Luglio 2018

Il Presidente cubano si congratula con il Presidente eletto del Messico
2.7 - Il Presidente cubano, Miguel Díaz Canel, ha inviato un messaggio di congratulazioni al Presidente eletto del Messico, Andrés Manuel López Obrador. Lo ha riferito l'Ambasciatore cubano Pedro Nuñez Mosquera sul suo account Twitter. Diaz Canel si è unito ad altri leader che hanno riconosciuto e si sono congratulati con il candidato della coalizione Juntos Haremos Historia, che ha ottenuto oggi una netta vittoria al suo terzo tentativo per la presidenza. López Obrador, nella sua prima dichiarazione dopo che il suo vantaggio irreversibile è stato confermato dall'Istituto Nazionale Elettorale, ha ringraziato per i messaggi ricevuti dai leader e dalle organizzazioni internazionali.

Il Presidente di Cuba ribadisce la priorità del turismo per il paese
2.7 - Il Presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha ribadito a La Habana la priorità che il turismo rappresenta per lo sviluppo dell'isola, pubblica oggi il quotidiano Granma. Secondo il giornale, venerdì il Presidente ha diretto una riunione della commissione governativa incaricata di verificare i progressi nel settore negli ultimi due anni, nella quale il Capo di Stato ha esortato a potenziare le aree che garantiscono l'andamento della cosiddetta locomotiva dell'economia cubana. A questo proposito, ha detto agli organismi vincolati al turismo di riconsiderare questo rapporto, al fine di soddisfare le elevate esigenze e le necessità dell’industria senza ciminiere. Diaz-Canel ha menzionato il ruolo di settori quali l'agricoltura, le fonti di energia rinnovabili e le nuove tecnologie e ha avvertito che "molti articoli che potrebbero essere prodotti nel paese sono ancora importati".

Cuba ribadisce il suo impegno per la protezione del Patrimonio culturale mondiale
2.7 – A Parigi, Cuba ha ribadito oggi il suo impegno per la protezione del patrimonio durante il dibattito di politica generale della 42° sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO, che si sta svolgendo a Manama, capitale del Bahrein. Secondo un comunicato ufficiale, il Vicepresidente del Consiglio del patrimonio nazionale, Nilson Acosta, ha anche confermato la volontà di continuare a lavorare per l'attuazione della Convenzione in materia. Il capo della delegazione cubana ha sottolineato che l'isola è impegnata in un modello integrato e sostenibile di gestione del patrimonio in cui la cultura e la comunità sono al centro della gestione. D'altro canto, la rappresentanza della nazione caraibica ha condannato la distruzione deliberata del patrimonio e ha sottolineato l'importanza dell'attuazione degli strumenti di definizione delle norme dell'UNESCO per la protezione del patrimonio in tutte le sue forme, in particolare nel caso di conflitti armati e di catastrofi naturali. Ha inoltre sottolineato l'importanza dell'attuazione del piano di lavoro dell'UNESCO per la cultura in America Latina e nei Caraibi e ha sottolineato il sostegno dell'organizzazione al Piano dei Ministri della Cultura della Comunità degli Stati dell'America Latina e dei Caraibi (CELAC), adottato a La Habana nel 2014, di cui la protezione del patrimonio è una componente fondamentale.

Cuba e Cina sono riferimenti del progetto socialista, dice il leader del CTC
3.7 - Cuba e la Cina sono i riferimenti della costruzione di un progetto socialista in cui l'essere umano è al centro dell'attenzione, ha detto oggi Ulises Guilarte, segretario generale della Centrale dei Lavoratori del paese caraibico (CTC). Il leader ha detto a Prensa Latina che le due nazioni sono riuscite a promuovere un modello basato su questa ideologia con peculiarità proprie, che è senza dubbio l'alternativa più praticabile in un mondo in costante cambiamento a causa della promozione di politiche imperialiste. "Abbiamo il risultato di mettere l'uomo, l'essere umano, al centro dell'attenzione (...) La Cina è oggi una potenza di equilibrio mondiale, ma ha continuato a ratificare il fatto che sta costruendo il socialismo e noi abbiamo confermato che continueremo a procedere su questa strada", ha commentato. Guilarte ha anche sottolineato i molti anni di relazioni storiche e fraterne tra i due Paesi, che, ha detto, hanno superato ostacoli e consolidato legami nel contesto dei colloqui di delegazioni al più alto livello di Governo e del Partito.

