Luglio 2003

Fidel presiede la seconda sessione di lavoro sugli studi genetici
1.7 - Con la presenza del Presidente Fidel Castro continuano i dibattiti del Riunione Riassuntiva sugli studi genetici che ha luogo al Palazzo delle Convenzioni di La Habana. Gli esperti che hanno partecipato alla ricerca hanno illustrato alcuni dei dati ottenuti, la ripercussione del programma nelle differenti famiglie interessate e nella società, come la prevalenza delle malattie invalidanti censite. È una ricerca scientifica insolita, fuori dai laboratori, realizzata nella stessa comunità, perché ogni professionista si è trasformato in un vero scienziato, ha detto Jorge Rodríguez González, rettore dell'Istituto Superiore di Scienze Mediche di La Habana. Inoltre si è trasformato in un processo di universalizzazione dell'insegnamento, dove ognuna delle oltre 35.000 persone coinvolte sono state portatrici dell'università nella casa. Questo è un esempio di come possiamo portare una ricerca di grande portata, di livello internazionale, ai municipi più remoti del paese. Per il rigore scientifico dimostrato, la ricerca ha permesso di conoscere a fondo ognuna delle persone handicappate del paese, la prevalenza nella popolazione, l'eziologia di ognuna di queste patologie e le possibili condotte da seguire.

Il Presidente venezuelano, Hugo Chávez, ha fatto una breve visita a Cuba
1.7 - Il Presidente del Venezuela, Hugo Chávez, si è incontrato con il suo omologo cubano, Fidel Castro, in una breve visita di lavoro che ha realizzato a Cuba questa domenica. Secondo una nota ufficiale, i due Presidenti "hanno verificato il compimento dell'Accordo Integrale di Collaborazione" sottoscritto dai due paesi nel 2000. Il breve passaggio a Cuba di Chávez ha evidenziato i legami di amicizia e di solidarietà tra la patria di José Martí e quella di Simón Bolívar, aggiunge il testo, in riferimento rispettivamente agli eroi nazionali di Cuba e del Venezuela. Il capo di stato della nazione sud-americana si è intrattenuto con i pazienti venezuelani che sono assistiti nel Centro Internazionale di Salute ‘La Pradera’, a ovest della capitale, e con gli alunni venezuelani che studiano nella Scuola dei Lavoratori Sociali. Prima di ripartire per il Venezuela, Chávez ha espresso di andare via con una maggior forza nell’impegno che ha con Bolívar e Martí, e con i paesi dell'America Latina e dei Caraibi, afferma la nota.

Terroristi di origine cubana potrebbero essere assolti a Panama
1.7 – A La Habana è stato segnalato che quattro terroristi di origine cubana che avevano tentato di assassinare il Presidente Fidel Castro durante il X Vertice Ibero-Americano dei Capi di Stato (Panama 2000), potrebbero essere assolti nel settembre venturo. Luis "Lucho" Gómez, ex Presidente del Parlamento di Panama e dirigente del Partito Rivoluzionario Democratico, ha avvisato questo lunedì che una campagna montata da alcuni mezzi di comunicazione del suo paese tenta di fare apparire i detenuti come "angioletti", quando mancano appena due mesi alla prossima udienza sul caso. Dietro questo piano, secondo Gómez, vi sono alcune persone che rispondono agli interessi dell'estrema destra cubana di Miami, che stanno preparando il terreno affinché Luis Posada Carriles, Guillermo Novo, Gaspar Jiménez e Pedro Remón escano in libertà. Molte pressioni vengono fatte in tal senso e, perfino, è stato ritirato dalla televisione un programma di varie ore che veniva trasmesso a puntate, nel quale un gruppo di giornalisti panamensi che avevano visitato Cuba, offriva informazione obiettive sulla carriera terroristica dei quattro individui. Gómez ha aggiunto che organizzazioni studentesche, operaie e contadine panamensi e comitati di solidarietà con Cuba che vi sono a Panama hanno manifestato il loro rifiuto a queste pressioni e si battono per il rispetto delle leggi del paese.

Laureati in un’Università cubana studenti di 12 paesi
1.7 – Oltre 40 studenti di 12 paesi hanno concluso i loro studi all'Università di Oriente di Santiago de Cuba, la seconda più antica di Cuba, dove sono stati già formati circa mille professionisti stranieri. Il dottor José Ariosa, capo del Dipartimento di Relazioni Internazionali dell'istituzione, questo lunedì ha reso noto che questa collaborazione è iniziata a Santiago de Cuba nei primi anni del decennio del 1960 e il costo di ogni borsista significa per lo Stato cubano una spesa di circa 13..000 dollari. Ha precisato che, come gli studenti cubani, gli alunni stranieri ricevono l'insegnamento universitario in modo gratuito nella rete dei centri universitari cubani, e per tutto il tempo della durata dei corsi ricevono un stipendio mensile di 100 pesos. I laureati, ha precisato Ariosa, provengono dalle facoltà di Economia, Diritto, Scienze Naturali, Sociali e Umanistiche, Ingegneria Civile, Chimica ed Elettrica. In prevalenza provengono da Angola, Belize, Colombia, Ecuador, Ghana, Guinea Bissau, Repubblica della Guinea, Haiti, Mozambico, Trinidad-Tobago, Zambia e dalla Repubblica Democratica Arabo-Sahariana, ha indicato.

Il cubano Alfredo Sosabravo conquista Napoli
1.7 - L'artista plastico cubano Alfredo Sosabravo ha esposto nella città italiana di Napoli il suo Circo Fantastico, un universo pittorico nel quale l'immaginazione, il colore e un'ironia acuta si danno la mano. Promossa dal Comune napoletano, dall'Istituto di Cooperazione e Sviluppo Italia-Cuba (regione della Campania) e dall'Ambasciata cubana, la mostra - inaugurata lo scorso venerdì – sarà aperta al pubblico fino al prossimo 30 luglio. Un pubblico in maggioranza giovane si è dato appuntamento nelle sale dell'esposizione, il centrico Castell dell'Ovo, per apprezzare il lavoro dell'artista al quale la critica è d'accordo in definire rilevante. Sosabravo presidiò l'apertura di questa collezione che lo conferma come uno degli imprescindibili delle arti visuali del suo paese.

Fidel sottolinea l’importanza degli studi genetici realizzati a Cuba
2.7 - Questa ricerca fa sì che Cuba si trasformi in un punto di riferimento per la conoscenza su temi come il ritardo mentale e altri handicap, ha detto il Presidente Fidel Castro chiudendo lunedì la Riunione sugli studi genetici. Ha spiegato che i lavori realizzati recentemente nel paese, dal punto di vista psico-sociale, psico-pedagogico e genetico, come parte di un programma nazionale di attenzione a persone handicappate, sono scaturiti da un importante numero di attività. Esiste la volontà di applicare ed estendere, perfino ad altre parti dell'emisfero, questa esperienza dalla quale possono essere tratte molte conclusioni e persino principi metodologici, ha sottolineato. Ho imparato moltissimo in breve tempo e mi sento molto soddisfatto, questa esperienza costituisce uno stimolo e il fatto che ci siamo collocati in punti molto avanzati in vari campi non serve per insuperbirci, bensì per andare avanti. Ora siamo patrioti in una dimensione molto più alta, patrioti dell'umanità, ha aggiunto. Aiutare il paese è sopravvivere, perché al di sopra di menzogne e calunnie, abbiamo prestigio e questo ci trasforma in intoccabili, ha precisato Fidel.

Denunciata la recrudescenza del blocco degli Stati Uniti contro Cuba
2.7 – Specialisti cubani hanno denunciato che il blocco che degli Stati Uniti hanno imposto a Cuba per oltre 40 anni ha subito oggi una recrudescenza in tutti i campi. Hanno segnalato che l'amministrazione nordamericana riapre casi come quello del canadese residente a Filadelfia, James Sabsali, che si scontra con le leggi statunitensi perché commercia purificatori di acqua con Cuba e viola le leggi del blocco. I giornalisti hanno reso noto che le autorità nordamericane hanno proibito che gli organizzatori della Fiera di Prodotti Agricoli degli Stati Uniti si recassero a Cuba per preparare una nuova esposizione. Hanno aggiunto che alle aziende nordamericane è stato anche impedito di partecipare a un evento di quel tipo. Secondo i partecipanti alla Tavola Rotonda Informativa, funzionari del Governo hanno affermato che il presidente George W. Bush è impegnato nella piena applicazione del blocco contro Cuba. Al fine di interrompere lo scambio da popolo a popolo, Washington non rinnoverà i permessi per viaggiare a intellettuali, ad artisti o a gruppi culturali. Secondo quanto hanno annunciato i giornalisti, questo martedì partono da 10 città nordamericane i Pastori per la Pace che desiderano celebrare insieme ai cubani il 50° anniversario dell'assalto alla Caserma Moncada.

