Luglio 2005

Il Presidente Fidel Castro di ritorno a Cuba dopo la visita al Venezuela
2.7 - Il Presidente Fidel Castro è ritornato a Cuba dopo aver partecipato in Venezuela al Primo Incontro Energetico dei Capi di Stato e di Governo dei Caraibi, culminato con la creazione di PETROCARIBE. Al suo arrivo a La Habana è stato ricevuto dal Primo Vicepresidente cubano, Generale dell'Esercito Raúl Castro e dal Generale di Corpo dell'Esercito Abelardo Colomé, Ministro dell'Interno. Durante la sua permanenza in Venezuela, Fidel Castro ha firmato insieme al suo omologo venezuelano, Hugo Chávez, e a una dozzina di dignitari degli altri stati caraibici, il documento costitutivo di PETROCARIBE. Questa organizzazione nasce con la manifesta intenzione di coordinare i commerci energetici dei paesi membri, di minimizzare i costi di transazione negli scambi di energia e di determinare i mezzi per salvaguardare i loro interessi. Fidel Castro ha indicato PETROCARIBE e l'integrazione regionale in generale, come l'unica via per la liberazione dei paesi latinoamericani e caraibici.

Cuba si contrappone ai modelli neoliberali con progetti di integrazione
2.7 - Il Ministro cubano di Economia e Pianificazione, José Luis Rodríguez, ha contrapposto a La Habana i risultati della politica neoliberista promossa dagli Stati Uniti in America Latina alle formule di integrazione emergenti nella regione. In tal senso, ha precisato che i trattati di libero commercio promossi da Washington hanno come proposito quello di ricolonizzare le terre al sud del fiume Bravo, a differenza dei propositi che animano iniziative come l'Alternativa Bolivariana per le Americhe. Come esempio ha citato la recente creazione di PETROCARIBE, iniziativa del Governo del Venezuela che "apre possibilità inedite di autentica collaborazione economica per lo sviluppo della regione". Rodríguez ha partecipato alla sessione di chiusura del Seminario Internazionale di Alto Livello della Commissione Economica di America Latina e Caraibi (CEPAL), che si è svolta all'Hotel Nacional di La Habana con la partecipazione di delegati di 15 nazioni.

Messi in risalto i progressi nel lavoro dell'aviazione civile cubana
2.7 - Una sessione della Commissione Permanente di Attenzione ai Servizi, del Parlamento cubano, ha verificato i progressi nel lavoro dell'aviazione civile e il suo apporto al lavoro solidale di Cuba con altri popoli. Il presidente dell'Istituto di Aeronautica Civile di Cuba (IACC), Rogelio Acevedo, ha fatto una relazione all'istanza e ha spiegato le pronte soluzioni date ai problemi rilevati nei terminal aerei della nazione, come pure la messa in opera di progetti destinati a migliorare il servizio nazionale e internazionale di queste installazioni. Lo IACC lavora all'ampliamento degli aeroporti di Santa Clara e di Cienfuegos, situati nel centro dell'Isola, e realizza un uguale compito al terminal numero cinque del moderno terminal internazionale di La Habana, con l'aumento in quest'ultimo della capacità di attenzione ai viaggiatori da 200 a 500 passeggeri al giorno.

Le piogge hanno beneficiato l'occidente cubano, la siccità persiste in oriente
2.7 - La regione occidentale cubana ha riportato nel giugno scorso le maggiori piogge degli ultimi cinquant'anni, interrompendo la situazione avversa degli ultimi due anni, hanno riportato i quotidiani cubani. Secondo Ramón Pérez, capo del Centro del Clima dell'Istituto di Meteorologia, il miglioramento sperimentato nel comportamento delle precipitazioni non significa la fine della siccità, perché il deficit accumulato dal 2003 è molto grande, specialmente nella zona orientale. Giugno ha fatto valere la sua condizione di mese più piovoso dell'anno a Cuba, essendo stati registrati a livello nazionale un accumulo di 245 millimetri, dato equivalente al 115 % della sua media storica, ha detto Pérez in dichiarazioni riportate dalla stampa cubana.

I Pastori per il Pace sfidano il blocco a Cuba
4.7 – L'organizzazione 'Pastori per la Pace' si trova in marcia contro la politica di blocco imposta dal Governo degli Stati Uniti contro Cuba. Questa è la sedicesima volta in cui i Pastori marciano dal territorio nordamericano e dal Canada per protestare contro una misura che oltre a essere incostituzionale è da loro definita immorale e illegale. La marcia iniziata venerdì a Victoria, in Canada, comprende 14 itinerari che percorreranno 48 Stati dell'unione americana in 16 giorni, attraversando oltre 130 città e comunità in cui saranno ricevuti da centinaia di persone, hanno detto gli organizzatori. In tutti i posti sono programmati cerimonie, incontri, conferenze o dimostrazioni di protesta contro il blocco della Casa Bianca e a sostegno del passaggio e delle attività della Carovana. Fanno parte della sfida 125 carovanieri da Canada, Irlanda, Scozia, Inghilterra, Germania, Danimarca, Messico e cubano-statunitensi, aspetto che dà un carattere internazionale alla manifestazione di rifiuto alla politica statunitense contro Cuba.

Miniera cubana possiede importanti riserve di zeolita
4.7 - L'Azienda Geominera Oriente (EGO) della provincia cubana di Holguín, nel nord-est di Cuba, ha una riserva di zeolita per mezzo secolo di sfruttamento, ha affermato a Holguín Enrique Garcés, Capo del Gruppo di Commercio di questo ente. Ha confermato a Prensa Latina che l'EGO è in grado di produrre fino a 70.000 tonnellate all'anno di questo minerale dai multipli usi. Garcés ha precisato che quest'anno l'obiettivo è quello di commercializzare circa 20.000 tonnellate, principalmente con Colombia e Brasile, e un'altra parte considerevole nel paese, e allo stesso tempo si esplora l'espansione del mercato. La qualità dello zeolita di Holguín è dovuta alla sua composizione chimica, alla sua capacità di scambio cationico (all'interazione con i terreni) e all'esistenza della riserva del giacimento.

Sviluppato un piano di miglioramento nel sistema postale cubano
4.7 - Un piano di miglioramento e di modernizzazione del sistema postale cubano viene portato attualmente avanti con risultati positivi. Il presidente dell'azienda Poste di Cuba, Sergio Marañón, ha fornito dettagli sul tema in una riunione speciale con la Commissione Permanente di Attenzione ai Servizi, del Parlamento, a cui ha avuto accesso Prensa Latina. L'ente diretto da Marañón ha terminato il primo semestre di quest'anno con un totale di 240 uffici postali completamente automatizzati, mentre si sta lavorando alla ristrutturazione di altre 252 unità situate in tutto il paese. Allo stesso modo, i server con i quali lavora sono passati da 23 a 32 e il suo parco tecnico è stato accresciuto con 47 nuove sale di navigazione in Internet, ha detto.

Iniziata l'abilitazione di 140.000 alunni cubani delle elementari
5.7 – Quasi 900 alunni cubani delle scuole elementari hanno finito oggi gli studi di sesto grado e hanno ricevuto i loro diplomi in quella che ha costituito la cerimonia iniziale di abilitazione di oltre 140.000 studenti di questo livello. La cerimonia si è svolta alla Tribuna Antimperialista di La Habana, situata di fronte all'Ufficio di Interessi degli Stati Uniti, con la partecipazione di genitori, di professori delle varie scuole e di un numeroso pubblico. Gli 899 alunni sono stati designati per partecipare alla cerimonia in rappresentanza delle scuole di La Habana e sono stati l'avamposto di tutto il programma di riunioni delle diverse province a tal fine. La direttrice nazionale di Educazione Primaria, Laura Basaco, ha detto a Prensa Latina che la cerimonia aveva un gran significato, perché si sta consolidando il modello educativo alle possibilità date ai bambini dal processo rivoluzionario.

Celebrato a Cuba la Giornata dell'Indipendenza degli Stati Uniti
5.7 - Musicisti, scrittori e artisti cubani hanno celebrato a La Habana questo lunedì il 229° anniversario dell'indipendenza degli Stati Uniti dal giogo coloniale inglese. La cerimonia di ricordo è stata celebrata nel leggendario teatro Amadeo Roldán di La Habana, in cui attuarono gloriosi nomi del pentagramma universale come Erich Kleiber, Igor Stravinski e Leopoldo Stokowski, tra i molti altri. Francisco López Sacha, presidente della sezione di letteratura dell'Unione degli Scrittori e degli Artisti di Cuba (UNEAC), organizzatrice del festeggiamento, ha avuto l'incarico delle parole introduttive dell'omaggio celebrato ieri. Ha ricordato la nota frase di Martí: "Amiamo la patria di Lincoln tanto quanto detestiamo quella di Cutting" (politico di destra e uomo di ingerenza statunitense del secolo XIX). López Sacha ha confermato, allo stesso modo, il rispetto e l'affetto da parte del popolo cubano verso la parte migliore del popolo nordamericano.

