febbraio 2005

Il Primo Ministro dello Sri Lanka ringrazia per l’aiuto cubano
1.2 - Il Primo Ministro dello Sri Lanka, Mahinda Rajapakse, ha ringraziato per l'immediata assistenza fornita da Cuba per la tragedia provocata dallo tsunami, che ha provocato la morte di oltre 40.000 persone in quella nazione. Rajapakse ha affermato che "il Comandante Fidel Castro è un eroe per me dai tempi in cui ero studente, per questo apprezziamo molto il suo appoggio e il suo aiuto". Il premier ha spiegato dettagliatamente gli effetti disastrosi dello tsunami dello scorso 26 dicembre, che ha distrutto estese aree costiere del nord, dell’est, e del sud dello Sri Lanka. Ha messo in risalto l'aiuto internazionale che verso il suo paese, che comprende paesi come Stati Uniti, Russia, Cina, India, Palestina, Israele, Cuba, Australia, Giappone e le Nazioni Unite. In un'altra parte dell'intervista, Rajapakse ha fatto una valutazione sulle attuali relazioni bilaterali, ed al riguardo ha detto che entrambe le nazioni hanno posizioni molto vicine.

Italiani onorano i Cinque antiterroristi cubani
1.2 - L'Associazione di Amicizia Italia-Cuba ha conferito, nella città di Camagüey, la Bandiera della Pace ai Cinque cubani detenuti negli Stati Uniti per avere lottato contro il terrorismo. La bandiera è stata consegnata dall'italiano Paolo Bottigelli a dirigenti dell'Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli affinché la facciano arrivare ai parenti di Gerardo Hernández, René González, Ramón Labañino, Antonio Guerrero e Fernando González. Bottigelli ha esaltato il sentimento umanista del gruppo, il cui lavoro non ha mai messo in pericolo la sicurezza degli Stati Uniti e ha contribuito a impedire l'assassinio di cittadini innocenti, sia di Cuba sia statunitensi. Nella cerimonia è stato reso noto che centinaia di giovani stranieri che studiano nelle università camagüeyanas scrivono ai loro familiari e amici di oltre 100 nazioni per divulgare le ingiustizie commesse contro i Cinque.

Provincia cubana raggiunge il suo maggiore risultato economico, nonostante la siccità
1.2 – Nel 2004, la terza provincia più popolata di Cuba, Holguín, è cresciuta del 3.9 % e ha raggiunto il cosiddetto pieno impiego, nonostante la siccità che colpisce questa zona dell'isola. Secondo una relazione diffusa dalla Delegazione del Commercio Estero, questo territorio ha superato le produzioni destinate all'esportazione e la produzione mercantile è ammontata a 2.404,2 milioni di pesos (uguale al dollaro al cambio ufficiale). Secondo le statistiche, nell'anno appena concluso sono stati aggiunti altri quattro articoli all'elenco dei prodotti esportabili, come il gambero intero, gravilla, sabbia artificiale e nuove confezioni tessili.

La riunione mondiale degli insegnanti a Cuba si pronuncia contro l’analfabetismo
2.2 – A La Habana, i partecipanti al Primo Congresso Mondiale di Alfabetizzazione, alla presenza del Presidente cubano, Fidel Castro, si sono pronunciati per fermare la disuguaglianza sociale e l'ingiustizia contro i popoli, due aspetti resi ancora più evidenti dall’analfabetismo. Ieri in una sessione del forum che si svolge parallelamente all'incontro Pedagogia 2005, dirigenti di diversi paesi hanno elogiato l'efficacia del metodo cubano "Io, sì posso" (con l’aiuto della televisione e delle videocassette), che è stato utilizzato in 19 nazioni. Il Ministro cubano dell’Educazione, Luis Ignacio Gómez, ha detto che gli insegnanti cubani e del mondo sono obbligati a rispondere alla protesta universale nella lotta per l'emancipazione dell'uomo e della giustizia sociale, raggiungibili solo attraverso la cultura. È a questa protesta di crociata umanitaria che Cuba risponde con il suo esempio e con la reiterata offerta di Fidel Castro nel 2003 di contribuire alla lotta contro l'analfabetismo, ha affermato.

Il metodo cubano contro l'analfabetismo diventa sempre più universale
2.2 - Il metodo cubano per alfabetizzare noto come "Io, sì posso" sta diventando universale e può aiutare a eliminare l'analfabetismo nel mondo, ha detto Luis Ignacio Gómez, Ministro dell’Educazione di Cuba. In una dichiarazione a Prensa Latina ha spiegato che è stato in Venezuela, grazie alla collaborazione del Governo bolivariano, dove è stata convalidata l'efficacia delle tecniche sviluppate a Cuba per combattere l'analfabetismo. Gómez presiede il Comitato Organizzatore dell'incontro internazionale Pedagogia 2005 e del Primo Congresso Mondiale di Alfabetizzazione che hanno luogo a La Habana con delegati di 52 nazioni di diverse parti del mondo. Oltre al Venezuela, "Io, sì posso" viene utilizzato in vari stati messicani, in particolare nel Michoacán, il cui governatore, Lázaro Cárdenas, partecipa come invitato all'incontro.

Fidel Castro afferma che Cuba non tornerà mai al capitalismo
3.2 – A La Habana, il Presidente Fidel Castro ha affermato che i cubani preferiscono morire sotto il cielo che loro stessi si sono dati, piuttosto che sopravvivere in un inferno capitalista come quello che propugna l'attuale amministrazione nordamericana. Parlando davanti a oltre cinquemila delegati di 52 paesi che partecipano a La Habana ai congressi di pedagogia e di alfabetizzazione, il Presidente ha dedicato parti della sua discorso a condannare la politica di minacce e di aggressioni degli Stati Uniti verso Cuba. In riferimento al cosiddetto Programma di Assistenza a una Cuba Libera elaborato dal Governo di George W. Bush, il leader cubano ha avvertito che "questo popolo può essere sterminato, ma mai governato da corrotti, da mercenari e da torturatori".

