maggio 2011

Gli Stati Uniti ostacolano la vendita a Cuba di anestetici pediatrici
3.5 - Gli Stati Uniti ostacolano Cuba in modo continuo per l'acquisto del prodotto inalatorio Sevoflurane, diventato negli ultimi vent’anni un farmaco di eccellenza per l'anestesia generale nei bambini. Il medicinale, dei laboratori Abbott, è riconosciuto anche come protettivo del cuore contro infarti, ischemie e aritmie durante l’anestesia per interventi chirurgici a pazienti con disturbi cardiaci, ha affermato Humberto Saínz Cabrera, presidente della Società Cubana di Anestesiologia e Rianimazione. In dichiarazioni al quotidiano Granma, l'esperto ha evidenziato inoltre che non può essere venduta a Cuba la Dexmetomidina, utilizzata nell'anestesiologia fondamentalmente per le sue proprietà di azione sedativa analgesica e per potenziare agenti anestetici superiori. Alla vigilia del IX Congresso Cubano di Anestesiologia e Rianimazione che avrà luogo dall’11 al 13 di questo mese all’Hotel Nacional, lo scienziato ha indicato che questa irrazionale politica di blocco "bussa a tutte le porte" della nostra società, compresi farmaci, tecniche e apparecchiature per il sistema di salute. Gli Stati Uniti mantengono da cinquant’anni un ferreo assedio economico, commerciale e finanziario contro Cuba. Secondo fonti ufficiali, il danno economico diretto causato al popolo cubano per l'applicazione del blocco ha superato in 50 anni i 751.000 milioni di dollari, al valore attuale di questa moneta.

Washington nasconde prove sull’innocenza di un antiterrorista cubano
3.5 - Washington continua a nascondere le prove che smascherano la sua prevaricazione nel caso dei Cinque antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti, e per far questo si avvale della sua dittatura mediatica, ha denunciato Ricardo Alarcón, Presidente del Parlamento. Durante l'Incontro Internazionale di Solidarietà Sindacale, nel Palazzo delle Convenzioni di La Habana, il dirigente cubano ha esortato i 900 invitati di 42 paesi a raddoppiare la lotta in una battaglia per la vita e contro l'occultamento e l'infamia. Un anno vi ho parlato della situazione dei Cinque, ha detto, e ho spiegato l'appello collaterale, o habeas corpus, che sarebbe stato presentato a favore del combattente Gerardo Hernández, un giovane innocente su cui pesa la sentenza di due ergastoli più 15 anni di carcere. Alarcón ha aggiunto che proprio una settimana fa, la procura, cioè Washington, ha chiesto al tribunale di Miami di respingere questa mozione senza concedere un'udienza per discuterla, senza rivedere le nuove prove e argomenti, né permettere che Gerardo sia presente e possa parlare. Ha ricordato che Gerardo Hernández, insieme a René González, Antonio Guerrero, Ramón Labañino e Fernando González scontano lunghe condanne per aver messo in guardia Cuba sui piani sovversivi organizzati nel sud della Florida.

Denunciati tergiversazioni e occultamenti sulla realtà cubana
4.5 - Giornalisti e amici di Cuba hanno denunciato a La Habana i meccanismi dei grandi mezzi di comunicazione di massa per occultare e tergiversare la realtà su Cuba. In una conferenza, in occasione della Giornata Mondiale della Libertà di Espressione, che si celebra ogni 3 maggio dal 1994, è stato criticato anche il silenzio mediatico sul caso dei cinque antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti. Al popolo nordamericano è stata negata la possibilità di conoscere il caso di Antonio Guerrero, René González, Gerardo Hernández, Fernando González e Ramón Labañino, ha detto Alicia Jrapko, coordinatrice del Comitato Internazionale per la Libertà dei Cinque. Dato che questo è un tema così censurato, ci troviamo in grande difficoltà nel momento di denunciare gli arbitri, ha detto l'attivista, che ha affermato che i mezzi statunitensi mentono e tergiversano la realtà. Gloria La Riva, del Comitato Nazionale per la Liberazione dei Cinque, come sono noti internazionalmente, negli Stati Uniti, ha fatto riferimento ai milioni di dollari destinati dalla Casa Bianca per trasmissioni radiotelevisive contro Cuba.

Un cubano fabbrica un sigaro lungo 81.80 metri
4.5 – Il sigaraio cubano José Castelar Cairo (Cueto) ha terminato la fabbricazione del sigaro più lungo del mondo, di 81.80 metri, per registrarlo ufficialmente nel Guinness dei Record. In una giornata della 31° Fiera Internazionale del Turismo FITCuba 2011, alla quale hanno partecipato rappresentanti di 43 paesi, Cueto – come è conosciuto da tutti – ha terminato il suo lavoro manuale davanti a un nutrito gruppo di tour-operator, dirigenti, diplomatici e giornalisti. Questo sigaro è stato confezionato da Cueto in una settimana in uno dei saloni del recinto fieristico Morro-Cabaña, vicino alla Baia di La Habana. Cueto, che lavora nel negozio di sigari La Triade, allestito dall’azienda Caracol all’interno del Morro-Cabaña, ha già realizzato in precedenza altri record certificati dal Guinness. Questo campione ha confezionato un primo sigaro di 11.04 metri di lunghezza (nell'anno 2001); il secondo di 14.86 metri (2003); il terzo di 20.41 metri (2005), e il più recente di 45.38 metri (2008), tutti certificati dalla casa londinese.

Cresce il numero dei centenari a Cuba
4.5 – Il numero di persone a Cuba registrate oggi con 100 o più anni di età è cresciuto in modo graduale. Questo parametro risponde all'alta priorità del programma di benessere sociale a Cuba, secondo le dichiarazioni del presidente e fondatore del "Club dei 120 anni a Cuba", Eugenio Selmán-Housein Abdo, pubblicate dall'Agenzia di Informazione Nazionale. Nel 2009, ha affermato, vi erano nel paese 1.488 centenari e nel 2010 questa quantità è salita a 1.551 grazie all'interesse del Governo per l'attenzione e la preservazione della sua popolazione e alla giustizia per tutti allo stesso modo. Dati ufficiali affermano che Cuba ha una media di speranza di vita di 78 anni (80 per le donne e 76 per gli uomini), con cui un bambino cubano alla nascita entra nel ridotto 20 % della popolazione mondiale che può aspirare a raggiungere tale età.

