Agosto 2004

Progetto cubano dà i primi risultati con gli analfabeti ecuadoriani
2.8 - Un programma cubano di alfabetizzazione ha dato i primi frutti in Ecuador e oggi ammontano a 415 gli abitanti del cantone (municipio) di Cotacachi che hanno imparato a leggere e a scrivere mediante questo metodo. La città omonima, nella provincia settentrionale di Imbabura a popolazione prettamente indigena, si messa in gala per festeggiare queste persone, delle quali oltre l’80 % erano analfabete totali, in un periodo di circa tre mesi. Un buona parte di questa località è stata percorsa da una sfilata lunga diverse centinaia di metri, capeggiata dal sindaco Auki Tituaña e dall'Ambasciatrice di Cuba in Ecuador, Ileana Díaz-Argüelles, durante la quale i nuovi alfabetizzati si sono mostrati felici il loro successo. Anastasio Mitjans, dell'ufficio dell'UNESCO in Ecuador, ha evidenziato come per questo organismo l’alfabetizzazione sia uno degli impegni fondamentali e ha ringraziato per l'aiuto del Governo cubano in questo compito.

La disattivazione dell'industria dello zucchero non genera disoccupazione
2.8 - Carlos Lage Dávila, Membro del Burò Politico, ha sottolineato il fatto che disattivare una centrale dello zucchero a Cuba, è lontano dall’essere un fatto traumatico ed è accompagnato da benefici economici e sociali per il collettivo e la comunità. Il Segretario del Comitato Esecutivo del Consiglio dei Ministri ha spiegato che mentre in altre nazioni, pure obbligate dai bassi prezzi dello zucchero grezzo a ridurre la produzione, la misura genera disoccupazione, a Cuba i lavoratori vengono riposizionati, ricevono una pensione decorosa o vengono reinseriti nello studio, con lo stesso salario. Un esempio di quanto esposto da Lage, che è anche Vicepresidente del Consiglio di Stato, sono state le opere inaugurate questo fine settimana nella centrale Paraguay, nella zona di Guantánamo - una delle 70 di 156 esistenti nel paese - che hanno fermato per sempre le sue macchine, per l'alto costo della sua produzione. Uno stadio, una scuola primaria, una biblioteca e una sala di video sono state aperte nel cortile di questa fabbrica, i cui bassi rendimenti hanno costretto alla chiusura molto prima dell’applicazione della politica di riconversione dell'industria cubana dello zucchero.

Protesteranno nuovamente a Miami contro le misure anticubane di Bush
3.8 - Manifestanti cubano-americani protesteranno ancora una volta a Miami contro le misure adottate recentemente dal Governo del Presidente George W. Bush contro Cuba, dirette a distruggere la sua Rivoluzione. Come annunciato dagli organizzatori, la prossima manifestazione si realizzerà il prossimo 7 agosto di fronte al Municipio della città, promossa dall'Associazione delle Donne Cristiane in Difesa della Famiglia. Durante la protesta verrà consegnata una lettera negli uffici del Sindaco e dei consiglieri comunali, per esigere che le autorità municipali considerino e approvino una risoluzione contro le misure dell'Amministrazione Bush. Lo scorso sabato più di cinquecento persone si sono riunite davanti all'ufficio della congressista di origine cubana Ileana Ros-Lehtinen, una delle principali promotrici dell’assedio economico e commerciale contro Cuba, in vigore da oltre 40 anni e reso più duro dall'attuale Governo repubblicano.

I cubani negli Stati Uniti di fronte al dilemma elettorale
3.8 - Tradizionalmente considerati conservatori repubblicani, gli emigrati cubani negli Stati Uniti affrontano oggi un conflitto che potrebbe far cambiare loro l'etichetta politica: Bush o la famiglia. Il dilemma ha la sua origine nelle misure adottate lo scorso 30 giugno dal Governo statunitense con il proposito di fare ridurre l'entrata di valuta a Cuba, che hanno limitato i viaggi ai cubano-americani nel loro paese di origine a uno ogni tre anni e hanno ridotto i limiti per l'invio di rimesse e di pacchetti. Fino a poco tempo fa, questo settore dava l'immagine di un gruppo con posizioni politiche identiche, dominate dal tentativo di distruggere la Rivoluzione a qualunque prezzo. La reazione di una parte considerevole di questi emigrati alle misure del Presidente George W. Bush ha evidenziato, tuttavia, l'esistenza di visioni differenti e perfino discrepanze nei 1.3 milioni dei cosiddetti cubano-americani.

Diminuisce la mortalità infantile in una provincia centrale cubana
3.8 - Un tasso di mortalità infantile di 4.6 per ogni mille nati vivi minori di un anno è stato raggiunto dalla provincia centrale cubana di Ciego de Avila, indice inferiore a quello di periodi precedenti e uno dei più bassi del paese. Il dottore Rolando Pérez, capo del dipartimento di Salute Riproduttiva e Adolescenza in questo territorio, ha dichiarato a Prensa Latina che tale indice è equiparato a quello dei paesi più sviluppati ed è il risultato dell'alta priorità che viene concessa a Cuba al programma materno-infantile. Ha puntualizzato, inoltre, che questo risultato è la conseguenza diretta del lavoro sviluppato dai medici e dalle infermiere della famiglia, ginecologi e pediatri di diversi istituti per garantire una maternità sicura e un'infanzia salutare.

Il Presidente cubano Fidel Castro invia un messaggio di condoglianze al Paraguay
4.8 - Il Presidente cubano, Fidel Castro, ha inviato un messaggio di condoglianze e di solidarietà al popolo paraguayano e allo stesso tempo ha offerto l'appoggio dei medici cubani dopo l'incendio avvenuto in un supermercato ad Asunción. Nella lettera inviata al Capo di Stato paraguayano, Nicanor Duarte, il Presidente cubano esprime la sua certezza che il popolo del Paraguay potrà contare sull'appoggio dei medici cubani che prestano servizio in diversi posti del paese sud-americano, secondo una notizia di Radio Habana Cuba. Fidel Castro ha espresso, inoltre, la disposizione a inviare con la maggiore urgenza, qualora sia necessario, un gruppo di specialisti con le medicine appropriate per sostenere gli sforzi per assistere i feriti e nella lotta per salvare le loro vite. Radio Habana Cuba ha segnalato che i medici cubani che prestano servizio nell'interno del Paraguay, hanno contattato rapidamente la direzione della Missione Medica e l'Ambasciata di Cuba ad Asunción, per mettersi a disposizione delle autorità sanitarie della nazione sud-americana. Allo stesso modo, hanno manifestato la loro disposizione a donare sangue per soccorrere i sopravvissuti del tragico evento che ha gettato nel lutto il popolo paraguayano.

Le leggi degli Stati Uniti continuano a incoraggiare l’esodo illegale da Cuba
5.8 - A 10 anni dalla cosiddetta ‘crisi dei balseros’ che portò gli Stati Uniti a firmare un accordo migratorio con Cuba, le leggi nordamericane che stimolano l'esodo illegale continuano a incoraggiare pericolose traversate attraverso lo stretto della Florida. La Legge di Aggiustamento Cubano, applicata dal 1966, concede automaticamente un permesso di lavoro ai cubani che arrivino al territorio nordamericano per qualunque via, privilegi che non vengono concessi a cittadini di altri paesi. Questa legge dà ai cubani che arrivano in modo illegale negli Stati Uniti un trattamento particolare, in relazione agli emigranti di altri paesi. La Habana considera la Legge di Aggiustamento viola gli accordi migratori bilaterali, che stabiliscono che le autorità statunitensi devono rimpatriare gli emigranti illegali e concedere un minimo di 20.000 visti annuali, per regolare le relazioni migratorie. Gli inadempimenti di questi accordi da parte statunitense, incoraggiano l'emigrazione illegale perché in virtù della Legge di Aggiustamento, accolgono i cubani che arrivano lì come clandestini o ‘balseros’, fatto che incoraggia l'emigrazione insicura e illegale. La stampa nazionale cubana riferisce di due casi recenti nei quali hanno perso la vita dieci persone in uno e sette in un altro: tutte queste persone viaggiavano su zattere improvvisate.