I lavoratori cubani hanno donato contributi per la difesa del paese
3.2 – Nel 2004, gli operai cubani hanno donato alla difesa del paese oltre 29.300 milioni di pesos (uguale valore al dollaro al cambio ufficiale), ha reso noto a La Habana un dirigente della Centrale dei Lavoratori di Cuba. Tale somma costituisce un record, ha affermato il secondo segretario dell'organizzazione, Francisco Durán, in una riunione sui contributi sindacali alla difesa dell'isola. I contributi in denaro del movimento operaio crescono nella stessa misura dell’aumento delle minacce e delle provocazioni degli Stati Uniti e del loro genocida blocco economico, commerciale e finanziario contro il nostro paese, ha proclamato il dirigente. Ha precisato che gli apporti dell'anno scorso hanno rappresentato il 101.2 % degli impegni contratti dagli oltre tre milioni di iscritti ai sindacati.

Imprenditori statunitensi confermano l’interesse a commerciare con Cuba
4.2 - Il presidente dell’azienda casearia statunitense DairyAmerica, Keith Murfield, ha confermato a La Habana l'interesse della maggior parte degli imprenditori nordamericani a stabilire normali vincoli di commercio con Cuba. Murfield si è detto favorevole a relazioni commerciali con Cuba basate sul rispetto mutuo e all'eliminazione delle restrizioni attuali che impediscono che queste si realizzino nelle due direzioni. Questo giovedì la compagnia cubana importatrice di alimenti, Alimport, ha firmato un accordo di acquisto di latte in polvere con detta azienda nordamericana, per un valore di oltre due milioni di dollari. Il dirigente statunitense ha presenziato alla firma del contratto insieme a Pedro Álvarez, direttore di Alimport.

Medici cubani assistono in Guyana le persone colpite da un’inondazione
4.2 - Un gruppo di 40 medici e tecnici della salute cubani si sono uniti in Guyana all'assistenza di migliaia di persone colpite dalle inondazioni che hanno provocato cinque morti e decine di migliaia di sfollati. Gli specialisti hanno effettuato un'ispezione primaria delle condizioni di salute nei villaggi a est del fiume Demerara, la zona più colpita in gennaio dalle forti piogge, considerate quelle di maggiore forza nel paese dal 1888. I cubani si sono uniti agli aiuti per impedire l’insorgere di malattie relative alle inondazioni, aspetto che costituisce oggi il principale sforzo delle azioni governative.

Gli ecuadoriani ringraziano per l’aiuto cubano in materia educativa
5.2 - Una delegazione ecuadoriana capeggiata da Auki Tituaña Males, sindaco della località di Cotacachi, ha ringraziato per l'aiuto che il suo paese riceve da Cuba nel campo educativo. Il gruppo che ha partecipato a La Habana a un evento di specialisti in pedagogia e al I Congresso Mondiale di Alfabetizzazione, si è incontrato ieri nella sede dell'Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli con i giovani ecuadoriani che studiano a Cuba. José Estévez, direttore dell'ICAP per l’America Latina, ha spiegato ai visitatori il lavoro compiuto dall’istituzione in quasi 45 anni per stringere legami di amicizia con altri popoli e divulgare la realtà della Rivoluzione cubana.

In vigore a Cuba le norme contro il consumo di tabacco
7.2 - A partire da questo lunedì in tutta Cuba c’è una nuova norma che, proibendo il consumo di sigari e sigarette in numerosi luoghi pubblici, contribuisce ancora di più alla salute dei cubani. Una risoluzione del Ministero del Commercio Interno dell'isola, stabilisce che da oggi è proibito fumare nei locali pubblici, climatizzati o chiusi, negli uffici, nelle sale di riunione, nei teatri, nei cinema e nelle sale di video. Questa norma è stata estesa inoltre ai conducenti e ai passeggeri di autobus, taxi, treni e a tutte le installazioni sportive per gli atleti, per i lavoratori e per gli spettatori.

Ogni febbraio Cuba è l'isola dei libri
7.2 - I cubani torneranno ad alimentare oggi una delle loro vecchie passioni, l'avidità per i libri che, lontano dal diminuire, si incrementa con gli anni come uno di quegli amori ardenti, sempre insoddisfatti. La colpa è della XIV Fiera Internazionale che, da venerdì scorso, riunisce a La Habana - per poi estendersi a tutta l'isola – oltre 500 case editrici di 31 paesi, con il Brasile come invitato d’onore, e un uragano di novità dalla letteratura pura fino a economia, politica, scienza e tecnologia. Milleduecento opere e quasi sei milioni di esemplari saranno in vendita. Sono numeri che parlano da soli. Dopo l'inaugurazione ufficiale, giovedì, in solo due giorni (venerdì e sabato), il Parco Morro-Cabaña, antica fortezza militare ai tempi della colonia, è stato inondato da 78.128 persone di tutti i livelli culturali e di tutte le età.

La prossima settimana verrà pubblicato a Cuba il registro degli elettori
8.2 - I registri primari degli elettori per le elezioni municipali del prossimo aprile verranno esposti in luoghi pubblici di tutta Cuba a partire dalla settimana entrante, in una nuova dimostrazione della trasparenza del processo. Gli elenchi sono una delle condizioni che assicurano a ogni cittadino il diritto a scegliere o di essere scelto per le assemblee municipali del Poder Popular, gli organismi locali di governo che sono rinnovati ogni due anni e mezzo. All'aggiornamento dell’anagrafe hanno partecipato oltre 15.000 commissioni di circoscrizione, con la collaborazione della comunità, in modo particolare delle persone incaricate della registrazione degli indirizzi in ogni Comitato di Difesa della Rivoluzione.

Esperta del PMA mette in risalto le azioni di Cuba contro la denutrizione infantile
9.2 - Un'esperta del Programma Mondiale di Alimenti (PMA) ha messo in risalto i risultati raggiunti da Cuba che hanno reso possibile l’eliminazione della denutrizione e dell’indigenza infantile. Rosa Inés Antolín, rappresentante del PMA a La Habana, ha detto a Prensa Latina che a differenza di altri paesi della regione Cuba ha un sistema eccezionale di controllo della nutrizione. Questo aspetto non viene riscontrato nelle nazioni dell'America Latina e dell’Africa dove ho prestato servizio, ha aggiunto. La Antolín ha precisato che ad altre latitudini dovrebbero prendere l'esperienza sviluppata da Cuba nell'agricoltura urbana, con risultati molto positivi per una bilanciata alimentazione della popolazione.

