maggio 2009

Riflessioni di Fidel Castro: Cuba, paese terrorista?
4.5 - Il leader cubano, Fidel Castro, ha considerato che giovedì 30 aprile è stato un giorno sfortunato per gli Stati Uniti per avere inserito un'altra volta Cuba nella lista dei paesi terroristi. In un articolo dal titolo "Cuba, paese terrorista? diffuso dal sito digitale Cubadebate, Fidel Castro afferma che coinvolti come sono nei loro crimini e menzogne, forse lo stesso Presidente Barack Obama non poteva disfarsi di questo groviglio. Un uomo il cui talento nessuno nega, deve sentirsi imbarazzato da questo culto alla menzogna dell'impero, indica il leader cubano prima di enfatizzare che cinquant’anni di terrorismo contro Cuba sono sotto la luce in un istante. Dopo aver citato alcuni degli atti di terrore in cui sono incorsi gli Stati Uniti, che risultano dai loro documenti desecretati, Fidel Castro si chiede "l'attuale amministrazione non prova vergogna per questi fatti?".

L’influenza porcina occupa spazi nella stampa cubana
4.5 - L'epidemia di influenza A (H1N1) oggi nella stampa cubana occupa ampi spazi a causa dello sviluppo della malattia e delle caratteristiche del virus che la causa. Il settimanale Orbe e i quotidiani Granma e Juventud Rebelde, recensiscono i sintomi, le forme di contagio e le raccomandazioni per evitarlo, oltre a interviste a epidemiologhi cubani. Inoltre, la televisione cubana segue il progresso della potenziale pandemia, che ha già causato oltre un migliaio di malati in 20 paesi, secondo la più recente relazione dell'Organizzazione Mondiale della Salute. Finora Cuba resta libera dalla nuova influenza grazie a un immediato controllo epidemiologico, che ha compreso la sospensione temporanea dei voli con il Messico.

Gli Stati Uniti negano il visto a Silvio Rodríguez
4.5 - Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha negato il visto di entrata al noto cantautore cubano Silvio Rodríguez, invitato all'omaggio a Pete Seeger, leggendario musicista nordamericano. Come ha pubblicato il sito-web Cubadebate, riportato oggi dal quotidiano Granma, Pete Seeger (New York, 3 maggio 1919), musicista di folk statunitense, che ha dato un contributo mondiale alla popolarità della Guantanamera, di Joseíto Fernández su versi di José Martí, è stato un critico instancabile contro il blocco degli Stati Uniti a Cuba, dove è stato in cinque occasioni. Nel messaggio di Silvio Rodríguez da Parigi al suo rappresentante e a sua sorella a La Habana, viene denunciato il ritardo per il suo visto, per cui non avendolo ricevuto entro venerdì non poteva rispondere all'invito fatto dagli organizzatori dell’iniziativa per i 90 anni di Seeger.

La Federazione Sindacale Mondiale riconosce il diritto di Cuba all’autodeterminazione
4.5 - Il presidente della Federazione Sindacale Mondiale (FSM), George Mavricos, ha riconosciuto il diritto del popolo cubano a decidere il proprio futuro e si è pronunciato per la liberazione dei cinque cubani antiterroristi detenuti negli Stati Uniti. "Faccio questa dichiarazione proprio in una data importante, perché Cuba celebra 50 anni di Rivoluzione e 70 anni della Centrale dei Lavoratori di Cuba (CTC), ha affermato Mavricos nell'Incontro Internazionale di Solidarietà con Cuba che si celebra nel Palazzo delle Convenzioni di La Habana. Ha messo in risalto il lavoro degli operai cubani nel processo embrionale di una federazione che ha riunito per la prima volta tutto il movimento sindacale su scala internazionale.

I cubani hanno salvato oltre 300.000 vite nello Zimbabwe
5.5 - La collaborazione medica del popolo di Cuba con lo Zimbabwe ha permesso di salvare oltre 300.000 vite dal 1998, ha dichiarato ad Harare il direttore della brigata medica cubana in questa nazione africana. Come ha affermato a Prensa Latina il dottor Emiliano Diez Martínez de la Cotera, questo costituisce il principale risultato dell'attenzione a oltre otto milioni di pazienti realizzata nello Zimbabwe a partire dal 1998 da 700 professionisti cubani della salute. Come parte di questa cooperazione internazionalista e sotto il Programma Integrale di Salute (PIS), i medici cubani hanno realizzato nell'ultimo decennio 200.000 operazioni chirurgiche, di queste 100.000 interventi importanti.

La OPS: Cuba è pronta per affrontare l'influenza del virus A(H1N1)
6.5 - Cuba è preparata per affrontare qualunque contingenza relativa al virus dell’influenza A(H1N1), date le caratteristiche del suo sistema di salute, di ampia copertura, accessibilità e gratuito, al suo capitale umano e alla capacità di ricerca. Così ha affermato la dottoressa Lea Guido, rappresentante dell'OMS-OPS nell'Isola. Non esistono barriere che impediscano di offrire qualificati servizi sanitari, aspetto che offre "molta tranquillità", ha detto l'esperta al quotidiano Granma. Oggi Cuba non ha casi del nuovo virus, ma può averli "domani", ha indicato la dottoressa Guido, e la cosa importante sarà allora "stroncare il focolaio che potrà apparire". In questo radica l'importanza che le autorità e la popolazione in generale si mantengano vigili e preparate, al fine di evitare per quanto possibile il diffondersi dell'epidemia.

Criticata la posizione statunitense nei confronti di un noto terrorista
6.5 - Il Governo degli Stati Uniti continua a non fare i passi sufficienti per processare il noto terrorista Luis Posada Carriles, ha denunciato l'avvocato cubano José Pertierra. Intervistato, per telefono, nel programma radioteletrasmesso Tavola Rotonda, il giurista ha indicato che per la prima volta il criminale è stato collegato al terrorismo in un documento federale nordamericano, ma questa condotta risulta ancora insufficiente. Ora Posada affronta le imputazioni di avere mentito su un'indagine relativa alla collocazione di bombe negli hotel di La Habana nel 1997, e per aver negato il trasferimento nella capitale cubana di Raúl Cruz León, ha precisato. Posada è accusato dell'esplosione di un aereo cubano a Barbados il 6 ottobre 1976 che ha causato la morte di 73 persone e di altri fatti nefasti in varie nazioni dell'America Latina.

Cuba ribadisce le denunce per trasmissioni illegali dagli Stati Uniti
6.5 - Cuba ha ribadito le sue denunce alle Nazioni Unite per le trasmissioni illegali di radio e televisione dagli Stati Uniti contro di essa, "un'aggressione radio elettronica che viola apertamente le norme del Diritto Internazionale". L'Ambasciatore cubano, Abelardo Moreno, ha detto nel dibattito generale del Comitato di Informazione dell'ONU che le trasmissioni illegali di radio e televisione contro Cuba non emettono informazione, ma, al contrario, la falsificano. Ha spiegato che l'obiettivo è quello di tentare di promuovere la delusione e la messa in discussione del popolo cubano della sua Rivoluzione e non rispettano valori come l'obiettività e l'attaccamento alla verità. Lo sperimentato diplomatico cubano ha commentato che ogni settimana emittenti radicate nel territorio statunitense trasmettono verso Cuba oltre 1.955 ore di radio e televisione attraverso 31 differenti frequenze di onda media, corta, FM e TV.