Rivista nordamericana assegna a Cuba l’ottavo posto ad Atene 2004
5.8 - L'influente rivista specializzata Sports Illustrated ha previsto che Cuba sarà nuovamente alla testa dell'America Latina e otterrà l'ottavo posto ai XXVIII Giochi Olimpici di Atene 2004. Nella sua ultima edizione in data 2 agosto, la pubblicazione nordamericana ha indicato che i cubani potrebbero raggiungere nelle competizioni della capitale greca, programmate dal 13 al 29 agosto prossimo, l'ottavo gradino con un totale di 29 medaglie. Secondo l'analisi, dettagliata per sport, Cuba otterrebbe questa posizione con 12 medaglie d’oro, 9 d’argento e 4 di bronzo. L'edizione speciale di Sports Illustrated, dedicata alle previsioni sul grande appuntamento dello sport mondiale, afferma che Cuba riconquisterà lo scettro olimpico nel baseball, davanti a Giappone e Canada.

Potranno fallire lo sciamano e la sfera di cristallo, ma non la medicina verde
5.8 – "Il vento ha spento il falò dello sciamano, la sfera di cristallo ormai non dice più niente", afferma in "Appeso al cielo" il cantautore cubano Carlos Varela, ma la medicina naturale come forma di cultura tradizionale a Cuba continua a curare. A grandi crisi, grandi soluzioni. L'uomo posto di fronte alle sfide inventa, innova, trova. Si salva e salva, con le risorse della sua storia, con la memoria e con la sua tradizione. Esiste una legge naturale che protegge gli esseri umani nella difficile arte di sopravvivere e vincere. La medicina verde fa parte, dunque, del nostro immaginario latinoamericano. A Cuba, tra i benefici della cosiddetta crisi degli anni ’90, c’è la riscoperta di questa forma di medicina che non ha effetti secondari e riporta il paziente a quello che Samuel Hahnemann chiedeva: "la cose simili si curano con le cose simile". Vale a dire, la natura con la natura.

Il presidente del Consiglio Mondiale della Pace condanna il genocidio di Hiroshima

7.8 - Il presidente del Consiglio Mondiale della Pace, Orlando Fundora, ieri ha evidenziato l'inconsistenza degli argomenti degli Stati Uniti per commettere il genocidio di Hiroshima, che nel 1945 è costato subito la vita di 120.000 giapponesi. Fundora, che presiede anche il Movimento Cubano per la Pace e la Sovranità dei Popoli, ha ricordato che quando Washington ordinò di lanciare la bomba atomica su Hiroshima e alcuni giorni dopo su Nagasaki, già il resto degli alleati della Germania si era arreso ed era impossibile per il Giappone continuare la guerra. Nelle sue dichiarazioni ha accusato gli Stati Uniti di avere massacrato la popolazione giapponese solo per dimostrare che possedevano il monopolio della bomba atomica. Allo stesso modo ha ricordato che il Movimento Cubano per la Pace e la Sovranità dei Popoli arriverà il prossimo giorno 8 agosto al suo 55° anniversario dalla fondazione, e la cui nascita ha avuto uno stretto legame con i bombardamenti a Hiroshima e a Nagasaki. Allo stesso modo, una dichiarazione inviata a Prensa Latina spiega che questa Organizzazione Non Governativa articola gli sforzi di molti enti e persone di Cuba, rivolte alla campagna mondiale per la coesistenza pacifica degli stati, per la sovranità, per lo sviluppo dei popoli e per la pace.

L’Ambasciatore paraguayano ringrazia per l’aiuto cubano davanti alla tragedia nel suo paese
7.8 - L'Ambasciatore del Paraguay a La Habana, Augusto Ocampos Caballero, ha ringraziato per l'immediato aiuto portato al suo paese dal Presidente Fidel Castro e dal popolo cubano per un incendio in un supermercato dove sono morte oltre 400 persone. Cuba è stata tra le prime nazioni che hanno reagito davanti alla tragedia, offrendo le sue condoglianze, la sua solidarietà e ogni tipo di aiuto, ha espresso il diplomatico. Ocampos ha affermato che il capo di Stato del Paraguay, Nicanor Duarte, ha accettato l'offerta di Cuba mediante una nota inviata dal MInistro degli Esteri Leila Rachid al suo omologo cubano, Felipe Pérez Roque. Ha precisato che l'aiuto medico è partito all'alba di questo giovedì da La Habana e che il contingente di professionisti cubani - medici e infermieri - lavora già in Paraguay, "in un esempio di umanità e di solidarietà per i quali il nostro paese ringrazia profondamente", ha sottolineato.

Aumenta a Río de Janeiro la lotta al dengue con un larvicida cubano
9.8 - L'uso del larvicida biologico cubano Bactivec per combattere il dengue verrà estesa da questo lunedì a tutti i municipi con priorità dello stato di Río de Janeiro, ha reso noto una fonte ufficiale di questa città. Il rappresentante in Brasile dell'azienda cubana Labiofam, Juan Carlos Vega, ha detto che oltre al municipio di Río de Janeiro, con più di sei milioni di abitanti, e oltre ad altri quattro municipi dove si sta utilizzando il prodotto, questa settimana la disinfestazione verrà estesa ad altri cinque. Ha segnalato che il Bactivec viene distribuito alla popolazione, con l’assistenza di due tecnici cubani che si trovano in Brasile, man mano che viene ricevuto, e il piano è quello di usarlo in 20 municipi, per cui il governo statale di Río ha acquistato i quantitativi necessari mediante un contratto firmato nello scorso marzo. Prima della firma di questo accordo, il componente biologico è stato testato per oltre un anno in un'area del municipio di Nova Iguacu, dove l'infezione è scesa dal 9 a meno dell’1 %.

Fidel Castro consegna il diploma a nuovi infermieri integrali
9.8 - Cuba può contare oggi su 797 nuovi infermieri, che prossimamente entreranno in servizio, dopo avere ricevuto il loro diploma dalle mani del Presidente cubano, Fidel Castro, in cerimonia di abilitazione che si è tenuta a La Habana. Durante la cerimonia, effettuata ieri nel teatro Astral di La Habana, il Presidente ha consegnato inoltre un libro della ‘Storia di Cuba’ e diplomi di riconoscimento agli studenti che più si sono distinti. Da parte sua, il direttore della Scuola di Formazione Emergente di Infermeria ‘Repubblica di Panama’, del municipio Cotorro della capitale, ha detto che questo è il secondo gruppo di diplomati di questo centro che viene assegnato agli ospedali e ai policlinici della città, disposto a compiere qualunque compito che la Rivoluzione gli assegni. Tra le caratteristiche più rilevanti di questi giovani, la cui età media è tra i 20 e 21 anni, ha segnalato che il 66.5 % è costituito da ragazze. Il 90 % dei diplomati proviene dalle scuole pre-universitarie e da centri di insegnamento politecnico, il 65 % è figlio di operai e casalinghe e solo un 10 % ha genitori professionisti, ha aggiunto.

Richiesto alle autorità di Miami di respingere le misure anticubane
9.8 - Per la quinta settimana consecutiva, manifestanti cubano-americani hanno protestato a Miami in rifiuto alle recenti misure del Presidente statunitense, George W. Bush, contro Cuba. Secondo una notizia della rivista Areito, nella sua edizione digitale, circa 250 persone si sono riunite, sotto un'intensa pioggia, di fronte all'edificio del Municipio della città, per esigere dal sindaco e dai consiglieri comunali l’approvazione di una risoluzione contro le nuove restrizioni ai viaggi a Cuba. Una delegazione di madri cubane, dell'Associazione di Donne Cristiane in Difesa della Famiglia, organizzazione che ha promosso la protesta, ha consegnato una lettera diretta alle massime autorità locali, sollecitandole a firmare la risoluzione. "Queste misure nel loro insieme sono in una posizione molto difficile da difendere legalmente e costituzionalmente", ha dichiarato questo sabato al quotidiano ‘Sun’ Sentinel Alfredo López, portavoce dei manifestanti.

