gennaio 2011

Cuba con il 4.5 per mille di mortalità infantile nel 2010
3.1 - Cuba ha chiuso il 2010 con un tasso di mortalità infantile di 4.5 per ogni mille nati vivi e otto province registrano dati inferiori a 5.0, tra queste la centrale Villa Clara con 2.5, l'orientale Holguín con 3.0, Cienfuegos e Matanzas con 3.7, Camagüey 4.4, Granma 4.7, Pinar del Río e Sancti Spíritus 4.9 e il municipio speciale Isola della Gioventù con 2.8. E’ il tasso minore registrato in tutta la sua storia e 23 municipi hanno riportato zero decessi. Secondo la relazione pubblicata oggi dal quotidiano Granma, tra i fattori che hanno contribuito a questo tasso figura la volontà politica del Governo di offrire attenzione alla salute di tutti i cittadini, specialmente alle madri e al bambino. Un sistema di salute universale accessibile e gratuito a tutta la popolazione, come sistematiche campagne di promozione e di prevenzione si aggiungono a questi apporti, sottolinea il testo. Nel 2009 Cuba aveva registrato valori di 4.8 per ogni mille nati vivi, come parte del programma di attenzione materno-infantile che ha ottenuto inoltre una diminuzione significativa della mortalità materna.

Diminuite a Cuba le perdite economiche per incendi forestali
3.1 - Le perdite economiche per incendi forestali a Cuba tra gennaio e maggio 2010 sono diminuite di circa quattro milioni di pesos a confronto dello stesso periodo dell'anno precedente. Secondo Raúl González, esperto della Direzione Nazionale del Corpo di Guardaboschi, i danni nel 2009 avevano superato 11.6 milioni di pesos mentre i danni sono stati di 7.6 milioni di pesos. In dichiarazioni all'Agenzia di Informazione Nazionale, l'esperto ha indicato che il 51 % degli eventi citati è avvenuto nelle province di Pinar del Río, nell’ovest del paese, Camagüey e Holguín, in oriente, e nel municipio speciale dell’Isola della Gioventù. I mesi di maggiore incidenza sono stati marzo e aprile, e la tendenza all'incremento è continuata in maggio, tra le altre cause, per il ritardo delle piogge, ha considerato. Irresponsabilità dei passanti e dei fumatori, scintille di veicoli e macchinari agricoli, e fuochi accesi da pescatori e cacciatori furtivi sono state tra le cause che hanno provocato gli incendi.

Gli scacchisti cubani tra i migliori del mondo
3.1 - Gli scacchisti cubani Leinier Domínguez e Lázaro Bruzón sono tra i migliori 100 del mondo secondo la classifica pubblicata dalla Federazione Internazionale degli Scacchi (FIDE). Domínguez con 2.716 punti di media ELO occupa il 30° posto dell'elenco mondiale, capeggiato dal norvegese Magnus Carlsen, con 2.814, davanti all'indiano Viswanathan Anand (2.810). L'idolo di Güines è alla testa degli scacchisti latinoamericani ed è terzo a livello continentale, dietro solo gli statunitensi Hikaru Nakamura, 10° con 2.751 punti, e Gata Kamsky, 19° con 2.730. Da parte sua, Bruzón ha ottenuto il suo record personale terminando la stagione con 2.686 punti. Questo risultato gli ha permesso di salire dal 58° al 51° posto della FIDE, la sua miglior posizione da quando nel luglio 2006 aveva occupato il 44° posto nonostante i 2.667 punti accumulati. Cuba si è confermata al 18° posto nel mondo con 2.593 unità, prima in America Latina e seconda del continente, dopo gli Stati Uniti, 7° con 2.640 punti. L’elenco dei cubani comprende anche Yuniesky Quesada (2.620), Fidel Corrales (2.591), Omar Almeida (2.576), Jesús Nogueiras (2.565), Holden Hernández (2.564), Isam Ortiz (2.555), Yusnel Bacallao (2.531) e Camilo Gómez (2.526).

Preval fa gli auguri a Cuba per i 52 anni di rivoluzione
4.1 - René Preval, presidente haitiano, ha inviato un messaggio di augurio al Governo e al popolo cubano per il 52° anniversario della vittoria della Rivoluzione a Cuba. Il presidente ha ringraziato per il sostegno cubano nella lotta contro l'epidemia di colera che ha causato finora ad Haiti 3.333 morti, secondo l'edizione digitale di Haiti Libre. "Nonostante le sue difficoltà, Cuba è il paese che più ci ha aiutato. Era presente quando il terremoto ci ha colpito, ci ha aiutato nell’educazione e nella salute e ora l'assistenza è stata incrementata", ha detto. Allo stesso modo, ha ricordato che il comandante in capo, Fidel Castro, ha dedicato più di cinque riflessioni alla difficile situazione nazionale. Fino allo scorso 31 dicembre, la Brigata Medica Cubana ha salvato la vita oltre a 50.000 contagiati dal colera, e dove è intervenuta ha ridotto allo 0.54 % l'indice di mortalità di questa malattia.

Celebra 49 anni il sistema cubano di Educazione Speciale
4.1 - Il sistema cubano di Educazione Speciale celebra oggi il 49° anniversario dalla sua nascita con la formazione di oltre 40.100 alunni nei differenti tipi di centri disseminati in tutto il paese. Secondo dati ufficiali, esistono 396 istituzioni specializzate nello sviluppo di detto insegnamento e circa 15.000 professionisti si dedicano a questo compito, considerato da molti come un'opera di infinito amore. Tra i beneficiati di questa iniziativa appaiono vi sono gli alunni che presentano una diagnosi di ritardo mentale, ritardo nello sviluppo psichico, autismo e difficoltà di linguaggio. Ne beneficiano anche quelli che soffrono di cecità, difficoltà visiva, sordità, indebolimento dell’udito e limitazioni fisico-motorie, come pure alunni con problemi comportamentali. Prima del trionfo della Rivoluzione, il 1° gennaio 1959, a Cuba esistevano solo otto scuole per l'Educazione Speciale con 134 minorenni e 20 docenti, secondo dati ufficiali.

