italcuba.jpg (27434 byte)

Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba

Segreteria: Via Pietro Borsieri, 4  - 20159 MILANO - tel. 02-680862  
 www.italia-cuba.it
30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)30_px.gif (66 byte)amicuba@italia-cuba.it

Cuba l'Associazione i circoli dell'Associazione iscriviti all'Associazione in rete Informazione

cerca

Notizie da Prensa Latina Viaggi di conoscenza Campi di lavoro volontario Iniziative dei circoli Corsi di spagnolo e altro

 

antiterr.gif (3602 byte)
Libertà per i cinque

stop1.gif (1692 byte)
Lotta al Blocco
interventi e votazioni alle Nazioni Unite

Cuba contro il terrorismo





Associazione
Chi siamo
Organismi dirigenti nazionali
Lo statuto
I circoli
Iniziative dei circoli
Documento Politico Conclusivo Congresso Parma 11.3.2018

I gemellaggi
Mostre
Viaggi di conoscenza

Cuba
I simboli
Popolazione
Geografia
Storia
Politica
Lotta al blocco U.S.A.
Il terrorismo degli U.S.A.
Discorsi di Fidel Castro
Personaggi di Cuba
Immagini di Cuba
Ambasciata di Cuba

Informazione
Notizie da Prensa Latina
Archivio "notizie da P.L."

Attualità
Granma diario
Granma Internacional
Juventud Rebelde
Trabajadores
Prensa Latina
CUBAnews
Agencia Informativa Nacional

CubaWeb
 

Ritornare con l’orgoglio del dovere compiuto

28 novembre 2018 - Il settimo volo della Cubana de Aviación proveniente dal Brasile, che ha portato di ritorno in Patria i medici che hanno partecipato alla missione collaborativa nel paese amazzonico, è arrivato lunedì 26 al Terminal 3 dell’Aeroporto Internazionale José Martí di La Habana.
I 204 medici provenienti da Sao Paulo sono stati ricevuti da Mercedes López Acea, membro del Burò Politico del Comitato Centrale del Partito e dalla Dottoressa Regla Angulo Pardo, viceministro di Salute Pubblica, tra gli altri funzionari.
Con l’arrivo del CU-2353 sono già quasi 1500 i medici che sono tornati con l’orgoglio del dovere compiuto dopo la decisione del presidente eletto del Brasile, Jair Bolsonaro di cambiare i termini del contratto con il quale Cuba partecipava al programma Más Médicos per il Brasile.
A nome dei suoi compagni, il Dottor Lázaro Ernesto Díaz Acosta ha parlato del significato del programma, sia per il popolo brasiliano che per i collaboratori cubani. «Molti siamo giunti in Brasile alla metà del 2017 con grandi desideri, aspettative e ansia d’aiutare un popolo che manca di risorse economiche. I primi medici con i quali hanno avuto contatto sono stati i cubani. Con noi non solo hanno trovato professionisti eccellenti e qualità, ma anche l’umiltà e la fiducia che caratterizzano i cubani», ha segnalato.
Poi ha aggiunto che con l’orgoglio e la soddisfazione del dovere realizzato, i collaboratori cubani ribadiscono ancora una volta l’impegno di servire la Patria nel luogo in cui è necessario.
La viceministro di salute ha segnalato che professionisti della salute ritornano con tutta la dignità, l’impegno e la dedizione alla nostra Rivoluzione.
«Voi rappresentate il disinteresse, lo spirito di solidarietà e la coscienza internazionalista», ha commentato.
Autore: Susana Antón - Foto: Ricardo López Hevia

http://it.granma.cu/cuba/2018-11-28/ritornare-con-lorgoglio-del-dovere-compiuto