italcuba.jpg (27434 byte)

Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba

Segreteria: Via Pietro Borsieri, 4  - 20159 MILANO - tel. 02-680862  
 www.italia-cuba.it
30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)amicuba@tiscali.it 

Cuba l'Associazione i circoli dell'Associazione iscriviti all'Associazione in rete Informazione

cerca

Notizie da Prensa Latina Viaggi di conoscenza Campi di lavoro volontario Iniziative dei circoli Corsi di spagnolo e altro

 

antiterr.gif (3602 byte)
Libertà per i cinque

stop1.gif (1692 byte)
Lotta al Blocco
interventi e votazioni alle Nazioni Unite

Cuba contro il terrorismo





Associazione
Chi siamo
Lo statuto
I circoli
I gemellaggi
Mostre
Viaggi di conoscenza

Cuba
I simboli
Popolazione
Geografia
Storia
Politica
Lotta al blocco U.S.A.
Il terrorismo degli U.S.A.
Discorsi di Fidel Castro
Personaggi di Cuba
Immagini di Cuba
Ambasciata di Cuba

Informazione
Notizie da Prensa Latina
Archivio "notizie da P.L."

Attualità
Granma diario
Granma Internacional
Juventud Rebelde
Trabajadores
Prensa Latina
CUBAnews
Agencia Informativa Nacional

CubaWeb
 

I GOVERNI DI CUBA E DELLA BOLIVIA RAFFORZANO I VINCOLI DI FRATELLANZA

La Paz, 26 maggio 2017 - Il mandatario boliviano, Evo Morales, e il primo vicepresidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, hanno deciso oggi di rafforzare i vincoli di fratellanza tra i due paesi di fronte all'assalto della destra in America Latina.
Durante un incontro con Morales nel Palazzo del Governo, Díaz-Canel ha affermato che tra tutti esiste un grande impegno a difesa delle idee più giuste per l'umanità di fronte ai tentativi di restaurare il capitalismo e il neoliberismo nella regione.
A questo proposito, si è riferito agli attacchi della destra in Brasile, in Argentina e in Ecuador, e soprattutto ai tentativi di destabilizzare la Rivoluzione bolivariana.
Oggi il Venezuela non ha bisogno né di ingerenze né di aggressioni, ma di appoggio e di fiducia, ha sostenuto Díaz-Canel assicurando che il futuro del paese riguarda solo il suo popolo e il suo governo.
Sulla collaborazione tra le due nazioni, l'alto funzionario ha ricordato che l'idea della cooperazione con la Bolivia fu del leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro Ruz (1926-2016), uno dei promotori dell'unità in America Latina.
Insieme alla Bolivia lotteremo sulla strada dell'integrazione latinoamericana, ha puntualizzato Díaz-Canel, che ha confermato l'appoggio di Cuba alla Rivoluzione democratica e culturale promossa da Morales nel 2006, e a tutti i programmi nei quali l'isola possa collaborare.
Secondo il primo vicepresidente cubano, la Bolivia è un punto di riferimento per l'America Latina perché il governo guidato da Morales ha restituito in modo emancipatore speranza di vita e prosperità al suo popolo.
Da parte sua, il presidente dello Stato Plurinazionale ha manifestato la sua ammirazione per il popolo e per il governo di Cuba.
Come gesto per ratificare la fratellanza tra La Paz e La Habana, Morales ha consegnato a Díaz-Canel un busto del leader indigeno Túpac Katari e un esemplare del Libro del Mare, che contiene gli argomenti della Bolivia nella sua richiesta al Cile di recuperare lo sbocco sovrano nell'oceano Pacifico.
All'incontro hanno partecipato il vicepresidente Álvaro García Linera, il cancelliere Fernando Huanacuni e un'ampia rappresentazione del gabinetto boliviano.
Díaz-Canel ha iniziato il 25 maggio una visita ufficiale in Bolivia con il proposito di rafforzare i vincoli tra questo paese e Cuba, e per rendere omaggio al guerrigliero argentino-cubano Ernesto Che Guevara, assassinato 50 anni fa in terra boliviana.
Autore: Pedro Rioseco

Traduzione: Redazione di El Moncada
http://www.prensa-latina.cu/index.php?o=rn&id=88744&SEO=gobiernos-de-cuba-y-bolivia-estrechan-lazos-de-hermandad