maggio 2010

Difficile aver fiducia di Obama senza la liberazione degli antiterroristi, dice Alarcón
3.5 - Il leader del Parlamento di Cuba, Ricardo Alarcón, ha detto che è difficile aver fiducia del Presidente nordamericano, Barack Obama, senza che liberi i cinque antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti da oltre dieci anni. Immaginate che ci convinca di rappresentare un cambiamento credibile se non libera gli innocenti e continua a impedire che siano processati per i loro crimini i terroristi?, si è chiesto Alarcón durante un incontro di solidarietà con Cuba. "Con il dovuto rispetto che ancora merita, questa domanda deve perseguire Obama dappertutto come una maledizione gitana", ha detto il Presidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular davanti a oltre un migliaio di partecipanti a un forum a La Habana. René e Gerardo insieme ad Antonio Guerrero, Ramón Labañino e Fernando González sono stati arrestati nel settembre 1998 a Miami mentre controllavano le organizzazioni terroristiche anticubane in questa città statunitense. Con una firma del Presidente (Obama), con un ordine della segretaria di Stato (Hillary Clinton) avrebbe fine questa situazione, ha commentato Alarcón definendo la misura un’atroce espressione di tortura medievale.

Definiti eccellenti i risultati delle elezioni municipali a Cuba
3.5 – Oltre 1.600.000 cubani hanno votato al secondo turno delle elezioni dei delegati alle Assemblee Municipali del Poder Popular (governi locali), risultato definito eccellente dalle autorità del paese. Rubén Pérez, vicepresidente della Commissione Elettorale Nazionale (CEN), ha comunicato che, come una settimana fa, tutto si è svolto come previsto e in cinque province del paese si è registrata un’affluenza di elettori superiore al 91 %. Secondo una notizia del quotidiano Granma, il dato finale sarà reso noto questo lunedì, al fine di pubblicare i nomi dei 2.121 delegati eletti al ballottaggio dopo le elezioni del 25 aprile scorso.

Convocato un terzo turno alle elezioni municipali di Cuba
4.5 - La Commissione Elettorale Nazionale (CEN) di Cuba ha convocato per domani un terzo turno elettorale dei delegati alle Assemblee Municipali del Poder Popular (governi locali) in tre circoscrizioni del paese. Concluso lo spoglio del secondo turno elettorale di domenica scorsa, sono risultati eletti 2.118 delegati e mancano solo tre circoscrizioni poiché è avvenuto un pareggio tra i candidati, secondo una notizia del quotidiano Granma. Rubén Pérez, vicepresidente della CEN ha indicato che alla conclusione del secondo turno è stato riscontrato il voto di 1.662.478 elettori, l’89.67 % di quelli registrati alla chiusura dei 5.900 collegi.

Più di ottomila pazienti paraguayani curati dalla Missione Miracolo
4.5 - Un totale di 8.743 pazienti paraguayani sono stati operati di diverse patologie alla vista negli ultimi due anni e nei primi tre mesi del 2010, come parte della Missione Miracolo. Il dottor Rafael Armando Rodríguez, direttore del Centro Oftalmico María Auxiliadora, a Itapúa, a 370 chilometri a sud-est di Asunción, ha dichiarato a Prensa Latina che il maggior numero di interventi sono stati di pterigio (5.156), cateratta (2.082) e altre malattie (1.505). Questo progetto umanitario, sorto nel luglio 2004 per iniziativa del leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, e del Presidente del Venezuela, Hugo Chávez, è giunto in Paraguay nel novembre 2007 e da allora ammontano a 12.145 i paraguayani curati in modo gratuito.

La base militare statunitense a Guantánamo definita un’infamia
5.5 - La base navale statunitense di Guantánamo, installata illegalmente in quel territorio dell'oriente cubano, è un'infamia contro il popolo cubano e deve essere chiusa, ha affermato María Soccorro Gomes, presidentessa del Consiglio Mondiale per la Pace. Intervenendo a La Habana al Seminario di Pace per l'Abolizione delle Basi Militari Straniere, la brasiliana ha sostenuto che la storia delle enclavi è legata al dominio geopolitico imperiale e delle ricchezze nazionali. La base navale di Guantánamo, trasformata in carcere e in centro di tortura da otto anni, riafferma il carattere ipocrita e la politica dei due pesi del Governo degli Stati Uniti che non ha morale per parlare di democrazia e di diritti umani, ha spiegato.

