febbraio 2003

 

Citricos Caribe S.A. esporterà in Europa olio e fibra di cocco
1.2 - L'olio e la fibra di cocco sono i nuovi prodotti che amplieranno le esportazioni verso l'Europa dell'azienda Citricos Caribe S.A., ha affermato a Camagüey il suo direttore Carlos Hernández. Durante il 2002 l’azienda ha iniziato a delineare un progetto di diversificazione dei suoi prodotti esportabili, ha aggiunto, e su questa base prevede per quest’anno, oltre all'olio e alla fibra di cocco, di aggiungere altri prodotti elaborati dall'Istituto di Ricerche sugli Agrumi. Secondo le informazioni, Citricos Caribe S.A. l’anno scorso ha spedito via mare verso il vecchio continente oltre 100.000 tonnellate di frutti freschi, succhi semplici e concentrati, polpe e oli essenziali, prodotti in una fabbrica asettica situata nella provincia di Ciego de Avila, nel centro di Cuba.

Entrano in carica a Cuba i delegati eletti nelle amministrazioni provinciali
3.2 – Ieri i 1.199 delegati alle 14 Assemblee Provinciali del Poder Popular (governi locali) hanno preso possesso dei loro incarichi per un periodo di cinque anni, secondo la convocazione del Consiglio di Stato. Mediante un accordo del 24 gennaio scorso, il massimo organismo di potere dello Stato cubano ha disposto che questa domenica i delegati riuniti per proprio diritto costituiscano le Assemblee provinciali con un mandato di cinque anni.

Cuba esprime le proprie condoglianze per la tragedia della Columbia
3.2 – Secondo un comunicato del Ministero degli Esteri, il Governo e il popolo di Cuba hanno espresso le loro sincere condoglianze al Governo e al popolo statunitense per la tragedia accaduta, nella quale hanno perso la vita i sette componenti l’equipaggio della navicella. Il messaggio segnala che il popolo cubano si unisce al dolore e alla pena che soffre il popolo nordamericano per la morte di vari suoi figli. Cuba esprime, in questo momento di dolore, in particolar modo ai familiari degli astronauti deceduti, la solidarietà del suo popolo e del suo Governo. Nel suo comunicato in data sabato 1° febbraio, il Ministero delle Relazioni Estere ha dato disposizioni alla Missione di Cuba presso le Nazioni Unite affinché, a testimonianza del rispetto e del sostegno al popolo nordamericano, venga issata la bandiera cubana a mezz’asta, durante i giorni in cui negli Stati Uniti venga decretato il lutto.

Verranno proiettate a Cuba le immagini della stalagmite più grande del mondo
3.2 - Le immagini della stalagmite più grande del mondo che si trova nella grotta Martín Infierno del Sierra dell'Escambray, nel centro-sud di Cuba, saranno rivelate per la prima volta in un film girato da cubani e canadesi. Questa formazione calcarea misura 67.20 metri e ha superato quella esistente in Ungheria nella grotta Aggtelek, di 25 metri, nota come "la stalagmite del telescopio". Come spiega Alejandro Romero, il suo primo esploratore e attuale presidente nella provincia di Cienfuegos della filiale della Fondazione della Natura e dell'Uomo, la grotta è di origine fluviale e la parte più antica si è formata milioni di anni fa.

L’Agenzia dell’Energia Nucleare di Cuba risparmia 650.000 dollari
4.2 – Nel 2002 l'Agenzia dell’Energia Nucleare (AEN) di Cuba ha risparmiato 650.000 dollari, sostituendo le importazioni di prodotti radioattivi per il settore della salute. Questo traguardo ha permesso di soddisfare la richiesta degli ospedali di tali composti all’80 %, ha indicato in una conferenza stampa Angelina Díaz García, presidentessa dell'AEN e delle Tecnologie di Avanguardia. Ha spiegato che nei servizi di teleterapia e di brachiterapia si distingue la produzione nazionale di radiofarmaci, come pure di evidenziatori e di test di reagenti per esami di radio-immunologia, tra le altre produzioni.

I progressi di Cuba sono l'aspirazione dell'America
5.2 – I progressi di Cuba, nonostante sia una nazione bloccata, sono un'aspirazione e un esempio per l'America nel campo della salute, dell'educazione e dello sport, ha affermato a Managua Juan Aguilar, rappresentante dell’UNICEF in Nicaragua. In dichiarazioni esclusive a Prensa Latina, Aguilar ha sottolineato che di fronte alla situazione critica di diverse nazioni, in particolar modo nell’America Centrale, Cuba presenta i progressi più spettacolari dell'America Latina. Ha aggiunto che mentre aumenta la povertà e l'assistenza sociale ad altre latitudini, Cuba si presenta davanti al mondo con un indice di mortalità infantile del 6.5 per ogni mille nati vivi, più basso di quello dei paesi sviluppati.

Oncologi degli Stati Uniti e di Cuba si scambiano le conoscenze
5.2 - Le conoscenze di oncologi degli Stati Uniti e di Cuba sono aumentate quando ci siamo scambiati le nostre esperienze, ha affermato Richard Hirsh che partecipa a La Habana a una conferenza internazionale dei due paesi sul cancro al seno. In dichiarazioni a Prensa Latina, il dottore Hirsh, direttore dell'organizzazione Radiology Mammography International, ha detto che i medici nordamericani che partecipano a questa riunione sono 14, tra questi tre specialisti in chirurgia, tre in radiologia e due in assistenza primaria.

