gennaio 2009

L’industria cubana del nichel recupera la leadership economica
5.1 - L'industria cubana del nichel ha recuperato nel 2008 la leadership economica, superando il turismo, con 70.400 tonnellate che rappresentano un'entrata di 552 milioni di dollari. Nonostante la caduta dei prezzi internazionali e i danni di tre forti uragani, questo importante settore ha ottenuto significativi costi di produzione, che hanno permesso di mantenere l’efficienza e il rendimento. Un'informazione diffusa dal Ministero dell'Industria di Base segnala che durante lo scorso anno il nichel ha patito la brusca diminuzione del suo valore sul mercato internazionale, da 53.000 dollari la tonnellata a 9.000. Dette quotazioni sono il risultato della diminuzione nella domanda dell'industria dell’acciaio inossidabile e dei componenti di cobalto, obbligate a fermarsi per gli effetti della crisi economica mondiale.

Intensificata a Cuba la ricostruzione delle infrastrutture del tabacco
5.1 - I coltivatori di tabacco della provincia occidentale di Pinar del Río, la terra del miglior tabacco del mondo, accelerano la ricostruzione delle case di conservazione della foglia, severamente danneggiate dai recenti uragani. Brigate di contadini provenienti da altre regioni di Cuba aiutano da tre mesi nei lavori manuali sui campi a risistemare circa settemila capanne di raccolta, devastate da Ike e da Gustav nell’agosto e nel settembre scorso. Finora ne sono state riparate oltre quattromila e il proposito è quello di terminare la riparazione delle restanti prima del 28 febbraio, ha detto alla stampa Enrique Cruz, direttore di questo settore.

Cuba aspetta 2.5 milioni di turisti stranieri nel 2009
5.1 - L'industria turistica di Cuba lavora per ricevere nel 2009 2.5 turisti stranieri, ha comunicato la Viceministra del ramo María Elena López. Secondo dati del Ministero del Turismo, il 2008 è terminato con circa 2.350.000 turisti esteri, dato che ha superato il record di Cuba in un periodo di 12 mesi e ha significato una crescita superiore al 9 %. La López ha detto che mentre l'Organizzazione Mondiale del Turismo prevede per il presente anno un incremento ridotto per il settore, tra lo 0 e il 2 %, Cuba prevede un aumento superiore al 9 %. Un ruolo significativo nel turismo di Cuba lo avranno il centro balneare di Varadero, principale polo di sole e spiaggia di Cuba, e l'aeroporto Juan Gualberto Gómez, secondo per importanza nel paese.

Aeroporto cubano riceve un numero record di viaggiatori nel 2008
5.1 – Con la ricezione di oltre 1.276.000 passeggeri nell'anno appena concluso, l'aeroporto internazionale di Varadero ‘Juan Gualberto Gómez’ ha raggiunto questo dato record, ha annunciato una fonte ufficiale del settore. Sidelsys Suárez, direttore del terminal aereo, ha comunicato a Prensa Latina che questo dato significa un 13 % oltre il previsto e un 14 % di crescita rispetto al 2007. Suárez ha precisato che le entrate sono state di circa 100.265.000 dollari, superando il piano fissato del 25.5 % e ottenendo incrementi sostanziali rispetto allo stesso periodo precedente. Secondo il dirigente, l'impianto aeroportuale situato in questa località, a 140 chilometri a est di La Habana, ha assistito 11.314 aerei nei 12 mesi terminati con un 99.8 % di rispetto dell'orario.

Cuba ha aumentato nel 2008 il tasso di natalità
5.1 - Cuba ha riportato una crescita della sua natalità nel 2008, dopo vari anni di una tendenza contraria che ha reso più acuto l'invecchiamento della popolazione. Il quotidiano Granma ha informato che nell'anno appena concluso sono nati 122.556 bambini, circa 10.000 in più rispetto al 2007, mentre il paese ha riportato il minor tasso di mortalità infantile della sua storia (4,7). I programmi di attenzione alle donne incinta e alle madri hanno favorito tale aumento della natalità in un paese in cui anche la speranza di vita cresce, e di conseguenza la sua popolazione invecchia di più. La speranza di vita a Cuba è attualmente di 77.97 anni, cinque in più della media dell’America Latina e dei Caraibi.

La gioventù cubana condanna il massacro d'Israele a Gaza
6.1 - L'organizzazione dei giovani comunisti cubani ha emesso una dichiarazione di condanna per il massacro dei palestinesi commesso da Israele nella Striscia di Gaza. Il testo pubblicato sul quotidiano Juventud Rebelde esprime il dolore e l’indignazione provocati da quegli attacchi, appoggiati dagli Stati Uniti e dai suoi alleati occidentali che non hanno avuto il coraggio di fermare questo orribile crimine. "La condotta eroica del degno popolo palestinese è un esempio di resistenza, non rinunciando alla terra che è gli è stata strappata con la complicità di tutti quelli che hanno appoggiato l'ingiusta occupazione da parte dei sionisti israeliani", esprime la dichiarazione.

Prosegue la campagna di alfabetizzazione in Nicaragua
6.1 - Le autorità nicaraguensi hanno annunciato che due dei dieci municipi del dipartimento di León, nel nord-ovest del paese, saranno dichiarati liberi dall’analfabetismo nei prossimi giorni. Il Governo del presidente Daniel Ortega aspira a che, attraverso la Campagna Nazionale di Alfabetizzazione, appoggiata da cooperanti cubani e venezuelani, il paese si liberi dall’analfabetismo. Nei piani vi è quello di terminare la crociata educativa il 19 luglio prossimo, in omaggio al 30° anniversario della Rivoluzione Sandinista.

