febbraio 2006

Giunto in Bolivia un aereo cubano con gli aiuti
1.2 - L'aiuto di Cuba alle popolazioni colpite dalle torrenziali piogge è stato il primo ad arrivare, oggi, nella città orientale di Santa Cruz, meno di 48 ore dopo la richiesta di assistenza lanciata dal Presidente della Bolivia, Evo Morales. L'opportuna e rapida solidarietà cubana con i colpiti dai disastri, è arrivata con un aereo carico di 16.5 tonnellate di medicine, ha reso noto a Prensa Latina Yamila Llerena, funzionaria del Ministero della Salute di Cuba e responsabile dell'invio. Ha pure dichiarato che è motivo di grande soddisfazione l'essere portatrice dell'aiuto cubano per il fratello popolo della Bolivia e per il Presidente Morales.

Località cubana mantiene lo zero nella mortalità materno-infantile
1.2 - Cauto Cristo, un lontano villaggio dell'oriente di Cuba, mantiene lo zero negli indicatori di mortalità materno-infantile dallo scorso anno. Questi risultati sono possibili grazie al programma di attenzione primaria di salute esteso agli angoli più remoti della geografia cubana, precisa nella sua un quotidiano a diffusione nazionale. Dei 21.149 abitanti di Cauto Cristo, situato nella provincia di Granma – a circa 700 chilometri a est di La Habana - solo 3.000 vivono in zone urbane, mentre il resto risiede in abitazioni isolate. Cuba presenta uno dei tassi di mortalità infantile più bassi dell'America con 5.8 morti per ogni mille nati vivi. Nel caso specifico della provincia Granma, il dato è di 6.6 nel 2005. Per le sue caratteristiche, Cauto Cristo presenta comunità molto lontane e difficili da raggiungere. Nella diminuzione della mortalità materno-infantile ha influito la creazione di quattro case-ricovero che migliorano l'attenzione alle donne incinta.

Denunciate restrizioni degli Stati Uniti contro Cuba
2.2 - Gli Stati Uniti hanno aumentato ancora di più le restrizioni contro Cuba, ritirando la licenza a un'agenzia nella Florida incaricata di organizzare viaggi all'isola, denuncia oggi il quotidiano Granma. Da quando il Presidente George W. Bush ha decretato un intervallo minimo di tre anni per le visite dei cubano-americani a Cuba, la chiusura di una delle agenzie che trattava il maggior numero dei viaggi è un ulteriore giro di vite che allontana i cubani dai loro familiari residenti negli Stati Uniti, indica il quotidiano in un commento.

Rivista scientifica degli Stati Uniti mette in evidenza il portale cubano della salute
2.2 - La prestigiosa rivista scientifica statunitense Journal of Medical Internet Research ha definito la Rete Telematica e il Portale della Salute di Cuba (Infomed) un modello da seguire per l'integrazione dell'informazione nella salute. Infomed, sostiene la pubblicazione, costituisce un esempio per il trattamento dell'informazione sui temi medici nei campi dell'assistenza, della ricerca, dell'educazione e dei servizi. Il sistema cubano di salute, sottolinea l'articolo della dottoressa in Scienze Ann C. Seror, dell'Università canadese di Laval, offre un modello che mostra come un portale nazionale di informazione della salute può contribuire alla prestazione di servizi come pure allo scambio internazionale di prodotti e di servizi nella salute.

Arrivati i medici cubani solidali con la Bolivia
2.2 – Un contingente di 140 medici cubani è arrivato oggi a Santa Cruz, città dell'oriente boliviano, per aiutare la popolazione colpita da una violenta stagione di piogge, e sono stati ricevuti come prova del fatto che l'isola esporta vita e solidarietà. Il contingente è arrivato con un aereo del paese caraibico, con l'ambasciatore di Cuba in Bolivia, Luis Felipe Vázquez, ed è stato ricevuto dalla Viceministro delle Relazioni Estere, María Luisa Ramos, e dal consigliere comunale di Santa Cruz Oswaldo Peredo, del Movimento al Socialismo (MAS), al Governo. Peredo, fratello minore dei leggendari guerriglieri Inti e Coco, che hanno combattuto insieme a Ernesto Che Guevara, ha manifestato la sua gratitudine per la solidarietà cubana, nella sua qualità di "bolivariano e guevarista". Dando il benvenuto a coloro che ha chiamato fratelli, amici e compagni cubani, ha indicato che il gesto dell'isola conferma che Cuba è storicamente un pioniere nell'esportazione di vita, a differenza di potenze che esportano morte, armi e distruzione.

Sarà utilizzato un biolarvicida cubano contro il dengue a Río de Janeiro
2.2 - Il biolarvicida cubano Bactivec, di provata efficacia per combattere il dengue, sarà utilizzato da lunedì contro focolai della malattia a Río de Janeiro, è stato annunciato ufficialmente oggi. Il segretario statale della Salute, Gilson Cantarino, ha dato l'annuncio in una riunione con i segretari del settore di tutti i municipi di questo stato brasiliano, e ha affermato che i focolai sono limitati alle zone di Jacarepaguá e Barra de Tijuca, nella parte ovest della città. Ha spiegato che il prodotto cubano non richiede nessuna attenzione speciale di sicurezza per la sua applicazione, che viene realizzata con un contagocce e non presenta rischi per la popolazione.

Il Ministro degli Esteri cubano deposita un'offerta floreale al Monumento agli Eroi
2.2 – A Windhoek, il Ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Felipe Pérez Roque, ha deposto oggi un'offerta floreale al Monumento agli Eroi cubani caduti in Namibia e ha sottolineato l'amicizia e la cooperazione tra i due popoli. In una visita di due giorni realizzata in questa capitale, Pérez Roque ha consegnato un invito ufficiale al Presidente namibiano, Hifikepunje Pohamba, per partecipare al XIV Vertice del Movimento dei Paesi Non Allineati, previsto dall'11 al 16 settembre a La Habana. Durante la sua permanenza nel paese africano, il Ministro degli Esteri cubano si è riunito con il presidente dell'Associazione di Amicizia Namibia-Cuba, Toivo ya Toivo, e i due hanno messo in risalto il buono sviluppo dell'amicizia tra le due nazioni. Successivamente si è incontrato con le brigate mediche cubane e con altri collaboratori che prestano i loro servizi nella salute, nel settore petrolifero, nell'educazione e in quello sportivo.

I Presidenti di Cuba e del Venezuela inaugurano la Fiera del Libro
3.2 - I Presidenti di Cuba, Fidel Castro, e del Venezuela, Hugo Chávez, hanno inaugurato oggi la XV Fiera Internazionale del Libro Cuba 2006. Quest'anno l'evento culturale è dedicato al Venezuela, paese che conta su 760 metri quadrati di area espositiva. Il leader cubano ha ricevuto questa mattina il suo omologo venezuelano, al quale consegnerà questo venerdì il Premio José Martí, in riconoscimento al suo lavoro per l'integrazione regionale e a difesa dell'identità e della cultura dei popoli dell'America Latina. Il mio saluto al popolo cubano, lo amo, ha indicato un sorridente Chávez ai giornalisti che sono accorsi all'aeroporto internazionale José Martí.