Ricordato a Cuba un esempio di maestro vittima dei controrivoluzionari
5.1 - Gli educatori cubani ricordano Conrado Benítez, un maestro volontario assassinato 50 anni fa da elementi controrivoluzionari che cercavano di fermare il cammino del popolo verso un paese verso la felicità. Dopo la vittoria della Rivoluzione il 1° gennaio 1959 e i passi dati per alfabetizzare tutti, questo giovane rispose all’appello per formare un contingente dedicato all'istruzione in zone lontane del suo paese. Il 5 gennaio 1961, mentre ritornava dalle vacanze di fine di anno per riprendere il suo lavori di insegnante, l'educatore fu fermato nelle montagne di Trinidad da una banda controrivoluzionaria. Undici mesi dopo e superati innumerevoli ostacoli, il 22 dicembre 1961 Cuba è diventata territorio libero dall’analfabetismo. Che vergogna per l'imperialismo avere constatato che l'assassinio di un umile maestro del nostro popolo, Conrado Benítez, si era trasformato in 100.000 alfabetizzatori Conrado Benítez!, aveva detto Fidel Castro.

La giustizia panamense conferma la legalità dell’Operazione Miracolo
6.1 - La Corte Suprema di Giustizia del Panama ha dichiarato legale l'applicazione in questa nazione del programma di salute cubano Operazione Miracolo, che ha beneficiato circa 75.000 persone. La sentenza del magistrato Víctor Benavides, della Sala Terza, non ha accolto la denuncia dell'Associazione Medica Nazionale (AMN) che considerava illegale l'esercizio dei medici cubani nel Panama. La corte considerò di carattere legale, inoltre, una risoluzione del 2007 del Ministero di Salute panamense che aveva criticato la denuncia dell'AMN, nella quale si richiedeva di indagare sull'esercizio della professione da parte di medici stranieri del citato programma. Cuba aveva ritirato il proprio personale sanitario nel febbraio del 2010 dopo la misura unilaterale del Governo di Ricardo Martinelli di mettere fine al programma di cooperazione che viene sviluppato anche in altri 35 paesi e ha servito 1.8 milioni di persone in tutto il mondo.

Il terrorista Posada Carriles processato solo per falsità
7.1 - Il processo contro il terrorista internazionale Luis Posada Carriles, accusato solo di falsità, dovrà cominciare il lunedì prossimo in Texas, in mezzo a manovre della difesa e della procura per evitare la sua estradizione in Venezuela. Nonostante la quantità di prove contro il criminale, continua a essere un enigma quale sarà l'epilogo di questo lungo caso che ha avuto inizio nel 2005, dopo l'entrata illegale di Posada Carriles negli Stati Uniti. Quello che è certo è che nonostante il suo voluminoso curriculum di fatti di sangue, la procura non l'accusa di terrorismo o di assassinio. Sarà processato per falsa testimonianza e per aver impedito con le sue falsità un'indagine sul terrorismo internazionale. Su questi e su altri dettagli richiama l'attenzione l'avvocato José Pertierra, poiché i mezzi di stampa cominciano a dire che il Governo statunitense presenterà accuse contro Posada Carriles per terrorismo, quando in realtà non è così. In un’intervista a Prensa Latina, Pertierra, che rappresenta il Venezuela nella richiesta di estradizione del criminale, afferma che a Washington interessa molto che Posada Carriles non sia processato per qualcosa di serio, né estradato.

L’MPLA mette in evidenza il ruolo di Cuba nell’indipendenza dell'Angola
7.1 - La solidarietà e l'internazionalismo di Cuba sono stati determinanti sul piano civile e militare per la proclamazione dell'indipendenza angolana, ha ricordato oggi a Luanda il Segretariato dell'Ufficio Politico del Partito MPLA. In un messaggio di augurio per il 52° anniversario del trionfo della Rivoluzione, celebrato il 1° gennaio, il Movimento Popolare per la Liberazione dell'Angola (MPLA) ha riconosciuto l'aiuto cubano in difesa dell'integrità territoriale dell’Angola. Il popolo angolano non dimenticherà mai - precisa – il comportamento coraggioso e generoso del popolo fratello di Cuba nelle ore difficili, per questo il Segretariato dell'Ufficio Politico del MPLA rende eterno omaggio e profondo riconoscimento ai combattenti cubani che si sono sacrificati per la libertà e per la dignità della nazione angolana.

Designati nuovi ministri a Cuba
7.1 - Il Consiglio di Stato di Cuba, su proposta del suo presidente Raúl Castro, ha designato i nuovi ministri dell'Informatica e delle Comunicazioni (MIC), e della Costruzione (MICONS), ha informato il Notiziario Nazionale della Televisione. Secondo la notizia, questo organismo ha nominato anche una nuova presidentessa dell'Istituto Nazionale di Risorse Idrauliche (INRH). I titolari di questi rispettivi incarichi sono il generale di brigata Medardo Díaz Toledo, di 48 anni di età e ingegnere nelle Comunicazioni, e René Mesa Villafaña, di 52 anni di età, ingegnere civile e massimo dirigente dell'INRH da marzo 2007. La decisione, precisa la nota, agevolerà il Vicepresidente del Consiglio dei Ministri Ramiro Valdés, liberato delle sue responsabilità nel MIC, nell'attenzione al settore della Costruzione, dell'Industria di Base e dell'Informatica e delle Comunicazioni. Il precedente ministro del MICONS, Fidel Figueroa de la Paz, è stato sollevato da questa responsabilità per errori commessi nell'adempimento dell’incarico, ha segnalato la notizia. Componente del Consiglio di Stato, l'ingegnere idraulica e master in questo tipo di scienze Inés María Chapman Waugh sarà la nuova presidentessa dell'INRH. Questa donna di 44 anni di età è stata vice-delegata e delegata di questo organismo nell'orientale provincia di Holguín fino a marzo di 2010, quando è stata designata coordinatrice generale della riabilitazione idraulica della città di Santiago de Cuba. La Chapman manterrà questa responsabilità fino alla conclusione dei lavori in corso, conclude la nota.

