maggio 2005

Raúl Castro ha concluso una fruttuosa settimana di visita in Viet Nam
3.5 - Raúl Castro Ruz, Primo Vicepresidente del Consiglio di Stato e dei Ministri di Cuba, ha terminato martedì a Città Ho Chi Minh, popolosa città meridionale del Viet Nam, una fruttuosa visita ufficiale amichevole di una settimana in Viet Nam. Il secondo segretario del Partito Comunista di Cuba era arrivato il 28 aprile in questa città da Hanoi, nella sua seconda e ultima tappa del suo soggiorno in questo paese, in un giro che era iniziato in Cina, per poi proseguire nel Laos e poi in Malesia. All'aeroporto di Tan Son Nhat, Raúl Castro, che è anche Ministro delle Forze Armate Rivoluzionarie cubane è stato salutato ai piedi della scaletta dell'aeroplano da Nguyen Minh Triet, membro dell'Ufficio Politico del Partito Comunista del Vietnam e segretario del suo Comitato a Città Ho Chi Minh. Durante la sua permanenza di cinque giorni nella più importante città economica e seconda per importanza nazionale, Raúl Castro ha sviluppato un ampio programma di incontri e visite e ha assistito come invitato speciale alla sfilata militare per il XXX Anniversario della Liberazione del Sud e della Riunificazione del Viet Nam.

Fidel Castro: la manifestazione del Primo Maggio ha battuto tutti i record
4.5 – La manifestazione per la Giornata Internazionale dei Lavoratori a Cuba, lo scorso 1° maggio, ha superato ogni tipo di aspettativa e ha battuto tutti i record, ha affermato a La Habana il Presidente Fidel Castro. In un intervento speciale radioteletrasmesso, il Presidente ha affermato che la mobilitazione della scorsa domenica avrebbe avuto bisogno di due piazze come la Piazza della Rivoluzione. Ha segnalato che la manifestazione ha avuto un'enorme ripercussione internazionale, perché è stato il popolo a sostenere la battaglia che stiamo portando avanti e questo fatto nessuno lo può nascondere. Il leader cubano ha sottolineato che i mezzi di comunicazione internazionali non hanno riportato il numero indicato dagli organizzatori, 1.300.000 persone.

Cuba e lo Stato del Vermont hanno firmato un memorandum di intesa
4.5 – L'azienda cubana importatrice di alimenti Alimport e lo Stato nordamericano del Vermont hanno deciso di promuovere per due anni la commercializzazione di prodotti agro-zootecnici, in particolare bestiame, latte in polvere e maionese verso Cuba. Tale interesse è riportato in un verbale di intesa firmato da Pedro Álvarez, presidente di Alimport, e da James Jefford, senatore indipendente per il Vermont, come risultato dell'avvicinamento alla comunità agricola degli Stati Uniti. Ringraziando per il gesto delle autorità cubane, Jefford ha manifestato l'utilità di questi legami per i due paesi, e allo stesso tempo sono un modo di rendere concreti gli sforzi a favore dell'eliminazione del blocco economico, commerciale e finanziario che il suo paese esercita contro Cuba.

Fidel Castro difende il progetto di integrazione regionale
5.5 - L'Alternativa Bolivariana per le Americhe (ALBA) è un progetto solidale in contrapposizione all'iniziativa egemonica denominata Area di Libero Commercio delle Americhe (ALBA), ha espresso il Presidente di Cuba, Fidel Castro. Davanti a dirigenti della vita sociale e politica del paese, a ufficiali delle Forze Armate e del Ministero degli Interni e a sopravvissuti e familiari delle vittime di azioni terroristiche contro Cuba, il Presidente ha ricordato che l'ALBA è una proposta del suo omologo venezuelano, Hugo Chávez. Ha fatto riferimento al documento firmato dai due il 14 dicembre scorso, in occasione di una visita di Chávez a Cuba alla testa di un'ampia delegazione del suo paese, nel 10° anniversario del suo primo arrivo a La Habana. Secondo lo statista, il progetto statunitense non ha smesso di essere un pericolo, nonostante non si sia compiuto il proposito delle sua entrata in vigore a partire da gennaio 2005, e per tal motivo si tenta di imporlo per altre vie.

Fidel Castro: Posada Carriles può essere vittima di un assassinio
5.5 - Il Presidente Fidel Castro ha ribadito il suo timore sul fatto che le autorità degli Stati Uniti stiano preparando una soluzione inaspettata al caso del terrorista Luis Posada Carriles, in attesa di asilo in quella nazione. "Che non gli facciano venire un infarto, che non lo facciano sparire", ha detto il Presidente in un'apparizione speciale davanti a dirigenti della vita sociale e politica del paese, a ufficiali delle Forze Armate e del Ministero degli Interni, e a sopravvissuti e familiari delle vittime di azioni terroristiche contro Cuba. Ha aggiunto che c'è tanta gente dell'attuale amministrazione statunitense implicata in questo caso, tra questi Otto Reich e Roger Noriega, che potrebbero far assassinare Posada Carriles e poi farlo sparire. Tutti loro fanno parte di una combriccola mista che è implicata in determinati servizi sporchi del Governo nordamericano, ha detto Fidel Castro.

Altri 46 giovani guatemaltechi hanno ricevuto la notifica di una borsa di studio a Cuba
5.5 - Altri 46 giovani guatemaltechi hanno ricevuto la notifica ufficiale di una borsa di studio alla Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM) di Cuba, aggiungendosi agli oltre 600 studenti di questa nazionalità iscritti in questa struttura. L'Ambasciatore cubano in Guatemala, Angelo Abascal, ha consegnato in modo simbolico due biglietti aerei a due studenti, che fanno parte del secondo gruppo che in meno di una settimana si avvale di borse di formazione come medici a Cuba. La settimana scorsa, autorità del Ministero della Salute Pubblica e diplomatici cubani hanno salutato formalmente circa 50 giovani che già erano stati nell'isola, e hanno annunciato che in forma eccezionale il Governo di La Habana quest'anno ha raddoppiato le iscrizioni.

Le entrate dei cubani continueranno a crescere, ha annunciato Fidel Castro
6.5 - Cuba continuerà a incrementare le pensioni e i salari minimi, ha affermato il Presidente Fidel Castro, che ha parlato di un aumento graduale delle entrate della popolazione. Durante un intervento speciale davanti a dirigenti dello Stato, del Governo e del Partito Comunista di Cuba e delle organizzazioni sociali, il Presidente ha affermato che nessun pensionato o lavoratore resterà con le pensioni e con i salari minimi attuali. Queste entrate minime sono state elevate lo scorso mese e incidono sul livello di vita di un ampio settore della popolazione, in una nazione la cui speranza di vita ruota attorno ai 75 anni. "Oso assicurare che arriverà il momento di aumentarli ancora e cercheremo di continuare a controllare i prezzi", ha indicato.

