cuba, De Gucht ha elogiato la collaborazione bilaterale ripresa nel 2008 e che, a suo giudizio, ha già dato i suoi frutti. La Commissione Europea (CE) ha progetti di lavoro per il 2010, ha detto il diplomatico prima di esprimere la sua speranza che i colloqui possano contribuire al processo di normalizzazione tra i 27 e Cuba.

Oggi viene inaugurata la Fiera Internazionale di La Habana
2.11 - La XXVII Fiera Internazionale di La Habana inizia i suoi lavori, con la partecipazione di espositori di 53 nazioni di tutti i continenti. Una delle attività più importanti programmate per la prima giornata è la VII Sessione del Comitato Imprenditoriale Cuba-Cina, hanno comunicato gli organizzatori. A questa edizione, dei 25 padiglioni di ExpoCuba situati nella periferia della capitale 24 saranno utilizzati per l’esposizione, come ha precisato Abraham Maciquez, presidente del Comitato Organizzatore. Saranno presenti 652 aziende straniere, che significa che oltre 1.500 espositori stranieri parteciperanno all'evento, poiché per ogni azienda ve ne sono due o più.

Per il sesto anno consecutivo Cuba ha ricevuto due milioni di turisti
2.11 - Cuba ha ricevuto per il sesto anno consecutivo due milioni di turisti, numero che questa volta è stato raggiunto con 15 giorni di anticipo rispetto al 2008, secondo una notizia del Ministero del Turismo. La nota, pubblicata sabato sul quotidiano Granma, precisa che il risultato acquisisce maggiore rilevanza a Cuba tenendo in considerazione la crisi finanziaria mondiale e i problemi sanitari affrontati nella maggioranza dei paesi. Il testo evidenzia che tali fenomeni hanno influito in modo considerevole nella diminuzione dei flussi dei turisti e sono alla base delle previsioni dell’Organizzazione Mondiale del Turismo che pronostica un 5 % di calo di attività nel mondo. Cuba promuove un turismo di pace, salute, sicurezza e fiducia per coloro che la scelgono come meta e, nonostante le previsioni nel settore, ha avuto una crescita del 3.9 % di turisti.

La popolazione cubana riceverà un vaccino contro il virus stagionale dell’influenza
2.11 – Circa 900.000 dosi del vaccino contro il virus stagionale dell'influenza, saranno disponibili a Cuba a partire da lunedì 9 novembre, ha assicurato oggi il Granma. Il vaccino, che riunisce i requisiti dell'Organizzazione Mondiale della Salute, sarà utilizzato al fine di proteggere le persone più vulnerabili e che possono avere complicazioni. Secondo la notizia, saranno protetti soprattutto i cubani di oltre 75 anni e uomini e donne di qualsiasi età con diabete, forte asma e malattie renali croniche. Manuel Santín Peña, direttore di Epidemiologia del Ministero della Salute Pubblica, ha spiegato alla stampa che il vaccino non protegge contro l'influenza A (H1N1). La somministrazione del farmaco inizierà all’arrivo dei primi lotti a Cuba, annunciati dalla dottoressa Margaret Chan, direttrice dell'OMS, nella sua visita a Cuba.

Raúl Castro ha partecipato alle esequie della madre di un antiterrorista cubano
3.11 - Il Presidente di Cuba, Raúl Castro, ha partecipato oggi alle esequie di Carmen Nordelo Tejera, madre di Gerardo Hernández, uno dei Cinque antiterroristi detenuti negli Stati Uniti. Sul feretro sono state poste le offerte floreali di Raúl Castro, del leader della Revolución Fidel Castro, di Gerardo e di sua moglie Adriana Pérez e del popolo di Cuba. Al termine dell'inumazione nel Cimitero di Colón, il Presidente cubano ha fatto per telefono le sue condoglianze ad Adriana, che sta compiendo un intenso programma di lavoro attraverso paesi europei insieme a Olga Salanueva, moglie dell’antiterrorista René González. "Ti inviamo un forte abbraccio a nome del popolo di Cuba, sappiamo che sei decisa e che saprai mantenerti così. Un saluto da Fidel", ha detto Raúl Castro.

La maggior parte dell’ UE per la normalizzazione dei legami con Cuba
3.11 - Il commissario europeo per lo Sviluppo e l'Aiuto Umanitario, Karel De Gucht, ha affermato oggi a La Habana che la maggior parte dei paesi membri dell'Unione Europea (UE) è favorevole a una normalizzazione delle relazioni con Cuba. "Questa è un'opinione che non tutti i membri condividono. Tuttavia è un'opinione della maggior parte dei membri dell'UE", ha detto De Gucht all'inizio di un incontro con il Vicepresidente cubano Ricardo Cabrisas, avvenuto in forma privata. Tentiamo di cercare spazi comuni per normalizzare i legami con La Habana, ha aggiunto il diplomatico che ha già avuto contatti con il Ministro degli Esteri Bruno Rodríguez e con il Ministro del Commercio Esterno e dell’Investimento Straniero Rodrigo Malmierca. Il rappresentante europeo è il terzo a visitare quest’anno La Habana dopo del suo predecessore Louis Michel e della commissaria degli Affari Esteri e della Politica di Vicinato, Benita Ferrero-Waldner.