Locomotive centenarie prestano servizio nella capitale di Cuba
9.8 - Una locomotiva a vapore di 83 anni è stata aggiunta al parco ferroviario della capitale cubana che conta su altre tre macchine di questo tipo con oltre un secolo di antichità. Il veicolo realizza quattro corse al giorno dalla centrale e raffineria dello zucchero ‘Martínez Prieto’, considerato un Centro di Riferimento della Cultura dello Zucchero a Cuba, fino a El Rincón, località periferica ubicata nel municipio di Boyeros della capitale, secondo quanto riporta la pubblicazione digitale Tribuna di La Habana. Le altre tre macchine, che superano i cento anni, offrono passeggiate attraverso le aree della centrale, che si trovano nel municipio di Marianao, che fu sede del primo ingenio dello zucchero di Cuba, fondato nel 1675. Tra queste macchine c’è la locomotiva più piccola di Cuba che tira due mini-vagoni, ciascuno di due metri di lunghezza, nei quali possono viaggiare fino a dodici persone sedute, su binari di circa 150 metri di lunghezza e di 15 pollici di larghezza.

L’estrema destra accusata di promuovere una campagna contro Michael Moore
10.8 - L'estrema destra dell'emigrazione cubana negli Stati Uniti è dietro gli attacchi contro Michael Moore, autore del film ‘Fahrenheit 9/11’, una critica al mandato del Presidente George W. Bush, ha affermato il quotidiano Granma. Precisa che, oltre agli insulti, i gruppi estremisti ricorrono al ricatto, come viene riportato in un articolo del quotidiano ‘El Nuevo Herald’, che chiede l'espulsione del regista dalla campagna dei candidati presidenziali democratici per evitare il rifiuto dei cubano-americani. Un articolo dal titolo ‘Miami e Michael Moore’ precisa che una netta maggioranza della comunità di origine cubana residente negli Stati Uniti è lontana dal pensiero e dall'azione di questi gruppi estremisti e di quello che definisce il loro linguaggio da gangster. Secondo la pubblicazione, gli attacchi contro l'intellettuale sono provocati dai suoi scritti del 1997 e del 2000 nei quali i gruppi di estrema destra dell'emigrazione cubana sono caratterizzati come la malavita politica dello stato della Florida. Secondo questi testi, Moore ha denunciato il fatto che i leader controrivoluzionari negli Stati Uniti sono stati legati al contrabbando di droghe, all'assassinio di Kennedy e agli scandali del Watergate e dell’Iran-contras.

Intensa siccità causa notevoli perdite in una provincia cubana
11.8 – La provincia di Holguín, nell’oriente cubano ha riportato notevoli perdite nel bestiame bovino e suino e nella produzione di latte e di canna da zucchero, per la siccità registrata nell'ultimo anno. Raúl Topes, vicedirettore del Ministero di Finanze e Prezzi nel territorio, ha segnalato a Prensa Latina che fino alla fine dello scorso luglio, il paese ha investito oltre 15.2 milioni di pesos (uguale al valore del dollaro al cambio ufficiale) per placare la situazione. Tale cifra, ha chiarito, potrebbe essere aumentata qualora persista la scarsità di precipitazioni e la conseguente carenza di acqua nei bacini artificiali. Una relazione della delegazione del Ministero dell'Agricoltura (MINAGRI) riflette la perdita di 450.000 quintali di prodotti e un panorama complesso nell'allevamento bovino. La fonte ha rivelato che nell'ultimo anno sono morti 1.428 capi di bestiame e 850 vacche da riproduzione, mentre la produzione di latte è diminuita a 418.000 litri, mentre l’allevamento suino ha visto diminuire notevolmente il peso per animale. La relazione precisa che la siccità ha colpito 10 dei 14 municipi della provincia di Holguín, oltre a causare 29 incendi forestali che hanno danneggiato 645 ettari.

Fatto arrivare il segnale TV in una lontana zona montuosa di Cuba
11.8 - Il principale gruppo montuoso cubano, la Sierra Maestra, ha finito di essere una "zona di silenzio" grazie all'installazione di un centro ripetitore del segnale televisivo. Il ripetitore è stato montato nella zona di Minas del Frío, nel pieno cuore della cordigliera che servì da scenario alla guerra di liberazione capeggiata dall’odierno Presidente Fidel Castro, alla fine degli anni ‘50 del secolo scorso. L'operazione, realizzata dalla divisione di RADIOCUBA nella provincia Granma, non solo farà arrivare il segnale televisivo in posti dove finora era inedito, ma lo migliorerà nei paraggi dove già si riceveva. Oltre a proporre alla gente di montagna una nuova opzione ricreativa, il centro presterà un'incalcolabile contributo al sistema educativo dell'isola permettendo l'instaurazione nelle scuole di montagna di un programma audiovisivo di insegnamento trasmesso in tutta l'isola attraverso due canali di televisione.

La tormenta tropicale Charley minaccia Cuba
12.8 – La tormenta tropicale Charley minaccia di colpire la parte occidentale di Cuba nelle prossime ore, ha reso noto l’Istituto di Meteorologia (ISMET). Charley, a mezzogiorno di ieri, si trovava a sud dell’estremo occidentale della Giamaica a 161 chilometri da Kingston, ha una pressione di 296 ettopascal, venti di 110 chilometri all’ora e si sposta alla velocità di 30 chilometri all’ora, ha detto il dottor José Rubiera, capo del dipartimento di previsioni dell’ISMET. La tormenta deve diminuire ancora la sua velocità di spostamento e continuerà a diventare più intensa per le condizioni favorevoli nell’alta atmosfera e per le elevate temperature del Mar Caribe, ha indicato Rubiera. Si stima che a Cuba il maggior pericolo sarà per le province di Pinar del Río, all’estremo occidentale dell’isola, La Habana, Ciudad de La Habana e Matanzas. La parte orientale di Cuba quasi non sarà interessato dal passaggio del fenomeno meteorologico, ha aggiunto lo specialista. Cuba ha decretato lo stato di all’erta ciclonico nella sua metà occidentale per la prossimità della tormenta tropicale e da Pinar del Río fino a Villa Clara, compresa l’Isola della Gioventù gli organismi di direzione provinciale stanno adottando le misure per proteggere la popolazione, le strutture economiche e sociali.

Cuba considera possibile un'aggressione militare degli Stati Uniti
20.8 – Nonostante la smentita di funzionari statunitensi, i parlamentari cubani valutano che sarebbe ingenuo scartare la possibilità di un'aggressione con il proposito di imporre un cambiamento politico a Cuba. Jorge Lezcano, consulente dell'Assemblea Nazionale del Poder Popular e autore del libro "Note per una cronologia della politica annessionista degli Stati Uniti rispetto a Cuba", ha detto in un’intervista con Prensa Latina che il Parlamento ha avvertito sulla possibilità di un intervento basato su fatti. Interrogato sulla smentita dei funzionari statunitensi su tale eventualità, Lezcano ha valutato che qualsiasi serio esame porta alla stessa conclusione dei parlamentari.

L’Occidente di Cuba ricorre ad alternative per la mancanza di elettricità
20.8 - La provincia di Pinar del Río, la più occidentale di Cuba, ricorre oggi a pozzi di riserva artigianali per far fronte alla seria mancanza di acqua dovuta ai danni causati dall'uragano Charley lo scorso 13 agosto. Il territorio, nel quale risiedono oltre 730.000 persone, manca di servizio elettrico dall'alba del 13 agosto, interrotto per i danni provocati da raffiche di vento superiori a 200 chilometri all’ora. La versione digitale del quotidiano provinciale ‘Guerrillero’, aggiornato dopo vari giorni di interruzione, indica che 11 pozzi di riserva sono stati attivati con pompe idrauliche a mano nella capitale provinciale, benché ancora si deve stabilire se sia potabile o meno. José Antonio Hernández, responsabile delle Risorse Idrauliche a Pinar del Río, ha precisato a ‘Guerrillero’ che allo stesso modo vengono applicate altre alternative per fornire di acqua una città che ha una sola condotta su tre in funzione.

Riparate oltre 1.400 abitazioni danneggiate dall’uragano Charley
20.8 – Oltre 1.430 abitazioni della provincia di La Habana sono stati riparate fino a oggi nella fase di recupero iniziata cinque giorni dopo il passaggio dell'uragano Charley attraverso l'occidente di Cuba. Tra le risorse distribuite vi sono circa 20.000 tegole di asbesto-cemento per la copertura di abitazioni, ha indicato il quotidiano Juventud Rebelde. Sulle azioni per affrontare i danni nell'agricoltura, ha precisato che bisognerà seminare oltre quattromila caballerías nella prossima stagione fredda e dare priorità alle coltivazioni di ciclo corto, oltre a trattare con urea più di 500 caballerías di banano e altre di malanga. Oltre 66.000 tonnellate di agrumi sono sul terreno, di queste se ne potranno recuperare solamente 9.000, ha precisato il quotidiano, come anche oltre 280 stalle hanno perso la copertura o hanno avuto altri problemi.