La popolazione cubana mostra una lieve crescita
7.1 - La popolazione cubana ha ottenuto nel 2008 un lieve incremento ammontando a 11.237.722 il numero degli abitanti, dato che inverte la tendenza alla diminuzione, ha precisato l'Ufficio Nazionale di Statistica. Secondo un rapporto pubblicato da questa istituzione, questo dato significa che alla chiusura dello scorso anno Cuba aveva 932 persone, 465 donne e 467 uomini, in più rispetto al 2007. Durante quest’ultimo periodo e nei 12 mesi precedenti, il numero dei cubani è scesco gradualmente dovuto tra le altre cause al basso indice di fecondità in quanto i parametri di mortalità generale e di emigrazione si sono mantenuti stabili, indica il rapporto. Segnala che nell’aumento ha inciso in modo diretto la ripresa del tasso di natalità fino a 10.9 per ogni mille abitanti e la diminuzione della mortalità infantile a 4.7 bambini per ogni mille nati vivi, la più bassa della storia in Cuba.

Il Presidente dell'Ecuador manifesta la sua soddisfazione di trovarsi a Cuba
8.1 - Il Presidente dell'Ecuador, Rafael Correa, ha manifestato la sua soddisfazione di trovarsi a Cuba e celebrare i suoi 50 anni di Rivoluzione. "E’ sempre una gioia arrivare a Cuba e visitarla in questi 50 anni di Rivoluzione di solidarietà, di Rivoluzione di giustizia e di dignità", ha affermato il Capo di Stato ecuadoriano in un breve incontro con la stampa al suo arrivo all’aeroporto internazionale José Martí di La Habana. Correa ha detto di essere "molto contento di visitare la sorella Repubblica di Cuba, e di festeggiare con voi i 50 anni della Rivoluzione, onorati di calpestare questa terra piena di dignità, di solidarietà e di latinoamericanismo. Il Presidente dell'Ecuador è arrivato questo mercoledì a La Habana invitato dal suo omologo Raúl Castro.

Cuba condanna a nome dei NOAL le aggressioni israeliane contro Gaza
8.1 - L'Ambasciatore cubano, Abelardo Moreno, ha espresso al Consiglio di Sicurezza l'energica condanna del Movimento dei Non Allineati (NOAL) per gli attacchi indiscriminati di Israele nella Striscia di Gaza e la sua preoccupazione per questi fatti. Intervenendo in un dibattito sulla Situazione in Medio Oriente, che comprendeva la questione della Palestina, Moreno ha sottolineato la profonda delusione dei NOAL per l'incapacità del Consiglio di compiere la sua responsabilità di mantenere la pace e la sicurezza internazionali. Il presidente dell'Ufficio di Coordinamento ha indicato la condanna, in particolare, dell'invasione terrestre intrapresa da Israele a Gaza, in flagrante sfida alle richieste della comunità internazionale affinché cessino le attività militari.

Cuba registra un incremento di artisti dilettanti ciechi
8.1 - Cuba registra un incremento di artisti dilettanti ciechi, come risultato delle agevolazioni offerte loro negli istituti dell'insegnamento musicale del paese. La lettura dei pentagrammi costituisce uno dei progressi più significativi di questo apprendistato, fondamentalmente nell'Istituto Superiore di Arte e in altri centri culturali del paese. Gli istruttori d’arte e altri musicisti ciechi del paese impartiscono lezioni da oltre 12 anni ai non vedenti interessati al miglioramento culturale, compreso in altri paesi dell'area come la Repubblica Dominicana.

I Presidenti di Cuba e dell’Ecuador hanno avuto colloqui ufficiali
9.1 - Il Presidente di Cuba, Raúl Castro, e il suo omologo ecuadoriano, Rafael Correa, hanno avuto colloqui ufficiali al Palazzo della Rivoluzione, come parte della visita realizzata dal Capo di Stato sud-americano a Cuba. Nel clima di amicizia, comprensione e di mutuo rispetto che caratterizza le relazioni tra i due paesi, hanno dato continuità a una cordiale e lunga conversazione su vari temi che i due avevano avuto in Brasile, in occasione del Vertice tenuto lì nel dicembre scorso, afferma una nota ufficiale. Secondo il documento, Raúl Castro e Correa hanno espresso la sua soddisfazione per il buon andamento delle relazioni bilaterali, basate sulla solidarietà, sulla collaborazione e sul mutuo beneficio.

La Rivoluzione cubana ha ispirato gli indipendentisti angolani
9.1 - Il Vicepresidente del Movimento per la Liberazione dell'Angola (MPLA), Roberto De Almeida, attualmente al Governo, ha affermato che la Rivoluzione cubana ha ispirato la lotta contro il colonialismo portoghese. Durante una cerimonia celebrata a Luanda in occasione del 50° anniversario della Rivoluzione cubana, De Almeida ha precisato che la prima azione di insurrezione contro la dominazione portoghese ha preso esempio dalla nazione caraibica. Gli angolani hanno adottato la lotta armata contro il colonialismo portoghese il 4 febbraio 1961 con una sollevazione popolare culminata con la proclamazione dell'indipendenza l’11 novembre 1975.

I Non Allineati denunciano Israele a Ginevra
9.1 – I Non Allineati (NOAL) hanno denunciato oggi, a Ginevra, Israele per aver sostenuto una spietata offensiva militare contro la Striscia di Gaza senza discriminare i civili dai nemici, né discernere tra una moschea, scuole di Nazioni Unite od ospedali. Mentre il mondo festeggiava la fine dell'anno 2008, in quegli stessi giorni centinaia di palestinesi, compresi bambini e donne, morivano in conseguenza dei bombardamenti di Tel Aviv, ha detto l'Ambasciatore cubano a Ginevra, Juan Antonio Fernández. Intervenendo nella Sessione Speciale del Consiglio dei Diritti Umani (CDH) dell'ONU, Fernández, a nome di Cuba come presidente di turno dei NOAL, ha rimarcato l'opportunismo d'Israele per aver intrapreso i suoi attacchi nel mezzo delle festività.