Obama considerato il volto rinnovato dell'espansionismo bellico
5.5 - Il Consiglio Mondiale per la Pace (CMP) considera oggi il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, il volto rinnovato dell'espansionismo bellico degli Stati Uniti le cui truppe sono dispiegate in Afghanistan e nell’Iraq. La crescente aggressività di Washington ha come scenario la perdita di influenza nel Medio Oriente e in Africa, con il risultato della promozione insieme ai suoi alleati di un'invasione alla Libia, ha sottolineato la presidentessa del CMP, María Socorro Gómez. Gli Stati Uniti sono responsabili del 43 % delle spese militari del mondo, che sono aumentate con la presunta guerra contro il terrorismo, quando in realtà lo scopo è quello di controllare il mondo, ha affermato la Gómez nel II Seminario di Pace per l'Abolizione delle Basi Militari Straniere che si effettua a Guantánamo, nell’estremo orientale cubano. Ha affermato che Stati Uniti hanno circa 850 basi in 135 paesi, e allo stesso tempo ha ripudiato la presenza di queste installazioni militari a El Salvador, Honduras, Panama, Costa Rica e Colombia. La Gómez ha chiesto anche la chiusura della base navale nordamericana situata nel territorio di Guantánamo.

La base navale di Guantánamo definita un crimine contro la sovranità
5.5 - La base navale, installata oltre un secolo fa dagli Stati Uniti a Guantánamo, è oggi un'infamia e un crimine contro la sovranità del popolo cubano, ha detto María do Socorro, presidentessa del Consiglio Mondiale per la Pace. Secondo una notizia del quotidiano Granma, la Socorro ha detto che Cuba è l’esempio di un popolo che non si è piegato di fronte all'intimidazione, alle provocazioni e alle aggressioni, molte volte provenienti del territorio usurpato nell'orientale provincia di Guantánamo. Durante l'apertura del II Seminario di Pace e per l'Abolizione delle Basi Militari Straniere che ha per sede questa città, José Ramón Rodríguez, presidente del Movimento Cubano per la Pace, ha affermato che le enclavi sono state stabilite sotto la veste della cooperazione. All'incontro partecipano oltre 80 rappresentanti di 36 paesi (in molti dei quali Washington ha enclavi), integranti dell’esecutivo del Consiglio Mondiale per la Pace, della Brigata Internazionale 1° maggio e giovani stranieri che studiano a Guantánamo. Il seminario termina questo giovedì con una visita al paese di Caimanera e con l'atto di dichiarazione finale di condanna alle basi e per la libertà dei cinque cubani detenuti in carceri nordamericane. Fernando González, Ramón Labañino, Antonio Guerrero, Gerardo Hernández e René González scontano severe condanne per avere informato su piani di azioni violente contro Cuba organizzati da gruppi terroristici che hanno le loro basi in territorio nordamericano.

Condannato a Cuba ex-Ministro dell'Industria Alimentare
5.5 - Il Tribunale Provinciale Popolare di La Habana ha condannato Alejandro Francisco Roca, ex-Ministro dell'Industria Alimentare, a 15 anni di privazione della libertà dichiarandolo autore di vari reati, ha pubblicato oggi il quotidiano Granma. Secondo la notizia, Roca è stato accusato di corruzione a carattere continuato e di azioni a danno dell'attività economica o della contrattazione. Nella stessa causa è stato condannato in contumacia, per non essersi presentato al processo, l'imprenditore cileno Joel Max Marambio. Il testo precisa che il tribunale ha condannato Marambio a 20 anni di privazione della libertà, per i reati di corruzione, truffa e falsificazione di documenti bancari o di commercio, tutti a carattere continuato. La decisione giudiziale può essere impugnata dagli accusati mediante ricorso in cassazione al Tribunale Supremo Popolare, presentato nel termine di 10 giorni seguenti alla sua notifica.

Cuba esporta un farmaco derivato dalla tossina dello scorpione
5.5 - Cuba ha realizzato questa settimana la prima esportazione di un farmaco derivato dalla tossina dello scorpione, destinato a terapie oncologiche, ha informato a Cienfuegos José Antonio Fraga, direttore dell'azienda produttrice del preparato. Fraga, che dirige il Laboratorio Biologico Farmaceutico (Labiofam), partecipa in questa città all'apertura di una fattoria integrale dell'ente che produce anche l'antiossidante naturale cubano Vimang, ottenuto a partire dalla corteccia dell'albero del mango. I medicinali di Labiofam sono presenti nei cinque continenti e il gruppo conta già su di un impianto di produzione in Cina e di due in Viet Nam.

Condannata a Cuba l’ipocrisia militarista statunitense
6.5 – A Guantánamo, attivisti per la pace mondiale hanno condannato la grande ipocrisia militarista degli Stati Uniti, responsabile della morte di migliaia di persone e di notevoli danni materiali nella guerre dell'Iraq e dell’Afghanistan. Con i loro cosiddetti interventi umanitari, promuovono aggressioni che colpiscono principalmente la popolazione civile, precisa il progetto della dichiarazione finale del II Seminario della Pace per l'abolizione delle basi militari straniere. I firmatari hanno criticato la doppia morale del Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, che non rispetta l’impegno elettorale di chiudere il centro internazionale di tortura creato nell'illegittima base navale di Guantánamo, nell’estremo oriente cubano. Hanno condannato la presenza delle basi militari straniere disseminate in tutto il mondo, e le ingerenze negli affari interni delle nazioni. In tal senso, la presidentessa del Consiglio Mondiale per la Pace, la brasiliana María Socorro Gómez ha ripudiato durante l'appuntamento la presenza di queste installazioni nordamericane a El Salvador, Honduras, Panama, Costa Rica e Colombia.

Cuba recupera zone danneggiate dalla desertificazione
6.5 - Scienziati cubani promuovono un progetto per il trattamento sostenibile del terreno nella pianura meridionale della provincia di Pinar del Río, che soffre le sequele della desertificazione e della siccità. Le azioni sono portate avanti in momenti in cui il territorio occidentale sente gli effetti della stagione secca più severa dell'ultimo decennio, che mantiene i bacini artificiali a 31 % della loro capacità di riempimento. In tre posti della piana pinareña sono cominciati i lavori per riabilitare i suoli, misure che saranno estese in fasi successive al resto dell'area danneggiata dai processi di degradazione, ha confermato a Prensa Latina la coordinatrice della programma, l’ingegner Carmen Rosa Montano. Promosso dal Fondo Mondiale per l’Ambiente, il progetto intende arrivare a tutti i luoghi dove vi è bisogno, ha affermato l'esperta.