Presentato al Senato degli Stati Uniti un progetto a favore del commercio con Cuba
9.2 - Una ventina di senatori repubblicani e democratici hanno presentato un disegno di legge per tentare di abolire alcune restrizioni alla già limitata relazione commerciale tra Stati Uniti e Cuba. I legislatori dei due partiti cercano di rendere più fluide le relazioni commerciali, colpite dalla politica di blocco economico, commerciale e finanziario da parte di Washington contro Cuba, in vigore da oltre 40 anni. L'iniziativa è stata presentata dal senatore repubblicano Larry Craig, con il patrocinio di altri 19 congressisti, tra questi Richard Lugar dello stesso partito, presidente del Comitato di Relazioni Estere della Camera alta. Il progetto riafferma la legalità delle esportazioni agricole a Cuba e le loro procedure approvate nella cosiddetta Legge di riforma delle sanzioni commerciali e del miglioramento delle esportazioni, del 2000.

Il registro informatizzato perfezionerà il sistema elettorale a Cuba
9.2 - Il registro informatizzato, che verrà utilizzato per la prima volta nelle elezioni del prossimo aprile nelle quali verranno eletti i membri dei governi locali a Cuba, costituisce oggi un passo importante nel perfezionamento del sistema elettorale vigente. In un’intervista con Prensa Latina, il portavoce della Commissione Elettorale Nazionale (CEN), Juan Aizpúrua, ha precisato che l'informatica sosterrà i processi elettorali a Cuba senza cambiare la loro essenza e i principi sanciti nella legge elettorale e nella Costituzione. Potere contare sul supporto digitale nelle elezioni alle Assemblee Municipali del Poder Popular (organi locali di governo), permetterà di fare i primi passi nel perfezionamento del sistema elettorale cubano, ha affermato.

Esperto cubano afferma che la longevità è oggi una grande sfida
9.2 - La longevità è una delle sfide più importanti che il mondo attuale dovrà affrontare, ha detto il dottor Enrique Vega, esperto in Geriatria e segretario del ‘Club dei 120 anni’. Intervenendo al I Incontro Internazionale delle persone centenarie, che si tiene fino a giovedì all’Hotel Nacional di Cuba, Vega ha indicato che nessun paese sfuggirà all'invecchiamento dalla sua popolazione. La speranza di vita nell'ultimo secolo è aumentata da 47 a 73 anni, ma ci sono nazioni dove già vengono raggiunti i 77 anni, ha precisato lo specialista. D'altra parte, ha aggiunto, studi recenti hanno determinato che negli ultimi due decenni vi è stata una diminuzione globale della mortalità nella terza età, come pure una minor perdita di capacità negli anziani.

A Cuba uno studente non vedente vince il Concorso Nazionale di Matematica
9.2 - Per la prima volta nei Concorsi Nazionali di Matematica, uno studente non vedente ha vinto la Medaglia d’Oro e di fatto passa a ingrossare la preselezione cubana per le Olimpiadi di questa materia. Il vincitore, David La O Naranjo, ha 15 anni e frequenta il decimo livello all'Istituto Preuniversitario di Scienze Esatte ‘Silberto Álvarez Aroche’, nella città di Bayamo. Nonostante la perdita della vista quando era molto piccolo, David ha superato gli impedimenti del suo handicap e si è distinto in numerose attività sociali, compresa una vittoria su una Grande Maestra cubana in una simultanea di scacchi.

Il neoliberismo impedisce lo sviluppo scientifico nel mondo
10.2 - Il neoliberalismo privatizza la conoscenza e impedisce lo sviluppo della scienza sia nei paesi del Nord sia in quelli sottosviluppati, ha denunciato a La Habana lo scienziato cubano Agustín Lage Dávila. Lage Dávila, direttore del Centro di Ricerche di Immunologia Molecolare, con sede in questa capitale, ha fatto questa affermazione nella penultima giornata del VII Incontro Mondiale degli Economisti. Il forum, che dibatte sulla globalizzazione e sui problemi dello sviluppo, riunisce a La Habana delegati di 36 paesi e rappresentanti di oltre una decina di organizzazioni regionali e internazionali. Lage ha detto che l'attuale sistema di proprietà intellettuale restringe l'espansione della conoscenza, sia nei paesi industrializzati sia nel Terzo Mondo.

Ringraziamento da un’autorità indonesiana per l’aiuto di una brigata medica cubana
10.2 - Doppiamente apprezzabile, in quanto proviene da una nazione di limitate risorse, ha definito un alto funzionario indonesiano l'aiuto prestato da una brigata medica cubana alle vittime dello tsunami che ha colpito l’Indonesia nello scorso dicembre. Conosciamo gli sforzi che Cuba fa quando offre aiuti di questa natura ad altri stati e per questo motivo li apprezziamo di più, ha affermato giovedì scorso Alwi Shihab, Ministro coordinatore degli Affari Sociali. Interpretiamo questo gesto come un'espressione delle strette relazioni di amicizia esistenti tra i due Governi e tra i due popoli, ha detto Shihab ricevendo a Giakarta rappresentanti del collettivo cubano, che porta avanti il suo lavoro di solidarietà in Indonesia.

Cuba mette in contrasto all’ONU i poli di opulenza e povertà
11.2 - Cuba ha messo in contrasto all'ONU il fatto che il 20 % della popolazione mondiale dei paesi sviluppati consumi quasi tutto quello che viene prodotto, mentre il restante 80 % deve affrontare sempre di più la povertà. Con questa constatazione l'Ambasciatore cubano, Orlando Requeijo, ha chiesto come sia possibile continuare a esigere dai paesi del Terzo Mondo il taglio delle spese di salute, educazione, cultura e previdenza sociale. A questa domanda ne è seguita un'altra relativa all’ostinato rifiuto dei paesi ricchi di comprendere che la situazione critica di molte nazioni in via di sviluppo è dovuta all'ordine da loro imposto. Il diplomatico cubano ha ricordato che sono i paesi ricchi a non rispettare il loro impegno di contribuire con lo 0.7 % delle loro entrate nazionali all'assistenza e allo sviluppo, impedendo la cancellazione definitiva del debito estero.