Designato il nuovo presidente dell’agenzia di notizie Prensa Latina
5.2 - Il giornalista Frank González García è stato designato presidente dell'Agenzia Informativa Latinoamericana Prensa Latina (PL), al posto di Pedro Margolles Villanueva, che passerà ad altri compiti dell'istituzione all'estero. Annunciando la propria decisione, la Giunta Direttivo dell'ente ha giudicato molto positivo il servizio prestato da Margolles Villanueva alla testa dell'agenzia per oltre 18 anni. González García, di 52 anni, è entrato a Prensa Latina fin dalla sua laurea come giornalista nel 1972, ed è stato corrispondente in Giamaica e in Colombia. Per vari anni, il nuovo direttore ha assunto diversi incarichi nella direzione in PL, fino a occupare nel 1994 la carica di Vicepresidente per l'Informazione.

Cuba chiede la sostituzione degli organismi finanziari internazionali
6.2 - Il Ministro degli Esteri cubano, Felipe Pérez Roque, ha esortato circa quattromila educatori latinoamericani riuniti a La Habana a contribuire alla ricerca di sostituti legittimi degli organismi finanziari internazionali. "Bisogna fare esplodere il Fondo Monetario Internazionale e riorientare il lavoro della Banca Mondiale verso l'aiuto allo sviluppo dei paesi poveri", ha sostenuto Pérez Roque questo mercoledì in una conferenza ai partecipanti all’VIII Congresso Pedagogia 2003. "Con questo non sto facendo appello alla sovversione, è solo un appello alla giustizia e al buonsenso", ha precisato. Gli educatori, ha precisato, devono dare l’allarme dato che l'Organizzazione Mondiale del Commercio è sulla strada di trasformarsi in schiava degli interessi dei centri di potere, aspetto che ha qualificato di grande pericolo per la stabilità internazionale.

Cuba respinge l’imposizione di un ordine mondiale sotto la copertura dell'antiterrorismo
6.2 - Cuba ha respinto tutti i tentativi di imporre un nuovo ordine mondiale sotto il pretesto di lottare contro il terrorismo, e ha insistito sulla preservazione del multilateralismo e dell'autorità dell'Organizzazione delle Nazioni Unite. Il Ministro degli Esteri Felipe Pérez Roque, parlando agli educatori riuniti all’VIII Congresso Pedagogia 2003, ha precisato che l'umanità deve difendere il multilateralismo in momenti in cui gli Stati Uniti annunciano azioni militari contro l'Iraq senza il consenso del resto delle nazioni. A suo giudizio, l'ONU deve essere preservata, benché abbia riconosciuto che è necessario democratizzare l'organizzazione la cui principale missione è quella del mantenimento della pace mondiale.

Cuba definita come l'Università dell'Amicizia nel mondo
6.2 - Il rappresentante dell'Associazione di Amicizia Italia-Cuba, Rodolfo Dal Pane, ha definito Cuba come l'Università dell'Amicizia nel mondo. Da vari anni questa Associazione mantiene un'attiva solidarietà con il popolo cubano, e in particolar modo tra la città di Camagüey, nell’oriente, e la regione dell’Emilia Romagna, nel nord della penisola italiana da dove proviene la delegazione in visita. Il gruppo ha portato con sé computer, stampanti, materiali e accessori necessari al funzionamento di reti informatiche, destinati a centri educativi e della salute di Camagüey.

Il PARLACEN interessato a stringere relazioni parlamentari con Cuba
7.2 - Il presidente del Parlamento Centroamericano, Augusto Vela, ha espresso interesse a stringere relazioni con l'Assemblea Nazionale del Poder Popular (ANPP) di Cuba, senza escludere il suo avvicinamento a questo forum come osservatrice. Privilegiamo molto le relazioni interparlamentari perché sono una via per sostenere accordi intergovernativi, ha manifestato Vela, dopo avere ricevuto nella sede dell'ente regionale, a Città del Guatemala, una delegazione di tre deputati cubani. La missione dell'ANPP era condotta da Tomás Cárdenas, presidente della Commissione Permanente degli Organi Locali, e composta inoltre da Genoveva Morales e da Iris Bautista Cruz che sono arrivati in Guatemala invitati dal Congresso di questo paese, per una visita che si conclude questo venerdì.

Fidel Castro assegna all’educazione un’importanza trascendentale
8.2 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha affermato che le idee costituiscono strumenti essenziali nella lotta della nostra specie per la sopravvivenza e ha considerato l'educazione come un elemento fondamentale per le trasformazioni del mondo. Intervenendo questo venerdì alla chiusura dell’VIII Congresso Pedagogia 2003, Fidel Castro ha indicato che i valori fondamentali dell'uomo si seminano con l'educazione. Per il Capo di Stato l'insegnamento avrà il suo momento di luce e di speranza nel momento di realizzare cambiamenti nell'umanità, esposta oggi ad alti livelli di povertà e di esclusione sociale per le differenze culturali e di conoscenza presenti tra i vari strati sociali. Ha ribadito che le idee semplicemente proliferano e si moltiplicano nelle epoche di crisi come una necessità e le precedono come gli uccelli che annunciano la primavera, perché il mondo è immerso oggi giorno sempre di più in una grande e immensa crisi. A suo giudizio l'educazione e la cultura sono complementi essenziali della partecipazione democratica dei popoli. "L'educazione avrà il suo momento di luce e di speranza perché un mondo migliore è possibile. Ve lo assicura qualcuno che ha vissuto sognando e più di una volta ha avuto il raro privilegio di vedere trasformati in realtà sogni che neppure aveva sognato", ha concluso.