Cuba aspira a essere una potenza turistica mondiale
6.5 - Cuba aspira a trasformarsi in una grande potenza turistica a livello mondiale, ha detto il Ministro del Turismo, Manuel Marrero, durante la presentazione delle città patrimonio di questa nazione. Il Ministro ha aperto al Morro-Cabaña, la seconda giornata della XXIX Fiera Internazionale del Turismo FITUCUBA-09 e ha presentato ai partecipanti le prime sette città fondate nell'Isola, con alti valori per un turismo storico-culturale. Ha indicato il Canada come primo mercato di emissione con 820.000 turisti alla chiusura del 2008 e con una crescita del 10 %. Il secondo mercato è il Regno Unito, seguito da Italia, Spagna, Francia e Germania.

Riflessioni di Fidel Castro: Una domanda che non ha risposta
7.5 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha affermato oggi che non esiste risposta alla domanda di quanta sicurezza si può cercare nel mondo di oggi. In un articolo dal titolo "Una domanda che non ha risposta", diffuso ieri dalla pubblicazione digitale Cubadetate, Fidel Castro menziona che il nostro mondo non solo è minacciato dalle crisi economiche cicliche sempre più gravi e frequenti. "La disoccupazione, la rovina e le perdite favolose di beni e ricchezze, sono inseparabili compagne delle cieche leggi del mercato che dirigono oggi l'economia mondiale", ha aggiunto. Il neoliberalismo – ha precisato – mette al bando ogni ingerenza dello Stato come elemento perturbatore dell'economia, come se potessero esistere ordine interno, esercito, salute, educazione, cultura, scienza, tribunali, giudici e altre molte attività senza lo Stato e le sue leggi. "Su che base si regge questo ordine? Sulla ricchezza e sulla forza. Dispongono per ciò di tutto il denaro del mondo e dei mezzi più sofisticati di forza militare", ha puntualizzato il leader cubano. Sono inoltre i grandi produttori ed esportatori di armi che non vogliono alcuna minaccia per la loro egemonia mondiale, ma alimentano le guerre locali, i guadagni delle multinazionali e la dipendenza dei loro alleati, ha rimarcato.

Cuba aumenta la vigilanza di fronte alla minaccia latente di incendi forestali
7.5 - Cuba rinforza la vigilanza nelle zone a rischio di incendio nella stagione secca che ancora non conclusa ha già avuto quest’anno un saldo di 307 incendi forestali, ha pubblicato oggi la stampa cubana. Raúl González, responsabile del controllo degli incendi nel Corpo di Guardaboschi di Cuba, ha precisato al quotidiano Granma che detti sinistri hanno danneggiato 7.573 ettari da gennaio a oggi. Il periodo tra gennaio e la fine di maggio risulta particolarmente pericoloso perché la siccità eleva la possibilità di incendi nei campi di Cuba. I maggiori incendi forestali spenti quest’anno sono stati nelle province di Camagüey, Sancti Spíritus, Las Tunas e nel municipio speciale dell’Isola della Gioventù.

Fidel Castro: l'unico ex-Presidente nordamericano che ho conosciuto
8.5 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha ricordato le sue impressioni su James Carter, che ha detto è stato l'unico ex-Presidente degli Stati Uniti che ha avuto l'onore di conoscere. "L’ho conosciuto, o piuttosto l’ho inquadrato come un uomo di etica religiosa, a partire da una lunga intervista in cui gli vennero esposti temi difficili che ha affrontato con sincerità e modestia, ha ricordato Fidel Castro in un articolo dal titolo "L'unico ex-Presidente nordamericano che ho conosciuto", diffuso ieri dalla pubblicazione digitale CubaDebate. "Quando era al Governo, i tempi erano difficili. Gli è toccato affrontare gli effetti di una crisi economica, ma è stato austero, non ha indebitato le future generazioni. Il suo successore, Ronald Reagan, ha dissipato a piene mani i risparmi che Carter aveva fatto. Era un attore cinematografico e maneggiava bene il telecomando, ma non si è mai chiesto da dove usciva il denaro", ha indicato. Il leader cubano ha fatto riferimento a recenti dichiarazioni di Carter al quotidiano Folha di San Paolo sul blocco statunitense contro Cuba, in cui ha espresso il suo desiderio che questa misura finisse oggi stesso.

Designato il nuovo Ministro dell’Educazione Superiore a Cuba
8.5 - Il Consiglio di Stato di Cuba, su proposta del suo Presidente, Raúl Castro, e previa consultazione con l'Ufficio Politico del Partito Comunista (PCC), ha designato Ministro dell’Educazione Superiore Miguel Díaz-Canel Bermúdez. Secondo una notizia diffusa dal Notiziario Nazionale della Televisione, questo organismo ha deciso di sollevare dall’incarico il precedente titolare, Juan Vela Valdés, e gli ha riconosciuto gli sforzi realizzati in detto lavoro. Díaz-Canel, precisa la notizia, si è laureato nel 1982 ingegnere in Elettronica, e da allora ha fatto parte delle Forze Armate Rivoluzionarie fino al 1985.

Applicato in Canada il metodo cubano di alfabetizzazione
8.5 - Il metodo cubano di alfabetizzazione "Io sì posso", di provata efficacia in molti paesi, è applicato oggi anche in Canada per combattere l'analfabetismo funzionale che colpisce parte della popolazione locale. Il progetto battezzato con il nome "Arrowmight" è assessorato da sei specialisti cubani che partecipano a un corso-pilota in tre province canadese - Ontario, Manitoba e Columbia Britannica. Matilde Patterson, la coordinatrice dell’équipe di esperti cubani, ha spiegato a Prensa Latina che il programma è iniziato nell’aprile 2007, quando è stata fatta una diagnosi sulla situazione del paese. Nei 23 paesi dove finora è stato applicato, oltre 3.800.000 persone sono state alfabetizzate, non solo in spagnolo, ma anche in inglese e in dialetti come l'aymara boliviano o il misquito nicaraguense.

La Bolivia supera le 400.000 operazioni della vista
8.5 - La Bolivia ha superato le 400.000 operazioni della vista grazie alla missione Miracolo sviluppata dal 2005 con la cooperazione di Cuba. La dottoressa María Isabel Martínez, capo della brigata di internazionalisti cubani della salute, ha precisato a Prensa Latina che questo giovedì si è arrivati a 400.017 interventi chirurgici gratuiti in tutto il paese andino. Questo dato comprende per la maggior parte cittadini boliviani, ma anche migliaia di cittadini argentini, brasiliani, peruviani e paraguayani che si recano nei centri oftalmici creati nelle zone limitrofe per ricevere questo beneficio, ha evidenziato. L'Operazione Miracolo in Bolivia è tra i programmi con priorità come parte degli accordi dell'Alternativa Bolivariana per le Americhe (ALBA) e il Trattato di Commercio con i Popoli (TCP) firmati tra La Paz e La Habana.

Gli oftalmologhi cubani superano le 50.000 operazioni in Nicaragua
8.5 - Gli oftalmologhi cubani che lavorano nel Missione Miracolo in Nicaragua hanno superato le 50.000 operazioni, ha informato la coordinatrice del gruppo, dottoressa Mercedes Argote. In dichiarazioni a Prensa Latina, la Argote ha precisato che tra la Clinica di Città Sandino e quelle situate nelle città di Bluefields e di Puero Cabezas, si è giunti questo giovedì a 50.113 operazioni alla vista. Cinquanta collaboratori cubani tra chirurghi, medici, infermiere, tecnici, economi e ingegneri in Sistemi ed Elettromedicina, hanno composto le tre brigate che hanno permesso un raggio di luce a molti nicaraguensi, ha precisato la dirigente.

