Aprile 2011

In crescita le operazioni di Havanatur mediante accordi globali
1.4 - Le operazioni del turismo cubano e in particolare della compagnia Havanatur, crescono mediante l'incremento di unioni globali come il più recente accordo con il fornitore internazionale Amadeus. Un comunicato di Havanatur precisa che Amadeus è fornitore di riferimento per soluzioni tecnologiche e di procedimento di transazioni per il settore mondiale di viaggi e di ricreazione. Questo accordo commerciale costituisce il primo del gruppo cubano con un distributore generale ed è stato firmato a La Habana dal vice-presidente del Gruppo Internazionale Havanatur, Leonel Luis Guillot, e dal Senior Adviser. Da oltre 30 anni il Gruppo Internazionale di Tour-operator e Agenzie di Viaggi Havanatur S.A opera sul mercato internazionale con la finalità di promuovere e di commercializzare il destino Cuba. Havanatur è presente in oltre 40 nazioni, tra queste Germania, Argentina, Bahamas, Canada, Cile, Spagna, Francia, Italia, Messico, Regno Unito e Russia.

I Pionieri salvaguardano l’insegnamento della storia di Cuba
4.4 - I 300 delegati al V Congresso dei Pionieri terminano oggi le loro sessioni con la premessa di approfondire la conoscenza della storia patria e di perfezionare il lavoro dell'organizzazione che rappresenta i cubani più giovani. L'edizione nazionale del congresso più importante dei bambini che riunisce i piccoli nel Palazzo dei Pionieri di La Habana, puntualizza il dovere delle nuove generazioni, impegnate a difendere le conquiste della Rivoluzione dalla sua trincea. I delegati hanno lavorato ieri in quattro commissioni, una dedicata alla scuola elementare e media inferiore, in cui è stato affrontato il tema dello studio come principale dovere e del funzionamento dell'Organizzazione dei Pionieri José Martí (OPJM). Il resto dei gruppi hanno analizzato il modo migliore per avvicinarsi alla Storia di Cuba, la formazione vocazionale e l'orientamento professionale dei pionieri.

Festeggiano il loro anniversario le organizzazioni giovanili cubane
4.4 - Le nuove generazioni di cubani, che continuano l’opera dei loro predecessori, festeggiano oggi il 50° anniversario dell'Organizzazione dei Pioniere José Martí (OPJM) e il 49° dell'Unione dei Giovani Comunisti (UJC). Collettivi studenteschi, centri di lavoro, unità di produzione e installazioni militari ricordano l’anniversario delle due organizzazioni, sorte rispettivamente il 4 aprile 1961 e 1962. Il raggiungimento di un'adeguata formazione integrale per assicurare la continuità della Rivoluzione iniziata il 1° gennaio 1959 costituisce il compito principale degli alunni cubani dal primo al nono grado. Dobbiamo garantire che i futuri uomini e donne si responsabilizzino nelle professioni per lo sviluppo economico, politico e sociale del nostro paese, ha indicato a Prensa Latina la presidentessa nazionale dell'OPJM, Yamilé Ramos. Vogliamo che i pionieri si formino come futuri uomini utili al paese, e sviluppare in essi fin dalla tenera età una coscienza di lavoratori, ha precisato. L'attenzione ai piani di studio e il buon funzionamento dell'organizzazione a tutti i livelli sono compiti permanenti nelle agende dei dirigenti, ha commentato recentemente la Ramos.

I Pionieri salvaguardano l’insegnamento della storia di Cuba
4.4 - I 300 delegati al V Congresso dei Pionieri terminano oggi le loro sessioni con la premessa di approfondire la conoscenza della storia patria e di perfezionare il lavoro dell'organizzazione che rappresenta i cubani più giovani. L'edizione nazionale del congresso più importante dei bambini che riunisce i piccoli nel Palazzo dei Pionieri di La Habana, puntualizza il dovere delle nuove generazioni, impegnate a difendere le conquiste della Rivoluzione dalla sua trincea. I delegati hanno lavorato ieri in quattro commissioni, una dedicata alla scuola elementare e media inferiore, in cui è stato affrontato il tema dello studio come principale dovere e del funzionamento dell'Organizzazione dei Pionieri José Martí (OPJM). Il resto dei gruppi hanno analizzato il modo migliore per avvicinarsi alla Storia di Cuba, la formazione vocazionale e l'orientamento professionale dei pionieri.

Festeggiano il loro anniversario le organizzazioni giovanili cubane
4.4 - Le nuove generazioni di cubani, che continuano l’opera dei loro predecessori, festeggiano oggi il 50° anniversario dell'Organizzazione dei Pioniere José Martí (OPJM) e il 49° dell'Unione dei Giovani Comunisti (UJC). Collettivi studenteschi, centri di lavoro, unità di produzione e installazioni militari ricordano l’anniversario delle due organizzazioni, sorte rispettivamente il 4 aprile 1961 e 1962. Il raggiungimento di un'adeguata formazione integrale per assicurare la continuità della Rivoluzione iniziata il 1° gennaio 1959 costituisce il compito principale degli alunni cubani dal primo al nono grado. Dobbiamo garantire che i futuri uomini e donne si responsabilizzino nelle professioni per lo sviluppo economico, politico e sociale del nostro paese, ha indicato a Prensa Latina la presidentessa nazionale dell'OPJM, Yamilé Ramos. Vogliamo che i pionieri si formino come futuri uomini utili al paese, e sviluppare in essi fin dalla tenera età una coscienza di lavoratori, ha precisato. L'attenzione ai piani di studio e il buon funzionamento dell'organizzazione a tutti i livelli sono compiti permanenti nelle agende dei dirigenti, ha commentato recentemente la Ramos.