Successo di vendita dei sigari Avana nel mondo, dice un alto dirigente
8.2 - La vendita di sigari cubani Avana in oltre 100 paesi si mantiene ad alti livelli, ha considerato a La Habana il coopresidente dell’azienda Habanos S.A., Jaime García Andrade. Il dirigente ha detto che nonostante le diverse situazioni, prodotto di tensioni mondiali, i sigari prodotti a Cuba continuano ad avere la preferenza e mantengono un’alta domanda. Senza entrare nel dettaglio delle cifre sulla commercializzazione della sua azienda, García Andrade ha aggiunto solamente che il mercato di questo prodotto marcia verso i 240 milioni di dollari. Da parte sua, il vicepresidente commerciale di questa azienda, Manuel García, ha fatto riferimento al fatto che la nuova marca, meccanizzata, Guantánamera, è stata presentata con successo in Germania nel settembre dell'anno scorso, seguita da esposizioni in Canada e in Messico.

Verranno denunciate a Ginevra le violazioni contro i cubani detenuti negli Stati Uniti
10.2 - Gruppi europei di solidarietà con Cuba denunceranno il prossimo mese di fronte alla sede della Commissione dei Diritti Umani a Ginevra, Svizzera, le violazioni della giustizia nordamericana contro i cinque cubani detenuti negli Stati Uniti. Martha Rodríguez, dell'Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli ICAP), ha precisò che i comitati creati in Europa per appoggiare la causa di questi cinque imputati realizzeranno diverse giornate di protesta mentre saranno in corso le sessioni della CDH. La funzionaria dell'ICAP ha indicato che le manifestazioni a Ginevra saranno a sostegno della presentazione di una relazione della difesa presso il Circuito di Atlanta, in cui viene chiesto l'annullamento del processo effettuato a Miami, in quanto si è svolto in un luogo ostile agli imputati, e lo svolgimento di un nuovo processo in un'altra città. La Rodríguez ha rivelato che la causa dei Cinque, ha già avuto eco in 114 comitati di solidarietà creati in 63 paesi.

Ha chiuso le sue porte la fase habanera della Fiera del Libro
10.2 – Questa domenica la Fiera Internazionale del Libro, alla quale hanno partecipato a La Habana noti scrittori ibero-americani, ha chiuso la sua fase habanera per estendersi da questo lunedì a 29 città dell'interno del paese. La festa della lettura, con sede nella fortezza di San Carlos de la Cabaña, ha riunito a La Habana in questi 10 giorni 110 espositori di 19 paesi, tra questi la Comunità Andina delle Nazioni (Bolivia, Ecuador, Perù, Venezuela e Colombia) invitata d’onore dell'appuntamento. Durante le intense giornate, fimo a venerdì scorso vi sono stati oltre 300.000 visitatori e sono stati acquistati 672.000 esemplari.

Definito un atto ingiusto il rifiuto della mozione per difendere i cubani negli Stati Uniti
11.2 - Cuba ha definito un atto ingiusto e contrario al diritto il recente rifiuto di una mozione per facilitare l'accesso a informazioni segreta per la difesa dei cinque cubani detenuti negli Stati Uniti. Il rifiuto della mozione affinché gli avvocati dei giovani cubani abbiano accesso alla documentazione ristretta dalla Legge di Procedura per le Informazioni Classificate (CIPA) costituisce un'altra delle violazioni al dovuto processo, ha indicato questo lunedì il professore di diritto dell'Università di La Habana Rodolfo Dávalos. Durante l'abituale Tavola Rotonda Informativa, Dávalos ha sostenuto che non è possibile "difendersi con gli occhi chiusi", in riferimento alla decisione presa dalla giudice del distretto di Miami-Dade, Joan Lenard, di negare l'accesso a testi ai quali è stato applicato il CIPA in modo inadeguato. Per il giurista, le motivazioni della Procura sul fatto che la mozione dell'avvocato Joaquín Méndez sia fuori dalla giurisdizione del Tribunale del Sud della Florida e che non esistano nuove prove nel processo, costituiscono azioni in violazione dei diritti umani dei cinque giovani considerati eroi da La Habana. Ora, ha proseguito, è pendente l'appello al 11° Circuito di Atlanta per rettificare il processo contro Gerardo Fernández, Ramón Labañino, Antonio Guerrero, René González e Fernando González.

Gli italiani ribadiscono la solidarietà con Cuba
11.2 – Centinaia di persone hanno chiesto l'eliminazione del blocco degli Stati Uniti contro Cuba in una manifestazione di solidarietà con la nazione caraibica avvenuta nella località italiana di Fossacesia, nel meridione. La giornata è stata organizzata dal Circolo dell'Associazione di Amicizia Italia-Cuba di questa località e ha avuto la presenza del Presidente Nazionale di questa Associazione, Roberto Foresti, delle più alte autorità locali e della Consigliera Stampa dell'Ambasciata cubana, Elvira Peña. E’ stata inoltre ribadita la necessità di continuare a realizzare azioni di solidarietà e per la liberazione dei cinque giovani cubani detenuti ingiustamente nelle carceri degli Stati Uniti.