Cresce l’industria turistica cubana
5.5 - L'industria turistica cubana è oggi consolidata e cresce nonostante la crisi economica e finanziaria mondiale, ha affermato il Ministro del Turismo cubano, Manuel Marrero. Il Ministro ha presentato una relazione dal titolo "Tendenze e prospettive di sviluppo del turismo verso Cuba", come parte della celebrazione a La Habana della XXX Fiera Internazionale del Turismo FITCUBA 2010 (3-8 maggio), alla quale partecipano circa duemila persone di 30 paesi. Ha detto che nonostante a Cuba non sia possibile l’accesso di un 50 % del mercato turistico dei Caraibi (in allusione agli Stati Uniti), negli ultimi 20 anni si è registrato uno sviluppo di questa industria che si situa tra i più importanti e dinamici mercati delle Americhe e degli stessi Caraibi. Vent’anni fa arrivavano a Cuba 340.000 turisti stranieri e da sei anni, consecutivi, superano i due milioni e negli ultimi vent’anni sono 29 milioni i turisti provenienti da oltre 70 paesi.

Cuba per la totale eliminazione delle armi nucleari nel 2025
6.5 – Alle Nazioni Unite, Cuba si è detta a favore di un Piano di Azione con un calendario effettivo per la riduzione graduale delle armi nucleari fino alla loro totale eliminazione al più tardi nell'anno 2025. La proposta è stata fatta dal rappresentante permanente di Cuba presso l'ONU, Pedro Núñez Mosquera, intervenendo alla Conferenza di Esame del Trattato di Non Proliferazione delle Armi Nucleari (TNP). Il diplomatico ha affermato che per il suo paese il disarmo nucleare è un tema con la più alta priorità e si è detto dispiaciuto del lento avanzamento verso questo obiettivo e della mancanza di passi in avanti tra gli Stati che possiedono queste armi per l'eliminazione totale dei loro arsenali. Sulla nuova versione dell'Esame della Posizione Nucleare annunciata dagli Stati Uniti, Núñez Mosquera ha detto che rappresenta solo un cambiamento di facciata e una messa a fuoco insufficiente.

Cuba richiama a preservare l'ONU e la sua Lettera
7.5 – All’ONU Cuba ha proclamato che la preservazione e il rafforzamento delle Nazioni Unite e il rispetto della loro Carta è il migliore tributo alle vittime della Seconda Guerra Mondiale. L'affermazione è stata fatta dal rappresentante permanente di Cuba, Pedro Núñez Mosquera, intervenendo in una solenne sessione speciale dell'Assemblea Generale per il 65° anniversario della fine di questo conflitto e in onore ai caduti. Ha sottolineato che molti paesi hanno pagato un alto prezzo per sconfiggere il fascismo e ha citato il caso della vecchia Unione Sovietica (URSS) che ha perso 25 milioni dei suoi figli.

Cuba ribadisce l’ammirazione e il rispetto per vincitori del fascismo
10.5 - Il Ministro dell'Industria di Base di Cuba, Yadira García, ha ribadito il rispetto e l'ammirazione del suo paese verso i paesi che hanno messo fine al fascismo 65 anni fa. Intervenendo nell'atto politico e alla cerimonia militare effettuati a La Habana per detto avvenimento, la dirigente ha messo in rilievo che l'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS) ha resistito e ha vinto la macchina da guerra di Adolf Hitler. Ha criticato il fatto che ogni volta sono più frequente nel mondo le campagne mediatiche che travisano i fatti storici e cercano di minimizzare il ruolo sovietico nella sconfitta del fascismo e nella conclusione della Seconda Guerra Mondiale.

La collaborazione medica cubana in Guatemala sottoscrive il codice d’onore
10.5 - Il codice d’onore è stato sottoscritto a Ciudad de Guatemala dalla direzione ampiamente rinnovata della brigata medica cubana che da 11 anni offre la sua collaborazione in Guatemala. Una nuova fase di lavoro, con maggior brio e convinzione, inizia con questo gruppo, i cui quadri sono cambiati per il 60 %, secondo il coordinatore dei cooperanti in questo paese, Henry Carreño. Carreño ha confermato a Prensa Latina la presenza di 360 lavoratori del settore della salute in 18 dei 22 dipartimenti guatemaltechi, 38 di loro firmatari di detto codice in una cerimonia di riaffermazione etica in questa capitale.