Il Presidente degli Stati Uniti si incontra con gruppi anticubani
2.7 – Esperti cubani hanno affermato che il Presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, alla ricerca di fondi per la sua campagna elettorale, si è incontrato a Miami, Florida, con i gruppi che premono per politiche contro Cuba. Durante il programma radiotelevisivo Tavola Rotonda Informativa gli specialisti hanno reso noto che il Presidente nordamericano si è recato in Florida, luogo dove è avvenuta la frode elettorale delle elezioni che ha portato Bush alla Casa Bianca, al fine di raccogliere circa due milioni di dollari. Hanno detto che importanti funzionari degli Stati Uniti fanno dichiarazioni contro Cuba benché non riferiscano chiaramente le misure anticubane che il Governo adotterà. Hanno aggiunto che, benché le autorità di Washington dicano di non essere pronte a pronunciare misure contro Cuba, dalla Relazione 2002-2003 di appoggio degli Stati Uniti alla democrazia internazionale si arguisce il modo clandestino e illegale che rivela "il lavoro silenzioso" per sovvertire l'ordine a Cuba.

Chávez ringrazia Fidel Castro per il suo appoggio al piano di alfabetizzazione
3.7 – A Caracas il Presidente del Venezuela, Hugo Chávez, ha ringraziato il suo omologo cubano, Fidel Castro, per l'appoggio disinteressato del suo Governo a una campagna di alfabetizzazione iniziata in Venezuela. Grazie Fidel (Castro), grazie Cuba, per il vostro aiuto al piano ‘Missione Robinson’, ha rimarcato il Presidente in un programma teleradiotrasmesso. Chávez ha rivelato che durante la sua breve visita a La Habana, questo fine settimana, ha visitato diverse strutture nelle quali si stampa la biblioteca familiare, che comprende libri di letteratura universale, latinoamericana e una biografia del Libertador Simón Bolívar. A Cuba "c'è un esercito di gente, volontari, la maggioranza studenti universitari che lavorano per il popolo venezuelano per tutte le 24 ore", ha aggiunto. Allo stesso modo ha messo in risalto il fatto che il Governo cubano ha donato 50.000 televisori e altrettanti video, in forma gratuita. Ho detto a Fidel Castro che il Venezuela era in grado di pagare. Tuttavia ieri salutandomi ha detto, "Chávez non insistere, Cuba non farà pagare un solo centesimo", ha sottolineato lo statista. Secondo Chávez questa cooperazione è una forma di dire al neoliberismo che non è attraverso quella strada selvaggia che integriamo i popoli.

Fidel Castro invia un messaggio ai leader del CARICOM
4.7 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha inviato questo giovedì un messaggio ai Capi di Stato e di Governo dei paesi membri della Comunità dei Caraibi (CARICOM), nel quale si dispiace della sua assenza al Vertice regionale che si svolge a Montego Bay, in Giamaica. "Non ho potuto incontrarmi in questa occasione con i miei fratelli della Comunità dei Caraibi. E credetemi che mi dispiace profondamente", ha espresso nella missiva, letta dal Ministro cubano di Governo Ricardo Cabrisas nella prima sessione di lavoro della riunione inaugurata a Montego Bay. Dopo essersi congratulato con il blocco regionale per i risultati ottenuti nei suoi 30 anni di esistenza, il leader della Rivoluzione cubana afferma che non c'è un altro gruppo di paesi nell'emisfero occidentale che abbia raggiunto quello che ha ottenuto il CARICOM in termini di accordi politici, economici e sociali. Seguiamo con molta attenzione gli attuali sforzi per impostare il Mercato ed Economia Unici della Comunità e la Corte Caraibica di Giustizia, come pure il resto delle iniziative dirette ad affrontare da una posizione di unità le sfide della globalizzazione, aggiunge il messaggio. Ribadisce, inoltre, le proposte di cooperazione fatte dallo statista durante il Vertice Cuba-CARICOM, celebrato a La Habana nel dicembre scorso, e si rallegra per l'incremento della collaborazione bilaterale, soprattutto nei settori dell'educazione e della salute.

Il Vicepresidente cubano soddisfatto per l’utile e vantaggiosa visita in Brasile
5.7 - Il Vicepresidente cubano Carlos Lage si dichiarato soddisfatto della sua visita al Brasile che ha definito utile e vantaggiosa, conclusa con una riunione di oltre tre ore con il Presidente Luiz Inacio Lula Da Silva. In dichiarazioni a Stampa Latina questo venerdì alla partenza, ha detto che "abbiamo avuto in due giorni di permanenza a Brasilia 11 riunioni e incontri di lavoro, principalmente con ministri e altre autorità del nuovo Governo". Lage, il Ministro degli Esteri Felipe Pérez Roque, l'Ambasciatore Jorge Lezcano e altri funzionari hanno composto la delegazione cubana di maggior livello che abbia visitato il Brasile nei sei mesi di mandato di Lula, al cui presa di potere aveva partecipato il Presidente Fidel Castro. Il Vicepresidente del Consiglio di Stato di Cuba e Segretario del Consiglio dei Ministri e del suo Comitato Esecutivo ha aggiunto che "abbiamo potuto ricevere un'abbondante informazione sui problemi, sulla situazione attuale del Brasile, sui propositi e sugli obiettivi del nuovo Governo. Il dirigente cubano ha indicato che negli incontri avuti sono stati riesaminati "ciascuno dei temi della collaborazione bilaterale che senza dubbio stanno ricevendo e riceveranno un notevole impulso nei prossimi anni".

Studio sugli handicappati dimostra il potenziale scientifico di Cuba
5.7 – Una ricerca realizzata a Cuba su persone con ritardo mentale e altri handicap dimostra il potenziale scientifico raggiunto da Cuba dal 1959, hanno affermato a La Habana esperti della materia. Intervenendo questo giovedì nell'abituale programma televisivo Tavola Rotonda Informativa, esperti cubani hanno reso noto che il tasso nazionale di handicappati è considerato dagli scienziati nei parametri dei paesi più sviluppati. A Ciudad de La Habana questo valore è dello 0.64 %, molto al di sotto di alcune città degli Stati Uniti. Secondo i conferenzieri, l'indagine è servita per conoscere e per visitare tutte le persone con qualche tipo di limitazione fisica o mentale e per sviluppare politiche e strategie di lavoro.

Chávez ringrazia per l’aiuto medico di Cuba
7.7 – A Caracas, il Presidente Hugo Chávez ha ringraziato per l'aiuto medico cubano nel piano ‘Nel quartiere’, che cerca di migliorare la qualità di vita dei venezuelani con meno risorse, dopo avere denunciato la campagna diffamatoria dell'opposizione contro il progetto. Il Presidente ha espresso nel programma domenicale teleradiotrasmesso ‘Aló Presidente’ che questa iniziativa è una di quelle più umanitarie del suo Governo, perché soccorre le persone che sono state da sempre escluse. Quelli che criticano devono riconoscere che tutti, come fratelli, abbiamo diritto a vivere con dignità, ha sottolineato accusando i settori dell'opposizione di avere rifiutato il piano perché non hanno mai fatto niente di simile quando erano al Governo. Chávez ha detto che questo programma aiuterà milioni di persone con basse risorse, "fino all’interno dei quartieri, agli anfratti delle montagne e fino all'ultima fattoria, arriverà la mano di questo Governo rivoluzionario". Ha precisato che al progetto ‘Nel Quartiere’ stanno partecipando 485 medici cubani e venezuelani, che hanno assistito finora oltre 122.000 pazienti, sono state effettuate 31.000 visite a domicilio e sono state salvate 351 vite, in solo due mesi.