Cuba ribadisce il suo sostegno alla Revisione Periodica Universale dei Diritti Umani
3.7 – A Ginevra, Cuba ribadisce oggi il suo sostegno alla Revisione Periodica Universale (EPU) del Consiglio dei Diritti Umani, che è stata recentemente presentata come esempio del suo impegno nei confronti di questo meccanismo, ha dichiarato il rappresentante della nazione caraibica, Pablo Berti. Intervenendo alla 38° sessione ordinaria del Consiglio dei Diritti Umani, il diplomatico ha fatto appello a tutti i paesi a continuare a lavorare per consolidare i risultati dell'EPU, che si è rivelato efficace e utile. "Nessuno può mettere in dubbio il suo successo, nonostante il fatto che la selettività e la politicizzazione nel trattamento dei Diritti Umani stiano diventando sempre più centrali nei lavori del Consiglio", ha deplorato. Al riguardo, il rappresentante di Cuba ha ribadito la sua preoccupazione per i tentativi di minare le fondamenta dell'EPU e ha affermato che "il raggiungimento di una maggiore efficienza in seno al Consiglio non può in alcun caso essere utilizzato per eliminare la natura intergovernativa della revisione". Berti ha chiesto che si tenga conto delle preoccupazioni degli Stati e che si rispetti rigorosamente il pacchetto di costruzione istituzionale.

Cuba, il potenziale economico delle api
3.7 - Il miele di api e i suoi derivati sono uno dei più importanti articoli esportabili del Gruppo Imprenditoriale Agroforestale del Ministero dell'Agricoltura (MINAG), con entrate annue di circa 20 milioni di dollari. Attualmente l'apicoltura produce in media 8.000 tonnellate di miele all'anno, a fronte di un'attività di 186.000 alveari, con una resa pro-capite compresa tra i 40 e i 45 chilogrammi. Tuttavia, il potenziale esistente è molto maggiore, secondo Adolfo Pérez, direttore generale del Centro di ricerca sull'apicoltura (CIAPI), per il quale è possibile raggiungere 10.000 e fino a 15.000 tonnellate all'anno nei prossimi anni. A tal fine, questa istituzione e l'Azienda Apicola (APISUM) stanno portando avanti un programma di sviluppo che prevede investimenti significativi, soprattutto per il miglioramento genetico delle api, per la promozione della flora del miele e per la diversificazione dei prodotti alla ricerca di un maggiore valore aggiunto. Raggiungere le 10.000-15.000 tonnellate di miele richiede la sincronizzazione delle catene di produzione, la riorganizzazione della base, l'aumento del numero di alveari fino a 225.000 e il raggiungimento di rese comprese tra i 50 e i 60 chilogrammi per unità.

L'industria cubana del riciclaggio, per sostituire le importazioni
3.7 - L'espansione dell'industria cubana del riciclaggio è fondamentale per la sostituzione delle importazioni e l'aumento dei volumi esportabili nel quadro della politica di sviluppo economico delineata dal paese. Il Direttore Sviluppo del Gruppo Imprenditoriale dell'Industria Siderurgica (GESIME), Mario Hernández, ha rivelato durante la Convenzione Cuba Industria 2018, recentemente conclusa, che per questo motivo l'attività di raccolta dei rifiuti ha una propria strategia di crescita. Grazie al suo contributo ai vari settori dell'economia - tra cui quello siderurgico - uno degli obiettivi proposti da questo gruppo nel suo piano di sviluppo fino al 2030 è quello di aumentare i livelli di attività nel campo del riciclaggio con elevati standard di competitività. All'interno del settore del recupero dei rifiuti, ha affermato, la politica si concentra su due obiettivi chiave.

Cuba e UE per una più stretta cooperazione economica
3.7 - La cooperazione tra l'Unione Europea (UE) e Cuba è oggi doppiamente pertinente e rilevante, un momento caratterizzato dalle sfide globali poste dai cambiamenti climatici e dall'Accordo di Dialogo Politico e di Cooperazione, ha affermato una fonte comunitaria. Ne è un esempio la firma dell'Accordo di Finanziamento del Programma di Sostegno alla Politica Energetica di Cuba, punto di svolta nelle relazioni bilaterali, ha indicato in un'intervista esclusiva a Prensa Latina, il capo della Cooperazione della Delegazione del blocco comunitario sull'isola, Juan Garay. Durante la celebrazione del primo Consiglio Congiunto tra UE e Cuba - lo scorso 15 maggio - il Ministro degli Affari Esteri cubano, Bruno Rodríguez, e l'Alto Rappresentante per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza dell'UE, Federica Mogherini, hanno firmato il suddetto Accordo, che ha un contributo di 18 milioni di euro, ha ricordato. Si tratta di una nuova fase di cooperazione con enormi opportunità, che trascende la possibilità di ottenere fondi attraverso linee di bilancio, consentendo l’unione delle forze dell'Unione Europea e dell'Isol0a, per generare vantaggi reciproci per le regioni e per il mondo in generale, ha sottolineato.