Bush pretende di depoliticizzare il caso del terrorista Posada Carriles
3.2 - Il Governo statunitense ricorre a tecnicismi per trattare il caso del terrorista Luis Posada Carriles come un problema di immigrazione, ed evitare in questo modo che affiorino i suoi legami con il criminale, ha affermato l'eminente politologo James Petras. In un'intervista con Prensa Latina, l'accademico nordamericano ha precisato che l'Amministrazione del Presidente George W. Bush pretende di depoliticizzare la controversa causa, affinché non esca alla luce la complicità di Washington con il curriculum del controrivoluzionario di origine cubana. "È ovvio che se Posada Carriles parla, coinvolge tutta la politica terroristica del Governo degli Stati Uniti, lui non accetta di essere il capro espiatorio. Non vuole passare il tempo in carcere senza 'cantare' sui piani terroristici in cui lui è implicato, con loro, con i maestri, con il padrone", ha affermato.

Avanza il programma energetico a Cuba
3.2 - Il Ministro cubano dell'Industria di Base, Yadira García, ha visitato vari lavori che sono stati messi in opera a La Habana per sostenere il programma energetico del paese, e ha elogiato il comportamento di coloro che lavorano negli stessi. Durante una visita attraverso i municipi della capitale di San Nicolás de Bari, Nueva Paz, Madruga e Santa Cruz del Norte, la García ha manifestato la sua soddisfazione per la qualità delle batterie dei gruppi elettrogeni installati in queste località. Il Ministro ha sottolineato la responsabilità con cui viene affrontato oggi ognuno dei compiti che aiuteranno il territorio a completare il suo impegno di fornire al Sistema Energetico Nazionale 280 MegaWatts, secondo un articolo pubblicato oggi dal quotidiano Granma.

Fidel consegna a Chávez il Premio Internazionale José Martí
4.2 - Il Presidente di Cuba, Fidel Castro, ha consegnato ieri sera al suo omologo del Venezuela, Hugo Chávez, il Premio Internazionale José Martí 2005 concesso dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO). Il Presidente venezuelano ha ricevuto la distinzione in una cerimonia solenne celebrata nella Piazza della Rivoluzione di La Habana. Alla cerimonia hanno partecipato oltre 200.000 persone, insieme a decine di migliaia di studenti di medicina venezuelani, boliviani, cubani e di altre nazionalità latinoamericane. Presenti, inoltre, illustri intellettuali di diverse parti del mondo, in particolare della Patria di Simón Bolívar, che partecipano alla XV Fiera del Libro dedicata al Venezuela, e a membri della delegazione di Cuba al Forum Sociale Mondiale.

Fiera del Libro: La Habana attende i suoi lettori
4.2 - La XV Fiera Internazionale del Libro inizierà a La Habana nel Parco Morro-Cabaña, dove il pubblico e i libri saranno i protagonisti principali di un appuntamento al quale partecipano 112 espositori e 500 case editrici di 30 paesi. Dedicata al Venezuela come invitato d'onore, è stata inaugurata ieri dal Presidente cubano, Fidel Castro, e da quello venezuelano, Hugo Chávez. Migliaia di volumi attendono i lettori fino al prossimo giorno 12, quando la festa verrà chiusa con la presentazione di "Ciento volando de catorce", il volume di sonetti del cantante e compositore spagnolo Joaquín Sabina, che sarà a La Habana per quella data. L'appuntamento editoriale ha 18 sottosedi in questa capitale, ma le preferenze continuano ad andare al Parco Morro-Cabaña favorito dallo splendore di un paesaggio naturale che, unito a quello che offrono gli stand, costituisce un richiamo tentatore, appetibile.

Fidel Castro partecipa a una cerimonia in omaggio alle vittime del terrorismo
6.2 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha partecipato oggi a una cerimonia in omaggio alle vittime del terrorismo contro Cuba, nella Tribuna Antimperialista José Martí di La Habana, con la presenza delle persone direttamente colpite, dei familiari e del popolo in generale. Il luogo scelto per l'offerta, di fronte all'Ufficio di Interessi nordamericano di La Habana (SINA), è stato ampliato a tempo di record, innalzando un "bosco" di aste di bandiere nere. In una breve nota pubblicata questo lunedì dalla stampa nazionale si afferma che la cerimonia costituisce un omaggio e una denuncia. Sul dolore per la perdita di oltre 3.000 compatrioti assassinati in criminali atti terroristici finanziati dal Governo degli Stati Uniti, noi cubani alzeremo il nostro amore infinito alla patria e alla gloria che abbiamo giurato sui corpi dei caduti, aggiunge il testo.

Denunciata una nuova manovra degli Stati Uniti contro Cuba
6.2 – L'espulsione di una delegazione cubana da un hotel in Messico su ordine di Washington è un'azione prepotente che riflette la paura della forza della Rivoluzione, afferma oggi il quotidiano Granma. La decisione dimostra l'impotenza degli Stati Uniti di fronte alla crescente opposizione di ampi settori nordamericani alla loro assurda e criminale politica di blocco contro l'isola, sottolinea il giornale in un editoriale. Il quotidiano riporta che alcuni giorni fa una delegazione imprenditoriale cubana è stata fatta sloggiare dall'hotel María Isabel Sheraton, nel Distretto Federale, su ordine espresso del Dipartimento del Tesoro nordamericano. Precisa che questa installazione avrebbe accolto un incontro con importanti marchi e aziende statunitensi interessate alle potenzialità del mercato energetico di Cuba, organizzato dall'Associazione del Commercio Statunitense-Cubano. L'evento contava sulla partecipazione di dirigenti di Valero Energy Corporation, del Consiglio Nazionale del Commercio Estero e di marchi come Exxon Mobile e Caterpillar.

Considerato un grave errore l'espulsione dei cubani da un hotel in Messico
6.2 - L'espulsione di una delegazione cubana da un immobile in Messico, di proprietà della compagnia statunitense Starwood Hotels and Resorts Worldwide, è stata considerata oggi un grave errore dal Consiglio Nazionale per Prevenire la Discriminazione. In Messico non si può permettere questo tipo di comportamento, perché farlo "sarebbe un errore molto grave che ci costerà molto caro", ha avvertito il direttore di questo organismo governativo, Gilberto Rincón. L'espulsione dei cubani, ai quali è stato tolto il denaro pagato in anticipo per la prenotazione, è avvenuta venerdì scorso su indicazione del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, secondo quanto ha spiegato il direttore del María Isabel Sheraton. Rincón si è pronunciato per imporre una forte sanzione all'hotel per evitare che questo tipo di situazioni (relative all'applicazione extra-territoriale della cosiddetta Legge Helms-Burton) si ripetano e ha annunciato che il Consiglio indagherà sui fatti. Benché l'organismo non abbia facoltà di sanzionare la struttura alberghiera, può invece iniziare "processi conciliatori che ricompensino le misure di discriminazione", ha spiegato.