La Banca Mondiale riconosce l’efficienza dei servizi pubblici a Cuba
12.2 - Presentando a un migliaio di economisti di 40 paesi le conclusioni preliminari di un progetto mondiale di sviluppo, la Banca Mondiale ha valutato che i servizi pubblici di educazione e della salute di Cuba funzionano molto bene. Rita Reinikka e Agnes Soucat, rispettivamente condirettrice del progetto ed esperta della salute, martedì hanno utilizzato lo spazio offerto loro dal V Incontro Internazionale degli Economisti su ‘Globalizzazione e Problemi dello Sviluppo’ per esporre questo studio. La Reinikka ha detto che si trovano nella fase di processo, raccolta e consulta del progetto dal nome "Come fare affinché i servizi sociali funzioni per i poveri", che ha preso come base un ampio ventaglio dei paesi poveri di Africa, Asia e America Latina. Eccetto nel caso di Cuba, dove hanno imparato molto al riguardo in questi giorni, hanno ammesso le relatrici, i servizi pubblici non funzionano per i poveri. Nel caso dell'attenzione alla salute, Soucat ha detto che i risultati a Cuba sono impressionanti.

Evidenziato che la crisi latinoamericana è economica, sociale e politica
13.2 - La crisi in America Latina non è solamente economica, ma anche sociale e politica, ha affermato Julio Gambina, professore dell'Università di Rosario, Argentina, in un forum che riunisce a La Habana a un migliaio di economisti di 40 paesi. Gambina ha fatto forti critiche al Fondo Monetario Internazionale, alla Banca Mondiale e alle democrazie profondamente corrotte e funzionali alle necessità del capitale internazionale, in una sessione plenaria del V Incontro Internazionale degli Economisti che si è svolto alla presenza del Presidente di Cuba, Fidel Castro. L'accademico argentino ha affrontato il tema ‘Crisi capitalista e America Latina’, in cui ha criticato le solite caratterizzazioni sulla crisi che si riferiscono ai movimenti di rialzo o di ribasso degli indicatori economici di ogni paese. Gambina ha respinto il concetto di quelli che situano la crisi in una recessione dell'economia e in una diminuzione degli indicatori di produzione e ha esposto il suo concetto che è legato ai processi sociali e politici di costituzione dei soggetti per trasformare questa realtà.

Affermato che l'Uruguay si è impegnato con gli Stati Uniti per la mozione contro Cuba
13.2 - Il Presidente uruguaiano Jorge Batlle si è impegnato con gli Stati Uniti per tornare ad attaccare a Cuba nella Commissione dei Diritti Umani delle Nazioni Unite. In nota firmata dal segretario di redazione del quotidiano ‘La República’, Gabriel Mazzarovich, viene indicato che "come tutti gli anni tra gennaio e febbraio, gli Stati Uniti fanno pressioni" contro i paesi, mascherate da consultazioni. Quest’anno, dice l'articolo, Batlle ha risparmiato mal di testa a quelli comandati da Colin Powell (Segretario di Stato) e, in conversazioni con funzionari statunitensi, "ha già assicurato che l'Uruguay presenterà nuovamente la mozione per condannare a Cuba", a Ginevra, Svizzera. Ha aggiunto che fonti del Ministero degli Esteri e del Governo hanno informato ‘La República’ che il tema Cuba era presente nelle conversazioni con l'Ambasciatore nordamericano a Montevideo, Martín Silverstein, come pure in altri contatti avvenuti a Washington.

Forti critiche a una relazione della Banca Mondiale su educazione e tecnologia
14.2 – Questo giovedì una relazione della Banca Mondiale su educazione e tecnologia presentata a La Habana dal suo rappresentante José Luis Guash al V Incontro Internazionale degli Economisti su ‘Globalizzazione e Sviluppo’, ha ricevuto una forte critica. L'evento si svolge con la presenza del Presidente di Cuba, Fidel Castro, e conta sulla partecipazione di un migliaio di economisti di 40 paesi che, riuniti in assemblea, hanno ascoltato la lunga esposizione di Guash, in cui ha messo in luce la breccia nella tecnologia e nell’educazione in America Latina e nei Caraibi in relazione ad altre aree geografiche. L'esperto della Banca ha ammesso che queste brecce tra paesi ricchi e poveri aumentano e che sono necessari cambiamenti significativi nelle strutture produttive ed educative per tentare di chiuderle e per avere accesso alle tecnologie moderne. Il professore Ismael Clark, presidente dell'Accademia di Scienze di Cuba, ha commentato l'esposizione di Guash, affermando che era troppo tecnocratica benché contenesse un elenco di dati, fatti e considerazioni che meritano riflessione.

Una giudice della Florida respinge la richiesta sui cubani detenuti
14.2 - Una giudice della Florida ha respinto la richiesta di un nuovo processo presentato dall'avvocato nordamericano Leonard Weinglass, difensore di uno dei cinque cubani detenuti negli Stati Uniti dal 1998. La decisione della magistrata Joan Lenard conferma la posizione della Procura del Distretto della Florida che non è riuscita a presentare prove sulle accuse per le quali sono state giudicate queste persone. La Lenard, inoltre, ha dato la sua risposta senza concedere alcuna udienza, come era stato richiesto dalla difesa dei Cinque, i cui avvocati, tutti quanti, si erano uniti alla mozione di Weinglass, riporta il quotidiano. La stessa giudice ha rifiutato, pochi giorni fa, un documento presentato dalla difesa, che avrebbe permesso di avere accesso alle prove classificate dal Governo come segrete. Questo testo era in attesa dal 1998. Weinglass ha fondato la sua domanda sulla condotta dolosa della Procura e della Lenard nel trattamento della richiesta originale della difesa. La risposta a tale richiesta è stata sollecitata diverse volte dal gennaio 2000, affinché il processo venisse effettuato fuori da Miami, bastione dell'ultradestra cubano americana.