Il Gruppo di Río dibatte sulla proposta brasiliana di inserire Cuba
21.8 - La proposta brasiliana di inserire Cuba nel Gruppo di Río è uno dei principali temi che prenderanno in esame i Ministri degli Esteri dei 19 paesi latinoamericani e caraibici membri di questo forum, al quale non partecipano gli Stati Uniti. La proposta è stata fatta dal Ministro degli Esteri brasiliano, Celso Amorim, all’inaugurazione di una due giorni in preparazione del XVIII Vertice che verrà effettuato il 4 e 5 novembre a Río de Janeiro. ''E’ importante che apriamo un dialogo per il reinserimento di Cuba nel seno della famiglia latinoamericana", ha detto Amorim. Se la proposta verrà accettata, sarà portata all’esame del Vertice, che sessionerà sotto la presidenza del Brasile che quest’anno esercita la Segreteria Pro-Tempore. Il Presidente Luiz Inacio Lula da Silva aveva annunciato nel maggio dell'anno scorso, alla chiusura del precedente Vertice a Cuzco, in Perù, la sua intenzione di invitare Cuba a partecipare ai dibattiti di questo organismo. "Voglio consultare tutti i membri del Gruppo di Río affinché Cuba possa partecipare almeno come invitato speciale. Non ha nessun senso il fatto che Cuba ne stia fuori. Non so quali siano le ragioni per le quali Cuba non sia stata invitata, ma certamente lo sarà", ha affermato nella conferenza stampa di chiusura di quella riunione.

A buon ritmo il ripristino della telefonia a Cuba, dopo il passaggio di Charley
21.8 - Il servizio telefonico nelle due province di La Habana, le più colpite dall'uragano Charley, sarà ristabilito entro il 31 di questo mese, ha informato oggi un alto dirigente dell'Azienda di Telecomunicazioni di Cuba (ETECSA). In virtù di soluzioni provvisorie, per tale data l'abbonato non noterà differenze qualitative nella prestazione del servizio, anche se il sistema sarà completamente recuperato solo verso la fine di ottobre, ha chiarito in una conferenza stampa José Antonio Fernández, presidente esecutivo dell’ETECSA. Secondo un bilancio preventivo, che potrà aumentare ancora, l'importo delle avarie ammonta a 1.2 milioni di dollari, soprattutto su quello che gli specialisti chiamano impianti esterni, cioè, nella rete di pali e cavi. I danni maggiori sono stati rilevati nella parte occidentale di provincia Habana e a Ciudad de La Habana dato che Charley ha attraversato l'isola nella parte più stretta - i 40 chilometri tra le spiagge di Guanímar e Cajío, a sud, e quelle di Baracoa e Santa Fe, a nord - con venti sostenuti di 165 chilometri all’ora e raffiche superiori ai 200 chilometri all’ora.

Aumentati gli acquisti cubani di alimentari negli Stati Uniti
21.8 - Acquisti di alimenti negli Stati Uniti per oltre 960 milioni di dollari sono stati realizzati dall’azienda Alimport, da quando sono state autorizzate le vendite di questi prodotti nel dicembre 2001. Le norme commerciali nordamericane hanno stabilito che Cuba doveva pagare in contanti gli alimenti acquistati da aziende statunitensi. I pagamenti vengono effettuati quando i prodotti sono già in rotta verso l'Isola. Dell'importo totale contrattato, le autorità cubane hanno già pagato 830 milioni, somma che corrisponde ai negoziati conclusi, mentre il resto dovrà essere pagato allo stesso modo quando le merci saranno pronte per essere trasportare verso La Habana.

La cubana Beltrán è stata a un passo dall'oro: ripete l'argento olimpico
21.8 - La cubana Dayma Beltrán ha convalidato ieri la sua condizione di seconda classificata olimpica nello judo, nella divisione degli oltre 78 Kg., e ha dato a Cuba la seconda medaglia di argento ai XXVIII Giochi Olimpici di Atene 2004. La cubana ha migliorato così abbondantemente i pronostici degli specialisti internazionali che non la comprendevano in zona medaglie, e in questo modo si è posizionata tra le 15 judokas con più medaglie nella storia dello judo. Vice-campionessa a Sydney 2000, la Beltrán ha sfiorato l'oro: praticamente era a un passo dalla vittoria di fronte alla giapponese Maki Tsukada, quando dopo averla sbilanciata l’ha gettata al tappeto, azione che per alcuni osservatori doveva essere dichiarata "ippon" (equivalente al K.O., nel pugilato).

Cuba romperà le relazioni con Panama se verrà dato l’indulto ai terroristi
23.8 - Cuba ha avvisato che se la Presidentessa di Panama, Mireya Moscoso, darà l’indulto a quattro terroristi di origine cubana detenuti in quel paese, le relazioni diplomatiche tra le due nazioni saranno automaticamente rotte. In una nota ufficiale riportata dai mezzi cubani di stampa, il Governo cubano segnala che nelle ultime ore hanno preso forza le voci sull'intenzione della Presidentessa di Panama di dare l’indulto a Luis Posada Carriles, Gaspar Jiménez Escobedo, Pedro Remón e Guillermo Novo Sampol. I quattro erano stati arrestati, processati e condannati a Panama per aver tentato di assassinare il Presidente Fidel Castro in occasione del Vertice Ibero-Americano realizzato a Panama nel novembre 2001. Il Governo cubano ricorda che lo scorso 14 agosto il Ministero degli Esteri cubano aveva denunciato all'opinione pubblica internazionale "le voci che circolavano in mezzo alla mafia terroristica di Miami" secondo le quali la Presidentessa Moscoso avrebbe dato l’indulto ai terroristi tra il 15 e il 30 di questo mese. Nelle ultime ore, precisa, hanno preso forza a Panama e a Miami le voci sull'imminenza dell'indulto ai quattro terroristici anticubani.

Il Vicepresidente ispeziona il recupero nella parte occidentale
23.8 - Il Vicepresidente cubano Carlos Lage Dávila ha visitato per la seconda volta in meno di una settimana l’occidentale provincia di Pinar del Río, che manca di elettricità dal passaggio dell'uragano Charley lo scorso 13 agosto. Qui si è interessato sulle alternative impiegate per garantire la fornitura di acqua alla popolazione, servizio che funziona ancora solo in modo parziale, mediante l'utilizzo di fonti di emergenza. In varie località l’acqua viene distribuita con autobotti e in altre sono stati attivati pozzi artesiani di riserva. Questo fine settimana durante un incontro con i dirigenti dell’amministrazione di questa provincia, Lage ha affermato che i lavori per ridare la fornitura di energia elettrica alla zona stanno procedendo in modo soddisfacente. Ha elogiato la capacità di mantenere in funzione tutti gli ospedali e i policlinici e di garantire la produzione di latte e di altri alimenti vitali. Ha definito meritorio il lavoro dei 2.000 lavoratori del settore energetico che lavorano per ristabilire il servizio elettrico nell’occidente cubano.

Yumileidi Cumbá: prima medaglia d’oro di Cuba ad Atene
23.8 – In modo inaspettato, ma giusto per la sua purezza, la lanciatrice del peso Yumileidi Cumbá è diventata la prima medaglia d’oro di Cuba ai XXVIII Giochi Olimpici di Atene 2004, essendo stata trovata positiva al controllo antidoping la russa Irina Korzhanenko. La direttrice delle comunicazioni del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), Giselle Davies, ha informato che l'atleta russa che aveva ottenuto il primo posto nel lancio del peso lo scorso giorno 18, dovrà restituire immediatamente la sua medaglia e il suo diploma, decisione già notificata alla delegazione della nazione europea. La Cumbá aveva ottenuto il secondo posto dopo avere commesso vari nulli e solo all'ultimo istante, come le grandi, aveva lanciato il peso a 19.59 metri sopravanzando la tedesca Nadine Kleinert. La campionessa dei Giochi Panamericani, 19.31 a Santo Domingo 2003, e dell’appena concluso Campionato Ibero-Americano di Huelva, Spagna, con 19.97, è diventata l'unica latinoamericana ad arrivare a questo livello in un’Olimpiade.