L’estrema destra cubana naviga controcorrente nel Congresso degli Stati Uniti
11.2 - Rappresentanti dell'estrema destra cubano-americana nel Congresso degli Stati Uniti hanno reagito in modo adirato di fronte ai venti che soffiano nel Congresso, favorevoli a un cambiamento nella politica nordamericana verso Cuba. Un piccolo gruppo di congressisti, composto tra gli altri dal senatore Melquíades Martínez, dai rappresentanti Ileana Ros-Lehtinen, Lincoln Díaz-Balart e Bob Menéndez, ha messo ieri in evidenza il fatto che al Campidoglio nuoteranno contro corrente. La reazione è avvenuta dopo che una ventina di senatori repubblicani e democratici avevano presentato mercoledì un disegno di legge per cercare di fare eliminare alcune restrizioni nella limitata relazione commerciale tra Stati Uniti e Cuba.

Fidel ha definito ingiusto il mondo attuale
12.2 – Di fronte a una crescente ingiustizia e disuguaglianza, i cambiamenti avverranno più rapidi e sono inevitabili, ha detto il Presidente cubano Fidel Castro chiudendo un forum internazionale di economisti che si è tenuto a La Habana per cinque giorni. Ha indicato che l'America Latina è stata oggetto di una spoliazione fuori dal comune e il suo debito si moltiplica nonostante sia già stato pagato varie volte rispetto al debito estero iniziale. Dall’altra parte, ha citato, c’è la svalutazione sistematica e permanente della moneta statunitense, che coniano e utilizzano per i loro fini di dominazione. Questo avviene anche con il deprezzamento permanente delle monete dei paesi del Terzo Mondo, che ha definito un'altra variante della fuga di capitali dai paesi sottosviluppati. Questo si ripete su scala mondiale, dove il 20 % della popolazione ha quasi tutto e l’80 % niente. "Che mondo così giusto", ha ironizzato.

Ripercussione in Spagna sulla denuncia di Fidel Castro
12.2 - Ampia ripercussione ha avuto oggi sui mezzi di stampa spagnoli la denuncia formulata dal Presidente di Cuba, Fidel Castro, che se Hugo Chávez venisse assassinato la responsabilità cadrà su George W. Bush. Il leader cubano ha fatto questo avvertimento in un discorso di quasi cinque ore alla chiusura di un forum internazionale di economisti durato vari giorni al Palazzo delle Convenzioni di La Habana. I quotidiani El Mundo, Correo, Periódico de Cataluña, La Vanguardia, l'agenzia Europa Press, i notiziari della Televisione Spagnola e di Telecinco, la catena radiale SER e altri mezzi di comunicazione, hanno evidenziato principalmente questa parte del discorso.

Le elezioni cubane indicate come modello per molti paesi
14.2 - Molti paesi sperimenterebbero una profonda rivoluzione se le loro elezioni fossero basate su registri elettorali come quello cubano, ha affermato a La Habana Ricardo Alarcón, Presidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular. Un'anagrafe elettorale limpida impedisce spettacoli tanto insoliti come quelli di morti che votano o quelli di cittadini che lo fanno due e persino tre volte, qualcosa di molto comune in nazioni che si vantano di possedere sistemi elettorali democratici, ha detto. A Cuba, ha aggiunto, tali frodi sono impossibili perché gli elettori possono controllare gli elenchi e correggere qualunque svista involontaria, da persone che compaiono per sbaglio fino ad altre che non ci sono per uno o per un altro motivo. Cosicché abbiamo la formula per ottenere il miracolo di elezioni limpide e trasparenti, ha sottolineato il dirigente chiudendo un'udienza pubblica sulle elezioni municipali cubane, previste per il prossimo 17 aprile.

Oltre mezzo milione di habaneros alla XIV Fiera del Libro di Cuba
14.2 – Seicentomila habaneros hanno visitato la XIV Fiera Internazionale del Libro, ha affermato Edel Morales, vicepresidente dell'appuntamento editoriale che ha concluso domenica scorsa a La Habana la sua prima fase per estendersi progressivamente a tutta l'isola. È una cifra record raggiunta in solo 10 giorni, come pure quella degli esemplari venduti: oltre un milione. Nel 2003 i partecipanti furono 800.000; nel 2004 mezzo milione e ora questo indice è stato oltrepassato. Le cifre parlano da sole il loro linguaggio in un'isola dove il fervore per il libro si è convertito quasi in un culto con migliaia di praticanti. Sono libri itineranti che, una volta saziato l'appetito dei loro legittimi proprietari, passano di mano in mano, circolano in un giro interminabile.

Dirigente dell’OMS definisce impressionante il sistema sanitario cubano
15.2 - Il direttore aggiunto dell'Organizzazione Mondiale della Salute per HIV/AIDS, tubercolosi e malaria, Jack Chi Kon Chow, ha definito impressionante il sistema primario della salute cubano e ha esortato altre nazioni a imitarlo. Secondo una nota pubblicata ieri, il dirigente dell'OMS ha indicato che l'attenzione sanitaria a Cuba è integrale e dà copertura a tutti i cittadini. Le nuove sfide che impongono di convivere con la malattia della Sindrome di Immunodeficienza Acquisita (AIDS) obbligano a contare su di un'attenzione primaria ben organizzata e finanziata, che garantisca il libero accesso alla prevenzione e al trattamento di questo male a livello comunitario, ha affermato l'esperto.

Sono quasi 24.000 i medici e i tecnici cubani della salute in 67 paesi
15.2 - L'aiuto cubano ad altri paesi nel campo della salute comprende 23.909 medici e tecnici, è stato reso noto all'apertura del IX Congresso del Sindacato Nazionale dei Lavoratori di questo settore. I cooperanti internazionalisti di Cuba sono presenti in 67 nazioni, quasi i due terzi di loro in Venezuela, dove hanno realizzato un lavoro molto encomiabile attraverso la cosiddetta ‘Missione Dentro il Quartiere’. Il contingente di solidarietà praticamente è il quadruplo del totale dei medici su cui contava Cuba al trionfo della Rivoluzione nel 1959 e più della metà dei loro componenti è costituita da donne. La riunione sindacale ha affrontato gli interessi e i problemi di quasi 365.000 affiliati e approvato il lavoro di una delle sue sei commissioni sull’analisi delle problematiche dei cooperanti della salute, 86 dei quali hanno raggiunto La Habana a tale proposito.