Fidel Castro avverte sul fatto che l’essere umano corre un rischio reale di estinzione
15.2 - Il Presidente Fidel Castro ha avvertito che per la prima volta nella storia umana, la nostra specie corre un rischio di estinzione e viene minacciata non solo dalla distruzione dell’ambiente ma anche da gravi rischi politici, da armamenti e da dottrine estremiste. Parlando alla chiusura di un forum internazionale di economisti, il Presidente cubano ha fatto così riferimento alle minacce che incombono sull'Iraq. E’ questa una guerra sul punto di esplodere. Non si tratta di un confronto tra forze equiparabili. Da una parte c’è la superpotenza egemonica con tutta la sua schiacciante forza militare e tecnologica sostenuta da un alleato principale, un altro paese nucleare e membro del Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Dall'altra parte un paese il cui popolo ha sofferto oltre 10 anni di quotidiani bombardamenti e la perdita di centinaia di migliaia di vite, principalmente bambini, per fame e malattie dopo una impari guerra provocata dall'illegale occupazione irachena del Kuwait che è uno stato indipendente e riconosciuto dalla comunità internazionale. L'immensa maggioranza dell'opinione pubblica mondiale respinge con unanime opposizione la nuova guerra, ha segnalato.

Denunciata la decisione della giudice sui cubani detenuti negli Stati Uniti
15.2 - Il Presidente del Parlamento cubano, Ricardo Alarcón, ha denunciato la decisione di una giudice statunitense di respingere una richiesta di annullamento di un processo a Miami contro cinque compatrioti e di effettuarne un altro in una diversa città. Concludendo una sessione plenaria del V Incontro Internazionale degli Economisti sulla Globalizzazione, il dirigente cubano ha letto la scarna comunicazione, di appena un paragrafo, emessa dalla giudice del sud della Florida, Joan Lenard, che respingeva la mozione per effettuare un nuovo processo fuori del distretto di Miami-Dade. Questa signora, ha manifestato, non ha concesso agli avvocati della difesa - capeggiati da Leonard Weinglass, un rispettato professionista degli Stati Uniti difensore dei diritti civili negli anni ’60 - neppure un'udienza o un incontro al Tribunale. Lenard, ha commentato, usando un solo paragrafo aveva inviato un documento che era accompagnato da numerose prove presentate da noti investigatori nordamericani e da istituzioni in materia di diritti umani e civili.

Elogiato a Berlino un documentario di Stone su Fidel Castro
15.2 – ‘Comandante’, documentario del regista nordamericano Oliver Stone sul Presidente cubano, Fidel Castro, è stato venerdì al centro dell'attenzione al Festival del Cinema di Berlino, dove è stato accolto con rispetto, ammirazione ed elogi del pubblico e dalla critica. Proiettato nel sezione Panorama, parallela al concorso, la pellicola di 95 minuti di durata ha suscitato fin dall’inizio una grande attesa. Si tratta di un avvicinamento al leader cubano, "all'ultimo grande politico vivente", come lo definisce Stone, non solo dal punto di vista storico, ma anche per la sua dimensione umana.

L’ALCA è l’annessione dell'America Latina da parte degli Stati Uniti, afferma Fidel Castro
17.2 - Il Presidente di Cuba, Fidel Castro, ha denunciato che si sta producendo la più vergognosa ricolonizzazione del Terzo Mondo e ha definito l'Area di Libero Commercio delle Americhe (ALCA) come l'annessione dell'America Latina agli Stati Uniti. Venerdì, alla chiusura del V Incontro Internazionale degli Economisti su ‘Globalizzazione e Problemi dello Sviluppo’, ha detto che l'ALCA è un'unione spuria tra parti disuguali dove il più potente divorerà i più deboli, compresi Canada, Messico e Brasile. Il leader cubano ha segnalato che quando sente che il Prodotto Interno Lordo è aumentato o è diminuito, che è avvenuta una crescita sostenuta che poi si è bloccata, che l'aumento delle esportazioni è l'unica strada per eliminare il deficit e gli squilibri, per dare impulso allo sviluppo o quando sente che le privatizzazioni possono essere utili, che possono creare fiducia, attrarre investimenti o cercare competitività, non smette di ammirare la persistenza con la quale da mezzo secolo viene raccomandata la formula per uscire dal sottosviluppo.

Fidel Castro crede, come rivoluzionario, che la privatizzazione sia un crimine
17.2 - Il Presidente di Cuba, Fidel Castro, ha affermato, alla chiusura di un incontro internazionale di economisti, che la privatizzazione delle ricchezze e delle risorse naturali di un paese in cambio di un investimento straniero costituisce un grande crimine. Il leader cubano ha espresso che, come rivoluzionario e lottatore, crede realmente che un mondo migliore sia possibile. Il Presidente ha chiuso venerdì il V Incontro Internazionale degli Economisti su ‘Globalizzazione e Problemi dello Sviluppo’ che ha riunito circa 1.500 esperti di 41 paesi. Fidel Castro ha detto che nelle sue relazioni, Cuba ricorre a forme di cooperazione mutuamente vantaggiose e ben calcolate che non alienano la sovranità né mettono alla mercé del capitale e del potere straniero il controllo delle ricchezze e la vita politica, economica e culturale della nazione. Di norma, ha spiegato, non regaliamo niente e posti nel dilemma di pagare un prezzo, diamo a Cesare quello che è di Cesare e al popolo quello che è del popolo. E nonostante colossali ostacoli, stiamo costruendo una società nuova più umana, con più esperienza e con più entusiasmo.