Richiesto al Governo di fare rispettare la sovranità del Messico
6.2 - La coalizione che in Messico appoggia il candidato presidenziale Andrés Manuel López Obrador, oggi ha condannato come un'azione completamente vergognosa l'applicazione nel paese di leggi anticubane degli Stati Uniti. L'alleanza, formata dai partiti, all'opposizione, della Rivoluzione Democratica (PRD), del Lavoro e della Convergenza per la Democrazia, ha chiesto in tal senso al Presidente Vicente Fox di fare rispettare la sovranità e l'indipendenza nazionale.

Cuba prevede un maggior utilizzo dell'energia eolica
6.2 - Nella costa nord di Cuba, dalla provincia centrale di Villa Clara fino a quella orientale di Holguín, nella provincia di Pinar del Río e nell'Isola della Gioventù, si stanno effettuando studi per determinare in quali regioni cubane vi siano migliori condizioni per la creazione di energia eolica. Una televisione locale ha informato che l'utilizzo della forza del vento per generare energia elettrica, in sostituzione degli idrocarburi fossili, è tra gli obiettivi prioritari all'interno del modello di sviluppo cubano. Questo proposito acquista maggiore importanza in un anno in cui il paese è impegnato in maniera speciale e con misure molto concrete nel risparmio e nell'uso razionale dell'energia, in ciò che è stata chiamata rivoluzione energetica, che coinvolge settori economici e sociali.

I cubani terminano la veglia antiterrorista
7.2 – Oltre 100 parenti di vittime del terrorismo hanno effettuato oggi l'ultima guardia d'onore nella veglia realizzata da migliaia di cubani, per più di 24 ore a La Habana, di fronte all'Ufficio di Interessi degli Stati Uniti. Inalberando le foto di 138 persone assassinate nelle azioni di terrore promosse da Washington contro Cuba dal 1959, hanno compiuto gli ultimi minuti da questa attività di lutto e di protesta, vicino al mare di bandiere nere con una stella bianca posizionate in quel luogo. Queste insegne, issate ieri da gruppi di giovani alla presenza del Presidente Fidel Castro e dei dirigenti di organizzazioni sociali, politiche e religiose del paese, rappresentarono il messaggio dell'Isola per richiedere la punizione degli autori dei crimini.

In Messico, chiusura simbolica di un hotel in solidarietà con Cuba
7.2 - Un hotel della catena nordamericana Sheraton che ha applicato in Messico leggi degli Stati Uniti contro Cuba è stato chiuso oggi simbolicamente da organizzazioni solidali con l'Isola. Membri del Movimento Messicano di Solidarietà con Cuba (MMSC) hanno realizzato questo pomeriggio una manifestazione di fronte all'edificio, in cui hanno gridato slogan come "Cuba sì, yankee no" e "Messico sì, yankee no". Diversi giovani si sono posti di fronte all'entrata del hotel con una grande bandiera messicana e altre di Cuba, mentre altri hanno chiuso le porte di entrata con cartelli di ripudio all'ingerenza statunitense nel paese. Quello che stiamo difendendo qui è la sovranità nazionale, sono i diritti dei messicani a decidere chi può visitare la nostra patria, ha affermato a Prensa Latina Jesús Escamilla, uno dei dirigenti della protesta.

Arrivato in Bolivia il secondo contingente di medici cubani
7.2 – A Santa Cruz, Bolivia, il ricordo del Comandante Ernesto Che Guevara era oggi presente alla cerimonia di benvenuto al secondo contingente di 150 medici cubani giunti in Bolivia per assistere le persone colpite dai disastri causati dalle piogge. Il ricordo del leggendario rivoluzionario è stato evocato dal consigliere comunale del partito al Governo Movimento al Socialismo (MAS), Osvaldo Chato Peredo, e dall'Ambasciatore di Cuba, Luis Felipe Vázquez. I due hanno tenuto un breve discorso per salutare l'arrivo del nuovo gruppo in questa città dell'oriente boliviano, che si aggiunge ai 140 medici giunti la settimana scorsa e dislocati in 47 comunità in tutto il dipartimento (provincia) di Santa Cruz.

Chiesto agli Stati Uniti di estradare il terrorista in Venezuela
8.2 - Il terrorista Luis Posada Carriles deve essere estradato in Venezuela, in quanto deve rispondere dei suoi crimini, o processato negli Stati Uniti, ha chiesto oggi il quotidiano cubano Juventud Rebelde. Sono inaccettabili le manovre delle autorità nordamericane per inviare il terrorista in un paese terzo ed evitare così la giustizia, sottolinea il giornale. Il quotidiano ricorda che tra i crimini commessi da Posada Carriles vi è l'esplosione in pieno volo di un aeroplano cubano di fronte alle coste di Barbados nel 1976, che è costato la vita di 73 persone. Con la sua politica di copertura, l'Amministrazione di George W. Bush viola accordi internazionali firmati dagli Stati Uniti, tra questi, l'Accordo di Montreal per la Repressione di Azioni Illecite contro la Sicurezza dell'Aviazione Civile, firmato nel 1971.

Annunciate in Messico nuove azioni di solidarietà con Cuba
8.2 - Il Movimento Messicano di Solidarietà con Cuba (MMSC) ha annunciato oggi nuove manifestazioni di appoggio al popolo cubano di fronte all'applicazione in Messico di leggi anticubane da parte degli Stati Uniti. Jesús Escamillas, del Coordinamento Nazionale delle organizzazioni che compongono il MMSC, ha citato tra queste dimostrazioni un meeting domani nel pomeriggio di fronte alla sede della Segreteria (Ministero) delle Relazioni Estere. Il dirigente ha precisato che uno degli obiettivi della protesta sarà la richiesta di dimissioni del Ministro degli Esteri, Luis Ernesto Derbez, per la debole risposta del Governo di fronte alla nuova ingerenza negli affari interni del Messico commessa da Washington. Il popolo del Messico esige una risposta chiara e decisa e non è disposto a permettere in nessun momento che venga vulnerata e affossata la sovranità della sua patria, ha sottolineato.