Parte per Cuba il seconda contingente di borsisti dominicani
6.5 – Un contingente di 50 borsisti dominicani partirà questa domenica per La Habana per studiare alla Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM), hanno reso noto fonti dell'Ambasciata di Cuba in questo paese. Questo è il secondo contingente che si reca a Cuba negli ultimi 15 giorni, fino a completare il centinaio di borse di studio concesse dal nuovo corso dell'ELAM, ha precisato Eliseo Zamora, consigliere di questa sede diplomatica. Già frequentano gli studi di medicina nella citata università latinoamericana, alla periferia di La Habana, 341 studenti dominicani, dei quali 94 si laureeranno nel prossimo agosto, ha detto Zamora a Prensa Latina.

Il Governo di Cuba ha aumentato a 100 le borse di studio a uruguayani per studiare medicina
6.5 - Il Governo di Cuba ha concesso all'Uruguay un totale di 100 borse di studio affinché studenti di famiglie umili possano prepararsi come medici nella Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM), a La Habana. Questo fine settimana sono già 45 i giovani che partono per Cuba, dove già si trovano altri circa 300 studenti che frequentano i differenti livelli del corso, per dopo condividere queste conoscenze con la popolazione di questa nazione sud-americana, colpita dalle politiche economiche neoliberiste. Secondo quanto saputo da Prensa Latina, funzionari di alto livello del Ministero degli Esteri uruguayano hanno ringraziato per il gesto di Cuba, che offre il suo paese e il suo sforzo "affinché i figli di famiglie povere latinoamericane, africane e anche statunitensi, possano prepararsi come medici".

Un mammografo ad alta tecnologia in funzione in una provincia cubana
6.5 - Un moderno mammografo è entrato in funzione all'ospedale Antonio Luaces Iraola di Ciego de Ávila, nel centro dell'isola, come parte del programma che lo Stato sviluppa per modernizzare i servizi sanitari specializzati. L'innovativa tecnica facilita la scoperta di noduli, displasie, calcificazioni e cancro alle mammelle, una delle principali cause di morte tra le donne cubane. Lo strumento, di ultima generazione, permette di visualizzare mediante radiazioni ionizzanti piccole lesioni impossibili da identificare attraverso altri metodi, aspetto che facilita stabilire azioni curative prima dell'apparizione di cellule cancerogene. A Cuba da oltre dieci anni si sviluppa un programma di orientamento alle donne sulle possibili cause e sui sintomi del cancro alla mammella.

Messo in evidenza a Cuba il valore dell'uso collettivo dei mezzi informatici
6.5 - Cuba privilegia l'uso collettivo dei mezzi informatici come la forma più adeguata per estendere i benefici delle nuove tecnologie dell'informazione a tutta la sua popolazione, ha detto José Luis Perdomo, Viceministro cubano delle Comunicazioni. Inaugurando questo lunedì la XI Convenzione Informatica 2005 al Palazzo delle Convenzioni di La Habana, il funzionario ha sostenuto allo stesso modo che come conseguenza dell'impetuoso sviluppo dell'informatica nel paese, Cuba dovrà guadagnare un spazio nel mercato mondiale di software. L'appuntamento, ha affermato da parte sua Francisco José Lacayo, rappresentante dell'UNESCO a Cuba, ha luogo in un momento in cui lo sviluppo delle nuove tecnologie è tanto onnipresente e accelerato che si trasforma in strumento di una nuova forma di vivere, di una cosmovisione, nel secolo XXI.

Raúl Castro è ritornato a Cuba
7.5 - Il Primo Vicepresidente cubano, Raúl Castro, è ritornato a Cuba al termine di un giro di 22 giorni attraverso nazioni dell'Asia e dell'Europa. Raúl Castro, che è anche Ministro delle Forze Armate Rivoluzionarie, è arrivato alle 23:40 di ieri sera (ora locale) ed è stato ricevuto dal Presidente, Fidel Castro. Il percorso ha compreso Cina, Laos, Malesia, Vietnam, Svizzera, Portogallo e Spagna.

Bush favorisce Posada Carriles, afferma Fidel Castro
7.5 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha indicato il Presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, come il padrino del noto terrorista Luis Posada Carriles. Bush è il "padrino di Luis Posada Carriles, di Orlando Bosch e della mafia di criminali che li ha sostenuti e che ha reso possibile la sua vittoria fraudolenta nella Florida", ha detto il leader della Rivoluzione cubana in un intervento radioteletrasmesso. Fidel Castro ha fatto anche riferimento al silenzio complice del Presidente statunitense, che non si è pronunciato riguardo alla richiesta di asilo del terrorista. Il capo di Stato cubano ha fatto riferimento a un programma trasmesso in un canale di Miami nel quale l'avvocato di Carriles, Ernesto Soto, ha confermato la presenza di questo terrorista nel territorio nordamericano.

Costituzione dei governi locali a Cuba
9.5 - Domenica prossima a Cuba, la costituzione dei governi locali significherà qualcosa di più che il culmine di un mero atto elettorale. Quel giorno, 15.112 delegati di un uguale numero di circoscrizioni assumeranno in modo ufficiale e solenne i loro posti nelle 169 Assemblee Municipali del Poder Popular esistenti nell'isola, per concludere un impegno che è durato quasi tutta la prima parte dell'anno. In termini statistici il processo è stato un successo: nelle 37.280 scuole predisposte hanno esercitato il loro diritto al voto 8.280.140 cittadini maggiore di 16 anni, cioè, oltre il 96 % di coloro iscritti nell'anagrafe elettorale.

Messa in risalto l'applicazione dell'informatica nella docenza a Cuba
10.5 – I partecipanti alla XI Convenzione Informatica 2005 che si tiene a La Habana hanno messo in risalto le numerose applicazioni delle scienze informatiche nei programmi educativi cubani. Intervenendo all'XI Congresso Internazionale di Informatica nell'Educazione - che fa parte della Convenzione - Eduardo Cruz, Viceministro dell'Educazione Superiore, ha affermato che a partire dal prossimo settembre le sedi universitarie municipali cubane saranno pronte a cominciare a impartire corsi di informatica. L'ingegnere Jorge Luis Perdomo, Viceministro delle Comunicazioni, ha sottolineato ieri all'evento il fatto che Cuba privilegia l'uso collettivo dei mezzi informatici come il modo più adatto per estendere i benefici delle nuove tecnologie dell'informazione a tutta la sua popolazione.

Fidel Castro è dell'opinione che Posada Carriles venga processato in Venezuela
11.5 - Il Presidente Fidel Castro ha affermato che il terrorista Luis Posada Carriles deve essere giudicato in Venezuela e ha sottolineato che Cuba ha rinunciato a questa prerogativa per facilitare il fatto che il criminale compaia davanti alla giustizia. "Non c'è la minima possibilità che Posada Carriles finisca con l'essere giudicato a La Habana", ha enfatizzò il Presidente commentando un editoriale del quotidiano 'The New York Times'. Durante una comparizione radio-teletrasmessa, il capo di Stato ha ricordato che la prima cosa che ha fatto Cuba è stata quella di rinunciare al suo diritto prioritario di processare il terrorista. Tale decisione, ha indicato, è stata presa per togliere argomenti a coloro che si opponevano alla sua estradizione dal Panama verso altri paesi che la reclamavano per i crimini commessi. "Quello che c'interessa è che Posada Carriles non fugga e che sia sottoposto ai tribunali", ha enfatizzato. "Non siamo animati da un meschino spirito di vendetta", ha sottolineato, per rimarcare subito il fatto che la priorità è quella di fare giustizia per i fatti commessi da un personaggio di questo tipo.