L’Occidente cubano sta per ristabilire il servizio elettrico
23.8 - Severamente colpito dall'uragano Charley, il servizio elettrico delle tre province più occidentali di Cuba è sul punto di essere normalizzato, ha informato un dirigente dell'Azienda Elettrica. Nella più occidentale, Pinar del Río, la fornitura di energia ha cominciato a riprendere dalle prime ore di ieri sera, ha confermato Víctor Puentes, capo della Regolazione Nazionale della Richiesta Elettrica. Come primo passo sono stati riattivati i 10 tralicci delle linee dell’alta tensione abbattuti dall’uragano nel tratto che va dalla capitale alla località di Mariel, nella contigua provincia di La Habana. Questo, ha spiegato il funzionario, faciliterà la fornitura di energia alla centrale termoelettrica Máximo Gómez (di Mariel) e alle sue cabine di derivazione, uno dei passi essenziali per trasmettere elettricità verso Pinar del Río. I lavori sono stati effettuati da oltre 300 tecnici di linea e da altro personale di appoggio che inoltre hanno riparato la linea di 110.000 volt e le cabine di Artemisa e Guanajay, un'altra condizione per trasmettere elettricità verso il territorio pinareño.

Cuba respinge l’offerta degli Stati Uniti per affrontare i danni dell’uragano
23.8 - Cuba ha respinto un'offerta di 50.000 dollari del Governo degli Stati Uniti per affrontare i danni dell'uragano Charley e ha detto che questo gesto ignora i danni causati al paese dalle successive amministrazioni nordamericane. Una dichiarazione emessa dal Ministero delle Relazioni Estere e che riporta la stampa cubana definisce il fatto "un nuovo insulto e un'offesa alle centinaia di migliaia di famiglie cubane che hanno patito i danni di questo fenomeno naturale". Spiega che lo scorso 13 agosto, dopo il passaggio dell’uragano, Richard Boucher, portavoce alterno del Dipartimento di Stato, ha annunciato che "gli Stati Uniti sono dispiaciuti per i danni causati dall'uragano Charley ed esprimono la loro solidarietà con il popolo cubano". Il documento riferisce che "con totale cinismo e ipocrisia", il Dipartimento di Stato ha segnalato che "il popolo cubano può contare sull'appoggio degli Stati Uniti in questi momenti difficili". Il MINREX puntualizza che, in modo svergognato, il portavoce ha invitato il Governo di Cuba a permettere la consegna di questo aiuto al popolo cubano. Dopo avere sottolineato il fatto che il gesto "ignora in modo sfacciato i danni causati per oltre quarant’anni dalla guerra economica di successive amministrazioni contro il nostro paese", esprime che ovviamente il Governo nordamericano soffre di amnesia totale.

Proteste a Miami per le misure di Bush contro Cuba
24.8 – Oltre 250 persone hanno protestato a Miami, in Florida, contro le recenti misure adottate dal Governo degli Stati Uniti contro Cuba, che tentano di distruggere la sua Rivoluzione, ha informato ieri il direttore della rivista Areíto, Andrés Gómez. I manifestanti si sono riuniti questo fine settimana di fronte alla sede degli uffici del dipartimento del Tesoro a Miami, per respingere le restrizioni imposte dall'amministrazione di George W. Bush ai cubano-americani che desiderano recarsi nel loro paese di origine, ha sottolineato. Il progetto di Washington permette solo ai cubani residenti negli Stati Uniti di recarsi a Cuba una volta ogni tre anni. Gómez ha segnalato che l'obiettivo delle proteste è quello di fare pressioni su Bush affinché elimini queste misure o in caso contrario che gli "costino il maggiore numero di voti alle elezioni" del prossimo novembre. Alla manifestazione è stata approvato di organizzare sabato prossimo una raccolta di articoli da inviare a Cuba alle persone colpite dal passaggio dell'uragano Charley, ha precisato.

Le donne cubane in festa
24.8 – Nonostante i danni causati dall'uragano Charley, la parola "Auguri" ha percorso strade, centri di lavoro e tutto lo spazio pubblico che c’è a Cuba: la Federazione delle Donne Cubane compie 44 anni. Dove forse con più fervore si ascoltano gli auguri è nell'ovest del paese, perché buona parte delle forze tecniche che partecipano lì alla riparazione dei danni provocati dall’uragano è costituita da donne. Fin dalle province centrali e orientali sono arrivate esperte con questo obiettivo. Il panorama è possibile, in primo luogo, perché da anni la donna cubana ha smesso di essere confinata alla casa e condivide con gli uomini i compiti più qualificati e perfino altri che per le loro esigenze fisiche sembrano incompatibili con il bene o mal definito sesso debole. Tanto è vero, che oggi le donne rappresentano circa il 45 % della forza lavoro nel settore statale civile, con oltre due milioni di operaie, tecniche, professioniste e dirigenti. Inoltre sono poco meno della metà degli scienziati del paese, costituiscono circa il 60 % degli insegnanti nei centri universitari, e il 66.5 % dei professionisti e tecnici.

Motori elettronici di alta qualità fabbricati nell’oriente cubano
24.8 - L'Azienda di Motori Elettrici di Holguín, nella zona orientale di Cuba, elabora un ampio assortimento di apparecchiature con il marchio commerciale TAUBA. L'ente conta sulla capacità tecnologica sufficiente a garantire la consegna di un prodotto di alta qualità, destinato al mercato interno e all'esportazione. La fabbrica dispone di moderni impianti forniti dalla Cina, che permettono di arrivare ai parametri richiesti dai diversi utenti. Questa industria può fabbricare 30.000 pezzi all’anno che comprendono macchine di 24 tipi, da 900 fino a 3.900 giri al minuto, di queste 19 trifasiche e 4 monofasiche di lunga durata. Allo stesso modo, grazie alla cooperazione stabilita con aziende europee, l'azienda cubana è capace di produrre motori di alta potenza fino a 110 chilowatt che già identificano la TAUBA in varie parti del mondo.

Cuba disapprova l’indulto ai terroristi detenuti a Panama
25.8 - Un indulto ai quattro terroristi di origine cubana che nel novembre 2000 hanno tentato di assassinare a Panama il Presidente Fidel Castro, esacerberà a Cuba i sentimenti di rifiuto anche per il solo fatto di citare tale eventualità. Più di una volta negli ultimi giorni, le autorità e la stampa cubane hanno fatto riferimento a insistenti voci secondo le quali Luis Posada Carriles, Gaspar Jiménez Escobedo, Pedro Crispín Remón e Guillermo Novo Sampol potrebbero essere liberati grazie a uno degli ultimi atti di Mireya Moscoso, Presidentessa del Panama. Le dichiarazioni sono salite di tono domenica, quando il Governo Rivoluzionario ha avvisato con una nota ufficiale che qualora la Presidentessa concedesse l’indulto al quartetto, le relazioni diplomatiche tra le due nazioni verrebbero automaticamente rotte. Prima, il 14 agosto, il Ministero degli Esteri cubano aveva fatto riferimento a voci "che circolano in mezzo alla mafia terroristica di Miami" sulle intenzioni che in tal senso aveva la Moscoso prima di consegnare la carica di Presidente a Martín Torrijos. La persistenza delle voci, e la loro conferma "da parte di amici panamensi", ha fatto ribadire a Cuba che "la responsabilità storica e le conseguenze che derivino da questa indegna decisione cadranno interamente sulla Presidentessa Mireya Moscoso e sul Governo" .Per dare fondamento al fatto che non sarebbe solo un'aberrazione politica ma anche legale, ha aggiunto che la legislazione panamense concede al Presidente della Repubblica l'attribuzione dell'indulto, ma purché il processo si sia concluso ed esista una sentenza definitiva. Questo non è il caso del processo contro i citati terroristi, che si trova ancora in fase di appello, ha chiarito la nota ufficiale cubana.