Altre prove sulla prevaricazione nel caso degli antiterroristi cubani
9.5 - Il sito digitale ‘Reporter per contratto’ rivelerà altre prove del pagamento che il Governo degli Stati Uniti ha fatto a giornalisti di Miami per creare un'atmosfera ostile contro i cinque antiterroristi cubani. La pagina web, iniziativa del Comitato Nazionale per la Libertà dei Cinque Cubani (Free the Five), farà conoscere altri documenti addizionali che sono venuti alla luce in cui si argomenta questa operazione di propaganda illegale della Casa Bianca e la manipolazione del sistema di giustizia. Gerardo Hernández e Antonio Guerrero, due dei Cinque, hanno presentato ricorsi di ‘habeas corpus’ sulla base che i loro diritti costituzionali a un giusto processo sono stati minati dai mezzi di diffusione governativi. Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Antonio Guerrero, Fernando González e René González, arrestati a Miami il 12 settembre 1998, scontano severe condanne fino a due ergastoli.

I messicani ringraziano Cuba per l’Operazione Miracolo
9.5 - Il console cubano a Zacatecas, Luis Quitantes, ha ricevuto a nome del suo paese un riconoscimento da parte del Congresso Legislativo di questo stato messicano, dove l'Operazione Miracolo ha reso possibile dal 2007 4.800 operazioni oftalmiche. Alla consegna del diploma, il deputato Blas Ávalos ha evidenziato che nell'ospedale Repubblica di Cuba, nella vicina città di Saltillo, nello stato di Coahuila dove sono stati operati gli zacatecanos, sono state realizzate 56.000 visite oftalmiche dall'apertura di questo centro assistenziale nel 2007. Finora nel 2011 sono già stati assistiti 2.300 pazienti con infermità oftalmiche, ha aggiunto il legislatore. L'Operazione Miracolo è stata ideata dal leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, affinché medici del suo paese condividessero attraverso il mondo la medicina sociale di Cuba.

Il Governo cubano denuncia una campagna diffamatoria
10.5 - Il Governo di Cuba ha denunciato la nuova campagna diffamatoria orchestrata contro la Rivoluzione per la morte del cittadino Wilfredo Soto García, di 46 anni di età, nella città centrale di Santa Clara. Una notizia letta nel Notiziario della Televisione precisa che elementi controrivoluzionari hanno costruito la menzogna che il decesso era dovuto a presunte percosse da parte di agenti dell'ordine interno. Questa menzogna, indica il testo, è stata amplificata dai mezzi imperialisti di informazione, principalmente dell'Europa e degli Stati Uniti, dove perfino alcuni portavoce governativi hanno espresso presunte preoccupazioni per il fatto. Il cittadino cubano era entrato nell’Ospedale Arnaldo Milián, di Santa Clara, presentando intensi dolori addominale provocati da una pancreatite acuta e, successivamente, gli era stato diagnosticato uno scompenso per altre malattie di base. La notizia sottolinea che le prove patologiche praticate al defunto hanno dimostrato una morte di tipo naturale, essendo stata accertata come causa preliminare uno choc multifattoriale, con problemi a molti organi, e che non sono stati osservati segni di violenza interni o esterni. Aggiunge che sul cittadino risultano vari precedenti criminali come alterazione dell'ordine, furti e lesioni gravi per cui era stato in carcere due anni. Negli ultimi tempi, sottolinea il testo, Soto García si era legato a elementi controrivoluzionari che l'hanno utilizzato per le loro attività di provocazione.

Un medico cubano smentisce la versione sulla morte del controrivoluzionario
10.5 - Il medico cubano Rubén Aneiro Medina dell’Ospedale Arnaldo Milián, della centrale città di Santa Clara, ha smentito le false versioni sulla causa della morte del controrivoluzionario Wilfredo Soto García. Aneiro, che ha assistito personalmente Soto, ha indicato che è deceduto a causa di una pancreatite e di un’insufficienza renale, dopo che sono stati realizzati tutti gli sforzi per salvare la sua vita da parte di una squadra di specialisti di varie discipline di questa unità ospedaliera. Soto soffriva, inoltre, di diabete, di ipertensione e di una miocardiopatía dilatata, ha indicato Aneiro, secondo le informazioni diffuse dal sito Cubadebate. Una squadra di specialisti di varie discipline ha assistito Soto García che "è giunto all'ospedale scompensato a causa di una pancreatite acuta che ha scatenato tutto un processo complesso che il paziente non ha superato", ha spiegato il medico. Aneiro Medina è medico della Sala di Terapia Intermedia dell’Ospedale Arnaldo Milián, di Santa Clara, dove risiedeva e dove è morto Soto, sepolto domenica scorsa.

Cuba denuncia all'UNESCO tergiversazioni e manipolazione mediatica
11.5 – A Parigi, Cuba ha denunciato all'UNESCO la tergiversazione mediatica che prevale attualmente nel mondo dominata dalle grandi corporazioni manipolatrici dell'informazione. Esse decidono quello che dobbiamo conoscere, mentre tacciono o tergiversano quello che vogliono occultare o nascondere, ha detto nel suo discorso il rappresentante di Cuba presso il Consiglio Esecutivo dell'UNESCO, Juan Antonio Fernández. L'orgia mediatica di questi giorni, dalle frivolezze delle nozze regali fino all'annichilimento extragiudiziale di chi è stato dichiarato il nemico pubblico numero uno nella cosiddetta lotta contro il terrorismo, lo evidenzia in tutta la sua crudezza, ha aggiunto. Fernández ha dichiarato che Cuba esige la sospensione immediata dell'aggressione armata e la ricerca urgente di una soluzione pacifica, con pieno rispetto alla sovranità e all'integrità territoriale della Libia. La NATO che manipola e viola la risoluzione 1973 che ha imposto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, cerca solo il cambiamento di regime e il controllo delle risorse petrolifere di quel paese, ha aggiunto.

Si recano a Timor Est gli educatori cubani
11.5 – Componenti della Brigata di professori e assessori cubani dell’alfabetizzazione partiranno oggi verso Timor Est per continuare la loro missione istruttiva in questo paese. Secondo una notizia del Ministero dell’Educazione, questi professionisti saranno insigniti a Dili il prossimo 20 maggio con la Medaglia Ordine di Timor Est, durante il nono anniversario dell'indipendenza della nazione asiatica. La dedizione e lo sforzo dei collaboratori cubani in condizioni molto difficili per la geografia montuosa ha reso possibile fino all’aprile scorso l'alfabetizzazione di 109.775 timorensi, precisa il testo. Questo dato, sottolinea la comunicazione, rappresenta il 45 % di coloro che erano analfabeti e sono stati dichiarati liberi dal non saper leggere e scrivere in 4 dei 13 distretti di Timor Est.