Rieletta quasi la metà dei delegati nelle assemblee municipali cubane
11.5 - Quasi la metà dei 15.093 delegati alle Assemblee Municipali del Poder Popular (governi locali) eletti recentemente è stata rieletta dopo le elezioni definite un successo dalle autorità cubane. Bisogna dire che il processo è stato un successo sia nella partecipazione sia nella qualità degli eletti, ha detto in una conferenza stampa Ana María Mari, presidentessa della Commissione Elettorale Nazionale (CEN). Tra i dati conclusivi, con una partecipazione di oltre il 95 % dei quasi 8.5 milioni di elettori, il 53.8 % degli eletti proviene dalla produzione, dall’insegnamento e dai servizi.

Denuncia Cuba la doppia morale degli Stati Uniti sul terrorismo
12.5 - Cuba ha ribadito alle Nazioni Unite che la pubblicazione unilaterale da parte degli Stati Uniti di liste che accusano altri paesi di presunto sostegno al terrorismo è incompatibile con il Diritto Internazionale e le risoluzioni delle Nazioni Unite. In tal senso, ha chiesto a Washington di escludere Cuba da questa relazione, che ha definito illegittima in quanto costituisce una qualifica ingiusta, arbitraria e politicamente animata. La posizione di Cuba è stata esposta dal suo rappresentante permanente presso l'ONU, Pedro Núñez Mosquera, intervenendo in una sessione del Consiglio di Sicurezza. Mantenendo Cuba in questo elenco, il nuovo Governo degli Stati Uniti nega la razionalità politica che proclama pubblicamente e segue gli erronei passi dei suoi predecessori, ha sostenuto l'Ambasciatore.

Il Venezuela ribadisce la richiesta contro il terrorista Posada Carriles
12.5 - Il Venezuela ha ribadito al Consiglio di Sicurezza la sua richiesta affinché il criminale Luis Posada Carriles sia processato come terrorista negli Stati Uniti o estradato in Venezuela. La richiesta è stata ribadita a questo organismo dal rappresentante permanente del Venezuela alle Nazioni Unite, Jorge Valero, che ha ricordato che la Risoluzione 1373 (2001) impedisce agli Stati di offrire rifugio a coloro che commettono atti di terrorismo. Allo stesso modo, ha esposto le basi della richiesta di estradizione presentata dal Venezuela nel maggio 2005 per processare il terrorista per 73 imputazioni di assassinio di primo grado, in relazione con il sabotaggio dell'aereo cubano.

Haiti: il nuovo ospedale fa sognare gli abitanti di Bassin Bleu
13.5 - Gli abitanti del paese haitiano di Bassin Bleu contano da oggi su un moderno ospedale la cui tecnologia di avanguardia permetterà ai medici cubani di trasformare la zona di povertà in un luogo diverso. Il centro ospedaliero sorge a un lato della strada che conduce da Gonaives a Port de Paix, nel dipartimento del Nord-ovest, e presterà servizi ai 55.000 abitanti di Bassin Bleu (Valle Azzurra) e a molte frazioni dei paraggi. La costruzione e l’attrezzamento dell'opera è stata fatta da Cuba e dal Venezuela come parte di un progetto di collaborazione con Haiti che comprenderà l'approntamento di 30 ospedali di questo tipo e la stessa quantità di sale di riabilitazione.

Deputato cubano: l’ALBA e il socialismo sono le soluzioni per la crisi
14.5 - Il rappresentante cubano nel Parlamento Latinoamericano Osvaldo Martínez ha detto a Caracas che l'attuale crisi economica mondiale si può risolvere attraverso le vie dell'integrazione e del socialismo. Intervistato al riguardo dal canale Venezolana de Televisión, Martínez ha affermato che l'America Latina ha nell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America la via per una maggiore relazione regionale e la fine della dipendenza dagli Stati Uniti. Secondo il parlamentare, è necessario finire con i fattori determinanti della crisi, in primo luogo, con il sistema capitalista, perché il socialismo è l'alternativa di fonte ai mali che indeboliscono il mondo.