I centri della Missione Miracolo in Ecuador hanno superato le 60.000 operazioni
9.1 - I tre centri oftalmici della Missione Miracolo in Ecuador hanno superato le 60.000 operazioni, realizzate tutte gratis, ha affermato Hugo Almeida, capo della missione medica cubana in questo paese. Fino all’8 gennaio sono state effettuate nelle cliniche di Latacunga, Ballenita e Machala un totale di 60.012 interventi chirurgici alla vista, ha sottolineato Almeida in un’intervista a Prensa Latina. Ha precisato che a questo numero bisogna sommare oltre 2.500 operazioni a ecuadoriani effettuate a Cuba prima dell'entrata in funzione nel giugno del 2006 degli ospedali Latacunga, chiamato ‘Eloy Alfaro’ nella provincia di Cotopaxi, e di Ballenita, chiamato ‘José Marti’ nella penisola di Santa Elena. Questo encomiabile lavoro è stato eseguito da un gruppo di 62 specialisti cubani, tra medici, infermiere e personale tecnico, che hanno eseguito una media di 200 interventi giornalieri, ha indicato.

Obama conferma l’impegno di chiudere il carcere di Guantánamo
12.1 - Il Presidente eletto Barack Obama ha confermato il proprio impegno di chiudere il carcere della base navale statunitense di Guantánamo, nella parte sud-est di Cuba, anche se ha indicato che occorrerà tempo. È molto più difficile di quello che molta gente crede, ha detto Obama in un'intervista alla rete televisiva ABC, in riferimento alla chiusura di questa struttura. Tuttavia il futuro Presidente nordamericano, che entrerà in carica il 20 gennaio, ha assicurato che chiuderà questa prigione, aperta dal Presidente George W. Bush per i prigionieri stranieri. Le torture commesse lì contro i detenuti hanno provocato dure condanne negli Stati Uniti e dalla comunità internazionale. Uno dei metodi che ha causato maggior condanna è stato l'annegamento simulato, noto come sottomarino, che ha portato perfino a un'indagine del Senato, benché la casa Bianca difendesse la pratica.

Cuba estende l’Operazione Miracolo ai paesi del CARICOM
13.1 - Con l'arrivo a Cuba del primo gruppo di pazienti provenienti da Barbados, è stata già estesa a tutti i paesi della Comunità dei Caraibi l'Operazione Miracolo per la riabilitazione oftalmica. Detto programma, promosso da Cuba e dal Venezuela, consiste nell’assistenza e in interventi chirurgici per far recuperare la vista a persone di scarse risorse economiche nelle nazioni latinoamericane e caraibiche. Ora Barbados si è aggiunta all'Operazione Miracolo insieme al resto dei paesi che compongono il CARICOM: Antigua e Barbuda, Bahama, Belize, Dominica, Granada, Guyana, Haiti, Giamaica, Santa Lucía, San Cristóbal y Nevis, San Vicente y las Granadinas, Suriname e Trinidad y Tobago.

Ringraziamento per gli sforzi di Cuba per l’indipendenza dei popoli africani
14.1 - Realmente vale la pena di rendere omaggio a Cuba per la sua solidarietà e il suo decisivo contributo alla riaffermazione della dignità dei popoli africani, ha affermato oggi a La Habana il Primo Ministro di Capo Verde, José María Pereira Neves. Dopo aver deposto un omaggio floreale nel Pantheon dei Martiri Caduti in Missione Internazionalista, nel Cimitero di Colón, Neves ha espresso la sua gratitudine al Governo cubano per la sua partecipazione a quelle lotte di emancipazione. È necessario – ha aggiunto Neves - riconoscere gli sforzi straordinari di Cuba e la grande solidarietà del leader della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, con tutti gli oppressi del mondo. Neves, che è in visita ufficiale fino al prossimo giorno 18, ha avuto questo martedì colloqui con il Primo Vicepresidente cubano, José Ramón Machado Ventura.

Cresce la richiesta internazionale della discografia cubana
14.1 – Oltre un centinaio di dischi dei più vari generi della musica cubana sono tra quelli più venduti in campo internazionale durante l'anno 2008, come sottolinea il sito digitale dell’etichetta Bis Music. Tra i titoli di maggiore richiesta all'estero si evidenziano vari album dell'orchestra Van Van, diretta da Juan Formell e considerata l'orchestra cubana di maggiore risonanza fuori di Cuba. Vi sono anche nell'elenco i compact Asovi, del recentemente scomparso cantante folcloristico Lázaro Ross, il più famoso degli akpwones cubani, Benedición de los Orishas, con i migliori salseros cubani e Clásicos de Cuba, del sassofonista César López.

La IBAF cambia la classifica, ma Cuba continua a essere in testa
14.1 - La Federazione Internazionale di Baseball (IBAF) ha fatto oggi cambiamenti nella classifica di questo sport, anche se Cuba continua a mantenere il primo posto. Un comunicato dell'IBAF emesso a Losanna avvisa che sono state modificate le posizioni rese note ieri, per la prima volta, poiché i punteggi assegnati al torneo Settimana di Haarlem nel 2006 e nel 2008 non erano riportati nella somma finale. L'ente ha corretto l’errore e ha rifatto la classifica, per cui gli Stati Uniti hanno rimpiazzato la Corea del Sud al secondo posto. Cuba, che aveva 941.50 punti, ha portato il suo punteggio a 1021.50, mentre gli statunitensi ne hanno 799.32 e i sudcoreani 779.82. Messico e Panama hanno mantenuto l’ottavo e il nono posto con punteggi simili a quelli resi noti il giorno precedente.