Cuba critica gli Stati Uniti per l’assoluzione di un terrorista
11.4 - Cuba ha criticato il Governo degli Stati Uniti affinché rettifichi la farsa dell'assoluzione del terrorista Luis Posada Carriles in un processo per immigrazione a El Paso, Texas. Una dichiarazione del Ministero delle Relazioni Estere (MINREX) pubblicata a La Habana, riferisce che Washington è a conoscenza della partecipazione di Posada Carriles all'esplosione dell'aereo di Cubana de Aviación a Barbados, della campagna di bombe contro impianti turistici cubani e dei suoi piani per fare attentati a Fidel Castro. Il processo contro l'ex-agente della CIA in un processo per immigrazione e non per terrorismo, precisa il testo, costituisce un insulto al popolo di Cuba e alle famiglie a lutto a causa delle azioni del terrorista reo-confesso. La cosa più paradossale, continua la dichiarazione del MINREX è che, mentre si assolve Posada Carriles, cinque cubani rimangono ingiustamente nelle carceri nordamericane per aver cercato informazioni sulle azioni dei terroristi di origine cubana che, come Posada Carriles, passeggiano liberi e impunemente per le strade di Miami.

Posada Carriles: insolito verdetto, afferma un antiterrorista cubano
11.4 - Antonio Guerrero, uno dei cinque antiterroristi cubani detenuti negli Stati Uniti, ha definito insolito il verdetto di assoluzione per il criminale internazionale Luis Posada Carriles. Ha detto che a El Paso, in Texas, è stato fatto un "processo teatrale" contro Posada "per aver mentito alle autorità di Immigrazione". Tuttavia, ha precisato in un messaggio che è circolato ieri tra centinaia di amici nel mondo, "i Cinque conoscono molto bene quello che è un processo di fronte a una giuria di 12 persone negli Stati Uniti". Guerrero, ri-sentenziato a 21 anni e 10 mesi di privazione della libertà il 13 ottobre 2009 nella Corte del Distretto Sud della Florida, mette in dubbio che agiranno "contro tutto quello che è stato provato là (a El Paso)". Gli argomenti presentati nelle udienze hanno evidenziato "la complicità di Posada Carriles negli atti terroristici contro Cuba (in 1997), in cui ha perso la vita Fabio Di Celmo", un giovane turista italiano.

Playa Girón: una vittoria anche sulle menzogne statunitensi
11.4 - Per quanto corra la bugia, alla fine la verità la raggiunge, dice a Cuba un vecchio proverbio, il cui significato può essere collegato oggi a un'aggressione mercenaria avvenuta mezzo secolo fa. Come preambolo dell'attacco a Playa Girón, otto aeroplani B-26, con le insegne della Forza Aerea Rivoluzionaria e l'insegna nazionale, hanno bombardato Cuba, e invece di difendere un popolo vittorioso vi si sono scagliati contro. Il carico mortale di questi aerei ha colpito tre aeroporti: uno nel municipio di San Antonio de los Baños, un altro a La Habana e l'ultimo nell'orientale città di Santiago de Cuba. Il proposito degli aggressori era quello di distruggere gli aerei a terra e privare Cuba di questi mezzi per la sua difesa di fronte all'invasione che attraverso Girón, nota nei circoli politici di Washington come Baia dei Porci, sarebbe avvenuta poco dopo. Quell'alba del 15 aprile 1961, artiglieri, piloti e meccanici cubani hanno occupato rapidamente i loro posti e molti giovani hanno messo in funzione la contraerea in una questione di secondi.

Havana Club aspira a vendere quattro milioni di casse
11.4 - Autorità dell’azienda produttrice di rum Havana Club hanno dichiarato oggi la loro aspirazione di raggiungere quest’anno vendite di quattro milioni di casse contenenti nove litri del liquore cubano. Il presidente della Corporazione CubaRon, Juan González, ha aggiunto che vi è questo proposito, nonostante l'arbitraria decisione della corte degli Stati Uniti di non rinnovare la licenza di commercializzazione del marchio in quel paese. González ha detto che la capacità industriale per la produzione della nota bevanda è a un livello molto alto, e da ciò si stimano volumi esportabili al di sopra dei 100 milioni di dollari nei principali mercati.

Cresce l’arrivo di turisti a Cuba
11.4 - Cuba ha ricevuto questa domenica un milione di turisti nel 2011 con 13 giorni di anticipo rispetto l'anno precedente, ha indicato un comunicato del Ministero del Turismo. La nota aggiunge che il paese ha avuto il 10.4 % di crescita nel settore durante il primo trimestre, soprattutto per provenienze da Canada, Russia, Argentina, Regno Unito, Cile, Polonia, Venezuela e Belgio. In crescita anche gli arrivi attraverso viaggi di crociera e inoltre si può contare anche su nuove camere a Cayo Santa María, nel nord della centrale provincia di Villa Clara e nel principale centro balneare del paese, Varadero.