Riflessioni di Fidel Castro: la lotta è appena all’inizio
11.5 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha affermato che oggi il Venezuela non è solo, e conta sull'esperienza di 200 anni di eccezionale storia patriottica. In un articolo dal titolo "La lotta è appena all’inizio", Fidel Castro rileva che il Presidente di questo paese, Hugo Chávez, "è oggi un avversario formidabile del sistema capitalista di produzione e dell'imperialismo. Si è trasformato in un vero esperto su molti problemi fondamentali della società umana". "Non invano l'OEA tenta ipocritamente di presentarlo come un nemico della libertà di espressione e della democrazia", precisa il leader cubano nel testo, diffuso dalla pubblicazione digitale CubaDebate.

Reso omaggio ai cubani caduti in Africa nelle lotte d’indipendenza
11.5 – A Pretoria, il Vicepresidente cubano Esteban Lazo ha reso omaggio ai compatrioti caduti nelle lotte di indipendenza in Africa durante una cerimonia per i 15 anni delle relazioni diplomatiche tra La Habana e Pretoria. In un parco della capitale si sono riuniti medici cubani in missione in Sudafrica e personalità sudafricane come il Premio Nobel di Letteratura Nadine Gordimer e il poeta nazionale Keorapetse Kgositsile. Membri della delegazione dell'Isola e dell'Associazione di Amicizia Sudafrica-Cuba hanno deposto omaggi floreali sulla Parete dei Nomi, del Parco della Libertà, dove sono scritti i nomi di oltre duemila cubani morti nelle missioni in Africa. Il Presidente sudafricano, Jacob Zuma, ha ricevuto il Vicepresidente cubano, che è giunto sabato per l’entrata in carica del quarto Capo di Stato di questa nazione dalla sconfitta dell'Apartheid.

L’Ambasciatore cubano valuta la collaborazione medica con lo Zimbabwe
11.5 - La brigata medico-nternazionalista di Cuba nello Zimbabwe è la nostra migliore rappresentanza diplomatica in questo paese, ha affermato oggi ad Harare l’Ambasciatore cubano Cosme Torres Espinosa. Molte volte, ha spiegato, i medici cubani lavorano in condizioni difficili, acuite dalle sanzioni esistenti contro lo Zimbabwe, come pure dalla siccità che ha colpito l'agricoltura di questo paese negli ultimi anni (il motore della sua economia). La collaborazione medica in corso, che si effettua sotto il Programma Integrale di Salute, ha permesso di salvare oltre 300.000 vite in dieci anni, periodo in cui circa 700 professionisti della salute hanno assistito oltre otto milioni di pazienti zimbabwesi. Attualmente nello Zimbabwe ci sono 118 professionisti della salute distribuiti nelle 11 province di questo paese africano.

Riflessioni di Fidel Castro: quello che è passato per la mia mente
12.5 - Il leader della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, ha affermato oggi che è stata annunciata la presenza a Cuba del virus dell’influenza A (H1N1) e che il portatore è un giovane cittadino messicano che studia medicina. In un articolo dal titolo "Quello che è passato per la mia mente", Fidel Castro spiega che "l’unica cosa che si può affermare ora è che non è stato introdotto dalla CIA. E’ venuto dal Messico". "Di che cosa si lamentava il Presidente messicano, in relazione alle misure adottate da Cuba, secondo le norme stabilite e senza la minore intenzione di colpire il fratello popolo del Messico? Eravamo lontani dall’immaginare che lì e negli Stati Uniti si sarebbe scatenata l'epidemia", precisa il leader cubano nel testo, diffuso dalla pubblicazione digitale CubaDebate.

Cuba scopre un caso di influenza A (H1N1) in un borsista messicano
12.5 - Cuba ha scoperto il suo primo caso di influenza A (H1N1) in un borsista messicano che resta sotto vigilanza epidemiologica, ha informato il Ministero della Salute Pubblica. Una notizia diffusa nel principale telegiornale di Cuba ha precisato che le autorità sanitarie hanno già attivato i meccanismi creati da tempo per affrontare una possibile epidemia di influenza aviaria. Vari studenti che sono ritornati lo scorso 25 aprile dalle loro ferie in Messico hanno presentato lievi sintomi di catarro, anche se uno solo di loro è stato riscontrato positivo. L'Organizzazione Mondiale della Salute confermò l'esistenza di circa 4.700 casi di influenza da virus A (H1N1) in 30 paesi, con 53 morti, 48 di questi in Messico.

Nuova stimolante rielezione di Cuba nel Consiglio dei Diritti Umani
12.5 - L'Ambasciatore cubano presso le Nazioni Unite, Abelardo Moreno, ha detto oggi che la rielezione di Cuba nel Consiglio dei Diritti Umani costituisce un nuovo stimolo per promuovere la solidarietà e la cooperazione internazionale. In dichiarazioni a Prensa Latina, Moreno, che è anche Viceministro delle Relazioni Estere, ha segnalato che, come paese fondatore e ora rieletto, Cuba continuerà a partecipare e a cooperare attivamente ai lavori di questo organismo. Il diplomatico ha detto che il risultato ottenuto oggi all'Assemblea Generale "costituisce un nuovo stimolo affinché il mio paese continui a promuovere la sua modesta solidarietà e cooperazione internazionale nella sfera dei diritti umani con i popoli del mondo". Ha aggiunto che i 163 voti ottenuti oggi sono una prova del prestigio storico di Cuba nella promozione e nella protezione di tutti i diritti umani per tutti i cubani e le cubane".

Cuba ribadisce il rifiuto alla Posizione Comune dell’Unione Europea
12.5 - Cuba ha ribadito all'Unione Europea (UE) il suo rifiuto alla Posizione Comune adottata nel 1996 e ha fatto appello a una sua sostituzione con un nuovo ambito di relazioni istituzionali che rifletta gli interessi delle due parti. Il Ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez Parrilla, ha partecipato questo lunedì a Bruxelles alla seconda riunione a livello ministeriale con la troika dell'UE, dando continuità al processo di dialogo politico iniziato il 16 ottobre 2008 a Parigi, in Francia. Fonti della delegazione cubana hanno detto a Prensa Latina che allo stesso modo Cuba ha sottolineato un'altra volta di non riconoscere la Posizione Comune come il referente adeguato per i suoi legami con l'UE per il suo carattere unilaterale e di ingerenza.

Evo Morales sottolinea i risultati dell’Operazione Miracolo in Bolivia
12.5 - Il Presidente boliviano, Evo Morales, ha riconosciuto il lavoro dei medici cubani che ha propiziato finora 400.000 operazioni alla vista, come parte della Missione Miracolo in questo paese. "Rappresenta una vera felicità per le persone di basse introiti questo tipo di intervento chirurgico, molto costoso in tutte le parti del mondo, e che in Bolivia è praticato senza alcun costo", ha rilevato Morales. Il numero degli operati comprende per la maggior parte boliviani, ma anche migliaia di cittadini argentini, brasiliani, peruviani e paraguayani che si recano fino nei centri oftalmici creati nelle zone limitrofe per ricevere questo beneficio gratuitamente, ha detto il Ministro della Salute, Ramiro Tapia.