Cuba all'erta di fronte all'avvicinarsi di Dennis
6.7 - Le cinque province orientali cubane hanno adottato la fase di allerta ciclonica, mentre altre quattro del centro sono nella fase informativa, di fronte all'eventualità di essere colpite dalla tempesta tropicale Dennis, che minaccia di trasformarsi in uragano. Una nota dal Centro di Direzione del Consiglio di Difesa Nazionale per Situazioni di Catastrofi, ha segnalato che Dennis può iniziare a colpire il territorio di Cuba all'alba o nelle prime ore della mattina di questo giovedì. Il membro della Difesa Civile Nazionale, tenente-colonello Miguel Ángel Puig, ha reso noto che da ieri i centri di direzione dei consigli di difesa provinciale delle province orientali (Santiago de Cuba, Granma, Holguín, Las Tunas e Guantánamo) stanno approntando le misure corrispondenti a ogni fase. Ha aggiunto che, per la possibile traiettoria del fenomeno atmosferico, dalle 6:00 (ora locale) è stato deciso di passare alla fase informativa nelle province di Camagüey, Ciego de Ávila, Villa Clara, Cienfuegos e Sancti Spíritus.

Cuba aggiunge un blocco per la generazione di elettricità
6.7 - Il blocco tre della Centrale Termoelettrica del Este di La Habana è stato aggiunto all'alba al Sistema Elettroenergetico cubano (SEN), come era stato annunciato dai dirigenti del settore. Continuando questa tendenza, questa settimana dovranno pure essere incorporate al SEN l'unità numero tre della centrale Carlos Manuel de Céspedes, a Cienfuegos, e la cinque della termoelettrica '10 de Octubre', rispettivamente nel centro e in oriente, che nel loro insieme equivalgono a 250 Mw. La previsione è stata fatta dagli specialisti dell'Unione Nazionale Elettrica (UNE) in una tavola rotonda teleradiotrasmessa, in cui è stata analizzata la situazione dell'elettricità nell'isola, colpita da una forte ondata di blackout nelle ultime settimane.

Sottolineato il fallimento della politica antidroga degli Stati Uniti
6.7 - Il quotidiano cubano Granma ha sottolineato il fallimento strategico delle politiche antidroga nordamericane e l'accettazione ufficiale del fatto che il mercato illegale di droghe negli Stati Uniti è il più redditizio del mondo. Un articolo pubblicato sul quotidiano fa riferimento all'analisi sul tema fatta da esperti del Washington Office on Latin America (WOLA), che conferma quanto affermato in precedenza. Secondo questa organizzazione, le azioni militari del Governo statunitense sono molto lontane dal fermare il flusso di stupefacenti dalle nazioni dal sud. Allo stesso modo, la DEA, apparato statale per la lotta contro il narcotraffico, ha recentemente riconosciuto il fatto che il mercato delle droghe negli Stati Uniti attrae i trafficanti più aggressivi e più organizzati.

L'ICAIC presenterà due film cubani
6.7 - I film cubani 'Viva Cuba' e 'Ballando cha cha chá', rispettivamente dei registi Juan Carlos Cremata e Manuel Herrera, saranno presentati a La Habana, come annunciato da portavoce dell'Istituto dell'Arte e dell'Industria Cinematografica (ICAIC). Nella programmazione di questa estate, i cinefili cubani potranno vedere le pellicole nei mesi di luglio e di agosto, come pure un attraente cartellone nei 390 cinema e nelle 225 sale video del paese. 'Viva Cuba', che ha vinto il Grand Prix Ecrans Juniors del Festival di Cannes 2005, è il primo film cubano interpretato in modo principale da bambini e sarà proiettato a partire dal prossimo 18 luglio.

Fidel Castro condanna l'attacco terroristico a Londra
8.7 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha affermato oggi che il popolo di Cuba, vittima del terrorismo per oltre quattro decenni, condanna l'ingiustificabile attacco successo ieri a Londra. In un messaggio inviato alla Regina del Regno Unito della Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Elisabetta II, il Presidente ha sottolineato la profonda costernazione con la quale ha saputo della notizia dell'attentato che ha causato la perdita di decine di vite umane e centinaia di feriti. In quest'ora di lutto per il Regno Unito mi permetta di esprimere a lei e al suo popolo sentite condoglianze, ha affermato. La missiva afferma che i cubani condividono il dolore della nazione europea ed esprimono la loro sincera solidarietà.

Cuba ha atteso l'alba affrontando l'uragano Dennis
8.7 - Cuba ha atteso l'alba di oggi affrontando, con un alto grado di organizzazione e di serenità, gli effetti dell'uragano Dennis, penetrato nel suo territorio dalla zona orientale di Cabo Cruz, nella provincia di Granma, alla fine della sera precedente. Organismi statali a tutti i livelli e la popolazione in generale mantengono le loro forze in tensione in una gigantesca operazione di prevenzione per salvaguardare le vite e i beni di fronte al rafforzamento del fenomeno che ha venti di 210 chilometri orari. Dopo avere colpito Cabo Cruz, nella zona più orientale di Cuba, Dennis è uscito dal Golfo di Guacanayabo e ha mantenuto una direzione verso nordovest, con una velocità di 24 chilometri all'ora, secondo l'Istituto di Meteorologia.

Fidel Castro si congratula con l'Università cubana di Scienze Informatiche
8.7 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha inviato un augurio speciale all'Università delle Scienze Informatiche (UCI), che ha chiuso il corso accademico 2004-2005 con eccellenti risultati. Il messaggio è stato trasmesso alla direzione e agli studenti dell'UCI da Carlos Valenciaga, membro del Consiglio di Stato, in una cerimonia in questo centro di alti studi. Valenciaga ha sottolineato il livello accademico degli studenti e il loro apporto alle opere sociali che vengono portate avanti nel paese, e ha detto che l'UCI è una nuova concezione dell'industria cubana del software ed è la conferma che a Cuba il talento è di massa e viene coltivato.

Notizie sull'uragano Dennis
9.7 - 12.7
L'Ufficio di Coordinamento dell'ONU per i Temi Umanitari (OCHA) ha annunciato oggi che destina 50.000 dollari per aiutare Cuba dopo il passaggio dell'uragano Dennis che ha causato nell'isola 16 morti e danni per 1.400 milioni di dollari.
Un portavoce dell'OCHA a Ginevra ha segnalato che queste risorse "serviranno per coordinare la risposta di emergenza (di fronte alla situazione dell'isola) e per comprare prodotti di prima necessità".
Allo stesso modo, fonti della Sezione di Interessi degli Stati Uniti a La Habana hanno detto all'agenzia EFE che Cuba ha respinto un'offerta dell'Amministrazione statunitense di 50.000 dollari di aiuto umanitario per alleviare i danni di 'Dennis'.
A La Habana, il Presidente di Cuba, Fidel Castro, ha rifiutato qualunque aiuto umanitario proveniente dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea (UE), e ha chiesto a Washington di togliere il blocco economico e commerciale imposto dagli Stati Uniti a Cuba da oltre quarant'anni.
Ha pure segnalato che il Governo cubano ha predisposto 978 centri di distribuzione di alimenti e 1.804 rifugi, dei quali 805 sono scuole, e che ora la priorità è l'attenzione sanitaria. Secondo dati forniti dalla Difesa Nazionale cubana, 1.535.545 persone sono state evacuate delle loro case e che tra di loro vi sono 16.873 turisti.
Il Presidente cubano ha annunciato che tra i piani di miglioramento del livello di vita della popolazione vi è un investimento addizionale di 400 milioni di dollari in alimenti.
Dal Venezuela, domenica prossima arriverà una nave con tralicci per l'elettricità, materiale elettrico, e combustibile, tra le altre risorse per il recupero. Il Governo cubano aveva fatto altrettanto con il popolo della Giamaica dove il primo aiuto arrivato in circostanze analoghe è stato quello di Cuba.
Nella sua valutazione sui danni causati dall'uragano 'Dennis' al suo passaggio attraverso il territorio cubano tra il 7 e il 9 luglio scorsi, l'OCHA ha indicato che sono stati devastati 600 chilometri di territorio cubano.
L'agenzia ha aggiunto che "l'uragano ha causato vasti danni in 11 province cubane e ha colpito 8 milioni di persone, su un totale di 11.1 milioni di cubani, ed è stato il maggiore disastro naturale mai patito" a Cuba.
Ha precisato che le aree più colpite dell'isola caraibica sono quelle di Guamá, II e III Fronte nella provincia di Santiago de Cuba; Pilón, Niquero, Media Luna, Campechuela e Manzanillo nella provincia di Granma, secondo dati forniti dall'Ufficio del Coordinatore dell'ONU a Cuba.
Sono state pure colpite Santacruz del Sur e Vertientes nella provincia di Camagüey; Trinidad, Tunas de Zara e Medano nella provincia di Sancti Spíritus; Manicaragua nella provincia di Villa Clara; tutti i municipi della provincia di Cienfuegos; Ciénaga de Zapata e Jaguey Grande nella provincia di Matanzas.
"Vi sono stati grandi danni alle abitazioni, al settore agricolo, al sistema di elettricità e di fornitura di acqua, come pure nei settori delle telecomunicazioni e dei trasporti", ha aggiunto.
Inoltre, è stato indicato che sono state danneggiate da 'Dennis' 46.318 case, di queste 14.617 sono rimaste completamente distrutte per crollo o per la completa sparizione dei loro tetti.
"Vi sono pertanto 73.000 persone che sono rimaste senza casa e altre 158.500 non hanno un rifugio adeguato poiché i tetti delle loro case sono stati distrutti", ha indicato la stessa fonte.
Riguardo all'economia del paese, è stato detto che nelle province di Cienfuegos e Villa Clara le piantagioni di mango, papaya, arance e banane, come pure i sistemi di irrigazione, sono stati considerevolmente danneggiati, mentre in quella di Granma "diverse migliaia di ettari coltivati a cereali, mais e verdure sono distrutti".
Rispetto alla situazione dell'acqua, il portavoce dell'OCHA ha precisato che il 70 % dell'acqua di Granma è inquinata e che le autorità hanno organizzato un programma di emergenza per la sua distribuzione in quella provincia.
Riguardo al trasporto, ha indicato che la strada principale che collega Santiago de Cuba e Granma è bloccata perché un ponte è crollato e che le linee telefoniche di 28 località in queste due province sono state interrotte, come pure nelle province di Cienfuegos, Sancti Spíritus e Matanzas.