Iscritti oltre otto milioni di cubani per elezioni di aprile
15.2 – Oltre otto milioni di cubani figurano iscritti nei registri primari degli elettori che martedì verranno esposti nei luoghi centrali di tutto il paese in vista delle elezioni municipali del prossimo 17 aprile. In una ribadita dimostrazione della limpidezza del processo, le anagrafi saranno soggette per 30 giorni allo scrutinio popolare per impedire errori, sia per quanto concerne i dati personali sia all'indebito inserimento o esclusione di elettori. Gli elenchi, inoltre, assicurano a ogni cittadino con diritto di voto la possibilità di eleggere o di essere eletto nelle assemblee municipali del Poder Popular, organi locali di governo che sono rinnovati ogni due anni e mezzo. A Cuba possono votare i cittadini maggiore di 16 anni e con residenza permanente nel paese di almeno due anni prima delle elezioni.

Cuba migliora una fabbrica di carbone attivo, unica del suo tipo nei Caraibi
15.2 - Cuba esegue oggi miglioramenti tecnologici per aumentare l'efficienza energetica e consegnare un prodotto di maggiore qualità nell'unica fabbrica di carbone attivo nei Caraibi, situata nell'estremo orientale del paese. L’impianto, progettato per produrre 500 tonnellate all'anno, produce per il filtrante naturale per eccellenza a partire dal carbone vegetale e dal cocco che portati ad alte temperature acquistano grandi capacità di assorbimento. Rafael Ochoa, direttore tecnico dell'Azienda Geomineraria Oriente, ha evidenziato il fatto che il prodotto ottenuto dal cocco si distingue per la sua durezza, la sua composizione chimica e la sua struttura dei macropori e viene richiesto da fabbriche di gas industriali, per l'ottenimento dell'oro e in medicina.

Cuba potrà contare su 30.000 laureati universitari della terza età
15.2 - Cuba potrà contare su oltre 30.000 laureati universitari della terza età dopo la conclusione quest’anno del quinto corso di un'esperienza inedita che è avviata a raggiungere nell’isola una cultura generale integrale. L'annuncio è stato fatto ieri durante la celebrazione del quinto anniversario della creazione della Cattedra dell'Anziano (più di 60 anni) nell'Università di La Habana. La presidentessa di questa Cattedra, Teresa Orozo, ha detto che tra le sfide vi è quella di incentivare la ricerca scientifico-pedagogica.

Tra poco si laureeranno a Cuba i primi 128 medici haitiani
15.2 - I primi 128 medici haitiani formati integralmente a Cuba usciranno quest’anno della Scuola Caraibica di Medicina, a Santiago de Cuba, come ha annunciato a Prensa Latina Teresa Araujo, dirigente di questo istituto. I nuovi medici fanno parte di un ampio piano di solidarietà del Governo cubano con Haiti, la nazione più povera del mondo, colpita da elevati indici di insalubrità, malattie e analfabetismo. La provenienza sociale della maggior parte degli studenti haitiani in questa università cubana – sono 485 nelle specialità di medicina e infermeria – non avrebbe permesso l'accesso a questa carriera nel loro paese per la mancanza di risorse economiche.

Il sistema della salute cubano eleverà i suoi livelli di efficienza
16.2 - Con indicatori invidiabili perfino dalle nazioni del cosiddetto Primo Mondo, lo scorso mercoledì il sistema di salute cubano si è posto nuove mete durante la celebrazione del IX Congresso del Sindacato Nazionale dei Lavoratori del settore. In rappresentanza dei quasi 365.000 affiliati, 538 delegati di tutta Cuba – compresi 86 che prestano la loro cooperazione in 67 paesi – hanno dibattuto sui problemi inerenti alla loro attività al fine di prestare migliori servizi alla popolazione. Cuba ha chiuso il 2004 con una mortalità infantile del 5.8 per ogni mille nati vivi e un'aspettativa di vita superiore a 77 anni, ma queste sono solo le pietre miliari di un lavoro molto più fruttifero avviato a elevare la qualità della vita della cittadinanza.

I cubani controllano i loro nomi sugli elenchi degli elettori
16.2 - Migliaia di cubani voteranno per la prima volta nella loro vita alle prossime elezioni municipali dell'isola, e i loro nomi appaiono oggi negli elenchi degli elettori pubblicati in tutto il paese. Da ieri, le anagrafi preparate da gruppi di volontari sono esposte nei posti più frequentati di città e paesi, affinché le persone possano far cambiare qualsiasi errore od omissione. Questa pratica del sistema elettorale cubano lascia molto scarso margine all'errore o a qualsiasi manipolazione nel conteggio di voti e nelle successive decisioni sui vincitori alle urne.

Cuba esporta in Venezuela apparecchiature mediche per studi vascolari
16.2 - Un primo lotto di 26 apparecchiature per studi vascolari Angiodin PD-3000, delle 100 previste per questo anno, sono state esportate in Venezuela dal Centro di Biofisica Medica con sede a Santiago de Cuba. Questo Pletismografo Digitale Microcontrollato ha un ampio uso nei laboratori di emodinamica vascolare del sistema cubano di salute e permette la diagnosi precoce non invasiva di malattie circolatorie periferiche. Con l'acquisizione di questo equipaggiamento da parte del sistema sanitario venezuelano è stato fatto un passo in più nella collaborazione tra le due nazioni, che ha il suo pilastro fondamentale nel missione ‘Dentro il Quartiere’ e nelle migliaia di medici e di altro personale della salute che prestano là i loro servizi.