La Cina ringrazia per l’aiuto internazionale per il sisma nel Sichuan
12.5 – A Pechino il Presidente cinese, Hu Jintao, ha ringraziato per l'aiuto portato dalla comunità internazionale per affrontare il devastante sisma nel Sichuan, avvenuto esattamente un anno fa. In un incontro con diplomatici di quasi 30 paesi, il Capo di Stato ha espresso la sua stima per la collaborazione straniera, tra cui quella di Cuba, a sostegno del popolo cinese nel momento dell'enorme tragedia. Oltre 87.000 persone sono morte o disperse, e altre 374.000 sono stati i feriti, in conseguenza dei crolli e delle frane. In quel momento, Cuba è stato uno dei primi paesi a inviare una brigata, formata da 35 medici, infermiere e personale paramedico, per portare assistenza ai feriti e aiutare il personale cinese nell'Ospedale del Popolo n° 1 di Chengdú.

Messi in evidenza i risultati dell'oftalmologia cubana
13.5 - L'alto sviluppo mostrato oggi dall'oftalmologia cubana è stato messo in risaltato dal dottor Thomas R. Hedges, degli Stati Uniti, che partecipa al VI Congresso Internazionale Oftalmologia 2009, a La Habana. Il noto professore ha segnalato la qualità dei professionisti e l'ampia formazione delle risorse umane a Cuba, come pure la Missione Miracolo, un programma che ha restituito gratuitamente la vista a oltre 1.600.000 pazienti in 33 nazioni. Hedges collabora con Cuba da vari anni e per i suoi contributi alla specialità gli è stato assegnato un diploma di riconoscimento da parte della Società Cubana di Oftalmologia, come pure ai noti esperti Rubens Belfort e Virginio Centurión, del Brasile.

Cuba denuncia che la povertà estrema fomenta la tratta di persone
14.5 - L'Ambasciatrice cubana Ileana Núñez ha affermato all'Assemblea Generale dell'ONU che il traffico illecito di persone è fomentato dall'esistenza di 1.400 milioni di persone in estrema povertà. La rappresentante alterna di Cuba all'ONU è intervenuta nel dibattito sul tema dell'Assemblea Generale dedicato all'adozione di un'azione collettiva per eliminare la tratta di persone. L'Ambasciatrice ha condannato le pratiche degli Stati Uniti per determinare, senza diritto, quelli che combattono bene o male la tratta e ha detto che una delle misure selettive di Washington è l'applicazione della Legge di Aggiustamento Cubano. Al riguardo ha affermato che questa misura, che offre a cittadini cubani che arrivano illegalmente negli Stati Uniti privilegi che non ricevono persone di altre nazionalità, viola lo spirito della legge internazionale contro il delitto organizzato a livello multinazionale.

Smentita la presunta propagazione a Cuba del virus A (H1N1)
14.5 - Le autorità epidemiologiche di Cuba hanno smentito una presunta propagazione del virus A(H1N1) in questo paese, dove esiste un solo caso confermato e tenuto sotto stretta vigilanza epidemiologica. Luis Estruch, Vicedirettore di Igiene ed Epidemiologia, ha precisato che solamente una persona è stata trovata positiva a Cuba al virus della indebitamente definita influenza porcina, che ha portato dal Messico. Il funzionario del Ministero della Salute Pubblica (MINSAP) ha affermato alla Tavola Rotonda radioteletrasmessa che Cuba conta su risorse umane per combattere un'eventuale diffusione. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Salute, esistono già circa 5.800 casi confermati in 33 paesi, su mille contagi quotidiani.

Cuba si rammarica per il continuo deterioramento dell’ambiente
14.5 - Cuba si rammarica per il continuo deterioramento dell'ambiente, nonostante innumerevoli accordi e impegni, e ha rilevato che questa situazione aggrava l’ingiustizia, la povertà e la perdita delle risorse naturali. Nonostante gli innumerevoli accordi e impegni ambientali esistenti, il loro limitato rispetto ha aggravato la situazione mondiale, ha detto l'Ambasciatore Abelardo Moreno al segmento di alto livello della Commissione sullo Sviluppo Sostenibile dell'ONU. Ha ricordato che Cuba, che ha patito per oltre quarant’anni un blocco ostile imposto dal Governo degli Stati Uniti, difende il principio delle responsabilità comuni, ma differenziate.

Cuba scopre due nuovi casi di virus A(H1N1) in borsisti messicani
15.5 - Le autorità sanitarie di Cuba hanno annunciato il rilevamento di due nuovi casi del virus A(H1N1), e con questi sono già tre, tutti di borsisti messicani appena arrivati dalle vacanze nel loro paese. Appena tre giorni dopo essere stato annunciato l'arrivo a Cuba della indebitamente definita influenza porcina, l'Istituto di Medicina Tropicale Pedro Kourí ha rilevato altri due positivi in un gruppo di 15 sospetti. Il Ministero della Salute Pubblica (MINSAP) ha confermato che i malati evolvono in modo soddisfacente e senza reazioni avverse all'antivirale ‘oseltamivir’. Il MINSAP ha rimarcato che Cuba mantiene un studio epidemiologico rigoroso sui possibili focolai di infezione di un virus che colpisce già 34 paesi. Cuba mantiene attivati i meccanismi di vigilanza epizootiologica ed epidemiologica, creati tempo fa per affrontare una possibile epidemia di influenza aviaria.

Cuba si esercita nella difesa contro i disastri
15.5 - Lo Stato Maggiore Nazionale della Difesa Civile di Cuba dirigerà sabato e domenica l'esercitazione Meteora 2009 al fine di tener pronte le proprie strutture per affrontare i disastri naturali, tecnologici e sanitari. Nei due giorni si metteranno a punto le misure preventive per ridurre la vulnerabilità, prima dell'inizio della stagione ciclonica, dal 1° giugno al 30 novembre. Secondo il programma, sabato l’impegno sarà rivolto alla revisione e all’aggiornamento dei piani progettati per diminuire l'impatto di uragani, piogge intense, inondazioni costiere dovute a penetrazioni del mare e incidenti tecnologici.

Commemorato a Cuba il 50° Anniversario della Riforma Agraria
18.5 - Il Primo Vicepresidente di Cuba, José Ramón Machado Ventura, ha capeggiato la cerimonia centrale in commemorazione del 50° anniversario della promulgazione della prima Legge di Riforma Agraria. Dirigenti di organizzazioni politiche e di massa, giovani contadini e Julio Camacho, testimone di questo avvenimento, hanno ricordato "questo evento che ha reso più liberi gli agricoltori cubani. Secondo una notizia televisiva, la celebrazione è avvenuta a Santo Domingo, municipio dell'orientale provincia di Granma, molto vicino al luogo dove il 17 maggio 1959 il leader della Rivoluzione, Fidel Castro, aveva firmato la suddetta legge. Lì, il presidente dell'Associazione Nazionale dei Piccoli Agricoltori, Orlando Lugo, ha convocato questa domenica il X Congresso Contadino con nuove e profonde motivazioni.

Le comunità cubane si preparano alla difesa di fronte a vari disastri
18.5 – Le comunità cubane sono state lo scenario di diverse azioni previste dall’Esercitazione Meteora 2009, con l'obiettivo di essere preparate per affrontare disastri naturali, tecnologici e sanitari. Secondo il piano previsto gli abitanti di Cuba, la cui stagione ciclonica dura dal 1° giugno al 30 novembre, hanno perfezionato il loro addestramento e la loro capacità di risposta di fronte a fenomeni devastanti. C'è un’esperienza sufficiente per agire contro qualunque situazione meteorologica, perché l'anno scorso siamo stati colpiti da vari uragani di grande intensità, ha indicato il generale di divisione Ramón Pardo Guerra, capo dello Stato Maggiore Nazionale della Difesa Civile. Oltre agli uragani, Cuba si prepara per affrontare intense e prolungate piogge, terremoti, siccità o malattie di animali, coltivazioni o persone, come adesso con il virus A H1N1, ha precisato il colonnello Miguel Ángel Puig.