Analizzato a Cuba il progetto di legge di riforma costituzionale
4.7 – Il VII Plenum del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba (PCC) ha analizzato il progetto di Costituzione, che introduce importanti riforme alla Costituzione, ha riportato oggi il quotidiano Granma. Durante la riunione di due giorni, presieduta dal Primo Segretario del Comitato Centrale del PCC, Raúl Castro, è stato spiegato che anche se il testo presentato contiene modifiche significative alla legge fondamentale dell'isola, manterrà i precetti fondamentali del socialismo come sistema politico e sociale. Senza fornire dettagli sulla proposta, la nota aggiunge che al termine del dibattito Raúl Castro, che presiede la commissione temporanea incaricata di elaborare il progetto di nuova Costituzione, ha sottolineato l'importanza politica del processo in corso. Il gruppo di lavoro è composto, tra gli altri, dal Presidente dell'isola, Miguel Díaz-Canel, e dal secondo segretario del Comitato Centrale del Partito, José Ramón Machado Ventura. Il Presidente cubano ha sottolineato all'Assemblea Nazionale l'importanza del lavoro che i 33 componenti della commissione stanno svolgendo dal mese scorso, considerando che la Costituzione, in vigore dal 1976, risponde a circostanze storiche che sono cambiate nel corso del tempo.

Oltre 75.000 venezuelani sono stati abilitati grazie alla missione Robinson
4.7 - Alla fine dell'anno scolastico, la Missione Robinson ha abilitato 75.413 venezuelani nelle due componenti educative di base del programma sociale, ha informato oggi la presidente del progetto, Lilian Oropesa. Dopo il trionfo della Rivoluzione Bolivariana, il Comandante Hugo Chávez, con l'aiuto di professionisti cubani, è riuscito a portare il paese a oltre 10 milioni di persone alfabetizzate, ha detto la dirigente. Ha sottolineato che nella nuova fase la missione è focalizzata sulla formazione produttiva, dopo aver insegnato a 1.815.839 persone a leggere e a scrivere tra il 2003 e il 2018, oltre ai 1.276.000 abilitati della scuola primaria. "Abbiamo la sfida di rafforzare il processo di formazione che ha la Missione Robinson nella sua componente politica, ideologica e produttiva, oltre a consolidare l'aspetto tecnico per integrarci con il sistema di missioni per combattere la guerra economica", ha sottolineato la Oropesa. In precedenza, il Presidente venezuelano, Nicolás Maduro, attraverso il suo account Twitter, ha ricordato i 15 anni dalla fondazione del progetto sociale e ha sottolineato che va oltre il concetto di un piano educativo.

Operazione Miracolo, contributo di Cuba alla salute della vista in Ecuador
4.7 - In Ecuador, oltre 170.000 persone che temevano di perdere la vista, stanno ora godendo dei molti colori di questo paese sudamericano, grazie all'Operazione Miracolo, che è stata sviluppata da specialisti cubani per 12 anni. Per i beneficiari di questo programma, attuato da esperti dell'arcipelago caraibico e con un impatto positivo, soprattutto per le famiglie povere, è un miracolo entrare nei centri di cura con un minimo di vista e uscire valutando toni e le caratteristiche fisiche dei lineamenti che definiscono una persona. Sebbene le patologie più frequenti siano cataratta (opacità del cristallino dell'occhio), pterigio (carnosità) e glaucoma (malattia del nervo ottico), i team oftalmologici cubani trattano e operano anche sui tumori delle palpebre e della congiuntiva. "La magia degli occhi" è stata raggiunta da anni grazie a un accordo tra il Governo cubano e il Ministero della Sanità Pubblica dell'Ecuador. Il Centro Oftalmico Eloy Alfaro, situato a Salcedo, a un'ora e mezza dalla capitale, è una delle strutture dove i professionisti di Cuba offrono servizi che hanno fatto sì che la popolazione esprimesse un continuo affetto e ammirazione.