Fidel Castro: gli Stati Uniti mentono su Posada Carriles
11.5 - Il Governo degli Stati Uniti mente al mondo sul terrorista Luis Posada Carriles ignorando le denunce sulla sua presenza in quel paese, ha detto il Presidente cubano, Fidel Castro. In un intervento speciale ieri sera, il Presidente ha affermato che è una sfrontatezza e un'infamia che l'Amministrazione del Presidente George W. Bush dica di ignorare il domicilio di questo criminale. "Costituisce la maggiore sfrontatezza con 15 organizzazioni di intelligence, 180.000 uomini e un Dipartimento di Sicurezza. È la maggiore vergogna o la maggiore sfrontatezza del mondo", ha sottolineato. Il Presidente ha fatto riferimento a vari articoli pubblicati su importanti mezzi di stampa statunitensi che confermano il curriculum criminale di Posada Carriles, in territorio nordamericano in attesa dell'asilo richiesto alla Casa Bianca. "La verità si è fatta strada", ha detto il Capo di Stato commentando articoli diffusi dai quotidiani The New York Times, Los Angeles Time e The Sun Sentinel, tra gli altri.

Ministro cubano sottolinea il recupero dei settori economici
11.5 - Il Ministro cubano di Economia e Pianificazione, José Luis Rodríguez, ha affermato a La Habana che tutti i rami dell'economia nazionale si stanno riprendendo, mentre si raggiungono importanti risultati sociali nel paese. Rodríguez, che ha parlato alla cerimonia di consegna dei premi ai vincitori del Premio Nazionale di Economia 2004, ha evidenziato il fatto che nell'isola si apre un nuovo panorama per progredire, dopo l'applicazione di diversi programmi in condizioni di poche disponibilità di risorse. Riferendosi alle relazioni di Cuba con l'estero, il titolare del MEP ha illustrato in tal senso le favorevoli prospettive a partire dai crescenti vincoli e accordi con Cina e Vietnam. Rodríguez ha pure messo in risalto il nuovo passo di integrazione di Cuba con il Venezuela, nell'ambito dell'Alternativa Bolivariana per le Americhe (ALBA), di grande importanza per entrambi i paesi e la regione.

Fidel Castro denuncia Washington come creatrice del terrorismo attuale
12.5 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha affermato che gli Stati Uniti sono i creatori del terrorismo attuale, come un sistema che si è esteso come una piaga per il mondo. In un intervento radioteletrasmesso, il Presidente ha denunciato il fatto che Washington ha disseminato nell'emisfero occidentale terroristi anticubani, nella sua ostinata e criminale guerra contro l'isola. Tutte le azioni terroristiche contro Cuba dopo il trionfo della Rivoluzione sono state organizzate dagli Stati Uniti, ha sottolineato. Il Presidente ha detto che sono stati quegli stessi terroristi, come Luis Posada Carriles, quelli che poi hanno contrattato mercenari che erano rimasti senza lavoro alla fine della guerra sporca di Washington in America Centrale. Gli Stati Uniti sono complici di questi terroristi, con l'aiuto dei quali il Presidente George W. Bush ha partecipato alle elezioni e poi si è fatto rieleggere, ha affermato.

Cuba lotta per la pace e contro il terrorismo
12.5 - Cuba lotta per la pace e contro il terrorismo, e per questo motivo oggi ribadisce la sua denuncia sulla complicità degli Stati Uniti con Luis Posada Carriles e con altri criminali che continuano a essere impuniti in quel paese. Questo spirito ha prevalso negli interventi del Presidente Fidel Castro, che ieri è ritornato a comparire davanti alla radio e la televisione per insistere a denunciare il silenzio della Casa Bianca rispetto a Posada Carriles. In questi interventi ha utilizzato diversi articoli diffusi dalla stessa stampa nordamericana, che hanno pubblicato il curriculum criminale di Posada Carriles. Il Presidente ha indicato che il Venezuela ha il maggior diritto legale per processare il terrorista, e che una proposta affinché Posada Carriles venga giudicato da un tribunale internazionale dovrà avere il benestare di Caracas. Ha sottolineato il fatto che la manifestazione convocata per il prossimo martedì a La Habana non sarà contro il popolo nordamericano, bensì a favore del suo diritto a vivere in pace. Non sarà neppure, ha aggiunto, contro il Congresso statunitense, la cui maggior parte dei legislatori si oppongono al blocco all'isola.

Mobilitazione contro terrorismo sarà permanente, Fidel Castro
13.5 - Il Presidente Fidel Castro ha affermato che Cuba manterrà una mobilitazione permanente contro il terrorismo e per esigere che Luis Posada Carriles venga giudicato e condannato per i suoi crimini. Non sperino che le proteste finiscano se lo arresteranno e cercheranno di dilatare i tempi del processo fino alle calende greche, ha detto alcune ore fa il Capo di Stato in una comparizione radioteletrasmessa. Fidel Castro ha sostenuto che il popolo cubano si sente orgoglioso del fatto che gli sia toccato il privilegio di capeggiare la battaglia mondiale contro questo male e per la dignità umana. Deve essere giudicato perché è un terrorista internazionale che ha provocato sofferenze in diverse nazioni, ha insistito il leader rivoluzionario. Nella continuazione delle sue comparizioni sul tema, il Presidente ha assicurato che questa lotta viene librata anche per la libertà dei cinque concittadini arrestati negli Stati Uniti dal settembre 1998, che si dedicavano nel sud della Florida a lottare contro il terrorismo.

Fidel Castro ribadisce il profilo terrorista della Fondazione Nazionale Cubano-Americana
13.5 - Il profilo criminale della Fondazione Nazionale Cubano-Americana (FNCA) è stato messo in risalto dal Presidente Fidel Castro parlando dei suoi collegamenti con Luis Posada Carriles e con altri noti terroristi residenti negli Stati Uniti. A partire da articoli di quotidiani del sud della Florida che si basano su documenti declassificati negli Stati Uniti che svelano il coinvolgimento della FNCA con la guerra sporca contro Cuba, il Presidente ha affermato che questa poteva essere una notizia nuova là, ma non a Cuba. Da anni, i dirigenti della Rivoluzione stanno denunciando che questa Fondazione finanzia le azioni contro Cuba. Questo fatto è stato rivelato perfino da mercenari catturati a Cuba dopo gli attentati a installazioni alberghiere nel 1997 e nel 1998. Su invito del Presidente, il Ministro degli Esteri Felipe Pérez Roque ha commentato documenti che comprovano il fatto che tra il 1980 e il 1992, durante le Amministrazioni di Ronald Reagan e di George Bush, la FNCA aveva ricevuto 200 milioni di dollari provenienti da fondi federali.