Il modello educativo cubano si consolida negli accampamenti sahariani
7.1 - La volontà solidale di Cuba e del Venezuela permette oggi che germini nelle sabbie del deserto un progetto di collaborazione trilaterale per applicare il principio martiano di studio-lavoro agli adolescenti sahariani rifugiati nell’Accampamento di Smara. L'iniziativa è promossa dai Governi cubano e venezuelano, che forniscono rispettivamente consulta e finanziamento, e che vedrà i suoi primi frutti a settembre di quest’anno, quando inizierà il primo corso scolastico con 360 studenti del livello secondario. L’esperto del Ministero dell’Educazione di Cuba Carlos Antonio Rivero ha fornito particolari a Prensa Latina in questo accampamento della Repubblica Arabo-Sahariana Democratica (RASD) che porta lo stesso nome della provincia del Sahara Occidentale occupato dal Marocco. Il progetto è realizzato nella fase attuale (per 360 alunni) con un investimento di un milione di dollari da parte del Venezuela e nel prossimo corso si amplierà con un altro importo simile per dare copertura a un totale di 600 ragazzi dal settimo al nono grado.

Comincia negli Stati Uniti il processo contro Posada Carriles per falsa testimonianza
10.1 - Luis Posada Carriles, noto come il maggiore terrorista dell’Occidente, a partire da oggi è processato in un tribunale di El Paso, nel Texas, per aver mentito alle autorità migratorie degli Stati Uniti. Sia la difesa sia la procura devono scegliere questo lunedì la giuria di 12 membri, per dare inizio così a un processo che gli esperti considerano una burla alla giustizia, in un tentativo di evitare l'estradizione richiesta dal Venezuela. Posada Carriles ha a suo carico accuse per la morte di 73 persone a bordo di un aereo cubano che esplose in pieno volo nel 1976, come pure la fuga dal carcere venezuelano dove scontava una condanna per questo crimine. Inoltre, nel suo curriculum vi è anche l'assassinio dell'italiano Fabio Di Celmo per gli attentati contro impianti turistici di La Habana nel 1997 e vari complotti per ammazzare il leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro. Secondo José Pertierra, avvocato che rappresenta il Venezuela nella richiesta di estradizione, la difesa di Posada Carriles ha cercato di allungare i tempi del processo per evitare la sua incriminazione.

Gli aiuti ad Haiti: Cuba nell'epicentro
10.1 - Riconosciuta dalle Nazioni Unite e dalla comunità internazionale e taciuta dai grandi mezzi di informazione, la collaborazione cubana con Haiti risalta oggi in occasione del primo anniversario del terremoto in questo paese delle Antille. Cinque giorni dopo la tragedia del 12 gennaio, l'Ambasciatore di Cuba all'ONU, Pedro Núñez Mosquera, ha ratificato la volontà di Cuba di cooperare con tutti i Governi, compreso quello degli Stati Uniti, a favore delle vittime del sisma. Il diplomatico ha ricordato che l'assistenza medica cubana è stato il primo e più importante aiuto ricevuto dai colpiti dal fenomeno tellurico che ha devastato Haiti quel secondo martedì del primo mese dell’anno scorsoi. Al momento della scossa, circa 400 collaboratori di Cuba lavoravano già gratuitamente ad Haiti e alcuni giorni dopo se ne sono aggiunti altri 60 che sono arrivati da Cuba con medicine, alimenti, plasma, vettovagliamento e sacche di siero, tra gli altri aiuti. La collaborazione di Cuba con Haiti è iniziata nel 1998, con l'uragano George, e da allora i medici cubani hanno assistito, fino a gennaio del 2010, oltre 14 milioni di pazienti, con 225.000 operazioni, 100.000 parti e oltre 230.000 vite salvate. Attualmente, 1.200 medici, infermiere e tecnici della salute di Cuba lavorano in territorio haitiano, dopo l'arrivo di 300 nuovi collaboratori inviati dopo l'epidemia di colera.

Cuba: questo mese saranno eletti i pre-candidati al Congresso del Partito
10.1 – Questo mese inizieranno le riunioni per l'elezione dei pre-candidati al VI Congresso del Partito Comunista di Cuba, ha annunciato José Ramón Machado Ventura, membro dell'Ufficio Politico del Comitato Centrale. All'importante incontro, nel prossimo aprile, parteciperanno mille delegati e per questo inizieranno le riunioni nelle sezioni per scegliere i pre-candidati, ha dichiarato all'Agenzia di Informazione Nazionale. Machado Ventura ha precisato che da questo gruppo di pre-candidati usciranno le candidature. Nel febbraio prossimo, ha detto, saranno eletti i delegati nelle riunioni dei segretari generali delle organizzazioni di base in ciascuno dei municipi del paese. All'evento parteciperanno in totale mille delegati, ha rimarcato, che equivale a un numero inferiore ai precedenti Congressi, dal primo realizzato a Ciudad de La Habana dal 17 al 22 dicembre del 1975. Machado Ventura, che è anche Primo Vice-Presidente di Cuba, ha chiarito che le assemblee municipali e provinciali saranno effettuate dopo le sessioni del VI Congresso dei comunisti cubani. Ha confermato che la Conferenza Nazionale del Partito sarà quest’anno, anche se ancora non è stata stabilita la data.

Cuba registra un vaccino terapeutico antitumorale per il cancro al polmone
10.1 - Il primo vaccino terapeutico contro il cancro al polmone avanzato è stato registrato a Cuba e attualmente si lavora per provare la sua efficacia in altri tumori come quelli alla prostata, all’utero e al seno. Il farmaco, denominato CIMAVAX-EGF, agisce in modo diretto sul tumore, a differenza dei trattamenti tradizionali centrati sulla chemio e sulla radioterapia, che non sono specifici e attaccano cellule normali e malate, ha spiegato la specialista cubana Gisela González. In un’intervista al quotidiano Trabajadores, la direttrice del progetto ha sottolineato che vi sono molti candidati vaccini contro il cancro nella terza fase di prove cliniche, perché non mostrano efficacia, tuttavia il CIMAVAX-EGF trasforma questo tumore avanzato in una malattia cronica sotto controllo.