Il prodotto cubano Heberprot-P riceve il premio Miglior Inventore Giovane
11.4 - Il biofarmaco cubano Heberprot-P, utilizzato per il trattamento del piede diabetico, ha ricevuto a Ginevra il premio al Migliore Inventore Giovane (Wipo Award For Best Young Inventor) dell'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI). Questo prodotto sviluppato dal Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologia di Cuba, che offre una soluzione a un’infermità considerata da molti anni una sfida per il mondo scientifico, nel marzo scorso ha avuto anche la Medaglia d’Oro dell'OMPI. Questa volta è stato premiato durante la 39° edizione della Fiera Internazionale delle Invenzioni, terminata ieri a Ginevra e alla quale hanno partecipato 45 paesi con oltre mille innovazioni. Il prodotto, già utilizzato su oltre 20.000 pazienti di Cuba e di altre parti del mondo e brevettato in 15 paesi, accelera la cicatrizzazione di UPD profonde e complesse e diminuisce il rischio di amputazioni.

ONU: Cuba denuncia l’assoluzione di un terrorista negli Stati Uniti
12.4 - Cuba ha chiesto all'ONU che distribuisca come documento ufficiale delle Nazioni Unite una denuncia del suo Ministero degli Esteri contro l'assoluzione del terrorista Luís Posada Carriles in un processo farsa negli Stati Uniti. La petizione è stata presentata dalla missione permanente di Cuba presso l'organizzazione mondiale al Segretario Generale dell'ONU, Ban Ki-moon. In un comunicato stampa, la rappresentanza diplomatica ha sottolineato che dopo tre mesi di farsa giudiziale in Texas, la giuria ha avuto bisogno di sole tre ore per dichiarare innocente il noto terrorista. Posada Carriles è stato assolto da 11 accuse di falsa testimonianza, frode migratoria e ostruzione al procedimento, accuse irrisorie se paragonate ai suoi attentati terroristici, sottolinea la nota. Aggiunge che non sono state considerate le prove irrefutabili sulla sua partecipazione alla catena di attentati con bombe perpetrati nel 1997 a La Habana, né la sua responsabilità nell'esplosione di un aereo di Cubana de Aviación nel 1976, con 73 morti. Tuttavia, denuncia che mentre Posada Carriles è stato assolto, cinque antiterroristi cubani scontano una condanna collettiva di 99 anni più due ergastoli negli Stati Uniti.

La sconfitta mercenaria a Cuba: Playa Girón
12.4 – Il 50° anniversario della vittoria di Playa Girón ha una notevole rilevanza per il popolo cubano ed è ricordato per la sconfitta nel 1961 dell'invasione di truppe mercenarie, addestrate dall'Agenzia Centrale di Intelligence (CIA). Questo piano di incursione armata era stato approvato dal Presidente degli Stati Uniti Dwight D. Eisenhower, che il 17 marzo 1960 ordinò di iniziare il reclutamento dei mercenari di origine cubana, che sarebbero sbarcati nell'occidentale provincia di Matanzas. Alcuni giorni dopo le elezioni negli Stati Uniti, il 18 novembre 1960, la CIA espose al Presidente eletto John F. Kennedy i particolari del piano e questi approvò l'idea. Il 15 aprile 1961, mentre la flotta navale mercenaria navigava verso Cuba scortata da navi nordamericane della Marina di Guerra, otto bombardieri B-26 dipinti con le insegne della Forza Aerea Cubana, bombardarono due basi dell'aviazione e un aeroporto civile. Lo sbarco a Cuba della cosiddetta Brigata 2506 iniziò il 17 aprile, con le stesse caratteristiche delle unità di assalto anfibio delle forze armate degli Stati Uniti. Aveva circa 1.500 uomini armati, carri armati e artiglieria di campagna. Dirette personalmente dal leader della Rivoluzione, Fidel Castro, le truppe cubane non diedero tregua al nemico e alle 17:30 ora locale del 19 aprile, l'invasione era sconfitta.

Gli Stati Uniti proibiscono a musicisti di recarsi a Cuba
12.4 - L'Amministrazione del Presidente Barack Obama ha rifiutato i permessi a un gruppo di artisti irlandesi-americani per recarsi a Cuba, dove aveva previsto di partecipare a un festival di musica tradizionale celtica, ha denunciato il sito digitale IrishCentral.com. I musicisti, residenti negli Stati Uniti, erano stati invitati a suonare al II Festival Annuale della Cultura Celtica, in programma dal 15 al 26 aprile prossimi in sedi della restaurata Habana Vieja. L'evento ha il sostegno dell'Ufficio dello Storiografo di La Habana e dell'agenzia di promozione culturale del Governo di Dublíno "Culture Ireland" (Cultura Irlanda), ed è coordinato fuori da Cuba dall'irlandese Kilian Kennedy, spiega l'informazione.