Fidel Castro si congratula con gli alfabetizzatori cubani
13.7 - Il Presidente Fidel Castro ha inviato oggi le sue felicitazioni al primo gruppo di insegnanti cubani rientrato a Cuba, dopo aver partecipato alla campagna di alfabetizzazione in Venezuela e aver sovrinteso alle missioni educative in questa nazione. Il messaggio è giunto per mezzo del membro del Consiglio di Stato Carlos Valenciaga durante una cerimonia alla quale hanno partecipato altri alti funzionari dello Stato e del Governo cubano, secondo quanto riporta una nota dell'Agenzia di Informazione Nazionale (AIN). In rappresentanza degli educatori, Nivaldo Palenzuela ha ringraziato Fidel Castro per l'opportunità avuta di aver contribuito al miglioramento professionale e personale di molti venezuelani e ha riconosciuto il lavoro internazionalista di altri cubani in settori come la salute e lo sport. La Viceministra dell'Educazione Tomasa Romero ha definito impressionante il lavoro realizzato e ha considerato l'esempio di solidarietà che rappresenta in un mondo dove esistono 860 milioni di analfabeti.

Riconosciuto in Guatemala l'aiuto cubano per riparare le apparecchiature mediche
13.7 – Gli ingegneri cubani di elettromedicina hanno propiziato un risparmio di almeno 66.600 dollari con la riparazione di ventilatori polmonari e di apparecchiature per ultrasuoni in un ospedale del sud-ovest del Guatemala, hanno sottolineato oggi fonti mediche. La sistemazione di quattro ventilatori e di un'apparecchiatura per esami ad ultrasuoni alle donne incinta è stata fatta nell'ospedale nazionale regionale di Escuintla da parte di cinque professionisti che compongono la Brigata Medica di Cuba (BMC) in questo paese. Óscar Canek, direttore del centro assistenziale, ha spiegato che le apparecchiature erano rimaste per otto anni in completo abbandono per mancanza di fondi e di volontà delle autorità di Salute Pubblica per ripararle. Tuttavia, la settimana scorsa il gruppo di ingegneri della BMC ha impiegato appena cinque giorni per rimettere in funzione i cosiddetti respiratori della sezione di neonatologia, dove sono assistiti i neonati, in particolare quelli prematuri.

Oltre mille nuovi infermieri rafforzeranno i servizi di salute a Cuba
13.7 - Il sistema di salute di Cuba si arricchisce oggi con l'abilitazione di 1.458 infermieri, come parte dei lodevoli sforzi che il paese realizza per elevare la qualità della vita della sua popolazione. Durante la cerimonia di abilitazione, il ministro della Salute, José Ramón Balaguer - citato oggi dal quotidiano Granma – ha fatto appello agli infermieri della Scuola di Infermeria Salvatore Allende, a non trascurare il miglioramento professionale, a lavorare con amore e con dedizione. Solo così, ha aggiunto, si potrà offrire ai pazienti un'adeguata assistenza che è la prima e la più efficace delle medicine. Da parte sua, a nome degli studenti la giovane Ivett Pino ha detto che è un orgoglio far parte del personale medico di Cuba in momenti in cui si avvicinano nuove sfide per i lavoratori di questo settore.

Cuba progredisce nell'elettrificazione dell'irrigazione agricola
14.3 - Cuba punta sempre più sull'elettrificazione dell'irrigazione agricola, coprendo 11.277 caballerías con questa tecnica, che unite alle terre irrigate senza pompaggio, rappresentano il 61 % dello spazio per coltivazioni. Secondo una relazione pubblicata sulla rivista Bohemia, questo sistema ha come proposito quello di ottenere una maggiore efficacia nell'utilizzo dell'acqua, una risorsa sempre più deficitaria nel paese, colpito da una forte siccità da vari anni. Il capo dell'irrigazione del Ministero dell'Agricoltura di Cuba (MINAGRI), José Stincer, ha precisato che nei territori più colpiti dalla siccità vi è un deciso impulso all'impiego di questa e di altre tecniche che favoriscono un uso più efficace dell'acqua.

I bacini artificiali cubani hanno salvato vite durante l'uragano
14.3 - Un gruppo di bacini artificiali situati nella provincia centrale di Villa Clara, ha salvato la vita di intere comunità raccogliendo 452 milioni di metri cubi di acqua al passaggio dell'uragano Dennis la scorsa settimana. In questo evento hanno avuto un ruolo decisivo le 13 dighe della provincia che, al termine delle piogge torrenziali, avevano accumulato 719.5 milioni di metri cubi di acqua. Si tratta di un valore mai raggiunto da questi impianti e ottenuto senza la necessità di uno scarico a breve termine, poiché molti altri milioni di metri cubi di acqua sono caduti sui terreni durante il passaggio dell'uragano.

Verranno eletti a Cuba oltre a 15.000 giurati popolari
14.3 – Oggi è stato reso noto che oltre 15.000 cittadini cubani saranno eletti come giurati popolari nel Tribunale Supremo Popolare per il periodo 2006-2010, dopo la costituzione della Commissione Nazionale incaricata di selezionare i candidati. Si tratta di un compito di particolare significato: eleggere 15.300 cittadini in tutto il paese che eserciteranno una funzione di grande importanza, ha affermato Ricardo Alarcón, Presidente del Parlamento, citato dal quotidiano Granma. Ha detto che benché non abbiano gli attributi professionali assegnati dalle Scienze Giuridiche, rappresenteranno tutta la società nelle decisioni che dovranno prendere per garantire la legalità e per impartire la giustizia. Questa è un modo di esercitare e di rafforzare la democrazia, ha aggiunto.

Considerato un atto di giustizia il giudizio dell'ONU sui Cinque
15.7 - La decisione di una commissione delle Nazioni Unite di considerare arbitraria la detenzione dei cinque cubani incarcerati negli Stati Uniti è stata considerata oggi a La Habana come un atto di giustizia. Olga Salanueva, moglie di René González, uno dei cinque combattenti antiterroristi condannati a lunghe pene di carcere, ha dichiarato a Prensa Latina che la sentenza "è una vittoria di questa giusta causa". René, Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Antonio Guerrero e Fernando González sono in attesa di un processo di appello presso l'11° circuito della Corte di Atlanta. Una commissione sul meccanismo delle detenzioni arbitrarie dell'Ufficio dell'Alto Commissario dei Diritti Umani, con sede a Ginevra, ha indicato che il processo e le pene comminate ai Cinque, come sono noti all'estero, violano il diritto internazionale.