Clima di odio nel processo contro il terrorista Posada Carriles
12.1 - Il processo contro il terrorista Luis Posada Carriles continua oggi a El Paso, in Texas, in mezzo all'odio promosso dai suoi seguaci contro quelli che reclamano giustizia. In dichiarazioni a Prensa Latina l'avvocato José Pertierra, rappresentante del Venezuela nella richiesta di estradizione del terrorista, ha denunciato che Sergio García, un seguace di Luis Posada Carriles, lo ha minacciato di morte e gli ha gridato improperi. Pertierra, che alloggia nello stesso hotel di Posada Carriles e di una ventina dei suoi seguaci, ha spiegato che quando questi lo hanno riconosciuto lo hanno aggredito verbalmente definendolo un "cane" una parola ha detto molto conosciuta da Posada. L'avvocato si riferiva a un messaggio telefonico in chiave trasmesso a Posada Carriles il 6 ottobre 1976 da alcuni dei suoi complici venezuelani nell’abbattimento dell'aereo di Cubana de Aviación con 73 persone a bordo di fronte alle coste di Barbados. García accompagna Posada Carriles in molte delle sue missioni, si trovava perfino a Panama quando si preparava l'attentato a Fidel Castro. Queste intimidazioni vanno prese sul serio perché in Texas le armi si comprano con facilità, e vi sono appena quattro ore tra questo Stato e Tucson, dove è avvenuto l'attentato contro la congressista Gabrielle Giffords.

Il processo contro Posada durerà a lungo, ma sarà condannato
12.1 - Il processo contro Luis Posada Carriles, iniziato oggi a El Paso, in Texas, potrà durare molto, ma alla fine sarà condannato, ha affermato l'avvocato José Pertierra, incaricato dal Venezuela per l'estradizione del terrorista. In un’intervista telefonica con Prensa Latina, Pertierra ha dichiarato che Posada sarà condannato questa volta per aver mentito alle autorità di immigrazione, ma dovrà rispondere dei suoi crimini. Una volta stabilita la sua implicazione negli attentati con bombe a La Habana e nell'assassinio di Fabio Di Celmo – ha detto l'avvocato - gli Stati Uniti processeranno di nuovo Posada, ma questa volta per assassinio. Interrogato sulla durata del processo, l'avvocato ha spiegato che per aver mentito alle autorità di immigrazione in una città come El Paso, confinante con il Messico, è abbastanza di routine, e che saranno necessari uno o due giorni. Ma, ha precisato, "questo processo durerà da uno a due mesi, io non credo sia tanto complicato se non fosse per Posada Carriles e per il collegio che lo sta difendendo". "Nonostante ciò, credo che lo condanneranno, adesso per aver mentito e poi per assassinio", ha affermato Pertierra.

Costituita la giuria nel processo contro il terrorista Luis Posada Carriles
12.1 - Con la selezione della giuria di cinque uomini e sette donne, inizieranno oggi le testimonianze nel processo per frode migratoria contro il terrorista Luis Posada Carriles in un tribunale statunitense di El Paso, in Texas. In conversazione telefonica con lo spazio radioteletrasmesso Tavola Rotonda, l'avvocato José Pertierra, rappresentante del Venezuela nella richiesta di estradizione di Posada Carriles, ha indicato che la giudice della Corte Kathleen Cardone, ha anticipato che oggi la procura avrà la parola per prima. Ha affermato che il procuratore Timothy Reardon ha già chiesto 60 minuti per illustrare gli elementi del caso alla giuria, e l'avvocato di Posada Carriles, Arturo Hernández, ha chiesto la stessa quantità di tempo. Posada Carriles è accusato di frode, di aver ostacolato processi e di false dichiarazioni per aver mentito a funzionari dell’immigrazione degli Stati Uniti, dopo esservi entrato come clandestino. Ha precisato che Reardon ha espresso alla Cardone la sua preoccupazione perché l'avvocato di Posada utilizzerebbe il suo turno di presentazione iniziale alla giuria per parlare contro Cuba. Hernández ha aggiunto che "il tema Cuba è endemico in questo caso".

Chiesta la chiusura della prigione statunitense di Guantánamo
12.1 – Decine di manifestanti davanti alla Casa Bianca hanno chiesto la chiusura della prigione degli Stati Uniti a Guantánamo, territorio che occupano illegalmente nel sud-est di Cuba. In occasione del nono anniversario dell'installazione aperta dal Governo del Presidente George W. Bush come parte della sua presunta politica di lotta contro il terrorismo, gruppi difensori dei diritti umani hanno detto che vi sono ancora lì 173 detenuti, molti mai processati. Il Governo del Presidente Barack Obama aveva promesso la chiusura del carcere e di portare i detenuti in centri penitenziari statunitensi, ma il Congresso si è opposto a questa azione adducendo "rischi alla sicurezza".

Google censura un canale di video di Cubadebate in YouTube
13.1 - Il centro tecnico di YouTube, proprietà di Google, ha comunicato al sito Cubadebate la chiusura del conto di questa pagina-web in quella rete sociale, a causa di una denuncia per violazione del copyright. Si riferiva, in modo specifico, a un frammento del video della presentazione a Miami del Fondo Legale per il terrorista Luis Posada Carriles che è stato pubblicato recentemente, tratto da materiale molto più ampio che è circolato nella rete ed era stato riprodotto in vari siti, senza paternità, precisa oggi il quotidiano Granma. Posada Carriles - tra altri fatti di sangue - è il responsabile dell'esplosione in pieno volo di un aereo di Cubana de Aviación nel 1976 di fronte alle coste di Barbados, in cui hanno perso la vita 73 persone. Cubadebate - che aveva nel suo canale 400 video e 1.6 milioni di scarichi dalla sua apertura tre anni fa – ha condannato il fatto e lo ha definito un attentato contro la libertà di espressione di un sito alternativo di un paese bloccato economicamente, commercialmente e finanziariamente dagli Stati Uniti da quasi mezzo secolo.