Porto degli Stati Uniti interessato a favorire imbarchi verso Cuba
17.2 - Autorità cubane e del porto statunitense di Gulfport hanno rinnovato a La Habana un accordo di intenti al fine di intensificare gli imbarchi di merci da quella darsena del Mississippi verso Cuba. Il documento, in origine sottoscritto alla fine del 2003, è stato firmato da Pedro Álvarez, presidente di ALIMPORT, principale azienda cubana importatrice di alimenti, e da David Mc Neel, direttore esecutivo di questa installazione portuale, terza per importanza della costa meridionale nordamericana. Nel dicembre 2001, a carattere eccezionale, Washington aveva autorizzato limitate vendite di alimenti a Cuba, la cui agricoltura quell’anno era stata severamente danneggiata dall'uragano Michelle. Le attuali transazioni, tuttavia, sono unidirezionali: l'isola può importare articoli alimentari dagli Stati Uniti, ma non può esportare in quel paese un sigaro o una semplice bottiglia di rum.

Cuba denuncia gli Stati Uniti all’OMC per violazione della proprietà intellettuale
18.2 – Il ministro consigliere della Missione di Cuba presso gli organismi internazionali a Ginevra, ha denunciato venerdì gli Stati Uniti di violare le norme sulla proprietà intellettuale nel caso del marchio cubano Havana Club. In una riunione dell'Organismo di Soluzione delle Controversie dell'Organizzazione Mondiale del Commercio, la rappresentante cubana Celia Labora, ha sostenuto il fatto che con l'approvazione della Sezione 211 della cosiddetta "legge omnibus di assegnazioni" degli Stati Uniti, è stato esteso il blocco al loro paese. È così, ha affermato, perché il Governo di Washington ha privato in questo modo l'ente Havana Club Holding, che è il legittimo proprietario, della proprietà di questo marchio negli Stati Uniti.

Aumentato il numero di adesioni all’organizzazione femminile cubana
18.2 - Con oltre 4.061.000 iscritte, la Federazione delle Donne Cubane nel 2004 è giunta al suo più alto numero di adesioni dalla sua fondazione nel 1960, evidenziano oggi mezzi di stampa cubani. Durante l’VIII Plenum del Comitato Nazionale dell'organizzazione, in vista del suo Congresso previsto per marzo venturo, è stato reso noto che la partecipazione femminile all'impiego ha mantenuto una tendenza crescente coprendo il 51 % dei posti creati l'anno scorso. Durante la riunione, José Ramón Machado, membro dell'Ufficio Politico del Partito Comunista di Cuba, ha sottolineato la validità e l’influenza della FMC nel seno della società cubana, e in tutto l'ambito nazionale e internazionale.

Negroponte considerato a Cuba come il capo dei torturatori
18.2 – Il direttore nazionale di Intelligence negli Stati Uniti, John Negroponte, appena nominato, diventerà ora il capo di tutti i torturatori e i pianificatori degli attentati. In un commento dal titolo "Negroponte: le ombre con potere", il quotidiano ufficiale cubano Granma indica che il diplomatico è stato ampiamente criticato da organizzazioni difensore dei diritti umani. Negroponte è a partire da ora capo di tutte le spie e di tutti quelli che torturano, che programmano assassini o colpi di Stato, aggiunge il giornale.

Esperto nordamericano denuncia la situazione dei prigionieri a Guantánamo
19.2 - Il presidente del Centro per i Diritti Costituzionali (CCR) degli Stati Uniti, Michael Ratner, sostiene in un recente libro che gli Stati Uniti gestiscono a Guantánamo un campo di interrogatori simile a quelli della Germania hitleriana. Nel suo libro "Guantánamo: Quello che il mondo dovrebbe sapere", Ratner paragona le installazioni che l'amministrazione Bush utilizza nella base militare illegale di Washington a Guantánamo, ai campi di concentramento nazisti utilizzati per interrogare gli imputati. Secondo quanto riporta il quotidiano Granma, il presidente del CCR afferma che quello che succede a Guantánamo è illegale, perché la Convenzione di Ginevra del 1949 ha definito illegale l'uso di questi campi e ha preteso che tali detenuti vengano trattati come prigionieri di guerra.

Il settore delle costruzioni a Cuba si trova in un buon periodo
21.2 - Il Ministro cubano della Costruzione, Fidel Figueroa, ha affermato a La Habana che quest’anno il settore si trova con le migliori prospettive dell'ultimo decennio per il volume di opere. In dichiarazioni esclusive a Prensa Latina il Ministro ha precisato che il settore intraprende l'esecuzione di un buon numero di grandi opere dal punto di vista dell'industria, di tutto quello che ha a che vedere con lo sviluppo di base del paese e, soprattutto, con l'aspetto sociale. Per il volume delle opere, per le misure che sono state adottate dalla direzione della nazione e per tutto quello che dobbiamo fare, siamo nel migliore momento dopo la sparizione del socialismo nell’Europa dell'est e nell'Unione Sovietica, ha evidenziato.

Condannate a Cuba 13 persone per traffico di droga
21.2 - La prima sala penale del Tribunale Provinciale di Holguín, nel nord-oriente di Cuba, ha condannato a pene da 6 a 25 anni tredici cittadini coinvolti nel traffico di droga continuo, ha reso noto una fonte locale. Secondo una notizia della fonte, nella sentenza del processo è stato confermato il sequestro dei beni di provenienza illecita dei responsabili di questi fatti, che sono stati giudicati nella causa numero 686 del 2004. Benché non precisi i nomi degli implicati, la nota ha indicato che la lotta a tutto campo e lo stretto controllo sulle possibili attività di traffico e di consumo di droga esistente nell'Isola, hanno permesso di dirimere la matassa degli avvenimenti contenuti in voluminosi documenti di accusa.

Entra in una nuova fase il processo elettorale cubano
22.2 - Il processo elettorale cubano entrerà in una nuova fase quando il prossimo giovedì comincerà la proposta di candidati a delegati alle Assemblee Municipali del Poder Popular, i governi locali. A partire da questo giorno oltre 41.500 assemblee pubbliche, programmate fino al prossimo 24 marzo in circa 15.000 circoscrizioni, saranno lo scenario di questo esercizio democratico. Saranno gli stessi cittadini che proporranno coloro che possono rappresentarli, in un processo in cui il modello democratico dell'isola raggiunge la sua piena espressione.