Un'istanza giudiziaria fa tornare attuale la triste storia di Peter Pan
15.7 – L'istanza presentata da Robert Rodríguez a un giudice di Miami, non la prima del suo tipo e forse neanche l'ultima, ha reso di nuovo attuale la storia di una delle più odiose manovre degli Stati Uniti contro Cuba. L'istanza di questo querelante di 55 anni di età, di origine cubana, è stata diretta contro l'arcidiocesi cattolica di Miami, responsabile della custodia di migliaia di bambini portati via da Cuba durante la cosiddetta 'Operazione Peter Pan', nel decennio degli anni '60. Una campagna degli avversari dell'allora nascente Rivoluzione, originata negli Stati Uniti e con il sostegno della Chiesa Cattolica, aveva diffuso la falsa notizia del proposito del Governo rivoluzionario di privare i genitori della patria potestà sui loro figli.

Gli abitanti di La Habana hanno ricevuto con gioia l'assegnazione della sede per il 26 Luglio
15.7 - La capitale cubana ha ricevuto oggi con gioia il conferimento della sede per le celebrazioni centrali del 26 Luglio, Giorno della Ribellione Nazionale. In una manifestazione che ha riunito centinaia di abitanti di La Habana in una delle strade più centrali della capitale, il primo segretario del Partito Comunista di Cuba della provincia di Ciudad de La Habana, Pedro Sáez, ha evidenziato il lavoro del territorio che l'ha resa meritevole della sede. Ha sottolineato l'importanza che ha per gli abitanti di La Habana il fatto di festeggiare la ricorrenza, in occasione del 52° anniversario degli assalti alle caserme Moncada e Carlos Manuel de Céspedes.

L'UNESCO iscrive la città cubana di Cienfuegos nella Lista del Patrimonio Mondiale
15.7 – La Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO ha iscritto oggi il centro storico di Cienfuegos, nella 29° sessione del Comitato di selezione che lavora da lunedì a Durban, nel Sudafrica. Con grandi dimostrazioni di gioia è stata ricevuta la notizia in questa città sulla costa del Mar dei Caraibi, che è stata colpita dall'uragano Dennis venerdì scorso. L'architetto Irán Millán, direttore dell'ufficio locale dei Monumenti e anima dell'unica candidatura cubana a Durban, ha commentato a Prensa Latina che l'inserimento nell'elenco costituisce un riconoscimento mondiale alla vita e all'opera di dieci generazioni di cienfuegueros.

Giovani di tre continenti confermano la loro presenza in Venezuela
16.7 - Il Comitato Nazionale di Preparazione del prossimo Festival Mondiale della Gioventù in Venezuela ha informato che ha iniziato a ricevere le conferme delle delegazioni attese per questo incontro. Una nota di questo organismo ha spiegato che 2.132 delegati di 13 nazioni hanno inviato già le loro liste, con le date di arrivo e di partenza per partecipare al XVI Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti dal 7 al 15 agosto prossimi. Secondo la nota, dall'America Latina hanno confermato la partecipazione delle delegazioni di Cuba (1.500 giovani), Puerto Rico (113), Messico (54) e Cile (50). Secondo le notizie degli organizzatori, ci si attende l'arrivo in Venezuela di circa 15.000 giovani di oltre un centinaio di paesi, che parteciperanno ad attività culturali, di festa e di discussione su temi di interesse delle nuove generazioni.

Oltre 15.000 alunni a Cuba nell'Università della Terza Età
16.7 - Cuba conta su oltre 15.500 alunni all'Università della Terza Età, istituzione che accoglie entusiasti alunni in un paese dove la speranza di vita è ogni volta maggiore. Secondo le statistiche, il cubano vive oggi, mediamente, fino a 76 anni o più e nell'Isola vi sono già gruppi organizzati in club con l'intenzione di approfittare dei vantaggi offerti dalla società attuale e di allungare la loro esistenza fino a 120 anni. L'eccezionale università che conta su 185 filiali nella nazione, ha come obiettivo fondamentale quello di dare opportunità, a coloro che hanno già vissuto oltre 60 anni, di iniziare o di terminare gli studi e, di conseguenza, dare un maggiore senso alla loro vita.

Cuba ha evitato il ritardo mentale a oltre 700 bambini
16.7 - Cuba ha salvato dal ritardo mentale 703 bambini, grazie al Programma Nazionale di Ipotiroidismo Congenito, in funzione da due decenni, è stato reso noto alla chiusura del VI Congresso cubano di Endocrinologia. La direttrice di Scienza e Tecnica del Ministero della Salute Pubblica (MINSAP), Niviola Cabrera, ha spiegato che questo numero fa parte dei quasi due milioni e mezzo di neonati controllati in questa fase, con un'incidenza di uno ogni 3.350 abitanti, riporta una nota dell'Agenzia di Informazione Nazionale. Circa 300 specialisti cubani e invitati di Messico, Argentina, Perù, Ecuador, Bolivia, Spagna e Portogallo hanno fatto un aggiornamento dell'assistenza, del trattamento e delle ricerche dell'endocrinologia, specialità che coinvolge altri professionisti della medicina.

Cuba sviluppa l’ammodernamento dell’industria siderurgica
18.7 - L'industria siderurgica cubana sviluppa un processo di modernizzazione tecnologica che le permetterà di raggiungere le 500.000 tonnellate di acciaio nel 2007, ha affermato oggi Ever Ballart, presidente del Gruppo Acinox. Intervistato da Prensa Latina nella sessione inaugurale dell’XI Congresso Metallurgico, Ballart ha affermato che questa attualizzazione delle capacità installate permetterà di aumentare i volumi produttivi e di diversificare le offerte con prodotti di maggiore valore aggiunto. Ha sottolineato il fatto che oggi è possibile questa trasformazione perché Acinox è un'organizzazione più diversificata e in senso generale Cuba conta su un'ampia attività metallurgica, che alla chiusura del presente anno oltrepasserà i 20 milioni di dollari in nuovi investimenti. Questo faciliterà, ha indicato il dirigente, l’incremento dei livelli di produzione e l’ottenimento di articoli che prima erano importati, molto necessari ai programmi di sviluppo sociale sviluppati dal paese.

Ristabilito il collegamento del sistema elettrico cubano
18.7 - Il sistema elettroenergetico cubano (SEN) è stata finalmente collegato, dopo 15 giorni di intenso lavoro, ha informato oggi la televisione cubana. Si è saputo anche che i lavori hanno facilitato il ristabilimento della linea che permette di far arrivare alla termoelettrica Antonio Guiteras, di Matanzas, circa 100 Mw addizionali al SEN. Questo permette alla Guiteras di elevare la sua generazione a 300 Mw, aspetto che aiuterà il miglioramento del servizio alle province dell'occidente del paese. Il sistema elettrico cubano è rimasto diviso in due, dopo che l'uragano al suo passaggio per la zona centrale del paese aveva abbattuto i tralicci che sostengono i cavi da 220 Kw, tesi tra Matanzas e Villa Clara. Allo stesso modo ha detto che il recupero delle regioni cubane più colpite dall’uragano Dennis procede a passo sicuro, nella misura in cui le risorse e la forza lavorativa giungono ai territori.

Gli Stati Uniti sono complici e protettori del terrorismo, ha detto Alarcón
19.7 - Il Presidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular (Parlamento), Ricardo Alarcón, ha affermato oggi che il Governo degli Stati Uniti è complice e protettore del terrorismo. Alarcón si è incontrato con i membri della brigata nordamericana ‘Venceremos’ e di quella portoricana ‘Juan Rius Rivera’, che si trovano nell’isola in visita solidale e sfidando la proibizione di viaggio a Cuba stabilita da Washington. I quasi 100 brigatisti sono giunti a La Habana lo scorso fine settimana e svilupperanno un ampio programma di attività per conoscere la realtà del processo rivoluzionario e l’andamento dei loro programmi sociali ed economici. Durante il colloquio con i visitatori, Alarcón ha fatto riferimento al deliberato ritardo del processo attualmente in corso a El Paso contro il noto terrorista Luis Posada Carriles e alla lotta a favore dei cinque cubani antiterroristi detenuti negli Stati Uniti. È impossibile trovare un altro caso più evidente di quello di un individuo come Posada che gode dell'aperta protezione del Governo nordamericano e che si può dare il lusso di concedere interviste con la stampa e ammettere pubblicamente i suoi crimini, ha detto.

Rappresentata un’opera su un turista italiano assassinato da Posada Carriles
19.7 - Fabio, opera teatrale sul giovane turista italiano Fabio Di Celmo, assassinato nel 1997 dal terrorista venezuelano di origine cubana Luis Posada Carriles, è stata rappresentata a Santa Clara, città del centro di Cuba. Alla presenza di Giustino Di Celmo, padre di Fabio, il Gruppo Laboratorio Teatrale della provincia di Villa Clara, ha presentato nella leggendaria sala ‘La Caridad’ questo pezzo con una molto buona accoglienza da parte del pubblico. Il noto drammaturgo cubano Roberto Orihuela, famoso per classici come Ramona (1977), è l'autore dell'opera, e nelle sue parole alla stampa ha evidenziato che il pezzo tratta dell'uomo che vede nella lotta e nell'azione di tutti, la strada verso la fine del terrorismo. Nella messa in scena, sette attori raccontano quello successo a Fabio Di Celmo, che morì in conseguenza dell'esplosione di una bomba all’Hotel Copacabana, di La Habana, messa lì da un terrorista catturato e confesso, pagato da Posada Carriles.