Le lettere piangono: è morto Benedetti, sottolinea la stampa cubana
18.5 – I mezzi di stampa cubani riportano oggi la scomparsa dello scrittore uruguayano Mario Benedetti, il cui decesso ha causato commozione nel mondo letterario ibero-americano. Le lettere piangono: è morto Benedetti, titola nella sua pagina culturale il quotidiano Granma, che lo ricorda come "un grandissimo poeta, narratore, critico letterario e giornalista". Un virtuoso delle lettere è morto. Viva il Poeta, aggiunge il giornale in un articolo in cui mette in risalto che Cuba lo ha accolto come uno dei suoi migliori figli durante il suo esilio a La Habana, negli anni ’70. Il settimanale Trabajadores gli ha pure dedicato un ampio spazio. E’ stato un poeta popolare, ha saputo scorgere la poesia nella quotidianità, Mario Benedetti non starà mai in silenzio, segnala la notizia. Morto ieri a Montevideo, a 88 anni, Benedetti sarà sepolto domani nel Pantheon Nazionale del Cimitero Centrale della capitale uruguayana.

Cuba sta per eliminare l’epatite B acuta
18.5 – Il contagio dell'epatite B acuta è in via di eliminazione a Cuba, come risultato delle campagne di immunizzazione contro la malattia portate avanti da 17 anni dal Ministero della Salute Pubblica. Tale risultato risponde all'applicazione di un vaccino di alta efficacia prodotto dal Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologia, ha sottolineato una notizia del quotidiano Granma. L'epidemiologa Graciela Delgado, assessore della Direzione Nazionale di Epidemiologia del Ministero, ha affermato che la produzione su grande scala del vaccino ricombinante ha permesso a partire da 1992 di somministrare la medicina a neonati, studenti e gruppi a rischio. Attualmente sono stati vaccinati tutti i cittadini cubani minori di 28 anni, ha aggiunto. Dal punto di vista epidemiologico, e in linea ai criteri dell'Organizzazione Mondiale di Salute, indica l'informazione, quando una nazione riporta meno di 10 casi di una malattia, è considerato eliminato come problema sanitario.

Il Primo Ministro dello Zimbabwe riconosce la cooperazione cubana
18.5 - La cooperazione di Cuba con lo Zimbabwe in aree come l'educazione o la salute è stata esemplare, affermò ad Harare il Primo Ministro di questo paese, Morgan Tsvanguirai. In questi campi, ha affermato Tsvanguirai a Prensa Latina, la collaborazione cubana ha beneficiato il popolo dello Zimbabwe. Riguardo ai servizi di salute, dove Cuba è molto efficace, ha aggiunto, attualmente lo Zimbabwe ne ha molto bisogno, perché stiamo perdendo professionisti. Allo stesso modo, ha detto, data l'esperienza di Cuba nell'agricoltura, il tema di acquisire esperienza tecnologica in questo ramo è molto importante per il nostro paese.

Diminuisce l’analfabetismo in Nicaragua
18.5 - Le autorità nicaraguensi dichiareranno oggi liberi dall’analfabetismo i municipi di Nandazmo, in Masaya, e di San Fernando, in Nuova Segovia, come risultato della Campagna Nazionale di Alfabetizzazione. Quando era stata iniziata la campagna nazionale con il sostegno di consiglieri cubani e venezuelani, nel paese si registravano indici vicini al 35 % di analfabeti, secondo le statistiche degli organismi internazionali. Per affrontare questa situazione, da due anni il Governo del Presidente Daniel Ortega ha promosso la Campagna Nazionale di Alfabetizzazione da Martí a Fidel, con il proposito di dichiarare il Nicaragua Territorio Libero dall’Analfabetismo per il XXX Anniversario della Rivoluzione Popolare Sandinista, il 19 luglio 2009.

Cuba a Ginevra: pace, giustizia sociale e salute di fronte alla crisi
19.5 - Cuba ha considerato oggi che le crisi che attualmente colpiscono il mondo richiedono un sistema di pace basato sulla giustizia sociale e la garanzia dell'accesso alla salute come un diritto fondamentale per tutti. Nel suo discorso al 62 periodo di sessioni dell'Assemblea Mondiale della Salute a Ginevra, il Ministro cubano di questo ramo, José Ramón Balaguer, ha aggiunto inoltre la rilevanza della solidarietà e l'armonia con la madre terra. Nella condizione di Cuba di presidente di turno del Movimento dei Paesi Non Allineati, il Ministro ha segnalato che il gruppo indica il panorama economico e finanziario di oggi come una delle più gravi minacce che colpisce il mondo. D’altra parte, Balaguer ha espresso le sue condoglianze a coloro che hanno avuto perdite di vite umane in conseguenza dell’epidemia di Influenza A (H1N1), "e particolarmente al fratello popolo messicano, che all’inizio è stato uno dei più colpiti da questo virus".

Al-Bashir ringrazia per la permanente solidarietà di Cuba con il Sudan
19.5 – A Khartoum, il presidente del Sudan, Omar Hassan Al-Bashir, ha ringraziato oggi Cuba per la permanente solidarietà dimostrata in ambito internazionale, e ha inviato cordiali saluti al suo omologo, Raúl Castro, e al leader della Rivoluzione, Fidel Castro. Al-Bashir ha ricevuto nella sede del Governo il nuovo Ambasciatore cubano in questo paese africano, Ángel Dalmau, poco dopo la presentazione delle sue credenziali come capo della missione, unita a quella di El Cairo. Fonti diplomatiche cubane hanno precisato a Prensa Latina che il Capo di Stato sudanese ha avuto espressioni di gratitudine per la posizione assunta storicamente favorevole al governo di Khartoum. Il Governo cubano, attualmente presidente del Movimento dei Paesi Non Allineati (NOAL), ha respinto energicamente la doppia morale e la politicizzazione degli organismi mondiali come la Corte Penale Internazionale, che pretende di processare Al-Bashir.

Ricordato il 114° anniversario della morte dell'Eroe Nazionale di Cuba
19.5 - La caduta in combattimento 114 anni fa dell'Eroe Nazionale di Cuba, José Martí, a Dos Ríos, sarà ricordata oggi nello spazio radioteletrasmesso Tavola Rotonda. Il programma permetterà ai ricercatori e ai promotori degli studi martiani di presentare parte dell'estesa Opera Critica dell'insigne lottatore delle guerre d’indipendenza, ha indicato una notizia pubblicata sul quotidiano Granma. "Per noi i cubani, José Martí è l'idea del bene che egli ha descritto", ha detto il leader cubano, Fidel Castro, nel 150° anniversario della nascita dell'Apostolo della nostra indipendenza, ha sottolineato la notizia.

