italcuba.jpg (27434 byte)

Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba

Segreteria: Via Pietro Borsieri, 4  - 20159 MILANO - tel. 02-680862  
 www.italia-cuba.it
30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)amicuba@italia-cuba.it

Cuba l'Associazione i circoli dell'Associazione iscriviti all'Associazione in rete Informazione

cerca

Notizie da Prensa Latina Viaggi di conoscenza Campi di lavoro volontario Iniziative dei circoli Corsi di spagnolo e altro

 

antiterr.gif (3602 byte)
Libertà per i cinque

stop1.gif (1692 byte)
Lotta al Blocco
interventi e votazioni alle Nazioni Unite

Cuba contro il terrorismo





Associazione
Chi siamo
Lo statuto
I circoli
I gemellaggi
Mostre
Viaggi di conoscenza

Cuba
I simboli
Popolazione
Geografia
Storia
Politica
Lotta al blocco U.S.A.
Il terrorismo degli U.S.A.
Discorsi di Fidel Castro
Personaggi di Cuba
Immagini di Cuba
Ambasciata di Cuba

Informazione
Notizie da Prensa Latina
Archivio "notizie da P.L."

Attualità
Granma diario
Granma Internacional
Juventud Rebelde
Trabajadores
Prensa Latina
CUBAnews
Agencia Informativa Nacional

CubaWeb
 

LA RUMBA IN ITALIA, SIMBOLO DELL'IDENTITÀ CUBANA

Roma, 29 maggio 2018 - Alla presenza di Miguel Barnet, poeta, scrittore ed etnologo cubano, e con il patrocinio dell'Ambasciata di Cuba in Italia, è iniziato martedì scorso presso il Museo MAXXI di Roma il V Forum Internazionale "La Ruta de la Rumba 2018", con la direzione artistica di Ulises Mora e Irma Castillo, sponsor dell'evento e creatori del Progetto Timbalaye. All'evento hanno partecipato anche l'ambasciatore di Cuba in Italia, José Carlos Rodríguez Ruiz, e la direttrice del MAXXI ed ex ministro della Cultura Giovanna Melandri.
La Rumba, dichiarata dall'UNESCO Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità, ha attirato il pubblico italiano al Museo MAXXI, situato nella capitale italiana. L'incontro "Euritmia - Dialogo tra Architettura e Rumba. Visione poetica dell'opera di Luigi Pellegrin nella Rumba cubana", ha contato sulla presenza di Miguel Barnet, che è anche Presidente dell'Unione degli Scrittori e degli Artisti di Cuba, e della Fondazione Fernando Ortiz.
Durante il suo intervento, Barnet ha detto che "il movimento nell’architettura e nella rumba trova l'euritmia come un punto comune, in cerca della bellezza in forma armoniosa, che conduce a un bene per la cultura e l'umanità, attraverso l'esercizio dell'intelligenza collettiva".
Il giornalista e vicepresidente dell'UNEAC, Pedro de la Oz, anche lui presente a questa attività, ha fatto riferimento ai legami tra Italia e Cuba attraverso l'architettura, mentre Chiara Pellegrin e Sergio Bianchi hanno ricordato i contributi dell'architetto italiano Luigi Pellegrin all’interno Rumba.
"La Rumba è l'euforia mambisa, la libertà dell'anima, la conquista e la ribellione di una resistenza storica unica, dove la diversità è la sua essenza", ha detto Ulises Mora, presidente di Timbalaye, presentando la X Edizione del Festival Internazionale La Ruta de la Rumba, un evento che per un decennio ha dimostrato che a Cuba, la Rumba è un patrimonio vivo e partecipativo.
Per la missione diplomatica cubana hanno partecipato anche Jorge Alfonzo, Ministro Consigliere, e Lisset Argüelles, Terza Segretaria responsabile degli Affari Culturali.
Il V Forum Internazionale La Ruta de la Rumba 2018, si svolgerà dal 29 maggio in diverse città italiane (Roma, Genova e Firenze), andrà a Parigi (Francia) il 4 giugno per celebrare all’UNESCO la dichiarazione della Rumba, Patrimonio Immateriale dell'Umanità, presso l'UNESCO, e tornerà nella capitale italiana il 9 giugno, dove si realizzerà la chiusura con un grande spettacolo di cultura cubana.

http://misiones.minrex.gob.cu/es/articulo/la-rumba-en-italia-simbolo-de-la-identidad-cubana