Cuba abilita quasi 2.000 lavoratori sociali
19.7 - Un totale di 1.926 lavoratori sociali si è aggiunto a Cuba all'esercito di questi professionisti che oggi ammontano a 28.000 giovani che esercitano il loro lavoro in tutti gli angoli dell'isola. Il quotidiano Granma informa oggi che la Scuola Regionale dei Lavoratori Sociali di Cojímar, a La Habana, ha realizzato ieri la sua sesta abilitazione da quando l'iniziativa è sorta alla fine dell'anno 2000, sulla base di quello che a Cuba è noto come ‘Battaglia di Idee’. Enrique Gómez, capo nazionale del programma, ha precisato durante la celebrazione nell'istituto che lottare per il benessere dell'essere umano deve costituire l'aspirazione e la motivazione quotidiana del lavoro dei medici dell'anima, come sono pure noti a Cuba. Gómez ha fatto notare che l’attività di questi giovani, che lavoreranno principalmente nelle province occidentali, sarà essenzialmente umana e contribuirà a trasformare le cause e le condizioni che determinano gli handicap sociali e la marginalità.

Il Presidente boliviano evidenzia la generosità di Cuba
19.7 – A La Paz, il Presidente boliviano, Eduardo Rodríguez, ha sottolineato oggi la generosità di Cuba, nella cerimonia di saluto ai 480 borsisti boliviani che studieranno medicina nell'isola. Rodríguez ha espresso il suo riconoscimento a Cuba per la sua generosa collaborazione, per avere condiviso con la Bolivia la sua capacità accademica e il suo sviluppo tecnico-scientifico. Esortando gli studenti a sforzarsi, ha segnalato che hanno l'opportunità di formarsi professionalmente grazie all'amicizia e alla generosità del popolo cubano. Rodríguez ha pure fatto appello ai giovani a rispondere al privilegio di trasformarsi in buoni medici per servire i bisognosi e, alla fine, a servire tutti i boliviani. Da parte sua, l'addetta commerciale di Cuba in Bolivia, Martha Fajardo, ha segnalato che le borse di studio concesse rientrano nel Progetto dell'Alternativa Bolivariana per le Americhe (ALBA).

Cuba chiede appoggio alla comunità internazionale per l’estradizione di Posada Carriles
20.7 – Alle Nazioni Unite, Cuba ha esortato oggi la comunità internazionale a esigere dal Governo degli Stati Uniti il rispetto del suo obbligo di estradare in Venezuela il terrorista di origine cubana Luis Posada Carriles. "Consideriamo molto grave se Washington decidesse di accogliere Posada Carriles o se sfoderasse cavilli giuridici per permettere la sua permanenza negli Stati Uniti", ha indicato Yuri Gala, Addetto Commerciale dell’Ambasciata di Cuba presso le Nazioni Unite. Intervenendo oggi alla sessione del Consiglio di Sicurezza dedicata al tema della lotta contro il terrorismo, Gala ha detto che questa azione di Washington "costituirebbe un affronto a tutte le vittime del terrorismo nel mondo intero e ai loro parenti, compreso allo stesso popolo nordamericano".

I giovani cubani detenuti negli Stati Uniti si congratulano per la decisione dell’ONU
20.7 – I cinque giovani cubani detenuti ingiustamente negli Stati Uniti per avere combattuto il terrorismo si sono congratulati per la decisione di un gruppo di lavoro dell'Organizzazione delle Nazioni Unite di considerare arbitraria la loro detenzione, hanno detto i loro parenti. In dichiarazioni alla stampa cubana, Olga Salanueva e Irma Sehwerert, rispettivamente moglie e madre di René González, hanno spiegato che i ragazzi, incarcerati dal 1998, e i loro avvocati, hanno accolto con piacere questa sentenza. Finora nessun organismo internazionale si era pronunciato al riguardo. Un giudizio del gruppo di lavoro dell'ONU sulle detenzioni arbitrarie, diffuso giovedì scorso a Ginevra, riconosce che il confino di Antonio Guerrero, Fernando González, Ramón Labañino, Gerardo Hernández e René González, viola il diritto internazionale. Il documento riconosce che i procedimenti giudiziali di questa causa risultano incompatibili con gli accordi internazionali sottoscritti dagli Stati Uniti.

Università cubana ottiene il secondo maggior numero di abilitazioni della sua storia
20.7 – La seconda maggiore abilitazione nella storia dell’Università di Oriente, dopo quella realizzata nel 1999, è stata ottenuta a Santiago de Cuba con la consegna della laurea a oltre mille giovani, 39 di questi di altre nazioni. Questa è la 53° cerimonia di laurea della seconda casa di alti studi fondata a Cuba, dopo quella di La Habana, con 58 anni di funzionamento e quasi 40.000 professionisti formati nelle sue aule. Come parte delle trasformazioni dell’insegnamento universitario a Cuba dopo il trionfo rivoluzionario del 1959, sono sorti lungo l’arcipelago centri educativi di questo livello in ognuna delle nuove province, 14 in totale dal 1976. Istituita nell’ottobre 1947, il suo corpo insegnante conta su oltre 200 dottori in scienze che rappresentano più del 20 % di questa forza accademica.

Cuba abilita oltre ottomila nuovi professori
20.7 - Cuba inserisce 8.324 nuovi insegnanti nel suo sistema educativo, provenienti da 16 Università Pedagogiche con l’impegno di mantenere la qualità di questo servizio nell'isola, informa oggi il quotidiano Granma. Ieri hanno ricevuto i loro diplomi di laurea un migliaio di giovani degli istituti superiore pedagogico Enrique José Varona ed Héctor Pineda Zaldívar, di Ciudad de La Habana, e Rubén Martínez Villena, di La Habana, con una cerimonia al teatro Karl Marx di La Habana. Questa è una promozione che è simbolo di nuovi tempi, di nuovi metodi per formare insegnanti, ha precisato il Ministro dell’Educazione di Cuba, Luis Ignacio Gómez, rivolgendo la parola ai novelli professori. Il Ministro ha detto che anche questi laureati rappresentano una nuova infornata di quella che a Cuba viene chiamata Battaglia di Idee, insieme ai piani di sviluppo sociale ed economico del paese, in cui l'educazione ha un luogo preponderante. Gli educatori, ha precisato, più di ogni altro professionista, hanno la coscienza del fatto che coloro che nascono in questo paese non solo hanno il diritto all'educazione, ma anche che tutti hanno l’impegno di educarli, indipendentemente dall’ambiente sociale e culturale da cui provengono.

Fermata negli Stati Uniti la carovana dei Pastori per la Pace
21.7 – Agenti dell'Ufficio Federale di Investigazioni (FBI) e della Dogana nordamericana hanno fermato oggi membri della XVI Carovana dei Pastori per la Pace in marcia verso il Messico per portare aiuto solidale a Cuba. Questa mattina quasi all’attraversamento della frontiera con il Messico verso la zona di Reynosa, Tamaulipas, il gruppo è stato fermato e dopo intense trattative sono iniziate le procedure per il passaggio. "Dopo quattro ore si è iniziato a perquisire l'autobus insegna della Carovana e sono state confiscate parte delle donazioni, in principal modo i computer e altre apparecchiature informatiche", ha detto Víctor Vargas, un portavoce del gruppo. Intanto, gruppi messicani del Comitato Amici di Cuba di Reynosa, Tamaulipas, sostavano sul ponte internazionale per riceverli con un grande striscione che rifiuta il blocco a Cuba. Nelle ore pomeridiane, dopo avere manifestato la loro protesta per l’azione delle autorità statunitensi, i membri della marcia hanno iniziato a scaricare gli aiuti dai veicoli e trasportarli attraverso il ponte internazionale.