Gli Stati Uniti hanno sempre saputo chi ha abbattuto l'aeroplano, ha affermato Fidel Castro
13.5 - Gli Stati Uniti hanno saputo fin dal primo momento chi sono stati gli autori dell'esplosione di un aeroplano cubano nel 1976, in cui morirono 73 persone, ha enfatizzato il Presidente Fidel Castro. Il Presidente ha fatto riferimento a documenti dell'Ufficio Federale di Investigazioni (FBI), declassificati negli Stati Uniti, che confermano la partecipazione di Luis Posada Carriles in quello che viene considerato uno dei più gravi attentati terroristici contro Cuba. Tali documenti, e altri dell'Agenzia Centrale di Intelligence (CIA), riportano i particolari di come le autorità nordamericane erano al corrente delle attività criminali di Posada Carriles, oggi in territorio statunitense in attesa di ricevere asilo politico. Un autobus con 73 cani è caduto in un precipizio e tutti sono morti, è stata la frase ricevuta da Orlando Bosch, l'altro organizzatore di quell'attentato al quale il Presidente George Bush, padre dell'attuale Capo di Stato, ha dato l'indulto alla fine degli anni '80. Non gli si poteva dare l'indulto, doveva essere processato in Venezuela o dove si trovasse, è un criminale, un terrorista internazionale, ha affermato il Presidente cubano.

Gli Stati Uniti finanziano a Cuba la controrivoluzione interna
13.5 - Il Governo degli Stati Uniti ha annunciato che consegnerà sei milioni di dollari per fomentare l'opposizione interna a Cuba, una misura diretta a sovvertire l'ordine politico nell'isola. Questo venerdì verrà firmato a Miami il protocollo del finanziamento, secondo quanto reso noto da Adolfo Franco, viceamministratore dell'Agenzia per lo Sviluppo Internazionale (USAID) per America Latina e Caraibi. Secondo l'edizione in spagnolo del quotidiano 'The Miami Herald', il denaro sarà utilizzato a Cuba attraverso il cosiddetto Gruppo di Appoggio alla Democrazia (GAD), un'organizzazione che da Miami mantiene legami a Cuba con gruppuscoli controrivoluzionari. Il finanziamento proviene da USAID, i cui fondi attuali per attività contro Cuba ammontano a 15 milioni di dollari.

Evidenziata in Colombia l'offerta di studi gratuiti a Cuba
13.5 - La direttrice dell'Istituto Colombiano di Credito Educativo e degli Studi Tecnici all'Estero (ICETEX), Martha Lucía Villegas, ha sottolineato la decisione di Cuba di raddoppiare quasi le borse di studio per studiare medicina nell'isola. In un intervento speciale al canale RCN Televisión sul tema, la Villegas ha precisato che quest'anno erano stati concessi 55 posti a favore di giovani colombiani delle zone più lontane e dei livelli uno, due e tre (i più poveri). Questa settimana, ha messo in risalto la Villegas, il numero è salito a 145, cioè quasi il triplo di quelli concessi all'inizio.

Gli Stati Uniti hanno finanziato il terrorismo contro Cuba, ha denunciato Fidel Castro
16.5 - Gli Stati Uniti hanno finanziato atti terroristici contro Cuba con centinaia di milioni di dollari consegnati ai gruppi controrivoluzionari di Miami, ha denunciato il Presidente Fidel Castro. Alla vigilia di una grandiosa marcia convocata per questo martedì a La Habana, il Capo di Stato ha detto che Washington ha consegnato 200 milioni di dollari alla Fondazione Nazionale Cubano Americana (FNCA) in 12 anni per azioni contro Cuba. Il Presidente ha affermato che nei due periodi dell'amministrazione di Ronald Reagan, quando è stata creata la FNCA, e poi nel mandato di George Bush, Washington ha fornito 200 milioni di dollari che "sono serviti per finanziare il terrorismo contro Cuba". La Fondazione Nazionale Cubano Americana è stata nutrita dagli assassini e dai ladri fuggiti da Cuba al trionfo della Rivoluzione, ha sottolineato citando relazioni ufficiali e notizie di stampa che confermano la complicità ufficiale degli Stati Uniti con il terrorismo.

Gruppi anticubani della Florida operano nel traffico illegale di persone
16.5 - Gruppi controrivoluzionari anticubani residenti in Florida hanno attivato una rete di traffico di persone verso gli Stati Uniti da porti messicani, informa l'edizione digitale del giornale 'Por Esto'. La pubblicazione messicana riporta che questi elementi utilizzano lance rapide e pescherecci dall'isola Mujeres e dal porto di Cancún, come centri di operazione, accoglienza e trasferimento di cubani con destinazione Miami, nel sud degli Stati Uniti. 'Por Esto' definisce una cellula criminale la rete di trafficanti di persone che opera sul litorale dello stato di Quintana Roo e che fa fino a tre viaggi alla settimana. Durante queste traversate trasportano gruppi che vanno da cinque a quindici persone. La rete dispone di case di sicurezza dove ubica i cubani che cercano di entrare nel territorio nordamericano, e li trasporta con diversi veicoli perfino nello stato di Tamaulipas, per accedere agli Stati Uniti attraverso lo stato del Texas.

L'attuale terrorismo è stato creato e sviluppato dagli Stati Uniti
17.5 - Il Presidente Fidel Castro ha denunciato oggi che il terrorismo attuale, con l'appoggio di sofisticati mezzi ed esplosivi di grande potenza, è stato creato e sviluppato dai governanti degli Stati Uniti per distruggere la Rivoluzione cubana. Davanti a centinaia di migliaia di abitanti di La Habana, mobilitati dalle prime ore del giorno per marciare contro il terrorismo, il Presidente ha affermato che gli Stati Uniti non hanno smesso per oltre quarant'anni la loro politica di terrorismo di Stato contro Cuba. In tal senso ha affermato che Orlando Bosch e Luis Posada Carriles, indicati come autori dell'esplosione di un aeroplano cubano con 73 persone a bordo nel 1976, e di altri crimini, sono "i più sanguinari esponenti del terrorismo imperialista" contro Cuba e contro altri popoli.

Oltre 1.200.000 cubani hanno marciato contro il terrorismo
17.5 – Oltre 1.200.000 cubani hanno marciato oggi a La Habana contro il terrorismo in una manifestazione capeggiata dal Presidente Fidel Castro e dal Primo Vicepresidente Raúl Castro. L'informazione è stata data dalla televisione cubana mentre trasmetteva immagini dei partecipanti che sono passati davanti all'Ufficio di Interessi di Washington a La Habana per chiedere l'arresto dei criminali di origine cubana Luis Posada Carriles e Orlando Bosch.

Il terrorista Posada Carriles appare in pubblico a Miami
17.5 - Il terrorista Luis Posada Carriles, la cui estradizione è stata sollecitata dal Venezuela, è comparso oggi davanti a un ridotto gruppo di giornalisti a Miami, con l'evidente approvazione delle autorità statunitensi. In un presunto magazzino nella città della Florida, Posada Carriles si è presentato in una conferenza stampa per svisare precedenti sue dichiarazioni a mezzi di stampa nordamericani, nelle quali si era vantato dalla sua partecipazione ad azioni criminali contro Cuba. Ha confermato la sua richiesta di asilo politico al Governo del Presidente George W. Bush, che finora si era rifiutato di riconoscere che il terrorista era rifugiato negli Stati Uniti. Questo martedì, il quotidiano The Miami Herald ha pubblicato un'intervista con il noto criminale, realizzata in un lussuoso edificio a pochi isolati dagli uffici del Dipartimento di Sicurezza Interna (DSI) a Miami, dove Posada "vive tranquillamente".