Aumenta l'arrivo di visitatori in una meta turistica cubana
7.7 – La meta turistica cubana Jardines del Rey, nel centro-oriente del paese, ha accolto 100.000 visitatori durante il primo semestre dell'attuale anno, un 19 % di crescita rispetto allo stesso periodo del 2002, ha reso noto una fonte specializzata. Secondo il settimanale cubano ‘Opzioni’, le installazioni alberghiere dei cayos Coco e Guillermo, situati in questo polo turistico, hanno raccolto in questa fase circa 60 milioni di dollari, di questi 15 milioni come utili, aspetto senza precedenti per il settore. Da gennaio a giugno, segnala la pubblicazione, il Canada si è mantenuto come primo mercato di provenienza, con oltre il 45 % degli arrivi, seguito dal Regno Unito e dalla Germania, benché attualmente arrivino alla cayería del nord turisti di 30 nazioni. Il 15 marzo scorso Jardines del Rey ha accolto il milionesimo turista, dalla sua comparsa sul mercato internazionale nel 1993.

I nuovi sigari Trinidad attirano l’attenzione degli esperti di 150 paesi
8.7 – I sigari continuano a essere al centro dell’attenzione dei fumatori più importanti del mondo, ora con la presentazione di tre nuove misure della marca Trinidad. Questi sigari rappresentano un innovativo particolare nel gusto dei simpatizzanti dei prodotti artigianali cubani, al momento di gustare i: Trinidad Reyes (diametro 40, lunghezza 110 millimetri), i Trinidad Coloniales (44 per 132) e i Trinidad Robusto Extra (50 per 192). L'evento si è svolto questo fine settimana nei saloni dell'elitario Club Habana a La Habana, rivolto a diplomatici e a imprenditori, alla chiusura del XII Convegno di Marketing e Vendite di Sigari Avana, effettuato all’Hotel Nacional de Cuba. Alla cena hanno partecipato oltre 30 distributori in esclusiva del sigaro cubano in 150 nazioni, interessati ad aggiornarsi su questo prodotto e sul suo sviluppo.

Promosso a Cuba l’insegnamento dell'informatica
8.7 - Quando non sono stati ancora chiusi tutti i quaderni dell'attuale corso scolastico, il Ministero dell’Educazione di Cuba ha annunciato un incremento nell’iscrizione alle classi di livello medio di informatica per il periodo 2003-2004. Benigno Menéndez, direttore di Educazione Tecnica e Professionista del MINED, ha reso noto che per l'anno scolastico che incomincerà nel prossimo settembre salirà a 8.500 il numero di posti per la specialità. In questo modo ammonteranno a 28.870 gli alunni che in 47 centri docenti di Cuba studieranno come futuri tecnici di livello medio in Informatica, in corsi della durata di quattro anni. Menéndez ha precisato che per il corso entrante verranno aperti altri due istituti politecnici nella provincia di La Habana e uno, rispettivamente, nelle città di La Habana, Cienfuegos e Guantánamo, per l'insegnamento della specialità.

La Habana e Canada rafforzano la cooperazione nella lotta contro il narcotraffico
9.7 - Cuba e Canada hanno rafforzato la cooperazione bilaterale nella lotta contro il narcotraffico con la firma di un accordo sulla ripartizione dei beni sequestrati, o i loro fondi equivalenti, nelle operazioni antidroga. Questo nuovo accordo stringe ancora di più la cooperazione esistente, ha affermato l'Ambasciatore canadese a La Habana, Michael Small, che ha firmato il documento a nome del Governo del suo paese. Dopo avere sottolineato il buono stato dei legami tra la Reale Polizia a Cavallo del Canada e la Divisione Antidroga del Ministero cubano dell'Interno, il diplomatico ha aggiunto che i beni confiscati saranno utilizzati a fini sociali. Da parte cubana l'accordo è stato firmato dal direttore del Dipartimento dell'America del Nord, Rafael Daussá, che lo ha considerato una dimostrazione palpabile della volontà dei due Governi di incrementare le relazioni in questo campo. Speriamo che questa collaborazione continui ad ampliarsi nell’ambito dei legami amichevoli che uniscono i due paesi, ha precisato Daussá, al termine della cerimonia realizzata questo martedì nella sede del Ministero degli Esteri cubano.

Cuba tra i paesi a più alto sviluppo umano
9.7 – Nonostante decenni di ferreo blocco statunitense, Cuba si mantiene oggi tra i 55 paesi classificati dalle Nazioni Unite ad alto sviluppo umano, secondo una relazione divulgata alle Nazioni Unite. Altri 86 paesi appaiono nella categoria media e 34 fanno parte del gruppo denominato basso, su un'analisi che comprende un totale di 175 paesi. Il Programma specializzato dell'Organizzazione mondiale (PNUD) elabora ogni anno un rapporto che, con criteri di valutazione più realistici e aggiornati, si basa sulle capacità umane create e sulle condizioni essenziali per lo sviluppo. Vengono considerati indici chiave la sicurezza di un'esistenza lunga e salutare, l'accesso garantito all'educazione, un livello di vita decente e il godimento di libertà politiche e civiche per agire nella comunità. A giudicare dal voluminoso studio, Cuba ha oltrepassato abbondantemente nei tre decenni precedenti le mete tracciate dall’ONU, come l’immunizzazione dell'infanzia all’80 % e la riduzione della mortalità a meno di 12 per ogni mille nati vivi.

Il musicista cubano Compay Segundo è seriamente malato
9.7 - Il musicista cubano Compay Segundo, che ha raggiunto la celebrità nel mondo intero a un’età avanzata, è seriamente malato, ha confermato a Prensa Latina l'ufficio che si incarica delle sue relazioni. Da meno di un mese, questa Agenzia aveva saputo dei suoi problemi di salute, benché in quell'occasione suo figlio Salvador Repilado aveva commentato che non vi era niente di particolare, sebbene il medico di famiglia del musicista gli avesse raccomandato il riposo. Ma i disturbi renali si sono intensificati e l'artista ha dovuto cancellare contratti e partecipazioni all'estero. Rimane a riposo nella sua casa di Miramar.

Una lettera al Pubblico Ministero Generale degli Stati Uniti denuncia il brutale trattamento ai detenuti cubani
10.7 - Intellettuali di vari paesi hanno diretto una lettera al Pubblico Ministero Generale degli Stati Uniti, John Ashcroft, definendo brutali, crudeli e degradanti i trattamenti ricevuti da due cubani detenuti in quel paese. I membri del Comitato Internazionale Giustizia e Libertà per i Cinque (CIJLC) che si batte per la scarcerazione di René González, Gerardo Hernández, Antonio Guerrero, Fernando González e Ramón Labañino, hanno detto ad Ashcroft che non esiste alcuna giustificazione politica che copra i maltrattamenti ai prigionieri cubani. La lettera si incentra soprattutto sulle denunce che si sono prodotte recentemente sulla situazione arbitraria vissuta da due di loro, Gerardo e René, ai quali è impedito di essere visitati dalle loro mogli e dalla figlia minore del secondo. Tali misure, indica, violano l'Insieme dei Principi per la protezione delle persone sotto qualunque forma di detenzione e non esiste nella storia del diritto alcuna giustificazione o norma che protegga i trattamenti crudeli, umilianti e inumani verso i prigionieri e i loro familiari.

Gli Stati Uniti tollerano il traffico di armi a fini terroristici
10.7 - Cuba ha indicato alle Nazioni Unite che il traffico illecito di armi piccole e leggere, tollerato dal Governo statunitense, ha favorito l'attuazione di molte azioni terroristiche subite dal popolo cubano. L’Ambasciatore cubano presso l'ONU, Bruno Rodríguez, ha fatto riferimento anche all'impiego a questi fini di armi registrate negli Stati Uniti, intervenendo in una riunione biennale dedicata al programma di azione per il controllo di detti strumenti mortali, intrapreso due anni fa. Le stesse autorità nordamericane, ha aggiunto, hanno sequestrato alcune di queste armi, "benché i loro possessori e proprietari siano stati poi assolti in processi farsa in Tribunali poco seri, contro i quali neppure il Governo vi ha fatto ricorso". Il diplomatico cubano ha ribadito l'appoggio di Cuba al programma di azione, ma senza ignorare che manca di stabilire che si permetta il trasferimento di armi unicamente tra Governi o enti autorizzati a ciò e che venga proibito il commercio e il possesso senza restrizioni. A sua volta Cuba ha riaffermato il diritto di tutti gli Stati di fabbricare, importare e custodire armi piccole e leggere per le loro necessità di sicurezza e di legittima difesa, in conformità con l'articolo 51 della Carta dell'ONU.