Elián González vincerà oggi un'altra battaglia
21.7 – Insieme a oltre 140.000 bambini cubani che hanno concluso quest’anno la scuola elementare, Elián González vincerà oggi un'altra battaglia, poco dopo il compimento di cinque anni dal suo ritorno a Cuba. La festa sarà per tutti gli alunni della scuola ‘Marcelo Salado’ della città di Cardenas, nella provincia occidentale di Matanzas, per la fine del corso e la consegna dei diplomi agli alunni. In un anno di successi per il sistema educativo dell'Isola e mentre si moltiplica in tutto il paese la felicità di genitori e figli per un'altra fase portata a termine, è inevitabile il riferimento a chi è il simbolo di una giornata speciale del popolo cubano. L'attuale studente Elián, che inizierà presto il primo corso del secondo livello, è lo stesso che ha fatto sorgere tra la popolazione cubana, in quella degli Stati Uniti e di altri paesi del mondo, uno dei più straordinari movimenti di solidarietà ricordati

Cuba ha il tasso di disoccupazione più basso dell'America Latina
21.7 - Cuba ha il tasso di disoccupazione più basso dell'America Latina con un indice dell’1.9 %, che tecnicamente rappresenta il pieno impiego. Questa realtà contrasta con quella che esisteva prima del 1° gennaio 1959, quando oltre un milione di persone non avevano fonte di sostentamento. Solo negli ultimi cinque anni sono stati creati nell'isola 380.000 impieghi, in virtù dei programmi sociali di quella che a Cuba viene chiamata ‘Battaglia di Idee’, scrive oggi il quotidiano Granma. A partire dal 2001 sono state prese importanti misure che sono sfociate nei risultati che oggi mostra il paese, che superano gli obiettivi proposti da Fidel Castro nel suo storico documento ‘La Storia mi Assolverà’, in cui denunciò questa problematica fondamentale. Viene evidenziata per il suo aspetto innovativo nell'attuale strategia di lavoro dell'isola la concezione dello studio come impiego. I giovani disoccupati accolti in questi programmi ricevono un stipendio per studiare, allo stesso tempo che ai lavoratori vengono protetti i loro salari mentre si qualificano culturalmente e tecnicamente.

I componenti della carovana decisi a fare arrivare aiuti umanitari a Cuba
22.7 – Il reverendo Lucius Walker, leader dei Pastori per la Pace, si è rifiutato oggi di chiedere il permesso per consegnare oltre 140 tonnellate di aiuto umanitario a Cuba, che le autorità statunitensi mantengono sequestrate alla frontiera. Farlo significherebbe accettare come un fatto legale il blocco economico, commerciale e finanziario che gli Stati Uniti mantengono contro l'Isola da oltre quattro decenni, ha sostenuto Walker, secondo un'informazione della radio locale. A tono con il suo atteggiamento intransigente, funzionari del Dipartimento di Commercio degli Stati Uniti permettono solo di attraversare la frontiera con il Messico ai beni con licenza. Nell'estremo nord del confine tra i due Stati, dove la carovana è stata fermata, l'organizzazione religiosa dice che non accetta il fatto di richiedere una licenza per l'aiuto umanitario e che lotterà per portare alla fine a Cuba le 140 tonnellate di carico.

Cuba: Università nel quartiere per diffondere la cultura
22.7 - Le università cubane sono state estese ai 169 municipi di Cuba nel passaggio più avanzato della universalizzazione della conoscenza nell'isola, ha affermato oggi il Ministro dell’Educazione Superiore, Fernando Vecino Alegret. In un’intervista esclusiva per Prensa Latina il titolare ha spiegato che in quei municipi sono state aperte 938 sedi universitarie, con oltre 233.000 studenti e circa 16.000 professori, che hanno così l'opzione di un secondo impiego. "L'idea era quella di dare a migliaia di giovani e ad altri settori della popolazione la possibilità di continuare gli studi, come pure di portare il sapere nei quartieri, con una politica di indubbio impatto sociale e politico", ha precisato. Vecino Alegret ha indicato che la municipalizzazione dell'università è uno dei programmi pionieri della cosiddetta Battaglia di Idee, concetto che a Cuba riunisce decine di piani educativi, della salute ed altri nell'area sociale ed economica. "Iniziamo a settembre il quarto anno di questa esperienza e buona parte di quelli che l’hanno iniziata hanno già superato oltre la metà degli esami dei loro corsi", ha aggiunto.

Laureati oltre 1.500 medici a Santiago de Cuba
22.7 - Un totale di 1.552 studenti si sono laureati oggi all'Istituto Superiore di Scienze Mediche di Santiago de Cuba, provincia situata a 860 chilometri da La Habana. La cerimonia durante la quale hanno ricevuto i loro diplomi i nuovi professionisti della salute è stato un omaggio al 490° anniversario della fondazione della città orientale, ha detto l'Agenzia di Informazione Nazionale, e fa parte dei festeggiamenti organizzati per questo avvenimento. Nel suo intervento, Antonio López, rettore del Centro, ha evidenziato il fatto che i laureati godono di un profilo integrale e hanno la disponibilità di prestare i loro servizi con il senso umanista di favorire il popolo. Ha rilevato, tra di loro, la prima abilitazione di medici haitiani a Cuba insieme a studenti di Giamaica, Brasile, Santa Lucía e della Repubblica Araba Sahariana, anche loro beneficiati dal piano di borse di studio del Governo cubano, per un totale di 145 in questo Istituto. Un altro punto rilevante durante il suo intervento è stato quello dei buoni risultati del legame degli alunni del sesto anno della facoltà con gli ambulatori medici e ha informato sull'aumento delle matricole nel prossimo corso, che ammonterà a 12.000 posti.

Scaricata a Cuba una nave con aiuti umanitari dal Venezuela
23.7 - Lo scarico della prima nave venezuelana con aiuti umanitari di quel paese per alleviare i danni dell'uragano Dennis, sta andando a buon ritmo nel porto di Santiago de Cuba, da dove verranno distribuiti. Il capitano di fregata Héctor Rodríguez Pérez, comandante della Goajira T63, nave di trasporto dell'Armata della Repubblica Bolivariana del Venezuela, ha reso noto che sono state trasportate circa 1.020 tonnellate di materiali diversi, fondamentalmente della costruzione ed elettrici. La spedizione, ha aggiunto, comprende pali e cavi elettrici, combustibile diesel per automotrice, tetti per abitazioni e altri articoli necessari alla riparazione e all’edificazione degli immobili e delle infrastrutture danneggiati dai forti venti e dalle piogge del recente fenomeno meteorologico. La nave trasporta l'aiuto promesso a Cuba dal Presidente Hugo Chávez, che ha dichiarato che questo aiuto si inserisce nell'Alternativa Bolivariana per le Americhe (ALBA) e nelle nuove missioni della Marina del suo paese.

Si indaga sul decesso di otto bambini nella capitale cubana
25.7 - Le autorità cubane stanno indagando sulla morte a La Habana negli ultimi giorni di otto bambini, presumibilmente relative al peggioramento della situazione igienico-epidemiologica, dopo il passaggio dell'uragano Dennis. Il Ministero della Salute Pubblica di Cuba, (MINSAP), ha emesso una nota ufficiale in cui scarta l’ipotesi che i decessi siano in relazione con presunte alterazioni nel prodotto farmaceutico Metilbromuro di Homatropina sciroppo, noto popolarmente come Novatropín, voce circolata tra la popolazione. Precisa che le analisi realizzate dal Centro per il Controllo Statale della Qualità delle Medicine, hanno comprovato che questo medicinale rispetta completamente le specifiche di qualità e non si sono verificate notizie di eventi. "Pertanto non esiste associazione tra i casi riportati in precedenza e il suo consumo". Il MINSAP afferma che ha dato disposizioni di applicare la massima attenzione e di seguire questi casi in tutte le sue istituzioni, cosa che già viene fatta quando avvengono circostanze come queste. Per questo motivo il sistema ha allertato e mobilitato tutti i suoi professionisti. La nota aggiunge che nei mesi estivi, si producono condizioni igienico-epidemiologice che favoriscono l'incremento di malattie acute diarroiche e respiratorie, che colpiscono soprattutto la popolazione infantile.

Nell'aria il segnale della stazione cubana di Telesur
25.7 - La stazione cubana di Telesur ha inaugurato a La Habana le sue trasmissioni, alcune ore dopo quelle della sede centrale in Venezuela, in omaggio al 222° anniversario della nascita del Libertador Simón Bolívar, hanno reso noto fonti del settore. In dichiarazioni alla stampa, Luis Acosta, primo vicepresidente dell'Istituto Cubano di Radio e Televisione, ha spiegato che in questa prima fase, la Televisione del Sud avrà quattro ore quotidiane di emissione in sei blocchi verso i paesi dell'area, e che il popolo cubano verrà informato attraverso gli spazi informativi. Il canale, descritto dal presidente Hugo Chávez come un potente meccanismo per dare impulso all'integrazione regionale, ha come soci il Venezuela con il 51 % del capitale, l’Argentina con il 20 %, Cuba con il 19 % e l’Uruguay con il 10 %. Utilizzando il satellite NSS (New Skies Satellite) 806, Telesur si propone un'ampia copertura che comprende America del Sud, America Centrale, Caraibi, America del Nord, Europa occidentale e Nord Africa, oltre a corrispondenti nella maggior parte dei paesi della regione.