Cuba: padre di una vittima continua la lotta contro il terrorismo
13.1 - Giustino Di Celmo, padre del giovane italiano morto a Cuba per un atto criminale, prosegue la sua lotta contro il terrorismo mentre in Texas viene processato Luis Posada Carriles, autore intellettuale del fatto. Nel 1997, una serie di attentati contro impianti turistici di Cuba, organizzati dal territorio nordamericano da Posada Carriles, avevano causato la morte di Fabio Di Celmo, di 32 anni, quando era esplosa una bomba in un hotel di La Habana. A vari anni dell'assassinio, Giustino si domanda, in intervista concessa a Prensa Latina, come è possibile che nel mondo attuale si parli di terrorismo e di ammazzare gente innocente. E’ stupito che un paese come gli Stati Uniti possa presentare un'immagine tanto negativa di fronte all'opinione pubblica. Posada Carriles è uno dei tanto che fanno male agli innocenti e il processo di El Paso l'accusa solamente di avere mentito, quando il mondo intero sa che è un criminale, ha detto. Allo stesso tempo, cinque antiterroristi cubani continuano a essere prigionieri dal 1998 negli Stati Uniti, fatto che Di Celmo definisce una mostruosità.

Il Governo venezuelano ringrazia per l’aiuto umanitario di Cuba
13.1 - Il Governo del Venezuela ha ringraziato per la solidarietà del popolo e del Governo di Cuba dopo l'arrivo al porto di Maracaibo di un quarto invio di aiuti umanitari, consistenti in 4.545 tonnellate di cemento. Il capo del Comando Strategico Operativo, generale in capo Henry Ángel Silva, ha sottolineato che non si tratta di una semplice azione di aiuto, ma che va ben oltre perché è diretta alla ricostruzione delle aree colpite dalle piogge di novembre e dicembre scorsi che hanno causato oltre 130.000 sfollati. Da parte sua, Luis García, console di Cuba nella Regione Occidentale del Venezuela, ha precisato che l'invio completa le 6.900 tonnellate offerte dal Presidente Raúl Castro in una lettera diretta al suo omologo Hugo Chávez.

Conversazioni migratorie tra Cuba e Stati Uniti
13.1 - Delegazioni di Cuba e degli Stati Uniti hanno avuto una nuova tornata di colloqui sul tema migratorio. L'incontro è stato presieduto dalla sottosegretaria assistente principale per i temi dell'Emisfero Occidentale del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, Roberta Jacobson, e dal Viceministro delle Relazioni Estere di Cuba, Dagoberto Rodríguez. Secondo una dichiarazione alla stampa della delegazione cubana presente alla tornata di colloqui migratori, la riunione si è svolta in un clima rispettoso ed è stato valutato il compimento degli impegni contratti dalle due parti degli accordi migratori vigenti. La delegazione cubana ha insistito sul fatto che il traffico illegale di emigranti non potrà essere eliminato né si potrà avere un'emigrazione legale, sicura e ordinata tra i due paesi, finché vengono mantenute la Legge di Aggiustamento Cubano e la politica dei "piedi asciutti-piedi bagnati" che stimolano le entrate illegali di cittadini cubani negli Stati Uniti.

Temono che il terrorista Posada Carriles parli, afferma l’avvocato Pertierra
14.1 - Il terrorista Luis Posada Carriles lo processano per aver mentito, per paura che parli, ha denunciato l'avvocato José Pertierra, rappresentante del Venezuela nella richiesta di estradizione del responsabile del sabotaggio a un aereo cubano nel 1976. "Posada Carriles è un uomo della CIA, di Washington, era stato inviato a Caracas da Washington, egli sa dove stanno gli scheletri nell'armadio del Pentagono e della CIA, ha molto da raccontare", ha affermato il giurista. Per questa ragione è difficile che gli Stati Uniti dìano corso alla richiesta di estradizione presentata dal Venezuela. In un’intervista telefonica con la giornalista Vanessa Davies, trasmessa da Venezolana de Televisión, l'avvocato ha detto che Posada Carriles viene processato per spergiuro e per falsa testimonianza commessi quando è entrato negli Stati Uniti nel marzo del 2005. "Lo processano come bugiardo e non come assassino o terrorista, e la ragione per la quale non si toccano gli argomenti del Venezuela in relazione all'estradizione o dell’abbattimento dell'aereo di Cubana de Aviación nel 1976 in cui morirono 73 persone, è per non imprigionarlo", ha affermato.

La difesa del terrorista Posada Carriles si limita ad attaccare a Cuba
14.1 - La difesa del terrorista Luis Posada Carriles nel suo procedimento giudiziario per reati migratori negli Stati Uniti si limita a tentare di demonizzare Cuba, ha denunciato un'attivista statunitense. In un’intervista telefonica con Prensa Latina, Gloria de la Riva, componente del Comitato Nazionale per la liberazione dei Cinque antiterroristi cubani detenuti in carceri nordamericane, ha segnalato che durante l'apertura del processo a El Paso, nel Texas, gli avvocati del criminale hanno tentato di dequalificare i documenti e le testimonianze di Cuba. Tuttavia, ha precisato, la giudice ha respinto questi argomenti valutando che la difesa non ha presentato una prova concreta. "È evidente che hanno una difesa molto debole, perché Posada Carriles ha chiaramente mentito", anche se debba affrontare solo accuse di spergiuro e su temi migratori, ha sottolineato Gloria de la Riva. I pubblici ministeri statunitensi non prendono in considerazione il curriculum terroristico dell'accusato.