Playa Girón: un livello superiore nelle aggressioni contro Cuba
13.4 - L'invasione organizzata dagli Stati Uniti a Playa Girón, nell'occidentale provincia di Matanzas, 50 anni fa ha costituito un livello superiore nel cumulo di azioni ostili per distruggere la Rivoluzione cubana. Le azioni criminali pianificate dal territorio nordamericano avevano compreso l'esplosione della nave La Coubre, una nave francese che trasportava armi e munizioni, il 4 marzo 1960 nel porto di La Habana. Il popolo, insieme a poliziotti e pompieri, stava prestando aiuto per recuperare i feriti, quando una seconda esplosione sorprese e uccise coloro che avevano avuto questo gesto solidale. Anche se nel 1961 le aggressioni di Washington prevedevano inoltre l’incendio dei canneti, l'incursione in acque cubane di imbarcazioni pirata e la morte di esseri umani, non era stata mai portata a termine un'operazione di carattere militare. Il 15 aprile aerei degli Stati Uniti con le insegne cubane hanno attaccato gli aeroporti di San Antonio de los Baños e di Ciudad Libertad, nella vecchia provincia di La Habana, e di Santiago di Cuba, nel territorio orientale. Gli invasori, addestrati dalla nordamericana Agenzia Centrale di Intelligence, sono penetrati attraverso Playa Girón e sono stati sconfitti in meno di 72 ore dalle Milizie Nazionali Rivoluzionarie, create da poco, e dalle truppe della Polizia e dell'Esercito Ribelle.

Girón: i cubani hanno frustrato il tentativo di creare un Governo provvisorio
13.4 - I cubani hanno sconfitto in meno di 72 ore l'incursione di cinquant’anni fa di elementi addestrati dagli Stati Uniti dopo che questi erano penetrati attraverso Playa Girón per occupare una porzione di territorio e stabilire un Governo parallelo. Il 17 aprile 1961 oltre 1.500 uomini hanno invaso Cuba nella parte sud dell'occidentale provincia di Matanzas, e sono sbarcati in un luogo conosciuto come Baia dei Porci. Occupare la zona di sbarco per poi chiedere un intervento armato statunitense costituiva il principale obiettivo dell'invasione. Per il successo della missione contavano su differenti mezzi e armamenti come navi, chiatte, corvette con cannoncini, lance per dare appoggio allo sbarco, aeroplani B-26 e P-51, carri armati M-41, camion di vario tipo e cannoni, tra gli altri. Secondo testimonianze di coloro presenti in quei momenti, una delle navi, nota come Río Escondido, trasportava nel suo interno un impianto di comunicazione con il quale avrebbero annunciato al popolo la presunta vittoria controrivoluzionaria, ma la nave venne affondata. La sconfitta che Cuba ha inflitto agli invasori è diventata la prima in America Latina per gli Stati Uniti e ha riaffermato l’impegno del popolo cubano con il processo iniziato il 1° gennaio 1959.

Cuba ricorda un’azione terroristica preambolo dell’invasione mercenaria
13.4 - Cuba ricorda oggi l'azione terroristica contro i grandi magazzini El Encanto a La Habana, una dose criminale del preambolo dell'invasione mercenaria a Playa Girón organizzata e finanziata dagli Stati Uniti nell’aprile del 1961. Nel sabotaggio contro l'installazione commerciale ha perso la vita la cubana Fe del Valle, 18 persone sono rimaste ferite e le perdite economiche sono state di circa 20 milioni di dollari. Documenti storici precisano che il 9 aprile 1961 è esplosa una bomba alle entrate dei magazzini, ma senza danni maggiori della distruzione di alcuni vetrate. Quattro giorni dopo, dopo l'esplosione di due ordigni incendiari preparati con C-4, le fiamme dentro El Encanto hanno impegnato i pompieri fino alle 19:00 ora locale e hanno interessato anche i vicini stabilimenti Lynx e Indocina. Il sinistro è stato provocato da Carlos González, lavoratore del settore dischi del centro e membro del gruppo terroristico Movimiento de Recuperación del Pueblo, di cui un suo parente Reynold González era il capoccia. Dopo i fatti, il criminale è stato fermato come sospetto a Playa Baracoa, a ovest della capitale, mentre cercava di abbandonare Cuba.

Playa Girón: allegria e tristezza del popolo cubano
14.4 - Allegria e tristezza sono sentimenti che evocano oggi i cubani quando si riferiscono alla vittoria su un'aggressione mercenaria organizzata e finanziata dagli Stati Uniti cinquant’anni fa. Nel ricordo di molti appare la partecipazione diretta negli avvenimenti e la disposizione del popolo a rimanere sul piede di lotta per non rinunciare alla libertà conquistata con sacrificio, sudore e sangue. Altri ricordano le vittime umane, tra queste molti giovani, e i danni materiali di un attacco che è stato sconfitto in meno di 72 ore dopo intensi combattimenti. Durante le prime ore dell'alba del 17 aprile 1961 è iniziato lo sbarco dei 1.550 uomini della cosiddetta Brigata 2506 attraverso Playa Girón, con carri armati e blindati, e l'appoggio dei paracadutisti e del bombardamento aereo. L'obiettivo degli invasori, addestrati dall'Agenzia Centrale di Intelligence (CIA) degli Stati Uniti, era quello di occupare la zona della Ciénaga de Zapata, nella costa meridionale della provincia di Matanzas, e instaurare un Governo controrivoluzionario auspicato da Washington. Ma i funesti piani hanno incontrato il rifiuto delle forze armate cubane e delle Milizie Nazionali Rivoluzionarie, che sotto la guida del leader Fidel Castro, non hanno dato tregua agli aggressori raggiungendo la vittoria il 19 aprile.