Fidel Castro presiede la manifestazione per la Giornata della Ribellione Nazionale
26.7 - Il Presidente Fidel Castro ha presieduto oggi a La Habana la manifestazione per il 52° anniversario dell'assalto alla caserma Moncada, che ha iniziato l'ultima fase dell'indipendenza cubana e contraddistingue la Giornata della Ribellione Nazionale. La serata ha avuto luogo al teatro Karl Marx, quello di maggiore capienza nel paese, con la partecipazione di veterani di quella gesta e di dirigenti del Partito Comunista di Cuba (PCC), dello Stato, del Governo, delle organizzazioni di massa e delle istituzioni armate. Il Presidente ha consegnato a Pedro Sáez, primo segretario del PCC di Ciudad de La Habana, il diploma e la bandiera che accreditano questa provincia come vincitrice della tradizionale emulazione per la conquista della sede della cerimonia centrale per il 26 Luglio.

Fidel Castro denuncia che gli Stati Uniti promuovono la sovversione contro Cuba
26.7 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha denunciato oggi che il Governo degli Stati Uniti promuove la sovversione e la destabilizzazione all’interno dell'isola, con un ruolo da protagonista da parte del suo Ufficio di Interessi (SINA) a La Habana. Il Presidente ha denunciato che a tal fine l'amministrazione del Presidente George W. Bush ha investito oltre 100 milioni di dollari, mentre moltiplica ogni tipo di aggressioni, compreso le emissioni radio e televisive. Fidel Castro ha detto che l'attuale amministrazione repubblicana esprime il "più ripugnante e sinistro odio contro un popolo degno ed eroico che non si piega né si intimorisce di fronte alle minacce e agli attacchi della più grande potenza". Ha denunciato il fatto che il Governo di Bush, come nessun altro, utilizza la SINA per questi piani e oltrepassa "i limiti della più elementare decenza" per portare a termine "insolite provocazioni". I capi dell'Ufficio di Interessi hanno assunto direttamente "la direzione dei gruppi mercenari ai quali, con vari modi e pretesti, forniscono copiosi fondi, ha sottolineato il Capo di Stato.

Fidel Castro avverte sul costo elevato di un'aggressione a Cuba
26.7 – Oggi a La Habana, il Presidente Fidel Castro ha avvertito che un'invasione a Cuba costerà all'aggressore molto più sangue di qualunque precedente avventura in un altro posto del mondo. Se al suo tempo Antonio Maceo disse che chi tenta di impadronirsi di Cuba raccoglierà la polvere del suo suolo intriso di sangue, oggi possiamo aggiungere che non riusciranno a fare neanche quello, ha affermato lo statista. Fidel Castro ha previsto così la possibile conclusione di un'eventuale invasione a Cuba da parte degli Stati Uniti, definendo nazista-fascista l’attuale Governo, oltre che affetto da un profondo analfabetismo e da una profonda cecità politica. In questo contesto, ha ridicolizzato le speranze riposte da Washington in una mal denominata assemblea a difesa della società, tenutasi a La Habana lo scorso 20 maggio sotto gli auspici di quello che ha chiamato la pretesa dissidenza cubana. Questa dissidenza, ha sottolineato, ormai esiste soltanto nella mente febbricitante della mafia anticubana radicata a Miami e in quella dei burocrati della Casa Bianca e del dipartimento di Stato.

Cuba sospende le importazioni di lampadine a incandescenza
26.7 - Cuba ha finalmente rinunciato all'importazione di lampade e lampadine a incandescenza, secondo una disposizione del Ministero del Commercio Estero (MINCEX) pubblicata oggi sulla Gazzetta Ufficiale. La risoluzione 190 del 2005 del MINCEX indica che "per contribuire alla politica di risparmio di elettricità sviluppata nel nostro paese, è stata considerata conforme la cancellazione dell'importazione" di questi prodotti. Gli articoli sono "lampade e tubi a incandescenza, eccetto quelle a raggi ultra-violetti o infrarossi, rispettivamente quelle di potenza inferiore o uguale a 200w e con una tensione superiore a 100v". La decisione ufficiale di eliminare le lampadine incandescenti a Cuba, e di sostituirle con altre di basso consumo, era stata annunciata pubblicamente dal Presidente Fidel Castro il 21 aprile scorso.

L’Operazione Miracolo viene estesa ai paesi del CARICOM
27.7 - Il Presidente Fidel Castro ha annunciato ieri l'estensione dell'Operazione Miracolo alla Comunità dei Caraibi (CARICOM), attraverso la quale migliaia di cittadini di quelle nazioni recupereranno la vista. Il Capo di Stato ha detto che l'Operazione Miracolo, promossa da Cuba e dal Venezuela, è un'impresa umanitaria. Si tratta di un piano con cui migliaia di venezuelani, per la maggior parte di scarse risorse, sono operati di cataratta e per altre malattie che, nelle condizioni del sistema privato di salute del loro paese, risulta loro proibitivo. I due paesi hanno propiziato quest’anno l’intervento su circa 100.000 latinoamericani, in particolare utilizzando strutture della salute di Cuba, dove inoltre vengono formati migliaia di latinoamericani e di caraibici nelle università mediche. L'operazione Miracolo Caraibico amplia ora le qualità di questo programma e i primi abitanti delle isole caraibiche sono già stati trattati a La Habana. Ha detto che il Governo di George W. Bush spende milioni di dollari in nuovi piani di sovversione e per pagare mercenari dentro Cuba, mentre l'isola avanza con successo in molti settori, tra questi quello della salute pubblica.

Fidel Castro ottimista sul futuro di Cuba
27.7 – A La Habana, il Presidente Fidel Castro ha negato il fatto che Cuba stia attraversando una crisi economica e ha indicato che, secondo le previsioni, quest’anno l'economia nazionale crescerà di circa il 9 %. Il Presidente ha spiegato che nei primi sei mesi del 2005 l'isola ha affrontato una complessa situazione per la siccità e per la scarsità di energia, fatto che ha portato i nemici della Rivoluzione ad affermare che il paese sta attraversando una profonda crisi economica. Una volta di più sottovalutano la capacità di resistenza e di lotta del nostro popolo, ha detto prima di precisare che nel primo semestre dell'anno l'economia nazionale è aumentata del 7.3 %, mentre la crescita prevista per la fine dell'anno è intorno al 9 %. Ha aggiunto che tale previsione si basa sul comportamento di 13 dei 22 rami economici, con rilevanti contributi della metallurgia ferrosa (15.5 % di crescita), della non ferrosa (9.2), delle confezioni (7.0), dell'alimentare (6.6) e di quelle delle bibite e del tabacco (4.4). Ha detto che notevoli aumenti si sono avuti anche nelle costruzioni (8.2 %), nelle comunicazioni (7.1) nel commercio (10.0) e nei servizi (13.3). Sulla produzione di greggio e di gas, ha affermato che ha sfiorato 1.9 milioni di tonnellate, quattro volte quanto registrato agli inizi del cosiddetto periodo speciale (all'inizio degli anni ‘90 del secolo scorso, dopo la caduta della comunità socialista). La raffinazione del greggio è cresciuta del 9.2 %, che ha significato un risparmio superiore a 22 milioni di dollari, ha affermato.

Il Venezuela insiste sull’estradizione di Posada Carriles
27.7 - Lo Stato venezuelano ha affermato oggi che raddoppierà gli sforzi per l'estradizione del criminale Luis Posada Carriles e ha chiesto la solidarietà di tutti gli stati interessati a perseguire il terrorismo. Il Vicepresidente venezuelano, José Vicente Rangel, ha precisato che il suo paese ha richiesto al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti che il caso di Posada passi a un Giudice Federale per processarlo dei delitti di terrorismo dei quali è accusato e non continui a essere giudicato nel tribunale di immigrazione. In dichiarazioni ai giornalisti, Rangel ha indicato che la posizione del Governo nordamericano farà sorgere dubbi, fino a quando non ci sarà una chiara definizione su un caso tanto delicato come questo. Rangel ha indicato che il suo Governo ribadirà la richiesta di estradizione, non per una vendetta bensì per una giusta amministrazione della giustizia. Ha precisato il fatto che il Venezuela garantisce che Posada verrà giudicato nel paese, nel caso venga estradato, con tutte le garanzie di un giusto processo stabilite nella Costituzione della Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Il Ministro degli Esteri cubano evidenzia la validità dell'AEC
28.7 – A Panama, il Ministro degli Esteri di Cuba, Felipe Pérez Roque, ha detto che tutti i meccanismi di concertazione sono validi e dovrebbero contribuire a risolvere problemi così pressanti come quello del debito estero che soffoca l’America Latina e i Caraibi. In dichiarazioni a un gruppo di giornalisti, iniziando questo giovedì la riunione straordinaria del Consiglio dei Ministri dell'Associazione degli Stati dei Caraibi (AEC), Pérez Roque ha rilevato il fatto che Cuba partecipa a questi incontri con un alto spirito costruttivo e di cooperazione. Ha commentato che il tema dello sviluppo è già una necessità improrogabile per la regione, ma ha sottolineato che "non si può parlare di sviluppo senza entrare nell'analisi di un debito estero degli anni ‘90 pagato già tre volte, e che ora è il doppio di quello di prima". È un drenaggio continuo alle nostre risorse, per cui abbiamo bisogno di scenari come questo e di andare dalle parole alle iniziative concrete, per affrontare insieme queste sfide, ha aggiunto.