Cresce l’influenza dei servizi nelle esportazioni cubane
3.11 – Il crescente ruolo dei servizi nell'economia cubana si manifesta oggi sempre di più nella sua importante influenza nelle esportazioni, mentre si consolida come la maggiore fonte di valuta del paese. Questo ha contribuito in modo positivo nella ricerca di un equilibrio della bilancia commerciale di Cuba, ha considerato il Ministro del Commercio Estero e dell'Investimento Straniero, Rodrigo Malmierca. Inaugurando questo lunedì la XXVII Fiera Internazionale di La Habana, Malmierca ha indicato che alla chiusura del terzo trimestre, lo scambio cubano di beni si è ridotto del 36 % in relazione allo stesso periodo del 2008. Le importazioni in questo periodo hanno raggiunto quasi l’80 % del totale, ha aggiunto il funzionario. Ha affermato che questa edizione della fiera si sviluppa in circostanze complesse, perché il modello neoliberista ha portato il mondo a una crisi economica globale di enormi proporzioni.

Fidel Castro: il miglior omaggio alla madre di un eroe
4.11 - Il leader della Rivoluzione, Fidel Castro, ha affermato che Cuba proseguirà la lotta senza riposo per la libertà dei cinque combattenti antiterroristi detenuti negli Stati Uniti, smascherando l'infinita ipocrisia e il cinismo dell'impero, difendendo la verità. "Non solo deporremo fiori sulla tomba di Carmen Nordelo. Proseguiremo la lotta senza riposo per la libertà di Gerardo, Antonio, Fernando, Ramón e René, smascherando l'infinita ipocrisia e il cinismo dell'impero, difendendo la verità!", ha rimarcato Fidel Castro. Nel suo recente articolo "Il migliore omaggio alla madre di un eroe", diffuso dalla pubblicazione digitale Cubadebate, in omaggio alla madre di Gerardo Hernández, morta lunedì, il leader cubano indica che solo così onoreremo la memoria della legione di madri e di donne come lei che a Cuba hanno sacrificato la parte migliore e più preziosa della loro vita per la Rivoluzione e per il Socialismo.

Il Governo boliviano sottolinea l’aiuto di Cuba nella post-alfabetizzazione
4.11 - Autorità della educazione della Bolivia hanno sottolineato oggi il nuovo impulso che avrà il processo di post-alfabetizzazione "Io sì posso continuare", che conta sulla consulta di Cuba. Secondo il direttore nazionale di questo piano, Benito Ayma, l'arrivo nella nazione sud-americana di 59 esperti cubani, permetterà di approfondire questo programma. Ayma ha annunciato che il prossimo fine settimana saranno ricevuti i pedagoghi cubani, che poi saranno inviati nei nove dipartimenti per collaborare con il nuovo sistema educativo. Secondo Ayma, questa fase darà continuità al piano "Io sì posso", che è stato concluso nel dicembre dell’anno scorso, dopo 33 mesi di un’intensa campagna e che ha insegnato a leggere e a scrivere a 824.296 boliviani.

Il commissario europeo apprezza il colloquio con Raúl Castro
5.11 – A La Habana, il commissario europeo per lo Sviluppo e l'Aiuto Umanitario, Karel De Gucht, ha definito molto aperta, franca e costruttiva la conversazione avuta con il Presidente cubano, Raúl Castro. Abbiamo fatto una valutazione positiva della cooperazione tra le due parti che è iniziata nel 2008 e continuerà fino al 2010, ha detto il diplomatico ai giornalisti prima di concludere la sua visita di tre giorni a Cuba. De Gucht ha affermato che durante l'incontro si è parlato sulle attuali relazioni tra Cuba e l'Unione Europea (UE), e ha evidenziato la sua soddisfazione e gratitudine per il modo in cui Raúl Castro ha condotto il dialogo. Interrogato sul blocco imposto dagli Stati Uniti a Cuba, ha detto che questa politica nordamericana, che esiste da quasi 50 anni, è un mezzo inutile per le relazioni internazionali.

Cuba inaugurerà il primo impianto del polo petrolchimico
5.11 – Un impianto per la produzione di 250 milioni all’anno di sacchetti di plastica inizierà a funzionare nella città portuale di Cienfuegos nei prossimi giorni, ha affermato oggi un dirigente del settore dell'industria chimica. La fabbrica dotata di tecnologia italiana costituisce il primo dei 10 progetti che costituiranno il futuro polo petrolchimico di questa città, a 250 chilometri a sud-est di La Habana, ha confermato alla stampa l'ingegnere Mario Balmaceda. Questo complesso industriale – che è parte dell'espansione della raffineria di petrolio dell'azienda cubano-venezuelana PDV-CUPET, S.A., che porterà da 65.000 a 150.000 barili al giorno la sua capacità di raffinazione - è previsto che sarà terminato nel 2017.

Evidenziata la qualità della vita dei bambini cubani a livello regionale
6.11 - Cuba è oggi un'esperienza diversa in America Latina in materia di protezione dell'infanzia, ha affermato la vicepresidente del Comitato dei Diritti del Bambino delle Nazioni Unita, Rosa María Ortiz. In dichiarazioni a Prensa Latina, la Ortiz ha sottolineato che il servizio di educazione e salute cubano è ciò che deve essere, mentre in altre nazioni latinoamericane prevale l'assenza dello Stato in questi importanti settori. Nell'appuntamento che termina questo venerdì nel Palazzo delle Convenzioni di La Habana, il Pubblico Ministero Generale della Repubblica di Cuba, Juan Escalona, ha spiegato che Cuba conta su di un solido sistema giuridico in difesa dell'infanzia, basato sul rispetto della Convenzione dei Diritti dal Bambino e del Codice della Famiglia.