La collaborazione medica cubana nello Zimbabwe raggiunge il suo massima livello
17.2 - La collaborazione medica cubana con il popolo e il Governo dello Zimbabwe ha raggiunto oggigiorno il suo massimo livello storico con il recente inserimento di 74 nuovi specialisti, ha affermato ad Harare l'Ambasciatore di La Habana in questo paese africano. Secondo Buenaventura Reyes, capo della rappresentanza di Cuba ad Harare, il Governo cubano risponde così a una richiesta dello Zimbabwe avvenuta durante la visita del Presidente Robert Mugabe a Cuba nel 2002. Con l'inserimento di quest'ultimo gruppo di medici che controlleranno 60 centri di assistenza, ha spiegato il diplomatico, il numero di professionisti cubani della salute nello Zimbabwe sale a 190. I professionisti appena arrivati, ha aggiunto, presteranno servizio in circa 20 ospedali distrettuali ripartiti in tutto il paese.

Le classiche guayaberas cubane sono sempre più richieste dai turisti
17.2 - Le classiche guayaberas cubane sono ogni giorno sempre più richieste dai turisti e dalle personalità estere, ha affermato lunedì il designer Emiliano Nelson Guerra. Questo capo d'abbigliamento proprio ora ha un suo legame con il tabacco in occasione del V Festival Internazionale di La Habana (24-28 febbraio 2003), ha detto l'esperto. Guerra, di 41 anni di età e con 20 di esperienza, confeziona artigianalmente questo tipo di camicia e la mette a disposizione del mondo del sigaro, con la sua linea molto particolare. Addirittura, su richiesta dell’azienda Habanos S.A. è stata abbinata al sigaro e in questa festa del fumo che inizierà prossimamente avrà uno stand. Vi sarà inoltre una guayabera molto speciale che verrà messa all’asta durante la cena di gala di chiusura del festival.

Cuba e gli Stati Uniti esaminano lo stato attuale delle relazioni commerciali
18.2 - Una riunione tra imprenditori di Cuba e degli Stati Uniti avvenuta a Cancún, in Messico, per esaminare le relazioni commerciali bilaterali ha avuto notevoli sviluppi, ha affermato il Ministro cubano per il Commercio Estero, Raúl De la Nuez. La prima parte di questa conferenza, terminata questo martedì nella città messicana, ha contato sulla partecipazione di 140 uomini d'affari nordamericani, ha precisato De la Nuez in esclusiva a Prensa Latina al suo ritorno a La Habana. L'incontro, che si sta svolgendo dalla scorsa domenica, si concluderà oggi a La Habana.

Cuba denuncia la "legge della giungla" statunitense in Iraq
18.2 – Questo martedì, Cuba ha denunciato alle Nazioni Unite che gli Stati Uniti con i loro piani di aggressione contro l'Iraq pretendono di sostituire il diritto internazionale con la "legge della giungla" dell'unica superpotenza nel mondo. L'Ambasciatore cubano presso l'ONU, Bruno Rodríguez, ha criticato la dottrina di guerra preventiva di Washington in flagrante violazione della Carta delle Nazioni Unite, intervenendo in una sessione del Consiglio di Sicurezza dedicata al paese arabo. E’ pericoloso, ha indicato, che una potenza tenti di risolvere i propri problemi di sicurezza mediante azioni unilaterali. Rodríguez ha comunicato la convinzione di Cuba che l'Iraq non rappresenti alcun pericolo e che stia cooperando con le ispezioni sulle armi proibite, come lo dimostra la recente accettazione di nuovi meccanismi di controllo.

Verrà insediato il nuovo Parlamento cubano con un mandato fino al 2008
18.2 – Secondo una nota ufficiale, i 609 deputati eletti all'Assemblea Nazionale del Potere Popolare (ANPP, Parlamento unicamerale) si riuniranno per diritto proprio per costituire il nuovo Parlamento fino al 2008. Il testo firmato dal Consiglio di Stato convoca i parlamentari a riunirsi al Palazzo delle Convenzioni di La Habana il prossimo 5 marzo per costituire l'ANPP, dal cui seno verranno eletti con votazione diretta e segreta il Presidente, il Vicepresidente e il Segretario. Lo stesso giorno, i parlamentari eleggeranno il Presidente, il Primo Vicepresidente, cinque Vicepresidenti, il Segretario e gli altri 23 membri del Consiglio di Stato, massimo organo di potere dello Stato nel paese.

Condannati severamente a Cuba narcotrafficanti internazionali
19.2 - Cuba ha condannato severamente due cittadini colombiani e uno bahamense che utilizzavano il territorio di Cuba come piattaforma per operazioni di narcotraffico internazionale. Il Tribunale Provinciale Popolare di Ciudad de La Habana ha comminato l’ergastolo al colombiano Rafael Miguel Bustamante Bolaños per i delitti di falsificazione di documenti (passaporto) e di traffico internazionale di stupefacenti a carattere continuo. Al colombiano Mauricio Francisco Noguera Salcedo, la pena di 23 anni di carcere per simili attività illegali, mentre al bahamense Roberto Lewis per il delitto di traffico internazionale di stupefacenti a carattere continuo, la pena di 25 anni di carcere. Una nota pubblicata questo martedì dai quotidiani cubani, afferma che Bustamante Bolaños, Noguera Salcedo e Lewis hanno avuto tutte le garanzie legali del dovuto processo, nel quale sono state provate le accuse nelle sedute processuali svolte a La Habana dall’11 al 13 del presente mese.