L'Europa non ha morale per mettere in discussione Cuba, afferma il Ministro degli Esteri
17.5 - Il Ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Bruno Rodríguez, ha affermato oggi a Madrid che l'Unione Europea (UE) non ha autorità morale per parlare della situazione dei diritti umani a Cuba. Intervistato dal canale televisivo Telecinco, Rodríguez ha sottolineato che Cuba, come paese sovrano, non riconosce al blocco comunitario alcuna autorità morale per trattare questo tipo di argomento. Rodríguez, che capeggia la delegazione cubana al VI Vertice Euro-Latinoamericano, ha espresso il suo ottimismo sul fatto che questo forum si pronunci domani per la piena validità dei principi del Diritto Internazionale, compresa la non ingerenza negli affari interni e l'uguaglianza sovrana degli Stati.

Sottolineato il lavoro della brigata medica cubana a Tuvalu
17.5 - L'ambasciatore di Cuba a Tuvalu, José L. Robaina, ha definito straordinario il lavoro che realizza una brigata medica cubana in questo piccolo paese dell'Oceania. In una visita realizzata all'ospedale Principessa Margarita, il diplomatico ha potuto comprovare che in solo 18 mesi di lavoro, i quattro medici cubani hanno contribuito a ridurre la mortalità infantile da 28 per ogni mille nati vivi a 6.3, mentre le morti materne si mantengono a zero. Il piccolo gruppo, formato da un clinico, una pediatra, un chirurgo e un ostetrico, ha offerto anche copertura assistenziale a tutta la popolazione di Tuvalu, dislocata nei nove atolli abitati di questo paese della Polinesia.

Messo in risalto l’apporto cubano agli agricoltori del mondo
18.5 - Il presidente dell'Unione Nazionale dei Contadini dell'Angola, Paulo Uime, ha messo in risalto la ricca esperienza che Cuba apporta agli agricoltori angolani e di altre nazioni del mondo. Congratulandosi nella centro-meridionale provincia di Cienfuegos con i contadini cubani che hanno celebrato questo lunedì la loro giornata, Uime ha detto che gli angolani ricevono la saggezza dell'isola caraibica anche in altri settori. Ha ricordato che l'Associazione Nazionale dei Piccoli Agricoltori di Cuba compirà nel 2011 mezzo secolo di lavoro ininterrotto, nonostante i danni del blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti.

Fidel Castro: la trascendenza storica della morte di Martí
19.5 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha affermato che Cuba ha avuto il privilegio di essere la culla di uno dei più straordinari pensatori che sono nati in questo continente: José Martí. In un articolo dal titolo "La trascendenza storica della morte di Martí", pubblicato dal sito digitale Cubadebate, Fidel Castro ha ricordato che oggi, 19 maggio, è il 115° anniversario della gloriosa morte di Martí. Non è possibile valutare la grandezza di José Martí senza tenere conto che coloro con i quali scrisse il dramma della sua vita sono state pure figure tanto straordinarie come Antonio Maceo e Massimo Gómez, ha aggiunto.

Cuba esercita le difese di fronte a eventuali terremoti e maremoti
19.5 - Cuba realizzerà questo fine settimana e nel prossimo giugno esercitazioni di difesa civile per preparare gli organismi e la popolazione all'eventualità di terremoti e maremoti di grande intensità, hanno annunciato fonti ufficiali. Dopo il terremoto ad Haiti nel gennaio passato, Cuba ha visto un'intensificazione dell'attività sismica con 25 movimenti tellurici percettibili, compreso uno venerdì scorso nell'occidentale città di Artemisa, a circa 60 chilometri a ovest di La Habana. Dal 21 al 23 prossimi e il 25 e 26 giugno i cubani e gli organi della Difesa Civile e dell'amministrazione dello Stato eseguiranno esercitazioni pratiche in lavori di prevenzione e di riduzione degli effetti di uragani, siccità ed eventi sanitari.