Omara Portuondo e Chucho Valdés, due Grammy Latini per Cuba
6.11 - La cantante cubana Omara Portuondo e il suo compatriota, il jazzista e compositore Jesús Chucho Valdés, hanno aggiunto due nuovi Grammy Latini alla loro carriera, rispettivamente con i loro dischi "Gracias" e "Junto para siempre". La diva del Buena Vista Social Club è stata l'unica rappresentante cubana che ha partecipato ieri alla cerimonia a Las Vegas. Ringrazio coloro che mi hanno sostenuto in questo disco, soprattutto al meraviglioso uruguayano Jorge Drexler, ha detto. La Portuondo si è pronunciata per la fine del blocco decretato dagli Stati Uniti contro Cuba da 50 anni. Questo deve finire, sarebbe meglio per tutto il mondo, ha sottolineato.

Inizia a Cuba la vaccinazione contro l’influenza stagionale
9.11 - Cuba inizia oggi una campagna di vaccinazione contro l'influenza stagionale, mediante la quale saranno immunizzati adulti di oltre 75 anni e altri gruppi a rischio. Il dottor Manuel Santín Peña, direttore nazionale di epidemiologia del Ministero della Salute Pubblica, ha evidenziato che il vaccino sarà applicato anche a persone di qualunque età ospitate nelle case degli anziani, a coloro che hanno impedimenti fisici, ai ricoverati negli ospedali psichiatrici, agli asmatici, ai diabetici gravi e a coloro che hanno problemi renali cronici. In dichiarazioni a Prensa Latina, ha rilevato che saranno somministrate 902.000 dosi, acquistate dall'Organizzazione Panamericana della Salute (OPS), e ha spiegato che il composto è specifico per i tre ceppi virali, la cui circolazione è più probabile nell'Isola. Pertanto, ha affermato che non sarà assolutamente valido per tutti i virus presenti nell'attuale stagione invernale.

Inaugurato in Guatemala il quarto ospedale dell'Operazione Miracolo
9.11 – Il quarto degli ospedali oftalmici dell'Operazione Miracolo in Guatemala, sarà inaugurato oggi in un municipio confinante con la capitale. Benché sia già operativa da due settimane, questa struttura avrà oggi la sua inaugurazione ufficiale, in modo da completare la copertura alla popolazione di tutto il territorio nazionale data la posizione geografica delle altre tre strutture. Intervistato in questa occasione, l'Ambasciatore di Cuba, Omar Morales, ha rilevato come viene incrementata in questo modo la collaborazione medica del suo paese, che questo mese compie 11 anni di lavoro. Da allora i professionisti cubani hanno effettuato in Guatemala oltre 20 milioni di visite, secondo i dati forniti dal capo della missione diplomatica. Questo programma di assistenza, completamente gratuito, è stato istituito dai Governi di Cuba e del Venezuela per risolvere determinate patologie oculari, come previsto dai piani dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America. Le statistiche fino a marzo scorso indicano che su 557 milioni di abitanti dei paesi beneficiati da questo progetto solidale, oltre 1.5 milioni sono stati operati chirurgicamente.

Stabili le vendite di Havana Club nel mercato mondiale
9.11 – Basato sulla sua comprovata qualità, il rum cubano Havana Club mantiene oggi le sue vendite in maniera stabile nel mercato mondiale delle bevande, secondo il direttore delle vendite per Cuba, Enrique Noste. Il funzionario di Havana Club International ha aggiunto che durante i primi nove mesi di quest’anno le vendite si sono mantenute stabili, nonostante la crisi economica mondiale. Un altro degli elementi, a cui ha fatto riferimento il dirigente, che frenano una maggiore diffusione del rum cubano, è nelle restrizioni economiche e commerciali di Washington contro La Habana da quasi 50 anni. Havana Club International S.A. è un'azienda mista fondata nel 1993 con l'unione di CubaRon e del marchio francese Pernod Ricard. I dati mostrano una crescita delle vendite di circa il 13-14 % all’anno, con 3.4 milioni di casse vendute nel 2008.

L’aeroporto cubano di Cayo Coco pronto per la stagione turistica
10.11 - I lavoratori e i dirigenti dell'aeroporto internazionale Jardines del Rey sono pronti per affrontare con un servizio di qualità la stagione invernale di turismo appena iniziata. Così ha detto a Prensa Latina Emerio Almuñez, direttore dello zona Centro-Ovest dell'Azienda Cubana degli Aeroporti e dei Servizi Aeronautici (ECASA) e ha aggiunto che ci si aspetta una crescita nell'arrivo dei turisti agli stabilimenti balneari Jardines del Rey. L'aeroporto è situato a circa 10 chilometri dalla rete alberghiera di Cayo Coco e a circa 30 chilometri da quella di Cayo Guillermo, principali isolotti del litorale nord della provincia centrale di Ciego de Ávila. Attualmente riceve 15 voli alla settimana, la maggior parte provenienti da città canadesi, tre dall'Inghilterra e uno dall'Argentina e durante la stagione alta aumenteranno fino ad arrivare a circa 35 voli, ha precisato.