Cuba critica la crescente incapacità dell'OMC
9.2 - Cuba ha criticato oggi a Ginevra la crescente incapacità dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), di trasformare la sua legalità conforme a una visione coerente alle necessità di sviluppo dell'immensa maggioranza della popolazione del mondo. L'Ambasciatore e rappresentante permanente di Cuba presso questo organismo, Juan Antonio Fernandez, ha detto inoltre che per Cuba è motivo di grave preoccupazione l'istituzionalizzazione in questa Organizzazione di un sistema pseudoparlamentare. Tale sistema è formato dalle cosiddette "sale verdi", da "mini-ministeri" e da "consultazioni informali" che non offrono alcuno spazio alla necessaria trasparenza né l'articolazione di consensi capaci di sostenerla.

Cuba critica le manovre contro il baseball
10.2 - Cuba ha considerato che il fallimento degli sforzi per il ritorno del baseball nel programma delle Olimpiadi è stato il risultato di manovre dirette a ostacolare il dibattito su questo tema nel Comitato Olimpico Internazionale (CIO). La questione non è stata neppure discussa nell'Assemblea del CIO e attraverso una manovra a partire dalla Carta Olimpica si è riusciti a impedire una sessione straordinaria di questo organismo per dibattere il tema, ha detto a La Habana Carlos Rodríguez, presidente della Federazione cubana di Baseball. In dichiarazioni a un gruppo di giornalisti, Rodríguez ha affermato che qualora si fosse arrivato a una votazione, il ritorno di questo sport nel calendario olimpico sarebbe stato approvato perché si è lavorato molto forte a questo scopo. C'erano i voti per vincere. Per Cuba, la manovra si è basata sull'argomento di una presunta necessità di realizzare un cambiamento alla Carta Olimpica per potere aprire un dibattito nell'Assemblea Generale del CIO sul tema. Rodríguez ha precisato che quanto accaduto rappresenta un duro colpo per tutti i paesi dell'America e dell'Asia che praticano questo sport.

Cuba: un'università aperta al futuro
11.2 - Il V Incontro Internazionale di Educazione Superiore Università 2006, programmato dal 13 al 17 febbraio a La Habana, contribuirà a divulgare i progressi di Cuba nel campo della socializzazione della conoscenza. Trasformata oggi in un'immensa università, Cuba conta attualmente su circa 350.000 alunni a questo livello, su 744 impianti disseminati nei 169 municipi del paese e su strutture centrali.

L'Ambasciata di Cuba a Madrid ridicolizza Aznar
13.2 - L'Ambasciata di Cuba a Madrid ha oggi ridicolizzato con una nota di stampa l'ex-presidente del Governo spagnolo José María Aznar, che ha voluto mettersi in un sacco troppo grande autoproclamandosi leader dell'America Latina. In tono sarcastico, la nota segnala che la carta prende tutto e il quotidiano cileno "El Mercurio" si è incaricato di prendere dal signor Aznar le sue aberrazioni verbali, le sue menzogne e la sua ignoranza. Risulta che ora, indica il testo, è disposto ad andare in prima fila "nella grande crociata" contro i nuovi venti che soffiano in America Latina. Che cosa propone? Invasioni e occupazioni militari come quelle dell'Iraq, della quale è stato complice? Campi di concentramento come quelli che il suo socio Bush ha a Guantánamo?, chiede la nota. E si risponde con altre domande: Carceri come quelle di Abu Ghraib? Regimi dittatoriali stile Batista, Trujillo o Duvalier? Il signor Aznar sogna o divaga. Ma, tra un battito di ciglio e l'altro, dovrebbe dare un'occhiata alla storia, afferma il testo.

L'espulsione dei cubani rivela l'imperizia del Ministero degli Esteri, secondo un esperto
13.2 - L'espulsione in Messico di 16 cubani da un hotel di proprietà di una catena statunitense, avvenuta 10 giorni fa, ha messo allo scoperto "l'inesauribile imperizia" del Ministero degli Esteri messicano, ha affermato a Città del Messico il ricercatore Guillermo Zepeda. Nei fatti interni, l'incidente ha mostrato di nuovo un gabinetto disarticolato, mentre sul piano internazionale ha significato un episodio in più nel progressivo deterioramento delle relazioni Messico-Stati Uniti, ha affermato. In un'analisi sui fatti, l'esperto del Centro di Ricerca per lo Sviluppo A. C. ha ricordato che inizialmente la Segreteria degli Esteri ha tentato si sminuire il tema, considerandolo una questione tra privati. Ma data la serie di avvenimenti che hanno teso al massimo i legami statunitense-messicani, "questo incidente non poteva essere minimizzato", ha sottolineato nel testo, pubblicato questa domenica sul quotidiano 'Milenio'.

Soddisfacente attuazione ad Atlanta della difesa dei Cinque
14.2 – E' stata definita oggi soddisfacente l'attuazione degli avvocati difensori dei cinque combattenti antiterroristi cubani all'11° Circuito della Corte d'Appello di Atlanta, dove hanno argomentato le loro posizioni sul caso. In un'intervista telefonica, Roberto González Sewherert, avvocato e fratello di uno dei condannati, ha dichiarato al Notiziario Nazionale della Televisione che la difesa è stata sorpresa dalle domande dei giudici e ha realizzato un buon lavoro. Al contrario, il pubblico ministero è stato interrogato insistentemente sulla garanzia di un giusto processo e sulle misure adottate dal Governo per assicurare il rispetto dei diritti degli accusati, di fronte a cui non ha dato risposta, ha spiegato. Ha precisato che durante l'udienza presso la Corte di Atlanta è stato messo in evidenza che su questo caso il Governo degli Stati Uniti ha assunto una posizione per ostacolare la garanzia degli accusati, facilitando un ambiente ostile durante il processo. Dopo l'udienza, membri dei gruppi statunitensi di solidarietà con la causa dei Cinque e giuristi che hanno assistito all'udienza ad Atlanta hanno fatto una conferenza stampa, e questa notte nell'università di questa città verrà effettuata una manifestazione di sostegno.

Il Primo Ministro di San Vicente elogia l'Operazione Miracolo
14.2 - Il Primo Ministro di San Vicente y las Granadinas, Ralph Gonsalves, ha elogiato oggi a La Habana l'Operazione Miracolo, progetto cubano-venezuelano che sta restituendo la vista a persone di tutto il continente che hanno scarse risorse economiche. Questo piano non è estraneo alla presenza a Cuba di oltre 12.000 giovani del Terzo Mondo e degli stessi Stati Uniti, chi si stanno formando come medici alla Scuola Latinoamericana di Medicina. In dichiarazioni alla stampa, dopo essere arrivato nella capitale cubana, Gonsalves ha definito fantastico questo progetto e ha sottolineato il fatto che nel mondo non vi sia mai stata una cosa simile. Dal 21 luglio dell'anno scorso fino a oggi abbiamo inviato a Cuba 1.092 pazienti, mentre altri 670 attendono di usufruire dei benefici di questo programma, ha precisato.