Costruiti ad Haiti centri medici con l’aiuto cubano-venezuelano
19.5 - Tre Centri di Diagnosi Integrale sono costruiti oggi ad Haiti come parte di un progetto cubano-venezuelano per assistere gratuitamente le persone di scarse risorse economiche in questo paese caraibico. I moderni ospedali offriranno servizi di chirurgia, gineco-ostetricia, terapia intensiva, raggi X, ultrasuoni, endoscopia, elettrocardiogrammi, tra gli altri. "Era da tempo che il popolo haitiano aspettava qualcosa così", ha detto al quotidiano Granma il presidente dell'Associazione di Amicizia con Cuba nel dipartimento di Hinche, Lesly Martineu. Haiti è considerato uno dei paesi più poveri del mondo, con un indice attorno al 60 % della sua popolazione.

Strategie dei NOAL e riconoscimento a Cuba a Ginevra
20.5 - Il Movimento dei Paesi Non Allineati (NOAL) ha delineato oggi strategie centrate nel campo della salute per affrontare le crisi che colpiscono il mondo, durante una riunione a Ginevra che ha anche encomiato l'impegno di Cuba come presidente di turno del gruppo. L'incontro speciale convocato dal Ministro cubano della Salute, José Ramón Balaguer, ha contato sulla presenza dei membri pieni e degli osservatori dei NOAL, e della direttrice generale dell'OMS, dottoressa Margaret Chan. Proprio nell’ambito della 62° Assemblea dell'Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) a Ginevra, ha avuto luogo l'appuntamento in cui sono stati fatti numerosi elogi all'impulso che Cuba ha dato al movimento nei suoi tre anni di presidenza. Sono stati significativi i riconoscimenti allo spirito solidale dell'Isola, sia sul terreno della collaborazione diretta in ogni nazione, sia nella formazione di professionisti del settore. La parte africana è stata particolarmente eloquente in tal senso.

Cuba conferma il quarto caso dell’influenza A (H1N1)
20.5 - Il Ministero della Salute Pubblica di Cuba ha confermato oggi il quarto caso di influenza A (H1N1). In una nota ufficiale pubblicata dal quotidiano Granma, l'istituzione ha spiegato che "si tratta di un bambino canadese di 14 mesi di età che è giunto a Cuba con i suoi genitori, proveniente da Toronto, che nei giorni dopo il suo arrivo, ha avuto febbre e sintomi respiratori, per cui è stato assistito e ricoverato". Si ribadisce alla popolazione l'importanza del compimento degli orientamenti dati sull'igiene personale e collettiva, come pure sulla necessità di ricorrere ai servizi di salute di fronte alla presenza di febbre o di sintomi respiratori. In relazione ai tre casi confermati di influenza A (H1N1) nel nostro paese, ha indicato il documento ministeriale, si informa la popolazione che la loro evoluzione clinica è stata soddisfacente, gli studenti sono stati dimessi al momento opportuno e stanno compiendo i loro studi quotidiani.

Cuba sostituisce 1.3 milioni di lampade poco efficienti
20.5 - Cuba ha sostituito 1.3 milioni di lampade fluorescenti con altre più efficienti come parte di un programma iniziato due anni fa, che comprende anche il loro smaltimento senza danneggiare l’ambiente, hanno affermato fonti ufficiali. Lo specialista della direzione di Uso Razionale dell'Energia dell'Unione Nazionale Elettrica, Maikel Hernández, ha indicato che la sostituzione delle lampadine da 40 watt con altre da 32 watt ha significato il risparmio di 141 milioni di chilowatt/ora ogni anno. Tale dato è paragonabile a quello utilizzato dai settori del trasporto e della costruzione nel 2006 nel paese, ha aggiunto Hernández, che ha affermato che una squadra per la distruzione controllata delle lampade ne ha già distrutte circa 39.000.

Ribadita all’OMC la denuncia contro gli Stati Uniti
21.5 – A Ginevra, delegati di Cuba, delle Comunità Europee (in rappresentanza dei 27) e di altri 12 paesi hanno ribadito le loro denunce sulla persistenza dell'illegale sezione 211 degli Stati Uniti che colpisce il commercio. Nell'Organismo di Soluzione dei Contrasti (OSD) dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) è stato nuovamente affrontato il tema che costituisce una flagrante violazione delle norme internazionali e che colpisce direttamente Cuba. Oltre a Cuba e alle Comunità Europee, hanno deplorato l'atteggiamento statunitense Cina, Brasile, Ecuador, Venezuela, India, Costa Rica, Thailandia, Cile, Argentina, Bolivia, Nicaragua e Vietnam. Il Ministro consigliere della Missione di Cuba a Ginevra, Jorge Ferrer, ha smentito l'affermazione dei rappresentanti del Governo degli Stati Uniti, che si autodefinisce uno stretto ‘adempitore’ delle decisioni dell'OSD sulla base della retorica.

Attivati i Consigli di Difesa in una provincia cubana per le intense piogge
21.5 - I Consiglio di Difesa dei nove municipi dell'orientale provincia di Santiago de Cuba sono stati attivati oggi al fine di proteggere la popolazione e gli obiettivi economici, di fronte alle abbondanti precipitazioni. Piogge di circa 200 millimetri sono cadute durante la notte precedente e all’alba di questo giovedì, secondo un'informazione trasmessa da Radio Rebelde. Il presidente del Consiglio di Difesa Provinciale, Lázaro Expósito, ha dato disposizioni affinché sia accurata e meticolosa l'attenzione alle persone colpite, cercando di valutare nel minore tempo possibile i danni causati dagli acquazzoni. Secondo la notizia, i temporali che sono avvenuti a Santiago de Cuba dallo scorso giorno 15, sono dovuti a una zona di basse pressioni e sono entrati più di 54 milioni di metri cubi di acqua negli 11 bacini artificiali del territorio.

Cuba incrementa la generazione idroelettrica
21.5 - Cuba ha incrementato del 20 % durante i primi quattro mesi di quest’anno la sua generazione idroelettrica a confronto con lo stesso periodo del 2008, hanno messo in evidenza informazioni ufficiali. Secondo le autorità di questo settore, questa azione ha permesso un risparmio di 12.000 tonnellate di petrolio e ha favorito la protezione dell'ambiente evitando l'emissione nell'atmosfera di quasi 31.000 tonnellate di biossido di carbonio. La produzione di energia a partire dall'acqua, ampiamente utilizzata nei paesi con grandi risorse idriche, beneficia a Cuba gli abitanti e gli obiettivi economici dei territori di difficile accesso. Vera promotrice di una rivoluzione energetica nell’attualità, Cuba conta su 180 installazioni idrauliche che generano circa 60 megawatts/ora, indicano i dati ufficiali.

Cuba, alta produzione di agricoltura urbana
22.5 - Il sistema dell'agricoltura urbana cubana ha prodotto oltre 1.4 milioni di tonnellate di ortaggi nel 2008, e si prevedono maggiori risultati con l'incremento di nuove aree in sviluppo, ha affermato una fonte ufficiale. Nelson Campanioni, dell'Istituto di Ricerche Fondamentali dell'Agricoltura Tropicale (INIFAT), ha detto alla stampa che il sistema conta in tutto il paese su 9.400 ettari di orti organoponici e di orti intensivi. Intanto, si eseguono e si progettati nuovi investimenti per elevare questo dato fino a disporre di 10.000 ettari, tra cui oltre 300 coltivazioni semiprotette.