Cubani e angolani uniti hanno ottenuto l’indipendenza dell'Angola
11.11 - La proclamazione dell'indipendenza dell'Angola l’11 novembre 1975 è stata possibile grazie alla lotta armata unita tra cubani e angolani, hanno valutato oggi a Luanda rappresentanti di organizzazioni solidali con Cuba. In dichiarazioni a Prensa Latina, Fernando Jaime, presidente dell'Associazione di Amicizia Angola-Cuba, ha detto che la celebrazione di oggi in questo paese africano del giorno della libertà si deve in gran parte al sangue versato da oltre duemila cubani. Jaime ha ricordato che oggi, mentre l'Angola sviluppa un processo di ricostruzione di infrastrutture, molti ricordano il comandante Raúl Díaz Argüelles, caduto a 39 anni di età nella battaglia di Ebo, nella provincia di Cuanza Sur, l’11 dicembre 1975.

Aumenta il numero dei nicaraguensi beneficiati dalle operazioni alla vista
11.11 – Saranno circa 60.000 i nicaraguensi beneficiati con il miglioramento della loro vista entro la fine di questo 2009 grazie al lavoro degli specialisti cubani che lavorano in Nicaragua nella Missione Miracolo. La dottoressa Mercedes Argote ha comunicato che fino a lunedì scorso sono stati operati per problemi alla vista 59.220 cittadini nelle tre cliniche ubicate a Ciudad Sandino, a circa 15 chilometri a ovest della capitale, Bilwi e Bluefields, sulla costa dei Caraibi. La Argote si è detta ottimista per arrivare ai 60.000 interventi prima del termine del 2009. I medici cubani operano tra 40 e 50 persone al giorno, secondo il flusso di pazienti, ha aggiunto. Molti degli interventi realizzati gratis dai cubani hanno un costo di oltre un migliaio di dollari, importo lontano dalle possibilità economiche dei nicaraguensi di basse risorse, che vedono in questo progetto un rimedio alle loro necessità.

Cuba per una riforma urgente del Consiglio di Sicurezza dell'ONU
13.11 – All’ONU, Cuba ha insistito per una riforma urgente e profonda del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, con un ampliamento imparziale e non selettivo e la trasformazione dei suoi metodi di lavoro. Non ci potrà essere una vera riforma dell'ONU finché non si riforma il Consiglio di Sicurezza, ha affermato il rappresentante permanente alterno di Cuba, Rodolfo Benítez, nel plenario dell'Assemblea Generale. Il diplomatico ha criticato la costante posposizione del tema della riforma di questo organismo, contro la richiesta della maggioranza dei paesi membri. Benítez ha chiesto pure una rappresentanza equa dei paesi in via di sviluppo e ha denunciato che regioni intere come Africa e America Latina e i Caraibi non hanno un seggio permanente.

Cuba mette in risalto i progressi a Roma, ma deplora l’atteggiamento dei ricchi
16.11 - Cuba ha messo in risalto oggi certi progressi nella Dichiarazione del Vertice sulla Sicurezza Alimentare della FAO, ma allo stesso tempo ha deplorato il comportamento dei paesi ricchi assenti a livello di Capi di Stato o di Governo. In dichiarazioni a Prensa Latina, il capo della delegazione cubana all'appuntamento di Roma, Ulises Rosales Del Toro, Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, ha valutato positivamente il fatto che si accetti che gli alimenti non debbano essere impiegati come strumenti di pressione politica. È una battaglia che il nostro paese ha mantenuto negli anni e che in questa occasione lo scopo è stato raggiunto nel Vertice dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione (FAO), ha commentato. Rosales Del Toro, che è pure Ministro dell’Agricoltura di Cuba, ha criticato l'assenza delle nazioni più potenti del mondo che "sembrano non avere più il coraggio di confrontarsi con i paesi in via di sviluppo".

Cuba esige dagli Stati Uniti azioni contro i terroristi anti-cubani
16.11 - Cuba ha consegnato al massimo responsabile delle Nazioni Unite una lettera che chiede azioni degli Stati Uniti sui terroristi che operano da quel paese contro l'Isola e chiede la liberazione dei cinque antiterroristi cubani detenuti nelle carceri nordamericane. La missiva è stata inviata al segretario generale, Ban Ki-Moon, dal rappresentante permanente di Cuba, Pedro Núñez Mosquera, affinché venga fatta circolare come documento ufficiale dell'Assemblea Generale, sotto il tema dal titolo "Misure per eliminare il terrorismo internazionale", come pure "Misure per il Consiglio di Sicurezza". Copie della lettera, alla quale Prensa Latina ha avuto accesso, sono state consegnate anche al presidente dell'Assemblea Generale, Alí Treki, e al titolare del comitato contro il terrorismo del Consiglio di Sicurezza, Ranko Vilovic. Il testo denuncia la recente scarcerazione negli Stati Uniti del noto terrorista Santiago Álvarez Fernández-Magriñá, condannato per possesso di un arsenale di armi illegale per azioni contro Cuba.