Il Venezuela ribadisce agli Stati Uniti la richiesta di estradizione di un terrorista
14.4 - Il Governo venezuelano ribadisce oggi mediante una nota ufficiale la sua richiesta agli Stati Uniti di estradizione del terrorista Luis Posada Carriles, assolto alcuni giorni fa in questo paese dopo un processo per immigrazione definito una farsa. Il Ministero degli Esteri ha annunciato la consegna della nota ai rappresentanti diplomatici di Washington a Caracas, per confermare la richiesta effettuata nel 2005, sulla base dell'esistenza di un accordo bilaterale di estradizione vigente da quasi 90 anni. "Oggi porteremo un documento ratificando la nostra petizione, d’accordo con i trattati internazionali, affinché si possa effettuare in Venezuela il processo contro Posada Carriles per l'esplosione dell'aereo di Cubana de Aviación", ha anticipato il Ministro delle Relazioni Estere, Nicolás Maduro. Il terrorista protetto dagli Stati Uniti è reo confesso dell'attentato nell’ottobre 1976 contro l'aereo cubano, sabotaggio nel quale hanno perso la vita 73 persone. Posada Carriles nel 1985 è evaso da un carcere di massima sicurezza a San Juan de los Morros, stato di Guárico, mentre era in attesa della sentenza per questo crimine, e da allora ha conti pendenti con la giustizia venezuelana.

García Delgado: il patriottismo cubano contro l’attacco mercenario
15.4 - Il nome e l'amore verso Cuba di un giovane di 25 anni di età risaltano in giorni come oggi quando 50 anni fa ha occupato un posto speciale nella storia di Cuba. Eduardo García Delgado, membro delle Milizie Nazionali Rivoluzionarie, ha ottenuto l'immortalità degli eroi scrivendo con il suo sangue "Fidel" poco prima di morire. L'azione di García Delgado racchiude una gran dose di simbolismo e la fedeltà senza limiti al leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro. Dal 15 aprile 1961, questo uomo del popolo figura nella lista di oltre 2.350 suoi compatrioti morti in conseguenza della politica ostile degli Stati Uniti contro Cuba. Quel giorno, otto aeroplani B-26, con le insegne della Forza Aerea Rivoluzionaria e l'insegna nazionale, hanno bombardato vari punti di Cuba come parte dei piani di aggressione organizzati e finanziati da Washington.

Playa Girón: l'aggressore non si pente
15.4 - Trascorso mezzo secolo dell'aggressione armata a Cuba con l'invasione a Playa Girón, gli Stati Uniti, che l’hanno organizzata e finanziata, continuano a non pentirsi delle vite falciate e dei danni causati. La sconfitta fulminante inferta dai cubani a una brigata ben armata e sostenuta logisticamente da mezzi militari statunitensi ha provocato in quei giorni dell’aprile 1961 l'ammissione da parte del Presidente nordamericano della responsabilità dell'attacco. Ovviamente quel "mea culpa" pubblico di John F. Kennedy non ha mai significato la sospensione da parte di Washington delle continue azioni violente contro Cuba, con preferenza agli atti terroristici per tentare per decenni l'impossibile destabilizzazione della società rivoluzionaria. Sabotaggi a installazioni di produzione o di servizi, incendi di canneti per colpire l’allora prima industria nazionale e l'introduzione denunciata da Cuba di virus e malattie che è costata, tra l’altro, la vita a 101 bambini, sono momenti neri che sono seguiti a Girón.

Il Partito Comunista di Cuba: avanguardia della nazione
15.4 - Il Partito Comunista di Cuba (PCC), avanguardia organizzata della nazione, costituisce la forza dirigente superiore della società e dello Stato di questo paese caraibico. Ha la responsabilità di organizzare e orientare gli sforzi comuni verso la costruzione del socialismo e il progresso verso la società comunista. In questo modo è scritto nell'articolo 5 del capitolo I della Costituzione cubana che proclama dalla sua terza riforma nel 2002 l'irreversibilità del carattere socialista della Rivoluzione iniziata il 1°gennaio 1959. Le radici di questa organizzazione sono nel Partito Rivoluzionario Cubano, fondato e proclamato ufficialmente il 10 aprile 1892 dall'Eroe Nazionale, José Martí, e nel primo Partito Comunista di Cuba, nato sotto la guida di Carlos Baliño e di Julio Antonio Mella il 16 agosto 1925. Finora sono stati effettuati cinque congressi del PCC (1975, 1980, 1986, 1991 e 1997), e il sesto sarà tra il 16 e il 19 aprile dell'attuale anno con l’ottica posta in un gruppo di misure per aggiornare il modello economico cubano.

Cuba: il VI Congresso del Partito Comunista nel plenario
18.4 - I delegati al VI Congresso del Partito Comunista di Cuba si riuniscono oggi nel plenario dopo la discussione del Progetto di Lineamenti della Politica Economica e Sociale in cinque commissioni. La commissione 5 ha analizzato ieri il tema dell'acquisto delle abitazioni e ha deciso di portare al plenario la decisione sulla compravendita delle stesse e di flessibilizzare altre forme di trasmissione della proprietà di immobili tra persone fisiche. Nella Commissione I, il suo presidente Marino Murillo ha sottolineato che per l'aggiornamento del modello economico di Cuba è indispensabile un processo di contrattazione adeguato. Vari delegati della Commissione 2 si sono trovati d’accordo sul fatto che non è possibile pretendere che i lineamenti comprendano nel dettaglio tutto il necessario per aggiornare il modello economico, perché molti dei suggerimenti potranno essere tenuti in conto solo quando entreranno in vigore le decisioni o le politiche progettate. La Commissione 3, presieduta da Margarita González, Miguel Díaz-Canel e Roberto Morales Ojeda, ha iniziato la discussione delle 26 proposte sul Capitolo VI del progetto di lineamenti, della Politica Sociale, sull’Educazione, Salute, Sport, Cultura, Previdenza Sociale, Impiego e Salari. Riguardo la politica agro-industriale, i delegati della Commissione 4 hanno espresso consenso sul fatto di aggiungere che l'accesso diretto ad articoli ed attrezzature comprenda oltre alle forme produttive i produttori individuali.