Cuba: provocazione per una riunione di funzionari statunitensi con i mercenari
14.1 - Il Ministero delle Relazioni Estere di Cuba (MINREX) ha definito una provocazione la riunione di alti funzionari del Dipartimento di Stato statunitense con mercenari al servizio di quel Governo. Tale atto, esprime il comunicato, costituisce una violazione flagrante delle norme internazionali che reggono le relazioni tra gli Stati e un'offesa al popolo cubano che per più di 50 anni ha affrontato la politica di ostilità degli Stati Uniti. La riunione è avvenuta questo giovedì con un gruppo di mercenari, le cui attività contro l'ordine costituzionale cubano sono dirette e finanziate dal Governo degli Stati Uniti, denuncia la dichiarazione. Alla riunione ha partecipato Roberta Jacobson, sottosegretaria assistente principale per gli affari dell'Emisfero Occidentale del Dipartimento di Stato, che era alla testa della delegazione statunitense alla tornata di colloqui migratori lo scorso giorno 12 gennaio. Prima della tornata migratoria è stato comunicato ai rappresentanti nordamericani il rifiuto a qualunque tentativo di utilizzare questa visita di carattere ufficiale per realizzare attività offensive e irrispettose verso Cuba, ha ricordato il Ministero degli Esteri.

Censura di YouTube a Cubadebate ha scatenato un movimento solidale
14.1 - La decisione del centro tecnico di YouTube, proprietà di Google, di chiudere il conto del sito Cubadebate, ha scatenato in questa rete sociale un movimento di protesta e di solidarietà. Con grande rapidità sono sorti in altri mezzi alternativi spazi per riprodurre l'informazione giornaliera di Cubadebate, fatto che costituisce una sconfitta per il tentativo di zittirlo, ha indicato a Prensa Latina Rosa Miriam Elizalde, editore capo del sito. I primi sorti si chiamano Cubadebate.cu e Cubadebate 1, che stanno divulgando in YouTube i materiali preparati dall’équipe del sito censurato. Anche in Facebook si esprime la solidarietà in questo senso: un gruppo lì registrato lo fa sotto il titolo "NO+ CENSURA EN YOUTUBE", allo stesso tempo che altri mezzi alternativi hanno riprodotto la protesta per la misura punitiva adottata. Il famoso video sul Fondo Legale costituito per sostenere il noto terrorista Luis Posada Carriles al processo in corso a El Paso, nel Texas, contiene, oltre a quanto pubblicato da Cubadebate, una lista dei principali contribuenti.

Le misure degli Stati Uniti mantengono intatto il blocco a Cuba
17.1 - Cuba ha affermato oggi che le misure annunciate dalla Casa Bianca per permettere i viaggi di alcuni statunitensi a Cuba sono positive, ma non modificano la politica di ostilità nei suoi confronti. "Benché le misure siano positive, rimangono molto al di sotto delle giuste richieste, hanno una portata molto limitata e non modificano la politica contro Cuba", segnala un comunicato del Ministero cubano delle Relazioni Estere (MINREX) pubblicato questo lunedì dalla stampa. L'adozione di queste disposizioni, afferma, è il risultato dello sforzo di ampi settori della società nordamericana che hanno chiesto l’eliminazione del blocco contro Cuba e l'eliminazione della proibizione dei viaggi dei loro cittadini.

Messa in risalto la collaborazione di Cuba con l'Angola
17.1 - L'Angola quest’anno sarà beneficiata con 195 borse di studio concesse da Cuba per la formazione di laureati in salute, ingegneria, pedagogia e arti, hanno pubblicato oggi a Luanda i mezzi di stampa. Caetano Francisco Domingos, rappresentante dell'Ambasciata dell'Angola a Cuba per le borse di studio, ha detto che dal 2008 si registra un graduale incremento del numero di posti per la formazione di professionisti angolani. Come parte degli accordi di cooperazione tra i due Stati, ha indicato l'Agenzia ANGOP, 620 borsisti angolani studiano a Cuba, di cui 108 sono in fase di perfezionamento dopo la laurea e 512 frequentano le facoltà di diversi rami, ha affermato.

Saranno esplorati di nuovo i siti archeologici nell’occidente cubano
17.1 - Scienziati cubani valuteranno lo stato di conservazione dei siti archeologici trovati nella provincia occidentale di Pinar del Río, dove vi sono reperti di comunità aborigene che risalgono a 4.500 anni fa. La master in Scienze María Rosa González, ha dichiarato a Prensa Latina che le ricerche che inizieranno prossimamente hanno il proposito di aggiornare l'inventario di questi reperti e di constatare possibili pericoli o vulnerabilità. Queste esplorazioni, che potrebbero durare più di un anno, comprenderanno le zone della Sierra de los Órganos e la penisola di Guanahacabibes, uno degli ultimi rifugi degli indios primitivi, ha precisato la specialista del Centro di Ricerche e Servizi Ambientali ECOVIDA.

Procedono i lavori di conservazione in un parco nazionale cubano
18.1 - Esperti del Centro di Ricerche sugli Ecosistemi Costieri di Cayo Coco (CIEC) danno priorità ai lavori di conservazione nell’arcipelago Jardines de la Reina, dopo la sua dichiarazione a Parco Nazionale. Scienziati cubani e stranieri hanno approfondito i campionamenti per preservare la biodiversità terrestre e marina di questo posto naturale, sul litorale meridionale della regione centrale di Cuba. Adan Zúñiga, direttore del CIEC, ha segnalato a Prensa Latina che da vari anni si sta sviluppando lì un progetto di ricerche da parte di specialisti nazionali con il sostegno del Fondo Mondiale per la Natura (WWF). La zona che comprende le province di Camagüey, Ciego de Ávila e parte di Sancti Spíritus è considerata uno degli arcipelaghi meglio conservati dei quattro che circondano l'isola di Cuba, ha precisato.