Il Presidente cubano si incontra con le autorità della Chiesa Cattolica cubana
20.5 - Il Presidente cubano, Raúl Castro, si è incontrato con il cardinale Jaime Ortega, arcivescovo di La Habana, e con monsignor Dionisio García, arcivescovo di Santiago de Cuba e presidente della Conferenza dei Vescovi Cattolici di Cuba. Nell'incontro avvenuto ieri sono stati analizzati diversi temi di interesse comune, in particolare il favorevole sviluppo delle relazioni tra la Chiesa Cattolica e lo Stato cubano, come pure l'attuale situazione nazionale e internazionale, ha pubblicato oggi il quotidiano Granma. Ha partecipato all’incontro anche Caridad Diego, capo dell'Ufficio di Attenzione ai Temi Religiosi del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba.

Cuba leader mondiale nel trattamento delle ulcere nei piedi dei diabetici
20.5 - Cuba è oggi leader mondiale nel trattamento delle ulcere nei piedi dei diabetici con l’Heberprot-P, un medicinale sviluppata nell'Isola che ha beneficiato oltre 10.000 pazienti di una decina di paesi. Il direttore dell'Istituto di Angiologia e Chirurgia Vascolare, Héctor Álvarez, ha evidenziato che questo farmaco permette di chiudere le lesioni e di diminuire le amputazioni nella maggior parte dei casi, salvando le estremità dalla mutilazione. Del totale dei pazienti beneficiati da questo medicinale, circa tremila sono cubani, ha precisato Álvarez all'Agenzia di Informazione Nazionale. Tra i paesi che usano l’Heberprot-P, sviluppato dal Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologia, vi sono Venezuela, Argentina, Messico, Repubblica Dominicana, Serbia, Libia, Tunisi e Algeria, ha precisato.

Cuba avverte sui maneggi del concetto di Sicurezza Umana
21.5 - Cuba ha respinto all'ONU i tentativi di imporre una definizione del concetto di Sicurezza Umana che possa essere manipolato a fini politici e che propizi di legittimare l'interventismo e le azioni unilaterali. La posizione di Cuba è stata esposta all'Assemblea Generale dal suo rappresentante permanente alterno alle Nazioni Unite, Rodolfo Benítez, durante un dibattito sul tema della Sicurezza Umana, che, ha detto, è ancora lontana dal consenso richiesto. Il diplomatico ha fissato le premesse necessarie per potere stabilire questa nozione, tra queste, la garanzia del pieno rispetto del Diritto Internazionale e della Carta dell'ONU, compresi i principi di sovranità, integrità territoriale e non ingerenza. Riguardo a Cuba, Benítez ha evidenziato che il blocco economico, commerciale e finanziario impostole dagli Stati Uniti da oltre 50 anni viola il Diritto Internazionale, costa vite al popolo cubano e contraddice qualunque paradigma di Sicurezza Umana.

Il Venezuela invia esperti a Cuba per frenare la macchia di petrolio
24.5 - Il Presidente venezuelano, Hugo Chávez, ha annunciato l'invio di esperti a Cuba per aiutare a combattere i residui di petrolio che iniziano ad avvicinarsi alle coste cubane provenienti dalla piattaforma affondata negli Stati Uniti. Inviamo esperti a Cuba, a lavorare con loro, perché sta arrivando la macchia di petrolio e non hanno molta esperienza in tal senso, ha detto Chávez nel suo programma televisivo "Aló, Presidente", che domenica ha compiuto 11 anni dalla sua prima trasmissione. Dopo l’affondamento della piattaforma statunitense Deepwater nel Golfo del Messico il mese scorso e l'impossibilità della compagnia operatrice British Petroleum di chiudere le falle nell'infrastruttura, la marea nera cresce e procede verso la Florida.

Cuba attende la stagione ciclonica attiva
24.5 - Cuba attende una stagione ciclonica attiva per la combinazione di alte temperature sulla superficie del mare e l'inibizione del fenomeno di El Niño, hanno indicato fonti accademiche. L’importante è prepararsi bene, sia già o poco attiva, ha detto il capo del Centro Nazionale di Previsioni dell'Istituto di Meteorologia di Cuba, José Rubiera, riferendosi alla già vicina stagione durerà dal 1° giugno al 30 novembre. Nessuno può prevedere con mesi di anticipo l’arrivo di un temporale tropicale, ha aggiunto Rubiera durante una riunione al Centro di Direzione del Consiglio di Difesa Provinciale di Ciudad de La Habana, come parte dell'esercitazione Meteoro 2010.

