italcuba.jpg (27434 byte)

Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba

Segreteria: Via Pietro Borsieri, 4  - 20159 MILANO - tel. 02-680862  
 www.italia-cuba.it
30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)amicuba@tiscali.it 

Cuba l'Associazione i circoli dell'Associazione iscriviti all'Associazione in rete Informazione

cerca

Notizie da Prensa Latina Viaggi di conoscenza Campi di lavoro volontario Iniziative dei circoli Corsi di spagnolo e altro

 

antiterr.gif (3602 byte)
Libertà per i cinque

stop1.gif (1692 byte)
Lotta al Blocco
interventi e votazioni alle Nazioni Unite

Cuba contro il terrorismo





Associazione
Chi siamo
Lo statuto
I circoli
I gemellaggi
Mostre
Viaggi di conoscenza

Cuba
I simboli
Popolazione
Geografia
Storia
Politica
Lotta al blocco U.S.A.
Il terrorismo degli U.S.A.
Discorsi di Fidel Castro
Personaggi di Cuba
Immagini di Cuba
Ambasciata di Cuba

Informazione
Notizie da Prensa Latina
Archivio "notizie da P.L."

Attualità
Granma diario
Granma Internacional
Juventud Rebelde
Trabajadores
Prensa Latina
CUBAnews
Agencia Informativa Nacional

CubaWeb
 

FIDEL E CHÁVEZ COMPLICI PER ALLEVIARE IL DOLORE

La Habana, 22 marzo 2017 - Sono molte le passioni che scaturiscono dal discorso del leader bolivariano Hugo Chávez: la famiglia, il baseball, le Forze Armate, il culto dei grandi, degli eroi, l'amore infinito per il Venezuela, ma soprattutto, la vocazione ad aiutare gli indifesi e i malati.
Così lo troviamo in Génesis, uno dei racconti più seri di un Chávez che soffre, a cui duole la sofferenza della bambina morente perché le cure mediche non sono sufficienti.
Egli si appella alla Rivoluzione cubana e all'umanità di Fidel Castro affinché gli ultimi giorni della piccola siano di infinita allegria e a Cuba è stata fatta persino "pionera".
"Qui è l'inferno!", si rammarica il Presidente, che nei primi anni del suo governo si verifica dovunque la tragedia, la nefasta eredità della IV Repubblica.
"Come sempre, c’è la massa del popolo e io mi metto sopra la massa, la abbraccio, sudo con lei, piango con lei e mi ritrovo. Perché lì c’è il dramma, lì c’è il dolore, e io voglio sentire quel dolore, perché solo quel dolore, unito con l'amore che uno sente, ci darà la forza per combattere mille anni se ci fosse bisogno di combattere", esclama il Presidente in quel giorni.
Ma Génesis non è stata solo protagonista di una delle storie di Chávez, ma lo ha accompagnato fino alla fine dei suoi giorni, quando il cancro peggiorava, e la bandiera che la piccola gli aveva regalato aveva ricominciato a sventolare nelle mani del leader che non ha dimenticato la promessa di essere sempre forte.
GÉNESIS
di Hugo Chávez Frías
È come quella bambina. Ahi!, me la porto ancora nel cuore. Si chiamava Génesis. Un giorno, in una cerimonia, mi è arrivata vicino correndo tra il pubblico. Credo che fosse nel "Poliedro". È arrivata e mi ha abbracciato. Aveva un cancro al cervello. E mi hanno detto che le restava solo un anno di vita.
Che cosa faccio io per questa bambina, Dio? Ella mi regalò una bandiera, là l'ho e l'avrò con me fino all'ultimo giorno della mia vita, perché quella bandiera ella è che sta con me.
Che cosa posso fare io per questa bambina, Dio mio? Lei mi ha regalato una bandiera, ce l'ho là e l'avrò con me fino all'ultimo giorno della mia vita, perché quella bandiera è lei che sta con me.
Mi ha detto: "Chávez, prendi la mia bandiera". Ah! Che dolore quando ho saputo la realtà! Ho parlato con Fidel e abbiamo fatto un piano per lei.
L’ho mandata a Cuba con la mamma. L’hanno portata in giro, l’hanno fatta "pionera". "Saremo come il Che", ha detto. Io ho persino il video. È stata felice fino all'ultimo giorno della sua vita. Vedi?, che cosa può fare uno di più? È un piccolo angelo lassù che si prende cura di noi.
"Allá está hecha bandera y aquí está hecha vida, Génesis".

Autore: Jorge Legañoa Alonso - Foto: Cortesía Prensa Presidencial Venezuela

Traduzione: Redazione di El Moncada

http://www.acn.cu/cuba/25597-fidel-y-chavez-complices-para-aliviar-el-dolor