Cuba condanna l’aggressione israeliana contro la Striscia di Gaza
15.1 - Cuba ha espresso la sua condanna agli attacchi d'Israele contro la Striscia di Gaza, e ha chiesto la fine del genocidio in questa regione araba, in una tribuna aperta all'Università di La Habana. Alla cerimonia, l'Ambasciatore a Cuba dello Stato della Palestina, Akram Samham, ha ringraziato per il sostegno solidale di paesi come Cuba, Venezuela e Bolivia con la causa di questa nazione araba. Allo stesso modo, ha ripudiato le forze di occupazione che dal 27 dicembre 2008, hanno causato la morte di oltre 1.500 persone, tra queste donne e bambini, e quasi 5.000 feriti. Studenti cubani e giovani palestinesi che frequentano l'università a Cuba, hanno ricordato da parte loro che i bombardamenti e gli attacchi di artiglieria terrestre sono avvenuti fondamentalmente contro la popolazione civile.

Il Ministro degli Esteri del Kenya rende omaggio agli internazionalisti cubani
15.1 - Il Ministro delle Relazioni Estere del Kenya, Moses Wetangula, in visita ufficiale a Cuba, ha reso oggi omaggio ai combattenti internazionalisti caduti nella lotta per la liberazione dell'Africa. Il Ministro degli Esteri ha deposto un omaggio floreale nel mausoleo dove riposano i resti dei combattenti cubani e ha visitato la struttura, dove ha appreso momenti della storia di Cuba. Questo paese ha aiutato l'Africa a combattere il colonialismo, l'imperialismo e l'apartheid, ha ricordato l’ospite e ha riconosciuto il sacrificio cubano in perdite di vite umane. Il rappresentante keniano realizza una visita a Cuba su invito del suo omologo cubano, Felipe Pérez Roque, e capeggia la delegazione del suo paese alla IV Sessione della Commissione Mista tra le due nazioni.

Quasi due metri di pioggia nel 2008 in una provincia cubana
15.1 – L’anno 2008, da poco concluso, è stato il secondo anno più piovoso negli ultimi trent’anni nella provincia occidentale di Matanzas riportando 1.827 millimetri, informa oggi una fonte ufficiale. Un riassunto statistico dell'azienda territoriale di Utilizzazione Idraulica indica che quanto accumulato quest’anno è il 130 % della media storica annuale. Secondo la relazione, il livello della pioggia di quasi due metri di altezza nel territorio di Matanzas è dovuto alle forti precipitazioni per il recente passaggio degli uragani Gustav, Ike e Paloma e della tempesta tropicale Fay.

I NOAL ribadiscono l’energica condanna d'Israele per l’aggressione a Gaza
16.1 - Cuba ha condannato alle Nazioni Unite, a nome del Movimento dei Paesi Non Allineati (NOAL), l'offensiva militare d'Israele a Gaza e il disprezzo di Tel Aviv agli appelli di pace della comunità internazionale. Questa posizione è stata presentata dall'Ambasciatore cubano, Abelardo Moreno, alla ripresa del decimo periodo straordinario di sessioni di emergenza dell'Assemblea Generale sulle azioni illegali d'Israele a Gerusalemme Orientale e nel resto del territorio palestinese occupato. Questa sessione è stata convocata su richiesta degli Stati membri, preoccupati per i continui attacchi massicci d'Israele contro Gaza, che ieri hanno compreso nuovi bombardamenti alle installazioni delle Nazioni Unite in questo territorio palestinese.

Gli scienziati confermano l’impegno con il progresso economico di Cuba
16.1 – Fonti del settore hanno comunicato che gli scienziati cubani hanno celebrato la loro giornata a Ciego de Ávila, in pieno recupero economico e nello sviluppo sostenibile del paese. Secondo Fernando González, Ministro di Scienza, Tecnologia e Ambiente, i campi di ricerca con priorità sono quelli della produzione di alimenti, dell'efficienza energetica, della salute, dell'informatizzazione della società, della costruzione e della difesa della sovranità. Per questo, Cuba conta su 72.700 lavoratori legati al lavoro scientifico e all’innovazione tecnologica, la metà di questi in centri di ricerca di elevato prestigio internazionale.

La Presidente dell’Argentina avrà colloqui con Raúl Castro
19.1 - La presidente dell'Argentina, Cristina Fernández, avrà oggi colloqui con il Presidente cubano, Raúl Castro, come parte della sua visita a Cuba. Secondo l'agenda prevista, la Presidente, che è arrivata ieri a La Habana, deporrà anche un omaggio floreale al monumento dell'Eroe Nazionale di Cuba, José Martí, nella Piazza della Rivoluzione, e parteciperà alla firma di accordi tra i due paesi. Il Ministro cubano delle Relazioni Estere, Felipe Pérez Roque, ha ricevuto all'aeroporto internazionale José Martí la Fernández nella sua prima visita come Capo di Stato a Cuba. La presenza a Cuba della Presidente argentina che durerà fino al prossimo 21 gennaio, contribuirà a stringere i legami di amicizia e di cooperazione che caratterizzano i vincoli bilaterali. Le due nazioni avevano ristabilito le relazioni diplomatiche il 28 maggio 1973, e a Cuba si sono laureati 327 argentini, di questi 231 come medici.

L’aggressione alla Palestina attenta alle mete dell'UNESCO
19.1 - Il Ministro cubano delle Relazioni Estere, Felipe Pérez Roque, ha affermato oggi che l'invasione israeliana contro il popolo palestinese colpisce lo sviluppo della cultura, dell'educazione e della Scienza. Le dichiarazioni di Pérez Roque sono state espresse in un incontro a La Habana con il Direttore Generale delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza, la Cultura, la Comunicazione e l'Informazione (UNESCO) Koichiro Matsuura. Pérez Roque, in qualità di presidente del Movimento dei Paesi Non Allineati (NOAL), ha espresso la preoccupazione dell'ente terzomondista per l'aggressione di cui è vittima il popolo palestinese della Striscia di Gaza.