Gli incidenti stradali causano milioni di morti nel mondo
12.5 – Oltre tre milioni di persone muoiono ogni anno nel mondo per incidenti stradali e tra 20 a 50 milioni riportano lesioni o restano inabili, ha detto a La Habana la dottoressa Lea Guido, rappresentante dell'OPS/OMS a Cuba. Questo problema è anche la principale causa di morte tra i giovani da 15 a 29 anni, ha evidenziato l'esperta durante un dibattito per la presentazione del Decennio di Azione per la Sicurezza Stradale, istituito dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Da parte sua, Oscar Del Toro, Viceministro del Trasporto e membro della Commissione Nazionale di Sicurezza Stradale, ha fatto riferimento alle azioni che sono portate avanti a Cuba dirette alla prevenzione degli incidenti stradali e alle loro conseguenze. Ha spiegato che a settembre del 2009 il Governo ha approvato la Strategia Nazionale di Sicurezza Stradale il cui principale obiettivo è quello di ridurre il tasso di incidenti stradali, che alla chiusura del 2010 era di 6.6 per ogni 100.000 abitanti, a 5 per ottenere minori danni umani, sociali ed economici.

I familiari del controrivoluzionario morto smentiscono la campagna mediatica anticubana
12.5 – I familiari del controrivoluzionario Wilfredo Soto García hanno smentito la campagna diffamatoria che mezzi statunitensi ed europei hanno sviluppato contro la Rivoluzione cubana per il suo decesso, hanno sottolineato i mezzi di stampa. "Questo che lo hanno percosso è una grande menzogna. Non aveva nessun segno di percosse, tutto è un'invenzione della propaganda controrivoluzionaria", ha detto la sorella del defunto, Rosa Soto García, in dichiarazioni citate dal quotidiano Granma. Siamo molto spiaciuti di questa campagna che si è formata, che ha causato un grande dolore in famiglia, ha detto e allo stesso tempo ha ringraziato per l'assistenza medica ricevuta da Soto García dal 5 al 6 maggio scorsi. Rosa ha ricordato che Wilfredo soffriva di gotta, ipertensione arteriale, emicrania e ingrossamento del cuore, oltre a condurre una vita molto disordinata e non compiva le indicazioni dei medici. Secondo il medico forense che ha fatto l'autopsia, Ricardo Rodríguez Jorge, con oltre 14 anni di esperienza nella specialità, la causa del decesso è stata una pancreatite acuta, con fuochi emorragici a livello di coda e corpo pancreatici.

Per principio non vado via, ha precisato l’avvocato José Pertierra
13.5 – Sono stato minacciato di morte da un seguace del terrorista Luis Posada Carriles durante il processo a questo a El Paso, in Texas, però ha detto "non sono scappato dall’hotel, per principio non vado via", ha puntualizzato l'avvocato José Pertierra. Questo terrorista è un professionista con sangue freddo che non ammazza o tortura perché ti odia, bensì perché sei nel mezzo del suo obiettivo, e quelli che lo attorniano lo fanno in qualsiasi modo, ha affermato a Prensa Latina il rappresentante del Venezuela nel caso di estradizione di Posada Carriles. Nel processo durato tre mesi, le prove erano solide, e abbiamo ascoltato quando Posada Carriles ha detto di essere l'autore intellettuale delle bombe a La Habana e dell'assassinio del turista italiano Fabio Di Celmo nel 1997, ha affermato. I membri della giuria, ha specificato, hanno sentito la voce inconfondibile di questo noto terrorista confessare i suoi crimini, in inglese e in spagnolo, e poi lo hanno sentito mentire all’immigrazione. D'altra parte, ha precisato, la ragione d’essere dei Cinque cubani antiterroristi detenuti in carceri statunitensi è stata sempre Luis Posada Carriles. Pertierra ha concluso dicendo che Washington in modo ingiusto e senza prove ha condannato Gerardo Hernández, Ramón Labañino, René González, Fernando Gozález ed Antonio Guerrero a lunghe condanne.

Sottolineato il lavoro in Bolivia dei professionisti cubani di infermeria
13.5 - Il lavoro in Bolivia dei professionisti cubani di infermeria è stato sottolineato in una cerimonia a La Paz per la Giornata Mondiale di questa professione, che ricorda la britannica Florence Nightingale. Nella serata, Rita Gálvez, capo dell’infermeria della Brigata Medica Cubana nella nazione andina, ha indicato che con abnegazione 138 lavoratori di questo ramo lavorano come parte di un collettivo di 1.300 collaboratori della salute nei nove dipartimenti. Le infermiere e gli infermieri, ha detto, sono stati protagonisti di importanti missioni come la Moto Méndez, uno studio sui disabili terminato nel 2010, e l'Operazione Miracolo, che ha permesso il recupero della vista a quasi 580.000 persone. Il Giorno Internazionale dell'Infermeria è stato istituito in omaggio alla nascita il 12 maggio 1830 dell'inglese Florence Nightingale.

Cuba denuncia la campagna di disinformazione degli Stati Uniti e dell’Europa
16.5 - Cuba ha denunciato oggi le campagne di disinformazione orchestrate dagli Stati Uniti con la complicità dei loro alleati europei e degli interessi che controllano i grandi mezzi di comunicazione, in un editoriale pubblicato oggi dal quotidiano Granma. La più recente campagna – ha denunciato - è la tergiversazione del decesso del controrivoluzionario Wilfredo Soto García. Con ogni sfrontatezza – ha indicato l’editoriale – hanno cercato di trasformare una pancreatite in un assassinio politico; una giusto fermo di polizia di meno di tre ore per alterazione dell'ordine pubblico, senza il minimo uso della forza, in percosse mortali; una persona con precedenti penali, condannata a due anni di carcere, in un dissidente politico, vittima di lunga condanna. I politici bugiardi, i mezzi di stampa che hanno calunniato per interesse politico e i giornalisti che hanno riportato un fatto che non è esistito, senza fare una minima verifica, non dovrebbero avere impunità.

Sottolineata la lotta antidroga sulle coste cubane
16.5 - Le Truppe Guardacoste di Cuba e delle forze di collaborazione dispiegano un'efficace strategia antidroga che ha fatto diminuire ì dati sulle droghe sequestrate e sulla quantità di reati rilevati, ha informato oggi il quotidiano Granma. Nel 2010 sono stati sequestrati 3.023 chilogrammi, quantità leggermente inferiore ai 3.186 chilogrammi del 2009. Di questa quantità, 2.422 chilogrammi di droga provengono da 108 recuperi sulle coste di Cuba. La notizia riferisce che il lavoro realizzato dai guardacoste e dai loro collaboratori nei cayos vicini è molto intenso. A volte - aggiunge - alcuni pacchi restano impigliati nelle mangrovie e occorre una ricerca minuziosa per individuarli.