La Scuola Latinoamericana di Medicina, di Cuba, compie dieci anni
16.11 - La Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM), di Cuba, mostra quello che sarà il futuro della Nostra America: di fratellanza, di piena equità e giustizia sociale; di socialismo, ha affermato José Ramón Balaguer, Ministro cubano della Salute Pubblica. Intervenendo alla cerimonia per la celebrazione del decimo anniversario dell'ELAM, il Ministro ha definito l'ELAM come una realizzazione delle idee del suo creatore, il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, della sua concezione dell'essere umano. Creata nel 1999, come idea di Fidel Castro, l'ELAM ha laureato come medici nei suoi 10 primi anni di funzionamento 7.256 alunni di 30 paesi, dei quali 2.500 frequentano differenti specialità, ha detto Juan Carrizo Estévez, rettore dell'ELAM (http://www.elacm.sld.cu /).

Cuba: gli opulenti del Nord dovrebbero vergognarsi di fronte alla fame nera
17.11 - Cuba ha detto oggi che oltre mille milioni di esseri umani affamati dovrebbero far arrossire i rappresentanti delle società opulente del Nord, in un mondo che produce due volte e mezzo la quantità sufficiente per alimentare la popolazione. Nel suo discorso nella seconda giornata del Vertice sulla Sicurezza Alimentare a Roma, il Vicepresidente del Consiglio dei Ministri di Cuba, Ulises Rosales Del Toro, ha rimarcato che l'incapacità di risolvere il problema non ha giustificazione. "I paesi sviluppati hanno un'indiscutibile responsabilità con la fame e la denutrizione di tanti milioni di persone. Loro hanno imposto la liberalizzazione commerciale tra attori chiaramente disuguali", ha argomentato. Rosales Del Toro, che è anche Ministro dell’Agricoltura cubana, ha considerato che l'essenza della crisi "radica nella disuguale e ingiusta distribuzione della ricchezza a livello mondiale" e nel ruolo monopolista delle grandi aziende multinazionali.

Vertice FAO: Cuba chiede risposte di fronte al cambiamento climatico
18.11 - Il Vicepresidente cubano Ulises Rosales Del Toro ha proposto di inserire nell'agenda della FAO la valutazione e l’allerta sistematica degli effetti del cambiamento climatico, in una tavolo rotonda effettuata a Roma. Rosales Del Toro partecipa al Vertice sulla Sicurezza Alimentare dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione (FAO) che termina oggi, dopo tre giornate di delibere. In uno degli incontri tematici del Vertice, il capo della delegazione cubana ha fatto un intervento nel capitolo denominato "Mitigazione e adattamento al cambiamento climatico: sfide dell'Agricoltura e della Sicurezza Alimentare". Rosales Del Toro, che è anche Ministro dell’Agricoltura di Cuba, ha detto che le fluttuazioni a corto e a lungo termine dei modelli del clima indotte dal cambiamento climatico possono avere ripercussioni estreme nella produzione agricola.

Posada Carriles continua a essere protetto dagli Stati Uniti, denuncia il Venezuela
18.11 – Il Ministero degli Esteri del Venezuela ha denunciato l'insistenza del Governo statunitense nell’ignorare la sua richiesta di estradizione del terrorista Luis Posada Carriles, sul quale pesano accuse per crimini e torture in Venezuela. Benché l'amministrazione del Presidente Barack Obama abbia manifestato pubblicamente il suo impegno con il diritto internazionale e il multilateralismo, continua a violare la Risoluzione 1373 del 2001 del Consiglio di Sicurezza dell'ONU, è precisato in un comunicato. Il Venezuela ha richiesto nel 2005 la cattura e la restituzione di Posada Carriles, che 20 anni fa era fuggito da un carcere di San Juan de los Moro, Guárico, dove era in attesa della sentenza per la sua responsabilità nell'esplosione in pieno volo di un aeroplano cubano con 73 persone a bordo, il 6 ottobre 1976.

Cuba promuove la cooperazione Sud-Sud nella salute
18.11 - Dall'inizio della sua Rivoluzione, il popolo cubano ha mantenuto una crescente collaborazione medica con oltre 100 paesi di tutto il mondo, è stato comunicato al Forum Globale di Innovazione nella Salute che si tiene a La Habana. Intervenendo in una sessione dedicata alla cooperazione nella sanità tra paesi del Sud, Néstor Marimon Torres, direttore delle Relazioni Internazionali del Ministero della Salute Pubblica di Cuba, ha evidenziato come questo aiuto sia stato sempre offerto senza nessun tipo di condizionamento, con un consenso nazionale e con volontà politica. I 172.398 medici cubani che hanno prestato servizio internazionalista dal 1963 a oggi, ha spiegato Marimon, lo hanno fatto senza distinzione di razza, di credo religioso e di ideologia, senza mischiarsi in affari politici e interni e rispettando le leggi e le abitudini.

Riflessioni di Fidel Castro: la Rivoluzione Bolivariana e la Pace
19.11 - Il leader della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, ha affermato che la droga non deve essere un pretesto per impiantare basi, invadere paesi e portare la violenza, la guerra e il saccheggio nei paesi del Terzo Mondo. "...E’ il peggiore ambiente per seminare virtù cittadine e portare l'educazione, la salute e lo sviluppo ad altri popoli", indica Fidel Castro in un articolo dal titolo "La Rivoluzione Bolivariana e la Pace", diffuso dalla pubblicazione digitale Cubadebate. Si sbagliano -dice – coloro che credono che dividendo colombiani e venezuelani avranno successo nei loro piani controrivoluzionari. "...Molti dei migliori e più umili lavoratori in Venezuela sono colombiani e la Rivoluzione ha portato loro educazione, salute, impiego, diritto alla cittadinanza e altri benefici per loro e per i loro esseri più cari. Insieme, venezuelani e colombiani difenderanno la grande Patria del Liberatore dell'America; insieme lotteranno per la libertà e per la pace", precisa.