Medici di una provincia orientale cubana lavorano in 17 paesi
19.2 – Dislocati in 17 paesi di Africa, America Latina e Caraibi, prestano la loro collaborazione 234 tecnici e professionisti della salute della provincia nord-orientale di Holguín, secondo informazioni delle autorità del Ministero di Salute Pubblica. C’è una notevole presenza di questi medici e tecnici in nazioni africane come Gambia, Namibia, Nigeria, Guinea Equatoriale, Burkina Faso, Zimbabwe, Ghana, Lesotho, Mali, Eritrea e Burundi, come pure nei paesi latinoamericani di Honduras, Guatemala, Venezuela, Haiti, Paraguay e Belize. L'impegno dei professionisti della provincia di Holguín è stato valutato dal MINSAP come il più numeroso di Cuba e comprende circa 30 specialità e attività varie, come parte del Programma Integrale di Salute che Cuba promuove nel mondo.

La mozione di Weinglass sui Cinque verrà presentata alla Corte di Atlanta
20.2 - Una mozione dell'avvocato statunitense Leonard Weinglass per richiedere un cambiamento di sede e un nuovo processo ai cinque cubani detenuti negli Stati Uniti dal 1998, sarà presentata alla Corte di Appello di Atlanta. In un’intervista telefonica con il programma Tavola Rotonda Informativa, Weinglass, difensore di Antonio Guerrero, ha confermato che questo documento, insieme a nuove dichiarazioni giurate e a nuove prove, verrà portato il prossimo 7 aprile all'11° Circuito di Atlanta. Il legale ha realizzato la sua petizione tre mesi fa, in virtù della regola 33 delle Regole Federali di Procedimento Criminale, che stabilisce che la stessa Corte può concedere un nuovo processo all'accusato se la mozione si basa su nuove prove scoperte recentemente. Questo procedimento legale era a due diversi livelli: l'appello presentato alla Corte dell'11° Circuito di Atlanta, e due mozioni esposte presso la stessa Corte Federale del Distretto Meridionale della Florida. La sentenza della Lenard – ha precisato Weinglass – è stata un'opportunità persa in quanto lei avrebbe potuto correggere una terribile ingiustizia avvenuta nel processo dei Cinque, come sono conosciuti internazionalmente, e riconoscere che Miami non era il posto adatto per svolgere il processo. Ha informato che ha parlato 10 giorni fa con Guerrero che – ha detto – "lavora duramente per l'appello".

Cuba estirperà il male della droga con la legalità, afferma il Viceprocuratore Generale
20.2 – Il Viceprocuratore Generale della Repubblica di Cuba, Carlos Raúl Concepción, ha detto che Cuba ha oggi la volontà sufficiente per affrontare ed estirpare il fenomeno della droga, della corruzione e di altri mali, all’interno della legalità. Cuba ha annunciato agli inizi di quest’anno che si stava registrando un incipiente mercato di consumo e di vendita di droga nel paese, allo stesso tempo che venivano predisposte misure tendenti a eliminare il male attraverso vie educative e legali. Per il magistrato la recente promulgazione del Decreto-legge 232 si aggiunge agli strumenti giuridici per affrontare il traffico e il consumo di droghe, gli atti di corruzione e i comportamenti illeciti. La norma ha come finalità, ha proseguito, la confisca di tutte quelle abitazioni o dei locali nei quali si produca, si traffichi, si acquisti, si conservi, si consumi, si nasconda o in cui si realizzino fatti che direttamente o indirettamente abbiano relazione con sostanze proibite.

L’esempio dei medici cubani in Guatemala può trasformare la salute
20.2 - Il Vicepresidente del Guatemala, Juan Francisco Reyes, ha previsto questo giovedì che se i giovani guatemaltechi che studiano medicina a Cuba mantengono lo spirito dimostrato dai medici cubani, la salute in Guatemala avrà una trasformazione. Caleranno gli indici di mortalità infantile, verranno combattute le malattie tropicali che sono così facili da sradicare, se si ha l'educazione e la volontà per farlo, ha previsto il Vicepresidente in dichiarazioni a Prensa Latina. Reyes, che ha terminato recentemente una visita ufficiale di una settimana a Cuba, ha indicato che ha avuto l'opportunità di parlare con gli oltre 500 studenti del suo paese che si stanno formando come medici a Cuba e ha constatato l'alto livello accademico e umano che ricevono. Ha valutato positivamente i contatti sostenuti con varie autorità cubane, tra queste il Ministro di Salute Pubblica, Damodar Peña, e al riguardo ha considerato la struttura del sistema sanitario di Cuba un esempio da seguire.

I flussi turistici al principale centro balneare cubano si mantengono alti
20.2 – Quasi al termine del mese di febbraio, i flussi di turisti verso Varadero, il più frequentato centro balneare di Cuba, si mantengono alti, ha segnalato a Matanzas questo mercoledì una specialista del Ministero del Turismo (MINTUR). Vivían Valle, funzionaria del MINTUR nella provincia di Matanzas, ha sottolineato che fino a martedì avevano pernottato a Varadero oltre 312.000 turisti durante il secondo mese del 2003. "Questa cifra rappresenta una media giornaliera superiore a 17.000, valore simile alla media di gennaio", ha evidenziato. La Valle ha precisato che il 17 febbraio sono stati registrati negli impianti turistici di Varadero 21.413 turisti, la maggiore quantità nel presente anno e il secondo miglior risultato dell'attuale stagione invernale.