Attivato l’allarme sulla possibilità di allagamenti a Santiago de Cuba
22.5 - L'Istituto Nazionale di Risorse Idrauliche (INRH) dell'orientale provincia di Santiago de Cuba ha attivato il sistema di allarme veloce sulla possibilità di allagamenti. Una notizia pubblicata oggi sul quotidiano Granma afferma che per le intense precipitazioni, circa 100 persone sono state evacuate e ospitate in case di amici e familiari. Ogni quattro ore sono monitorati tutti i fiumi del territorio per sapere con esattezza il volume dell'acqua che scorre nell'alveo dei fiumi e che può provocare straripamenti in varie località di Holguín, Santiago de Cuba e Granma, spiega la notizia.

L’Ucraina ringrazia per l’aiuto cubano ai bambini di Chernobil
22.5 – L’Ucraina ringrazia Cuba per l'attenzione offerta ai bambini di Chernobil, ha detto Ihor Hrushko, direttore generale per le relazioni dell’Ucraina con Europa e America, giunto in visita a Cuba. Questo aiuto è stato grande ed è stato molto apprezzato dalla mia nazione. Siamo molto grati a Cuba, ha detto il dirigente in dichiarazioni pubblicate oggi sul quotidiano Juventud Rebelde. L’anno prossimo, ha ribadito Hrushko, commemoriamo il 20° anniversario del Programma di cura dei bambini di Chernóbil, assistiti anche negli anni più difficili del cosiddetto ‘periodo speciale’, con le carenze che aveva Cuba.

Fidel Castro: ad Haiti niente può essere improvvisato
25.5 - Il leader cubano, Fidel Castro, ha affermato che la cosa più importante è la creazione di nuove forme di cooperazione di cui questo mondo egoista ha tanto bisogno. In una riflessione dal titolo "Niente può essere improvvisato ad Haiti", pubblicata nel sito digitale Cubadebate, Fidel Castro ha affermato che gli organismi delle Nazioni Unite possono testimoniare che Cuba sta apportando quello che loro definiscono Programmi Integrali di Salute. Niente può essere improvvisato ad Haiti e niente sarà frutto dello spirito filantropico di qualsiasi istituzione, ha enfatizzato il leader cubano dopo aver ricordato la lunga storia di cooperazione con Haiti in materia di salute ed educazione. "Aiutando gli altri pure noi ci siamo sviluppati in questo campo, e costituiamo un'importante forza. Questo, e non il furto di cervelli, è quello che pratichiamo! Possono affermare la stessa cosa i paesi ricchi e supersviluppati del G-7? Altri seguiranno il nostro esempio! Nessuno lo dubiti!", ha affermato Fidel Castro.

Cuba aumenterà le restrizioni nei consumi a causa della crisi mondiale
25.5 - Il Governo di Cuba ha affermato che nessuno rimarrà senza protezione nonostante le restrizioni ai consumi che saranno prese per affrontare il crescente impatto della crisi mondiale nel paese, ha pubblicato la stampa cubana. Il Ministro di Economia e Pianificazione, Marino Murillo, ha confermato al quotidiano Juventud Rebelde che la crescita economica di Cuba sarà del 3.5 % in meno di quanto previsto, a causa dell’attuale congiuntura mondiale e dell'impatto di tre recenti uragani. "La crescita che avevamo previsto del 6 % non sarà raggiunta; prevediamo di raggiungere un 2.4 o 2.5 %, ha dichiarato Murillo al quotidiano, che pubblica questa domenica un sondaggio sulla percezione che hanno i cubani della crisi. Ha precisato che i temuti black-out potranno essere evitati nei prossimi mesi solo con il rispetto delle misure che impediscono un sovraccarico del consumo elettrico negli enti statali.

Cuba aumenta la campagna per la promozione del risparmio energetico
25.5 - I livelli eccessivi di consumo energetico giustificano la campagna mediatica che mobilita oggi i cubani, preoccupati per la loro crescita economica e il possibile ritorno dei black-out. In tal senso, l’interruzione temporanea del servizio elettrico risalta tra le misure eccezionali che lo Stato applicherà dal prossimo 1° giugno per compensare l’eccessivo consumo di combustibile. Il quotidiano Juventud Rebelde ha pubblicato ieri dichiarazioni del Ministro di Economia e Pianificazione, Marino Murillo, che ha confermato l'adozione di misure di contingenza per ridurre il consumo. Secondo dati ufficiali, a Cuba costa circa 2.6 milioni di dollari al giorno la generazione di elettricità. Mantenere tale servizio risulta ancora più difficile, perché Cuba è sotto blocco da parte degli Stati Uniti dal 1961, e lo scorso anno ha avuto perdite per 10.000 milioni di dollari a causa di tre uragani.

I colpiti dall’influenza A H1N1 a Cuba sono stati dimessi dall’ospedale
25.5 – Le autorità sanitarie cubane hanno dimesso dall’ospedale le quattro persone che avevano contratto l’influenza A H1N1, mentre tuttora la Difesa Civile mantiene attivati tutti i suoi posti di direzione di fronte al pericolo che ancora rappresenta per Cuba. Il bambino canadese di 14 mesi di età, che dopo l'arrivo a Cuba con i suoi genitori provenienti da Toronto è stato confermato come il quarto caso riportato nel paese, ha avuto un'evoluzione della malattia molto favorevole ed è stato dimesso dall’ospedale, pubblica il quotidiano Granma. Inoltre è stato comunicato che sono stati dimessi i tre studenti messicani che frequentano corsi a Cuba, che pure loro hanno avuto una soddisfacente evoluzione clinica dell'influenza A H1N1. Secondo statistiche ufficiali, il numero di casi si è esteso a 44 paesi, e di fronte al pericolo che rappresenta per Cuba, le direzioni del sistema nazionale, provinciale e municipale della Difesa Civile sono state mantenute in fase di allerta.

Cuba si sente orgogliosa di essere fuori dall'OEA
26.5 - Il Ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Bruno Rodríguez, ha affermato a Caracas che Cuba si sente molto orgogliosa di essere fuori dall'Organizzazione degli Stati Americani (OEA), un meccanismo che ha definito anacronistico. In un incontro con il Presidente venezuelano, Hugo Chávez, al termine di una riunione dei Ministri degli Esteri dell'Alternativa Bolivariana per i Popoli della Nuestra América (ALBA), il capo della diplomazia ha affermato che a Cuba non serve essere membro dell'OEA. "Non è in discussione il ritorno di Cuba nell'OEA, che storicamente è stato uno strumento degli Stati Uniti e che oggi continua a esserlo", ha detto Rodríguez.

Proseguono le azioni degli Stati Uniti contro gli antiterroristi cubani
26.5 - Il Governo degli Stati Uniti presenterà il 28 maggio i suoi documenti, con cui intende impedire che la Corte Suprema esamini il caso dei cinque antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti da oltre 10 anni. A partire da quella data, gli avvocati della difesa avranno 10 giorni per la loro replica ed è prevista una sentenza della Corte per il 22 giugno, ha pubblicato il settimanale Trabajadores. Secondo l'avvocato nordamericano Leonard Weinglass "ci stiamo avvicinando alla fine del periodo di sessioni della Corte Suprema, e se ciò accadesse, probabilmente la decisione slitterebbe al prossimo autunno". In un processo manipolato, il tribunale aveva pronunciato ingiuste condanne che vanno da 15 anni di privazione della libertà fino a un doppio ergastolo più 15 anni, oltre a sottoporre gli antiterroristi a difficili condizioni di reclusione.