La Missione Dentro il Quartiere in Venezuela arrivata all’ottavo anniversario
18.4 - La Missione Dentro il Quartiere, compresa nell'accordo Cuba-Venezuela, arriva quest’anno al suo ottavo anniversario con un record di oltre 438 milioni di visite mediche, oftalmiche e odontoiatriche. Migliaia di medici provenienti da Cuba sono giunti in Venezuela nell’aprile del 2003 per stabilirsi in zone di difficile accesso e canalizzare le necessità del popolo venezuelano, pubblica nella sua pagina-web il Ministero della Salute. Questo programma sociale offre attenzione immediata, integrale, efficace e gratuita per i più bisognosi. Finora, 6.712 centri di Dentro il Quartiere 1 hanno salvato 302.171 vite e hanno assistito 7.382 parti.

Fidel Castro partecipa alla chiusura del Congresso dei comunisti cubani
19.4 - Il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha partecipato oggi alla chiusura del VI Congresso del Partito Comunista di Cuba. Durante l'incontro, iniziato lo scorso 16 aprile al Palazzo delle Convenzioni, i delegati hanno discusso e approvato la Relazione Centrale dell'evento, presentata da Raúl Castro all'inaugurazione. In cinque commissioni e nel plenario è stato dibattuto il Progetto di Lineamenti della Politica Economica e Sociale del Partito e della Rivoluzione che ha avuto via libera dopo nuove modifiche e l'ampia consultazione popolare. Inoltre, il VI Congresso ha orientato il Governo per la creazione di una Commissione Permanente per l'Implementazione e lo Sviluppo di detti lineamenti, senza che vi sia una diminuzione delle funzioni degli organismi dell'Amministrazione Centrale dello Stato. I delegati hanno considerato che l'Informe Centrale è essenziale per intraprendere i compiti futuri, fondamentalmente nell'economia, e costituisce una valutazione obiettiva del cruciale momento che vive la nazione. Parallelamente non saranno trascurati un istante i pilastri che garantiscono la sovranità e l’indipendenza di Cuba: l'unità del popolo e la sua permanente disposizione a difendere a qualunque prezzo il socialismo. Il VI Congresso ha inoltre incaricato il Comitato Centrale di trasferire al Parlamento raccomandazioni per perfezionare gli organismi del Poder Popular, il sistema elettorale e la divisione politico-amministrativa.

Raúl Castro eletto Primo Segretario del Partito Comunista
19.4 - Raúl Castro è stato eletto Primo Segretario dell'Ufficio Politico del Partito Comunista di Cuba dal nuovo Comitato Centrale (CC), presentato oggi alla chiusura del VI Congresso dell'organizzazione. La funzione di Secondo Segretario la svolgerà José Machado Ventura, che inoltre capeggerà il Segretariato del CC, composto da sette membri. L'Ufficio Politico, prima di 24 membri, ne ha ora 15 e vi sono in questa struttura Ramiro Valdés, Abelardo Colomé Ibarra, Julio Casas Regueiro, Esteban Lazo, Ricardo Alarcón e Miguel Díaz-Canel. Vi sono anche Leopoldo Cintra Frías, Ramón Espinosa Martin, Álvaro López Miera e Salvador Valdés, che insieme a quelli già citati facevano parte del precedente Burò. A loro si aggiungono come nuovi membri Marino Murillo, Adel Yzquierdo e Mercedes López Acea, l'unica donna nel gruppo. Oltre a Machado Ventura e di Lazo, compongono il Segretariato José Ramón Balaguer, Abelardo Álvarez, Víctor Gaute, Olga Lidia Tapia e Misael Enamorado.

