italcuba.jpg (27434 byte)

Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba

Segreteria: Via Pietro Borsieri, 4  - 20159 MILANO - tel. 02-680862  
 www.italia-cuba.it
30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)amicuba@tiscali.it 

Cuba l'Associazione i circoli dell'Associazione iscriviti all'Associazione in rete Informazione

cerca

Notizie da Prensa Latina Viaggi di conoscenza Campi di lavoro volontario Iniziative dei circoli Corsi di spagnolo e altro

 

antiterr.gif (3602 byte)
Libertà per i cinque

stop1.gif (1692 byte)
Lotta al Blocco
interventi e votazioni alle Nazioni Unite

Cuba contro il terrorismo





Associazione
Chi siamo
Lo statuto
I circoli
I gemellaggi
Mostre
Viaggi di conoscenza

Cuba
I simboli
Popolazione
Geografia
Storia
Politica
Lotta al blocco U.S.A.
Il terrorismo degli U.S.A.
Discorsi di Fidel Castro
Personaggi di Cuba
Immagini di Cuba
Ambasciata di Cuba

Informazione
Notizie da Prensa Latina
Archivio "notizie da P.L."

Attualità
Granma diario
Granma Internacional
Juventud Rebelde
Trabajadores
Prensa Latina
CUBAnews
Agencia Informativa Nacional

CubaWeb
 

I RISULTATI DELLA SALUTE A CUBA SONO DA PRIMO MONDO, EVIDENZIANO OPS/OMS

22 Marzo 2017 - I risultati del modello della salute impiantato a Cuba dopo il trionfo della Rivoluzione (1959) sono all'altezza di un paese appartenente al Primo Mondo, ha evidenziato oggi qui Cristian Morales, rappresentante nell'isola di OPS/OMS.
L'economista ha dichiarato a Prensa Latina che le organizzazioni Panamericana e Mondiale della Salute (OPS/OMS) evidenziano tra questi lodevoli risultati quelli sulla riduzione della mortalità materna.
Una delle mete degli obiettivi di sviluppo sostenibile tracciati dall'OMS per il 2030 fissa un indicatore di 70 morti materne per ogni 100.000 bambini nati vivi, e Cuba lo ha già abbassato a 26 mentre nel resto dell'America Latina raggiunge la cifra di 138.
Questo significa che in un breve periodo di tempo, 13 anni, dovranno ridurre quell'indicatore di quasi il 50 percento, perla qual cosa si richiede di un sforzo tremendo ai sistemi nazionali della salute, ha commentato il dirigente.
Morales ha sottolineato casi specifici come quello di Haiti che supera i 200 decessi materni nello stesso intervallo numerico.
Di fronte a tale quadro regionale si impone la necessità di elevare la qualità dei servizi medici, perché le sfide che si presentano non dovranno essere limitate solo all'accesso a queste prestazioni, bensì al livello di competenza dei professionisti del settore, nonché a un livello di risorse tecniche, materiali e finanziarie sufficienti per raggiungere gli obiettivi delineati, ha sostenuto.
Riguardo la recente eliminazione a Cuba della trasmissione dell’HIV (virus dell'immunodeficienza umana) della madre al figlio, ha precisato che Cuba è stato il primo paese al mondo a certificare tale risultato sanitario, nel luglio 2015.
È bene capire che ci possono essere altri paesi con quel risultato, tuttavia, non si sono sottoposti al processo di verifica e di certificazione guidati dall'OMS, sostenuti da esperti e con una serie di criteri e requisiti molto forti, ha detto Morales.
Il rappresentante dell’OPS/OMS ha indicato anche l’avanzamento nell'isola del processo che porta all'eliminazione della tubercolosi.
Gli indicatori di incidenza o prevalenza della tubercolosi ci fanno pensare che a Cuba siamo vicini a poter realizzare un processo simile a quello dell’HIV, anche se restano ancora molte azioni da intraprendere, ma è qualcosa che è all'orizzonte, è plausibile, non è un'utopia, quindi, in questo senso è un altro dei campi nei quali Cuba può essere d’esempio, ha detto.
Morales ha segnalato che, secondo le due organizzazioni sanitarie, un paese deve finanziare il suo sistema della salute con una spesa di almeno il sei percento del suo Prodotto Interno Lordo e Cuba gli dedica già tra 9 e 11 punti percentuali del suo PIL.
La media regionale di questo indicatore è tra il 3,5 e il 3,8, solo quattro o cinque paesi hanno superato quella cifra e figurano in un livello simile a quello cubano, ha spiegato.
Per innescare la trasformazione dei sistemi della salute e affinché questi possano rispondere meglio alle necessità degli individui e delle comunità è necessaria un'azione importante da parte dello Stato, perché non è il settore privato quello che trasformerà la rete sanitaria nella regione, ha concluso.
Scritto da PL

Traduzione: Redazione di El Moncada

http://www.cubasi.cu/cubasi-noticias-cuba-mundo-ultima-hora/item/61975-logros-de-salud-en-cuba-son-de-primer-mundo-resalta-ops-oms