Condannati al carcere trafficanti di droga cubani e stranieri
10.7 - A pene che vanno dai 13 anni di prigione fino all’ergastolo sono stati condannati cinque cittadini di Curaçao, due della Spagna e sette di Cuba che formavano una rete di traffico illegale di droga, ha comunicato una nota ufficiale. Una così grave sfida alla sicurezza nazionale del paese non poteva avere altra risposta, segnala la nota che questo mercoledì rivela ampi dettagli della cosiddetta Rete Curaçao, diretta da un abitante di quell'isola, che le autorità cubane hanno definito "un assassino" e "un terrorista in libertà". Secondo quanto dichiarato dai cinque cittadini di Curaçao arrestati dalle autorità cubane, in tre viaggi a Cuba hanno portato nel loro stomaco circa duemila capsule di cocaina, di 10 grammi ognuna, che equivale a 20 chilogrammi di droga, oltre ad alcuni capsule di hascish, richieste dai venditori. Da tale quantità, precisa l'informazione, i narcotrafficanti normalmente preparano circa 666.660 dosi da 30 milligrammi di cocaina pura ognuna.

Affermato che la solidarietà con Cuba gode di buona salute
11.7 - Il movimento di solidarietà con Cuba gode di buona salute e cresce nella misura in cui il Governo degli Stati Uniti minaccia di più la Rivoluzione, ha affermato a Camagüey il Presidente dell'Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli, Sergio Corrieri. Nel momento in cui l'amministrazione del Presidente George W. Bush ha un atteggiamento sempre più ostile verso Cuba che può arrivare perfino all'aggressione militare, il movimento di solidarietà risponde con più sostegno e più dimostrazioni di amicizia, ha aggiunto. Quest’anno, ha indicato, sono venuti a Cuba più gruppi di nordamericani che mai, nonostante l'ostilità della Casa Bianca e delle restrizioni imposte ai viaggi dei suoi cittadini a Cuba, le multe e le minacce. Gli Stati Uniti e la Spagna, con campagne mediatiche forti contro Cuba, sono gli Stati che hanno più gruppi di solidarietà con la nazione caraibica, ha fatto rilevare il funzionario. Nonostante l'enorme propaganda contro Cuba, il movimento di solidarietà si sviluppa e anche dentro gli Stati Uniti gode di buona salute, ha sottolineato Corrieri.

Cuba firma un accordo con il porto nordamericano di Corpus Christi
11.7 – Un momento storico è stata definita a La Habana la firma di un accordo che permetterà di utilizzare il porto texano di Corpus Christi per trasportare a Cuba le merci acquistate dall'Isola negli Stati Uniti. Firmato dal presidente della Commissione portuale di Corpus Christi, Rubén Bonilla, e dal direttore dell'Azienda cubana Commercializzatrice di Alimenti (ALIMPORT), Pedro Alvarez, l'accordo è il primo del suo tipo tra i due paesi da quando Washington ha imposto un blocco unilaterale a La Habana oltre 40 anni fa. In tal senso, i due imprenditori hanno espresso speranze sul fatto che il memorandum firmato questo giovedì a La Habana contribuisca all’eliminazione delle restrizioni commerciali, finanziarie ed economiche imposte dagli Stati Uniti dopo il trionfo della Rivoluzione cubana nel 1959. Il documento stabilisce l'uso dell'installazione portuale del meridionale stato nordamericano per spedire verso Cuba i prodotti acquistati da ALIMPORT, come risultato delle transazioni commerciali realizzate negli ultimi mesi.

Comitati mondiali denunciano le violazioni sui cubani detenuti negli Stati Uniti
12.7 – Oltre 190 comitati per la liberazione dei cinque cubani detenuti nelle carceri degli Stati Uniti operano oggi nel mondo per denunciare le violazioni che vengono commesse contro di loro, hanno indicato esperti cubani. Hanno sottolineato la richiesta di 300 parlamentari messicani per un nuovo processo a questi giovani, che è stata considerata un'azione di solidarietà eccezionale verso i cinque cubani detenuti ingiustamente negli Stati Uniti. Hanno annunciato che un gruppo di 107 personalità del mondo hanno richiesto alle autorità nordamericane di concedere il visto a Olga Salanueva, moglie di René González, e a sua figlia Ivette di cinque anni, come pure ad Adriana Pérez, moglie del detenuto Gerardo Hernández Nordelo. Durante il programma Tavola Rotonda Informativa, Jacinto Valdés, presidente dell'Alleanza dei Lavoratori di Miami, che recentemente ha fatto visita a René, ha affermato di averne ricavato l'immagine di un uomo sicuro e deciso.

Il Presidente brasiliano visiterà Cuba in settembre
12.7 - Il Presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva visiterà Cuba alla fine di settembre, dopo avere partecipato all'Assemblea Generale dell'ONU, ha annunciato l'Ambasciatore brasiliano a La Habana, Tilden Santiago. Il diplomatico, che era stato nel Palazzo di Planalto per un'udienza con il Presidente in carica José Alencar mentre Lula si trovava in Portogallo, ha detto che questa visita risponde all'invito fatto dal Presidente Fidel Castro quando era andato alla presa di potere del governante brasiliano lo scorso 1° gennaio. Ha spiegato che Lula troverà lo spazio nella sua intensa agenda di viaggi internazionali per rispondere a quell'invito e ha aggiunto che rimarrà due giorni a Cuba, in "un incontro di governo e di firma di accordi che verranno prossimamente preparati".

Attracca a Cuba il primo mercantile nordamericano in quattro decenni
12.7 – La Helen III, chiatta gestita dalla compagnia navale Maybank, è diventata questo venerdì la prima imbarcazione da carico con bandiera ed equipaggio statunitensi che attracca in un porto cubano da quando Washington ha imposto un blocco a Cuba nel 1962. L'imbarcazione ha portato a La Habana un carico di 6 tonnellate metriche di legno e 1.614 tonnellate metriche di carta, acquistate negli Stati Uniti dall’azienda cubana di commercializzazione di alimenti ALIMPORT. Dopo il passaggio dell'uragano Michelle per Cuba nel novembre 2001, il Governo statunitense propose a quello cubano l'invio di aiuti umanitari, benché l'importo di questi fosse condizionato a una valutazione fatta da esperti statunitensi. La Habana ha ringraziato per il gesto, ma invece di questo ha preferito optare per l’acquisto diretto delle merci necessarie sul mercato nordamericano, nonostante che bisognasse effettuare i pagamenti in contanti. Secondo il direttore di ALIMPORT, Pedro Alvarez, che è accorso questo venerdì al porto di La Habana a ricevere la nave insieme al presidente della compagnia navale statunitense, Jack Maybank, Cuba ha acquistato 1.400.000 tonnellate di prodotti negli Stati Uniti per un valore intorno ai 480 milioni di dollari.

Messo in evidenza un "duro colpo" a ‘Reporter senza Frontiere’ per oltraggio al Che
12.7 - Un tribunale parigino ha inferto un duro colpo al gruppo di destra ‘Reporter senza frontiere’, proibendo l'uso di una foto del Che, presa dall’obiettivo di Alberto Korda, nella sua campagna contro Cuba. Sotto il titolo di ‘Menar trasquilado’, il giornalista Pedro de la Hoz, segnala come l'immagine era stata stampata su un depliant, con cui "il gruppo pretendeva di intimorire i turisti francesi che avevano scelto Cuba come destino per le vacanze". Al viso del guerrigliero, preso in un'istantanea durante le esequie delle vittime dell'attentato terroristico alla nave ‘La Coubre’, nel 1960, era stata sovrapposta l'immagine di un poliziotto antisommossa "repressore della rivolta studentesca del maggio 1968 a Parigi e una veste denigratoria della situazione dei diritti umani a Cuba". Gli attivisti del gruppo avevano distribuito le foto all'aeroporto di Orly, a sud di Parigi, ai turisti in partenza per Cuba. La denuncia è stata fatta da Diana Díaz López, figlia di Korda ed erede dei suoi diritti su proprietà intellettuale, che ha interposto un ricorso d’urgenza al tribunale di Grande Istanza di Parigi, che ha emesso la sentenza a suo favore mercoledì scorso.