Raffineria cubano-venezuelana vicina a processare 40 milioni di barili
19.11 - La raffineria nella città portuale di Cienfuegos dell’azienda cubano-venezuelana PDV-CUPET, S.A, completerà nelle prossime ore 40 milioni di barili di grezzo lavorati, ha affermato uno dei suoi principali dirigenti. José Manuel Suárez, direttore delle operazioni dell’azienda binazionale, ha precisato che il dato riguarda il periodo compreso dal 7 gennaio dell'anno scorso a oggi. La raffineria di tecnologia sovietica (1991) è stata modernizzata nel 2007 mediante un investimento delle industrie petrolifere dei due paesi, con una spesa di 166 milioni di dollari. Concludere il presente anno con 20.8 milioni di barili raffinati è l'intenzione dell’azienda che opera nel principale progetto energetico dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA).

Migliaia di uruguayani operati gratis alla vista
19.11 – Oltre 12.000 uruguayani sono stati operati gratis alla vista nel moderno centro oftalmico José Martí, situato alla periferia di Montevideo, ha informato il web della presidenza. Secondo la fonte, l'Ospedale degli Occhi, che porta il nome dell'Eroe Nazionale di Cuba, assiste anche dal settembre scorso lavoratori di basse risorse economiche su accordi della Banca di Prevenzione Sociale con istituzioni ed associazioni. Nell'unità di assistenza, dichiarato centro di riferimento nazionale, una brigata di 22 specialisti cubani realizza chirurgia refrattaria (miopia, astigmatismo, ipermetropia) e operazioni di cateratta e pterigio, insieme a colleghi locali.

Conferenza FAO: Cuba deplora a Roma il consumismo e lo spreco
20.11 - Cuba ha deplorò oggi la promozione del consumismo, con la spesa di migliaia di milioni di dollari in pubblicità commerciale, lo spreco di risorse naturali ed energetiche, oltre alla crescita dei bilanci militari. Nel suo intervento alla 36° Conferenza Generale della FAO, l'Ambasciatore cubano, Enrique Moret, ha criticato duramente anche l'uso degli alimenti per produrre energia e le misure e le politiche commerciali ingiuste delle nazioni ricche. "È di particolare importanza che tutti i paesi si astengano dall’utilizzo degli alimenti come arma di pressione politica e dall’applicazione di misure che rendono difficoltoso l’ottenimento della sicurezza alimentare negli altri Stati", ha aggiunto. Il rappresentante permanente di Cuba presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione (FAO), ha considerato che il numero di 1.020 milioni di persone malnutrite è moralmente inaccettabile e allo stesso tempo è da brividi.

Sottolineati i risultati di Cuba nella protezione dell'infanzia
20.11 - Cuba è un modello nell'applicazione della Convenzione dei Diritti del Bambino, ha affermato a La Habana il rappresentante a Cuba del Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia (UNICEF), José Juan Ortiz. C’è molto da festeggiare a Cuba, perché dei milioni di bambini che vedono i loro diritti violati nel mondo, nessuno è cubano, ha sottolineato Ortiz nello spazio radioteletrasmesso Tavola Rotonda. Recentemente, nell’ambito del Terzo Incontro Internazionale sulla Protezione Giuridica dei Diritti del Minore celebrato a La Habana, il rappresentante dell'UNICEF ha ricordato che oltre un milione di minori è imprigionato nel mondo e che oltre la metà non ha avuto alcun processo.

Cuba all’ONU esige azioni degli Stati Uniti contro i terroristi
23.11 - Un nuovo richiamo di Cuba affinché gli Stati Uniti agiscano sugli elementi terroristici che operano da quel paese contro l'Isola circola oggi come documento delle Nazioni Unite. La richiesta esige anche la liberazione dei cinque combattenti anti-terroristi cubani detenuti nelle carceri nordamericane dal 1998. Le due richieste sono contenute in una lettera in data 11 novembre 2009 e inviata al Segretario Generale dell'ONU, Ban Ki-Moon, dal rappresentante permanente di Cuba presso l'organizzazione mondiale Pedro Núñez Mosquera. Il testo denuncia la recente scarcerazione negli Stati Uniti del terrorista Santiago Álvarez Fernández-Magriñá, condannato per il possesso illegale di un arsenale di armi per azioni contro Cuba. Questo criminale è stato responsabile anche dell'entrata illegale nel territorio nordamericano nell’anno 2005 del noto terrorista Luis Posada Carriles, reo confesso di attentati e di attacchi contro Cuba.