Fidel e Raúl Castro si congratulano con i medici cubani ad Haiti
16.5 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, e il Presidente Raúl Castro si sono congratulati con la Brigata Medica cubana che lotta contro l'epidemia di colera ad Haiti. Il Vicepresidente cubano Esteban Lazo Hernández, che era a capo della delegazione del suo paese alla entrata in carica del Presidente haitiano, Michel Martelly, ha trasmesso le congratulazioni ai 944 componenti della brigata, secondo una notizia pubblicata oggi dal quotidiano Granma. Lazo si è incontrato con una parte dei collaboratori cubani della salute, nel patio del moderno ospedale comunitario di riferimento di Arcahaie, dove ha messo in evidenza l’importanza della difficile missione medica di Cuba che ha salvato la vita di 73.938 haitiani. E’ da 116 giorni che la Brigata Medica cubana non riporta decessi nelle unità sotto la sua responsabilità.

Cuba festeggia l’anniversario della prima Legge di Riforma Agraria
17.5 - I cubani celebrano oggi la Giornata del Contadino a 52 anni dalla prima Legge di Riforma Agraria, fatto che significò per questo paese un cambiamento totale nella struttura di proprietà della terra. Nella decennio degli anni ’50 la campagna a Cuba evidenziava la concentrazione delle terre coltivabili in poche mani, e la maggior parte di quelli che le lavoravano non ne avevano la proprietà, altri ottenevano bassi salari o non avevano lavoro e vivevano in condizioni miserabili. Una delle prime misure del processo rivoluzionario iniziato nel gennaio 1959 è stata l'approvazione di quella Legge che ha proscritto il latifondo con la nazionalizzazione di tutte le proprietà di oltre 402 ettari e ha consegnato la terra a decine di migliaia di contadini. L'azione ha accentuato l'ostilità degli Stati Uniti verso Cuba, perché compagnie statunitensi possedevano importanti proprietà e interessi in quelli e in altri settori cubani. Anche questo 17 maggio l'Associazione Nazionale dei Piccoli Agricoltori, organizzazione dei contadini, compie mezzo secolo dalla fondazione, in tempi che richiedono maggior produttività ed efficienza.

Informazioni sulla riunione del Consiglio dei Ministri di Cuba
17.5 - L'aumento dei prezzi esteri, in particolare di alimenti e combustibili, sono stati tra i fattori tenuti in conto per aggiornare il Piano dell'Economia del 2011, è stato comunicato nella riunione ampliata del Consiglio dei Ministri cubano. Come ha anticipato il Presidente Raúl Castro alla chiusura del VI Congresso del Partito Comunista, solo per l'incremento dei prezzi aumenta di oltre 800 milioni di dollari il costo addizionale delle importazioni dell'anno per acquistare le stesse quantità pianificate. Nella sessione effettuata questo sabato si è avvisato sugli alti livelli di importazione di quelle merci che possono essere prodotte nel paese, situazione che ci mantiene più dipendenti dalle tendenze del mercato estero, secondo il Notiziario Nazionale della Televisione. Sono stati riconosciuti i risultati della scorsa zafra che, lontano dall’essere ottimi, hanno permesso di compiere il piano e di incrementare l'esportazione di zucchero e dei suoi derivati.

Cuba ribadisce all’ONU la disposizione a lottare contro il terrorismo
17.5 - Cuba ha ribadito all'ONU la sua disposizione a cooperare con qualsiasi paese, compresi gli Stati Uniti, nella prevenzione e nel combattere il terrorismo internazionale, sulla base del mutuo rispetto e dell'uguaglianza sovrana. Allo stesso tempo ha ratificato il suo rifiuto a tutti gli atti, metodi e pratiche terroristiche in tutte le loro forme e manifestazioni da parte di chiunque, contro chiunque e in qualsiasi luogo vengano commesse. Questa posizione è stata riaffermata al Consiglio di Sicurezza dal rappresentante permanente di Cuba presso le Nazioni Unite, Pedro Núñez Mosquera, in una sessione dedicata ai temi della lotta contro il terrorismo. Il diplomatico ha sottolineato il lavoro di Cuba in questa materia e ha ricordato gli atti terroristici sofferti dal popolo cubano, che hanno causato la morte di 3.478 persone e danni e invalidità ad altri 2.099.

Cuba appoggia la richiesta di estradizione del terrorista Posada Carriles
17.5 - Cuba ha ratificato il suo appoggio al Governo del Venezuela nei suoi procedimenti verso gli Stati Uniti per l'estradizione del terrorista internazionale Luis Posada Carriles. Rubén Remigio Ferro, presidente della Tribunale Supremo Popolare di Cuba, ha dichiarato a La Habana che dal punto di vista del diritto internazionale, etico e morale, questo caso ha tutte le caratteristiche per rientrare nelle leggi del Venezuela. Ha criticato la posizione ambivalente del Governo degli Stati Uniti che sbandierando un'aperta lotta contro il terrorismo hanno ucciso recentemente Osama Bin Laden. Posada Carriles - tra altri fatti di sangue - è responsabile dell'esplosione in pieno volo di un aereo di Cubana de Aviación davanti alle coste di Barbados nel 1976, sabotaggio in cui sono periti 73 civili innocenti.

Cuba amplia il dialogo sociale per l’omofobia
17.5 - Mariela Castro Espín, direttrice del Centro Nazionale di Educazione Sessuale (CENESEX), ha affermato a Santiago de Cuba che qui si procede all'ampliamento del dialogo sociale per abbattere i pregiudizi nella lotta all’omofobia. In una conferenza stampa, la specialista ha considerato gratificante lo scambio di opinioni con studenti e professori dell'Università di Oriente, durante il quale sono stati discussi criteri con chiarezza e sincerità, nell’ottica di apportare elementi di analisi in una strategia per sradicare ogni forma di discriminazione.

Aumentano a Cuba gli incidenti stradali
17.5 - Gli incidenti stradali a Cuba e il loro saldo di morti e feriti sono aumentati nel primo trimestre del 2011 a confronto dello stesso periodo del 2010, hanno informato le autorità di polizia. Da 2.444 incidenti in gennaio, febbraio e marzo del 2010 siamo passati ora a 2.721, ha precisato il tenente colonnello Mario Ríos, della Direzione Nazionale di Transito della Polizia Nazionale Rivoluzionaria. Nel bilancio del funzionamento della Commissione Nazionale di Sicurezza Stradale dello scorso anno, l'ufficiale ha precisato inoltre che i morti sono aumentati di 5 (da 174 a 179) e i feriti sono aumentati di 130 (da 1.890 a 2.020).