I centri di lavoro e le scuole riprendono a Cuba gli orari normali
22.2 - I centri di lavoro e le scuole cubane torneranno dal prossimo 2 marzo ai loro orari abituali dopo oltre cinque mesi di riduzione oraria delle giornate per la crisi energetica provocata dalla rottura di una centrale elettrica. Come parte di un pacchetto di misure per ridurre al massimo la domanda di energia, le autorità locali avevano deciso nel settembre passato di iniziare mezz'ora più tardi le lezioni e i lavori industriali e dei servizi, senza tagli salariali. Una nota dell'Unione Elettrica, diffusa questo martedì dai mezzi locali di stampa, afferma che l'ora legale (anticipo di un'ora) sarà in vigore nel paese fino a quando nell'ultimo trimestre dell'anno si ritornerà all’orario normale.

Scarsità di riserve d’acqua nella capitale cubana
22.2 - Le fonti delle acque superficiali e sotterranee che riforniscono la capitale cubana sono in crisi e in alcuni casi esaurite, per la siccità che colpisce il paese. Gli esperti hanno rivelato che del sistema La Coca-La Zarza-Bacuranao che rifornisce la parte est della città, solo l'ultimo ha la possibilità di fornire 200 litri di acqua al secondo dei 600 che devono essere trattati nell’impianto, poiché le prime due sono asciutte. Per questo motivo 20.200 abitanti dei municipi di Guanabacoa e di Habana del Este ricevono oggi il prezioso liquido con autobotti. Intanto, il bacino Almendares-Vento, che apportava a La Habana Vieja e Centro Habana 1.400 litri al secondo, arriva appena a 510. In questo modo, attualmente a Ciudad de La Habana 100.000 abitanti ricevono il servizio mediante autobotti o "pipas", come è noto nell'isola questo tipo di trasporto.

Il blocco degli Stati Uniti si rivolge contro gli acquisti cubani di alimenti
23.2 - I limitati e controllati acquisti di alimenti di Cuba negli Stati Uniti diventano sempre di più difficili, in linea con gli sforzi dell'amministrazione di George W. Bush per rafforzare il blocco contro l'Isola. Queste transazioni, sotto stretta supervisione e continui ostacoli, hanno d'ora in poi un nuovo impedimento, come ha annunciato il Dipartimento del Tesoro. La disposizione, pubblicata nel ‘Federal Register’, il giornale ufficiale di questa dipendenza federale, stabilisce che Cuba dovrà pagare in anticipo i prodotti che acquista da agricoltori statunitensi. Tale misura viene aggiunta ad altre che ostacolano i vincoli tra l'azienda cubana Alimport e le sue controparti nordamericane, che sono tra i crescenti settori produttivi, sociali e politici che reclamano negli Stati Uniti la fine della politica di blocco.

Incenerito a Cuba un carico di marijuana recuperato in mare
23.2 - Un carico di 610.24 chilogrammi di marijuana che è stato recuperato nei pressi della costa nord-orientale di Cuba nel novembre scorso, è stato incenerito in un forno di una fabbrica della provincia di Las Tunas. L’incenerimento è stato effettuato ieri a circa 1.600 gradi di temperatura, davanti alla stampa straniera accreditata e ad alti capi militari della provincia di Holguín, sulle cui coste è stato preso il carico alla fine del 2004. Secondo le autorità locali, un 50 % della droga è scomparsa in mare e il resto è finita nei pressi della costa, grazie al lavoro delle forze combinate di quasi 3.000 mille uomini in appena 10 giorni. Come risultato dell'operazione, denominata Aché III, sono stati arrestati tre cittadini sprovvisti di documenti - di origine giamaicana - a bordo di un'imbarcazione sospetta di narcotraffico. La cattura è avvenuta da parte del sistema di vigilanza nella regione, dopo l’informazione dei servizi di guardacoste degli Stati Uniti e della Giamaica.

Numero record di partecipanti al Festival del Sigaro Avana a Cuba
23.2 - Sintesi della storia e della cultura cubana, il sigaro ha riunito a La Habana 1.300 uomini d'affari di 56 paesi interessati alla produzione o alla commercializzazione di questo emblematico prodotto nazionale. La settima edizione del Festival Internazionale del Sigaro Avana stabilisce così un record per l'evento, questa volta dedicato al 160° anniversario di Partagás, una delle marche più antiche della corporazione cubano-spagnola Habanos S.A. All'inaugurazione della tradizionale fiera commerciale, Raúl de la Nuez, Ministro del Commercio Estero di Cuba, è intervenuto parlando della partecipazione di 160 espositori di sette nazioni alla mostra.

La campagna contro la poliomielite immunizzerà oltre 402.000 bambini cubani
24.2 - La XLIV campagna di immunizzazione contro la poliomielite che incomincia venerdì a La Habana, preserverà da questo male oltre 402.000 bambini cubani, hanno detto oggi fonti del Ministero della Salute Pubblica (MINSAP) di Cuba. Miguel Ángel Galindo, capo del Programma Nazionale di Immunizzazione del MINSAP, ha indicato che la dose sarà somministrata a tutti i bambini di età da un mese a due anni, 11 mesi e 29 giorni. Nel febbraio 1962 incominciò la prima di queste campagne e fino a oggi sono state somministrate oltre 70 milioni di dosi nel paese, dove la popolazione minore di 59 anni è protetta contro questa malattia, ha ricordato.

Ricardo Alarcón definisce un privilegio unico il processo elettorale cubano
25.2 - Il Presidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular (Parlamento cubano), Ricardo Alarcón, ha definito un privilegio unico il processo elettorale di Cuba nelle condizioni attuali del mondo. Alarcón ha affermato che la capacità e la potestà dei cubani di essere direttamente loro quelli che propongano, al posto delle "macchine elettorali", costituisce un privilegio unico. Ha indicato che questa facoltà deve essere usata con la maggior saggezza possibile, approfondendo in ogni circoscrizione il concetto di chi possa essere il migliore a giudizio dei cittadini. Eleggere il migliore in ogni circoscrizione, ha avvisato, non significa che cerchiamo un "mago" per risolvere tutti i problemi. Oggi, ha commentato, abbiamo limiti fisici, obiettivi, materiali, propri di un paese che è in guerra, costantemente aggredito nell’economia, nella politica e in altri molti campi; questo fatto non possiamo perderlo di vista, ha precisato.