A Ginevra Cuba torna a dequalificare gli Stati Uniti nell'OMC
23.11 - Cuba ha detto che la politica di blocco degli Stati Uniti, dequalificata anche nell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), è un fallimento e non è mai stata così isolata. Nel suo intervento presso l'Organismo di Soluzione dei Contrasti (OSD) dell'OMC, l'Ambasciatore cubano a Ginevra, Rodolfo Reyes, ha rimarcato che il messaggio della comunità internazionale al riguardo è inequivocabile. Lo scorso 28 ottobre, con il voto favorevole di 187 paesi, l'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato per la diciottesima volta una risoluzione che chiede a Washington di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario che mantiene contro Cuba dall'anno 1962, ha sottolineato. In una nuova giornata di analisi della Sezione 211 della Legge di Assegnazioni Preventive degli Stati Uniti, vigente dal 1998, nel seno dell'OSD nell'OMC è stato affrontato il tema dell'usurpazione di marchi cubani.

Il presidente del Parlamento del Sudafrica riconosce l’apporto di Cuba all’indipendenza
24.11 - Il presidente del Parlamento del Sudafrica, Max Vuyisile Sisulo, in visita oggi a Cuba, ha riconosciuto il contributo del popolo cubano all'indipendenza del suo paese. Dopo aver reso omaggio ai leader dell'indipendenza africana nel Parco dei Padri della Patria, Sisulo ha detto che la sua presenza a La Habana è un'opportunità per ringraziare il popolo cubano per quel gesto eroico. Sisulo, invitato dal presidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular di Cuba, Ricardo Alarcón, ha deposto ieri un'offerta floreale al busto di Oliver Tambo (1917-1993), amico del popolo cubano e del leader della Rivoluzione Fidel Castro. Ha aggiunto che Tambo - politico sudafricano antiapartheid e figura centrale nel Congresso Nazionale Africano – è stato un "patriota distinto ed esempio di internazionalismo che ha lottato per la libertà del Sudafrica e di tutta la l'Africa Australe".

Lo Swaziland chiede una maggior cooperazione medica di Cuba
24.11 - Il Ministro degli Esteri dello Swaziland, Lutfo Ephraim Shiyinsimbi Dlamini, ha ringraziato per l'aiuto medico di Cuba al suo paese, e ha richiesto l'invio di altri cooperanti della salute. In una riunione con il Ministro cubano di Salute Pubblica, José Ramón Balaguer, ha detto di essere molto onorato per la presenza nello Swaziland di 85 cooperanti cubani. Shiyinsimbi Dlamini ha trasmesso la gratitudine del suo popolo per un lavoro che ha considerato umano e solidale, e ha considerato anche la formazione a Cuba di vari giovani dello Swaziland che studiano medicina. Balaguer ha sottolineato la cooperazione medica cubana dal 1963, e da allora circa 100.000 professionisti della salute hanno compiuto missioni umanitarie in oltre un centinaio di paesi.

Sottolineata nella Guinea Bissau la collaborazione medica cubana
25.11 - Il Primo Ministro della Guinea Bissau, Carlos Gomes Junior, ha evidenziato oggi a Bissau che la collaborazione medica cubana è frutto della volontà e della solidarietà del comandante Fidel Castro e del popolo cubano. In una cerimonia per l’inaugurazione di installazioni dell'Ospedale Nazionale Centrale della capitale, il Capo di Governo ha riconosciuto il lavoro di formazione medica sviluppato dagli specialisti cubani nella facoltà di medicina Raúl Díaz Argüelles. Ha pure sottolineato il suo recente viaggio a Cuba in cui ha visitato l'Istituto Carlos J. Finlay e i Laboratori Biologici Farmaceutici, istituzioni che aiutano il suo paese nell’eliminazione di pandemie come la malaria e altre.

Cuba inizia l’esercitazione militare Bastione 2009
26.11 - L'Esercitazione Strategica Bastione 2009 inizia oggi a Cuba sul tema "Azioni del paese e dei territori durante il periodo di crisi per affrontare l'aggressione militare del nemico su grande scala". La manovra durerà tre giorni con lo scopo di addestrare le strutture di direzione e di comando dall'istanza superiore e di rafforzare la preparazione di questi organismi sotto la guida del Partito Comunista di Cuba, ha spiegato una notizia del quotidiano Granma. Le Forze Armate Rivoluzionarie (FAR) svilupperanno manovre ed esercitazioni tattiche e di comando con truppe sul territorio e, in tal senso, sono compresi spostamenti di forze e di mezzi, utilizzo dell’artiglieria, voli dell'aviazione e altre azioni. La più importante esercitazione militare degli ultimi cinque anni a Cuba sarà realizzata con austerità ma con efficienza, ha affermato Leonardo Andollo, secondo capo dello Stato Maggiore Generale delle FAR, in riferimento al fatto che - date le attuali limitazioni economiche e finanziarie - non avrà carattere di massa.

Chávez ribadisce la denuncia contro gli Stati Uniti per la protezione a Posada Carriles
26.11 - Il Presidente venezuelano, Hugo Chávez, ha ribadito la sua denuncia contro gli Stati Uniti per aver accolto il terrorista Luis Posada Carriles, responsabile dell'esplosione nel 1976 di un aereo cubano con 73 persone a bordo. Ricordiamo al Premio Nobel (il Presidente nordamericano, Barack Obama) che nel suo paese vive tranquillo colui che ha rivendicato l'esplosione dell'aereo cubano, e che in Venezuela ha torturato e assassinato, ha affermato il Presidente venezuelano nel Palazzo di Miraflores, dove ha ricevuto il suo omologo iraniano, Mahmoud Ahmadinejad. Inoltre Chávez ha precisato che Posada Carriles è fuggito dal Venezuela nel 1985 mentre era in attesa della sentenza per il sabotaggio. Ha ricordato anche la sua partecipazione alla repressione degli anni ‘60 e ‘70 contro i rivoluzionari venezuelani. Perché il Governo di Obama non estrada il padre dei terroristi di questo continente, ha indicato riferendosi alla richiesta di Caracas di oltre quattro anni fa, rispettando il trattato firmato da Washington nel 1920?