Denunciata a Cuba una manovra a Washington contro l'ALBA
18.5 - La convocazione di un vertice di estrema destra al Campidoglio di Washington per attaccare Venezuela, Bolivia, Ecuador, Cuba e Nicaragua è stata denunciata oggi a La Habana. L'evento avrà luogo il 26 maggio, sotto il tema: "Legittimità persa? Come il Socialismo del Secolo XXI sovverte la democrazia in America Latina". Ileana Ros-Lehtinen, presidentessa del comitato di relazioni estere della Camera Bassa degli Stati Uniti, è dietro la manovra contro l'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA). L'assemblea conservatrice "denuncerà" – ha precisato il quotidiano Granma - che i paesi progressisti dell'America Latina "hanno unito le forze per affondare l'impero della legge e violano sistematicamente i diritti dei loro cittadini". Ha rimarcato che la riunione è promossa da Américas Forum, gruppo che diffonde propaganda sporca e disinformazione contro i paesi che non si sottomettono agli orientamenti del Dipartimento di Stato nordamericano.

A Ginevra Cuba difende la salute come diritto umano fondamentale
18.5 - Cuba ha difeso oggi la preservazione della salute come diritto umano fondamentale, e allo stesso tempo ha espresso preoccupazione per la crisi finanziaria, alimentare, energetica e ambientale che colpisce il mondo. Durante il suo intervento alla 64° Assemblea dell'Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) a Ginevra, il Viceministro cubano José Angel Portal, ha detto che l'attuale panorama internazionale colpisce molti paesi. Il Viceministro cubano della Salute Pubblica ha colto l'occasione per sottolineare i risultati del suo paese nel settore, tra questi il tasso di mortalità infantile di 4.5 per mille nati vivi alla chiusura del 2010. Portal ha fatto notare che l'avanzamento avuto nella salute pubblica a Cuba è espressione del progresso socio-economico raggiunto e dell'alta priorità che lo Stato ha offerto al settore e al benessere della popolazione. Questa volontà politica è stata ratificata dal VI Congresso del Partito Comunista di Cuba, da poco concluso, superando gli ostacoli imposti dal blocco che il Governo degli Stati Uniti ha mantenuto per mezzo secolo, ha aggiunto. Ha denunciato che tra maggio 2009 e aprile 2010, i danni finanziari diretti di tale politica alla salute pubblica cubana sono stati di 15.2 milioni di dollari.

Tabagismo, principale causa di morte prevenibile
18.5 - Il tabagismo rappresenta la principale causa di morte prematura prevenibile, e il 12 % della mortalità annuale, ha affermato Elba Lorenzo, direttrice del programma di prevenzione e controllo del tabacco a Cuba. Noto come un'abitudine, mentre è più un'assuefazione, il consumo di sigarette e di sigari riguarda il 90 % dei morti per cancro al polmone, e il 33 % di altri tumori maligni, come pure cardiopatie ischemiche, bronchite ed enfisema. Ma il rischio non concerne solo i fumatori, il fumo ambientale fa ammalare e uccide anche coloro che non fumano, con il risultato che uno ogni cinque decessi è attribuito al tabagismo passivo, ha evidenziato l'esperta in una conferenza stampa, in vista della celebrazione della Giornata Mondiale senza Tabacco, il prossimo 31 maggio.

Cuba ricorda José Martí a 116 anni dalla morte
19.5 – Nel 116° anniversario della caduta in combattimento di José Martí, i cubani lo ricordano e a Santiago de Cuba, nel Mausoleo dove riposano i suoi resti, il tributo ha una speciale solennità. Offerte floreali delle massime autorità del paese intestano l'omaggio, in cui cadetti delle scuole militari, studenti e lavoratori, insieme a dirigenti politici e statali riconoscono l'impronta martiana nella realtà nazionale. Benché la commemorazione principale di oggi abbia luogo nel Mausoleo di Dos Ríos, nell'attuale provincia di Granma, dove l'illustre patriota è stato colpito dai soldati spagnoli, nella sua tomba il ricordo riscuote una dimensione particolarmente emotiva. Nel cimitero di Santa Ifigenia e come aveva chiesto in uno dei suoi più noti versi, sull'urna che contiene i suoi resti mortali vi è un mazzo di rose bianche, scortato da una bandiera cubana.

Il MNOAL approva la proposta cubana sul disarmo nucleare
23.5 - La XVI Conferenza Ministeriale del Movimento dei Paesi Non Allineati (MNOAL), a livello di alti funzionari, ha approvato oggi a Bali, in Indonesia, una proposta presentata da Cuba sul disarmo nucleare, che sollecita il forum a intraprendere azioni per la totale eliminazione delle armi di questo genere. Fonti diplomatiche hanno informato Prensa Latina che l'iniziativa ha contato sul consenso necessario, perfino sulle congratulazioni dei partecipanti. Il progetto di dichiarazione riflette nell’essenziale alcune delle idee espresse dal leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, sul pericolo che le armi nucleari rappresentano per l'umanità. La proposta cubana è stata esaminata nella commissione dei Temi Politici del segmento di alti funzionari, che dal primo mattino di questo lunedì, e a porte chiuse, ha iniziato il dibattito dei temi che erano rimasti pendenti nei negoziati dell'Ufficio di Coordinamento a New York, realizzati tra il 7 febbraio e il 16 marzo scorsi. La commissione, che si è riunita nella sala Grand Ballroom, dell’hotel Grand Hyatt, ha preso in esame anche la proposta di un paragrafo su Cuba, che condanna il blocco economico commerciale e finanziario degli Stati Uniti contro l'Isola chiedendone la sua eliminazione.

Cuba: i lavoratori per proprio conto oltrepassano i 300.000
23.5 - Fino allo scorso 30 aprile, 309.728 persone a Cuba esercitavano il lavoro per proprio conto, e di queste, 221.839 costituivano nuove autorizzazioni concesse da ottobre dello scorso anno. Di queste ultime, 49.349 erano relative ad attività di elaborazione e vendita di alimenti, cioè il 22 %, secondo dati del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale pubblicati dal quotidiano Granma. Un'altra delle più richieste è quella di lavoratore sotto contratto con 38.704, che in futuro continuerà ad aumentare a partire dalle disposizioni adottate di estendere e di flessibilizzare la contrattazione a tutte le attività di lavoro per conto proprio. La Habana continua a essere la provincia con il maggior numero di nuove autorizzazioni concesse (66.905), seguita da Matanzas (17.943), Villa Clara (15.313), Camagüey (15.926) e Santiago de Cuba (14.354).