I Pastori per la Pace sfideranno il blocco degli Stati Uniti contro Cuba
26.5 - Il prossimo mese di luglio l'organizzazione statunitensi Pastori per la Pace sfiderà per la ventesima volta il blocco economico, finanziario e commerciale imposto da Washington a Cuba con una carovana che giungerà a La Habana. Come tutti gli anni, i partecipanti passeranno per 140 città nordamericane al fine di raccogliere aiuto umanitario per il popolo cubano e di dare informazioni sul blocco mantenuto dai vari Governi statunitensi per quasi cinquant’anni. Il gruppo inizierà il suo percorso in Canada il 3 luglio, transiterà attraverso il territorio statunitense e una volta a Cuba i suoi membri parteciperanno per nove giorni ad attività educative e culturali. Questo annuncio è stato fatto dalle comunità di solidarietà con Cuba nella città canadese di Vancouver con un comunicato via Internet.

Cuba conferma la sua proiezione solidale nella celebrazione della Giornata dell'Africa
26.5 - Il Governo di Cuba ha affermato che lavorerà per rafforzare le sue relazioni di cooperazione con i paesi dell'Africa, che hanno commemorato il 46° anniversario del loro primo meccanismo di integrazione continentale. Teresa González, Vice-ministro cubano delle Relazioni Estere, ha sottolineato il lascito africano nella cultura cubana, che a sua volta ha contribuito all'indipendenza di vari paesi del cosiddetto continente nero e al suo attuale sviluppo sociale. Fidele Diarra, Ambasciatore del Mali a Cuba, ha sottolineato la formazione di professionisti africani a Cuba, i cui esperti hanno pure collaborato in settori come l’educazione, la salute e lo sport. Il 25 maggio 1963 era stata fondata ad Addis Abeba l'Organizzazione per l'Unità Africana, trasformata nel 2002 nell'Unione Africana.

Cuba denuncia la permanente ostilità degli Stati Uniti
27.5 - Cuba ha respinto in maniera energica al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite la decisione degli Stati Uniti di mantenerla per 28 anni consecutivi in una lista di nazioni che in modo presunto favoriscono il terrorismo. Durante tutti questi anni, i grossolani pretesti per inserire Cuba in tale lista sono stati vari, ma è sempre stata evidente la totale mancanza di veridicità e di obiettività degli stessi, e l'impossibilità di sostenerli, ha detto il rappresentante di Cuba all'ONU, Abelardo Moreno. In un discorso al Consiglio, l'Ambasciatore Moreno ha ricordato che i Governi degli Stati Uniti sono stati coinvolti negli ultimi 50 anni in ripetute azioni terroristiche che hanno causato al popolo cubano 3.478 morti e 2.099 invalidi. Le perdite materiali, ha aggiunto, ammontano a oltre 54.000 milioni di dollari.

Cuba riceverà l’impatto di almeno un uragano
27.5 - Cuba sarà colpita durante la prossima stagione ciclonica (dal 1° giugno al 30 novembre) da almeno un uragano, ha informato Gisell Aguilar, esperta dell'Istituto di Meteorologia. "Per il 2009, le condizioni atmosferiche tendono a compensarsi e ci si attende una stagione ciclonica normale o vicina alla media, con una probabilità da normale a moderata e con l'incidenza di almeno un uragano nei Caraibi, proveniente dall'Atlantico", ha spiegato l'esperta. Durante il programma radioteletrasmesso Tavola Rotonda, la Aguilar ha precisato che il paese è pronto per affrontare il periodo e per questo ha un centro nazionale di previsione e diversi altri distribuiti nelle province, in collegamento con la difesa civile e con i mezzi di diffusione. Al loro passaggio attraverso Cuba nel 2008 gli uragani Gustav, Ike e Paloma hanno provocato sette morti e danni per oltre 10.000 milioni di dollari.

Procede la post-alfabetizzazione in Bolivia con l'aiuto di Cuba
27.5 - La regione boliviana di La Paz ha consolidato oggi il programma di post-alfabetizzazione con l'abilitazione di 135 punti di insegnamento, un piano che conta sull'appoggio di Cuba. Secondo il capo di gestione educativa del municipio dipartimentale, Miguel Paredes, il numero delle aule supera le 100 previste per quest’anno. Il 22 marzo scorso la Bolivia ha iniziato la via verso la post-alfabetizzazione, appena tre mesi dopo la conclusione del processo che ha permesso a oltre 820.000 persone di imparare a leggere e a scrivere. La Bolivia è diventata lo scorso 20 dicembre la terza nazione libera dall’analfabetismo, sconfitto prima da Cuba (1961) e dal Venezuela (2005).

Evacuate persone in una provincia cubana a causa delle inondazioni
28.5 - Decine di residenti del municipio di Río Cauto, nell'orientale provincia cubana di Granma, sono state evacuate oggi a causa delle inondazioni provocate dalle acque provenienti dalle vicine province di Holguín e di Las Tunas. Secondo una notizia dell'Agenzia di Informazione Nazionale, nel paese di Vado del Yeso, circa 40 persone sono ospitate nella scuola locale René Martínez Tamayo, e altre 32 sono in case di familiari e amici. Lì i danni sono provocati dagli straripamenti del canale destro della diga Cauto del Paso.

Cuba è sempre stata il riferimento della lotta del FMLN, ha detto la comandante Nidia Díaz
29.5 - La comandante Nidia Díaz ha affermato oggi a San Salvador che si può dire che Cuba è stata sempre il riferimento della lotta del Fronte Farabundo Martí per la Liberazione Nazionale di El Salvador (FMLN). In dichiarazioni a Prensa Latina, la combattente rivoluzionaria ha aggiunto che ciò è dovuto all'atteggiamento degno di Cuba, con risultati eccellenti e con la sua cooperazione con il popolo salvadoregno. Ha affermato che la prevista normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra i due paesi è qualcosa di grande per gli abitanti di El Salvador. Ha detto che la ripresa delle relazioni diplomatiche tra Cuba ed El Salvador rappresenta la più grande gioia e soddisfazione per i salvadoregni e avverrà nell’ambito dell’entrata in carica del nuovo Governo il 1° giugno.

Riprenderanno i voli tra Cuba e Messico il prossimo 1° giugno
29.5 - Cuba riprenderà il prossimo 1° giugno i voli verso il Messico, misura adottata come "sospensione temporanea" a causa della propagazione dell'influenza A(H1N1) in quel paese. Alla luce dell'apparizione in Messico del virus A(H1N1), malattia sconosciuta fino ad allora, e dell'incremento dei casi riportati, lo scorso 30 aprile erano stati sospesi temporaneamente i voli da e per il Messico, secondo una notizia pubblicata oggi nei quotidiani Granma e Juventud Rebelde. Secondo il testo del Ministero della Salute Pubblica, tale disposizione fa parte delle azioni di prevenzione e di Controllo Sanitario Internazionale stabilite per il Sistema Nazionale di Salute.

Intense piogge e tempeste elettriche in una parte di Cuba
29.5 - Intense piogge e tempeste elettriche hanno colpito da vari giorni l'ovest di Cuba, dovute a condizioni instabili dell'atmosfera, associate alla presenza di basse pressioni e all'elevato contenuto di umidità esistente. Miguel Ángel Hernández, esperto del Centro di Previsioni dell'Istituto di Meteorologia, ha informato che ieri, solo nella città di La Habana, sono stati registrati 50 millimetri di precipitazioni in meno di due ore, come pure una raffica di vento di 112 chilometri all’ora. Ha previsto che le precipitazioni continueranno nelle regioni occidentale e centrale dell'Isola.