Cautela sul verdetto del processo a un sequestratore cubano negli Stati Uniti
12.7 - Cuba si è mostrata cauta nell’apprendere il verdetto del processo celebrato in Florida a un cubano per il sequestro di un aeroplano passeggeri di Cuba il 31 marzo scorso, secondo una nota resa pubblica questo venerdì dal quotidiano ufficiale Granma. Nonostante si sia saputo che Adelmis Wilson González - che avvalendosi di due granate aveva obbligato l'equipaggio di un'aeronave AN-24 di Cubana de Aviación a deviare negli Stati Uniti – sia stato dichiarato colpevole, il quotidiano ha indicato che bisognerà aspettare che venga proclamata la sentenza definitiva, il prossimo 19 settembre. Nel processo che è terminato ieri a Cayo Hueso, la giuria di un Tribunale Federale del Sud della Florida, davanti alla quale hanno testimoniato il pilota cubano Jorge Armando Rojas e l'assistente di volo Salvador Requeni Robles, ha giudicato Wilson colpevole per il delitto di pirateria aerea. Riferisce la nota che, secondo informazioni di stampa, l'imputato potrebbe subire una condanna fino a 20 anni di carcere, ma fonti giudiziarie hanno affermato ad agenzie di stampa che la sentenza potrebbe essere più severa e arrivare alla pena capitale.

Gli iscritti alle università cubane vicino al record storico
12.7 – Gli iscritti alle università cubane si avvicineranno al loro massimo storico nel prossimo settembre, quando questi centri di insegnamento raggrupperanno circa 300.000 studenti. Dichiarazioni del Ministro dell’Educazione Superiore di Cuba, Fernando Vecino, indicano proprio la crescita degli studenti (a solo 10.000 dal record) come una delle sfide più importanti del corso scolastico 2003-2004. Non meno importante, ha aggiunto, sarà l'introduzione nelle università di nuovi programmi della Rivoluzione e l'assimilazione e la preparazione di migliaia di professori aggiunti e di centinaia di giovani nelle facoltà. Il Ministro ha informato che nel periodo di lezione che finisce questa estate, che ha definito positivo, si sono laureati oltre 17.000 giovani.

E’ morto Compay Segundo, una delle glorie della musica cubana
14.7 - Il musicista cubano Compay Segundo, una delle figure emblematiche della cultura cubana, è morto oggi a La Habana quando gli mancavano solo alcuni mesi per arrivare a 96 anni, che avrebbe compiuto a novembre. Il suo stato di salute aveva avuto un progressivo deterioramento negli ultimi mesi per uno scompenso metabolico acuto con insufficienza renale che ha condotto a un quadro grave e a complicazioni come l'innalzamento del PH e dei livelli di creatinina. Non potendo eliminare i rifiuti tossici, il suo sangue si è sempre più inquinato. Francisco Repilado – il suo vero nome – è deceduto nella sua casa di Miramar dove permaneva al riparo dell'affetto dei suoi familiari e circondato della sua musica, dai premi, dalle onorificenze e dai ricordi accumulati durante la sua vita. Oriundo della provincia di Santiago de Cuba, all'estremo orientale dell'Isola, la sua ultima volontà è stata quella che le sue spoglie riposassero in questa terra, alla quale si sentiva strettamente legato, e che la Banda di questa città, della quale fu primo leggio e clarinettista, accompagnasse i suoi resti nel percorso al cimitero di Santa Ifigenia. La sua morte lascia un vuoto irrecuperabile nella musica cubana, nella quale rimarranno sempre per pezzi come Macusa e il Chan Chan che ha girato il mondo.

Villa Clara: la provincia con più anziani di Cuba
14.7 - La centrale provincia cubana di Villa Clara è considerata oggi la più "invecchiata" del paese, perché il 17 % della sua popolazione supera i 60 anni, anche se secondo alcune stime la cifra dovrebbe avvicinarsi al 20 %. Secondo l'edizione digitale del quotidiano ‘Vanguardia’, in questo territorio è priorità della Salute Pubblica un programma rivolto all'anziano che conta già su 14 ‘Case dei Nonni’ per lo sviluppo di una vecchiaia equilibrata. Villa Clara, situata a circa 300 chilometri da La Habana, riorganizza i suoi Circoli dei Nonni, che ammontano a oltre 1.200. In questi sono integrate 58.467 persone. Un interesse speciale è verso gli anziani che vivono da soli, mediante un aiuto monetario a quelli di basse entrate. Inoltre li si aiuta nella pulizia della casa, possono recarsi a mense o ricevono alimenti mediante servizi a domicilio, insieme ad altri cibi buoni offerti dal sistema di Assistenza Sociale. Già ai municipi arriva l'Università dell'Anziano come eccellente modo per incrementare le conoscenze, tanto che la sua cattedra conta sul riconoscimento a livello nazionale per i risultati integrali in materia di miglioramento. Secondo statistiche di previsione, Cuba sarà il paese più "invecchiato" dell'America Latina quando arriverà l'anno 2010.

Cuba in lutto per la morte di Compay Segundo
15.7 – Questo lunedì, la morte di Francisco Repilado, universalmente conosciuto come Compay Segundo, ha ricoperto di lutto i cubani che si sono svegliati con la notizia del suo decesso. Repilado è morto all'alba, a 95 anni. Da vari mesi soffriva per uno scompenso metabolico acuto con insufficienza renale. Un quadro grave, secondo la diagnosi dei suoi medici di famiglia, che ha provocò complicazioni come l'innalzamento del PH e del livello di creatinina. Il suo sangue si è contaminato senza speranza. Come sua ultima volontà, i suoi resti sono stati trasportati a Santiago de Cuba, la sua terra natale, dove riceveranno sepoltura nel cimitero di Santa Ifigenia. Pochi giorni prima di morire, aveva chiesto anche che la Banda Municipale di Santiago, della quale fu clarinettista e primo leggio, l'accompagnasse nel suo percorso. Negli ambienti culturali e artistici regina una tristezza profonda. Siamo costernati, sono stati d'accordo nell’affermare scrittori e musicisti come Waldo Leyva, José María Vitier e César Portillo de la Luz. Lui era un emblema di cubanía, quella cubanía profonda che nutriva la sua musica e che traspariva nei versi delle sue canzoni, hanno sottolineato. La sala funebre di Calzada y K, dove i resti di Compay Segundo hanno ricevuto l’omaggio postumo degli abitanti di La Habana, è stato un brulichio umano nel quale si sono confusi, uniti dalla stessa tristezza, artisti, intellettuali e gente semplice, di popolo.

Gli Stati Uniti hanno violato i principi olimpici per avere negato il visto agli atleti
15.7 - Il Governo degli Stati Uniti ha violato i principi olimpici, negando il visto alla squadra di tiro con l’arco di Cuba per la sua partecipazione al Mondiale della specialità che è iniziato questo lunedì a New York. Per Vladimir Picart, Consigliere Legale dell'Istituto Cubano dello Sport, tale azione costituisce un affronto alla Carta Olimpica che propugna lo sport come motore per lo sviluppo della pace e dell'amicizia. Allo stesso modo, è una violazione degli impegni del paese sede e del Comitato Organizzatore con la Federazione Internazionale, in questo caso la FITA, ha insistito il giurista. La cosa grave del caso è che questo torneo vale come prova per l’ammissione ai Giochi Olimpici del 2004 e gli arcieri cubani si sono visti privati così del loro diritto a gareggiare a New York alla ricerca di ottenere il visto per l'appuntamento quadriennale.

Tre morti e un bambino ferito a Cuba in un tentativo di sequestro di un’imbarcazione
16.7 - Tre morti e un bambino di 10 anni gravemente ferito è il bilancio di un nuovo tentativo di sequestro di un'imbarcazione da pesca che è avvenuto nella provincia di Pinar del Río. Una nota del Ministero dell'Interno precisa che il minorenne è rimasto colpito alla testa da uno sparo durante l’azione, avvenuta questo lunedì nel porto da pesca di La Coloma. Gli individui, che avevano una pistola calibro 45 e un coltello da 34 centimetri, erano accompagnati da una donna e dai suoi due figli di 17 e 10 anni. Per abbordare l'imbarcazione, gli assalitori hanno percosso e ferito il custode del molo e gli hanno strappato una pistola calibro 38, riferisce l'informazione ufficiale. Non sapendo come manovrare l’imbarcazione, i malviventi hanno con la forza intimato a un marinaio di metterla in moto, ma questo, in un momento di disattenzione dei sequestratori, si è lanciato in acqua ed è fuggito. Secondo la nota, si ignorano ancora le cause o i contrasti sorti tra i criminali che hanno originato una sparatoria all’interno dell’imbarcazione. Dopo una cauta esplorazione, le forze dell'ordine sono entrate nell’imbarcazione e hanno scoperto i tre uomini che giacevano immobili, due di loro morti e l'altro inconscio con un colpo alla testa, che è stato trasportato con urgenza all'ospedale provinciale, dove successivamente è deceduto.