Washington è obbligata a consegnare il terrorista, avverte il Venezuela
17.5 - Il Ministro degli Esteri venezuelano, Alí Rodríguez, ha affermato oggi che gli Stati Uniti sono obbligati a rispettare la richiesta di estradizione del terrorista di origine cubana Luis Posada Carriles. "Siamo in attesa che gli Stati Uniti, firmatari degli accordi di estradizione con il Venezuela dal 1922 e uno dei paesi più ardenti nel condannare le pratiche di terrorismo, contribuiscano a catturare questo criminale, come è obbligato da ragioni etiche e di principi", ha detto. Posada Carriles è uno dei responsabili dell'esplosione di un aeroplano civile cubano nel 1976 che costò la vita a 73 persone e nel 1985 è fuggito da un carcere venezuelano, dove era in attesa di essere giudicato per il crimine. Il Tribunale Supremo di Giustizia ha approvato all'inizio del mese la richiesta di estradizione del terrorista, richiesta appoggiata da un ampio movimento sociale che si propone di raccogliere mezzo milione di firme a sostegno di questa domanda.

Ripercussioni a Cuba per l'arresto del terrorista Posada Carriles negli Stati Uniti
18.5 – L'arresto negli Stati Uniti del terrorista di origine cubana Luis Posada Carriles ha causato una grande ripercussione sui mezzi locali di stampa che dedicano ampi spazi nel divulgare la notizia. Dopo quasi due mesi a Miami, dove è arrivato attraverso una via illegale, le autorità del Dipartimento di Sicurezza Interna hanno arrestato ieri a Miami Posada Carriles in coincidenza con una gigantesca mobilitazione che chiedeva il suo arresto e la successiva estradizione al Venezuela. Oltre 1.200.000 cubani hanno marciato questo martedì a La Habana per circa sei ore contro il terrorismo, in una manifestazione che è stata capeggiata dal Presidente Fidel Castro e dal Primo Vicepresidente Raúl Castro. Per settimane Cuba ha denunciato la presenza del criminale in territorio nordamericano in franca violazione della sua legislazione e che ha lasciato interdetta un'ampia campagna antiterrorista nordamericana a livello mondiale che ha prodotto già due guerre (Afghanistan e Iraq).

La siccità ha causato oltre 17.000 incendi a Cuba
18.5 - La persistente siccità che ha colpito Cuba ha interessato metà degli incendi spenti nell'isola durante il 2004, hanno indicato fonti specializzate, affermando che questi sinistri sono diminuiti rispetto al periodo precedente. Secondo il colonnello Bienvenido Rafoso, capo del Corpo, l'anno scorso sono avvenuti oltre 17.700 incendi, dei quali il 50 % in sterpaglie, terreni infestati dalle erbacce e in casolari deserti a causa della persistente mancanza di piogge da anno e mezzo. In dichiarazioni citate dalla stampa cubana, Rafoso ha indicato che le province maggiormente colpite sono state quella di Guantánamo, nell'oriente, quella centrale di Camagüey, quelle occidentali di Matanzas, di Ciudad de La Habana e di La Habana.

Appello di Fidel Castro a compiere il lascito martiano
19.5 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha fatto appello a compiere il lascito martiano di difendere la sovranità nazionale come migliore omaggio al 110° anniversario della caduta in combattimento dell'Eroe Nazionale. In un intervento speciale, il massimo dirigente dell'Isola ha evocato la frase di José Martí, che dice che con l'indipendenza di Cuba, si impedirà agli Stati Uniti di cadere, con questa forza in più, sui popoli dell'America. La comparizione del Capo di Stato è stata rivolta a svelare la manovra del Governo degli Stati Uniti per evitare l'estradizione in Venezuela del terrorista Luis Posada Carriles, arrestato martedì scorso a Miami per questioni migratorie, come ha dichiarato la Casa Bianca. "Dobbiamo proteggere la nostra Isola e con ciò la dignità, l'integrità e il futuro dei popoli del nostro continente", ha affermato il leader della Rivoluzione cubana.

Fidel Castro ribadisce che l'arresto di Posada Carriles è stato una farsa
19.5 - Il Presidente cubano Fidel Castro ha ribadito oggi che l'arresto del noto terrorista Luis Posada Carriles negli Stati Uniti, lo scorso martedì, è stato una farsa. L'arresto di Posada Carriles è stata una sistemazione combinata tra il Governo nordamericano ed elementi anticubani residenti a Miami, ha sostenuto il Capo di Stato durante un intervento in un programma radioteletrasmesso per il 110° anniversario della caduta in combattimento dell'eroe nazionale cubano, José Martí (1853-1895). Fidel Castro ha ribadito la sua denuncia sul fatto che la Casa Bianca ha protetto questo individuo, responsabile dell'esplosione in pieno volo di un aeroplano cubano con 73 passeggero a bordo nel 1976 e di altri crimini. Il suo arresto dopo una manovrata conferenza fatta da Posada Carriles è stato un piano per proteggerlo, una commedia, una farsa, ha affermato il leader della Rivoluzione cubana.

Gli Stati Uniti hanno trasformato il terrorista Posada Carriles in un semplice clandestino
19.5 - Gli Stati Uniti hanno trasformato il terrorista Luis Posada Carriles in un semplice clandestino, ha denunciato Ricardo Alarcón, Presidente del Parlamento cubano. Alarcón ha detto che la dichiarazione emessa dal Dipartimento di Sicurezza Interna sull'arresto di Posada Carriles è molto grave, perché un criminale è stato ridotto a una persona che è entrata senza visto. Dov'è la lotta contro il terrorismo, dov'è l'obbligo degli Stati Uniti di perseguire i terroristi, si è chiesto il Presidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular. Il suo intervento è avvenuto in un programma speciale per commemorare il 110° anniversario della caduta in combattimento dell'eroe nazionale José Martí. Alla cerimonia ha partecipato il Presidente Fidel Castro. Alarcón ha messo in contrasto i privilegi di cui ora gode Posada Carriles da parte dei servizi migratori, "gli stessi che prendono a calci migliaia di clandestini latinoamericani".

Fidel Castro invita gli Stati Uniti ad arrestare il terrorista Orlando Bosch
19.5 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha invitato gli Stati Uniti ad arrestare anche il terrorista confesso Orlando Bosch, attualmente nel paese nordamericano e con un lungo curriculum di crimini contro Cuba e contro altri paesi. La grandiosa marcia contro il terrorismo che ha avuto luogo questo martedì sul lungomare di La Habana, non solo è stata fatta per richiedere l'arresto di Luis Posada Carriles, ma anche quello di Bosch, che oggi cammina liberamente per le strade di Miami, ha detto il Capo di Stato nell'abituale spazio radioteletrasmesso della Tavola Rotonda. Se sono morte già tante persone in nome delle guerre scatenate dagli Stati Uniti contro il terrorismo, perché non processano un terrorista confesso, si è chiesto Fidel Castro.