Sopravvissuta alla tragedia aerea a Cuba migliora nonostante i rischi
5.7 - L'unica sopravvissuta all'incidente aereo di maggio a La Habana, Mailén Díaz, è in costante evoluzione con una risposta favorevole alle azioni terapeutiche, anche se continua a essere in condizioni critiche. Secondo un referto medico del direttore dell'Ospedale Universitario Generale Calixto García, Carlos Alberto Martínez, pubblicato oggi sulla stampa cubana, la variazione del suo stato evolutivo è dovuta al fatto che nelle ultime 72 ore la paziente è stata nuovamente collegata al respiratore meccanico a causa degli effetti sullo scambio di gas a livello polmonare. Ha anche spiegato che la ragazza di 19 anni risponde favorevolmente a un intervento chirurgico intensivo sull'arto inferiore sinistro, basato sull'impatto delle sue lesioni sul funzionamento dei suoi sistemi vitali, in particolare il suo sistema respiratorio. Ha spiegato che dopo 45 giorni di terapia intensiva, la sua risposta al trattamento è positiva e sta respirando spontaneamente, con un buon funzionamento del suo sistema respiratorio e parametri bio entro limiti normali.

Dibattito sugli incendi boschivi alla chiusura del congresso a Cuba
6.7 - Il sistema di gestione degli incendi boschivi concentrerà i dibattiti di oggi nell'ultima giornata del 10° Congresso Internazionale sui Disastri che si terrà a La Habana. I delegati discuteranno anche delle strategie di gestione in caso di gravi incidenti in zone boscose e daranno un'occhiata alla storia della lotta antincendio. Questo giovedì, i partecipanti alla riunione, che si tiene da lunedì nel Palazzo delle Convenzioni di La Habana, hanno appreso come affrontare i disastri nei centri storici, campi minati e depositi di gas liquido. Hanno inoltre discusso le strategie di gestione per le attività di recupero e di salvataggio in caso di incidenti automobilistici e in caso di eventi importanti. In dichiarazioni a Prensa Latina, il presidente dell'Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco Municipali e Dipartimentali del Guatemala, Otto Dennis Mazariegos, ha spiegato che nel suo paese c'è un coordinatore nazionale incaricato della riduzione del rischio di calamità e ha tra le sue strategie quella di avvertire per tempo le persone che vivono vicino ai vulcani.

Gli studenti universitari cubani iniziano le attività del loro IX Congresso
6.7 - I giovani della Federazione Studentesca Universitaria di Cuba (FEU) iniziano oggi le attività previste dal IX Congresso dell'organizzazione, il cui inizio ufficiale è previsto per domani, sabato. Il programma di questo venerdì prevede incontri pre-congressuali con i rappresentanti dei Ministeri degli Affari Esteri e dell'Economia e Pianificazione. Sono inoltre previsti incontri con funzionari dei cosiddetti ministeri e organismi di formazione: Educazione, Educazione Superiore, Sanità Pubblica, Cultura, Interni, Forze Armate Rivoluzionarie e l'Istituto Nazionale per lo Sport e il Tempo Libero. La sera ci sarà una marcia studentesca all'Università d La Habana per rendere omaggio ai martiri della FEU. Sabato, oltre all'inaugurazione ufficiale nel Palazzo dei Congressi di La Habana, saranno presentati e approvati la struttura del Consiglio Nazionale e la candidatura per la Segreteria Nazionale della FEU. I delegati lavoreranno poi in cinque commissioni: Funzionamento organico, Lavoro politico ideologico, Insegnamento e ricerca, Ampliamento dell'università e Comunicazione. Il congresso si concluderà domenica 8 con la presentazione della Segreteria nazionale eletta, un riconoscimento ai leader storici della FEU e della Rivoluzione cubana e la dichiarazione finale dell'incontro.