Quest’anno saranno alfabetizzati oltre 15.000 ecuadoriani
28.7 – Oltre 15.000 ecuadoriani potranno leggere e scrivere alla fine di quest’anno grazie all'applicazione del programma cubano di alfabetizzazione "Io sì posso" in 32 cantoni delle province di Pichincha, Pastaza, Tungurahua, Azuay, Carchi e Loja. Finora il programma è stato avviato in 10 municipi, ma con la firma questo giovedì di accordi con le autorità delle citate province, "Io sì posso" comincia a consolidarsi nell'Ecuador, ha evidenziato Enrique Téllez, coordinatore cubano di questo progetto. Questa metodologia di insegnamento ha iniziato a essere applicata il 26 aprile 2004 nel cantone Cotacachi, situato a circa 100 chilometri a nord di Quito, e dopo un anno questo territorio è stato dichiarato libero dall’analfabetismo.

Cuba ha acquistato sul mercato russo un’aeronave commerciale IL-96
28.7 - Cuba ha acquistato un nuovo aeroplano commerciale IL-96 per lunghe distanze costruito dalla Compagnia Aeronautica di Voronezh (CAV), ha reso noto il telegiornale NTV da questa città, situata nel centro della Russia. Viacheslav Salikov, direttore generale della CAV, ha detto che si tratta del primo di due velivoli commissionati dall’azienda Cubana de Aviación. Questa è la prima consegna di esportazione dell’IL-96 che viene realizzata su basi commerciali, ha detto Salikov. Il prezzo delle aeronavi supera i 100 milioni di dollari e Cuba ha già pagato il 15 % del totale, ha indicato. La parte restante verrà bonificata mediante crediti di banche russe ed estere.

Procede il recupero nella provincia cubana colpita dall’uragano
28.7 - La provincia cubana di Granma ripara i danni provocati dall'uragano Dennis e ai lavori di recupero partecipano migliaia di persone. Oltre settemila tetti sono stati riparati in questo territorio, dove Dennis ha causato oltre una decina di morti e abbondanti danni materiali al suo passaggio il 7 giugno. Più di 74.000 persone disastrate permangono ancora in case di familiari e di amici nei municipi di maggiore incidenza del fenomeno meteorologico. Altre 1.207 sono alloggiate in strutture statali. Secondo i mezzi di stampa locali, la strategia delle autorità provinciali è quella di riparare in primo luogo le abitazioni meno danneggiate.

Il film ‘Viva Cuba’ vince un premio in Italia
28.7 - Il film ‘Viva Cuba’, del regista Juan Carlos Cremata, ha ricevuto il premio Percorsi Creativi al XXXV Festival Giffoni, in Italia, l'evento internazionale più antico dedicato al cinema per bambini. Il premio, consegnato dall'Associazione Nazionale di Cinecircoli Giovanili Socioculturali (CGS), è stato assegnato alla pellicola cubana per la sua creatività e freschezza nel processo drammaturgico. In dichiarazioni alla stampa locale, Cremata ha detto che la proiezione del film è stata caratterizzata da continui applausi del pubblico, seguita poi da un dibattito sul primo lungometraggio interpretato soprattutto da bambini cubani.

Al Vertice il Vicepresidente cubano evidenzia la Missione Miracolo
29.7 – A Panama, il Vicepresidente cubano Carlos Lage ha detto che l'integrazione dei paesi parte dalla volontà politica, come dimostra il progetto Missione Miracolo che restituirà la vista a 100.000 venezuelani e a 20.000 caraibici nel corso di un anno. Nel suo discorso durante il IV Vertice dei Dignitari dell'Associazione degli Stati dei Caraibi (AEC), Lage ha riferito che nel contesto dell'Alternativa Bolivariana per le Americhe (ALBA), la Missione Miracolo ha già dato come risultato l'operazione oftalmologica a Cuba di 27.910 venezuelani e di 201 caraibici. "L’aspetto decisivo è la volontà politica, Cuba bloccata e calunniata, può affermarlo. Oggi studiano nelle nostre università 16.364 giovani di 104 nazioni del Terzo Mondo", ha indicato.

Il sottosegretario di Stato degli Stati Uniti per l'America Latina dà le dimissioni
29.7 - Roger Noriega, sottosegretario di Stato aggiunto per l'America Latina, ha rinunciato al suo incarico, come ha annunciato Sean McCormack, portavoce di questo ente governativo. Noriega, un vicino collaboratore dell'ex-senatore ultraconservatore Jesse Helms, era stato confermato nell’incarico dal Congresso nel luglio 2003. Secondo quanto si è appreso, sarà rimpiazzato dal diplomatico di carriera Thomas Shannon, che aveva lavorato con l'attuale segretaria di Stato Condoleezza Rice, quando questa era a capo del Consiglio di Sicurezza Nazionale. Shannon è stato consulente del Presidente George W. Bush e della Rice sulla politica estera verso America Latina e i Caraibi, e deve essere confermato dal Senato. Il dimissionario è stato Ambasciatore del suo paese presso l'OEA, dove si caratterizzò per attaccare i Governi che si allontanavano dalla linea politica della Casa Bianca. Cuba e Venezuela sono stati un bersaglio permanente delle diatribe del funzionario statunitense, anche se la sua sostituzione non varierà la linea di scontro di Washington con questi paesi.

Pubblicato a Cuba un libro sugli attentati della CIA a Fidel Castro
29.7 – "La guerra segreta. Cronologia del crimine 1959-2000", testimonianza rivelatrice sui tentativi di assassinio del Presidente cubano Fidel Castro è stato presentato nella sede dell'Unione degli Scrittori e degli Artisti di Cuba. Scritto dal Generale di Divisione (a riposo) Fabián Escalante Font, il libro comprende una vasta documentazione sulle azioni terroristiche dei Governi statunitensi e della CIA durante il periodo che l'opera prende in esame. Ieri, nelle parole di presentazione, Ricardo Alarcón, Presidente del Parlamento cubano, ha sottolineato l'attualità del testo e la sua importante riflessione sul crimine politico in momenti in cui il noto terrorista Luis Posada Carriles si trova negli Stati Uniti.

Nuova Casa del Habano in Giappone
30.7 - Una nuova Casa del Habano ha aperto le sue porte nella città di Shibuya, nel centro del Giappone, ha reso noto una notizia del portale Cubatravel, del Ministero di Turismo di Cuba. Nel mondo esistono 88 di queste Case che, oltre a vendere tabacco cubano, diffondono la cultura dell'Isola. All'inaugurazione, l'Ambasciatore cubano in Giappone, Orlando Hernández, ha sottolineato le relazioni tra le due nazioni e la qualità del sigaro cubano, secondo Cubatravel. Il locale espone pitture di importanti artisti cubani come Flora Fong e Gilberto Frómeta. La Casa del Habano appartiene alla corporazione internazionale Habanos S.A.

L’Ecuador ringrazia per il sostegno di Cuba ai piani sociali
30.7 - Il Presidente dell'Ecuador, Alfredo Palacio, ha ringraziato per l'appoggio di Cuba ai programmi sociali intrapresi dalle Amministrazioni locali per migliorare le condizioni degli emarginati. Palacio ha partecipato alla firma di vari accordi di cooperazione in differenti rami tra il Consorzio dei Consiglio Provinciali dell'Ecuador (CONCOPE) e Cuba, e con il sistema delle Nazioni Unite. "La mia profonda gratitudine alle sorelle repubbliche che ci hanno sostenuto, la mia gratitudine a Cuba", ha affermato il Presidente in un intervento, dopo la firma degli accordi, nella sede del Governo provinciale di Pichincha, situato nella capitale Quito. Ramiro González, prefetto di Pichincha e massimo rappresentante del CONCOPE, e l'Ambasciatrice cubana in questo territorio, Ileana Díaz Argüelles, hanno firmato gli accordi che promuovono la cooperazione economica, scientifica e tecnica tra le due parti.