Lula chiede un cambiamento nelle politiche statunitensi
19.1 – Il Presidente brasiliano, Luiz Inácio Lula da Silva, ha fatto appello oggi agli Stati Uniti affinché cambino le loro relazioni con l'America Latina e mettano fine al blocco contro Cuba. Nel suo programma di ogni lunedì a Radio Brasil, Lula ha affermato che per molto tempo Washington ha avuto una politica sbagliata verso questa regione e ha partecipato a vari colpi di Stato. Ha detto che con il cambiamento presidenziale che avverrà domani, Barack Obama ha opportunità di guardare verso l'America Latina con un’ottica democratica. Ha aggiunto che non c'è motivo per cui gli Stati Uniti continuino il loro blocco contro Cuba. È importante che questo sia superato affinché Cuba possa avere una vita normale come quella degli altri, ha insistito Lula.

Il museo cubano del rum è stato visitato da un milione di persone
19.1 - Il Museo del Ron Havana Club costituisce oggi una delle principali attrattive turistiche di La Habana, poiché in circa nove anni ha già ricevuto un milione di visitatori di tutto il mondo, hanno comunicato fonti ufficiali. Nella parte vecchia di Ciudad de La Habana si trova questo Museo dedicato a spiegare al turista i metodi per preparare il rum e la sua storia, oltre ad altri servizi ricreativi, ha aggiunto la sua esperta commerciale, Marta Hernández. Niente meno che martedì 13 -giorno considerato sfortunato dalle credenze popolari - del gennaio 2009, sono entrati alle ore 11.30 quasi contemporaneamente, i visitatori che si sono disputati la statistica del milione. La struttura ha aperto le sue porte il 31 marzo 2000 e da quella data fino al 14 gennaio 2009 ha raggiunto questo numero.

Il metodo di alfabetizzazione cubano procede a Siviglia
19.1 - Gli esecutori del programma cubano di alfabetizzazione ‘Io sì posso’ nella città spagnola di Siviglia hanno aperto una pagina web che mostra i progressi di questo metodo applicato oggi nella capitale andalusa. Il sito è all’indirizzo internet www.yosipuedosevilla.org e contiene particolari sulle attività comprese nello sviluppo di questa esperienza messa già in pratica in numerosi paesi, in particolare latinoamericani. Conta anche su una sezione che raggruppa informazioni sull’andamento di ‘Io sì posso’, creato dagli esperti cubani per eliminare l'analfabetismo e che finora ha fatto beneficiato 3.5 milioni di persone a livello internazionale.

L’UNESCO valuta la collaborazione bilaterale con Cuba
20.1 - Il direttore generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), Koichiro Matsuura, ha affermato che la sua visita a Cuba ha il proposito di valutare la collaborazione bilaterale con questo paese. In una visita alla scuola primaria urbana Ángela Landa, Matsuura ha detto che il suo soggiorno costituisce una buona opportunità per esaminare i prossimi passi nell'avanzamento unito nella cooperazione internazionale, secondo una notizia dell'Agenzia di Informazione Nazionale. Ha riconosciuto i risultati del sistema educativo di Cuba, primo paese dell'America Latina a eliminare l'analfabetismo (nel 1961), seguito dal Venezuela (2005) e dalla Bolivia (2008).

Cuba e Argentina firmano 11 accordi di cooperazione
20.1 - I Governi di Cuba e dell’Argentina hanno firmato a La Habana 11 accordi di cooperazione, al termine delle conversazioni ufficiali tra i Presidenti Raúl Castro e Cristina Fernández. Il primo dei documenti firmati è stato un accordo relativo alla soppressione reciproca della richiesta di visto nei passaporti diplomatici, ufficiali e di servizio. Sono stati pure firmati un memorandum di intesa nell'ambito dell'assistenza umanitaria e nella prevenzione e limitazione dei danni delle catastrofi, e un verbale sullo stato della cooperazione tecnico-scientifica tra i due paesi. Altri degli accordi raggiunti riguardano la promozione commerciale e il trasferimento di tecnologia in materia di commercio internazionale, e la collaborazione negli ambiti lavorativo e della salute.

La maggior parte dei paesi nell’OMC esige dagli Stati Uniti il rispetto di Cuba
20.1 - Numerosi membri dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) hanno inviato oggi un messaggio chiaro ed esplicito al nuovo Governo degli Stati Uniti affinché in futuro smetta di usurpare marchi a Cuba. In un dibattito nell'Organismo di Soluzione dei Contrasti (OSD) dell'OMC, 15 delegati, compresa la rappresentanza cubana a Ginevra, sono intervenuti per criticare Washington sul prolungato inadempimento delle risoluzioni adottate a Ginevra. La Comunità Europea (che rappresenta i 27 membri dell'UE), Cuba, Venezuela, Uruguay, Cina, India, Tailandia, Vietnam, Ecuador, Brasile, Bolivia, Messico, Argentina, Nicaragua e Cile, hanno duramente criticato la Sezione 211 nordamericana.

Sottolineati i progressi della chirurgia cubana
20.1 - La chirurgia cubana occupa un posto prestigioso in relazione al resto del mondo, nonostante le carenze, ha dichiarato a La Habana a Prensa Latina il dottore in Scienze, Jorge Abraham. "La creatività, la laboriosità, la solidarietà umana, l’etica e l’intelligenza degli specialisti hanno superato la difficile situazione che affrontiamo", ha affermato Abraham, vicepresidente della Società Cubana di Chirurgia. Nonostante il blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti, ha precisato, Cuba conto sulla tecnologia necessaria, ha detto. Al trionfo della Rivoluzione, Cuba aveva circa 75 chirurghi e ora sono oltre 1.500, che hanno contribuito a elevare gli indici della salute in diverse parti del mondo, indica un articolo dell'Agenzia di Informazione Nazionale.