Il Forum di San Paolo e i suoi antefatti
9.7 - I rappresentanti dei gruppi progressisti e di sinistra dell'America Latina e dei Caraibi si incontreranno a La Habana dal 15 al 17 luglio in occasione della 24° riunione annuale del Forum di San Paolo per discutere le strategie e le azioni per fermare gli attacchi della destra nella regione. Cos'è il Forum di San Paolo? Il Forum di San Paolo è un meccanismo di coordinamento politico dei partiti e delle organizzazioni di sinistra dell'America Latina e dei Caraibi, fondato in Brasile nel 1990 con l'obiettivo di unire gli sforzi di fronte alla sfida rappresentata dalla fine del blocco socialista nell'Europa dell'Est e dall'impatto del neoliberismo sulla regione. Come è integrato e chi ne è stato il principale promotore? Il Forum è composto da oltre un centinaio di partiti e organizzazioni della sinistra regionale. I contributi del leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro (1926-2016), e dell'ex-Presidente e fondatore del Partito dei Lavoratori brasiliano, Luis Inácio Lula da Silva, sono stati decisivi per l'emergere di questo spazio di dibattito. Il Forum di San Paolo ritorna nella sua 24° edizione a La Habana, che ha ospitato il 4° incontro nel 1993.

Richiesta di respingere il blocco economico degli Stati Uniti contro Cuba
9.7 - La coalizione Alianza Martiana, che riunisce varie organizzazioni di emigrati cubani nella città statunitense di Miami, Florida, ha convocato per oggi una nuova protesta contro il blocco imposto all'Isola dagli Stati Uniti. Ha anche chiesto una piena normalizzazione delle relazioni tra i due popoli e tra i Governi, e la fine delle restrizioni imposte agli americani che si recano liberamente a Cuba. Con questi scopi in mente, l'alleanza Martiana prevede di realizzare una carovana di automobili sabato prossimo lungo importanti viali di Miami. Non possiamo rimanere inerti mentre le nostre famiglie e il resto del popolo cubano subiscono le conseguenze di queste politiche crudeli e arbitrarie da parte dell'amministrazione del Presidente Donald Trump, ha dichiarato Andres Gómez, coordinatore nazionale della Brigata Antonio Maceo, e componente di tale ente. Ha anche criticato la posizione dell'estrema destra cubana alleata del Governo che ha sede nella città di cui sopra.

La Brigata europea di solidarietà José Martí inizia la sua attività a Cuba
9.7 - La Brigata Europea José Martí di solidarietà con Cuba inizia oggi al campo internazionale Julio Antonio Mella, nella provincia occidentale di Artemisa, un'intensa giornata di attività che comprende conferenze e lavori produttivi. Secondo l'Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli, gli attivisti parteciperanno lunedì a una conferenza sulla vita e sull'opera dell'Eroe Nazionale cubano José Martí (1853-1895), e domani apprenderanno dettagli del sistema politico cubano. La politica degli Stati Uniti nei confronti di Cuba, l'impatto del blocco, la guerra mediatica e di disinformazione contro Cuba e altri processi rivoluzionari e progressisti, saranno temi di discussione. Secondo il programma, i brigatisti visiteranno il Complesso Memoriale dei Martiri e degli Eroi di Artemisa e porteranno un'offerta floreale al Monumento a José Martí nel memoriale che porta il nome dell'Apostolo nella Piazza della Rivoluzione, a La Habana. Si recheranno anche nella provincia orientale di Santiago de Cuba, dove visiteranno la Caserma Moncada e parteciperanno alla manifestazione popolare del 26 luglio, Giornata Nazionale della Ribellione.

Studenti universitari cubani impegnati a perfezionare il socialismo
9.7 - La difesa della Rivoluzione guidata da Fidel Castro e il miglioramento del socialismo come unico sistema possibile a Cuba sono oggi pilastri del lavoro della Federazione Studentesca Universitaria (FEU). Ciò è stato espresso dal presidente di tale organizzazione, Raúl Alejandro Palmero, nella sessione plenaria del IX Congresso della FEU, alla quale hanno partecipato come delegati d'onore il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba (PCC), Raúl Castro, il Secondo Segretario del PCC, José Ramón Machado Ventura, e il Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel. La nostra storia, scritta con il sangue, colpi sulla pelle, proteste temerarie, sparatorie mortali, prigione, sogni infranti, clandestinità e la Sierra Rebelde - che è costata la vita a centinaia dei nostri migliori compagni di studi - non sarà mai tradita, ha detto Palmero. Nella sessione finale del conclave che si è svolto questo fine settimana nel Palazzo delle Convenzioni di La Habana, il leader studentesco - che rappresenta i 125.000 iscritti della FEU - ha giurato fedeltà all'esempio della generazione storica della Rivoluzione. Secondo Palmero, gli ideali del leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro (1926-2016), sono irrevocabili e saranno difesi con il pensiero, il sangue e le armi, se necessario.