Tagliata la strada all'ONU a un'organizzazione anticubana
19.5 - Cuba ha tagliato la strada all'ONU a un'organizzazione legata alla Fondazione Cubano-Americana che ha finanziato azioni terroristiche contro il popolo cubano con abbondanti perdite umane e materiali. Su proposta di Cuba, la cosiddetta Associazione per la Pace Continentale (ASOPAZCO), con sede in Spagna, ha perso la categoria consultiva nel Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) dopo che è stato comprovato il fatto che aveva presentato in forma ingannevole le attività realizzate. Messe allo scoperto le sue vere intenzioni, il Comitato di Organizzazioni non Governative dell'ONU ha deciso di ritirare il dubbioso stato di cui godeva, con gli unici voti contrari di Stati Uniti, Francia, Germania e Romania. Il rappresentante permanente alterno cubano, Rodney López, ha denunciato il fatto che l'ASOPAZCO non ha niente a che vedere con i principi delle Nazioni Unite, né con i temi di rilevanza nel Consiglio Economico e Sociale.

Dirigente dell'OPS elogia il modello di attenzione agli anziani a Cuba
19.5 - L'assessore Regionale di Invecchiamento e Salute nell'Ufficio Panamericano della Salute (OPS), Martha Peláez, ha elogiato il modello di attenzione agli anziani offerto da Cuba considerandolo un esempio nelle Americhe. I cubani, ha detto, possono contare su di una grande accessibilità ai servizi sanitari, in modo gratuito e universale, aspetto che ha contribuito ai risultati dell'isola, come a esempio una speranza di vita superiore ai 77 anni. Nella regione ci sono attualmente più di 48 milioni di anziani di 60 anni, e per il 2025 si prevede che ce ne saranno 100 milioni, per cui dobbiamo imparare a invecchiare bene, ha puntualizzato la Peláez. Cuba, Barbados, Puerto Rico e Argentina figurano anche nella lista delle nazioni più longeve, ha aggiunto la funzionaria, che partecipa al III Congresso Internazionale Longevità Soddisfacente: Visione Integrale, che sessiona a La Habana fino a sabato.

Fidel Castro: gli Stati Uniti hanno armi nucleari in sovrabbondanza, ma gli mancano le idee
20.5 - Il Governo degli Stati Uniti ha armi nucleari in eccesso, ma gli mancano le idee e quel che è peggio, il cervello, ha detto il Presidente Fidel Castro, che ha denunciato la complicità di Washington con il terrorista Luis Posada Carriles. Il Presidente è intervenuto in un programma radioteletrasmesso da un teatro di La Habana, e in questa occasione ha affermato che l'Amministrazione del Presidente George W. Bush nasconde molti segreti sui suoi legami con i terroristi anticubani. Ha definito una menzogna la cosiddetta crociata globale degli Stati Uniti contro il terrorismo. Ha indicato che la Casa Bianca dovrebbe capire la ripugnanza provocata nel popolo cubano dalle sue manovre per proteggere Posada Carriles, popolo che chiede giustizia per l'esplosione di un aeroplano con 73 passeggeri, tra gli altri crimini. Il Presidente ha affermato che la Casa Bianca cerca un paese terzo in cui far arrivare il terrorista per non estradarlo in Venezuela, dalle cui carceri era scappato. Fidel Castro ha affermato che il gruppo che oggi ha la presidenza negli Stati Uniti si è avvalso della menzogna.

Denunciato il fatto che gli Stati Uniti conoscevano i piani terroristici contro Cuba
20.5 - Gli Stati Uniti conoscevano in anticipo il piano per abbattere in pieno volo un aeroplano civile cubano nel 1976, e perfino sapevano che era diretto dal terrorista Orlando Bosch, ha denunciato oggi il Presidente del Parlamento, Ricardo Alarcón. In un intervento in un programma radioteletrasmesso, Alarcón ha rivelato particolari di documenti declassificati da agenzie di intelligence nordamericane che conducono verso la complicità della Casa Bianca con i terroristi del calibro di Bosch. Al suo giudizio questi archivi hanno una grande importanza e sono molto rivelatori, perché evidenziano il fatto che Washington era a conoscenza delle attività criminali di Bosch e del terrorista di origine cubana Luis Posada Carriles. Alarcón ha indicato che il Governo nordamericano sapeva con mesi di anticipo dell'esplosione di un aeroplano di Cubana nel 1976, che è costato 73 vite, e aveva occultato le informazioni rispetto a questo fatto alle autorità di vari paesi che investigavano sul caso.

Cuba, paese ideale per vivere 120 anni, afferma un esperto
20.5 - Cuba è il paese ideale per vivere 120 anni, ha detto il professore Eugenio Selman-Housein Abdo, presidente del III Congresso Internazionale Longevità Soddisfacente che sessiona a La Habana. I cubani, ha detto l'esperto a Prensa Latina, possono compiere senza difficoltà i sei aspetti fondamentali che sono richiesti per raggiungere i cento anni: motivazione, salute, attività fisica, cultura integrale, alimentazione ed ecosistema adeguato. Lo Stato si preoccupa di garantire a ogni abitante dell'Isola quanto necessario per arrivare, e perfino oltrepassare, l'aspettativa di vita che è oggi di 76.8 anni di età, ha affermato. Tuttavia, ha aggiunto, bisogna ricordare che per ottenere una longevità soddisfacente è necessario prendere misure dalla concezione stessa dell'essere umano.

Nuove prove di Cuba smascherano la posizione degli Stati Uniti di fronte al terrorismo
21.5 - Il Presidente Fidel Castro ha rivelato nuove prove della politica di Cuba contro il terrorismo, compresa la consegna di informazioni agli Stati Uniti, posizione che è in contrasto con l'atteggiamento di Washington nel caso di Luis Posada Carriles. Davanti a oltre 200.000 cittadini di La Habana riuniti nella Tribuna Antimperialista José Martí, di fronte alla Sezione di Interessi degli Stati Uniti a La Habana, il Presidente ha fornito particolari sulla lotta di Cuba contro questo male riassunti in un documento dal titolo "Il comportamento differente". Nel suo intervento, Fidel Castro, ha raccontato come - con un messaggio inviato attraverso lo scrittore colombiano Gabriel García Márquez - Cuba aveva avvisato il Presidente William Clinton che si stavano facendo passi per fare esplodere aeroplani cubani o di altri paesi con turisti a bordo, come parte di piani terroristici contro l'isola.

Fidel Castro mette a confronto la posizione cubana e quella degli Stati Uniti contro il terrorismo
21.5 - Il Presidente Fidel Castro ha messo a confronto a La Habana il fatto che mentre Cuba ha fornito informazioni agli Stati Uniti su piani terroristici, le autorità nordamericane hanno proceduto ad arrestare cinque cubani che lottavano per impedire azioni di questo tipo. Davanti a oltre 200.000 cittadini di La Habana riuniti di fronte alla Sezione di Interessi degli Stati Uniti, il Presidente ha indicato che Cuba ha consegnato all'Amministrazione di William Clinton un'informazione dettagliata sui piani terroristici di gruppi anticubani residenti a Miami. Precisamente, Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Antonio Guerrero, Fernando González e René González, arrestati più di sei anni fa a Miami e condannati a pene severe di carcere che vanno da 15 anni fino a un doppio ergastolo, tentavano di impedire la realizzazione di azioni terroristiche da parte di tali organizzazioni. I Cinque, come sono noti nelle campagne internazionali per la loro scarcerazione in oltre 80 paesi, sono stati condannati per avere lottato contro il terrorismo, in un processo manipolato e con finalità politiche.