Massiccia campagna di alfabetizzazione in Nicaragua
20.1 - I nicaraguensi realizzano oggi una campagna casa per casa con l'obiettivo di dichiarare il paese libero dall’analfabetismo il prossimo 19 luglio in occasione del 30° anniversario del trionfo della Rivoluzione Popolare Sandinista. Secondo Yorlin Valkiria Palma, tecnica dipartimentale di Alfabetizzazione ed Educazione dei Giovani e degli Adulti del MINED, a Nueva Segovia, per dichiarare tutti i municipi liberi dall’analfabetismo, i maestri percorrono i quartieri per iscrivere gli analfabeti ai centri di alfabetizzazione. La crociata nazionale di alfabetizzazione sviluppata dai nicaraguensi, chiamata "Da Martí a Fidel", utilizza fondamentalmente il metodo di apprendistato cubano ‘Io sì posso’ e mette in rilievo il proposito delle autorità affinché per il 2015 la popolazione abbia il livello scolare di sesto grado.

Le donne cubane accelerano i preparativi del loro ottavo congresso
21.1 - La Federazione delle Donne Cubane (FMC) accelera i preparativi nella fase finale per sviluppare un eccellente ottavo congresso, ha detto la componente della Segreteria Nazionale di questa organizzazione Arelys Santana. In un’intervista con i giornalisti la dirigente ha segnalato che l’assemblea si terrà i prossimi 7 e 8 marzo e sarà il punto culminante di un processo iniziato l’anno scorso con le riunioni nelle delegazioni di base e a tutti i livelli. Secondo dati ufficiali, la FMC ha attualmente 4.197.000 iscritte raggruppate in 77.106 delegazioni di base e in 13.119 blocchi.

Il Presidente del Nicaragua sottolinea l’aiuto cubano nella salute pubblica
21.1 - Il Presidente del Nicaragua, Daniel Ortega, ha sottolineato a Managua l'appoggio di Cuba per ottenere migliori indici di salute in questo paese centroamericano. Presentando ieri sera il suo piano per affrontare gli effetti della crisi economica mondiale, il Presidente ha sottolineato i programmi portati a termine dal suo Governo durante l'anno 2008. Parlando dei successi nella salute, ha riportato il lavoro sviluppato dalle brigate mediche sandiniste e dalla brigata medica cubana che prestano aiuto alla popolazione. Ha indicato, ad esempio, che gli specialisti cubani hanno realizzato circa 40.000 operazioni oftalmiche in meno di due anni per sostenere i programmi di salute.

Fidel Castro: l'incontro con Cristina
22.1 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha affermato di non avere dubbi sull'onestà con cui il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha espresso le sue idee, ma ha detto che nonostante le sue nobili intenzioni restano molti punti interrogativi a cui rispondere. "Ad esempio mi domandavo: come potrebbe un sistema scialacquatore e consumistico per eccellenza preservare l'ambiente", ha detto Fidel Castro nella sua più recente riflessione dal titolo "L'incontro con Cristina", diffuso ieri dalla pubblicazione digitale Cubadebate. Il leader cubano ha toccato il tema durante una conversazione di 40 minuti con la Presidente argentina, Cristina Fernández de Kirchner, in uno scambio di idee che ha definito intenso e interessante.

Evo Morales ringrazia per la solidarietà incondizionata di Cuba
22.1 - Il Presidente della Bolivia, Evo Morales, ha ringraziato oggi a La Paz per la collaborazione incondizionata del Governo e del popolo cubani in materia di salute ed educazione. Durante l'esposizione della sua relazione annuale al Congresso, il Presidente ha evidenziato le 319.000 persone operate alla vista in Bolivia grazie all'Operazione Miracolo. Ha messo in risalto i milioni di visite gratuite effettuate dai medici cubani nei nove dipartimenti e la presenza a Cuba di cinquemila studenti boliviani. Morales ha anche ricordato il sostegno degli esperti cubani nella campagna di alfabetizzazione, mediante la quale 824.000 persone hanno imparato a leggere e a scrivere.

Obama ordina la chiusura della prigione di Guantánamo nel termine di un anno
22.1 - Il Presidente statunitense, Barack Obama, ha firmato oggi un decreto che ordina la chiusura nel termine di un anno della prigione ubicata nella base navale di Guantánamo. Durante il suo secondo giorno di governo, Obama ha firmato un documento con il proposito di chiudere il carcere situato in territorio occupato contro la volontà del popolo e del Governo cubani. Obama ha pure decretato il rispetto della Convenzione di Ginevra sui prigionieri di guerra, dopo una riunione in cui si è discusso sui metodi di interrogatorio più crudeli. Questo mercoledì Obama ha ordinato la sospensione temporanea dei processi nel carcere.

I paesi dell'ALBA preparano una moneta comune
22.1 - I sei comitati tecnici per la creazione della moneta unica dell'Alternativa Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA), hanno iniziato oggi a Caracas un incontro per procedere nel progetto. Il Ministro di Economia e Finanze del Venezuela, Alí Rodríguez, ha indicato che ogni comitato presenterà i progressi realizzati verso l'implementazione del Sistema Unico di Compensazione Regionale (Sucre). L'ALBA, un progetto di integrazione di contenuto sociale, è composto da Bolivia, Cuba, Dominica, Honduras, Nicaragua e Venezuela.