A Cuba vivono oltre 1.500 centenari
24.5 – Oltre 1.500 cubani superano i 100 anni, ha rivelato un'indagine coordinata dalla Direzione Nazionale dell'Anziano e dell’Assistenza Sociale del Ministero di Salute Pubblica, riportata dai mezzi di stampa. L'aggiornamento dello Studio sui Centenari nell'isola realizzato dal 2004 al 2008 fa sapere che attualmente superano questa età 53 persone in più di due anni fa, ha sottolineato il quotidiano Granma, annunciando per questa settimana un seminario sulla longevità soddisfacente. L’articolo indica che nel territorio cubano c'è un centenario ogni 7.296 cubani, e uno ogni 1.269 anziani.

Sisma del terzo grado nell’oriente cubano, senza vittime né danni
25.5 - Un sisma del terzo grado nella scala Richter è stato sentito nelle province orientali cubane di Granma e Santiago de Cuba, senza che finora si siano avute vittime né danni materiali, hanno detto oggi fonti ufficiali. Secondo la relazione della Rete di Stazioni del Servizio Sismologico Nazionale, il movimento tellurico è avvenuto alle 22:09 ora locale (02:09 GMT) a 22 chilometri da La Plata, in provincia di Santiago di Cuba, a circa 860 chilometri a est di La Habana. Le autorità della Difesa Civile hanno dedicato il fine settimana a preparare la popolazione e diversi organismi di comando per affrontare terremoti e tsunami come parte dell'esercitazione Meteoro 2010, che dal 1986 viene fatta a Cuba.

Verso la conclusione il quarto parco eolico a Cuba
25.5 - Cuba procede oggi alla conclusione del suo quarto parco eolico, i cui sei macchinari di tecnologia cinese forniranno nell’insieme 4.5 Megawatts al sistema elettroenergetico nazionale. Situato nel municipio di Gibara, nella nord-orientale provincia di Holguín, l'opera richiede ora il lavoro degli specialisti per ottenere la interconnessione elettrica delle unità generatrici e l'installazione dei trasformatori e delle celle. Oltre a detto parco, ne esiste un altro nella stessa Gibara, e i rimanenti si trovano nella provincia centrale di Ciego de Ávila e nel municipio speciale dell’Isola della Gioventù, a sud di La Habana.

Opere di 13 paesi al festival del cartone animato a Cuba
26.5 - Circa 90 film animati di 13 paesi parteciperanno al Festival Internazionale di Animazione Cubanima 2010 per bambini e adolescenti, dal 1° al 5 giugno prossimi. L’appuntamento accoglierà opere di Argentina, Germania, Brasile, Finlandia e Regno Unito, tra gli altri, e conterà su una giuria professionale, una infantile (bambini di 10-11 anni) e un’altra di adolescenti (di 12-13). Promosso dal Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia (UNICEF) e dall'Istituto Cubano di Arte e Industria Cinematografici, Cubanima 2010 comprenderà una nuova categoria, quella dei film realizzati dai bambini e dagli adolescenti, e una esposizione di cartoni animati norvegesi. Il rappresentante dell'UNICEF a Cuba, José Juan Ruiz, ha evidenziato come a Cuba alla cultura e all'arte sia stata data sempre priorità. Si pensa al bambino, non solo come semplice consumatore, bensì come un partecipante in più, ha detto. L'infanzia e l'adolescenza sono qui a Cuba tra le più privilegiate nel mondo, ha affermato.

Anziani cubani in piscina per una longevità soddisfacente
27.5 - Un gruppo di anziani cubani si lancerà oggi nella piscina di un emblematico hotel di La Habana con il proposito di raccogliere adepti a progetti di lunga vita salutare sviluppati a Cuba. L'iniziativa fa parte della seconda giornata dell’VIII Seminario Internazionale Longevità Soddisfacente: Visione Integrale, che insieme al VI Incontro dei Centenari si celebra fino a venerdì all’Hotel Nazionale di Cuba. Eugenio Selman, presidente dell'Associazione Medica dei Caraibi e del comitato organizzatore del forum, ha sottolineato il numero crescente di cubani con oltre 80 anni, compresi 1.500 che hanno già un secolo di esistenza. Durante la sessione inaugurale, Selman ha ricordato che secondo le proiezioni dell'Ufficio Nazionale di Statistiche, verso il 2025 la popolazione di Cuba sarà la più anziana della regione, oltrepassando il 20 % del totale.