Il Venezuela sostiene l’inserimento di Cuba nel Gruppo di Río
25.8 - Il Venezuela sostiene l’inserimento di Cuba al Gruppo di Río e qualunque altra proposta che favorisca l'integrazione latinoamericana, ha detto ieri il Ministro degli Esteri venezuelano, Jesús Arnaldo Pérez. Il capo della diplomazia venezuelana ha ricordato che questa è stata una proposta del Governo del Brasile alla recente riunione dei Ministri degli Esteri di questo Gruppo, ma poiché il punto non figurava nell'agenda, alcuni Ministri degli Esteri hanno richiesto di consultare i loro rispettivi paesi. Ha aggiunto che l'idea è quella di far partecipare Cuba ai dibattiti, in accordo con quanto detto dal Ministro degli Esteri brasiliano, Celso Amorín, promotore della proposta. Noi lo sosteniamo in considerazione delle relazioni che abbiamo con Cuba e della cooperazione tra le nostre nazioni, ma anche perché si tratta di qualcosa a favore dell'unione, per potere procedere all'integrazione latinoamericana, ha aggiunto.

Cuba ha battuto il record di turisti in un solo giorno nella stagione estiva
25.8 - Cuba ha battuto il record di turisti alloggiati in un giorno negli hotel durante la stagione estiva (maggio-ottobre), registrando il numero di 44.415 turisti lo scorso 10 agosto. Secondo il Ministero del Turismo, il numero raggiunto oltrepassa il precedente record estivo del 19 agosto 2003, quando avevano pernottato negli hotel cubani 40.026 turisti. Questo dato è riflesso nel continuo incremento che ha avuto l'industria turistica negli ultimi mesi, che ha permesso una crescita sostenuta di oltre l’11 % in relazione all'anno precedente. Secondo le fonti, tra le mete di maggior successo vi sono quelle dei Jardines del Rey, di Holguín, di Varadero e di Ciudad de La Habana, mentre i mercati di provenienza dei turisti sono capeggiati da Canada, Gran Bretagna e Italia.

Il servizio di elettricità nell’occidente cubano torna alla normalità
25.8 - Dopo avere patito per 10 giorni gli inconvenienti che derivano dalla mancanza di elettricità, la provincia occidentale di Pinar del Río sta tornando alla normalità man mano che riceve più corrente dal sistema elettro-energetico nazionale. Le prime lampadine si sono accese nella capitale del territorio all'alba di ieri, ma la fornitura sta coprendo altre località grazie alla messa in funzione di due dei quattro blocchi dell’impianto termoelettrico Máximo Gómez, che fornisce il grosso dell'energia consumata dagli abitanti di Pinar del Río. Questi si erano visti privare dell’indispensabile servizio quando i venti dell'uragano Charley hanno abbattuto diversi tralicci dell’alta tensione che trasportano l'energia da quell’impianto di generazione, situato nella contigua località di Mariel, in provincia di La Habana, vittima del principale danno dell’uragano al sistema elettrico.

Cuba riconquista ad Atene 2004 lo scettro nel baseball olimpico
26.8 - Nella terra che ha dato i natali allo sport olimpico, Cuba ha riconquistato lo scettro nel baseball ad Atene 2004, vincendo ieri per 6-2 l’incontro di finale con l'Australia. "Ci siamo preparati per guadagnare questa medaglia d’oro; avevamo un debito con il popolo e lo abbiamo saldato: la corona olimpica del baseball va a Cuba", ha espresso molto allegramente Michel Enríquez, il capitano della squadra vincitrice.

Le martelliste cubane Moreno e Crawford vincono l’argento e il bronzo olimpici
26.8 - Le cubane Yipsi Moreno e Yunaika Crawford hanno vinto ieri le medaglie d’argento e di bronzo nel lancio del martello ai Giochi Olimpici di Atene 2004, il cui titolo è stato vinto dalla russa Olga Kuzenkova. La Moreno, due volte campionessa mondiale e leader del ranking mondiale, è arrivata seconda con la misura di 73.36 metri, mentre la Crawford ha lanciato l’attrezzo a 73.16, la sua migliore prestazione personale. La russa Olga Kuzenkova, vicecampionessa mondiale, ha vinto l'oro con un record olimpico di 75.02. Con le prestazioni della Moreno e della Crawford, Cuba ha ottenuto la sua seconda medaglia d’argento e la settima di bronzo nell'appuntamento estivo greco.

Cuba ribadisce la propria posizione rispetto a Panama
26.2 - Cuba ha ribadito che romperà le relazioni diplomatiche con Panama se il Governo della Presidentessa Mireya Moscoso mantiene la sua intenzione di concedere l’indulto a cinque terroristi di origine cubana detenuti in questo paese. In una nota informativa, il Ministero delle Relazioni Estere rende conto della decisione del Governo di Panama di esigere la partenza dell'Ambasciatore cubano, Carlos Zamora, che "ritornerà domani in Patria dopo avere compiuto in modo degno ed esemplare la sua missione diplomatica", specifica il testo. La nota, che appare nell'edizione digitale di oggi del quotidiano Granma, accusa le autorità panamensi di essere incapaci di analizzare in modo serio e ragionevolmente le dichiarazioni del Governo cubano nella nota ufficiale dello scorso 22 agosto e di mantenere non definita la sua posizione sull’impegno di concedere l’indulto ai terroristi. Allo stesso modo, insiste sulla posizione ufficiale riguardo al fatto che se verrà dato l’indulto ai "mostruosi criminali che con i loro atti terroristici hanno privato della vita numerosi cubani (...) le relazioni diplomatiche tra i due Stati verranno rotte automaticamente a tempo indefinito".

Valutata a Cuba la debolezza della politica di Washington
26.2 - La decisione di rivedere recenti misure del Governo degli Stati Uniti contro la famiglia cubana sono interpretate a Cuba come un forte segno di debolezza della politica di Washington verso La Habana. La pubblicazione digitale Granma Internacional valuta che la rivelazione del segretario del Tesoro degli Stati Uniti, John Snow, sul fatto che si stia studiando l'impatto delle azioni anticubane riflette il sentimento dell'opinione pubblica statunitense. Snow ha detto al quotidiano Sun Sentinel della Florida che il suo dipartimento sta rivedendo i molti commenti ricevuti sui regolamenti entrati in vigore lo scorso 30 giugno che limitano a una volta ogni tre anni i viaggi dei cubanoamericani all'isola e che riducono la possibilità di inviare rimesse di denaro. Secondo Granma Internazionale, la complessa situazione ha fatto riconoscere a Snow che "la comunità cubana è divisa sul tema, poiché sono state già ricevute oltre 2.000 proteste, per cui le nuove regole potrebbero essere aggiustate prima di diventare definitive".

Charley ha causato danni a Cuba per oltre mille milioni di dollari
26.2 – Oltre mille milioni di dollari sono stati stimati i danni provocati dall'uragano Charley a Cuba e la somma può aumentare ancora, ha reso noto Pedro Sáez, primo segretario del Partito Comunista a Ciudad de La Habana. Ieri, in un intervento nello spazio Tavola Rotonda Informativa, il dirigente ha fatto un riassunto dei danni causati dall’uragano che ha colpito l’occidente dell'isola lo scorso venerdì 13 con raffiche di vento che hanno oltrepassato i 200 chilometri all’ora. Tra i danni, ha detto, vi sono oltre 70.000 abitazioni e migliaia di ettari di coltivazioni, come pure severi danni ai servizi di elettricità (1.400 pali, 28 tralicci dell’alta tensione e 291 trasformatori abbattuti), acqua e telefonia. Nelle confinanti province di La Habana e di Ciudad de La Habana hanno avuto danni di diversa grandezza 798 centri educativi, 312 centri della salute, 60 installazioni sportive e 63 della cultura, ha aggiunto.

La siccità nell’oriente di Cuba colpisce il servizio di acqua alla popolazione
26.2 – Oltre 100.000 persone ricevono acqua mediante autobotti nell'orientale provincia di Las Tunas, dovuto a una dura siccità che colpisce l'oriente di Cuba da 10 anni. Nel territorio di 6.584 chilometri quadrati e con oltre 532.000 abitanti in circa 140 comunità, non si sta ricevendo il servizio di acqua a causa del basso livello dei bacini artificiali, che si stima siano al 30 % della loro capacità. Le autorità provinciali hanno calcolato in 26 milioni di dollari le perdite dall’inizio dell’anno per i danni all'agricoltura e all'allevamento, oltre alla conseguente degrado dei terreni. Per affrontare questo problema, attualmente si sta costruendo una condotta di 11 chilometri che porterà l'acqua alla capitale provinciale di circa 100.000.