Cubatabaco ricorrerà contro la sentenza sul nome Cohíba di un tribunale statunitense
25.2 – L’Azienda Cubana di Tabacco (Cubatabaco) ha reso noto che ricorrerà contro la sentenza della Corte di Appello degli Stati Uniti per la revoca dei diritti in quel territorio in relazione al marchio di sigari Cohíba. L'appello verrà presentato al Tribunale di New York dopo che sarà stata resa nota la sua decisione del 24 febbraio 2005. Il documento indica che "Secondo la sentenza della Corte di Distretto degli Stati Uniti (giudice Rober W. Sweet), l'azienda cubana del tabacco Cubatabaco ha diritto al marchio Cohíba negli Stati Uniti, fondato sulla dottrina dei marchi famosi". In un processo d’appello, continua la relazione, il Governo nordamericano ha argomentato la conferma della sentenza a favore di Cuba. Tuttavia, ieri la Corte di Appello del Secondo Circuito di New York ha revocato la sentenza della Corte di Distretto disattendendo l'opinione dello stesso Governo nordamericano.

Continua il silenzio sul processo di appello dei Cinque
25.2 - A poco più di 11 mesi dall’udienza presso l'Undicesimo circuito di appello di Atlanta, dove è stato presentato il caso dei cinque cubani detenuti negli Stati Uniti, ancora non si conosce il risultato. L’udienza è stata fatta il 10 marzo 2004 e stiamo ancora aspettando la sentenza dei giudici che si devono pronunciare, ha dichiarato Fernando Dávalos, professore di diritto dell’Università di La Habana, nello spazio radiotelevisivo della Tavola Rotonda. Dávalos ha spiegato che la legge processuale statunitense non stabilisce un termine entro il quale i giudici devono emettere una sentenza. Questo è lasciato all'arbitrio dei magistrati e per tale motivo, a quasi un anno dall’udienza di appello, non abbiamo notizie dell’orientamento che possa prendere il tribunale, ha precisato.

I congressisti statunitensi divisi sulle ostilità verso Cuba
26.2 - Due dei più influenti gruppi di "lobby" nel Congresso degli Stati Uniti sono oggi polarizzati sul tema Cuba, per il rafforzamento del blocco economico contro l'isola da parte dell'Amministrazione di George W. Bush. In un editoriale, il quotidiano Tribune sottolinea le posizioni contrarie tra i settori dell'ultradestra cubano-americana, favorevole alla recrudescenza dell'ostilità verso Cuba, e i rappresentanti dei produttori agricoli nordamericani, interessati alle vendite di alimenti al paese caraibico. Secondo il giornale, il confronto è diventato più incandescente dopo che questa settimana la Casa Bianca ha indurito la politica di blocco economico, commerciale e finanziario contro la nazione caraibica, stabilendo che i pagamenti di Cuba devono essere effettuati in anticipo. Secondo il quotidiano, la nuova clausola del Dipartimento del Tesoro, "ha oltraggiato la lobby dei produttori agricoli statunitensi, già scontenti per i tagli ai sussidi in questo settore, stabiliti dal Governo di Bush".

Gli Stati Uniti vogliono imporre a Cuba elezioni fraudolente.
26.2 - Gli Stati Uniti pretendono oggi di imporre a Cuba il loro sistema elettorale fraudolento, ha affermato a La Habana Jaime Crombet, Vicepresidente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular. In dichiarazioni a Prensa Latina, Crombet ha detto che tale intenzione è contenuta nella cosiddetto "piano di transizione" presentato dal Presidente George W. Bush, che ha definito il "programma dell'annessione di Cuba". "Tra le cose che propongono per una Cuba annessa vi è l’applicazione a Cuba del sistema elettorale statunitense, comprese le sue frodi, come è avvenuto nel 2000 in Florida e nel novembre 2004 nell’Ohio, ha enfatizzato. Crombet ha detto che le elezioni cubane "si trasformeranno in un referendum politico e nella possibilità del popolo di mostrare il suo appoggio al processo rivoluzionario".

E’ urgente limitare gli incidenti stradali a Cuba
26.2 - L'udienza pubblica realizzata dalla Commissione di Difesa Nazionale del Parlamento cubano ha stabilito che è urgente limitare gli incidenti stradali che l'anno scorso hanno provocato 920 morti e 7.900 feriti. I partecipanti hanno dibattuto ieri sulle conseguenze di questi incidenti, considerati una delle principali cause di morte nell'isola, hanno riportato oggi i mezzi di stampa. Per fare regredire questo fenomeno, hanno rimarcato, è richiesta una partecipazione più effettiva dei Ministeri di Salute, Educazione, Trasporto e di altre istituzioni, per divulgare la Legge 60 (Codice di Viabilità e Transito), in vigore dal 2003.

Prodotti cubani conquistano il mercato interno dell'isola
28.2 - La crescente presenza di beni e di servizi di fattura cubana sul mercato nazionale è considerata oggi a La Habana come un segno evidente del recupero economico dell'isola. Attualmente la partecipazione della produzione nazionale nel totale delle vendite del mercato interno in valuta è del 48.8 %, superiore dell’1.6 % all'anno precedente, hanno reso noto fonti del Ministero del Commercio Interno citate dal settimanale Trabajadores. Questo è un obiettivo prioritario nella politica commerciale del paese, nel senso di raggiungere un quantitativo maggiore di beni e di servizi fatti a Cuba.

Gli scienziati cubani hanno prodotto un nuovo vaccino tetravalente
28.2 - Un vaccino che proteggerà le bambine e i bambini cubani contro quattro malattie è il risultato della collaborazione tra scienziati di due istituti di ricerca dell'isola. Il tetravalente - immunizza contro difterite, tetano, pertosse ed epatite B – sarà inserito, a partire da questo martedì, nel Programma Nazionale di Immunizzazione, un piano universale e gratuito nel paese. Il nuovo prodotto riduce il numero di iniezioni e per genitori e figli il numero di volte di recarsi ai centri di vaccinazione, tra gli altri vantaggi. Miguel Galindo, direttore del Programma Nazionale di Vaccinazione del Ministero della Salute Pubblica, in dichiarazioni alla stampa ha precisato che il vaccino tetravalente verrà applicato a tutti i bambini nati a partire dal 1° gennaio di quest’anno.