Ispezionata la costa orientale cubana per il cavo sottomarino con il Venezuela
27.5 - La nave Ridley Thomas è arrivata nel porto di Santiago de Cuba per continuare un’ispezione per definire con esattezza la rotta del cavo sottomarino di fibra ottica che aumenterà la connessione di Internet di Cuba per mezzo del Venezuela. L'esplorazione è iniziata lo scorso 5 maggio nella prossimità dell'aeroporto di Maiquetía, vicino alla capitale venezuelana, ed è stata prolungata fino alla spiaggia di Siboney, vicino a Santiago de Cuba, a oltre 860 chilometri da La Habana. Una seconda fase contempla l'esplorazione di altri 200 chilometri fino alla Giamaica. Si stima che dopo questa esplorazione, nelle prime settimane del prossimo anno cominci l’installazione del cavo diretto Venezuela-Santiago de Cuba-Giamaica come uno dei grandi progetti dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA).

Senza la libertà per gli antiterroristi, Cuba dubita del cambiamento con Obama
28.5 - Il Presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, ha negato che il Presidente nordamericano, Barack Obama, rappresenti il cambiamento auspicato nella sua campagna elettorale senza almeno la liberazione dei cinque antiterroristi cubani. "Finché non lo farà (mettere i cubani in libertà), Obama non dovrebbe neppure immaginare di poter convincerci che ci sia veramente qualcosa nelle sue promesse di cambiamento", ha detto Alarcón all'apertura di un seminario del Parlamento Latinoamericano (PARLATINO). Nel forum che analizza le sfide e risultati dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA), il leader parlamentare ha definito una prevaricazione il caso contro Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Antonio Guerrero, Fernando González e René González, detenuti negli Stati Uniti dal 1998. Davanti a 70 parlamentari di 13 paesi, il dirigente cubano ha detto che il prossimo giorno 15 scade il termine per presentare il ricorso di ‘habeas corpus’ a beneficio di Gerardo, condannato a due ergastoli più 15 anni. Quella è l'unica e ultima possibilità legale che gli rimane dopo che il Tribunale Supremo, su richiesta della Casa Bianca, si è rifiutato di rivedere il suo caso, ha affermato.

Fidel Castro: L'Impero e la droga
31.5 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha detto che gli Stati Uniti devono spiegare come risolveranno i problemi della droga. In una riflessione dal titolo "L'Impero e la droga", Fidel Castro ha indicato che bisogna chiedere alla grande potenza, che si basa su quasi mille basi militari e sette flotte accompagnate da portaerei nucleari e migliaia di aeroplani da combattimento con i quali tiranneggiano il mondo, che ci spieghi come risolverà il problema della droga. Il leader cubano ha ricordato che nell'anno 1839 la Regina Vittoria I, del Regno Unito, fece la Prima Guerra dell'Oppio con un forte sostegno della Corona inglese, contro i commercianti inglesi e nordamericani, che videro la possibilità di importanti traffici e guadagni. A quel tempo molte delle grandi fortune degli Stati Uniti trovarono le loro basi su quel narcotraffico, ha aggiunto Fidel Castro.

La collaborazione medica cubana pronta ad aiutare i guatemaltechi colpiti
31.5 - La collaborazione medica cubana offre il suo aiuto nei luoghi più bisognosi del Guatemala dopo i danni della tormenta tropicale Agatha, degradata a depressione. Il coordinatore nazionale della brigata, Henry Carreño, ha confermato a Prensa Latina l'assistenza prestata dai professionisti cubani distaccati in questo paese nelle comunità più colpite, soprattutto nei rifugi dove si trovano gli sfollati. Ha detto che gli specialisti in epidemiologia lavorano nelle direzioni dipartimentali della salute alla valutazione della situazione nel suo campo, con l'obiettivo di adottare misure per evitare eventuali focolai epidemici. In 18 dei 22 dipartimenti guatemaltechi prestano la loro collaborazione 360 lavoratori cubani di questo settore, un lavoro che dura dal 1998 quando accorse la prima brigata in appoggio ai colpiti dall'uragano Mitch.