La siccità obbliga a ridisegnare l'irrigazione agricola a Cuba
21.5 - L'ottimizzazione dell'irrigazione agricola è fondamentale per garantire la continuità delle produzioni di alimenti nella regione orientale di Cuba, colpita da una severa siccità, hanno reso noto fonti del settore dell'agricoltura. In dichiarazioni a Prensa Latina, il direttore dell'Istituto di Ricerche di Irrigazione e Drenaggio, centro ascritto al Ministero dell'Agricoltura (MINAG), Reinaldo Rey, ha precisato che l'assenza di precipitazioni mantiene l'agricoltura in una situazione difficile, soprattutto nelle province orientali dell'isola. Data la scarsità di piogge, le dighe di sbarramento del paese che forniscono il sistema dell'agricoltura (circa 200) immagazzinano solo il 24,4 % della loro capacità di contenimento, ha reso noto.

Alarcón: "Se ignoreranno i propri obblighi, gli Stati Uniti dimostreranno sostegno a Posada Carriles"
25.5 – A Caracas, il Presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, ha sostenuto che se gli Stati Uniti ignoreranno i loro obblighi legali nel caso di Luis Posada Carriles, dimostreranno di averlo sempre diretto, sostenuto e appoggiato. Alarcón ha detto a Prensa Latina che Washington attende che lo scandalo mondiale sia tale che la obblighi alla fine a compiere i suoi doveri contro il terrorista, accusato dell'esplosione di un aeroplano cubano nel 1976 in cui morirono 73 persone. "Le opzioni legali degli Stati Uniti sono due: consegnarlo al Venezuela insieme alle prove che hanno, o giudicarlo negli Stati Uniti come se il fatto fosse successo nel loro territorio", ha argomentato. Alarcón si trova in Venezuela a capo di una delegazione di deputati dell'isola che sosterrà un incontro con i suoi omologhi della nazione sud-americana sull'iniziativa dell'Alternativa Bolivariana per le Americhe (ALBA) e sulla lotta contro il terrorismo.

Ribadito che Posada Carriles deve essere giudicate per terrorismo
26.5 – A Caracas, il Presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, ha ribadito che Luis Posada Carriles dovrà essere giudicato per terrorismo, e non per reati di minore portata come pretende fare il Governo di George W. Bush. "L'unica alternativa non è quella che suggeriscono di processarlo in un paese Centroamericano o negli Stati Uniti per delitti minori per coprire il caso con una nebulosa e impedire la giustizia", ha affermato. Il leader parlamentare ha sottolineato che la posizione di Cuba è quella che venga processato per terrorismo in Venezuela, da dove è fuggito quando era stato processato per l'attentato a un aeroplano di Cuba, fatto avvenuto nel 1976 in cui morirono 73 persone. Ha evidenziato il fatto che se diventassero reali le pretese di Washington, sarebbe la conferma della co-responsabilità del Governo statunitense con il crimine. Alarcón ha formulato queste riflessioni in un intervento speciale all'Assemblea Nazionale (AN) del Venezuela, nella giornata di chiusura del I Incontro delle due legislature, al quale ha partecipato il suo omologo Nicolás Maduro.

Il Ministro degli Esteri mozambicano rende tributo agli internazionalisti cubani
26.5 – "Io posso dare testimonianza di compagni cubani che hanno dato la loro vita per altri popoli", ha affermato il Ministro degli Esteri del Mozambico, signora Alcinda Antonio de Abreu, in visita a Cuba. Il ministro per gli Affari Esteri e la Cooperazione ha rese oggi omaggio ai cubani che sono caduti per la libertà dell'Africa, nel pantheon che conserva i loro resti nel cimitero di Colón, di La Habana. Lì è stata ricevuta è stata ricevuta dal generale di brigata signora Teté Puebla, emblematica combattente della lotta di liberazione condotta da Fidel Castro nel Sierra Maestra. L'unica donna a Cuba con il grado di generale ha spiegato al Ministro degli Esteri mozambicano che 2.307 dei suoi compatrioti hanno offerto le loro vite in terra africana, dove hanno contribuito all'indipendenza di varie nazioni e a mettere fine all'apartheid.

Si laureano a Cuba 288 studenti di arti plastiche
26.5 - Sotto il detto martiano "Essere colti è l'unico modo di essere liberi", si sono laureati a La Habana 288 alunni di 15 Accademie di arti plastiche del paese. I laureati hanno ricevuto i loro diplomi nel Monumento all'Apostolo dell'Indipendenza di Cuba, José Martí, a La Habana in una cerimonia che ha contato sulla presenza dello scrittore Abel Prieto, Ministro della Cultura. Il poeta Rafael Acosta de Arriba, presidente del Consiglio Nazionale delle Arti Plastiche, ha detto nelle parole di augurio ai diplomati che dopo di loro concluderanno questi studi altri tremila studenti, per cui il numero di laureati in questo settore raggiungerà i 12.000.

Fidel Castro denuncia manovre per negare l'estradizione del terrorista
27.5 - Il Governo degli Stati Uniti sta preparando il terreno per negare l'estradizione del terrorista Luis Posada Carriles al Venezuela, ha affermato il Presidente cubano, Fidel Castro. Il Presidente è intervenuto a una tavola rotonda trasmessa dal maggiore teatro di La Habana, nella quale sono state denunciate manovre dell'amministrazione del Presidente George W. Bush al riguardo. Fidel Castro ha definito insolente la nota del Dipartimento di Stato, resa nota oggi, nella quale si respinge per "inadeguatezza" e per "mancanza di prove" la richiesta di Caracas affinché Posada Carriles venga arrestato provvisoriamente in base alla richiesta di estradizione. Quante spacconate e insolenza in questa nota, ha detto il Capo di Stato, che ha sottolineato il fatto che le autorità statunitensi hanno taciuto per due mesi sulla presenza del terrorista in territorio nordamericano. "Sono stati muti tutti i loro portavoce, non avevano da dire una parola perché erano invischiati e si stanno invischiando ancora di più", ha detto.

Deputato cubano denuncia il fatto che gli Stati Uniti agiscono come terroristi
27.5 – A Caracas, il Presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, ha sostenuto che il Governo degli Stati Uniti agisce in modo terrorista, proteggendo Luis Posada Carriles affinché non venga giudicato per i suoi crimini. Alarcón ha denunciato in una conferenza stampa che Posada Carriles ha ricevuto un trattamento privilegiato nel territorio nordamericano, dove continua a stare nonostante il Venezuela abbia compiuto i passi legali per la sua estradizione. Ha precisato che Cuba è impegnata a far emergere la verità poiché, ha affermato, il tema del terrorismo può colpire qualunque nazione. Ha fatto esempi con l'assassinio a Washington di Orlando Letelier, Ministro degli Esteri cileno durante il Governo di Salvador Allende, e l'esplosione dell'aeronave di Cubana de Aviación nel 1976, in cui sono morte 73 persone di varie nazionalità. Ha citato anche le esplosioni avvenute a La Habana dovute ad attentati contro installazioni alberghiere nel 1997, che hanno causato la morte del giovane turista italiano Fabio Di Celmo. Ha detto che tutti questi fatti sono vincolati a Posada Carriles e a Orlando Bosch, entrambi con un lungo curriculum in attività terroristiche.