L'undicesimo Presidente degli Stati Uniti
23.1 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha detto che il nuovo Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha già affermato che il carcere e le torture nella Base illegale di Guantánamo sarebbero cessati immediatamente. In un articolo dal titolo "L'undicesimo Presidente degli Stati Uniti", diffuso dalla pubblicazione digitale Cubadebate, Fidel Castro ha rimarcato che questo fatto incomincia a seminare dubbi tra coloro che rendono culto al terrore come strumento irrinunciabile della politica estera degli Stati Uniti. Nessuno può dubitare della sincerità delle sue parole quando afferma che trasformerà il suo paese in modello di libertà, di rispetto dei diritti umani nel mondo e dell'indipendenza di altri popoli, ha segnalato. "Tuttavia, nonostante tutte le prove sopportate, Obama non ha superato la principale. Che cosa farà quando l'immenso potere che ha preso nelle sue mani sarà assolutamente inutile per superare le insolubili contraddizioni antagonistiche del sistema?", ha indicato il leader cubano.

Cuba reclama la restituzione di un territorio illegalmente occupato dagli Stati Uniti
23.1 - Il presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, ha considerato insufficiente l'annunciata chiusura del carcere statunitense di Guantánamo e ha reclamato la restituzione a Cuba di quel territorio illegalmente occupato. Il presidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular ha definito un "buon segnale" detta chiusura nel termine di un anno, decretato mercoledì dal nuovo Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Tuttavia, ha precisato che questo non è sufficiente per Cuba e ha sollecitato il Governo degli Stati Uniti "ad andar via dal territorio che occupa a Guantánamo, a togliere i prigionieri, raccogliere le loro cose e andare via". In riunione con la direzione del Senato del Messico, Alarcón ha spiegato che per il Pentagono non ha senso mantenere in suo potere un territorio il cui unico fine attuale è quello di usarlo come carcere.

Cuba esige rispetto di fronte alla valutazione del Consiglio dei Diritti Umani
26.1 - Il Governo di Cuba ha confermato che fornirà le informazioni e i chiarimenti necessari per l'Esame Periodico Universale del Consiglio dei Diritti Umani, ma chiederà rispetto. María del Carmen Herrera, vice-direttrice degli Affari Multilaterali del Ministero delle Relazioni Estere, ha spiegato al quotidiano Juventud Rebelde particolari sulla relazione del prossimo 5 febbraio. La Herrera ha affermato che Cuba si trova in condizioni favorevoli e di uguaglianza, dopo l'eliminazione nel 2007 di un mandato imposto dagli Stati Uniti per 20 anni al fine di screditare la Rivoluzione.

Aumenterà la capacità di alloggiamento nel centro balneare cubano di Varadero
26.1 - Con la consegna nel primo semestre di quest’anno di altre 400 camere, il centro balneare di Varadero disporrà di 17.430 stanze per i turisti. Statistiche della delegazione del Ministero del Turismo (MINTUR) nella provincia di Matanzas evidenziano che il numero totale è distribuito in circa 50 hotel, dei quali l’87 % con categoria quattro/cinque stelle. Secondo la fonte, le catene cubane Gran Caribe con il 33 %, Gaviota con il 32 % e con le maggiori previsioni di crescita, e Cubanacán con il 28 %, raggruppano la maggior parte delle camere del principale polo cubano di sole e spiaggia.

Quasi 800 lavoratori dello zucchero hanno terminato l’università
27.1 - Un totale di 759 lavoratori cubani dello zucchero è il primo gruppo che ha terminato il corso di laurea del programma Álvaro Reynoso, iniziato nel 2002 a causa della ristrutturazione del settore. Nel settembre di quell'anno, le autorità cubane avevano deciso di riorganizzare il settore per i bassi prezzi dello zucchero sui mercati esteri, misura che aveva comportato la chiusura della metà degli zuccherifici e la riduzione di circa 90.000 posti di lavoro. Un mese dopo e sotto il nome di un saggio cubano del secolo XIX, è iniziato questo programma di riqualificazione, la cui principale virtù è stata quella di utilizzare lo studio come impiego e di non lasciare nessuno abbandonato di fronte a una necessaria misura economica.

E’ entrata in vigore la nuova legge cubana di previdenza sociale
27.1 - La nuova Legge di Previdenza Sociale, approvata dal Parlamento cubano, è entrata in vigore per garantire la protezione adeguata al lavoratore, alla sua famiglia e alla popolazione in generale. Come riporta una pubblicazione straordinaria della Gazzetta Ufficiale della Repubblica, questa nuova legislazione riafferma l'essenza democratica della società cubana. Il Sistema di Previdenza Sociale cubano protegge 1.335.214 persone, di queste il 56 % è pensionato per età e 146.000 per assistenza sociale. La nuova legislazione allunga la vita lavorativa a 60 anni per le donne, a 65 per gli uomini e a 30 anni il tempo di lavoro, come requisiti per la pensione, disposizioni che sono state applicate in precedenza in numerosi paesi dagli anni ’80 e ’90.

Il Presidente cubano Raúl Castro giunge oggi in Russia
28.1 - Il Presidente di Cuba, Raúl Castro, è arrivato oggi in Russia in visita ufficiale che inizierà il 30 gennaio, su invito del suo omologo, Dmitri Medvedev. All'aeroporto di Vnukovo, alla periferia di Mosca, è stato ricevuto dal Viceministro degli Affari Esteri, Serguei Riabkov. Come parte del suo programma, il Presidente avrà colloqui ufficiali con Medvedev e con altri dirigenti governativi della Federazione russa, ha confermato il servizio stampa del Cremlino. Questa visita avviene in un periodo che le due parti definiscono eccellente per i legami bilaterali di amicizia e di cooperazione. Il Capo di Stato russo aveva visitato Cuba alla fine di novembre, dove ha avuto un intenso programma ed è stato ricevuto dal leader storico della Rivoluzione, Fidel Castro.