Le nuove misure ordinano e ampliano il lavoro autonomo a Cuba
10.7 - La volontà del Governo cubano favorisce oggi la flessibilità e l'ordinamento del lavoro autonomo (TCP), ha rivelato la Vice-Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale, Marta Elena Feitó. Nelle dichiarazioni fatte in una conferenza stampa presso la sede del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, la funzionario ha detto che, al fine di promuovere i progressi nello sviluppo del TCP, il Consiglio dei Ministri ha approvato una serie di decisioni in linea con questa politica sostenuta nella concettualizzazione del modello cubano. Le norme, pubblicate oggi sulla Gazzetta Ufficiale Straordinaria numero 35 sul suo sito web, migliorano le disposizioni per questa forma di gestione e il suo sistema di controllo, ha detto. Il nuovo quadro normativo, ha spiegato la Vice-Ministro, comprende cinque decreti-legge, un decreto e 14 risoluzioni in cui intervengono diversi enti statali quali i Ministeri dei Trasporti, della Sanità Pubblica, dell'Industria, della Cultura, delle Finanze e dei Prezzi e l'Istituto per la Pianificazione Territoriale. Le misure, ha dichiarato la Feitó, non solo soddisfano le esigenze dei lavoratori del settore, ma stabiliscono anche norme per rafforzare il controllo a livello comunale, provinciale e nazionale.

Il settore tributario aggiorna la politica per i lavoratori autonomi a Cuba
10.7 - Il Ministero delle Finanze e dei Prezzi sta attualmente effettuando adeguamenti fiscali in linea con il miglioramento del lavoro autonomo, senza influenzare il carico fiscale di questi contribuenti, ha rivelato Vladimir Regueiro, direttore della Politica Fiscale di tale ente. Nelle dichiarazioni fatte in una conferenza stampa presso la sede del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale (MTSS), Regueiro ha detto che le modifiche rispondono allo spirito di accompagnare lo sviluppo ordinato di questa forma di gestione, di promuovere la cultura fiscale della popolazione e di migliorare i meccanismi di controllo del pagamento delle imposte. Le nuove disposizioni, pubblicate oggi sulla Gazzetta Ufficiale Straordinaria numero 35 sul suo sito web, cercano di rendere al minimo il comportamento degli evasori nella società e il suo conseguente danno sul bilancio dello Stato, ha detto il funzionario. In vista del riadeguamento dell'attività lavorativa autonoma previsto dall'MTSS, ha dichiarato Regueiro, è necessario apportare modifiche ai regimi fiscali per il lavoro autonomo, alle spese deducibili e agli onorari da applicare. Secondo il direttore, il settore manterrà un onere fiscale compreso tra il 25 e il 35 %, che è quanto stabilito per questa forma di gestione.

Celebrata a Cuba la Giornata Mondiale della Popolazione
11.7 - Per sensibilizzare l'opinione pubblica alle questioni demografiche globali, Cuba celebra oggi la Giornata Mondiale della Popolazione per riaffermare il diritto degli individui a pianificare la propria famiglia, il che implica pianificare la propria vita. Dedicata quest'anno alla pianificazione familiare come diritto umano, la giornata mira a dimostrare che, con una programmazione appropriata, è possibile superare la povertà, migliorare la salute materna e infantile, raggiungere l'uguaglianza di genere, eliminare la morte materna e sostenere i giovani. A questo proposito, la conferenza principale "Progressi e sfide nella pianificazione familiare e nei diritti riproduttivi a Cuba" incentrerà le azioni svolte sull'isola dei Caraibi per commemorare la data e per richiamare l'attenzione sull'urgenza e sull'importanza delle questioni demografiche. L'Istituto Internazionale di Giornalismo José Martí ospiterà questo colloquio, il cui programma comprende temi come le decisioni riproduttive e la programmazione familiare dalla prospettiva immaginaria degli adolescenti e dei giovani cubani. Il gruppo di esperti si occuperà anche della portata giuridica della pianificazione familiare per questa fascia di età. A ciò si aggiungono i diritti riproduttivi nei servizi di salute sessuale e le sfide nella comunicazione sulla pianificazione familiare.