Santiago de Cuba registra un terremoto
23.5 - La Rete di Stazioni del Servizio Sismologico Nazionale cubano ha registrato nell'orientale provincia di Santiago de Cuba un terremoto di 3.2 gradi nella scala Richter. Secondo una notizia del notiziario della televisione, il sisma non ha causato danni di nessuna indole. Il movimento tellurico è avvenuto questa domenica alle coordinate di 20.04 gradi di latitudine nord e di 75.52 gradi di longitudine ovest a 11.9 chilometri a est-nordovest della Gran Piedra e a una profondità di 25 chilometri.

Il Venezuela insiste sull’estradizione del terrorista Posada Carriles
24.5 - La presidentessa del Tribunale Supremo di Giustizia venezuelano, Luisa Estella Morales, ha insistito sulla richiesta agli Stati Uniti di estradizione del terrorista latitante Luis Posada Carriles, sul rispetto degli accordi internazionali firmati dai due paesi. La Morales ha ribadito la richiesta effettuata nel 2005 – finora senza una risposta effettiva da parte di Washington - in una conferenza stampa, in cui ha citato l'accordo bilaterale di estradizione sottoscritto nel 1922, l'Accordo per la Repressione dei Crimini contro l'Aviazione Civile, di Montreal (1973) e un altro sugli atti terroristici commessi con bombe. Posada Carriles era fuggito nel 1985 da un carcere di massima sicurezza a San Juan de los Morros, stato di Guárico, mentre era in attesa della sentenza per la sua responsabilità intellettuale nell'esplosione, nell’ottobre 1976, di un aeroplano cubano con 73 persone a bordo.

Confermata a Cuba la condanna contro il terrorista Chávez Abarca
24.5 - La Sala dei Delitti contro la Sicurezza dello Stato del Tribunale Supremo Popolare di Cuba ha confermato la condanna a 30 anni di prigione contro il salvadoregno Francisco Antonio Chávez Abarca per il delitto di terrorismo. I giudici hanno considerato che durante l'iter del processo sono state rispettate le garanzie e le formalità dell'accusato nell'esercizio del diritto alla difesa e dichiarato fuori luogo il ricorso in cassazione stabilito contro la sentenza. La decisione del Tribunale Provinciale di Ciudad de La Habana di è basato su un solido e sufficiente materiale probatorio che conferma la responsabilità penale di Chávez Abarca nei fatti incriminati, secondo una nota pubblicata dal sito digitale Cubadebate. Abarca era un capoccia di un braccio armato strutturato nell’America Centrale dal terrorista Luis Posada Carriles e dalla Fondazione Nazionale Cubano-Americana con il proposito di causare morte, dolore e distruzione a Cuba per creare un clima di insicurezza, panico e terrore che colpisse la popolazione e l'industria turistica.

Nuove critiche agli Stati Uniti nell’OMC per il caso contro Cuba
24.5 - Gli Stati Uniti sono tornati a restare isolati nell’ennesimo rifiuto di rispettare gli accordi dell'Organizzazione Mondiale di Commercio (OMC), in riferimento all'usurpazione dei marchi di una bevanda di Cuba. Durante la sessione dell'Organismo di Soluzione dei Contrasti (OSD) dell'OMC a Ginevra, i rappresentanti di Washington hanno presentato la loro relazione nella quale confermano l'inadempimento delle raccomandazioni, molto criticata da numerosi paesi. Si tratta di una violazione della proprietà intellettuale in un confronto che riguarda il rum cubano Havana Club e l'azienda francese Pernod Ricard, per l'uso del nome del marchio da parte del loro concorrente Bacardí nel territorio statunitense. La Consigliera della Missione di Cuba a Ginevra, Nancy Madrigal, ha detto che non è possibile aggirare una decisione di questa indole e ha segnalato che l'atteggiamento di Washington è contrario all'etica e alla legalità in relazione alla proprietà intellettuale.

Cuba ribadisce all'ONU la solidarietà con l'Africa
25.5 - Cuba ha ribadito oggi alle Nazioni Unite la sua amicizia, solidarietà, disinteresse, gratitudine e sostegno pieno e totale ai paesi africani, in una lettera diretta al Segretario Generale dell'ONU, Ban Ki-moon. La missiva deve essere distribuita come documento ufficiale dell'organizzazione mondiale ed è stata inviata in occasione della celebrazione questo mercoledì della Giornata dell'Africa. Il messaggio, firmato dall'addetto commerciale della Missione Permanente di Cuba presso l'ONU, Rodolfo Benítez, chiede di cambiare l'attuale ordine internazionale ingiusto e non sostenibile, in cui le multinazionali lottano per il controllo delle risorse minerali del continente africano. Al riguardo ha citato il sostegno di Cuba ad Algeria, Guinea Bissau, Capo Verde, Etiopia e Angola e alla sua "decisiva collaborazione per il raggiungimento dell'indipendenza della Namibia e dell'eliminazione del regime dell'apartheid in Sudafrica".

L’aggressione alla Libia è un crimine internazionale, denuncia Cuba al MNOAL
26.5 - Cuba ha definito oggi a Bali, in Indonesia, un crimine internazionale e un atto di aggressione manifesta gli abusi commessi dagli Stati Uniti e dalla NATO contro la Libia, nell'applicazione della risoluzione 1973 del Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Nel suo discorso alla XVI Conferenza Ministeriale del Movimento dei Paesi Non Allineati (MNOAL), che ha luogo a Bali, il Viceministro cubano delle Relazioni Estere Abelardo Moreno ha affermato che quello che oggi succede in Libia riguarda tutti. "Ma che cosa succede oggi in Libia? Non potrebbe accadere la stessa cosa in altri nazioni che fanno parte del nostro Movimento? Per caso non è evidente la capacità sempre di più effettiva degli Stati Uniti e della NATO per imporre azioni nelle Nazioni Unite a tutti i livelli, contrarie alle ragioni che hanno dato origine a questa organizzazione?", ha chiesto il diplomatico. Secondo il Viceministro, il concetto strategico della NATO, aggiornato il 19 novembre 2010 nel vertice di Lisbona, non solo ridefinisce unilateralmente quello che considera "rischi" per i paesi del blocco, ma anche postula che l'accesso all'energia costituisce un obiettivo strategico da ottenere.