Cuba esige dalle Bahamas o dagli Stati Uniti la consegna dei sequestratori di un’imbarcazione
16.7 - Cuba ha richiesto alle autorità delle Bahamas o degli Stati Uniti l'immediata consegna dei sequestratori di un'imbarcazione, in virtù degli accordi migratori sottoscritti tra le parti. "Da ora in poi compete alle autorità delle Bahamas o degli Stati Uniti adempiere gli Accordi Migratori sottoscritti tra quei Governi e Cuba, a partire dai quali devono essere consegnati a Cuba l'imbarcazione e i sequestratori", ha rimarcato un documento ufficiale. Una nota del Ministero dell'Interno di Cuba ha reso noto che all'alba di questo martedì un'imbarcazione di un'azienda locale nella provincia di Camagüey è stata sequestrata da un numero imprecisato di persone, per dirottarla verso le coste nordamericane. Il testo precisa che l'imbarcazione rapita, prendendo rotta verso nord, è entrata in acque sotto la giurisdizione delle Bahamas, aspetto che ha impedito da quel momento il suo inseguimento da parte delle Truppe Guardafrontiere cubane. Attraverso il Servizio di Guardacoste nordamericano, si è appreso che la Casa Bianca non aveva intenzione di intercettare né di fare alcunché in relazione all'imbarcazione, e che questo fatto rientrava nelle decisioni di Cuba. Cuba ha risposto che non è sua la politica di assaltare in alto mare imbarcazioni sequestrate con a bordo persone per i gravi rischi di incidenti e di perdite di vite che questo comporta, indica la nota.

Definite impressionanti le esequie a Cuba di Compay Segundo
16.7 – Le esequie del famoso musicista cubano Compay Segundo sono diventate un’impressionante manifestazione di dolore popolare quando questo martedì migliaia di santiagueros hanno accompagnato il feretro fino al cimitero Santa Ifigenia, a Santiago de Cuba. Al suo passaggio per le strade centrali di Santiago de Cuba, il feretro è stato ricoperto da una pioggia di petali di fiori lanciati dai balconi delle case, così come fanno ogni anno durante la processione popolare per la morte di Frank País García, dirigente rivoluzionario assassinato il 30 luglio 1957. Lino Betancourt, musicologo, biografo e autore del libro Compay Segundo, ha dato l’estremo saluto di fronte al Padiglione delle Forze Armate Rivoluzionarie, nel cimitero di Santiago.

Gli intellettuali denunciano il tentativo dell’UE di limitare gli scambi
16.7 - L'Unione degli Artisti e degli Scrittori di Cuba (UNEAC) ha denunciato il tentativo dell'Unione Europea (UE) di limitare gli scambi culturali tra i suoi paesi e Cuba, ricordando il 214° anniversario della Presa della Bastiglia con un concerto nel Teatro Amadeo Roldán al quale ha assistito il Ministro della Cultura, Abel Prieto. Il musicista e compositore cubano Leo Brouwer ha iniziato il galà con la lettura di una dichiarazione dell'UNEAC che afferma che "la riduzione degli scambi culturali non hanno nulla a che vedere con l'opinione dei popoli dell'Europa né con lo spirito dei francesi di quel 14 luglio 1789". Brouwer, presidente della Filarmonica Nazionale, ha ricordato che, tra le misure prese contro Cuba dall'UE, c'è n’è una che offende particolarmente il nostro popolo, sempre più colto, i suoi intellettuali e i suoi artisti: la riduzione degli scambi culturali. I popoli dell'Europa non hanno nulla a che vedere con una misura tanto ignobile che attenta allo spirito del 14 Luglio. "Ma ci sono quelli che ignorano queste belle tradizioni e ora si piegano davanti all'impero neofascista: e seguono quelli che organizzarono ieri la controrivoluzione da Coblenza, quella Miami della Rivoluzione Francese, e quelli che hanno collaborato da Vichy", ha enfatizzato.

Terminato il secondo plastico di una città cubana
17.7 - Il plastico di Santiago de Cuba, la seconda per importanza di Cuba, è in fase di terminazione nel pieno cuore del suo centro storico, hanno reso noto autorità dell'Ufficio del Conservatore della Città. Questa sarà la seconda installazione di questo tipo a Cuba dopo quella di La Habana e fa parte delle opere che sono state terminate a Santiago in occasione della celebrazione il prossimo giorno 26 della cerimonia nazionale per il 50° anniversario dell'assalto alla caserma Moncada. Jesús Rivaflecha, direttore dell'Azienda di Restaurazione di Monumenti aderente all'OCC, ha indicato che il plastico avrà un significativo valore pratico per proiettare lo sviluppo urbanistico, che si sommerà ai suoi attributi culturali e di intrattenimento. Santiago de Cuba è la settima delle prime città fondate dagli spagnoli a Cuba nel secolo XVII, topograficamente è considerato un città-veranda ed è l'unica che ostenta il titolo di Eroe della Repubblica di Cuba, per i suoi rilevanti contributi nelle lotte di liberazione del popolo cubano.

Senatori criticano il Governo degli Stati Uniti per avere impedito l’esposizione a Cuba
18.7 - Senatori statunitensi hanno definito una violazione alle leggi federali la decisione del Governo di negare le licenze corrispondenti per la realizzazione di due esposizioni imprenditoriali nordamericane a Cuba, nel gennaio prossimo. Un gruppo di 10 membri della Camera Alta del Congresso (democratici e repubblicani) ha inviato una lettera di protesta ai rispettivi segretari di Stato e del Tesoro, Colin Powell e John Snow. Nella missiva, i senatori hanno denunciato la misura governativa come una violazione delle leggi che permettono la vendita di medicine e di alimenti a Cuba, approvate nel 1992 e nel 2000. Propriamente, le esposizioni statunitensi sono previste nei settori agricoli e della salute, dirette a promuovere la vendita di farmaci e di commestibili che beneficeranno il popolo cubano, afferma il documento. Secondo il testo, Washington ha negato anche permessi di recarsi a Cuba ad altre organizzazioni umanitarie, educative e culturali.

Migliora il bambino ferito nel tentativo a Cuba di sequestro di un’imbarcazione
18.7 - Il bambino Gerardo Contreras, di 10 anni, ferito gravemente durante il tentativo di sequestro di un'imbarcazione nell'occidentale provincia cubana di Pinar del Río, mostra miglioramenti e mantiene un'evoluzione favorevole. Un bollettino medico emesso questo giovedì afferma che nelle ultime ore non sono apparse nuove alterazioni neurologiche, e il paziente è cosciente, ben orientato e comunicativo con l’ambiente. Secondo la nota, Contreras rimane ricoverato nell'Ospedale Pediatrico Provinciale Docente ‘Pepe Portilla’, di questo territorio.

Arrivati in Venezuela altri 150 medici cubani
18.7 - Altri 150 medici cubani sono arrivati a Caracas per integrarsi al piano "Nel Quartiere", nel quale prestano servizio a comunità popolari situate sulle colline che circondano Caracas. L'Ambasciatore di Cuba in Venezuela, Germán Sánchez Otero, questo giovedì ha reso noto che, attualmente, circa 650 medici cubani sono già integrati a tale progetto. Altri 500 o 600 dovranno arrivare il più rapidamente possibile su richiesta delle autorità venezuelane per oltrepassare i mille medici necessari per l’assistenza ai villaggi di minori risorse. Questi professionisti hanno oltre 12 anni di esperienza nell'assistenza primaria della salute e saranno dislocati nei municipi vicino a Caracas, Sucre e Libertador, secondo quanto reso noto.

Il Presidente del Parlamento cubane respinge nuove accuse degli Stati Uniti
19.7 - Il Presidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular di Cuba, Ricardo Alarcón, ha negato che Cuba interferisca nelle trasmissioni televisive dagli Stati Uniti verso l'Iran, accusa che ha definito una nuova manovra anticubana. I nemici della Rivoluzione (cubana) non sanno più cosa inventare per tentare di giustificare un'aggressione contro Cuba, ha segnalato il dirigente parlamentare durante un incontro con le brigate di solidarietà Juan Ríus Rivera (Puerto Rico) e Nordica (Norvegia), nella centrale provincia di Ciego de Avila. Alarcón ha ricordato che l'amministrazione del Presidente George W. Bush, l'estrema destra statunitense e i gruppi anticubani della Florida non la finiscono con i loro piani per annientare Cuba. Mezzi internazionali di stampa sono diventati eco negli ultimi giorni di dichiarazioni di dirigenti e funzionari governativi statunitensi che accusano Cuba di interferire in diverse trasmissioni di televisioni private e statali emesse da Los Angeles, in particolare in programmi che criticano il Governo dell'Iran.