Il crescente investimento nel turismo cubano (PARTE I)
11.7 - Gli investimenti nel turismo sono oggi una chiave significativa per lo sviluppo dell'industria dei viaggi a Cuba, un paese con una maggiore attenzione da parte di molti dei professionisti del mondo dei viaggi. Dopo aver completato il 2017 con quasi 4,7 milioni di visitatori stranieri, le autorità sono convinte che il settore stia affrontando nuove sfide nel bel mezzo di una spirale di attività in crescita. Ecco perché il direttore generale dello sviluppo del Ministero del Turismo (MINTUR) di questo paese, José Daniel Alonso, ha recentemente riconosciuto un importante piano per gli investimenti turistici sull'isola. Alonso ha preso parte a La Habana a un seminario sul giornalismo e sul turismo davanti a 65 giornalisti provenienti da 12 paesi, con un discorso dal titolo "Attualità e Strategie di sviluppo del turismo en Cuba. In questo modo, ha detto che l'anno scorso l'investimento fondamentalmente turistico è stato qui nella sua struttura alberghiera per l'anno 2030, quando è stato completato un piano di 3.700 camere. Queste camere d'albergo hanno consentito di raggiungere le oltre 69.000 camere che esistono in tutto il paese in circa 300 alberghi, a cui si aggiungono 23.000 in case private.

La compagnia aerea di Cuba si consolida in Argentina
11.7 - Cubana de Aviación, la famosa compagnia aerea di Cuba, si è consolidata oggi in Argentina con oltre 30 anni di lavoro ininterrotto e un volo diretto che in questo primo semestre ha avuto occupati quasi il 95 % dei posti. Su base settimanale da Buenos Aires verso Cuba, unica nel suo genere in Argentina, la compagnia aerea mira a rafforzare per il 2019 l’operazione di linea Buenos Aires-Cayo Coco-La Habana. In dichiarazioni esclusive a Prensa Latina, il direttore della società in Argentina, Irina Plana, ha messo in risalto che la frequenza regolare che hanno eseguito finora quest'anno rimane con il viaggio diretto a Cayo Coco, una delle mete più ricercate dai turisti argentini. All'inizio del 2018, nei mesi di gennaio e febbraio, stavamo operando un volo per Cayo Santa Maria, con scalo a Santa Clara e poi fino a La Habana. Fino a giugno, abbiamo già effettuato 34 operazioni con un tasso di posti occupati di oltre il 94 %, ha spiegato la Plana. La manager della compagnia di bandiera cubana a Buenos Aires ha sottolineato che per il prossimo anno stanno lavorando sulla continuità del funzionamento regolare con una sosta a Cayo Coco e poi alla capitale dell'isola, con la stessa frequenza. Cubana, ha detto, è stata in Argentina per oltre 30 anni e continueremo a operare questa destinazione dato che i cayos sono una delle preferenze dei turisti argentini.

La storia nasconde come il Diario del Che in Bolivia è arrivato a Cuba
12.7 - Nel 1968 un gruppo di uomini ha fatto l'impossibile: ha evitato la sicurezza "indistruttibile" della Central Intelligence Agency (CIA) e ha svelato gli avvenimenti della guerriglia di Ernesto (Che) Guevara durante i suoi ultimi giorni in Bolivia. "Il modo in cui questo diario è venuto nelle nostre mani non può essere divulgato", ha detto il Comandante in Capo Fidel Castro quando è stata pubblicata la prima edizione del documento. In quel momento occorreva stare zitti. La vita di molti era in pericolo e il rischio di intralciare un'operazione che, se avesse avuto successo, avrebbe smentito le false dichiarazioni che circondavano l'evento. Oggi, in occasione del 50° anniversario della pubblicazione e dopo 35 anni di anonimato, è il momento di rompere il silenzio e aprire i cassetti. "Ora che ho 80 anni, ho intenzione di rivelare tutte le interferenze commesse dalla CIA", ha detto Ricardo Aneyba, ex responsabile dell'ufficio tecnico dell'agenzia in Bolivia e uno dei protagonisti di questa storia.