Cuba: gli esperti dibattono su come oltrepassare i 100 anni
26.5 - Come arrivare a 100 anni o più con una buona qualità di vita è al centro dei dibattiti del IX Seminario Internazionale Longevità Soddisfacente, Visione Integrale, che ha iniziato oggi a La Habana la sua seconda giornata di lavoro. Ieri, gli esperti hanno affrontato una serie di credenze errate che sono associate al processo di invecchiamento, come quello che tutti i vecchi finiscono con diventare arteriosclerotici. Questo è falso, ha affermato il dottor Miguel Valdés Mier, psichiatra e capo del Gruppo Nazionale di Geriatria e Gerontologia del Ministero della Salute Pubblica di Cuba. La maggior parte delle persone che superano i 60 anni si mantengono lucide, con raziocinio, fatto che unito all'esperienza accumulata durante la vita costituisce un vero tesoro, qualcosa di cui la società deve sapere sfruttare, ha detto. Cuba conta attualmente 1.551 persone che superano i 100 anni di età, su una popolazione di 11.2 milioni di abitanti, ha detto da parte sua il dottor Eugenio Selman, presidente del Comitato Organizzatore del forum che annualmente si realizza all’Hotel Nacional.

A Bali, il MNOAL esige la fine del blocco statunitense a Cuba
27.5 - Il Movimento dei Paesi Non Allineati (MNOAL) ha ribadito oggi a Bali il suo appello al Governo degli Stati Uniti a porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario contro Cuba, che esiste da mezzo secolo. Nella Dichiarazione Finale della Conferenza Ministeriale che da lunedì si è tenuta a Bali, il movimento ha definito unilaterale la misura di Washington e contraria alla Carta delle Nazioni Unite, al Diritto Internazionale e al principio di buon vicinato, e l’ha considerata causa di grandi perdite materiali e danni economici al popolo cubano. Il MNOAL ha invitato i governanti nordamericani allo stretto rispetto delle 19 risoluzioni dell'Assemblea Generale dell'ONU che anno dopo anno hanno evidenziato il rifiuto mondiale a questa politica ostile.

Cuba riafferma all’ONU la sua posizione contro il terrorismo
27.5 - Un testo dal titolo "La posizione di Cuba contro il terrorismo", che condanna questo fenomeno in tutte le sue forme e manifestazioni, ha iniziato a circolare come documento ufficiale delle Nazioni Unite. Il testo, distribuito come documento dell'Assemblea Generale e del Consiglio di Sicurezza, indica che lo Stato cubano è parte dei 13 accordi internazionali esistenti in materia e che rispetta le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza. Al riguardo, cita l'esplosione di un aereo cubano di passeggeri nel 1976 con un saldo di 73 morti e segnala che Orlando Bosch, uno degli autori di questo attacco, è deceduto tranquillamente a Miami, dove ha vissuto in totale libertà e impunità con il perdono concesso dall'ex-Presidente George W. Bush. E denuncia che Luís Posada Carriles, l'altro responsabile di questo crimine, riceve un trattamento simile e non è mai stato accusato né processato negli Stati Uniti per questo fatto né come autore intellettuale degli attentati con bombe perpetrati nel 1997 contro hotel cubani e che hanno causato la morte dell'italiano, Fabio Di Celmo.

Prepararsi di fronte al prossimo inizio della stagione ciclonica
30.5 – Di fronte al prossimo inizio della stagione ciclonica a Cuba, la cosa più importante è quella di essere ben preparati, ha avvertito oggi il dottor José Rubiera, direttore del Centro di Previsioni dell'Istituto di Meteorologia di Cuba. Non importa il numero di cicloni tropicali che si forma in un periodo, la cosa più importante è sapere dove passano e i danni che si possono avere in quei luoghi, ha detto l'esperto. Ha fatto l’esempio del 2010, quando vi è stata una grande attività nella regione, con 19 fenomeni, tuttavia nessuno ha interessato Cuba. Ha ribadito la necessità di essere preparati di fronte alla stagione 2011, che inizia il 1° giugno e dura fino al 30 novembre, che sarà meno attiva della precedente, ma con qualcosa di più del normale.

Cuba ribadisce a Ginevra la necessità di soluzioni pacifiche
31.5 - Cuba ha ribadito la necessità di soluzioni pacifiche e il rispetto alla libera determinazione dei popoli in relazione alla situazione in alcuni paesi del nord dell'Africa e del Medio Oriente. Intervenendo alla 17° sessione del Consiglio dei Diritti Umani (CDH) delle Nazioni Unite, l'Ambasciatore cubano a Ginevra, Rodolfo Reyes, ha rimarcato che i problemi in quei territori devono essere risolti senza ingerenze o interventi stranieri. "Cuba condanna gli abusi commessi dagli Stati Uniti e dalla NATO in Libia, al riparo di una falsa interpretazione delle risoluzioni adottate dal Consiglio di Sicurezza", ha precisato Reyes.

Tabagismo, causa principale di morte prevenible
31.5 - Il tabagismo rappresenta oggi la principale causa di morte prematura prevenible e il 12 % della mortalità annuale, ha affermato Elba Lorenzo, capa del programma di prevenzione e controllo del tabacco a Cuba. Noto come un'abitudine, mentre è più un'assuefazione, il consumo di sigarette e di sigari è in relazione al 90 % dei morti per cancro al polmone, e al 33 % di altri tumori maligni, come pure cardiopatie ischemiche, bronchiti ed enfisema. In vista di questo 31 di maggio, Giornata Mondiale senza Tabacco, nel paese saranno sviluppate attività educative e di partecipazione, spazi di riflessione, concorsi, dichiarazione di spazi liberi dal fumo e giornate scientifiche, ha spiegato la Lorenzo.

Registrato un sisma percettibile in province cubane
31.5 – La Rete di Stazioni del Servizio Sismologico Nazionale cubano hanno registrato questo lunedì un sisma percettibile nelle orientali province di Santiago de Cuba e di Guantánamo. Il movimento tellurico è stato localizzato alle coordinate di 19.74 latitudine nord e di 75.37 longitudine ovest, a 20 chilometri a sud-sudest della spiaggia Baconao, a una profondità di 19.3 chilometri e di una magnitudine di 4.0 nella scala Richter, ha informato oggi il quotidiano Granma. Sono state riportate notizie di percepibilità nella provincia di Santiago de Cuba, nel capoluogo provinciale e nei paesi di Baconao e San Luis; e nella provincia di Guantánamo, nella capoluogo provinciale, a Caimanera e nell municipio Niceto Pérez. Questo è il sesto terremoto percettibile dell'anno 2011.