Fidel Castro si reca in Viet Nam, Cina e al Vertice dei Paesi Non Allineati
21.2 – Giovedì è stato reso noto che il Presidente cubano, Fidel Castro, è partito mercoledì sera per il Vietnam e per la Cina su invito ufficiale delle due nazioni e parteciperà al XIII Vertice dei Paese Non Allineati (NOAL). In una nota ufficiale viene precisato che il XIII Vertice presidenziale dei NOAL si realizzerà a Kuala Lumpur, capitale della Malesia, nei giorni 24 e 25 febbraio prossimi.

Aumenta l’interesse a beneficio della normalizzazione delle relazioni tra Stati Uniti e Cuba
21.2 - Ogni giorno aumenta sempre di più l'interesse dell'imprenditoria statunitense a beneficio della normalizzazione dei vincoli commerciali con Cuba e per rendere liberi i viaggi tra le due nazioni, ha affermato questo venerdì Pedro Alvarez, presidente dell'azienda cubana Alimport. In una conferenza stampa, Alvarez ha segnalato che per quattro giorni imprenditori nordamericani e cubani hanno analizzato lo stato attuale del commercio bilaterale, oltre ad altri aspetti relativi a questa attività. Allo stesso modo, Stevel Appel, vicepresidente dell'Associazione dei Coltivatori degli Stati Uniti, si è detto a favore per un commercio normale tra Cuba e il suo paese. Ha aggiunto che questo è lo spirito dei 160 imprenditori nordamericani che hanno partecipato alla II Conferenza per gli Affari Stati Uniti-Cuba, iniziata la scorsa domenica a Cancún, in Messico, e terminata questo mercoledì a La Habana.

Saremo gendarmi contro la droga, afferma un ministro cubano
21.2 - Il Ministro cubano della Giustizia, Roberto Díaz Sotolongo, ha affermato a Pinar del Río che Cuba manterrà una posizione di gendarme contro la droga dopo avere assicurato che esiste la volontà per affrontare ed estirpare questo male. Cuba, come nessuna altra nazione, è in condizioni di librare questa battaglia e di vincerla, nonostante la sostenuta crescita del fenomeno nei Caraibi, ha dichiarato il Ministro cubano. Ha sostenuto che Cuba può contare sui meccanismi e sulle strutture necessarie per affrontare il traffico e il consumo degli stupefacenti nella società e si è pronunciato per rafforzare questo lavoro nel futuro. Díaz ha precisato che si tratta di un problema che cospira contro la sicurezza nazionale, per questo gli è stato dato – ha detto - il maggiore livello di priorità nel paese.

Iniziata la visita ufficiale in Viet Nam del Presidente cubano Fidel Castro
22.2 - Il Presidente di Cuba, Fidel Castro, è giunto questo venerdì ad Hanoi, dove inizierà oggi la terza visita ufficiale alla nazione indocinese, su invito dei tre principali leader vietnamiti. Il capo della Rivoluzione Cubana verrà ricevuto dal Segretario Generale del Partito Comunista, Nong Duc Manh, dal Presidente Trang Duc Luong e dal Primo Ministro Phan Van Khai, con una cerimonia protocollare prevista nel Palazzo Presidenziale. L’ospite cubano sosterrà poi colloqui con i tre più importanti dirigenti del paese. Fidel Castro viaggia accompagnato dal Ministro degli Esteri Felipe Pérez Roque, dal membro del Consiglio di Stato Carlos Valenciaga, dal Ministro di Governo Ricardo Cabrisas, dal segretario del Consiglio di Stato, José Miyar Barruecos e dal Ministro Presidente della Banca Nazionale di Cuba, Francisco Soberón. Compongono inoltre la delegazione il Ministro di Comunicazioni e Informatica, Ignacio González, Osvaldo Martínez, Presidente della Commissione Economica del Parlamento cubano, e Fredesman Turro, Ambasciatore di Cuba in Vietnam.

Raúl Castro presiede la cerimonia per il 45° anniversario della fondazione di Radio Rebelde
22.2 - Il Primo Vicepresidente cubano, Raúl Castro, ha partecipato alla cerimonia per il 45° anniversario dell'emittente Radio Rebelde, fondata da Ernesto Che Guevara e voce ufficiale dell’Esercito Ribelle comandato da Fidel Castro sulla Sierra Maestra. Il 24 febbraio 1958 sorse questo impianto radio che poi formò la Catena della Libertà con le stazioni radio del paese e con altre dell'America Latina che fecero conoscere la lotta insurrezionale. Il Capo del Dipartimento Ideologico del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba, Rolando Alfonso, ha letto un messaggio del Presidente Fidel Castro ai lavoratori di RR, in cui si congratula con loro e li sollecita a continuare la lotta. Lo statista cubano ha ricordato gli obiettivi iniziali di Radio Rebelde dalla stessa Sierra Maestra. "Non c'è attività politica, di interesse sociale, culturale o sportivo, e non c'è lotta in cui non sia stata presente l’impronta distintiva di questa simpatica stazione radio", ha affermato nel suo messaggio il Presidente.

La Fiera del Turismo di Milano è servita a promuovere il turismo, afferma il Ministro
22.2 - La Fiera Internazionale del Turismo di Milano, che si svolge in Italia e che è considerata la più importante d'Europa, è servita a promuovere la nostra offerta in questo settore, ha affermato il Ministro cubano del ramo, Ibrahim Ferradaz. Al suo ritorno a La Habana, Ferradaz, ha sottolineato l'importanza di promuovere il mercato proveniente dall'Italia, il terzo paese emittente di turisti verso Cuba. L'arrivo di turisti a Cuba ha manifestato un recupero negli ultimi mesi e in questo ha influito il fatto di avere un contatto diretto con i principali tour-operator italiani e con le linee aeree, ha precisato.