Ministro boliviano sottolinea il lavoro dei medici cubani
14.2 - Il Ministro della Salute della Bolivia, Nila Heredia, ha oggi sottolineato il lavoro di circa 450 medici cubani che assistono le popolazioni colpite dalle forti piogge, che tendono a intensificarsi. La Heredia ha precisato che i professionisti cubani sviluppano un'attività altruistica in circa 150 villaggi dei dipartimenti (province) di La Paz, Santa Cruz, Beni, Potosí, Oruro e Cochabamba, dove portano avanti compiti di promozione e di prevenzione. L'Ambasciatore di Cuba in Bolivia, Luis Felipe Vázquez, dopo essersi coordinato con il Ministero della Salute della Bolivia, ha confermato a Prensa Latina che giungeranno nei prossimi giorni da Cuba altri 150 medici. Il nuovo gruppo, ha precisato, lavorerà negli altri tre dipartimenti della Bolivia, Pando, Chuquisaca e Tarija.

Cuba è dispiaciuta per il rifiuto di discutere il ritorno del baseball alle Olimpiadi
14.2 - La famiglia sportiva cubana è dispiaciuta di fronte al recente rifiuto di discutere, durante la 118° Sessione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) il ritorno del baseball e del softbol nel programma dei Giochi del 2012. Così è stato affermato ieri nell'abituale programma televisivo-radiofonico Tavola Rotonda da Pedro Cabrera, direttore della stampa dell'Istituto Nazionale di Sport, Educazione Fisica e Ricreazione. Cabrera ha precisato che in questa Sessione, effettuata nella città italiana di Torino, è stata impedita la discussione sul tema motivando questioni puramente formali. I Giochi Olimpici di Londra 2012 non comprenderanno in modo definitivo partite di questi sport, perché il capo del CIO, il belga Jacques Rogge, non ha preso in considerazione la lettera a lui diretta e firmata da 45 membri di questo ente, in cui si richiedeva di riaprire il dibattito sul tema.

Laboratorio antidoping cubano ha effettuato oltre 7.000 esami
14.2 - Il Laboratorio Antidoping di La Habana ha effettuato oltre 7.000 mille esami nei suoi cinque anni di esistenza e circa 20 programmi di ricerca di portata internazionale, ha rivelato oggi la pubblicazione sportiva 'Jit'. L'Organizzazione Nazionale di Accreditamento (ONARC) gli ha concesso il certificato di Laboratorio Accreditato di Analisi, necessario affinché l'Agenzia Mondiale Antidoping rinnovi l'accredito del laboratorio, condizione mai persa. Il dottor Mario Granda, direttore dell'istituzione cubana, che ha la supervisione dell'Istituto di Medicina dello Sport, ha ricevuto l'avallo dalle mani di América Santos Rivera, Viceministro di Scienza, Tecnologia e Ambiente e presidentessa dell'ONARC.

Gli Stati Uniti continuano a far passare sotto silenzio il caso dei Cinque
15.2 - Il Governo degli Stati Uniti continua oggi a tacere la verità sui cinque antiterroristi cubani imprigionati ingiustamente nel loro territorio per avere controllato gruppi che da lì pianificavano impunemente azioni criminali contro Cuba. Ieri ha avuto luogo l'udienza davanti al plenum dei giudici della Corte di Appello dell'Undicesimo Circuito di Atlanta, per ascoltare le argomentazioni della difesa e della procura sul caso dei cinque combattenti cubani. Nonostante l'enorme silenzio della stampa statunitense, gli avvocati difensori hanno definito soddisfacente il loro intervento nell'udienza davanti ai giudici della Corte di Appello, dove hanno argomentato le loro posizioni sul caso. I 13 magistrati, dopo avere ascoltato e risolto i loro dubbi, avranno tutto il tempo necessario per emettere un nuovo verdetto.

Denunciate a Cuba le complicità degli Stati Uniti con il terrorismo
15.2 - Lavoratori dell'Istituto dell'Aeronautica Civile di Cuba (IACC) hanno denunciato oggi la complicità della Casa Bianca con i gruppi terroristici e gli attacchi realizzati dagli Stati Uniti contro aerei cubani. In una manifestazione davanti all'Ufficio di Interessi nordamericano a La Habana, Jorge Armando Rojas, capitano di Cubana de Aviación, ha ricordato che per decenni lo IACC è stato bersaglio di numerose azioni terroristiche. Al riguardo, ha narrato il sequestro nel 2004 di un aereo che copriva la rotta Nueva Gerona-La Habana, che è stato costretto ad atterrare nel territorio statunitense. Ha affermato che il Governo di George W. Bush protegge terroristi come Luis Posada Carriles e Orlando Bosch, responsabili nel 1973 dell'esplosione in pieno volo di un aeroplano cubano di fronte alle coste di Barbados che ha causato la morte di 73 persone.

Arrivato in Bolivia il quarto contingente di medici cubani
15.2 - Un quarto gruppo di medici cubani è arrivato oggi a Santa Cruz, nell'oriente della Bolivia, per assistere le persone colpite da una forte stagione di piogge che tende ad aumentare quasi in tutto il paese. I 146 professionisti cubani del quarto contingente sono giunti su richiesta del Governo boliviano e sono stati ricevuti dalle autorità locali della Salute e dalla console cubana Miguelina Leyva. Poco dopo l'atterraggio nell'aeroporto di Santa Cruz, i medici si sono nuovamente imbarcati verso i dipartimenti (province) settentrionale di Pando e meridionali di Chuquisaca e Tarija.

La Fiera Internazionale del Libro 2006 avanza nel territorio cubano
15.2 - La XV Fiera Internazionale del Libro Cuba 2006 marcia a buon passo nelle province occidentali (Matanzas, Pinar del Río), mentre nell'estremo più orientale i lettori si preparano a riceverla a braccia aperte. Il settore dell'infanzia, dell'adolescenza e della gioventù è stato uno dei più favoriti, con edizioni cubane di libri per colorare, di avventure o di riedizioni di classici, oltre a opere di autori nazionali. Cuba si è aggiunta ai 112 espositori di 30 nazioni e ha apportato 1.400 titoli, tra questi mille novità, oltre a un programma parallelo di incontri, dibattiti e letture di poesia che hanno riunito un pubblico variegato, dall'erudito fino a quelli sempre disposti a innamorarsi e a disamorarsi con i versi.