I venezuelani torturati da Posada Carriles riuniscono le prove
24.1 – I venezuelani torturati da Luis Posada Carriles riuniscono le prove dei suoi crimini con la speranza che un giorno si possa fare giustizia contro il terrorista protetto dagli Stati Uniti, riporta oggi il quotidiano Ciudad CCS. Secondo il giornale di Caracas, vittime dell'ex-agente della CIA e della polizia politica venezuelana sono riusciti a redigere 80 testimonianze registrate in video sulle violazioni dei diritti umani commesse tra il 1967 e il 1974 da Posada Carriles. Questi materiali documentano in maniera implacabile le sue attività criminali in Venezuela, contraddistinte da un'incredibile crudeltà, precisa la fonte che ricorda la responsabilità del terrorista nell'esplosione di un aereo cubano con 73 persone nell’ottobre 1976. Tra le denunce vi è quella di Brenda Esquivel, che nel 1972 presenziò all'assassinio di vari dei suoi compagni e poi ha patito selvagge torture in un locale della DISIP (polizia politica) a Maracay. Il Venezuela reclama da cinque anni agli Stati Uniti l'estradizione di Posada Carriles, che nel 1985 è fuggito da un carcere di San Juan de los Morros, nello stato di Guárico, mentre era processato per l'attentato all'aereo cubano.

Il cavo dal Venezuela a Cuba faciliterà l’accesso alle telecomunicazioni
24.1 - Il cavo sottomarino di fibra ottica posato dalle coste del Venezuela fino a quelle di Cuba faciliterà l'accesso alle telecomunicazioni e migliorerà la qualità e la disponibilità dei paesi della regione, hanno affermato oggi gli esperti. Il presidente della statale Compagnia Anonima Telefoni del Venezuela, Manuel Fernández, ha evidenziato che con questo passo il paese sud-americano marcia verso la sovranità tecnologica e parla con voce propria a livello internazionale. Sabato scorso, la nave francese Ile de Batz ha iniziato la posa del cavo sottomarino di fibra ottica per poco più di 1.600 chilometri da Camurí Chico, nello stato venezuelano di Vargas, fino a Playa Siboney, nella sud-orientale provincia di Santiago de Cuba, e da qui alla Giamaica. L'installazione del dispositivo renderà possibile a Cuba di moltiplicare per tremila volte la velocità di trasmissione di dati, immagini e voce, con una larghezza di banda di 640 gigabytes e la capacità per 10 milioni di telefonate simultanee.

Il Sudafrica riconosce l’aiuto cubano nel settore della salute
24.1 - Il Ministro della Salute del Sudafrica, Aarón Motsoaledi, ha riconosciuto oggi qui a Johannesburg l'aiuto solidale di Cuba mediante la presenza di medici cubani in Sudafrica. Durante la presentazione di un Piano di Aiuto Effettivo per la Salute sudafricana ha sottolineato anche la formazione a Cuba di centinaia di giovani come medici. Motsoaledi ha detto che il programma raccoglie i principali obiettivi del settore della salute per migliorare gli indicatori sanitari nel paese e la qualità dell’attenzione medica, con l’accento sull'attenzione primaria.

L’ALBA permette all'America Latina di essere primo il spazio libero dall’analfabetismo
25.1 - L'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA) ha permesso che la regione si trasformasse nel primo spazio libero dall’analfabetismo, ha affermato il Ministro cubano dell’Educazione, Ena Elsa Velázquez. Durante la sua conferenza inaugurale al congresso internazionale Pedagogia 2011, la Velázquez ha detto che tale successo è frutto del progetto plurinazionale di alfabetizzazione e di post-alfabetizzazione dell'ALBA. Arriviamo a questo appuntamento con un promettente panorama nella regione sottolineando il ruolo dell'iniziativa creata da Cuba e Venezuela nel 2004 e alla quale appartengono Bolivia, Nicaragua, Ecuador, Antigua y Barbuda, Dominica e San Vicente y las Granadinas. La Velázquez ha detto che già oltre cinque milioni di persone in 28 nazioni hanno imparato a leggere e a scrivere con il metodo cubano "Io sì posso". In particolare Venezuela, Bolivia, Nicaragua ed Ecuador si sono aggiunti a Cuba dichiarandosi liberi dall’analfabetismo.

Trasportati a Cuba 721 pazienti venezuelani
25.1 - Come risultato dell'accordo di salute Cuba-Venezuela, 721 persone sono state trasportate questo mese dall'aeroporto internazionale di Maiquetía verso Cuba per ricevere attenzione medica gratuita. Finora sono previsti 45 voli da e verso La Habana, per un totale di 3.075 persone, come ha spiegato il coordinatore generale dell'accordo, Johnny Ramos. Ramos ha precisato che come è stato abituale in questi 10 anni di accordo che hanno favorito un totale di 45.302 venezuelani, i viaggi partiranno il venerdì di ogni settimana. A Cuba, ai malati sarà offerto trattamento avanzato per diverse malattie cardiovascolari, della pelle, oftalmiche, cancro, tra le altre, e anche per diversi tipi di menomazioni.

Il caso di Posada Carriles evidenzia la doppia morale di Washington
26.1 - Il processo contro il terrorista Luis Posada Carriles evidenzia di nuovo la doppia morale del Governo statunitense, ha affermato Gloria La Riva, coordinatrice del Comitato Nazionale per la liberazione dei cinque antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti. In conversazione telefonica con Prensa Latina, Gloria La Riva ha precisato che il processo di El Paso, nel Texas, mostra come Washington sostiene e protegge Posada Carriles, e allo stesso tempo persegue e dà un trattamento ingiusto ai Cinque, come sono noti nelle campagne internazionali per la loro scarcerazione. Gerardo Hernández, Antonio Guerrero, Fernando González, Ramón Labañino e René González, sono stati arrestati nel settembre 1998 per aver procurato informazioni sulle azioni terroristiche preparate contro Cuba dal territorio nordamericano. Per l'attivista, il processo di El Paso è una farsa, perché sono molte le prove presentate dalla procura, per dire solamente che ha mentito dopo la sua entrata illegale negli Stati Uniti nel 2005.