Playa Girón, al di là del momento storico a Cuba
19.4 - La vittoria di Playa Girón, oltre a dichiarare il carattere socialista della Rivoluzione cubana nel 1961, ha rappresentato uno dei fattori politici decisivi del periodo, la cui trascendenza oltrepassa oggi il suo momento storico. Il 19 aprile 1961 le truppe cubane dirette dal leader della Rivoluzione, Fidel Castro, non hanno dato tregua al nemico e alle 17:30 ora locale di quel giorno, l'invasione mercenaria è stata sconfitta. Giorni prima - il 15 aprile 1961 - mentre il raggruppamento navale mercenario navigava verso Cuba, scortato da navi nordamericane della Marina da Guerra, otto bombardieri B-26 pilotati da mercenari e dipinti con le insegne della Forza Aerea cubana, hanno bombardato due basi dell'aviazione e un aeroporto civile. Al funerale delle vittime dei bombardamenti non vi è stata sorpresa quando Fidel Castro ha avvertito sull’imminente minaccia di invasione e ha proclamato il carattere socialista della Rivoluzione. Conservano validità le parole di Fidel il 16 aprile 1961: "Quello che gli imperialisti non possono perdonarci è la dignità, il coraggio, la fermezza ideologica, lo spirito di sacrificio e lo spirito rivoluzionario del popolo di Cuba". "Questo è ciò che non possono perdonarci, che siamo qui sotto il loro naso e che abbiamo fatto una Rivoluzione Socialista proprio sotto il naso degli Stati Uniti", ha detto lo stratega il cui messaggio è entrato nella vita di ogni giovane della nuova generazione di cubani. Lo sbarco a Cuba della Brigata mercenaria 2506 era cominciato il 17 aprile e la stessa riuniva caratteristiche simili alle unità di assalto anfibio delle forze armate degli Stati Uniti. Era composta da circa 1.500 uomini armati, carri armati e artiglieria da campagna. Le forze cubane erano composte da combattenti dell'Esercito Ribelle e della Polizia Nazionale Rivoluzionaria, ma il grosso era formato da miliziani volontari con scarsa o nessuna esperienza di combattimento. Passata la vittoria di Playa Girón, l'evento è stato considerato come la prima sconfitta militare dei nordamericani nel secolo XX nella regione, e così lo hanno vissuto il Presidente John F. Kennedy e il sottosegretario di Stato Dean Rusk, quando sono stati avvisati che tutto era finito in un disastro.

Cuba ha compiuto il piano di produzione dello zucchero
19.4 - Cuba ha compiuto il piano dello zucchero della presente zafra, in cui si è avuta un'evoluzione favorevole degli indicatori di base dell'efficienza, ha detto una fonte del settore. Il capo dell'Ufficio di Comunicazione Istituzionale del Ministero dello Zucchero, Liobel Pérez, ha evidenziato che il risultato produttivo è avvenuto con un mese di anticipo e con costi inferiori a quelli pianificati. Quest’ultimo indicatore e la quantità stimata di canna al 108.7 %, apporteranno una quantità superiore a quanto programmato. Già hanno concluso la loro attività 11 industrie, che in complesso hanno apportato circa 25.000 tonnellate in più rispetto ai calcoli iniziali.

Raúl Castro invia un messaggio ai combattenti e al popolo cubano
20.4 - Il Presidente cubano, Raúl Castro, ha inviato un messaggio di augurio e di gratitudine, pubblicato oggi a La Habana, a ognuno dei partecipanti alla rivista militare e alla sfilata popolare dello scorso 16 aprile. Ha affermato che lì è sfilato un popolo pieno di gioventù in una dimostrazione di sostegno della Rivoluzione cubana. Cinquant’anni sono trascorsi da quell'aprile del 1961 in cui il popolo si è schierato per salvaguardare le nostre più grandi conquiste, ha sottolineato. Ha evidenziato che da allora milioni di cubani hanno difeso da diverse trincee la Patria Socialista. Servano queste giornate di aprile per rendere omaggio, da questo storico Congresso del Partito e in occasione delle date commemorative, i combattenti delle Milizie delle Truppe Territoriali, della Difesa Antiaerea e della Forza Aerea Rivoluzionaria (DAAFAR) e i nostri carristi, ha precisato.

Cuba svilupperà la seconda fase della vaccinazione antipolio
20.4 - La seconda fase della 50° Campagna di Vaccinazione contro la poliomielite avrà luogo in tutta Cuba dal 22 al 28 di aprile e, una volta conclusa, sarà protetto contro questa malattia oltre mezzo milione di bambini. In questa occasione riceveranno una seconda dose del vaccino (due gocce per via orale), un totale di 372.714 bambini minori di tre anni. Riceveranno anche un richiamo, 134.377 bambini di nove anni (dai nove anni fino a 11 mesi e 29 giorni dalla nascita). Nel 1962, Cuba ha intrapreso la prima di queste azioni e da allora sono state applicate circa 79 milioni di dosi del vaccino, con cui la popolazione minore di 62 anni è protetta contro un'infermità che prima del trionfo della Rivoluzione costituiva un grave problema di salute.

Criticata l’ipocrisia degli Stati Uniti nella lotta contro il terrorismo
21.4 – A San Francisco, l'intellettuale statunitense Saul Landau ha ribadito le critiche all'ipocrisia del suo paese nella lotta contro il terrorismo, assolvendo criminali come Luis Posada Carriles. "I terroristi sono liberi mentre gli antiterroristi sono in carcere", ha affermato Landau rispondendo a domande dei partecipanti alla presentazione nel cinema Brava, di questa città, del suo documentario "Per favore che il vero terrorista si alzi!". Posada Carriles, autore dell'esplosione di un aereo civile nella quale morirono 73 persone nel 1976, è stato assolto l’8 aprile in un tribunale di El Paso, in Texas, da 11 accuse relative solamente a frode migratoria. Tuttavia, Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Antonio Guerrero, Fernando González e René González stanno scontando ingiuste e arbitrarie condanne in carceri degli Stati Uniti. I Cinque, come sono noti a livello internazionale, avevano avvisato sui piani estremisti organizzati e finanziati nel sud della Florida.