Fidel Castro partecipa alla presentazione del libro 'Operazione Condor'
16.2 - Il Presidente cubano Fidel Castro ha partecipato alla presentazione del libro 'Operazione Condor, patto criminale', della scrittrice e giornalista argentina Stella Calloni. La cerimonia che è stata effettuata ieri nella Tribuna Antimperialista José Martí, di fronte all'Ufficio di Interessi degli Stati Uniti a Cuba, ha riunito un pubblico di studenti, amanti della lettura, dirigenti della Rivoluzione cubana e invitati. Stella Calloni, nelle sue parole iniziali, ha detto che in primo luogo doveva comunicare notizie buone, come il ritrovamento dell'82° nipote, da parte delle Madri e delle Nonne di Plaza de Mayo, che lottano per ritrovare i figli dei desaparecidos durante la dittatura militare. Ha pure rivelato che si stanno muovendo i primi passi legali per il procedimento giudiziario contro i noti macellai della dittatura argentina (1976-1983) come Jorge Videla, Mario Benjamín Menéndez e Alcides Bossi, tra gli altri.

Alle Nazioni Unita circola la protesta di Cuba
16.2 - Una protesta di Cuba per l'espulsione di un gruppo di imprenditori cubani da un hotel in Messico, in virtù dell'applicazione della cosiddetta Legge Helms-Burton, è circolata oggi all'ONU come documento dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il fatto è compreso nel Tema 18 del programma dell'Assemblea, dal titolo "Necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti d'America contro Cuba". Il documento comprende una lettera dell'8 febbraio dell'Ambasciatore permanente di Cuba presso le Nazioni Unite, Rodrigo Malmierca, che indica che il mortificante incidente è esempio probatorio del carattere extra-territoriale del blocco degli Stati Uniti contro Cuba.

Il blocco degli Stati Uniti frena lo sviluppo di Cuba, denuncia il Ministro degli Esteri
17.2 - Il blocco economico e finanziario imposto dagli Stati Uniti è il maggior ostacolo allo sviluppo di Cuba, ha denunciato oggi il Ministro degli Esteri, Felipe Pérez Roque. Intervenendo al V Congresso Internazionale di Educazione Superiore Università 2006, Pérez Roque ha evidenziato che questa politica punitiva ha provocato perdite a Cuba per un valore di 82.000 milioni di dollari in oltre 45 anni. Ha indicato che il paese è nell'impossibilità di esportare o di importare prodotti verso o dagli Stati Uniti, nonostante siano il mercato naturale di Cuba per la loro vicinanza.

Cuba conferma il sostegno all'Iran nella politica nucleare
17.2 - Il Ministro degli Esteri cubano Felipe Pérez Roque ha confermato oggi al presidente del parlamento iraniano, Gholam Alí Haddad Adel, il sostegno di Cuba al diritto dell'Iran a usare l'energia nucleare a fini pacifiche. Durante un incontro nella sede del Ministero delle Relazioni Estere, il rappresentante della diplomazia cubana ha detto che questa solidarietà non è solo il rispetto a un paese amico, ma anche verso il Terzo Mondo. L'Iran può contare su Cuba in questa battaglia, ha affermato il diplomatico, che ha manifestato anche soddisfazione per il livello raggiunto nelle relazioni tra le due nazioni, con la disposizione ad ampliarle e approfondirle in tutti i terreni.

Dichiarazione cubano-iraniana a favore della proibizione delle armi nucleari
18.2 - I parlamenti di Cuba e Iran si sono dichiarati a favore della proibizione totale delle armi di distruzione di massa e hanno chiesto alla comunità internazionale di fare passi effettivi in tal senso, secondo una dichiarazione congiunta firmata a La Habana. Il documento considera una minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale la produzione, la proliferazione e l'immagazzinamento di questi ordigni bellici. Firmato dal presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, e dal suo omologo iraniano Gholam Alí Haddad Adel, il testo riafferma il diritto di tutti i popoli all'uso pacifico della tecnologia nucleare. Le due parti hanno indicato la loro opposizione alle politiche unilaterali nel mondo, e si sono pronunciate per la cooperazione per combattere il terrorismo e hanno condannato in modo energico le pressioni economiche sui paesi indipendenti per imporre la dominazione e un ordine unipolare. Cuba e Iran hanno inoltre denunciato le violazioni dei diritti umani del popolo palestinese e hanno criticato duramente gli insulti al Profeta dell'Islam sui mezzi di comunicazione occidentali.

Cuba esorta a riformare il sistema economico mondiale
18.2 - Il Ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Felipe Pérez Roque, ha esortato a riformare l'ONU e l'attuale ordine economico mondiale, responsabile dell'esclusione, della povertà e della disuguaglianza. Il sistema imperante nel pianeta non garantisce una vita dignitosa ai suoi abitanti, ha affermato il Ministro degli Esteri intervenendo al V Congresso Internazionale di Educazione Superiore Università 2006. Neppure permette lo sviluppo per la maggioranza dei paesi, dove vivono i tre quarti della popolazione mondiale, ha precisato. A sua opinione, nonostante lo sviluppo raggiunto dall'uomo, convivono allo stesso tempo pandemie del secolo XVII come la fame e l'analfabetismo. L'attuale ordine economico distrugge l'ambiente, condanna alla povertà milioni di cittadini e nega lo sviluppo della maggior parte delle nazioni, ha rimarcato il capo della diplomazia cubana.

Cuba prepara la campagna di vaccinazione antipoliomielite
18.2 - Il Ministero della Salute Pubblica di Cuba (MINSAP) ha annunciato oggi che il prossimo venerdì 24 inizierà nel paese una nuova campagna di vaccinazione antipoliomielite che permetterà di immunizzare centinaia di migliaia di bambini. Nella sua prima fase riceveranno per via orale le dosi circa 400.000 bambini di tre anni, e dal 7 al 13 aprile verrà data una seconda dose allo stesso gruppo di età, mentre verrà effettuato un richiamo a oltre 140.000 bambini di nove anni. Una nota diffusa oggi dal quotidiano Granma afferma che durante la nuova campagna sarà vaccinato contro la polio oltre mezzo milione di bambini. Il capo del Programma Nazionale di Vaccinazione, Miguel Galindo, ha spiegato che in questi decenni è stato applicato l'antigene contro la polio a oltre otto milioni di cubani, numero che comprende tutta la popolazione minore di 60 anni.

Cuba respinge un Consiglio dei Diritti Umani modellato per gli Stati Uniti
20.2 – Alle Nazioni Unite, Cuba ha rotto oggi il silenzio sui negoziati per la creazione di un Consiglio dei Diritti Umani accusando gli Stati Uniti e le potenze europee di far pressioni affinché questo nuovo meccanismo dell'ONU risponda ai loro interessi. "Lotteremo fino alle ultime conseguenze per evitare che venga imposta la creazione di un Consiglio dei Diritti Umani modellato alla misura degli interessi degli Stati Uniti e dei loro alleati", ha avvertito l'Ambasciatore cubano presso l'ONU, Rodrigo Malmierca. Una dichiarazione ufficiale diffusa dalla missione cubana indica che, nelle discussioni sulla creazione di questo nuovo meccanismo dell'ONU, Washington insiste a imporre condizioni per farne parte contro il criterio della maggioranza degli Stati membri.