Oltre mille giovani messicani studiano medicina a Cuba
26.1 - L'Ambasciatore cubano in Messico, Manuel Aguilera, ha evidenziato che oltre mille giovani messicani studiano gratuitamente medicina a Cuba e che mezzo milione di cittadini messicani sono stati alfabetizzati con il metodo "Io sì posso". In un’intervista concessa allo spazio informativo "Continentes", del canale televisivo via cavo TVC 207, Aguilera ha definito normali le relazioni tra i Governi delle due nazioni e ha sottolineato che esiste un forte scambio culturale e una congiuntura favorevole per rafforzare i legami nel commercio, negli affari e nel turismo. Ha messo in risalto i nessi storici di fratellanza tra Cuba e Messico, che ha considerato indistruttibili e ha espresso la sua soddisfazione per l'alfabetizzazione dei messicani con "Io sì posso", metodo di insegnamento creato dal Ministero dell’Educazione di Cuba e che ha avuto un eccellente risultato in diversi paesi.

I cooperanti cubani lottano contro la malaria in Angola
26.1 – I cooperanti cubani in Angola sviluppano a partire da oggi nella settentrionale provincia di Uige una campagna di fumigazione per l’eliminazione di zanzare che trasmettono la malaria. Il programma di lotta antivettoriale, che comprende la distribuzione di prodotti biologici, eliminerà le larve di zanzara in zone periferiche e rurali, ha informato la sovrintendente a Uige del piano contro la malaria, Carlota Paulo. Secondo dati del Ministero della Salute, da gennaio a ottobre dello scorso anno sono morte per malaria 6.770 persone, dato molto inferiore a quello del 2009 in cui sono morte per questa causa 10.249 abitanti. Nel 2008 i decessi erano stati 10.505.

Cuba denuncia il silenzio di Reporters Sans Frontières di fronte alla censura
27.1 - Cuba ha denunciato davanti gli Stati Membri dell'UNESCO la chiusura effettuata da Google al canale YouTube gestito dal sito Cubadebate e ha citato Reporters Sans Frontières (RSF) per il suo silenzio al riguardo. Durante un Colloquio Internazionale sulla libertà di espressione realizzato nella sede dell'ente delle Nazioni Unite, l'Ambasciatrice di Cuba presso l'UNESCO, María de los Ángeles Florez, ha deplorato la presenza di RSF. Questa organizzazione con doppia morale e doppi standard ha un'agenda geopolitica ed è noto pubblicamente che ha ricevuto fondi dalla CIA e da altre agenzie degli Stati Uniti, ha detto l'Ambasciatrice. Ha aggiunto che per le sue attività contrarie agli obiettivi delle Nazioni Unite, RSF è stata sospesa nel 2003 dall'ONU e nel 2008 l'UNESCO le ha ritirato il suo sostegno per aver auspicato eventi che attaccavano il Terzo Mondo.

Cuba denuncia la protezione degli Stati Uniti a Posada Carriles
28.1 - Gli Stati Uniti proteggono il terrorista Luis Posada Carriles in franca violazione delle leggi internazionali, ha detto il presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, per cui il processo in corso a El Paso è una farsa. "Posada Carriles non viene giudicato né estradato; peggio ancora lo lasciano agire liberamente e, per proteggerlo, portano avanti un processo fraudolento dove è accusato solo di imputazioni minori", ha denunciato Alarcón al Congresso Internazionale Pedagogia 2011. Per il leader parlamentare numerosi strumenti legali sono lettera morta per gli Stati Uniti quando si tenta di attaccare Cuba e di proteggere i terroristi che sono stati loro strumenti. Da sei anni Washington viola l'accordo di Montreal sulla protezione all'aviazione civile e la Convenzione internazionale per la repressione degli atti terroristici commessi con bombe, ha ricordato Alarcón. Dal 2005, ha detto, la Casa Bianca si rifiuta di processare per terrorismo Posada Carriles o di estradarlo in Venezuela, da dove è fuggito nel 1985 mentre era processato per l'esplosione in volo di un aereo civile cubano.

I giovani cubani onorano Martí
28.1 - Migliaia di giovani, insieme al Primo Vicepresidente cubano, José Ramón Machado Ventura, hanno effettuato a La Habana la tradizionale marcia delle torce, in omaggio all'eroe nazionale José Martí, dedicata quest’anno al 158° anniversario della sua nascita Una massa di giovani ha inondato di nuovo la scalinata dell'Università di La Habana, inizio di una manifestazione che è terminata al Parque Central. Alla conclusione del corteo, Machado Ventura ha deposto un'offerta floreale all'Eroe Nazionale di Cuba, il cui nome illumina questo parco. Il Primo Vicepresidente era accompagnato dalla prima segretaria della Gioventù Comunista e dalla presidentessa della Federazione Studentesca Universitaria, rispettivamente Liudmila Álamo e Maidel Gómez. Il corteo ha reso anche omaggio al 50° anniversario della vittoria di Girón e della proclamazione del carattere socialista della Rivoluzione cubana.

Amplia la collezione il maggior orchideario cubano dopo gli uragani
31.1 - Soroa, il maggior orchideario di Cuba, arricchisce oggi le sue collezioni grazie a raccolte realizzate durante spedizioni e allo scambio con coltivatori privati e istituzioni affini. La vegetazione del famoso orchideario ha sofferto nel 2008 i colpi degli uragani Gustav e Ike, il primo di questi ha attraversato questa zona dell'occidente cubano con venti superiori ai 340 chilometri all’ora. Formato da oltre 400 varietà della cosiddetta Aristocratica dei fiori, il patrimonio principale di Soroa è riuscito a sopravvivere, nonostante i danni causati al recinto espositivo, situato nella Riserva della Biosfera Sierra del Rosario. L'Orchideario di Soroa, distante 76 chilometri da La Habana, è stato costruito nel 1943 dall'avvocato spagnolo Tomás Felipe Camacho, come omaggio a sua moglie Pilar e alla loro figlia Pilila.