ONU: sottolineato l’aiuto di Cuba alle vittime di Chernobil
26.4 – Oltre 25.000 persone, tra queste 21.340 bambini, sono stati beneficati dal programma umanitario sviluppato da Cuba per le vittime della catastrofe nucleare di Chernobil, è stato reso noto oggi alle Nazioni Unite. Il dato è compreso in una lettera diretta al Segretario Generale dell'ONU, Ban Ki-moon, dalla Missione Permanente di Cuba presso l'organizzazione mondiale in occasione questo martedì del 25° anniversario di quella tragedia. La missiva è firmata dall'addetto di commercio della rappresentazione diplomatica cubana, Rodolfo Benítez, che ha chiesto che venisse distribuita come documento ufficiale dell'ONU. Spiega che di fronte al sollecito di aiuto internazionale per affrontare il problema, specialisti cubani hanno visitato l’Ucraina agli inizi del 1990 e "il 29 marzo dello stesso anno sono arrivati a Cuba i primi 139 bambini colpiti per ricevere attenzione medica". A partire da quel momento è iniziato un programma integrale di salute, di massa e gratuito, per l'attenzione a Cuba ai bambini colpiti dall'incidente di Chernobil, dice la lettera.

Circola all’ONU una denuncia cubana sul terrorista Posada Carriles
26.4 - Una denuncia di Cuba contro l'assoluzione del terrorista Luís Posada Carriles in un processo farsa negli Stati Uniti, circola alle Nazioni Unite come documento ufficiale dell'organizzazione mondiale. Si tratta di una dichiarazione emessa lo scorso 9 aprile dal Ministero degli Esteri cubano che condanna l'assoluzione del noto terrorista in un processo celebrato nella città nordamericana di El Paso, in Texas. Il testo è stato distribuito questo lunedì all'ONU con il numero A/65/819-S/2011/242, con data 13 aprile, su richiesta presentata dal rappresentante permanente di Cuba presso le Nazioni Unite, Pedro Núñez Mosquera. Il documento considera che il processo contro l'ex-agente della CIA per irregolarità migratorie e non per terrorismo costituisce un insulto al popolo di Cuba e alle famiglie in lutto per le azioni di questo terrorista reo confesso. La nota del Ministero degli Esteri di Cuba precisa che Washington è a conoscenza della partecipazione di Posada Carriles all'attentato contro un aereo di Cubana de Aviación nel 1976 con 73 civili morti. Allo stesso modo, denuncia che mentre questo delinquente è stato assolto, cinque antiterroristi cubani scontano negli Stati Uniti una condanna complessiva di 99 anni più due ergastoli.

Il Governo degli Stati Uniti chiede di respingere la richiesta di un antiterrorista cubano
26.4 - Il Governo degli Stati Uniti ha chiesto di respingere la richiesta di Habeas Corpus di Gerardo Hernández, uno dei cinque antiterroristi cubani detenuti in quel paese dal 1998. Ha chiesto anche che non gli sia concessa un'udienza per analizzare i suoi argomenti e le presunte prove presentate contro di lui. Gerardo Hernández, René González, Ramón Labañino, Antonio Guerrero e Fernando González scontano condanne che arrivano fino a un doppio ergastolo più 15 anni di carcere per aver informato sui piani criminali dei gruppi anticubani che risiedono nello stato nordamericano della Florida. La posizione ufficiale è contenuta in un documento consegnato al tribunale federale di Miami dal procuratore Caroline Heck Miller, che è la principale accusatrice di Hernández e che è stata anche colei che si è rifiutata di processare il terrorista Luis Posada Carriles nel 2005. Nei prossimi giorni il collegio di difesa di Hernández darà la sua risposta e la giudice Joan Lenard prenderà la sua decisione.

Il Ministro degli Esteri cubano evidenzia il consenso sulla creazione del CELAC
27.4 – I solidi precedenti costruiti nella regione permettono che oggi ci sia un consenso essenziale per la creazione della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (CELAC), ha evidenziato a Caracas Bruno Rodríguez, Ministro degli Esteri cubano. In un intervento durante la riunione dei Ministri degli Esteri della CELAC, con sede nel hotel Melia Caracas, Rodríguez ha valutato che questo è un momento importante nello sviluppo del progetto di blocco di integrazione, la cui entrata in vigore è prevista per il prossimo mese di luglio. A suo giudizio, la creazione della CELAC è un avvenimento storico e trascendentale per il destino dei popoli della zona. L'incontro dei Ministri degli Esteri sarà preceduto da dibattiti ministeriali su ambiente, economia ed energia, per il buon funzionamento della CELAC, che comprende tutta l’America Latina e i Caraibi, eccetto Stati Uniti e Canada.

Il Venezuela ringrazia per il sostegno cubano nello sviluppo sociale
29.4 - Il Ministro venezuelano della Cultura, Francisco Sesto, ha ringraziato per la cooperazione di Cuba in materia di sviluppo sociale, durante l'inaugurazione di una biblioteca donata all'Ambasciata cubana. "Non sappiamo in che modo ringraziare per l'appoggio di migliaia di collaboratori in missione internazionalista. Sentiamo sempre di più che siamo un solo popolo in lotta contro gli imperi e per la costruzione del socialismo", ha precisato nella sede diplomatica. Venezuela e Cuba attuano un accordo di scambio culturale in diverse manifestazioni. Inoltre promuovono l'integrazione regionale nel settore, attraverso iniziative come il Fondo Culturale dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America, blocco regionale che hanno fondato nel dicembre del 2004.