Alarcón mette in evidenza il significato di un album sul terrorismo contro Cuba
21.7 - Il Presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, ha messo in evidenza il valore documentale di un album sulle azioni terroristiche contro Cuba in oltre quattro decenni, che diverrà una fonte di consultazione a suo giudizio indispensabile. Presentando ‘Cuba, la storia non raccontata’ - 264 pagine e 704 foto nelle quali la descrizione dei fatti è sostenuta da documenti declassificati, facsimili, testimonianze e dichiarazioni di funzionari nordamericani – ha definito il libro "un sommario eloquente e preciso", che illustra un dramma vissuto per quarant’anni dai cubani.

Fidel Castro definisce un esempio le scuole per lavoratori sociali
22.7 - Il Presidente Fidel Castro ha considerato che le scuole cubane per lavoratori sociali hanno dato un esempio al mondo, specialmente alle società capitaliste, nelle quali esiste un numero infinito di problemi da risolvere. Ora possiamo domandare a quelli che pretendono affermare l'infamia che a Cuba vengono violati i diritti umani, dove sono le loro scuole e le loro università per lavoratori sociali, ha espresso il leader cubano nella cerimonia di abilitazione di 3.363 allievi di quello tipo di insegnamento. Questo lunedì, con un discorso di poco meno di un’ora, Fidel Castro ha fatto la storia della nascita di queste istituzioni e delle necessità sociali che hanno reso necessaria la creazione di queste istituzioni. Avevamo già scoperto alcuni problemi sociali e avevamo bisogno di una forza per affrontarli, erano vecchie ingiustizie, non sistemate perché non avevamo le risorse per risolverle ha precisato il Presidente, che ha segnalato che nelle indagini effettuate a La Habana è emersa la relazione tra educazione, cultura e delitto. Ha messo in risalto, inoltre, la nobiltà della professione e l'alto riconoscimento sociale che avranno i nuovi professionisti. Secondo il Presidente cubano questo programma, come altri promossi dal Governo come i cambiamenti nel sistema educativo, il canale educativo e la municipalizzazione dell'educazione universitaria, sono "grandi passi di una società che aspira ad essere vera e completamente giusta".

La riconsegna dei sequestratori onora gli accordi migratori tra Cuba e Stati Uniti
22.7 – Questo lunedì Cuba ha considerato che la riconsegna da parte degli Stati Uniti delle persone che la settimana scorsa avevano sequestrato un'imbarcazione per recarsi in quel paese è completamente in linea agli Accordi Migratori sottoscritti tra i due Governi nel 1994 e nel 1995. La riconsegna a Cuba dei partecipanti nel sequestro dell'imbarcazione è coerente alla lettera e allo spirito degli accordi migratori con cui i due Governi si sono impegnati a "dirigere l’emigrazione cubana verso canali sicuri, legali e ordinati", segnala una nota ufficiale. Negli accordi, aggiunge, sia La Habana sia Washington si sono accordati per "opporsi e per impedire l'uso della violenza da parte di tutte le persone che cerchino di arrivare o che arrivino negli Stati Uniti da Cuba, mediante il dirottamento forzato di imbarcazioni". Prendendo in considerazione le circostanze eccezionali di questo caso, aggiunge, le autorità cubane cercheranno di limitare le sanzioni relative a non oltre 10 anni di carcere per i principali responsabili dei delitti di furto con la forza dell'imbarcazione e del sequestro di persone.

Gli Stati Uniti avvisano che processeranno i sequestratori di imbarcazioni e di aerei cubani
22.7 - Gli Stati Uniti applicheranno tutto il rigore della legge contro qualsiasi persona, compreso i cubani, che sequestri un'imbarcazione o un aereo e che riesca a emigrare illegalmente verso gli Stati Uniti, ha avvisato questo lunedì a La Habana la Sezione di Interessi di Washington. I presunti sequestratori resteranno in carcere fino al processo, e se saranno dichiarati colpevoli sconteranno lunghe pene nei penitenziari federali, afferma una nota consegnata questo lunedì alla televisione cubana dal capo della missione diplomatica nordamericana a La Habana, James Cason. Allo stesso modo, aggiunge, saranno dichiarati non idonei a ottenere la residenza permanente negli Stati Uniti. Il testo nega recenti dicerie su un cambiamento della politica migratoria degli Stati Uniti verso Cuba, e allo stesso tempo manifesta la disposizione della Casa Bianca a intercettare i mezzi di trasporto sequestrati. Qualunque emigrante cubano che faccia resistenza agli agenti federali durante il suo arresto dovrà aspettarsi tutta la forza del sistema legale statunitense, aggiunge.

Esperto cubano rieletto alla presidenza di un organismo dell'ONU
23.7 - Il gruppo di lavoro delle Nazioni Unite sulle Popolazioni Indigene ha rieletto presidente per acclamazione il dottor Miguel Alfonso Martínez, professore dell'Istituto di Relazioni Internazionali di La Habana. L'elezione è avvenuta questo martedì all’inizio dei lavori di questo gruppo del suo XX periodo di sessioni, a Ginevra. Alfonso Martínez rappresenta in questo importante organismo il collettivo di esperti dell'America Latina e dei Caraibi nella sottocommissione dei Diritti Umani, di cui è uno dei membri con più anzianità.

Cubani residenti negli Stati Uniti condannano le aggressioni contro Cuba
24.7 - Organizzazioni di cubani residenti negli Stati Uniti hanno condannato a La Habana la politica di aggressione permanente mantenuta dai Governi nordamericani contro Cuba per oltre 40 anni. "Respingiamo qualunque politica o misura il cui proposito, diretto o segreto, sia quello di sovvertire la pace e la sicurezza del popolo cubano", esprime un messaggio diffuso questo mercoledì a La Habana dall'Alleanza dei Lavoratori della Comunità, dalla Brigata Antonio Maceo e dall'Alleanza Martiana. Il documento è firmato anche dall'Associazione Martí, da Riscatto Culturale Afrocubano, dalla Lega di Difesa Cubano-Americana e dalla Coalizione di Miami contro l’Embargo a Cuba. Le sette organizzazioni hanno richiesto inoltre "l’eliminazione senza condizioni" del blocco economico, finanziario e commerciale imposto da Washington a La Habana dal 1962, e della Legge di Aggiustamento Cubano (1966) che privilegia con permesso di residenza e di lavoro i cittadini di Cuba che giungono illegalmente negli Stati Uniti.

Cubana de Aviación inaugura il volo tra Barcellona e Santiago de Cuba
24.7 – Oltre 80 passeggeri spagnoli sono arrivati questo mercoledì a Santiago de Cuba con il primo volo della rotta tra Barcellona e questa città orientale della compagnia Cubana de Aviación che realizzerà questo volo con una frequenza settimanale fino a settembre. I visitatori sono stati ricevuti all'aeroporto Antonio Maceo, con dimostrazioni di folclore cubano, dato l'ambiente carnevalesco della città, famosa per il colore e per l’allegria che inonda i suoi abitanti in questi giorni.

Cuba conquista il VI Torneo Panamericano Giovanile di Baseball
24.7 - Cuba ha conquistato il VI Torneo Panamericano Giovanile di Baseball battendo gli Stati Uniti per 8-4 allo Stadio Tio Dau di Curaçao. E’ questa la 45° vittoria consecutiva dei cubani in incontri continentali di questa categoria. In questo modo la squadra cubana, attuale campione mondiale della categoria, ha riconfermato il suo titolo panamericano.