Rivelata l'applicazione in Messico di una legge degli Stati Uniti contro Cuba
20.2 – L'azienda nordamericana di pneumatici Goodyear ha applicato in Messico leggi dell'ultraquarantennale blocco degli Stati Uniti contro Cuba, ha rivelato oggi il quotidiano La Jornada. Il fatto è avvenuto nel 1993, quando l'azienda messicana Comercial Carimex ha chiesto quotazioni per un acquisto di questi articoli per Cuba, precisa in un articolo l'intellettuale Carlos Fazio. Non possiamo fornire prezzi per esportazioni a Cuba, è stata la secca risposta dei rappresentanti dell'azienda nordamericana in Messico. In altre parole - scrive Fazio – la filiale in Messico dell'azienda statunitense Goodyear ha applicato la Legge Torricelli (degli Stati Uniti) a un'operazione commerciale realizzata in territorio nazionale. Evidenzia che il fatto è avvenuto nonostante i "mea culpa" delle autorità di allora a difesa della sovranità nazionale e contro la libertà di commercio.

Eddy Merckx esprime ammirazione per Fidel Castro
20.2 - L'ex-ciclista belga Eddy Merckx ha espresso oggi la sua ammirazione per il Presidente di Cuba, Fidel Castro, durante una conferenza stampa nella sede del Comitato Olimpico Cubano (COC), a La Habana. Con l'obiettivo di donare mille biciclette ai medici cubani e anche per presenziare alla tredicesima e ultima tappa della XXXI Vuelta de Cuba, Merckx è arrivato sabato scorso a Cuba, dove ha visitato anche luoghi di interesse culturale e sportivo. Per materializzare questo sentimento, l'ex-corridore belga ha portato tra i suoi regali una bicicletta marca 'Merckx' per Fidel Castro, che ha consegnato negli uffici del COC al direttore di questo organismo, Julio Christian Jiménez Molina.

Fiera del Libro: un'ondata di cultura su Cuba
20.2 - Come una grande marea di conoscenza avanza la Fiera Internazionale del Libro Cuba 2006, che dopo essere passata per La Habana e le province occidentali si estende oggi sulla regione centrale dell'isola. Iniziata lo scorso giorno 4 febbraio, questa ondata di saggezza ha fatto muovere mezzo milione di abitanti di La Habana verso il parco Morro-Cabaña della capitale cubana, i quali hanno acquistato oltre 700.000 esemplari. Dedicata al Venezuela e ai premi nazionali di letteratura, Angelo Augier (1991) e Nancy Morejón (2001), la fiera ha oltrepassato le aspettative dei lettori più esigenti.

Cuba denuncia il traffico illegale di persone dagli Stati Uniti
21.2 - Cuba ha criticato la politica migratoria degli Stati Uniti, che mentre innalza muri contro l'entrata di messicani e di altri cittadini del mondo, stimola le partenze illegali dall'isola con un numero elevato di vittime. Il giornale ufficiale Granma pubblica oggi una nota di protesta in cui ripudia un caso di traffico di persone avvenuto ieri con appoggio dagli Stati Uniti, con un morto di mezzo. Il Governo statunitense, sempre di più tollerante di fronte a tali attività criminali, è il principale colpevole delle migliaia di vite che la sua Legge assassina (Legge di Aggiustamento Cubano o "dei piedi asciutti, piedi bagnati") è costata al popolo di Cuba, denuncia il quotidiano.

Musicista nordamericano dirige l'Orchestra Sinfonica cubana
21.2 – A Santiago de Cuba il direttore nordamericano Bernard Rubenstein ha diretto l'Orchestra Sinfonica d'Oriente in un concerto con il Requiem, di Wolfgang Amadeus Mozart, in omaggio ai 250 anni del geniale musicista austriaco. Nell'affollata sala Dolores, hanno accompagnato l'orchestra i solisti dell'Opera Nazionale di Cuba e un coro composto da voci del gruppo Madrigalista, un altro del Conservatorio Esteban Salas, dalla Camerata Coral Musica Aurea e dal quartetto Divas, tra gli altri.

Lo scambio cubano di beni è cresciuto nel 2005
22.2 - Lo scambio di beni nel 2005 è cresciuto del 20 %, ha dichiarato oggi a Prensa Latina il Ministro del Commercio Esterno di Cuba (MINCEX), Raúl de la Nuez. Ha aggiunto che, secondo le statistiche, l'isola effettua il 50 % del suo commercio con i paesi del continente americano, in cui cerca di inserirsi sempre di più perché è l'area geografica alla quale appartiene. De la Nuez ha presieduto insieme al membro dell'Ufficio Politico del Partito Comunista di Cuba, Juan Carlos Robinson, e al Ministro di Governo, Ricardo Cabrisas, una cerimonia per il 45° anniversario della creazione del MINCEX. De la Nuez ha detto che oggi l'isola ha un commercio più diversificato, grazie all'evoluzione favorevole dell'economia nazionale e ai cambiamenti in ambito internazionale e nell'America Latina.

Scienziati cubani ricevono un premio da un'istituzione statunitense
22.2 - Il gruppo di scienziati cubani che ha creato il vaccino contro l'Hemophilus influenzae tipo B ha ricevuto finalmente il premio di innovazione 2005 nella categoria della Salute, concesso dal Museo della Tecnica di San José, in California. I professionisti cubani hanno dovuto attendere fino a ieri per ricevere il premio, in una cerimonia effettuata nell'Aula Magna dell'Università di La Habana, poiché il Governo degli Stati Uniti aveva negato loro il visto per riceverlo lo scorso 9 novembre. Il professor René Roy, del dipartimento di Chimica e Biochimica dell'Università del Québec, a Montreal, Canada, e unico membro dell'équipe di ricercatori che ha potuto partecipare alla premiazione, è stato incaricato di consegnarlo ai suoi colleghi dell'isola, informa oggi la stampa cubana.

A Cuba piove di meno, afferma uno studio
22.2 - I cubani affrontano oggi la realtà del fatto che sta piovendo sempre di meno nell'isola, soprattutto nella parte orientale, secondo i risultati di un recente studio realizzato dall'Istituto Nazionale di Risorse Idriche. La ricerca conferma che attualmente, come media annuale, cadono sul territorio cubano 133 millimetri di acqua in meno di 46 anni fa.

Il Presidente boliviano mette in risalto la solidarietà dei medici cubani
23.3 - Il lavoro solidale di circa 600 medici cubani che assistono le popolazioni colpite dai disastri in Bolivia, è stato evidenziato questa notte dal Presidente della Bolivia, Evo Morales. Il Presidente ha fatto riferimento al tema in un messaggio alla televisione – in occasione del primo mese dal suo Governo - dopo avere citato come sua principale difficoltà i disastri causati dalle intense piogge nella maggior parte del territorio boliviano. Ha messo in risalto la solidarietà internazionale ricevuta nell'emergenza e ha ringraziato soprattutto, come ha detto, i medici cubani e venezuelani arrivati per assistere le popolazioni colpite. Nei giorni scorsi, il Ministro della Salute, Nila Heredia, ha elogiato l'altruismo dei medici cubani.

