italcuba.jpg (27434 byte)

Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba

Segreteria: Via Pietro Borsieri, 4  - 20159 MILANO - tel. 02-680862  
 www.italia-cuba.it
30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)amicuba@tiscali.it 

Cuba l'Associazione i circoli dell'Associazione iscriviti all'Associazione in rete Informazione

cerca

Notizie da Prensa Latina Viaggi di conoscenza Campi di lavoro volontario Iniziative dei circoli Corsi di spagnolo e altro

 

antiterr.gif (3602 byte)
Libertà per i cinque

stop1.gif (1692 byte)
Lotta al Blocco
interventi e votazioni alle Nazioni Unite

Cuba contro il terrorismo





Associazione
Chi siamo
Lo statuto
I circoli
I gemellaggi
Mostre
Viaggi di conoscenza

Cuba
I simboli
Popolazione
Geografia
Storia
Politica
Lotta al blocco U.S.A.
Il terrorismo degli U.S.A.
Discorsi di Fidel Castro
Personaggi di Cuba
Immagini di Cuba
Ambasciata di Cuba

Informazione
Notizie da Prensa Latina
Archivio "notizie da P.L."

Attualità
Granma diario
Granma Internacional
Juventud Rebelde
Trabajadores
Prensa Latina
CUBAnews
Agencia Informativa Nacional

CubaWeb
 

GLI STATI UNITI ANNUNCIANO UNA TASK FORCE IN INTERNET PER SOVVERTIRE L'ORDINE INTERNO A CUBA

Washington, 23 gennaio 2017 - Il governo degli Stati Uniti creerà una nuova Task Force in Internet per diffondere messaggi destabilizzanti contro l'ordine stabilito a Cuba e attaccare l'istituzionalità e la legittimità del governo, si è appreso oggi.
Il dipartimento di Stato ha convocato una Task Force in Internet per Cuba composta da funzionari governativi e non governativi con l'obiettivo di "promuovere il libero flusso dell’informazione" e "ampliare l'accesso a Internet e ai mezzi indipendenti"' nell'isola, riferisce un comunicato pubblicato questo martedì sulla pagina web della suddetta istanza.
Una task force in inglese è un termine proprio delle Forze Armate statunitensi, e definisce un'unità temporanea che lavora in un'operazione o in una missione specifica.
Il testo precisa che la decisione corrisponde alle disposizioni del Memorandum Presidenziale di Sicurezza Nazionale del 16 giugno 2017, emesso da Donald Trump nella città di Miami.
Il capo della Casa Bianca, circondato da membri dell'estrema destra di origine cubana, annunciò allora un cambiamento di politica verso Cuba per rafforzare il blocco e limitare i viaggi tra i due paesi.
Chiarisce inoltre che la prima riunione pubblica del gruppo di lavoro avrà luogo il mercoledì 7 febbraio nella stessa sede del dipartimento di Stato, a Washington.
Il governo cubano ha denunciato le azioni di successive amministrazioni statunitensi dal 1959 per sovvertire l'ordine interno mediante politiche dirette a quello che chiamano "un cambio di regime".
La Habana ha messo in evidenza l'illegalità di programmi che sotto il mantello di un presunto lavoro "per la libertà di espressione" e "per l’espansione dell'accesso a Internet a Cuba", violano le leggi nazionali, così come i regolamenti internazionali in materia di comunicazione.
Nel 2014 l'agenzia Associated Press ha riferito di documenti che provavano le implicazioni dell'Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID) nel progetto ZunZuneo -creato nel 2009 -, - con il quale si intendeva stimolare tra i giovani cubani una piattaforma di messaggistica simile a Twitter, ma il cui vero scopo era quello di promuovere azioni contro l'ordine interno del paese.
Poco dopo le autorità caraibiche hanno denunciato il programma Piramideo che promuoveva la creazione di una rete di amici, offrendo loro la possibilità che una persona inviasse ai membri della sua piramide un enorme messaggio di testo per il costo di un solo messaggio.
Ugualmente, è stata messa in evidenza un'altra iniziativa dell'USAID che prevedeva di consegnare a diverse imprese subappaltate 4,3 milioni di dollari per creare reti senza fili clandestine a Cuba, come parte del progetto denominato Conmotion.
La finalità era quella di offrire a presunti imprenditori cubani della tecnologia l'attrezzatura necessaria per le sue reti, e poi allacciare queste reti ad altre all'estero, creando una rete di utenti per disinformarli sulla situazione nazionale o per convocarli a manifestazioni.
Per decisione sovrana, il governo cubano promuove una strategia di informatizzazione della società e un aumento graduale dell'accesso della cittadinanza alla rete di reti.
Secondo il rapporto Digital Global Overview: presenza nei social network, in 2017 Cuba è stata la nazione con la maggiore crescita in due categorie: oltre 2,7 milioni di nuovi utenti (+365% rispetto a 2016) e 2,6 milioni che hanno usato i loro telefoni cellulari per accedere ai social network (385% di aumento).
Scritto da PL

Traduzione: Redazione di El Moncada/Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba

http://www.cubasi.cu/cubasi-noticias-cuba-mundo-ultima-hora/item/73016-eeuu-anuncia-fuerza-de-tarea-en-internet-para-subvertir-orden-interno-en-cuba