I giovani cubani nelle strade con una fiaccolata in omaggio all’Eroe Nazionale
28.1 - Il Primo Vicepresidente di Cuba, José Ramón Machado Ventura, ha capeggiato la Marcia delle Torce per rendere omaggio all'Eroe Nazionale di Cuba, José Martí, nel 156° anniversario della sua nascita. Migliaia di studenti e di abitanti di La Habana protagonisti della prima sfilata di questo tipo, avvenuta nel 1953 e capeggiata dall'allora giovane rivoluzionario Fidel Castro, hanno partecipato questa notte al corteo dalla scalinata dell'Università di La Habana fino alla Fucina Martiana. Nella Fucina Martiana, luogo dove l'adolescente Martí scontò la prigione per aver condannato il regime coloniale spagnolo, Machado Ventura ha deposto un omaggio floreale davanti al monumento del Maestro.

Cuba firmerà la Convenzione Internazionale sulle sparizioni forzate
29.1 - Il Ministro delle Relazioni Estere, Felipe Pérez Roque, ha informato che Cuba procederà nei prossimi giorni a ratificare la Convenzione Internazionale per la Protezione delle Persone contro le Sparizioni Forzate. "Cuba è un paese dove negli ultimi 50 anni non c'è stato un solo scomparso. Neppure un torturato né una sola esecuzione extragiudiziale", ha precisato il Ministro degli Esteri durante la presentazione della Relazione Nazionale di Cuba all'Esame Periodico Universale del Consiglio dei Diritti Umani, il prossimo 5 febbraio a Ginevra. L'occasione ha permesso di mostrare alla stampa riunita nella sede della diplomazia, il multimedia "Cuba e i Diritti Umani", realizzato dal Ministero delle Relazioni Estere.

Cuba andrà a Ginevra a difendere la sua verità, afferma l’Ambasciatore
29.1 - Una delegazione di alto livello di Cuba presenterà la prossima settimana a Ginevra la sua relazione nella quarta sessione del meccanismo di Esame Periodico Universale del Consiglio dei Diritti Umani (CDH) delle Nazioni Unite. Così ha comunicato nella prima parte di un'intervista esclusiva con Prensa Latina l'Ambasciatore cubano presso gli organismi internazionali a Ginevra, Juan Antonio Fernández, rispondendo a una serie di domande sul prossimo impegno di Cuba nel CDH. "Ci sono state già tre sessioni precedenti nelle quali sono stati esaminati 48 paesi. Benché fino ad ora questa pratica di esame sia avvenuta in modo soddisfacente, sta ancora consolidandosi", ha spiegato. "Si tratta di un meccanismo nuovo, che richiederà tempo per dare risultati tangibili, ma in qualsiasi caso è un passo nella giusta direzione per eliminare le pratiche negative e i vizi che imperavano nel vecchio CDH", ha precisato.

Decifrando il pensiero del nuovo Presidente degli Stati Uniti
30.1 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha affermato che mantenere una base militare a Cuba contro la volontà del nostro popolo, viola i più elementari principi del diritto internazionale. "È una facoltà del Presidente degli Stati Uniti rispettare questa norma senza condizione alcuna. Non rispettarla costituisce un atto di superbia e un abuso del suo immenso potere contro un piccolo paese", aggiunge Fidel Castro nel suo articolo dal titolo "Decifrando il pensiero del nuovo Presidente degli Stati Uniti", diffuso dalla pubblicazione digitale Cubadebate. Segnala che "se si desidera comprendere meglio il carattere abusivo del potere dell'impero occorre tenere in considerazione le dichiarazioni pubblicate nel sito ufficiale Internet dal Governo degli Stati Uniti il 22 gennaio 2009, dopo l’entrata in carica di Barack Obama". In queste, ricorda, "(il vicepresidente Joseph) Biden e Obama decidono di appoggiare risolutamente la relazione tra Stati Uniti e Israele, e considerano che l'incontrovertibile impegno in Medio Oriente deve essere la sicurezza d'Israele, il principale alleato degli Stati Uniti nella regione". "È il modo di condividere il genocidio dei palestinesi in cui è caduto il nostro amico Obama", sottolinea il leader della Rivoluzione cubana.

Il Presidente cubano Raúl Castro rende omaggio agli eroi sovietici
30.1 – A Mosca, il Presidente cubano Raúl Castro ha reso oggi omaggio ai caduti nella Grande Guerra Patria con un'offerta floreale alla Fiamma Eterna dedicata al Milite Ignoto nelle mura del Cremlino. Le note dell'Inno Nazionale di Cuba hanno dato solennità a questa cerimonia con la quale è iniziato il programma di questo venerdì. Da questo monumento, il Presidente cubano ha camminato fino al mausoleo di Vladimir Ilich Lenin, nella Piazza Rossa, dove ha deposto un omaggio floreale. Raúl Castro è entrato in questa costruzione dove riposa il corpo del leader della Rivoluzione d’Ottobre e successivamente ha percorso il tratto delle mura in cui si trovano sepolti leader politici e personalità dell'Unione Sovietica.

Cuba promuove la trasparenza nel Consiglio dei Diritti Umani
30.1 - Cuba ha sempre combattuto per un giusto trattamento e senza selettività per tutti gli Stati e allo stesso modo, in linea con il nuovo metodo dell'Esame Periodico Universale (EPU) del Consiglio dei Diritti Umani (CDH) delle Nazioni Unite. Con l'EPU tutti i paesi, senza distinzione, dovranno essere esaminati in materia di diritti umani in un ciclo di quattro anni, ha detto in un’intervista a Prensa Latina l'Ambasciatore cubano presso gli organismi internazionali a Ginevra, Juan Antonio Fernández. A proposito della rendicontazione di Cuba all'EPU del CDH il prossimo 5 febbraio, Fernández, con una lunga esperienza diplomatica a Ginevra, ha evidenziato che una delegazione di alto livello si incaricherà di presentare la relazione.