L'America Latina vince una medaglia d’argento nella lotta classica
27.8 - Il cubano Roberto Monzón è stato l'unico latinoamericano che è salito sul podio nel torneo di lotta greco-romana, vincendo la medaglia d’argento nella giornata finale del classico torneo ad Atene 2004. Solamente 10 rappresentanti dell'America Latina si erano iscritti a questa specialità, di questi sei cubani, tra 156 lottatori. In questo modo, Monzón, ai suoi primi Giochi Olimpici, conferma il suo prestigio sui tappeti del mondo, perché aggiunge il suo titolo di vice-campione olimpico a quello di vice-campione del mondo, ottenuto l’anno scorso a Creteil, in Francia.

La cubana Labrada vince l'argento olimpico nel taekwondo
27.8 - La cubana Yanelis Labrada ha conquistato ieri la medaglia d’argento nella categoria dei 49 chili del torneo olimpico di taekwondo, perdendo (4-6) nella finale con Chen Shih Hsin, di Taipei. Al secondo assalto l'asiatica ha deciso l’incontro a suo favore ottenendo due punti di differenza che ha poi mantenuto fino alla fine dell’incontro. La Labrada ha aggiunto la sua medaglia d’argento a quella dello stesso colore vinta dal lottatore cubano di greco-romana Roberto Monzón, che ha perso nella finale dei 60 chili con il sudcoreano Jung Ji Hyun.

Cuba annuncia la rottura delle relazioni diplomatiche con Panama
27.8 - Le autorità cubane hanno annunciato ieri la rottura delle relazioni diplomatiche con Panama in risposta all'indulto concesso dalla Presidentessa Mireya Moscoso a quattro terroristi di origine cubana. Una dichiarazione ufficiale spiega che a compimento di una decisione del Consiglio di Stato "il Governo Rivoluzionario annuncia che a partire da questo minuto, 4:15 p.m., sono rotte a tempo indefinito le relazioni diplomatiche tra la Repubblica di Cuba e la Repubblica del Panama, uno Stato che ha dimostrato di essere incapace di evitare la mostruosa azione che è stata realizzata contro il popolo di Cuba". Il Governo cubano ha precisato che tutta la responsabilità storica e le conseguenze che derivino dalla decisione di liberare i terroristi cadranno interamente sulla Presidentessa Mireya Moscoso e sul suo Governo. Le autorità di Cuba avevano segnalato che la liberazione dei terroristi era stata richiesta alla Presidentessa del Panama "dalla mafia controrivoluzionaria" di Miami e dai capoccia delle bande terroristiche che lì operano". Allo stesso modo, ha ricordato che il Segretario di Stato degli Stati Uniti aveva richiesto alla Moscoso la liberazione dei criminali, durante un incontro avuto con la Presidentessa in occasione della sua visita al Panama per il Centenario della Repubblica.

La Presidentessa del Panama concede l’indulto a pericolosi terroristi
27.8 - La Presidentessa Mireya Moscoso ha concesso ieri l’indulto a quattro pericolosi terroristi coinvolti in un fallito attentato con esplosivi che avrebbe potuto massacrare centinaia di persone quattro anni fa nell'Aula Magna dell'Università del Panama. La decisione della Moscoso, che risponde a pressioni del Governo statunitense e dei gruppi mafiosi radicati a Miami, è stata comunicata dal portavoce presidenziale, Mario Rognoni. Quando questo è stato reso noto a Panama, già i quattro terroristi indultati erano partiti dalla Città di Panama e stavano volando verso Miami, ha affermato il network RPC, ma portavoci ufficiali non si sono resi immediatamente disponibili per confermare questa partenza. I detenuti hanno abbandonato il carcere El Renacer, sulle rive del Canale del Panama all'alba, protetti da una stretta operazione di sicurezza e immediatamente sono stati portati all'aeroporto di Tocumen, vicino alla capitale, dove sono stati imbarcati su un jet, ha indicato RPC. La decisione della Moscoso di dare l’indulto ai membri di quel commando terroristico era stata preceduta dalle denunce di Cuba, da un appello al dovere ineludibile dello Stato panamense di punire in modo esemplare quei criminali e dall'avvertimento che la loro liberazione avrebbe danneggiato le relazioni tra i due paesi. La Moscoso ha risposto ritirando il suo rappresentante diplomatico a La Habana, Abraham Bárcenas, e ha chiesto la partenza dal Panama dell'Ambasciatore cubano, Carlos Zamora, che ha fatto ritornò ieri sera a Cuba.

Affermato che il nuovo Governo panamense normalizzerà i vincoli con Cuba
27.8 - La normalizzazione dei vincoli con Cuba sarà tra le priorità del Presidente eletto del Panama, Martín Torrijos, affermò ieri a Santiago del Cile Nils Castro, il suo principale consigliere in politica estera. "Torrijos ha detto che in materia estera punterà a mantenere relazioni armoniche con tutti i paesi, compreso Cuba. Pertanto i suoi primi sforzi saranno diretti a tentare di normalizzare i vincoli con La Habana", ha indicato il funzionario panamense. In dichiarazioni pubblicate questo mercoledì dal quotidiano La Nación, Nils Castro ha sottolineato il fatto che la Presidentessa uscente, Mireya Moscoso, non ha informato il nuovo Presidente sulla crisi creata con Cuba e ora se ne va "lasciando la fattoria che brucia". "Credo che non sia qualcosa di casuale che questa crisi sia esplosa a pochi giorni dall’entrata incarica di Torrijos alla presidenza. Ho l'impressione che il Governo uscente ha preparato questo per lasciare una bomba con la miccia accesa nelle mani del suo successore", ha rimarcato.

Ministri del prossimo Governo panamense respingono l’indulto ai terroristi
27.8 - Il futuro Ministro degli Esteri panamense, Samuel Lewis Navarro, ha definito ieri incoerente e deplorevole l'indulto concesso dalla Presidentessa, Mireya Moscoso, a beneficio di quattro noti terroristi di origine cubana. In dichiarazioni alla stampa panamense, il Ministro degli Esteri del gabinetto che assumerà il potere a Panama il prossimo 1° settembre, ha detto che questa azione riflette "la stessa immagine di inconsistenza che i panamensi hanno patito negli ultimi cinque anni, dove da una parte si dice una cosa e dall'altra si agisce in altro modo". Da parte sua, Ubaldino Real, Ministro della Presidenza del Governo del prossimo Capo di Stato panamense, Martín Torrijos, ha considerato che l'indulto costituisce un messaggio di incoerenza e di improvvisazione di questo paese istmico. Per Real, la governante uscente agisce con la mano dura nel piano interno, mentre dall’altra parte invia messaggi di impunità concedendo l’indulto a persone che sono stati giudicate e condannate.

Cuba avverte che si tratta per il passaggio dei terroristi attraverso l'America Centrale
27.8 - Cuba ha avvisato che considererà responsabili dell'impunità e collaboratori degli assassini quei governanti che in un modo o nell’altro offrano protezione ai terroristi anticubani se questi ricevono l’indulto a Panama. Una dichiarazione del Ministero delle Relazioni Estere ha indicato ieri che "personaggi della mafia terroristica di Miami stanno trattando in paesi centroamericani affinché autorizzino il transito dei terroristi attraverso i loro territori o diano loro rifugio". Il Ministero degli Esteri ricorda che per anni, oltre al territorio nordamericano, dove venivano protetti, finanziati e dove venivano progettati i piani, vi sono stati paesi dell’America Centrale che si sono trasformati in basi delle operazioni terroristiche, dai quali hanno agito in totale impunità Luis Posada Carriles e i suoi complici. La dichiarazione avvisa che quei Governi che permettano il passaggio dei terroristi attraverso i loro paesi, o diano loro rifugio, diventeranno complici delle azioni che oggi si preparano per metterli in libertà, violando tutte le norme etiche e legali, e i loro impegni con gli accordi internazionali sulla lotta contro il terrorismo.

La Menéndez e García aumentano il medagliere olimpico
28.8 - Osleidys Menéndez (giavellotto) e Anier García (110 metri ostacoli) hanno incrementato il medagliere olimpico di Cuba ai Giochi di Atene 2004, conquistando medaglie d’oro e di bronzo nell'atletica. La Menéndez è diventata la seconda donna latinoamericana a ottenere un titolo nella storia olimpica del lancio del giavellotto, impresa che era stata realizzata in precedenza dalla sua compatriota María Caridad Colón ai Giochi di Mosca 1980. Non ha dato respiro alle sue rivali e al primo lancio ha stabilito la misura definitiva: 71.53 metri, nuovo primato olimpico a un centimetro della suo stesso record mondiale (71.54), superando il precedente record della norvegese Trine Hattestad a Sydney 2000 che era di 68.91. A sua volta, Anier García, campione olimpico di Sydney e bronzo ad Atene si è detto felice del suo risultato (13.20 secondi), poiché ha avuto una serie di lesioni che lo hanno perseguitato in particolar modo nell'ultimo anno e mezzo.