Il crescente investimento nel turismo cubano (PARTE II)
12.7 - Il processo di investimento cubano nel turismo è attualmente su una tendenza in crescita che cerca di dare impulso all'industria dei viaggi dell'isola, secondo i rapporti ufficiali. Il direttore generale dello sviluppo del Ministero del Turismo (MINTUR) di Cuba, José Daniel Alonso, mostra il suo entusiasmo a questo proposito e accoglie con favore la spirale crescente di questo settore. Si prevede che questo importante processo di investimento raggiungerà 5.000 nuove camere entro il 2019 e, in totale, 9.500 nuove camere saranno costruite entro la fine del prossimo anno. Tra gli esempi di novità c'è il Packard Hotel, che dovrebbe essere completato a La Habana, la capitale del paese, nel 2019. Un altro programma che il MINTUR sta sviluppando è il programma extra-alberghiero, che è un po' più lento a causa dell'impatto di uragani come Irma (settembre 2017), ma che sarà anche importante per lo sviluppo turistico dell'arcipelago. Il programma riguarda la costa settentrionale della provincia centrale di Ciego de Ávila, il Cayo Santa María e la stessa Varadero, e comprende anche il miglioramento delle camere. Il dirigente ha ricordato che al 15 novembre 2017, tutti i centri ricreativi di Cuba erano già in funzione nonostante i danni causati da uragani come Irma.

Cuba invita gli Stati Uniti ad adempiere ai loro obblighi in qualità di paese ospitante dell'ONU
13.7 - La rappresentanza di Cuba presso l'ONU chiede oggi che il paese che ospita la sede dell'organizzazione multilaterale, gli Stati Uniti, rispetti pienamente gli obblighi derivanti da questa condizione. La seconda segretaria della missione permanente di Cuba presso le Nazioni Unite, Indira Guardia, ha espresso la preoccupazione dell'isola per il continuo mancato rispetto da parte degli Stati Uniti, in quanto paese ospitante, nell’adempiere alle norme del diritto internazionale in relazione ai loro obblighi in quanto paese ospitante. In tale contesto ha nuovamente esortato gli Stati Uniti a rispettare gli impegni assunti nell'ambito dei trattati internazionali e a facilitare il lavoro degli agenti diplomatici accreditati presso le Nazioni Unite. Inoltre, la diplomatico ha sottolineato che non è giustificato che il paese ospitante continui a operare senza adottare misure concrete per eliminare le misure che ostacolano e rallentano il lavoro del personale di diverse missioni.

I crescenti investimenti nel turismo cubano (PARTE III)
13.7 - L'informazione sul processo di investimento turistico a Cuba è particolarmente arricchita dal fatto che entro il 2018 il Paese avrà raggiunto i principali livelli caraibici del settore turistico. Il direttore generale dello sviluppo del Ministero del Turismo di questo paese, José Daniel Alonso, ha mostrato i dati che illustrano questo aumento turistico. Uno degli esempi di aumento è la modalità di crociere e di arrivi da questa rotta. Anche nel novembre di quest'anno, ha affermato, vi è la possibilità che venga aggiunta un'altra nuova linea da crociera statunitense, nonostante le misure restrittive adottate dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Una delle idee di base in questo senso è che La Habana si manifesti come Porto Madre per questo tipo di viaggi, come già avviene con la nave MSC Opera. Su questo tema viene data inoltre priorità all'attività nautica nei porti di Marina Dársena de Varadero e di Santiago de Cuba.

Il Balletto Nazionale di Cuba riprende un altro classico letterario: Cenerentola
13.7 - Il Balletto Nazionale di Cuba, sotto la direzione della leggendaria artista Alicia Alonso, ha annunciato oggi che si esibirà a La Habana in una delle storie più famose del francese Charles Perrault: Cenerentola. La stagione si svolgerà al Gran Teatro di La Habana Alicia Alonso, il 19, 20, 21 e 22 luglio, con coreografia del cubano Pedro Consuegra. Il creatore si è ispirato all'omonimo racconto di Perrault per comporre una versione da ballo in due atti e quattro scene, con musiche di Johann Strauss (figlio) e disegni di Armin Heinemann. Lo spettacolo è stato presentato in anteprima nel 1996 in questa capitale con un ottimo riscontro di pubblico e di critica, e come momento clou della prossima stagione la compagnia annuncia il suo debutto nei ruoli principali di giovani ballerini, che condivideranno il palcoscenico con quelli già acclamati. Grettel Morejón, Rafael Quenedit e Bárbara Fabelo compongono il cast della prima esecuzione, Ginett Moncho, Adrián Sánchez e Chavela Riera subentreranno nella seconda, mentre Chanell Cabrera e Yankiel Vázquez saranno protagonisti nella terza, e Viengsay Valdés, Dani Hernández e Claudia García chiuderanno la serie.