Ricordata a Cuba una vittima del terrorismo
26.11 - A 30 anni del suo assassinio nella città nordamericana di New Jersey, i cubani hanno ricordato Eulalio Negrín, un combattente per la normalizzazione delle relazioni tra gli Stati Uniti e Cuba. In una cerimonia effettuata nella sede dell'Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli (ICAP) a La Habana, Margarita Alfonso Abraham, delegata dell'ente nella provincia occidentale di Matanzas, terra natale di Negrín, ha spiegato che gli autori di questo crimine appartenevano a gruppi controrivoluzionari. Queste organizzazioni – ha aggiunto – si opponevano al dialogo tra Washington e La Habana, alla riunificazione delle famiglie e alla normalizzazione delle relazioni tra l'emigrazione e Cuba. L’omicidio è stato commesso da Pedro Crispín, socio del noto terrorista internazionale Luis Posada Carriles, e i due – ha precisato - camminano oggi liberi per le strade di Miami.

Gli uomini, i più colpiti dall’AIDS a Cuba
26.11 - L'infezione da HIV/AIDS a Cuba colpisce in maggioranza il sesso maschile, in particolare il gruppo degli uomini che fanno sesso con uomini (HSH), ha affermato a La Habana María Isela Lantero, del Ministero della Salute Pubblica. L’incidenza della malattia a Cuba è tra le più basse nella regione (0.1 %), con le relazioni sessuali non protette come principale forma di contagio, ha precisato la Lantero nella sessione inaugurale a La Habana dell'Incontro Latinoamericano e Caraibico SIDACULT "Prevenzione dell’HIV/AIDS dalla prospettiva socioculturale". La trasmissione materno infantile è minima e quella che può avvenire attraverso il sangue e gli emoderivati è considerata eliminata come problema di salute, ha aggiunto l'esperta, responsabile del Programma di Prevenzione delle Infezioni a Trasmissione Sessuale (ITS) VIH/SIDA.

Concessa una medaglia alle famiglie che hanno offerto le loro case come aule
27.11 - Il Consiglio di Stato di Cuba, su proposta del Presidente Raúl Castro, ha concesso la Medalla José Tey alle famiglie che hanno offerto le loro case come aule scolastiche dopo i danni degli uragani nel 2008. La distinzione è concessa in riconoscimento al notevole contributo allo sviluppo educativo di Cuba, secondo quanto pubblicato dai quotidiani Granma e Juventud Rebelde. La notizia aggiunge che in 11 province della nazione e nel municipio speciale Isola della Gioventù, le famiglie hanno offerto le loro abitazioni e hanno preparato i locali come aule, permettendo la frequenza a circa 17.000 alunni. L’articolo indica che la consegna della Medaglia sarà effettuata il prossimo giorno 30 novembre nelle località dove risiedono le famiglie insignite, in occasione della commemorazione del 53° anniversario della caduta in combattimento di José Tey. José Tey Saint Blancard era nato il 2 dicembre 1932 nella città orientale di Santiago de Cuba; è morto all’età di 24 anni, il 30 novembre 1956, in un'azione di appoggio allo sbarco dello yacht Granma.

Centro oftalmico uruguayano, 12.000 operazioni in due anni
27.11 - Il centro oftalmico José Martí di Montevideo celebra oggi due anni dall’entrata in funzione, con 12.350 uruguayani operati gratuitamente di cateratta e 200.000 visitate per qualche patologia oculare. L'ospedale, che porta il nome dell'Eroe Nazionale di Cuba, assiste dallo scorso settembre anche i lavoratori di scarse risorse grazie ad accordi della Banca di Prevenzione Sociale con istituzioni e associazioni. Nell'unità assistenziale, dichiarata centro di riferimento nazionale, una brigata di 22 specialisti cubani realizza chirurgia refrattaria (miopia, astigmatismo, ipermetropia) e operazioni di cateratta e pterigio, insieme a colleghi locali.

Terminate le esercitazioni militari a Cuba
30.11 - Cuba ha concluso quattro giorni di manovre con l'intenzione di dissuadere gli Stati Uniti, il suo principale nemico politico e militare, da un'aggressione all'Isola. Durante la Giornata Nazionale della Difesa, dopo tre giornate dell'esercitazione strategica Bastione 2009, un battaglione di carri armati rinforzato dall’artiglieria e da altre unità ha affrontato e annientato un presunto sbarco aerotrasportato. Bastione 2009, la prima manovra di questo tipo negli ultimi cinque anni, ha addestrato i comandi e le truppe di fronte a una situazione di crisi prolungata come preludio a incursioni aeree limitate dell'aviazione nordamericana. Allo stesso modo sono state realizzate evacuazioni di civili e forniture di materiali necessarie alle truppe e alla popolazione, come pure prove di trasporto di feriti e spegnimento di incendi provocati dai bombardamenti. Le esercitazioni Bastione sono iniziate nel 1980 e hanno avuto continuità nel 1983, 1986 e 2004.