L’indulto ai terroristi definito un tradimento a Cuba e al Panama
28.8 - L'Ambasciatore cubano a Panama, Carlos Zamora, ha definito un tradimento a entrambi i popoli l'indulto concesso dalla Presidentessa panamense, Mireya Moscoso, a quattro terroristi di origine cubana. Durante un intervento alla Tavola Rotonda Informativa di questo giovedì, Zamora ha espresso che la decisione della Moscoso costituisce uno dei più grandi tradimenti nella storia delle relazioni tra Cuba e Panama. Quel popolo condivide con noi l'indignazione per il comportamento vergognoso della sua Presidentessa, ha proseguito il diplomatico dopo avere ricordato che Posada Carriles, Pedro Remón, Gaspar Jiménez Escobedo e Guillermo Novo Sampoll nel loro tentativo di assassinare il presidente cubano, Fidel Castro, avrebbe privato della vita centinaia di panamensi. Zamora ha detto che è una totale menzogna che la Moscoso abbia pensato all'indulto dopo le dichiarazioni del Ministero degli Esteri cubano, perché l'azione faceva parte di una trama per creare le condizioni pubbliche che gli avrebbero permesso di prendere una decisione così sbagliata. Quello che ho apprezzato in questi giorni a Panama è stato un rifiuto totale a questa manovra grossolana e anticubana preparata a lungo per compiacere i settori anticubani insediati nel sud della Florida e il Governo di George W. Bush di fronte alle elezioni del novembre prossimo.

Martin Torrijos annuncia la disposizione a normalizzare le relazioni con Cuba
28.8 - Il Presidente eletto del Panama, Martín Torrijos, ha annunciato ieri la sua decisione di iniziare le trattative per la normalizzazione delle relazioni con Cuba lo stesso giorno in cui prenderà possesso della carica. In una dichiarazione diffusa dal suo ufficio, lo statista ha affermato che in accordo al suo proposito di mantenere un scambio cordiale e di rispetto con i paesi del mondo, a partire dal 1° settembre incominceranno le trattative per la pronta normalizzazione delle relazioni diplomatiche con la Repubblica di Cuba. "Il compimento degli impegni internazionali e il rispetto all'amministrazione della giustizia sono fondamentali per l'immagine internazionale di questa nazione e devono costituirsi in priorità di un'adeguata gestione di governo", ha puntualizzato. Torrijos ha definito deplorevole il fatto che l'attuale Presidentessa, Mireya Moscoso, e il Ministro di Governo e Giustizia, Arnulfo Escalona, abbiano interrotto con un indulto il processo a Luis Posada Carriles, Gaspar Jiménez, Pedro Remón e Guillermo Novo, terroristi perdonati ieri dalla Presidentessa. Ha ricordato che "uno dei pilastri sui quali poggia la democrazia è la separazione dei poteri e l'organo giudiziario aveva emesso una sentenza di condanna contro i citati signori che si trova in processo di appello".

Record di universitari a Cuba, nonostante il blocco e l’uragano
28.8 - Cuba ha annunciato che nonostante i danni dell'uragano Charley e la recrudescenza del blocco degli Stati Uniti, tutto è pronto per iniziare un nuovo corso con un numero record di matricole nell'educazione universitaria. Durante una visita alla provincia di Las Tunas, il Ministro dell’Educazione Superiore, Fernando Vecino Alegret, ha confermato che per la prima volta nella storia del paese le aule universitarie cubane riceveranno il prossimo mese circa 350.000 alunni, su una popolazione di circa 11 milioni di persone. In dichiarazioni diffuse a Las Tunas, il Ministro, che sta compiendo una visita a varie province cubane, ha puntualizzato il fatto che nonostante l'incremento della quantità di studenti verrà garantita la qualità degli studi, con l'obiettivo di fornire una preparazione integrale ai professionisti.

L’Oriente di Cuba affronta la siccità più lunga della sua storia
30.8 – Sottoposto a una prolungata siccità, l'Oriente di Cuba lotta contro la natura per affrontare la scarsità di acqua che screpola le sue terre, impedisce di placare la sete di persone e animali e colpisce la sua agricoltura. Solo nella provincia di Las Tunas, 660 chilometri a est di La Habana, dei suoi oltre 350.000 abitanti si stima che circa 100.000 vengano riforniti mediante autobotti, poiché il basso livello dei bacini artificiali impedisce il funzionamento degli acquedotti.

Cuba e Brasile capeggiano il medagliere olimpico latinoamericano
30.8 - Stefano Baldini (Italia) ha avuto l'onore di diventare l'ultima medaglia d’oro ai XXVIII Giochi Olimpici di Atene, in una giornata in cui l’America Latina con Cuba e Brasile alla testa hanno registrato notevoli prestazioni. Baldini è entrato nel leggendario stadio Panathinaiko seguendo l’impresa del greco Louis Spyridon, primo campione della maratona delle Olimpiadi moderne, che a sua volta ripercorreva la strada di Filippide. E anche il Brasile è stato protagonista. Il brasiliano Vanderlei Lima si è piazzato terzo con 2:12:11 ore, dietro Baldini (2:10:55) e del nordamericano Mebrahtom Keplezighi (2:11:29). E’ stata la terza medaglia di bronzo brasiliana. Cuba ha chiuso con medaglie d’oro la sua partecipazione con tre titoli nel pugilato (Yan Bartelemí, Guillermo Rigondeaux e Mario Kindelán) e un altro nella lotta libera (Yandro Quintana), per cui l'isola caraibica si è piazzata all'undicesimo posto nella manifestazione ellenica, con un totale di 27 medaglie (9 d’oro, 7 d’argento e 11 di bronzo).

Posada Carriles cerca rifugio in America Centrale
31.8 - Autorità honduregne hanno confermato la realizzazione di una vasta operazione alla ricerca del terrorista Luis Posada Carriles, che è entrato in Honduras per via aerea proveniente dal Panama. Secondo dichiarazioni formulate al quotidiano honduregno La Prensa dal Ministro della Sicurezza di questa nazione centroamericana, Oscar Álvarez, uomini del Servizio di Migrazione e della Polizia Nazionale sono stati dispiegati a San Pedro Sula, nel nord-ovest del paese. Secondo il Ministro della Sicurezza, informazioni dell’Intelligence hanno rivelato che Posada Carriles si trova nascosto in questa città e hanno confermato che ci sono varie persone che "stanno cercando gli appigli legali" affinché il noto delinquente internazionale resti nell’Honduras. Il Vice-ministro della Sicurezza, Armando Calidonio, che dirige personalmente l'operazione, ha detto ai giornalisti che le autorità hanno ricevuto segnalazioni sul fatto che Posada Carriles sia a San Pedro Sula.

Le medaglie d’oro nel pugilato portano Cuba all’undicesimo posto olimpico
31.8 - La squadra cubana di pugilato ha conquistato cinque medaglie d’oro, due d’argento e una di bronzo, quasi alla conclusione dei Giochi Olimpici, facendo piazzare Cuba all’undicesimo posto della grande competizione estiva. La sola prestazione dei suoi pugili, avrebbe garantito a Cuba il 19° posto nel medagliere generale delle gare olimpiche, davanti a nazioni come Spagna, Norvegia, Canada, Brasile od Olanda. Inoltre, i pugili cubani hanno vinto più medaglie olimpiche di qualsiasi altra delegazione latinoamericana, dato che il Brasile (il suo più vicino inseguitore), ha concluso con quattro medaglie d’oro. Una settimana prima, i cubani oscillavano tra il 30° e il 41° posto, perché diversi dei loro rappresentanti hanno avuto risultati al di sotto dei pronostici e hanno perso medaglie che venivano ritenute sicure. Tuttavia, da quando hanno messo il primo piede sul quadrilatero di Atene, i pugili cubani hanno dimostrato che le loro intenzioni nella culla delle Olimpiadi erano dorate.