italcuba.jpg (27434 byte)

Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba

Segreteria: Via Pietro Borsieri, 4  - 20159 MILANO - tel. 02-680862  
 www.italia-cuba.it
30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)amicuba@tiscali.it 

Cuba l'Associazione i circoli dell'Associazione iscriviti all'Associazione in rete Informazione

cerca

Notizie da Prensa Latina Viaggi di conoscenza Campi di lavoro volontario Iniziative dei circoli Corsi di spagnolo e altro

 

antiterr.gif (3602 byte)
Libertà per i cinque

stop1.gif (1692 byte)
Lotta al Blocco
interventi e votazioni alle Nazioni Unite

Cuba contro il terrorismo





Associazione
Chi siamo
Lo statuto
I circoli
I gemellaggi
Mostre
Viaggi di conoscenza

Cuba
I simboli
Popolazione
Geografia
Storia
Politica
Lotta al blocco U.S.A.
Il terrorismo degli U.S.A.
Discorsi di Fidel Castro
Personaggi di Cuba
Immagini di Cuba
Ambasciata di Cuba

Informazione
Notizie da Prensa Latina
Archivio "notizie da P.L."

Attualità
Granma diario
Granma Internacional
Juventud Rebelde
Trabajadores
Prensa Latina
CUBAnews
Agencia Informativa Nacional

CubaWeb
 

DÍAZ CANEL HA VISITATO LUOGHI STORICI LEGATIATI AL CHE A VALLEGRANDE

Vallegrande, Bolivia, 27 maggio 2017 - Il primo vicepresidente cubano, Miguel Díaz-Canel, ha reso omaggio al Che Guevara, con un giro nei luoghi storici che ricordano la presenza del leader rivoluzionario in territorio boliviano.
Díaz-Canel realizza una visita ufficiale in questo paese nell'anno del cinquantenario della caduta in combattimento del guerrigliero argentino cubano.
Il gruppo comandando dal Che è arrivato in Bolivia in novembre del 1966 per iniziare la lotta per la liberazione e per 11 mesi ha partecipato a 22 azioni e ha affrontato situazioni tanto ostili come il cattivo tempo, la mancanza di acqua e di cibo.
Percorsero strade difficili della selva del sud-est boliviano da Ñancahuazú fino a La Higuera, hanno attraversato catene montuose scoscese e fiumi impetuosi e hanno sopportato temperature soffocanti in estate e molto fredde e umide in inverno.
L’8 ottobre del 1967 il Che fu ferito e catturato nella Gola dello Yuro e trasportato alla scuola di La Higuera, dove fu assassinato il giorno dopo su ordine dell'Agenzia Centrale di Intelligence (CIA).
Il programma della visita del primo vicepresidente cubano di sabato 27 maggio ha compreso un giro nella lavanderia dell'ospedale Señor de Malta, dove il corpo del Che fu esposto i giorni 9 e 10 di ottobre, dopo il suo assassinio.
Díaz-Canel e la delegazione che lo accompagna hanno visitato, inoltre, la Fossa dei Guerriglieri, dove furono trovati i resti di Tamara Bunke (Tania), l'unica donna nella guerriglia, e di un altro gruppo di combattenti.
Hanno visitato anche il memoriale Ernesto Che Guevara, eretto sul posto nel quale rimasero sepolti per tre decenni i suoi resti e quelli di diversi dei suoi compagni di lotta.
Per domenica, l'alto funzionario cubano ha previsto di visitare la Higuera e deporre un omaggio floreale nel monumento a Ernesto Guevara.
"Il tuo esempio illumina una nuova alba", dice una scritta sulla pietra che sostiene il busto del Che, all'entrata di questa piccola località, che si trova ai piedi delle Ande.
esempio brilla una nuova alba', dice una scritta sulla pietra che solleva il busto di Che all'ingresso di questa piccola città, che si trova ai piedi delle Ande.
Autore: Carmen Esquivel Sarría, inviata speciale di Prensa Latina

Traduzione: Redazione di El Moncada
http://www.prensa-latina.cu/index.php?o=rn&id=88965&SEO=diaz-canel-visito-sitios-historicos-vinculados-al-che-en-vallegrande-fotos