Fidel Castro presiede la cerimonia per l’anniversario della ribellione indipendentista
24.2 - Il Presidente cubano Fidel Castro ha presieduto la cerimonia in ricordo del 24 febbraio 1895, data in cui Cuba si è sollevata in armi per la guerra necessaria e per la battaglia definitiva per la sua indipendenza. Davanti all'Ufficio di Interessi degli Stati Uniti, nel Monte di Bandiere collocato lì, ha avuto luogo la solenne cerimonia commemorativa del 111° anniversario dell'inizio di queste gesta che ha reso omaggio a tutti quelli che hanno lottato e che sono caduti in questi 138 anni di lotte. Alla cerimonia hanno partecipato dirigenti dello Stato e del Partito Comunista di Cuba, rappresentanti della gioventù comunista, studenti e familiari delle vittime del sabotaggio a un aereo civile a Barbados e di altre aggressioni terroristiche.

I medici cubani hanno assistito oltre un milione di pachistani
24.2 - I medici cubani che prestano servizio in Pakistan hanno assistito finora 1.043.125 pazienti, di questi oltre 500.000 donne. Il capo del Contingente Internazionale Henry Reeve, il dottor Juan Carlos Dupuy, ha detto che il comportamento dei collaboratori è conseguente alla missione raccomandata dal Presidente Fidel Castro. Secondo i dati comunicati alla stampa cubana dal posto di comando che funziona in Pakistan, nel territorio sono state visitate 439.894 persone, sono stati realizzati 10.920 interventi chirurgici e oltre 5.000 ricoveri. Dupuy ha affermato che è stato raggiunto un contatto molto soddisfacente con il popolo e, in particolare, con le vittime del terremoto dello scorso 8 ottobre, che ha devastato zone della provincia di Frontiera Nord-Ovest e del Kashmir pachistano.

Cuba ha proclamato irrevocabile la decisione di non ritornare più al capitalismo
25.2 - Cuba ha proclamato la sua irrevocabile decisione di creare una società completamente giusta e ha sottolineato il fatto che non ritornerà mai più al capitalismo. Questo è stato rimarcato da Ricardo Alarcón, Presidente del Parlamento cubano, intervenendo alla solenne cerimonia per il 111° anniversario dell'inizio della guerra contro il colonialismo spagnolo, il 24 febbraio 1895, organizzata dall'eminente José Martí. La cerimonia, capeggiata dal Presidente Fidel Castro, si è svolta alla Tribuna Antimperialista situata di fronte all'Ufficio da Interessi degli Stati Uniti, a La Habana, dopo l'innalzamento di 138 bandiere nazionali sui pennoni posizionati davanti a questa installazione.

Quest'anno Cuba organizza 300 eventi internazionali
25.2 - Cuba organizza quest'anno oltre 300 eventi internazionali in diverse sfere, hanno detto i portavoce dell'Ufficio delle Convenzioni, tra i quali si distinguono riunioni culturali e sportive. In un incontro con la stampa all'Hotel Tritón di La Habana, funzionari di questo organismo hanno specificato che di questo totale, a Ciudad de La Habana ne verranno realizzati 217. Alla fine dell'anno verrà effettuato nella capitale cubana, per la prima volta, la riunione annuale del Comitato Olimpico Internazionale con la partecipazione del suo presidente Jacques Rogge.

Cresce l'attrattiva turistica di Cuba
27.2 - Con i recenti record di turisti a Cuba in un solo giorno, la spirale crescente di questa industria pone questo settore come uno dei settori economici più attivi del paese e in costante crescita. Il Ministero del Turismo (MINTUR) ha comunicato a Prensa Latina un nuovo record di arrivo di viaggiatori stranieri a Cuba in un giorno, con 66.910 persone censite negli hotel. La nota aggiunge che questo record è avvenuto il 21 febbraio scorso, mentre il precedente record era del 14 febbraio con 65.280 turisti.

In aumento il numero di donne parlamentari nel mondo
27.2 - Il numero di parlamentari donne elette nel mondo durante il 2005 ha raggiunto il 20 % e in una ventina di Stati le donne occupano il 30 % dei seggi, è stato reso noto oggi. Una lista distribuita alla Nazioni Unite con la presenza femminile nei parlamenti di 138 paesi indica che Cuba occupa la settima posizione con il 36 %, in quanto 219 dei 609 seggi dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular sono occupati da donne.

Quest'anno Cuba arriverà a 800.000 laureati
28.2 - Cuba raggiungerà quest'anno la cifra di 800.000 laureati dopo aver avuto il numero più alto di iscrizioni della sua storia a questo livello di insegnamento. Cuba, nel suo evidente sviluppo del programma di università per tutti, ha già oltrepassato i 500.000 giovani che hanno iniziato i loro studi universitari, che rappresentano oltre il 50 % della popolazione compresa tra 18 e 24 anni. I piani del Ministero dell'Educazione Superiore comprendono di raggiungere, nel 2010, l'impressionante cifra di un milione di studenti che hanno concluso i loro studi, con uno sforzo per offrire possibilità a tutti i richiedenti.

Accurata attenzione ai bambini cubani con problemi neurologici
28.2 – Rilevanti risultati nell'attenzione a pazienti con malattie neurologiche e nel campo delle ricerche, sono stati ottenuti in un ospedale infantile municipale della provincia cubana centrale di Cienfuegos. Nel Centro Infantile di Restaurazione Neurologica del municipio Aguada de Pasajeros, sono trattati con attenzione bambini con paralisi cerebrale, malattie neuromuscolari, trauma cranici e altre disfunzioni. Gli specialisti di questo istituto, con due anni e mezzo di lavoro, sono stati preparati nel prestigioso Centro Internazionale di Restaurazione Neurologica (CIREN) di La Habana, ha evidenziato la stampa cubana.

Funzionaria dell'ONU elogia il lavoro dei medici cubani in Guatemala
28.2 - Lo spiegamento di medici cubani nelle aree colpite dall'uragano Stan è stato un gesto di solidarietà che il popolo guatemalteco non dimenticherà mai, ha affermato oggi la coordinatrice ad interim del Sistema delle Nazioni Unite in Guatemala, Gladys Acosta. In dichiarazioni a Prensa Latina, la Acosta ha ricordato che prima dell'uragano vi erano già in Guatemala molto medici cubani, che erano arrivati dopo il passaggio dell'uragano Mitch attraverso l'America Centrale, nel 1998. Realmente questo è un appoggio molto apprezzabile e noi l'abbiamo visto in situ.