Arrivato a Cuba il primo carico di bestiame statunitense dopo 40 anni
25.7 – Il primo carico di bestiame bovino acquistato da Cuba negli Stati Uniti, da quando questo paese ha imposto nel 1962 all’Isola un ferreo blocco economico, commerciale e finanziario, è arrivato questo giovedì a La Habana con una nave che opera per la compagnia navale statunitense ‘Croo ley’. L’acquisto dei capi di bestiame era stato negoziato durante la fiera di prodotti agro-alimentari statunitensi realizzata nel settembre del 2001, ha spiegato alla stampa il direttore dell’azienda cubana commercializzatrice di alimenti ALIMPORT, Pedro Alvarez. Con il carico trasportato dalla nave Mar Caribe sono arrivate 69 vacche incinte della razza Hersey, 54 Holstein, 3 tori, 12 bisonti e una vitella Shorton, oltre a vari container con pollo congelato, legname e riso. Secondo Alvarez, questo lotto di bovini, che è cresciuto a 140 per la nascita di un nuovo esemplare durante la traversata, è una parte dei 541 bovini contrattati quasi due anni fa con cinque aziende statunitensi provenienti dagli stati di Florida, Minnesota, Virginia, Maine e Oklahoma.

I componenti della Carovana nordamericani concludono oggi la visita a Cuba
28.7 - I componenti la XIV Carovana degli Amicizia Stati Uniti-Cuba concludono oggi il loro soggiorno nel paese con l’impegno di intensificare la lotta contro il genocida blocco economico a Cuba. Questi Ambasciatori della solidarietà erano presenti nell'ampia rappresentativa internazionale alla cerimonia principale per il 50° anniversario degli assalti alle caserme Moncada e Carlos Manuel de Céspedes, effettuata nella Città Eroe di Santiago de Cuba. Durante la loro permanenza a Cuba dallo scorso giorno 19 hanno sviluppato un ampio programma di attività, che ha compreso visite e incontri con organizzazioni sociali e politiche di Ciudad de La Habana, di Granma e del territorio santiaguero. Capeggiato dal reverendo nordamericano Lucius Walker, questo progetto di sfida alle leggi del genocida blocco economico, ha raccolto, in oltre un centinaio di città statunitensi, circa 80 tonnellate di aiuti umanitari per le persone della terza età a Cuba. Compongono questa Carovana 116 persone provenienti da 20 stati degli Stati Uniti, e da Germania, Messico, Gran Bretagna e Olanda.

Messi in evidenza in Messico i risultati educativi con il sostegno di Cuba
29.7 - Un esperto dello stato messicano di San Luis Potosí ha riconosciuto in Messico la validità di un progetto al quale partecipa attivamente il Ministero dell’Educazione di Cuba e che è riuscito a invertire gli elevati indici di ritardo esistenti in questo settore. Gustavo Rodríguez, coordinatore generale di un programma educativo in vigore in quella regione, ha detto alla stampa messicana che l'esperienza cubana - raccomandata dal Fondo delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) - già produce progressi nei bambini. La scuola Pedro Antonio de los Santos, dove è stata messa in pratica l'iniziativa, ha ottenuto il primo posto tra 20.000 bambini di 500 centri valutati a livello nazionale, riportando i migliori risultati in spagnolo e matematica tra gli alunni del quarto e del sesto grado che vivono in una zona molto periferica.

Aperte 1.500 sale di televisione nelle comunità rurali cubane
29.7 – Oltre 1.500 sale di televisione sono state aperte nelle comunità rurali cubane al fine di elevare il livello culturale e di offrire un modo di intrattenimento. Il progetto ha un doppio valore sociale perché ha prodotto circa 8.000 posti di lavoro. Questi centri offrono servizi in insediamenti situati in luoghi appartati, i quali contano nel paese su di una popolazione di circa 700.000 abitanti. Le installazioni, servono anche per la proiezione di film e di materiali educativi perché dispongono di apparecchiature video.

Daniel Ortega: Cuba porta avanti un’ineguagliabile battaglia a favore del mondo intero
30.7 - Cuba porta avanti oggi la più grande, la più eroica e la più ineguagliabile battaglia a favore dell'umanità intera che mai nessun popolo ha condotto, ha segnalato Daniel Ortega, segretario generale della Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale del Nicaragua. Con molta gioia abbiamo partecipato alle commemorazioni del 50° Anniversario dell'assalto alla Caserma Moncada, abbiamo ascoltato le sue sempre decise parole, con la verità in difesa di Cuba e dei popoli del Terzo Mondo, ha messo in evidenza Ortega in una missiva inviata al Presidente Fidel Castro e divulgata a La Habana questo martedì. Il leader del FSLN è stato uno degli invitati speciali alle cerimonie per la celebrazione del cinquantenario dell'attacco alle due fortezze militari più importanti dell'oriente cubano il 26 luglio 1953, che è stato celebrato a Santiago de Cuba con la partecipazione di oltre 10.000 persone. Oggi più che mai dobbiamo riempirci dello spirito del Moncada, delle sue idee, dei suoi eroi e dei suoi martiri, ha sostenuto l'ex-Presidente nicaraguense nel testo.

Giovani degli Stati Uniti apprendono particolari dell’insegnamento universitario cubano
30.7 - I 300 nordamericani che stanno partecipando dalla scorsa settimana al III Incontro Giovanile Cuba-Stati Uniti hanno appreso particolari del sistema educativo universitario cubano dialogando con il Ministro del settore, Fernando Vecino. Durante la riunione che si è tenuta questo giovedì nell'Aula Magna dell'Università di La Habana, il titolare del Ministero dell’Educazione Superiore ha risposto alle domande dei visitatori, alcuni dei quali si sono interessati ai corsi di post-lauream per stranieri che vengono impartiti a Cuba. Vecino ha riferito che Cuba conta attualmente su 55 università e su 9 filiali indipendenti, cifra che ha messo a confronto con i 3 centri di questo livello esistenti a Cuba prima del trionfo della Rivoluzione nel 1959. Il titolare del MES ha ricordato che negli ultimi quattro decenni, oltre 700.000 persone sono uscite dalle università cubane, periodo in cui si sono laureati anche circa 17.000 stranieri in modo completamente gratuito.

Il caso dei cubani detenuti negli Stati Uniti riceve un’ampia divulgazione a Los Angeles
31.7 - Il caso dei cinque giovani cubani detenuti in carceri degli Stati Uniti dal 1998 ha ricevuto un'ampia divulgazione nella città nordamericana di Los Angeles grazie al lavoro della Coalizione di Solidarietà con Cuba. Quest’anno l'organizzazione ha percorso lo stato della California al fine di distribuire oltre cinquemila opuscoli che spiegano in dettaglio le violazioni relative al processo a Fernando González, René González, Gerardo Hernández, Ramón Labañino e Antonio Guerriero, ha detto a La Habana il coordinatore di questo ente, Jon Hillson. Ha precisato che l'appoggio alla Rivoluzione cubana è in aumento nella città californiana, e ha citato come prova la partecipazione di oltre 80 studenti provenienti da Los Angeles al Terzo Incontro Giovanile Cuba-Stati Uniti che si effettua a La Habana. Circa 300 nordamericani provenienti da 23 stati dell'Unione partecipano alla riunione che terminerà a Cuba questo venerdì.

Il bambino ferito a Cuba in un tentativo di sequestro sta migliorando
31.7 - Il bambino di 10 anni che ha ricevuto un proiettile nella testa durante il tentativo di sequestro di un'imbarcazione nell'occidentale provincia di Pinar del Río 16 giorni fa, sta migliorando. Secondo le notizia dell'ospedale provinciale pediatrico nella cui Unità di Assistenza Intensiva è internato il minorenne Gerardo Contreras, l'estrazione del proiettile che è alloggiato nella regione pre-auricolare sinistra verrà fatta "quando le condizioni cliniche lo permetteranno. Dal punto di vista clinico si mantiene neurologicamente cosciente, ben orientato, attivo (...) e continua con attività fisica limitata su indicazione medica per evitare possibili complicazioni", aggiunge il bollettino medico reso noto questo mercoledì.

Crescono le pressioni dei gruppi anticubani a Bush per distruggere la Rivoluzione
31.7 - I gruppi anticubani residenti nel sud degli Stati Uniti chiedono all'amministrazione di George W. Bush una posizione più aggressiva contro Cuba nel loro disperato tentativo di distruggere la Rivoluzione. Durante una Tavola Rotonda Informativa, i partecipanti hanno fatto riferimento alle pressioni esercitate da queste organizzazioni sulla Casa Bianca, dovute al clima elettorale che stanno vivendo gli Stati Uniti in vista delle elezioni del novembre 2004. Uno degli esperti ha ricordato la verifica fatta a Bush lo scorso giovedì nella riunione annuale della Fondazione Nazionale Cubano-Americana, quando Joe García, uno dei suoi dirigenti, ha sostenuto che l'amministrazione repubblicana non ha fatto niente per mantenere le promesse riguardanti Cuba.