Presentato a Cuba un vaccino contro il colera
27.5 - Il vaccino cubano contro il colera sviluppato all'Istituto Finlay è pronto per essere provato in paesi dove la mortale malattia è endemica, ha detto Francisco Domínguez, vicepresidente della commercializzazione di questo prestigioso centro. Presentando i risultati di un studio realizzato a Cuba, l'esperto ha spiegato che la ricerca ha dimostrato che l'antigene è sicuro e possiede un'alta efficacia e un'alta immunogenicità (capacità di generare risposta immune).

Religiosi valutano la libertà di culto a Cuba
27.5 - Leader di religioni cubane di origine africana hanno evidenziato la piena validità della libertà di culto nel paese, durante un incontro nazionale con dirigenti del Partito Comunista di Cuba. Secondo una notizia dell'Agenzia di Informazione Nazionale, il babalao Enrique Gómez Armenteros (Enriquito), di Guanabacoa, ha respinto le campagne anticubane su supposte violazioni della libertà religiosa e ha portato come esempio la Casa-Tempio da lui diretta, che ha sempre avuto l'appoggio delle autorità locali. Da parte sua, il Vicepresidente del Consiglio di Stato della Repubblica di Cuba, Esteban Lazo, ha indicato che la Rivoluzione ha sempre avuto come linea di lavoro lo scambio di opinioni con tutti i settori della società. A sua volta, Caridad Diego, capo dell'Ufficio di Attenzione ai Temi Religiosi del Comitato Centrale del PCC, ha fatto riferimento all'importanza degli accordi del IV Congresso del Partito, che tra l'altro ha definito questa organizzazione politica il Partito della nazione cubana.

I Pastori per il Pace sfideranno il blocco contro Cuba
30.5 - La Fondazione Interreligiosa per l'Organizzazione Comunitaria (IFCO) e il Movimento Pastori per la Pace hanno convocato per luglio la loro 16 ° Carovana di solidarietà con Cuba, in aperta sfida alla politica degli Stati Uniti contro l'isola. Secondo il sito in Internet dell'IFCO, i partecipanti alla Carovana daranno un colpo alla pratica di commercio ristretto del Governo nordamericano verso il paese caraibico, per cui si propongono di portare tonnellate di aiuto umanitario a Cuba. Allo stesso modo chiederanno la fine delle minacce di Washington contro La Habana. La Carovana inizierà i suoi percorsi attraverso le città degli Stati Uniti e del Canada il 5 luglio prossimo, con la missione di raccogliere i carichi di materiale da trasportare nell'isola nonostante gli impedimenti del Governo nordamericano. Il 21 luglio i partecipanti confluiranno a McAllen, nel Texas, da dove partiranno verso il territorio messicano, per imbarcarsi a Tampico con destinazione Cuba.

Gli Stati Uniti devono processare o estradare il terrorista
31.5 - Cuba ha ribadito alle Nazioni Unite l'obbligo degli Stati Uniti di assicurare il procedimento giudiziario o l'estradizione del terrorista Luis Posada Carriles e dei suoi complici in virtù della risoluzione 1372 del 2001 del Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Esponendolo ai restanti membri del Movimento di Paesi Non allineati (NOAL), l'ambasciatore cubano, Orlando Requeijo, ha evidenziato che questa è la condotta che corrisponde agli Stati Uniti come parte dei trattati internazionali vigenti. Requeijo ha fatto un resoconto di quanto successo da quando la allora presidentessa del Panama, Mireya Moscoso, aveva decretato nell'agosto 2004 un illegale e vergognoso indulto a favore di Posada Carriles, Gaspar Jiménez Escobedo, Guillermo Novo Sampoll e Pedro Remón Rodríguez. Alla fine del resoconto ha indicato che sarebbe molto grave, sia per la cooperazione che si porta avanti nelle Nazioni Unite contro il terrorismo sia per la credibilità degli Stati Uniti, che detto paese decidesse di dare asilo a Posada Carriles.

Le vittime di Barbados saranno a El Paso, Texas
31.5 - Le foto delle vittime dell'attentato contro un aeroplano cubano abbattuto nel 1976 sopra le acque di Barbados saranno di fronte al tribunale di El Paso, nel Texas, il prossimo 13 giugno, quando comparirà il terrorista Luis Posada Carriles. Gloria de la Riva, lottatrice politica e giornalista statunitense, ha annunciato che è in funzione la mobilitazione di settori progressisti statunitensi per esigere l'estradizione di Posada Carriles in Venezuela. Quel giorno è prevista l'udienza in cui il terrorista comparirà davanti a un giudice sotto l'accusa di reati migratori, ma non riguardo ai suoi precedenti criminali né sulla richiesta del Venezuela dalle cui carceri è fuggito nel 1985. La De la Riva ha disse che il caso di Posada Carriles ha obbligato i principali mezzi di comunicazione statunitensi a rompere il silenzio sulla guerra scatenata contro Cuba da diverse amministrazioni statunitensi che hanno utilizzato per questa i servizi di Posada Carriles e di altri criminali.

Le donne cubane beneficiate da procedimenti dell'elettrochirurgia
31.5 – Circa mille donne con lesioni o neoplasie al collo dell'utero sono state trattate con successo mediante l'impiego dell'elettrochirurgia, utilizzata per la prima volta nella provincia di Pinar del Río. Il nuovo procedimento unito alla diagnosi precoce di queste patologie ha contribuito alla diminuzione della mortalità per cancro cervico-uterino in questa zona dell'ovest dell'Isola. Tra i vantaggi dell'elettrochirurgia risalta la rapidità dell'intervento chirurgico, che dura appena circa 15 minuti e l'assenza di suture, ha affermato a Prensa Latina il dottor Víctor Salgueiro, specialista in Ginecostetricia. Ha commentato che il nuovo metodo abbrevia la permanenza in ospedale delle pazienti, poiché la convalescenza avviene quasi totalmente nelle loro case.

Aumenteranno le iscrizioni universitarie a Cuba
31.5 – Per il prossimo corso, le iscrizioni alle università di Cuba aumenteranno a oltre mezzo milione di studenti, superando ampiamente i 380.000 studenti dell'attuale, hanno rilevato i mezzi di stampa cubani. "Ci saranno tanti posti quanti sono gli studenti aspiranti", ha dichiarato il Ministro del settore Fernando Vecino. A tal fine, il paese dispone di 80.000 docenti e di una grande riserva di 740.000 professionisti e di 380.000 studenti universitari che possono essere preparati anche per impartire lezioni, in caso di necessità. Del numero di professori attivi, 20.000 lavorano a tempo pieno e altri 60.000 sono vincolati in modo parziale o addizionale alle sedi universitarie, ha precisato Pedro Hurriutiner, direttore della formazione di professionisti del Ministero dell'Educazione Superiore.